Download/ I sei della camomilla

Calma e gesso col sonnifero per Windows, Html a gogo, utility e un catalogatore di libri


















a cura di PI Download

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Altair scrive:
    fritz è evocato dal software
    fritz è evocato dal software, ciò vuole dire che se istallate un sistema operativo che non usa fritz a scopi illeciti (verso gli utenti), come vorrà fare Vista, allora non potrà darvi problemi.Ricordatevi che c'è un alternativa al grande fratello della microsoft, che , da anni, spia i propri utenti (ha già ricevuto multe per questo)Evitate software microsoft e non dovrete temere il chip fritz: sarà innocuo come un cagnolino e a vostra completa disposizione, non a disposizione di chissachì.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Quasar
    In ogni caso, tanto per prendere le dovute
    distanze da molti personaggi in questo forum: chi
    sostiene che il TC impedirà l'esecuzione di
    programmi non certificati, semplicemente
    farnetica, DRM o non DRM, e dimostra solo di non
    aver capito un piffero di come funziona il TC.Piu' che altro dimostri di predicare bene e razzolare male: io programma protetto mi autentico online e salvo la mia chiave con il TC. Alla partenza controllo se c'e', e in caso contrario chiedo l'autenticazione online, altrimenti mi fermo.Che ne dici?Mica ci voleva Einstein...
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    [...]

    Per gente come te che mangia "pane e volpe"
    assieme ad una bella tazza di Ballmer la mattina
    appena sveglio il "polladium" ha gia' vinto!....
    Gran brutta cosa l'ignoranza!già..tua madre (buona donna) poteva insegnaretela in effetti un po' di educazione.mi pare cmq che tu stia parlando per presupposto.la cosa sarebbe da verificare cmq se ti ha detto in maniera inspiegabile vuol dire che non lo ha capito quindi spiega con meno saccenza e arroganza.
  • Quasar scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo
    chiaro e limpido come l'acqua.Beh, non esageriamo, chiaro e limpido no, in fondo era solo la prima lezione! ce ne vorrebbero almeno altre 4 o 5 per fare il discorso completo...
    E' quello che dovrebbero leggere tutti
    coloro
    che hanno dubbi (o meglio ignorano) quale sia la
    "natura" del TC. La "natura" del TC è sostanzialmente neutrale, e sarebbe sufficiente una piccolissima modifica alle specifiche tecniche per renderlo esclusivamente benigno. I veri pericoli, che potrebbero rendere potenzialmente maligno anche il TC, provengono da altre direzioni, ed è verso quelle che si dovrebbe dare battaglia, invece che questa assurda "caccia alle streghe" (leggi: caccia al TC).In ogni caso, tanto per prendere le dovute distanze da molti personaggi in questo forum: chi sostiene che il TC impedirà l'esecuzione di programmi non certificati, semplicemente farnetica, DRM o non DRM, e dimostra solo di non aver capito un piffero di come funziona il TC.==================================Modificato dall'autore il 29/01/2006 23.57.14
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    puoi anche odiarlo (l'ignoranza fa fare questo e altro) ma io, fossi in te, lo ringrazierei e proverei afare quello che ti ha consigliato. non trovi? :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    chiaro e limpido come l'acqua.peccato questo tuo intervento sia relegato comereply. E' quello che dovrebbero leggere tutti coloroche hanno dubbi (o meglio ignorano) quale sia la"natura" del TC.
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole

    Per gente come te che mangia "pane e volpe"
    assieme ad una bella tazza di Ballmer la mattina
    appena sveglio il "polladium" ha gia' vinto!....
    Gran brutta cosa l'ignoranza!E tu che ne diresti di un po' di bromuro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Disfatisti e menagrami
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Rispondete a questa domanda: la cosa è assurda?

    evidentemente si. quanti siamo che usiamo il

    computer? tanti. quanti sono che creano il trust

    ecc.ecc.? pochi ma buoni.

    Se è vero il detto che la storia si ripete,

    (windows 2000 impenetrabile, xbox meglio del

    pentagono, i dvd copiarli sarà impossibile)

    allora anche se si dovrà aspettare qualche o

    parecchi anni, io aspetto, tanto tutto cade,

    perchè tutto a un bug e nulla è perfetto.

