Digitale terrestre: tutto pronto per l'ultimo step del 1° maggio

Digitale terrestre: tutto pronto per l'ultimo step del 1° maggio

Il nuovo digitale terrestre è pronto per l'ultimo step del suo lungo processo verso il DVB-T2 che si avvierà domenica 1° maggio 2022.
Il nuovo digitale terrestre è pronto per l'ultimo step del suo lungo processo verso il DVB-T2 che si avvierà domenica 1° maggio 2022.

Il nuovo digitale terrestre è ormai alle porte. Le ultime fasi della riorganizzazione delle frequenze stanno ultimando le loro battute. Infatti, l’ultimo step previsto verrà avviato domenica 1° maggio 2022. Si tratta dell’ultima tappa prevista per il cosiddetto refarming.

Ciò vuol dire che a breve entreremo in un periodo di relativa calma dove potremo depositare le armi. Il refarming del digitale terrestre, iniziato nel mese di novembre 2021, terminerà al più tardi il 30 giugno 2021. Da questa data nessuno più dovrà risintonizzare i canali TV, salvo casi eccezionali dovuti ad alcune modifiche delle emittenti regionali.

Il rilascio delle frequenze della banda 700 MHz sta impegnando tutte le Regioni d’Italia. Alcune lo hanno già terminato, mentre altre lo stanno continuando proprio in questi giorni. Infine, altre ancora lo inizieranno proprio il 1° maggio 2022, ma saranno le ultime.

Questa fase è un indicatore che siamo molto vicini all’arrivo del nuovo digitale terrestre, previsto sul territorio nazionale a gennaio 2023. Questo comporta che tutti i cittadini dovranno adoperarsi per avere un apparecchio compatibile alla nuova tecnologia trasmissiva DVB-T2 – HEVC Main 10.

In aiuto alle famiglie, che devono affrontare una simile spesa, è arrivato il Ministero dello Sviluppo Economico che ha stanziato circa 319 milioni di euro. Il Bonus TV, nelle sue due formule Decoder e Rottamazione TV, garantisce uno sconto immediato all’acquisto di un televisore o decoder compatibile al nuovo digitale terrestre, come questa soluzione compatta in offerta su eBay a soli 38 euro, invece di 65 euro.

decoder-digitale-terrestre-dvb-t2-hevc-main-10-compatto

Digitale terrestre: cosa succederà dal 1° maggio 2022

Per due mesi circa, ovvero dal 1° maggio al 30 giugno 2022, il digitale terrestre completerà il suo processo di refarming. Questo lavoro vede impegnate le emittenti televisive ad abbandonare la vecchia frequenza trasmissiva per quella nuova, la Sub 700 MHz.

Si tratta dell’ultima tappa della riorganizzazione delle frequenze che poi lascerà il posto alla sola attesa, quando sarà attivata in tutta Italia la piattaforma DVB-T2. Da quel momento in poi le trasmissioni passeranno attraverso questa tecnologia definitiva che migliorerà la qualità delle immagini, del suono e del segnale.

Durante quest’ultimo periodo di lavori sarà impegnata l’Area 1B dell’Italia. All’interno di questa macro zona, definita all’inizio del processo di refarming del digitale terrestre, sono comprese 5 Regioni:

  • Campania;
  • Lazio;
  • Liguria;
  • Toscana;
  • Umbria.

I cittadini di queste Regioni dovranno attendere con pazienza la riorganizzazione delle frequenze. Per questo saranno impegnati a effettuare la risintonizzazione dei canali TV del digitale terrestre. Si tratta di un’operazione semplice e immediata che può essere eseguita direttamente dal telecomando del proprio apparecchio.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 30 apr 2022
Link copiato negli appunti