Dell porta VIA Nano sui server

Ancora in larga parte ignorato nel settore dei netbook, l'ultimo processore del produttore taiwanese troverà posto in un imminente server ad alta densità, dedicato soprattutto al web hosting

Roma – Con l’eccezione di Samsung, che lo ha già utilizzato su un nuovo modello di mini laptop, non si può certo dire che il Nano di VIA stia spopolando nel mercato dei netbook. Fronteggiare l’Atom di Intel sul suo terreno di casa potrebbe essere tutt’altro che facile, ma nel frattempo c’è chi ha trovato al nuovo processorino di VIA un’altra – inattesa – sistemazione: i server.

A proporre Nano per i server ad alta densità è niente meno che Dell, un produttore solitamente piuttosto conservatore in fatto di hardware ma che, in questo caso, sembra però vedere nel chippetto di VIA una promettente alternativa alle versioni a basso consumo dei processori di classe enterprise prodotti da AMD e Intel.

Secondo quanto riportato dal New York Times , l’imminente sistema di Dell è costituito da un case rack da 3,5 pollici capace di ospitare fino a 12 schede server basate sulle CPU Nano. A seconda del modello di nano utilizzato, ciascun server avrà un consumo massimo compreso tra i 15 e i 30 watt: una frazione rispetto all’energia assorbita da un server x86 tradizionale.

Il Nano più potente gira a 1,8GHz, e sebbene mediamente più veloce di Atom fornisce performance ben lontane dalle moderne CPU multicore per desktop e server: per tale ragione, nei server questi chip devono essere necessariamente utilizzati in configurazioni massicciamente parallele, arrivando eventualmente alla creazione di veri e propri cluster. A tali soluzioni si contrappongono i cosiddetti big iron , singoli server o mainframe capaci di fornire una elevata potenza di calcolo partizionabile tra le varie applicazioni per mezzo della virtualizzazione.

In campo server, il vantaggio fornito da processori come Nano è l’ottimo rapporto performance/consumi, generalmente unito ad una elevata scalabilità e a costi molto contenuti. Nano fornisce inoltre il supporto alle istruzioni x86-64 e alla virtualizzazione, due caratteristiche molto importanti in ambito enterprise.