    Tante persone possono sicuramente trovare o

    cascare nel bug che fa cadere tutto.



    Insomma, nulla è impossibile.

    vallo a dire a chi credeva nell'uscita delle
    carte nds craccate per sky....alla tua si smentisce subito con:Gli utenti di sky sono lo stesso numero degli utenti del pc?
  • Anonimo scrive:
    Re: Se vinci il TC addio privacy
    Ma credi che adesso sia diverso senza TC ? Se vogliono rintracciarti ti trovano, puoi correre ma non puoi nasconderti. Con il TC sarà solo un pochino più semplice
  • Anonimo scrive:
    Re: Fritz funziona come l'XBOX 360

    Nessun hacker per ora è riuscito a farci nulla.E dagli tempo a sti poveri hacker. La ps2 non aveva nessun frtiz ma ce nè voluto parecchio perchè uscisse messiah
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    A proposito di zona dei DVD. Vale anche wuando si tenta di ripparli ? Un lettore DVD zona 2 potrebbe rippare un zona 1 ?
  • Anonimo scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!
    - Scritto da: Anonimo
    1) meglio stare zitti piuttosto che parlare vagoper niente: è meglio dare l'allarme prima che accada il peggio
    2) il TCPA è del tutto controllabile da parte del
    SO, una volta bootato (e nessuno ha ancora
    proposto un pc che non possa bootare linux per
    questioni di tpm)a) il SO TC non è sotto il controllo dell'utenteb) dare al bios il potere assoluto di bootare o no è autolesionisticoc) il fatto che ancora non sia stato proposto un pc con una certa limitazione è dovuto al fatto che tale limitazione (per ora) sarebbe solo sulla carta. Con le tecniche del TC queste possibilità restrittive diverranno certamente realtàSe lasci cadere un corpo solido, è inutile sperare che non si schianti al suolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho avuto problemi con un Acer nuovo di pacca
    (credo serie 1600) di un amico.
    Non riusciva a leggere un DVD originale (Lilo e
    Stich) perche' il lettore gli dava un errore di
    zona.
    Gli ho installato VLC pensando che magari lo
    aveva comprato in un'altra zona (il DVD), ben
    sapendo che VLC se ne frega della zona.
    Ma provando ad aprire il DVD con VLC (tasto
    destro da risorse del comuter-
    Apri con VLC) al
    posto di VLC continuava ad avviarsi il player
    preinstallato e a dare lo stesso problema.
    Ho cambiato la zona ed il video e' diventato
    visibile, ma rimane il fatto che VLC veniva
    bypassato dal sistema in modo a me inspiegabile."inspiegabile" davvero?.... forse e' meglio se cominci a "spiegarti" dove hai sbagliato... non dovrebbe essere cosi' complicato "tracciare" i passi del programma e scoprire che dipende da quali accidenti di DLL hai sul PC del tuo amico... (basta un volgarissimo debugger) .A meno che tu non abbia compilato in modo "statico" il tuo VLC in un PC dove le DLL che hai incluso "staticamente" al compile time non siano "DRMmate"... cosa che evidentemente non hai fatto... sicche il povero acer del tuo amichetto non funziona non perche' il VLC viene "bypassato" anzi e' proprio lui che chiama le DLL incriminate! .. :D 8) 8) Per gente come te che mangia "pane e volpe" assieme ad una bella tazza di Ballmer la mattina appena sveglio il "polladium" ha gia' vinto!....Gran brutta cosa l'ignoranza!
  • Ekleptical scrive:
    Re: ...e come al solito...

