Diritti connessi, denunciata MTV

I fonografici citano MTV perché non avrebbe assolto tutti i diritti connessi al diritto d'autore. Una questione complessa che interessa l'intero mercato


Roma – Non avrebbe pagato i diritti connessi al diritto d’autore e così il gruppo di MTV è stato citato in tribunale dalla SCF, la Società Consortile Fonografici nei giorni scorsi a sua volta denunciata assieme alla SIAE dalla REA, le radiotelevisioni europee.

In particolare, secondo SCF alcuni dei canali televisivi terrestri e satellitari che fanno capo a MTV non risultano regolarizzati , espressione con cui si intende appunto l’avvenuto pagamento dei cosiddetti diritti connessi .

Come noto, si tratta di diritti connessi al diritto d’autore che le emittenti devono versare a chi detiene i diritti d’autore per l’utilizzo dei brani sui propri mezzi di diffusione. Il tutto in un quadro di esazione che non riguarda la SIAE e che ha attirato le critiche della REA.

Nel caso di MTV c’era un precedente accordo con SCF, del 1999, che con diverse vicissitudini si è chiuso a fine 2002 e da allora non sono state raggiunte nuove intese per il pagamento dei diritti. In una nota, SCF descrive la propria azione legale come inevitabile .

Nella citazione si chiede il risarcimento dei danni e il pagamento di quanto SCF ritiene dovuto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tecnomaya scrive:
    Re: 1 miliardo di pecore
    - Scritto da: Anonimo
    Anche i miei amici sono tutti pecore. Anche
    gli amici dei loro amici. A parole siamo
    tutti leoni ma vedo solo pecore.Concordo con te
  • Anonimo scrive:
    Sono d'accordo
    "Le multinazionali gia' oggi sono potenti perche' non solo prendono dalla gente profitto sotto forma di lavoro, ma poi gli riprendono anche il salario che gli hanno dato sotto forma di prodotti."Esattamente ciò che penso. La dea economia, tanto cantata, consiste in questo lavora-consuma-crepa, cui è difficilissimo sfuggire."Poiche' il WTO (la struttura sovranazionale creata dalla multinazionali per rendersi indipendente dai governi democratici locali, ed imporre a questi le loro decisioni senza dipendere dal fastidioso voto del popolo.. non lo dico io, ma c'e' scritto in altre parole nello statuto) ha deciso di colonizzare la Cina, quello che vediamo e' semplicemente la guerra di un gruppo di burocrati Cinesi per mantenere il controllo che gli sta sfuggendo di mano sull'immensa potenza economica del paese."Invece in questi termini non avevo considerato la questione, ma ciò che dici è illuminante.
  • Anonimo scrive:
    Re: 1 miliardo di pecore
    Anche i miei amici sono tutti pecore. Anche gli amici dei loro amici. A parole siamo tutti leoni ma vedo solo pecore.
  • Anonimo scrive:
    Re: La Cina boccia tutto.


    Se questo è il tuo miglioramento

    esponenziale....