Secondo il NYT, il nuovo server di Dell si chiamerà XS11-VX8 e sarà venduto esclusivamente da una divisione di Dell che realizza sistemi su misura per le medie e grandi aziende. Il target dell’XS11-VX8 sarà costituito soprattutto dai grandi fornitori di web hosting e di servizi cloud, che generalmente hanno una infrastruttura di calcolo molto granulare formata da centinaia o migliaia di server.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Reflex scrive:
    "La crew"
    http://www.wordreference.com/enit/crewPerché non scriverlo in italiano?
  • Luca Annunziata scrive:
    Re: come siamo caduti in basso
    Giusto.Perché la BBC ha l'esclusiva delle notizie sull'Hubble.:D/plonk
  • OldDog scrive:
    Re: gravita'
    - Scritto da: misto
    "Il lavoro nello spazio sarà insomma anche svolto
    in assenza di gravità, ma sembra essere una
    faticaccia
    comunque"Gran parte della fatica è data dal dover indossare una tuta pressurizzata: lo stesso lavoro, fosse svolto all'interno della stazione, per es. in un ipotetico hangar pressurizzato, sarebbe moooolto meno stancante. Per quanto sofisticate e costose, le tute tendono a comportarsi come palloncini e rendono difficile anche solo piegare le dita attorno ad un attrezzo. Per tacere degli sbalzi termici, del sudore che non puoi sXXXXXXX dalla fronte, ecc. ecc.Questo senza entrare nel merito di microgravità, massa e inerzia che tanta appassionata discussione hanno scatenato... ;)
    • misto scrive:
      Re: gravita'
      - Scritto da: OldDogdel
      sudore che non puoi sXXXXXXX dalla fronte, ecc.Pensa se ti viene prurito intimo :D
  • BRACCINE CORTE scrive:
    se alla nasa stanno con le pezze al XXXX
    tagliassero i stipendi faraonici dei loro dipendenti e dirigenti che gli anni 80 sono finiti da un bel pezzo.
    • OldDog scrive:
      Re: se alla nasa stanno con le pezze al XXXX
      - Scritto da: BRACCINE CORTE
      tagliassero i stipendi faraonici dei loro
      dipendenti e dirigenti che gli anni 80 sono
      finiti da un bel
      pezzo.Conosci il budget stipendi della Nasa? Credi che quel denaro sia comparabile con i costi di costruzione/riparazione, approntamento e missione?Sai che da anni hanno iniziato a tagliare personale? Sai che perderanno già nei prossimi mesi oltre tremila posti di lavoro collegati al sistema di lancio degli Shuttle?
      • sai...chepp alle scrive:
        Re: se alla nasa stanno con le pezze al XXXX
        sai che cinesi e indiani con i soldi elargiti alla nasa di missioni ne avrebbero eseguite il quadruplo?
      • Braccine Corte scrive:
        Re: se alla nasa stanno con le pezze al XXXX
        http://www.google.it/search?q=budget+nasa&ie=utf-8&oe=utf-8&aq=t&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a
      • Porfirio Piritoo scrive:
        Re: se alla nasa stanno con le pezze al XXXX
        e te sai leggere?io ho detto di tagliare gli stipendi, mica il personale.non tagliare progetti e missioni ma farli costare meno.le attivita' piu' costose le commissionassero a cinesi e indiani che capacita' e conoscenze ormai le hanno.ci sono problemi di ordine nazionalistico/militare? allora schiattassero pure.
  • Giacomo Boschi scrive:
    Prossime missioni Shuttle
    Piccola correzione, la prossima missione (shuttle Endeavour) ci sarà il 13/6, non il 2010 come scritto nell'ultimo paragrafo.Poi ci sarà ad Agosto la missione STS-128, la STS-129 in Novembre. Poi effettivamente Endeavour ripartirà nel Febbraio 2010 per portare il Nodo 3.Ciao
  • Lucas scrive:
    Re: Non esiste solo il sito BBC...
    Sottoscrivo, sostenendo la buona qualità delle notizie che non vengono farcite di trovate giornalistiche e inesattezze. ;)
  • Ettore scrive:
    Panem et circenses
    Panem et circenses per le masse, raccontando loro le favolette spazialli mentre il paese viene sventrato da Berlusconi.Bravi.
  • a n o n i m o scrive:
    big photo
    sul sito della nasa si trovana o risoluzione ancora maggiore, ma lo stesso sono un bello spettacolo!http://www.boston.com/bigpicture/2009/05/hubbles_final_servicing_missio.htmlyeah 8)
    • Attilone scrive:
      Re: big photo
      Bellissime, voglio quella dello shuttle al tramonto ad alta risoluzione, mo vado a cercarla sul sito della NASA
  • Attilone scrive:
    Re: gravita'
    Ma proprio no eh, per sollevare un chilo sulla terra occorrono circa 10 N, per sollevare un chilo sulla ISS ne servono 0 N.L'accelerazione di gravita' vale 9.2770 m/s^2 a 200 km dalla Terra, quindi per tenere un oggetto in orbita stazionaria dobbiamo compensare l'accelerazione di gravita' con l'accelerazione "centrifuga".Facendo due conti deve essere v^2/R = 9.2770, abbiamo che per tenere un oggetto in orbita stazionaria questo deve avere una velocita' v = 7880 m/s = 7.88 km/s , toh guarda e' proprio la velocita' che ha la ISS :-) .A quell'orbita anche se gravita' e' molto simile a quella sulla Terra il peso e' praticamente 0, manco a dirlo si chiama situazione in assenza di peso...
    • Faustino scrive:
      Re: gravita'
      Non vedo altre risposte, signori forse abbiamo un vincitore!!! :)
    • germanux scrive:
      Re: gravita'
      speriamo che stavolta la capiscano
    • Gino scrive:
      Re: gravita'
      Mmmm vedo un po' di confusione varia.Ho già fatto dei posto esplicativi sopra.Qui invece elenco alcune cose che mi sembra siano un po' confuse (da varie persone, non sempre dalla stessa...).La forza provoca accelerazione e non velocità. Per essere più precisi, F=m*a dice che la forza è direttamente proporzionale all'accelerazione (e non alla velocità). Se c'è accelerazione, non necessariamente c'è velocità! La velocità dipende dal sistema di riferimento (mentre l'accelerazione no, o almeno penso di no... non mi lapidate in caso contrario).Per spostare un oggetto di massa finita, basta anche una forza minima... solo che andrà lento (in assenza di attrito ovviamente, ma mi riferisco ai lavori nello spazio).L'orbita (geo)stazionaria è solo una orbita una particolare.Come ho ripetuto in 2 post, qualunque massa in orbita intorno alla terra è in caduta libera verso la terra... solo che non è detto che la raggiunga mai... dipende dalla componente di velocità perpendicolare alla gravità.Quindi di fatto nessuno "tiene" qualcosa in orbita, semplicemente gli si da una velocità tale da raggiungere l'orbita desiderata.Non mi viene in mente niente altro! :)
    • misto scrive:
      Re: gravita'
      - Scritto da: misto



      L'OP sosteneva che per spostare 1kg in direzione

      radiale ci voleva la stessa forza sia sulla
      Terra

      che nello spazio che su Marte, cosa che e'

      ovviamente errata

      :-).

