Dell, alla ricerca del tablet giusto

Dell, alla ricerca del tablet giusto

Una nuova roadmap trapelata conferma la volontà di produrre differenti tavolette con diversi sistemi operativi. Ma per il CEO della compagnia Android è l'anti-iPad. Eppure le vendite...
Una nuova roadmap trapelata conferma la volontà di produrre differenti tavolette con diversi sistemi operativi. Ma per il CEO della compagnia Android è l'anti-iPad. Eppure le vendite...

Grazie ad una roadmap aziendale aggiornata, spuntata improvvisamente online, emergono nuovi dettagli sui tablet Dell che usciranno nel corso del 2011. Si torna a parlare del Latitude XT3, il potente convertibile con display da tredici pollici intravisto all'inizio dell'anno, e dello Strek Pro da 10 pollici. Ma nella lista compare anche un altro interessante slate chiamato Latitude ST.

Come noto, la compagnia texana sta portando avanti una doppia filosofia: ai tablet con chip Intel e sistema operativo Windows vengono affiancati quelli con architettura ARM/Nvidia con OS Android. Il modello XT3, disponibile da luglio, si presenta come una sorta di ibrido tra laptop e tavoletta. Equipaggiato con processori Intel Core (i3, i5, i7) e 4GB di RAM, supporterà l'uso del pennino e includerà un'uscita video 1080P.

Il Latitude ST in uscita a ottobre è invece un tablet da 10 pollici più classico (1366 x 768 pixel), che monta un processore Intel Oak Trail da 1,5 Ghz supportato da 2GB di memoria. Anche in questo caso troviamo uscita HDMI 1080P e il digitalizzatore in grado di distinguere il tocco tra stilo e dita, ma le caratteristiche tirano in ballo anche una doppia fotocamera, modulo GPS e uno disco SSD che garantirà fino a 128GB di spazio per l'archiviazione dei dati.

Il Dell Streak Pro atteso per giugno, precedentemente noto come Streak 10, è appunto un 10 pollici (1280X800 pixel) basato sul SoC Tegra 2 e gestito da Android 3.0 (Honeycomb). Include connettività broadband per i dati, doppia fotocamera e un misterioso doppio microfono (per la cancellazione dei rumori di fondo? come sui cellulari?). Tutti e tre i dispositivi Dell, dal prezzo ancora ignoto, sono indirizzati prevalentemente all'utenza business.

Intervistato dal Wall Street Journal proprio sul futuro dei tablet, il CEO e fondatore dell'azienda Michael Dell ha sollevato diversi dubbi sulla “resistenza” dei prodotti Apple . Per Mister Dell, tra non molto ci ritroveremo con uno scenario simile a quello degli smartphone, dove Android è decisamente più diffuso di iOS. Al momento, però, i tablet che hanno scommesso sul sistema operativo Google stentano a decollare. Le vendite dell'ambizioso Motorola Xoom, lanciato in USA a febbraio, secondo gli analisti non hanno superato le 100.000 unità.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 04 2011
Link copiato negli appunti