    E infatti non ci hanno messo molto a craccare OS
    X per intel protetto usando il chip Friz.Veramente le beta di OS X per Intel che girano, NON sono protette con chip Fritz!
  • Sandro kensan scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: zirgo
    Ma non ci sarebbe bisogno di craccare il sistema
    RSA in sè, semplicemente si ingannava il sistema
    facendogli credere di avere un chip fritz
    "diverso", cioè con le chiavi private specificate
    da me, non dal produttore. No zirgo, la questione è su un piano diverso, qui si tratta di sistemi crittografici che crittano il codice, non che ne sappia molto ma la crittografia sta su un altro piano rispetto all'hacking.Per fare un esempio pensa a due persone che parlano in sanscrito, sono il programma e il microprocessore e tu sei l'hacker che non sa nulla di sanscrito che dovrebbe capirci qualche cosa.
  • Ekleptical scrive:
    A chi serve Palladium...
    C'è un'ampia e lucrosa fetta di mercato per la quale i temuti lacciuoli del Palladium, secondo la visione da "leggenda urbana" attualmente in giro, sono una cosa positiva!Sto parlando del mercato aziendale, almeno per le aziende medio-grandi, che il software ce l'hanno solo originale.In questi contesti il PC serve al dipendente per lavorare, non per ascoltarsi gli mp3, guardarsi i DivX, installarsi l'ultimo giochetto o beccarsi l'ultimo virus.In quest'ottica il blocco totale degli usi non autorizzati è un vantaggio, non un handicap. Come lo è la tracciabilità di e-mail, soprattutto se legate a decisioni importanti.E stiamo parlando di milioni di PC, mercato assicurato.
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi serve Palladium...
      - Scritto da: Ekleptical
      C'è un'ampia e lucrosa fetta di mercato per la
      quale i temuti lacciuoli del Palladium, secondo
      la visione da "leggenda urbana" attualmente in
      giro, sono una cosa positiva!
      Sto parlando del mercato aziendale, almeno per le
      aziende medio-grandi, che il software ce l'hanno
      solo originale.
      In questi contesti il PC serve al dipendente per
      lavorare, non per ascoltarsi gli mp3, guardarsi i
      DivX, installarsi l'ultimo giochetto o beccarsi
      l'ultimo virus.

      In quest'ottica il blocco totale degli usi non
      autorizzati è un vantaggio, non un handicap. Come
      lo è la tracciabilità di e-mail, soprattutto se
      legate a decisioni importanti.

      E stiamo parlando di milioni di PC, mercato
      assicurato.Ma per fare questi blocchi non basterebbe fare un SO che non permetta l'installazione a chicchesia e usi plicy restrittive?Poi spiegami come verrebbe impedita la riproduzione di mp3, divx o del giochino in flash...
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi serve Palladium...
      - Scritto da: Ekleptical
      C'è un'ampia e lucrosa fetta di mercato per la
      quale i temuti lacciuoli del Palladium, secondo
      la visione da "leggenda urbana" attualmente in
      giro, sono una cosa positiva!
      Sto parlando del mercato aziendale, almeno per le
      aziende medio-grandi, che il software ce l'hanno
      solo originale.Vero.
      Come
      lo è la tracciabilità di e-mail, soprattutto se
      legate a decisioni importanti.Per questo non e' necessario Palladium.Potrebbe servire invece per far 'sparire' e-mail compromettenti...
  • Anonimo scrive:
    Re: Se vinci il TC addio privacy
    "... La funzionalità più contestata in assoluto è naturalmente quella che permette di identificare in modo univoco il chip. Questa funzionalità è identica a quella fornita dal numero di serie del Pentium III (e di molti altri processori usati sulle Workstation) e permette di "agganciare" un file (documento o programma) al chip ..."Credo che questo dice tutto :
  • Anonimo scrive:
    Se vinci il TC addio privacy
    Dal momento che qualunque cosa viene fatta nel computer viene firmata sarà possibile risalire al suo autore. Sarà possibile rintracciare chi ha scatto una foto o chi ha mandato una email, chi ha dato una opinione, chi ha aderito ad un sondaggio d' opinione, chi ha visto un qualunque sito, chi ha comprato una qualunque cosa . Sara possibile sapere con chi hai parlato, chi sono tuoi amici, le tue preferenze .... qualunque cosa sarà fatta con il tuo computer. (altro che spware)Il peggio e che con il TC nei paesi meno democratici (è anche in quelli in della sicurezza) cominceranno ad uscire leggi che obbligano a lasciare un documento al momento del' acquisto del computer cosi il regime del momento potrà sapere cosa fai col tuo computer sarà possibile censurare a priori un articolo tanto se sa quali sono i computer ai quali le è permesso di parlare e a quelli no.
  • Anonimo scrive:
    Re: Disfatisti e menagrami
    - Scritto da: Anonimo
    Rispondete a questa domanda: la cosa è assurda?
    evidentemente si. quanti siamo che usiamo il
    computer? tanti. quanti sono che creano il trust
    ecc.ecc.? pochi ma buoni.
    Se è vero il detto che la storia si ripete,
    (windows 2000 impenetrabile, xbox meglio del
    pentagono, i dvd copiarli sarà impossibile)
    allora anche se si dovrà aspettare qualche o
    parecchi anni, io aspetto, tanto tutto cade,
    perchè tutto a un bug e nulla è perfetto.
    Tante persone possono sicuramente trovare o
    cascare nel bug che fa cadere tutto.