    Perché non conoscevi la situazione
    PRIMA..! Te lo dico io che sono stato
    là e mi sono ricreduto, nonostante io
    sia una delle persone più
    anticomuniste e libertarie che potresti
    incontrare nella tua vita..va bene, non volevo essere così salomonico :-)diciamo che prendo per vero quello che mi dici e che devono fare ancora un bel po' di strada, avrei comunque gradito più pressione da parte dei vari governi occidentali
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono alla frutta ...
    - Scritto da: Anonimo
    La Cina si dimena come un dinosauro prima di
    cadere al suolo ... ma quanto durera' questa
    situazione??? Anni? Decenni? E poi? Credono
    davvero di fermare la conquista della
    liberta' in nome delle teorie di un vecchio
    filosofo ottocentesco prigioniero della
    propria visione infantile della storia e
    delle dinamiche che la animano? Ma veramente la situazione e' un poco diversa. 1) La Cina e' tutt'altro che un dinosauro, e secondo gli ultimi rapporti FMI diventera' la prima potenza mondiale, superando l'America, fra circa 7 anni. 2) Marx non era infantile, anzi aveva azzeccato completamente il conflitto che si sarebbe creato tra le classi che detenevano il controllo sui mezzi di produzione (che da noi sono i capitalisti, ma in Cina sono i politici ex comunisti) e le classi che non li possedevano. 3) Il suo unico errore era quello di aver profetizzato una evoluzione in meglio (la rivoluzione delle classi che non li possedevano contro quelle che li controllavano), che invece non solo e' fallita, ma e' inutile, perche' comunque alla fine il controllo di tali mezzi di produzione finisce sempre nelle mani di qualcuno (dittatori o burocrati), mai di tutti, e la storia ricomincia. 4) Comunque vada, alla fine sia in Cina che nel resto del mondo si tendera' a raggiungere uno stato di controllo sulle masse, a cui verra' permesso solo di comprare, comprare e comprare. Le multinazionali gia' oggi sono potenti perche' non solo prendono dalla gente profitto sotto forma di lavoro, ma poi gli riprendono anche il salario che gli hanno dato sotto forma di prodotti. La Nestle' ad esempio fa questo nelle sue industrie nei paesi del terzo mondo in modo sistematico: fa vedere che apre fabbriche e da lavoro, ma poi apre anche accanto i suoi supermercati, dove gli stessi dipendenti vanno per comprare prodotti venduti da Nestle'. In sostanza alla fine non gli rimane in tasca nulla, mente la Nestle' ha quadruplicato il suo investimento inziale. Lo stesso, ma in modo piu' complesso, succede nei paesi occidentali, dove le banche fanno da intermediarie (chiedetevi dove vanno a finire i soldi del vostro stipendio che tenete in banca.. la risposta e' molto probabilmente, investiti dalla banca nelle tasche di una multinazionale con cui sono in accordo, multinazionale che spesso possiede l'azienda per cui lavorate...). 5) Poiche' il WTO (la struttura sovranazionale creata dalla multinazionali per rendersi indipendente dai governi democratici locali, ed imporre a questi le loro decisioni senza dipendere dal fastidioso voto del popolo.. non lo dico io, ma c'e' scritto in altre parole nello statuto) ha deciso di colonizzare la Cina, quello che vediamo e' semplicemente la guerra di un gruppo di burocrati Cinesi per mantenere il controllo che gli sta sfuggendo di mano sull'immensa potenza economica del paese. Il WTO sta solo sfruttando le pessime abitudini di torturare la gente che hanno in Cina per fare propaganda negativa. Ed ecco che il governo di burocrati si difende censurando internet. Ma non pensiate che il giorno che il WTO non abbia finito con il conquistare la cina, prenda di nuovo a cuore la campagna anti torture. Anzi, quando se ne crea l'occasione, si preoccupa di aumentarle (vedi Columbia, Bolivia, etc.).
  • Anonimo scrive:
    Re: La Cina boccia tutto.
    sei un favaretto frizz! chiamami e ragioniamo num 0131_920096
  • Anonimo scrive:
    Re: La Cina boccia tutto.