      Agreed.Aspetta, se per OP intendi il mio primo post, sostenevo che era uguale per uno spostamento ortogonale al campo (che era quindi in direzione radiale, perche' il campo se non ricordo male e' sempre ortogonale alla direzione della forza). In effetti mi sono sbagliato, volevo dire ortogonale alla forza di gravita'.Sempre che la mia definizione di campo sia corretta, non ho voglia di guardare sulla pedia.Cmq si', spingere una macchina (perpendicolare alla forza di gravita') e' molto piu' semplice che sollevarla (sulla terra, parallelamente alla forza di gravita')
  • Sim scrive:
    Re: gravita'
    "l'assenza di gravita' (fittizia in questo caso, dato che il campo gravitazionale terrestre e' solo di poco inferiore al livello del mare)"Scusa di quale assenza di gravità fittizia parli?Sulla stazione spaziale il campo gravitazionale della terra non c'è, infatti è un sistema in caduta libera e la gravità viene completamente eliminata. Ergo la gravità non c'è (non è che non si senta proprio non c'è...)Ciao Sim
    • Attilone scrive:
      Re: gravita'
      None. vedi il mio post sotto, la gravita' a 200 km di quota e' quasi come quella sul livello del mare ma viene compensata dall'accelerazione "centrifuga".
      • Sim scrive:
        Re: gravita'
        Tu non hai capito quello che dicevo. Il vero (per modo di ride) modo di ragionare è che la Stazione è in caduta libera nel campo gravitazionale terrestre, quindi è un sistema inerziale (einsteniano), come ragioni tu ragionava Newton, visione scaduta da cento anni.Chiaro che se tu ti metti a fare il conto con la formula di Newton il campo gravitazionale è ben lungi da essere nullo, tuttavia ti assicuro che funziona così (si chiama principio di equivalenza)Sim
        • Attilone scrive:
          Re: gravita'
          Che gente stramba che frequenta internet :-D
          • rollo scrive:
            Re: gravita'
            - Scritto da: Attilone
            Che gente stramba che frequenta internet :-Dche figura di XXXXX (l'altro)
          • Sim scrive:
            Re: gravita'
            Infatti io ho puntualizzato che la visione senza gravita' e' perfettamente valida.Conosco la visione pre-einsteniana ed e' perfettamente lecita, pero' la vera spiegazione sta nella RG...Ciao Sim
          • Sim scrive:
            Re: gravita'
            Lo sai che internet e' stata fatta al Cern da degli sporchi fisici, quando ancora il pc era roba per pochi (e gli informatici erano fisici convertiti)?:)Sim
          • Attilone scrive:
            Re: gravita'
            La forza centrifuga e' il modo volgare di chiamare la forza d'inerzia nel moto circolare uniforme e la forza centrifuga va a bilanciare la forza di attrazione gravitazionale, puoi vederla come una caduta libera, come un bilancio di forze (tra cui la forza d'inerzia) o dal punto di vista della velocita' di fuga, non cambia niente.
          • Gino scrive:
            Re: gravita'
            La forza di inerzia, come tutte le forze inerziali, sono apparenti. Di fatto si misurano solo in sistemi di riferimento non inerziali.E' lecito in fisica ragionare anche rispetto a sistemi non inerziali, tenendo conto appunto delle forze inerziali.Per cui sì, sono punti di vista equivalenti, ma secondo me (e qui si esce dalla fisica) quello del bilanciamento di forze è più impreciso perchè parla di forze che non esistono.Un osservatore in un sistema inerziale vedrebbe la Stazione spaziale cadere verso la terra e non vedrebbe alcuna forza di inerzia. Forse detta così rende meglio quello che voglio dire.Detto questo, sottolineo che il tuo ragionamento è valido. :)
        • irolav scrive:
          Re: gravita'