    Insomma, nulla è impossibile.vallo a dire a chi credeva nell'uscita delle carte nds craccate per sky....
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    Io ho avuto problemi con un Acer nuovo di pacca (credo serie 1600) di un amico.Non riusciva a leggere un DVD originale (Lilo e Stich) perche' il lettore gli dava un errore di zona. Gli ho installato VLC pensando che magari lo aveva comprato in un'altra zona (il DVD), ben sapendo che VLC se ne frega della zona.Ma provando ad aprire il DVD con VLC (tasto destro da risorse del comuter-
    Apri con VLC) al posto di VLC continuava ad avviarsi il player preinstallato e a dare lo stesso problema. Ho cambiato la zona ed il video e' diventato visibile, ma rimane il fatto che VLC veniva bypassato dal sistema in modo a me inspiegabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: PASSIAMO ATUTTO OPENSOURCE:hard&soft

    sono pienamente d'accordo anche se è sconfortante
    vedere come le persone siano piene di pregiudizi
    e resistenti a cambiare abitudini, ti chiedono
    aiuto perchè gli si è impallato il pc per
    l'ennesima volta o hanno il millesimo worm, tu
    gli dici ma perchè continui a subire le schermate
    blu, le intrusioni, i virus, l'accettazione di
    licenze a sfondo minatorio ogni volta che
    installi qualcosa? Ti installo un sistema
    stabile, sicuro, potente ricco di software "open"
    e gratis? Ti spiego come funziona, ti do
    assistenza gratuita (nei limiti delle mie
    conoscenze e del mio tempo libero), ti lascio il
    tuo amato XP in una partizione tutta sua...
    macchè continuano a lamentarsi ma wizozz non lo
    mollano...In ogni modo tutta questa storia del TCPA sarà senz'altro una rogna per noi utenti, ma anche loro rischiano di tirarsi la zappa nei piedi. Musica e dvd non sono indispensabili e non credo che ci metteremo tutti a comprarli con questa "azione di forza". O abbassano i prezzi, oppure continueranno comunque a perdere clienti. Stesso discorso vale con i software. Ho visto gente comprare onestamente della roba che era puro vaporware venduto a prezzi altissimi. Pochissimi compreranno software originale alla cieca senza possibilità di testarlo a fondo. Probabilmente sarà l'open source a guadagnarci da tutta questa faccenda (e male non fa). Vedrai che prima o poi Windows sulla partizione ci finisce e anche fuori (dalla partizione e dall'hard disk)!
  • Anonimo scrive:
    Bios TPM ?
    Sto leggendo diversi msg e l'idea che si diffondendo è che il bios potrebbe avere un'elevata importanza al fine di controllare Fritz o di gestire le chiamate ai driver in maniera "sicura".Ma a nessuno è venuto in mente che il bios una volta fatto avviare il pc, di fatto viene isolato tanto è vero che è possibile sostituirlo a caldo ?
  • DavidC73 scrive:
    Re: PASSIAMO ATUTTO OPENSOURCE:hard&soft
    - Scritto da: Anonimo
    Guarda che se i computer diventano quella
    schifezza che vogliono far diventare, buona parte
    della gente non ci mette molto a mandare a quel
    paese bill, steve e compagnia bella.
    putroppo credo tu sia troppo ottimista, ma non posso che augurarmi che tu abbia ragione
    Produttori di hardware potrebbero approfittarne
    per lanciarsi con tecnologie libere da DRM e
    TCPA. per fare un profitto ragionevole non potrebbero che venderle a prezzi elevati, progettare e realizzare una CPU costa molto di più che sviluppare software open sourceLa cina è un buon candidato, visto che sta
    cominciando i primi test sulle proprie CPU
    (ancora distanti da quelle Intel, ma meglio di
    niente).la Cina NON è decisamente un buon candidato visto che non rispetta i diritti umani e si regge sul pugno di ferro, sulla pena di morte e sulla censura, figurarsi se vorrebbero produrre una tecnologia che poi non potrebbe controllare, mi sembra altamente probalbile ch svilupperanno una loro forma di TC...
    L'ago della bilancia rimane comunque il
    consumatore e l'arma più efficace contro questa
    imminente dittatura digitale rimane il BOICOTTARE
    i loro prodotti. Quindi fare informazione al
    momento è la cosa migliore in attesa dell'arrivo
    di queste macchine.
    sono pienamente d'accordo anche se è sconfortante vedere come le persone siano piene di pregiudizi e resistenti a cambiare abitudini, ti chiedono aiuto perchè gli si è impallato il pc per l'ennesima volta o hanno il millesimo worm, tu gli dici ma perchè continui a subire le schermate blu, le intrusioni, i virus, l'accettazione di licenze a sfondo minatorio ogni volta che installi qualcosa? Ti installo un sistema stabile, sicuro, potente ricco di software "open" e gratis? Ti spiego come funziona, ti do assistenza gratuita (nei limiti delle mie conoscenze e del mio tempo libero), ti lascio il tuo amato XP in una partizione tutta sua... macchè continuano a lamentarsi ma wizozz non lo mollano...
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    Compreremo pc made in china... prenderanno la palla al balzo producendo pc non TCG e guadagnerrano quote di mercato..
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software
      E lì saranno cavoli amari per tutto il TCG perchè è palesemente dimostrato come sia impossibile bloccare le importazioni di un prodotto se questo è richiesto, i doganieri dei vari porti di Genova,Napoli e Bari ne sanno qualcosa...
  • DavidC73 scrive:
    Re: NON VOTARE I NANI MOLTO LOSCHI!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    Io il nano non lo voto ma devo dire che
    purtroppo