    Se questo è il tuo miglioramento
    esponenziale....Perché non conoscevi la situazione PRIMA..! Te lo dico io che sono stato là e mi sono ricreduto, nonostante io sia una delle persone più anticomuniste e libertarie che potresti incontrare nella tua vita..In Cina ci sono un miliardo e 800 milioni di persone.Prima del 1990, più o meno, vivevano tutti in una condizione molto peggiore di quella dell'operaio di cui parli. Lavoravano di più, al freddo, per un centesimo dello stipendio di oggi e senza alcuna proprietà privata: stalinismo duro.Dal 1990 in poi, si è raggiunta questa situazione: circa 800 milioni sono rimasti come prima, mezzo miliardo è come l'operaio di cui parli, 300 milioni stanno come nello ShenZhen (quindi felicissimi ma più poveri di noi), e 200 milioni stanno pure meglio - economicamente - della media asiatica. C'è anche una piccola ma nutrita schiera di tycoon ricchissimi, il cui scopo ora è impadronirsi di Hong Kong.Quindi dal loro punto di vista è vero: c'è stato un miglioramento esponenziale, anche nei diritti umani. Sono assolutamente certo nell'affermare che oggi, per fortuna, una Piazza Tienanmen non sarebbe più possibile.Oggi quello che si vede è una volontà palese in ciò che rimane della parte più burocratica e ottusa di un regime allo sbando nel mantenere quanta più possibile ignoranza negli strati di popolazione più povera, nel terrore di un'altra rivoluzione (E non è che l'ultima che hanno avuto gli sia rimasta impressa molto positivamente..!)Insomma un regime morente che dà colpi di coda dovuti agli apparati burocratici più vetusti e decentrati, che sta in piedi soltanto grazie all'impossibilità di riformare attivamente un sistema complessissimo basato su infiniti piccoli uffici disseminati nel paese più esteso e popolato del mondo.E così ti vedi nello stesso giorno arrivare notizie totalmente contrastanti, come la scarcerazione degli attivisti di Tienanmen con tanto di promozione a giornalista e permesso di raccontare la vicenda in USA, e la contemporanea chiusura di 16000 internet cafè...!!! Lì si vede chiaramente che due uffici, due anime di un sistema incontrollabile, stanno agendo separatamente e in contrasto.Su tutto, un dato meraviglioso: due generazioni di regime non sono state abbastanza per fare il lavaggio del cervello ai cinesi. Lo si capisce ascoltando i discorsi dei cinesi che, ottenuto un visto per turismo a Hong Kong, hanno il primo impatto della loro vita con la libertà di opinione e di stampa e coi diritti civili, compresa la mancanza della pena di morte. Ognuno è stupito e ammaliato, nessuno si dichiara preoccupato, nessuno dice l'orribile frase "c'è troppa libertà", ognuno parla di "apertura mentale", "stimolo a vedere le cose da un altro punto di vista", "ai giovani cinesi farebbe bene avere così pluralità di opinioni sulle cose del mondo", eccetera.Tutti, me compreso, siamo molto ottimisti riguardo la Cina: sarà un processo lento, ma la libertà e i diritti ci arriveranno, e saranno i nostri migliori alleati. Devono ancora superare il problema dell'ignoranza delle masse, dei rancori ancora non risolti nei confronti del Giappone, dell'igiene, della coscienza ecologica. La durata di questo processo dipenderà anche da noi, soprattutto dall'Europa. Ma *tutto* lascia capire che la direzione intrapresa è quella giusta: un passaggio graduale senza scosse, una specie di perestroika alla cinese :-)-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: La Cina boccia tutto.
    Io ho visto l'altra settimana uno special con un operaio che era responsabile di produzione. In occidente avrebbe una vita più che dignitosa, in Cina deve vivedere con altre persone su una branda senza nulla per mettere via i pochi soldi che gli danno. In pratica lavora come un mulo per tutta la vita solo per prendersi un appartamentino da solo dove fare venire anche la moglie.Per non parlare di altri documentari/reportage su interi villaggi che fanno a pezzi computer-spazzatura dell'occidente in condizioni sanitarie paurose e solo per pagarsi pane ed acqua.Se questo è il tuo miglioramento esponenziale....
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono dubbioso
    - Scritto da: Anonimo
    .... io me ne sono andato 4 anni fa!!beato te
    in bocca al lupograzie, provero' al consolato, se non vengo ora verro' tra 10 anni come immigrato irregolare.Vedrai che ridere quando anche gli stati uniti faranno la fine dell'argentina tutti sti pseudo liberali saranno i primi a fare i membri di partito
  • Anonimo scrive:
    Re: 1 miliardo di pecore
    - Scritto da: Anonimo
    Ma dico io, sono 1 miliardo e non sono buoni
    a fare 1 colpo di stato?

    Bah.....:sci hanno provato qualche anno fa, ma sono stati trucidati con i carri armati...te le ricordi piazza tien-a-men?
  • Anonimo scrive:
    A quando anche in italia
    a quando anche in italia
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono dubbioso
    .... io me ne sono andato 4 anni fa!!non conosco molto il settore specifico ma comunque conosco italiani che hanno societa' di grafica e molti freelance.in bocca al lupoMatteo Paiato
  • Anonimo scrive:
    potevano chiedere...
    ...anzichè l'autorizzazione governativa, di spedire 3 copie del materiale alla biblioteca di pechino e a quella di tianjin come si fa nei paesi democratici ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono dubbioso

