DEFCON, hacker e fiamme

La conferenza per antonomasia genera scintille e fuoco, per l'hacking ma anche per le batterie dei cellulari che bruciano. Nel mezzo vulnerabilità, attacchi remoti al BIOS di sistema e altro ancora

Roma – Com’è tradizione da un paio di decenni a questa parte, nel mese di luglio si è tenuta la conferenza DEF CON (anche nota come Defcon o DEFCON) in quel di Las Vegas. Anche questa volta il menù non ha lesinato su attacchi a forza bruta e vulnerabilità, con il di più della sempre più significativa presenza delle tecnologie mobile e le infrastrutture “cloud” a fare da supporto alle scorribande degli hacker intervenuti.

Fra i momenti e gli eventi significativi della nuova DEFCON va certamente annoverato il network cellulare “Ninja Tel”, iniziativa gestita da Dan “DNS poisoning” Kaminsky, una vera e propria rete di comunicazione mobile pensata apposta per le elite di smanettoni intervenute alla conferenza con tanto di cellulari in serie limitata con sistema Android personalizzato per l’hacking selvaggio.

Non meno notevoli le sorprese riservate dalla ricerca “pura” nel campo della sicurezza, come nel caso del tool “NFCProxy” in grado di “rubare” informazioni dalle carte di credito dotate di chip in radiofrequenza (RFID) e poi di servirsene per fare acquisti negli store dotati di terminali NFC . NFCProxy è open source e gira su sistemi Android precedentemente “sbloccati”.

C’è poi chi come gli autori di ChapCrack è riuscito a crackare la sicurezza di MS-CHAPv2 , protocollo introdotto da Microsoft su Windows NT 4.0 (SP4) e ancora oggi usato per cifrare l’autenticazione sui network privati (VPN) con protocollo PPTP. ChapCrack estrapola una singola chiave DES dal protocollo di autenticazione e la invia ai server “cloud” di CloudCracker.com per ricevere la versione decriptata in meno di una giornata di lavoro con attacchi a forza bruta.

Ancora più impressionante (e preoccupante) l’attacco messo insieme dal ricercatore francese Jonathan Brossard, autore di una backdoor hardware capace di infettare il BIOS del PC e il firmware di boot della scheda di rete (iPXE). L’efficacia dell’attacco è massima se si ha accesso diretto alla macchina-bersaglio, e una volta infettato il sistema il bootkit carica in memoria un componente malevolo scaricato da remoto a ogni avvio. Il malware non lascia alcuna traccia (nemmeno nascosta) sul disco fisso, e può reinfettare la macchina da iPXE nel caso in cui il BIOS venisse ripulito.