    non mi aspetto molto di più (sul tema specifico,

    non in generale) dal centro-sinistra, ad esempio

    al di là del problema del TC non ho mai sentito

    un rappresentante di quella parte politica

    proporre l'adozione nelle istituzioni pubbliche

    di Linux e del software open source, ad esempio

    di OpenOffice. Forse bisognerebbe cominciare a

    parlarne.

    be' poverini, anche loro devono farsi la barca e
    siccome la' fuori c'e' un mcchio di brava gente
    che non vede l'ora di coronare tutti i loro sogni
    ecco che devono farsi anche la banca dove riporre
    le offerte.

    guarda il tragico e' proprio che non c'e' scampo,
    da una parte o dall'altra hanno solo una cosa in
    mente: spolparci! tutto il resto e' propaganda da
    fare impallidire quella messa in piedi dalle SS,
    per lo meno quelli erano fuori di testa e
    coerenti con la propria follia, questi ci
    prendono per il naso con un cinismo che avra'
    risultati non meno devastanti.

    non credo potrei andare a votare per l'uno o per
    l'altro senza sentirmi complice di tutto questo
    marciume.
    non c'è che dire sono ammirato... un esempio di qualunquismo da manuale: tanto sono tutti uguali, è tutto un magna magna, tutto fa schifo, signora mia, quando c'era lui... quindi sai che fo' non voto...anzì no mi sa che è meglio che il nano lo voto, non si sa mai con tutti i comunisti che ci sono in giro...sempre senza offesa e con rispetto. Ciao.
  • Quasar scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo
    La tua prima assunzione (relativa al boot) e'
    errata.
    Il TCPA si basa sull'elementare premessa che
    l'utente NON sia in grado di aggirarlo.Anche la tua assunzione è errata: la possibilità per l'utente di scegliere al boot il sistema operativo da bootare NON rientra tra le necessità del TCPA. Rientra, semmai, tra le policy che, grazie al TCPA, il proprietario del computer PUO' imporre, se vuole, all'utente.
  • DavidC73 scrive:
    Re: Per tutti quelli che sperano in Linu