          bilanciamento tra gravita' e accelerazione centrifuga.Non esiste la forza centrifuga. C'è una forza centripeda (la gravità) che mette il corpo in caduta libera, controbilanciata dall'inerzia del corpo che tenderebbe ad andare in linea retta e sfuggire all'orbita terrestre.
          • Gino scrive:
            Re: gravita'
            Yes... anche detta così va bene.Ho già fatto un post sopra dove spiego meglio, ma vorrei riprecisare che un corpo in orbita attorno alla terra è in caduta libera verso il centro...Essere in caduta libera verso il centro non implica finire nel centro!Dipende dalla componente di velocità perpendicolare alla gravità.Se la terra fosse un punto adimensionale che crea un campo di forza gravitazionale, qualunque oggetto (sempre puntiforme) soggetto al campo terrestre che abbia una componente di velocità perpendicolare alla gravità, non passerà mai per il punto-terra.
  • hronir scrive:
    Re: gravita'
    E non perpendicolarmente, invece?
  • Attrito scrive:
    Re: gravita'
    L'attrito nel bullone che non si svita c'è, altrimenti il problema non sussisterebbe e non ci sarebbe bisogno di tutta quella fatica per svitarlo (lo so che intendevi un altra cosa, riguardo all'attrito, ma magari qualcuno fraintende).
  • MAH scrive:
    Marketing Nasa
    ECCEZIONALE, deve essere scuola Microsoft.La riparazione di Hubble ha completamente sovrastato sui media il lancio di PLANCK,satellite sviluppato dall'ESA (European Space Agency)dedicato allo studio della radiazione cosmica di fondo,e che migliorerà notevolmente i risultati finora ottenuti dalla Nasa con WMAP.
    • OldDog scrive:
      Re: Marketing Nasa
      - Scritto da: MAH
      ECCEZIONALE, deve essere scuola Microsoft.

      La riparazione di Hubble ha completamente
      sovrastato sui media il lancio di
      PLANCK,
      satellite sviluppato dall'ESA (European Space
      Agency)
      dedicato allo studio della radiazione cosmica di
      fondo,
      e che migliorerà notevolmente i risultati finora
      ottenuti dalla Nasa con
      WMAP.Veramente i media italiani danno da anni pochissima copertura alle missioni spaziali. Un poco di attenzione vi è per gli aspetti "umani", quali il guasto della toilette della stazione spaziale (difficile definirlo un punto primario per le ricadute sullo studio della radiazione cosmica :) ).In questo caso la riparazione assomigliava all'intervento del riparatore sulla lavatrice di casa: ci aspettavamo quasi che si voltassero verso la Terra con un pezzo incrostato e quell'inquisitorio "ma che anticalcare avete usato?". ;)La NASA ha seri problemi di fondi e per almeno cinque o sei anni, ritirati gli Shuttle nel 2010, non potrà mandare uomini nello spazio se non pagando passaggi a russi o cinesi, altro che preoccuparsi di fare controinformazione verso l'ESA. E' tempo di fornire a tutti gli equipaggi un asciugamano e la Guida Galattica per Autostoppisti...
      • luna scrive:
        Re: Marketing Nasa
        ma speriamo !certo che per andare su con quei catorci (pericolosi e traballanti) di shuttle ci vuole un bel coraggio :S
    • HAL scrive:
      Re: Marketing Nasa
      Io son riuscito lo stesso ad informarmi. Chi vuole informarsi, lo può fare. Magari non passivamente davanti ad una tv, che è anche meglio.
      • Funz scrive:
        Re: Marketing Nasa
        - Scritto da: HAL
        Io son riuscito lo stesso ad informarmi. Chi
        vuole informarsi, lo può fare. Magari non
        passivamente davanti ad una tv, che è anche
        meglio.Vero.Personalmente seguo il blog di Phil Plait (badastronomy), APOD e "me ne vado nello spazio" di Giovannini sul sito della Stampa. Ce n'è più che abbastanza per informarsi bene.
    • ... scrive:
      Re: Marketing Nasa
      semplicemente agli italiani non importa niente delle missioni spaziali, almeno finché non manderanno in orbita qualche velina
      • fox82i scrive:
        Re: Marketing Nasa
        - Scritto da: ...
        semplicemente agli italiani non importa niente
        delle missioni spaziali, almeno finché non
        manderanno in orbita qualche
        velina:-) Oppure vedere qualche seno scoperto :-)
    • paky scrive:
      Re: Marketing Nasa
      Non dimentichiamo il telescopio spaziale Herschel lanciato assieme a Planck: il piu' grande telescopio spaziale mai costruito...
      • MAH scrive:
        Re: Marketing Nasa
        Sì, naturalmente, è che all'epoca della tesi collaborai con i Planckiani, ma non volevo dimenticarmi di Herschel ;)
Chiudi i commenti