Non sono infine mancate le note di “colore”, come la presenza (più che altro simbolica) del gran capo della NSA Keith B. Alexander che ha preso ad adulare gli hacker di DEFCON nel tentativo di arruolarli per la messa in sicurezza delle infrastrutture telematiche statunitensi. E le fiamme? Sono quelle della batteria di un Droid Bionic incendiatasi nelle tasche di un ignoto avventore della conferenza: i danni dell’incidente includono la moquette inesorabilmente rovinata, i pantaloni bruciacchiati e il profluvio di foto che invaderanno tutti gli angoli di Internet da qui all’eternità.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • La SIAE scrive:
    La sparizione del bottino
    I mancati guadagni causati dai pirati agli artisti verranno investiti nel contrasto ai pirati capito? :@ Più fate i furbi più noi guadagnamo e i soldi guadagnati saranno impiegati per distruggervi capito?Parola di SIAE
  • Jexx scrive:
    Attività antipirateria...
    ...XXXXXXX, mignotte, suv con interni in pelle di tigre, abiti firmati, yacht, ecc. ecc.
    • Jexx scrive:
      Re: Attività antipirateria...
      - Scritto da: Jexx
      ...XXXXXXX, mignotte, suv con interni in pelle di
      tigre, abiti firmati, yacht, ecc.
      ecc.E, soprattutto, tangenti ai politici corrotti loro compari.
    • Jexx scrive:
      Re: Attività antipirateria...
      - Scritto da: Jexx
      ...XXXXXXX, mignotte, suv con interni in pelle di
      tigre, abiti firmati, yacht, ecc.
      ecc.E, soprattutto, tangenti ai politici corrotti loro compari.
      • stx scrive:
        Re: Attività antipirateria...
        E come li combatti, con il download?
        • krane scrive:
          Re: Attività antipirateria...
          - Scritto da: stx
          E come li combatti, con il download?Non comprando.
        • collione scrive:
          Re: Attività antipirateria...
          - Scritto da: stx
          E come li combatti, con il download?realisticamente, se tutti scaricassero e nessuno comprasse, andrebbero falliti in un batter d'occhioricorda che questi c'hanno solo i soldi, per il resto non sono nemmeno in grado di pulirsi il sedere dopo essere andati al XXXXX
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Attività antipirateria...
          - Scritto da: stx
          E come li combatti, con il download?L'importante è non dare loro soldi, che si scarichi o meno è indifferente.
  • attonito scrive:
    loro proteggono gli artisti, eh gia!
    Mi verrebbe da dire: "E STI XXXXX?!?!?!"
  • marco scrive:
    Gaia Bottà...
    Per caso hanno abbreviato il cognome? Per casa manca la sillaba "na" o forse è un affermazione (rotfl)(rotfl)
    • attonito scrive:
      Re: Gaia Bottà...
      - Scritto da: marco
      Per caso hanno abbreviato il cognome? Per casa
      manca la sillaba "na" o forse è un affermazione
      (rotfl)(rotfl)battuta un po pesantuccia, ma in questo clima di sbrago e trolleggio ci sta tutta. siamo su PI, dopotutto.
    • societainso lutiacchia ppiesclusi vi scrive:
      Re: Gaia Bottà...
      Cos'è sei anche tu un IFPIno? siete abituati ad esprimervi così voi?
    • Mastro Geppetto scrive:
      Re: Gaia Bottà...
      - Scritto da: marco
      Per caso hanno abbreviato il cognome? Per casa
      manca la sillaba "na" o forse è un affermazione
      (rotfl)(rotfl)Certo che fai veramente schifo a dire una cosa del genere. Ridi anche da solo. Vorrei vedere se fosse tua madre a chiamarsi Bottana sai le risate che ci saremmo fatti.
    • Ana Trollo scrive:
      Re: Gaia Bottà...
      .:'^':.P A T E T I C O !.:'^':.- Scritto da: marco
      Per caso hanno abbreviato il cognome? Per casa
      manca la sillaba "na" o forse è un affermazione
      (rotfl)(rotfl).:'^':.P A T E T I C O !.:'^':.
  • Sgabbio scrive:
    bello
    Parlano di artisti derubati, vogliono risarcimenti fanta stellari, ma quei soldi li usano per i loro giochetti invece che darli ai "danneggiati" ? :DPirate haters, dove siete ?
    • becker scrive:
      Re: bello
      - Scritto da: Sgabbio
      Parlano di artisti derubati, vogliono
      risarcimenti fanta stellari, ma quei soldi li
      usano per i loro giochetti invece che darli ai
      "danneggiati" ?
      :D

      Pirate haters, dove siete ?E' solo un alibi "gli artisti danneggiati", sono i colletti bianchi delle major a guadagnare sugli artisti lasciando a loro solo le briciole (a parte quelli che hanno un certo peso e posso distribuire in proprio).
      • Allibito scrive:
        Re: bello
        - Scritto da: becker
        - Scritto da: Sgabbio

        Parlano di artisti derubati, vogliono

        risarcimenti fanta stellari, ma quei soldi li

        usano per i loro giochetti invece che darli ai

        "danneggiati" ?