    che approssimativi e semplificativi.. da
    vergognarsi..mmh...contributo interessante, ricco di idee, l'unica cosa di cui ci si dovrebbe vergonare è il nano di cui sopra, per il resto è meglio argomentare invece di scuotere il capo e mugugnare...senza offesa. Saluti.
  • Quasar scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo
    Se riesci a spiegarmi come implementare un DRM,
    utilizzando un chip tcpa e un OS scelto
    dall'utente, la cui violazione equivalga a
    violare o RSA o SHA-1, puoi affermare che sto
    dicendo minchiate.Ok. POSSIBILI APPLICAZIONI DEL TPM Capitolo 1 : Corso accelerato di Implementazione di un DRM, utilizzando un "chip tcpa" (aka TPM) ed un Sistema Operativo scelto dall'utente, la cui violazione equivalga a violare RSA o SHA-1 Lezione no. 1 : Rudimenti di Crittografia ApplicataDomanda: se tu vuoi scrivere un messaggio per qualcuno che ha una chiave rsa di cui tu conosci la parte pubblica, e vuoi che solo lui possa leggere il tuo messaggio, che cosa fai?Risposta: uso la parte pubblica della sua chiave rsa per cifrare il mio messaggio e poi gli consegno il messaggio cifrato, tranquillo del fatto che solo lui potrà decifrarlo tramite la parte privata della sua chiave rsa Fine della lezione no. 1 Ti anticipo alcuni indizi importanti che, se li approfondisci studiando le specifiche del TPM, potrebbero evitarti il resto del corso accelerato. Gli indizi sono:1) ogni TPM è proprietario unico di una chiave RSA unica al mondo (vd. documentazione del TPM presso il sito TCG)2) parte del concetto medesimo di "trusted" consiste nel fatto che ogni TPM, da buon proprietario della sua chiave RSA, custodisce gelosamente la parte privata di detta chiave (vd. documentazione del TPM)3) una feature del TPM è il cosidetto "Protected Storage" (vd. documentazione del TPM) aka "Sealed Storage" (quest'ultima espressione rende meglio l'idea di che cosa sia esattamente la feature in questione)4) un'altra feature del TPM è la cosiddetta "Remote Attestation" (vd. documentazione del TPM)I "libri di testo" li trovi qui:https://www.trustedcomputinggroup.org/groups/tpm/Ovviamente non basta leggere le specifiche tecniche, li non trovi nulla sulle possibili applicazioni, devi metterci anche un pò del tuo gnegnero (ingegno). Impegnati e vedrai che ce la farai.
  • Anonimo scrive:
    Re: Palladium è già tra noi...
    come al solito si confonde tcpa con palladium...uff
  • Anonimo scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo
    Se riesci a spiegarmi come implementare un DRM,
    utilizzando un chip tcpa e un OS scelto
    dall'utente, la cui violazione equivalga a
    violare o RSA o SHA-1, puoi affermare che sto
    dicendo minchiate.La tua prima assunzione (relativa al boot) e' errata.Il TCPA si basa sull'elementare premessa che l'utente NON sia in grado di aggirarlo.Tutte le tue considerazioni seguenti, pertanto, sono minchiate.
  • Anonimo scrive:
    Re: PASSIAMO ATUTTO OPENSOURCE:hard&soft
    Guarda che se i computer diventano quella schifezza che vogliono far diventare, buona parte della gente non ci mette molto a mandare a quel paese bill, steve e compagnia bella. Sistemi operativi alternativi esistono e non aspettano altro che un passo falso dei "big" per inserirsi nel mercato.http://www.skyos.org/http://haiku-os.org/learn.phphttp://www.yellowtab.com/Produttori di hardware potrebbero approfittarne per lanciarsi con tecnologie libere da DRM e TCPA. La cina è un buon candidato, visto che sta cominciando i primi test sulle proprie CPU (ancora distanti da quelle Intel, ma meglio di niente).L'ago della bilancia rimane comunque il consumatore e l'arma più efficace contro questa imminente dittatura digitale rimane il BOICOTTARE i loro prodotti. Quindi fare informazione al momento è la cosa migliore in attesa dell'arrivo di queste macchine.
  • Anonimo scrive:
    Fine dell'Usato?
    Premettendo che auguro tutto il peggio del mondo a questa tecnologia e chi la supporta e la sostiene.Se mai dovesse diventare realtà, allora sarebbe completamente sradicato il mercato dell'usato informatico... e chi si fida a cedere un componente che probabilmente è associato alla mia identità (si, certo) ad uno sconosciuto compratore? :)Un scusa in piu per boicottare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    "Se, come avviene gia' per alcuni portatili in commercio (verificato di persona), cio' non fossse possibile, allora l'acquisto dovrebbe essere evitato in modo assoluto. Se cio' fosse possibile, allora il PC in questione non sarebbe palesemente TCP."Ciao ma quali sarebbero i portatili che hanno fallito il test?Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per tutti quelli che sperano in Linu