    Mi piacerebbe leggere negli articoli si PI i riferimenti,
    magari con rispettivi link, da quali articoli o comunicati
    stampa o documenti vengono prese queste notizie.ma no ma no cosi diventa molto piu' difficile manipolare le informazioni!senti gia' che stai a pechino, pensi che esista un settore in cui darebbero da lavorare a un grafico occidentale ?io ho chiesto a varie aziende in fiere tlc etc ma mi hanno guardato in modo un po' strano.. qui sta andando tutto a rotoli e io me ne vorrei andare..
  • Anonimo scrive:
    Re: 1 miliardo di pecore
    In italia sono 60 milioni........
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono dubbioso

    Guarda anche in Italia ci sono tanti che
    credono di vivere in un paese libero. Se poi
    vivi in Cina le informazioni che hai a
    disposizione sono tutte manipolate (lo dico
    perche' ci ho vissuto anch'io)Anch'io ci ho vissuto, e devo dire che dipende molto da dove vivi. A Pechino e nello ShenZhen, ma credo anche a Shanghai, basta avere qualche soldo in più e conoscere l'inglese o il cantonese per avere tutta l'informazione che si vuole. Negli hotel c'è persino la CNN...Verissima la parte sulla SARS, è proprio vero che in Occidente si è manipolata moltissimo la notizia. In quel periodo ero a Hong Kong e abbiamo avuto tutti l'impressione che in Italia stessero delirando.
    Bella la Cina in ogni caso.Meravigliosa.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Falun-Gong? spammer pericolosi...

    Sono daccordo che stiano subendo gravissimi
    soprusi, ma orami nella rete "Falun-Gong" e'
    sinonimo di spammers senza ritegno...
    spammano le caselle postali, spammano i
    forum, i siti internet... se questo e' un
    buon comportamento, ditemelo voi... spammino
    i siti del regime e i siti cinesi, non le
    caselle posti della gente occidentale
    comune!Sebbene abbiano ragioni da vendere sul piano democratico e di libertà di espressione, bisogna anche dire, per onore di cronaca, che quella è decisamente gente poco affidabile. Per fare un paragone italiano, la loro associazione è molto simile alla P2 :-) Insomma una setta pseudoreligiosa e pseudomagica con volontà di sobillazione del sistema. A Hong Kong il Falun Gong è legale e anche parecchio attivo, ma credo che non lo sarebbe affatto in condizioni normali, ossia se non fosse diventato il simbolo della lotta contro i soprusi cinesi alla libertà di espressione. La mentalità di Hong Kong è "guardate gente, qui c'è talmente tanta libertà di pensiero e di parola che persino quei mezzi criminali del Falun Gong possono manifestare ed esprimere le loro deliranti opinioni". In effetti dopo averli sentiti e visti a varie manifestazioni, liberi di dire la loro effettiva visione del mondo, ho dovuto convenire sulla non santità del gruppetto... :-)-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono dubbioso
    bella la cina :$:$:$:$(linux);)
  • Anonimo scrive:
    1 miliardo di pecore
    Ma dico io, sono 1 miliardo e non sono buoni a fare 1 colpo di stato?Bah.....:s
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono dubbioso

    Vivo in Cina da 4 anni e solo negli ultimi
    giorni ho letto articoli su PI che mi fanno
    pensare di vivere in realta' in un'altro
    paese...Guarda anche in Italia ci sono tanti che credono di vivere in un paese libero. Se poi vivi in Cina le informazioni che hai a disposizione sono tutte manipolate (lo dico perche' ci ho vissuto anch'io)Bella la Cina in ogni caso.
  • Anonimo scrive:
    Sono dubbioso
    Vivo in Cina da 4 anni e solo negli ultimi giorni ho letto articoli su PI che mi fanno pensare di vivere in realta' in un'altro paese...C'e' qualcosa che non funziona?Mi sembra di tornare con la memoria all'anno scorso quando la stampa mondiale ha manipolato le informazioni nel periodo della SARS per scopi poco chiari (dare una battuta di arresto allo sviluppo di questo paese??) E' vero la Cina ha problemi, e non metto in dubbio il contenuto degli articoli. E' il modo con cui si da la notizia che a volte puo' portare a interpretazioni diverse.Sempre in riferimento alla Sars quando veniva dato il numero dei casi il numero era giusto ma non riportare a paragone il numero di casi per altre malattie (dalla polmonite tipica a altre ben piu' pericolose malattie che ogni anno mietono vittime in tutto il pianeta) rendeva l'informazione non completa e obiettiva.Mi piacerebbe leggere negli articoli si PI i riferimenti, magari con rispettivi link, da quali articoli o comunicati stampa o documenti vengono prese queste notizie.Non credo che il Sig. Tommaso viva in Cina, se pero' cosi' fosse mi piacerebbe incontrarlo per fare quattro chiacchere.Io vivo a Pechino.Buona Giornata a tutti!Matteo Paiato
  • Anonimo scrive:
    Re: La Cina boccia tutto.