        :D



        Pirate haters, dove siete ?

        E' solo un alibi "gli artisti danneggiati", sono
        i colletti bianchi delle major a guadagnare sugli
        artisti lasciando a loro solo le briciole (a
        parte quelli che hanno un certo peso e posso
        distribuire in
        proprio).Perchè parlate sempre senza sapere cosa dite? Esistono contratti chiari tra artisti e produttori, se non convenisse non li firmerebbero ogni volta, che dite? Il produttore è una figura importante senza la quale non ci sarebbe musica.
        • marco scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: becker

          - Scritto da: Sgabbio


          Parlano di artisti derubati, vogliono


          risarcimenti fanta stellari, ma quei soldi li


          usano per i loro giochetti invece che darli ai


          "danneggiati" ?


          :D





          Pirate haters, dove siete ?



          E' solo un alibi "gli artisti danneggiati", sono

          i colletti bianchi delle major a guadagnare
          sugli

          artisti lasciando a loro solo le briciole (a

          parte quelli che hanno un certo peso e posso

          distribuire in

          proprio).
          Perchè parlate sempre senza sapere cosa dite?
          Esistono contratti chiari tra artisti e
          produttori, se non convenisse non li firmerebbero
          ogni volta, che dite? Il produttore è una figura
          importante senza la quale non ci sarebbe
          musica.Una volta ho sentito dire da un catante che su un album (cd) guadagnava 3/4 euro neacnhe la metà del prezzo di vendita al pubblico, ti pare normale. Chiediti perchè quando un artista inizia ad avere un certo peso si fa la sua etichetta o casa di produzione..
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          Esistono contratti chiari tra artisti e
          produttori,Talmente chiari che gli artisti si lamentano.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: bello
          Tra poco non li firmeranno più: gli artisti mi sembrano sempre meno soddisfatti.
        • Sgabbio scrive:
          Re: bello
          E lunga la storia delle major, che nel cuore della notte si facevano approvare leggi varie, per aggirare le tutele legali che gli artisti facevano, quando quest'ultimi si vedevano DERUBATI dal loro produttore.
        • Guybrush scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: becker

          - Scritto da: Sgabbio


          Parlano di artisti derubati, vogliono


          risarcimenti fanta stellari, ma quei soldi li


          usano per i loro giochetti invece che darli ai


          "danneggiati" ?


          :D





          Pirate haters, dove siete ?



          E' solo un alibi "gli artisti danneggiati", sono

          i colletti bianchi delle major a guadagnare
          sugli

          artisti lasciando a loro solo le briciole (a

          parte quelli che hanno un certo peso e posso

          distribuire in

          proprio).
          Perchè parlate sempre senza sapere cosa dite?Come al solito hai perso una buona occsione per tacere:http://www.youtube.com/watch?v=EJTCiXB79cohttp://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-52fcc1de-37ce-4f9c-961c-a67408c02ee0.html
          Esistono contratti chiari tra artisti e
          produttori, se non convenisse non li firmerebbero
          ogni volta, che dite?Perché fino all'arrivo di Internet non c'era altro.Sono sempre di più gli artisti emergenti che preferiscono cose come YT per promuovere se stessi.
          Il produttore è una figura
          importante senza la quale non ci sarebbe
          musica.Il mio maestro di musica soleva dire che per far musica bisogna essere in due: chi suona e chi ascolta. Il produttore... è utile come lo sono (sempre) i tuoi commenti.GT
        • rockroll scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          Il produttore è una figura
          importante senza la quale non ci sarebbe
          musica.Questa poi.... Cosa mi tocca sentire!Qualcosa è cambiato nell'ultimo ventennio. O sbaglio?Il produttore non serviva a fare musica, mi sembra, ma a generare guadagni (suoi sopratutto), ora manco più quello. Da quando con un computer con opportuno software, un microfono ed una chitarra elettrica (strumento altrimenti inimitabile) si può produrre di tutto a livello professionale, basta avere talento, e da quando per una diffusione mondiale basta sbattere su WEB, magari senza neppure avere un sito proprio, mi chiedo a che razzo serva questa figura obsoleta se non a succhiarsi la gran parte dei guadagni.Se l'IFPI non destina agli artisti almeno parte del tesoretto che conta di incassare dalla causa contro la Baia, questo fa capire con che vergognosa politica retributiva tratta i suoi artisti, in un modo o nell'altro praticamente costretti ad affiliarsi a questa forma di "protezione", il costo del cui pizzo normalmente non arriva ad essere coperto dalla ridicola percentuale sugli incassi che il protettore ha loro praticamente imposto.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: bello
            - Scritto da: rockroll
            - Scritto da: Allibito