    potenziali oppositori. E purtroppo non sarebbe
    solo una tendenza dei legislatori di
    centro-destra, vedi l'atteggiamento della Cina...che approssimativi e semplificativi.. da vergognarsi..
  • Anonimo scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Questo implica che il

    chip tcpa non offre nessun vantaggio a chi cerca

    di implementare tecnologie DRM.

    Che minchiata colossale.
    Senti, se della cosa non ci hai capito nulla,
    perche' fai il saputello?Se riesci a spiegarmi come implementare un DRM, utilizzando un chip tcpa e un OS scelto dall'utente, la cui violazione equivalga a violare o RSA o SHA-1, puoi affermare che sto dicendo minchiate.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo
    Questo implica che il
    chip tcpa non offre nessun vantaggio a chi cerca
    di implementare tecnologie DRM.Che minchiata colossale.Senti, se della cosa non ci hai capito nulla, perche' fai il saputello?
  • Anonimo scrive:
    Re: Oltre alla presenza del chip...
    - Scritto da: Anonimo
    Ho letto qua e là i commenti, ed emerge in
    maniera diffusa l'idea che se il SO disabilita
    l'uso del chip allora si può avere libero accesso
    ai contenuti protetti.
    Mi pare di capire invece che non sarà così,
    perché i contenuti saranno criptati e sarà
    possibile decriptarli solo grazie a Fritz, che
    funzionerà solo se abilitato e se autorizzato.
    Sbaglio?Se assumiamo che tu puoi caricare il tuo SO (nessun pc impedisce di bootare linux, al momento) allora puoi controllare il tuo chip come ti pare (il chip può essere letto/scritto in tutto, eccetto la key univoca che lo identifica, che può essere solo letta). Questo implica che il chip tcpa non offre nessun vantaggio a chi cerca di implementare tecnologie DRM. Di conseguenza i DRM continueranno ad essere crakkati se qualcuno convinto avrà voglia di farlo. In effetti non c'è nessuna teoria su cui si basano i drm.. solo sul fatto ke son complicati.. e che ci vuol troppo tempo a fare il reversing e capire come funzionano.
  • Anonimo scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!
    1) meglio stare zitti piuttosto che parlare vago2) il TCPA è del tutto controllabile da parte del SO, una volta bootato (e nessuno ha ancora proposto un pc che non possa bootare linux per questioni di tpm)
  • gerry scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.
    - Scritto da: Anonimo
    le corporation hanno il solo e unico scopo di
    LUCROSono d'accordo
    e anche se le persone che stanno alla corporation
    dietro fossero dispiaciute DEVONO (per legge)
    avere il solo scopo di lucro e NON POSSONO (per
    legge) anteporre questioni che vadano contro lo
    scopo di lucro.Per legge... e se per far soldi devono ammazzare qualcuno loro lo devono fare per legge? :)
    vedasi il film: "the corporation" di micheal
    moore a riguardo.Non è di Michael Moore.http://www.imdb.com/title/tt0379225/
  • Anonimo scrive:
    Re: NON VOTARE I NANI MOLTO LOSCHI!!!!!!