    Bocci anche se stessa.

    Però fanno il culo a strisce alle
    nostre fabbrichette del nord...Grazie al piffero, permettimi di metterea pane ed acqua i dipendenti e violaretutti i loro diritti che apro anche io unabella fabbrichetta con cui io continuo aguadagnare anche riuscendo a fareprezzi stracciati.Altro che ferie, il lavoro nobilita!(Io lo faccio dalle Maldive, ovvio)Poi facciamo anche che trovo una seriedi distributori che mentre raffino i processidi produzione per aumentare la qualità mivendono ben bene la roba di qualità scarsa.I paesi occidentali dovrebbero essereun po' meno fedeli al Dio denaro e, a suondi gabelle, dovrebbero fare in modo chefinché la Cina non si mette a rispettare idiritti delle persone i suoi prodotti venganoa costare in occidente il 200% più di quelloche costa produrli qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: La Cina boccia tutto.
      - Scritto da: Anonimo

      Però fanno il culo a strisce alle

      nostre fabbrichette del nord...

      Grazie al piffero, permettimi di mettere
      a pane ed acqua i dipendenti e violare
      tutti i loro diritti che apro anche io una
      bella fabbrichetta con cui io continuo a
      guadagnare anche riuscendo a fare
      prezzi stracciati.Infatti hai ragione su tutto.La mia era solo una considerazione paradossale sul fatto che un paese così chiuso e blindato ideologicamente sia al tempo stesso un colosso dell'esportazione.Una delle tante contraddizioni del nostro sistema...
  • Anonimo scrive:
    Re: La Cina boccia tutto.
    - Scritto da: Anonimo
    Bocci anche se stessa.Però fanno il culo a strisce alle nostre fabbrichette del nord...
  • cico scrive:
    Re: Sono alla frutta ...

    Credono
    davvero di fermare la conquista della
    liberta' in nome delle teorie di un vecchio
    filosofo ottocentesco prigioniero della
    propria visione infantile della storia e
    delle dinamiche che la animano?Credo sia solo una questione di soldie di potere, chi lo detiene non ha nessunaintenzione di spartirlo e una buona fettaviene dalle condizioni inumane in cui sonocostretti a sopravvivere le persone povere(la stragrande maggioranza a quanto mirisulta).
  • Anonimo scrive:
    La Cina boccia tutto.
    Bocci anche se stessa.
  • Anonimo scrive:
    Sono alla frutta ...
    La Cina si dimena come un dinosauro prima di cadere al suolo ... ma quanto durera' questa situazione??? Anni? Decenni? E poi? Credono davvero di fermare la conquista della liberta' in nome delle teorie di un vecchio filosofo ottocentesco prigioniero della propria visione infantile della storia e delle dinamiche che la animano?Beata illusione...
  • Anonimo scrive:
    Toc Toc!
    Mi scusi. Sono Emma Biondino e la prego di organizzare al gioco online che stiamo organizzando...
  • Anonimo scrive:
    Falun-Gong? spammer pericolosi...
    Sono daccordo che stiano subendo gravissimi soprusi, ma orami nella rete "Falun-Gong" e' sinonimo di spammers senza ritegno... spammano le caselle postali, spammano i forum, i siti internet... se questo e' un buon comportamento, ditemelo voi... spammino i siti del regime e i siti cinesi, non le caselle posti della gente occidentale comune!Saluti.
Chiudi i commenti