            Il produttore è una figura

            importante senza la quale non ci sarebbe

            musica.

            Questa poi.... Cosa mi tocca sentire!Ma cosa vuoi che ne sappia lui, per lui il cinema in casa è nato con i DVD o le VHS. Mica c'era quando i suoi colleghi (quelli intelligenti che hanno capito che internet avrebbe cambiato tutto e hanno giustamente mollato tutto a fine anni 90 a quelli come lui che credevano di fare l'affare del secolo con un'attività che già era morta) noleggiavano i super8 piratati negli anni 70 dello scorso secolo.Cosa vuoi che ne sappia lui? Nemmeno capisce che il suo nemico sono le case stesse. No, per lui il nemico sono i clienti che fino a qualche anno fa gli noleggiavano i film per copiarseli.Nessuno è più stupido di chi fa guerra alla sua stessa clientela.E' proprio una legge base del marketing.Alla domanda "dimmi, quante persone hanno noleggiato per due volte lo stesso film" non ha mai risposto. O meglio dentro di lui si sarà risposto, ma per lui quelli non sono pirati perché gli davano soldi. Ma poi i soldi del noleggio mica vanno alle case: che il film non lo noleggi mai, che lo noleggi 100 volte, i soldi alle case non ci vanno. Ci vanno se tu (videotecaro) il film glielo compri. Mica le case hanno una percentuale su ogni noleggio...
          • Guybrush scrive:
            Re: bello
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato[...]
            (videotecaro) il film glielo compri. Mica le case
            hanno una percentuale su ogni
            noleggio...Una piccola precisazione: la copia per il noleggio costa molto di più di una copia normale e incide in modo non indifferente sul prezzo del noleggio.Di fatto il videocotechino quando acquista una copia per noleggio "anticipa" la quota spettante la casa cinematografica, sperando di rifarsi con i noleggi.GT
          • krane scrive:
            Re: bello
            - Scritto da: Guybrush
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            [...]

            (videotecaro) il film glielo compri. Mica

            le case hanno una percentuale su ogni

            noleggio...
            Una piccola precisazione: la copia per il
            noleggio costa molto di più di una copia
            normale e incide in modo non indifferente
            sul prezzo del noleggio.E con plurivision ?Inoltre non potremmo applicare il principio di plurivision al mulo ?
            Di fatto il videocotechino quando acquista
            una copia per noleggio "anticipa" la quota
            spettante la casa cinematografica, sperando
            di rifarsi con i noleggi.
            GT
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: bello
            - Scritto da: Guybrush
            Una piccola precisazione: la copia per il
            noleggio costa molto di più di una copia normaleE quindi? Una volta comprata, non genera ulteriori introiti.E comunque ormai grazie al PVS (ANCHE IO FACCIO PVS mettendo in vendita le quote di quello che ho regolarmente acquistato) le copie per il noleggio non le comprano più.Lo chiamano "multiproprietà", solo che se compro una quota di una multiproprietà ho una settimana all'anno al mare in cui quella casa è mia. Col film invece no, se l'anno dopo voglio usufruire della mia quota non posso farlo.In pratica questi facevano come in "Totò cerca casa", dove la stessa casa viene fittata a decine di affittuari contemporanei inconsapevoli della presenza degli altri.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 luglio 2012 14.49-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: bello
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Guybrush

