Digitale terrestre: 3 modi per aggiornare il software del decoder

Digitale terrestre: 3 modi per aggiornare il software del decoder

Se hai un decoder digitale terrestre pochi sanno che per riuscire a vedere tutte le trasmissioni è necessario aggiornare il suo software.
Se hai un decoder digitale terrestre pochi sanno che per riuscire a vedere tutte le trasmissioni è necessario aggiornare il suo software.

Il nuovo digitale terrestre sta portando con sé parecchie novità. Nuovi canali, una qualità audio e video migliore e tantissimi aggiornamenti che renderanno ancora più interattiva la nostra esperienza con quella che prima era la vecchia TV.

Purtroppo però questi cambiamenti sono anche forieri di alcuni problemi. Molti utenti, infatti, lamentano difficoltà di ricezione, canali che non si vedono più, audio scomparso e tanto altro. Risolverli, per chi non è esperto in materia, può essere difficoltoso.

Se stai affrontando anche tu situazioni simili, il primo consiglio che ti diamo è quello di effettuare una risintonizzazione dei canali del digitale terrestre. Le varie modifiche di questi giorni hanno cambiato, ad esempio, la Numerazione LCN Nazionale e alcune frequenze.

Diverso è se hai un televisore di vecchia generazione. In tal caso devi assolutamente aggiornarlo con un nuovo decoder. Su Amazon trovi diversi apparecchi molto convenienti. In questo momento c’è il mitico Decoder Fenner a soli 19 euro, invece di 29,99 euro.

Digitale terrestre: come aggiornare il software del decoder

Pochi sanno che anche il decoder collegato al proprio televisore ha bisogno di essere aggiornato e non solo i canali del digitale terrestre. Infatti, al suo interno esiste un software in grado di interagire con l’ecosistema e con le frequenze in arrivo per trasformarle poi in canali da guardare.

Se questo non viene regolarmente aggiornato potresti avere anche problemi di ricezione. Perciò, in questo articolo, ti spiegheremo 3 modi per aggiornarlo. Non serve essere degli esperti, dovrai solo decidere tu la modalità che preferisci.

  • Aggiornamento OTA: si tratta della modalità più classica a disposizione che utilizza l’antenna per scaricare e installare il software più recente. Puoi attivare questa funzionalità in modalità automatica, ma sappi che gli aggiornamenti vengono rilasciati diverso tempo dopo rispetto a quelli disponibili per le altre due modalità. Dovrai entrare nel menù del decoder, attivare la ricerca di nuove versioni software, avviare l’installazione e selezionare poi l’aggiornamento automatico.
  • Aggiornamento OTN: si tratta della modalità più veloce e pratica che sfrutta la connessione internet tramite rete WiFi. Se compatibile, avrai già connesso online il tuo dispositivo tramite cavo Ethernet o HotSpot WiFi. Quindi dovrai solo avviare la ricerca di nuovi aggiornamenti. Altrimenti devi provvedere all’acquisto di un Dongle USB WiFi universale o specifico per il tuo decoder per collegarlo alla rete.
  • Aggiornamento OTU: si tratta della modalità più impegnativa che sfrutta una chiavetta USB. Il vantaggio è che avrai sempre il software più recente perché dovrai ogni volta scaricarlo dal sito ufficiale del produttore del decoder e caricarlo su una Pen Drive. Una volta inserita quest’ultima nel dispositivo, tramite menù potrai avviare l’aggiornamento.

Ricordati poi di riavviare il tuo decoder per permettere al software più recente di renderlo operativo. Successivamente ti consigliamo comunque di effettuare una risintonizzazione dei canali del digitale terrestre. In questo modo avrai le trasmissioni più recenti e aggiornate.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 8 gen 2023
Link copiato negli appunti