Disney noleggerà DVD con autodistruzione

Il gigante del cinema e dell'entertainment adotterà una tecnologia già impiegata in campo musicale per distribuire, in una più vasta gamma di punti vendita, DVD video capaci di autodistruggersi nell'arco di 48 ore
Il gigante del cinema e dell'entertainment adotterà una tecnologia già impiegata in campo musicale per distribuire, in una più vasta gamma di punti vendita, DVD video capaci di autodistruggersi nell'arco di 48 ore


Los Angeles (USA) – Ad oltre quattro anni di distanza dallo sviluppo concettuale dei supporti ottici in grado di “autodistruggersi”, i DVD “a tempo” prodotti da FlexPlay Technologies stanno guadagnando la fiducia dell’industria di Hollywood.

Dopo Atlantic Records , un’importante etichetta di musica americana che ha adottato la tecnologia di FlexPlay Technologies per la distribuzione di campioni gratuiti di DVD audio, a sperimentare i DVD “a scadenza” è ora Buena Vista Home Entertainment, la divisione home video di Disney. Il gigante della distribuzione cinematografica, a partire dal prossimo agosto, lancerà infatti un programma pilota che prevede il “noleggio” di alcuni film su dei supporti DVD in grado di diventare illeggibili dopo due giorni d’utilizzo.

La tecnologia di FlexPlay fa sì che i suoi dischi, una volta estratti dal loro involucro ed esposti all’ossigeno presente nell’aria, mutino il proprio colore dal rosso al nero, divenendo così impenetrabili per il laser di un lettore.

Buena Vista spera che i DVD a tempo possano darle l’opportunità di espandere il proprio mercato portando l’home video al di fuori delle videoteche: i supporti ottici deperibili potranno infatti essere venduti – agli stessi prezzi d’affitto praticati dai videonoleggi – in tutti quei punti vendita che non sono dotati di un servizio per il ritiro dei DVD.

FlexPlay, che si è già detta in trattative con altri colossi del settore per la licenza della propria tecnologia, sostiene che i cracker non possano in alcun modo allungare la vita dei suoi supporti a causa del fatto che questa non viene stabilita da un software ma da un processo chimico irreversibile. Nell’arco di tempo in cui rimangono leggibili, i DVD a scadenza si comportano tuttavia in tutto e per tutto come dei dischi tradizionali: questo significa che, con gli strumenti adatti, rimane possibile copiarli.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 05 2003
Link copiato negli appunti