            Una piccola precisazione: la copia per

            il noleggio costa molto di più di una

            copia normale
            E quindi? Una volta comprata, non genera
            ulteriori introiti.
            E comunque ormai grazie al PVS (ANCHE IO FACCIO
            PVS mettendo in vendita le quote di quello che
            ho regolarmente acquistato) le copie per il
            noleggio non le comprano più.
            Lo chiamano "multiproprietà", solo che se compro
            una quota di una multiproprietà ho una settimana
            all'anno al mare in cui quella casa è mia. Col
            film invece no, se l'anno dopo voglio usufruire
            della mia quota non posso farlo.Bisognerebbe indagare il baracconte che si son inventati i videotechini per la multiproprieta', pensa che ridere se avessero proprio loro fornito le chiavi per rendere legale il p2p.
            In pratica questi facevano come in "Totò cerca
            casa", dove la stessa casa viene fittata a
            decine di affittuari contemporanei inconsapevoli
            della presenza degli altri.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: bello
            - Scritto da: krane
            Bisognerebbe indagare il baracconte che si son
            inventati i videotechini per la multiproprieta',
            pensa che ridere se avessero proprio loro fornito
            le chiavi per rendere legale il p2p.E' semplice, una copia per la vendita = infinite visioni con la vendita di quote.Le mie quote hanno un prezzo: 0 euro e 0 centesimi. Se dicono che è evasione fiscale, gli faccio pure la fattura. Siamo in un libero mercato e se il supermercato decide di vendere sottocosto riguadagnando su altre categorie non gli fanno nulla e il negozietto che non può permettersi di lamentarsi. Quindi non vedo come possano farlo i videotecari.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 luglio 2012 15.01-----------------------------------------------------------
        • Funz scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          Perchè parlate sempre senza sapere cosa dite?
          Esistono contratti chiari tra artisti e
          produttori, se non convenisse non li firmerebbero
          ogni volta, che dite? Il produttore è una figura
          importante senza la quale non ci sarebbe
          musica.gli artisti vengono derubati ogni volta che sono obbligati a firmare quei contratti capestro. Perché non c'è scelta, o sei un super-big e puoi negoziare, o mangi quella minestra, o salti dalla finestra e atterri in Jamendo o Youtube e buona fortuna a farti conoscere.
        • collione scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          Perchè parlate sempre senza sapere cosa dite?
          Esistono contratti chiari tra artisti e
          produttori, se non convenisse non li firmerebbero
          ogni volta, che dite? Il produttore è una figuraquesto in un mondo ideale senza cartelli e monopolima sappiamo tutti il mondo reale come funziona
        • bubba scrive:
          Re: bello
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: becker

          E' solo un alibi "gli artisti danneggiati", sono

          i colletti bianchi delle major a guadagnare
          sugli

          artisti lasciando a loro solo le briciole (a

          parte quelli che hanno un certo peso e posso

          distribuire in

          proprio).
          Perchè parlate sempre senza sapere cosa dite?
          Esistono contratti chiari tra artisti e
          produttori, se non convenisse non li firmerebbero
          ogni volta, che dite? e quel contratto ha QUALCOSA a che fare col fatto che RIAA & co piangono miseria in nome degli artisti e per preservare la cultura, e poi quando incassano multe riscosse in loro nome, LE TENGONO loro per "contrastare la pirateria", ossia si automantengono con la scusa della pirateria.!
    • collione scrive:
      Re: bello
      - Scritto da: Sgabbio

      Pirate haters, dove siete ?hahaha, è vero, dove sono? tutti quei campioni che vengono qui a dire "Dotcom in galera" sono spariti? (rotfl)BUFFONI!!!!
Chiudi i commenti