    Io il nano non lo voto ma devo dire che purtroppo
    non mi aspetto molto di più (sul tema specifico,
    non in generale) dal centro-sinistra, ad esempio
    al di là del problema del TC non ho mai sentito
    un rappresentante di quella parte politica
    proporre l'adozione nelle istituzioni pubbliche
    di Linux e del software open source, ad esempio
    di OpenOffice. Forse bisognerebbe cominciare a
    parlarne.be' poverini, anche loro devono farsi la barca e siccome la' fuori c'e' un mcchio di brava gente che non vede l'ora di coronare tutti i loro sogni ecco che devono farsi anche la banca dove riporre le offerte.guarda il tragico e' proprio che non c'e' scampo, da una parte o dall'altra hanno solo una cosa in mente: spolparci! tutto il resto e' propaganda da fare impallidire quella messa in piedi dalle SS, per lo meno quelli erano fuori di testa e coerenti con la propria follia, questi ci prendono per il naso con un cinismo che avra' risultati non meno devastanti. non credo potrei andare a votare per l'uno o per l'altro senza sentirmi complice di tutto questo marciume.
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    Il Bios si flasha e come esistono i firmware
    hackati dei masterizzatori che aumentano le
    velocità di Rip e tolgono il region code lo
    stesso si farà con il Bios.Non hai capito molto della faccenda.
    Come dici ? Il codice RSA di Fritz ? Inutile
    perchè l'immagine del bios sarà presente in copia
    unica sul sito del produttore quindi non potrà
    essere personalizzato per ogni singolo chip e se
    anche ci si provasse basterà un bug nel codice
    del sito che qualcuno comprenderà la chiave di
    lettura per liberare il codice dalla criptaturaAspetta e spera...
  • The_GEZ scrive:
    Re: Libertà di scelta (consapevole)
    Ciao lb2004 !
    Messa così non mi sembra uno scenario
    apocalittico.Sottoscivo in pieno la prima parte della tua frase, quella dove dici "messa così" ....Bene ora si "metta così" anche lei ... prego ...
  • Anonimo scrive:
    Oltre alla presenza del chip...
    Ho letto qua e là i commenti, ed emerge in maniera diffusa l'idea che se il SO disabilita l'uso del chip allora si può avere libero accesso ai contenuti protetti.Mi pare di capire invece che non sarà così, perché i contenuti saranno criptati e sarà possibile decriptarli solo grazie a Fritz, che funzionerà solo se abilitato e se autorizzato.Sbaglio?
  • DavidC73 scrive:
    Re: NON VOTARE I NANI MOLTO LOSCHI!!!!!!

    Per esempio NON VOTARE I NANI MOLTO
    LOSCHI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Io il nano non lo voto ma devo dire che purtroppo non mi aspetto molto di più (sul tema specifico, non in generale) dal centro-sinistra, ad esempio al di là del problema del TC non ho mai sentito un rappresentante di quella parte politica proporre l'adozione nelle istituzioni pubbliche di Linux e del software open source, ad esempio di OpenOffice. Forse bisognerebbe cominciare a parlarne.
  • Anonimo scrive:
    Re: mumble mumble... (TPM != DRM)
    come dice il titolo.. chi ti ha detto che il TPM è fatto per impedire qualcosa all'utente dopo ke il SO è stato caricato?cmq il chip puo essere letto/scritto in tutto eccetto la key che identifica univocamente il chip (che può essere solo letta, e quindi può essere esportata e usata per decryptare quello ke ti pare).
  • Anonimo scrive:
    QUANTE CAVOLATE O_o
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1288229&tid=1286417&p=1&r=PI#1288229in conclusione: uno dovrebbe crakkare il bios se questo non gli permette di caricare il suo os.. ma il problema per adesso non si pone neanche.
  • DavidC73 scrive:
    Re: PASSIAMO ATUTTO OPENSOURCE:hard&soft
    - Scritto da: EverythingYouKn
    PASSIAMO AL TUTTO OPENSOURCE:
    hard&softWARE!!!!!!!!l'idea frulla per la testa a parecchie persone ma la vedo una faccenda piuttosto complicata, infatti l'unico aspetto positivo di windows e del successo dei prodotti microsoft è che hanno reso il personal computer un bene di consumo di massa facendo abbassare enormemente i prezzi dell'hardware, quanto costerrebbe produrre una componentistica "open" per soddisfare una comunità di utenti che, sebbene in crescita, rimane tutto sommato marginale rispetto alle folte schiere di utenti che pensano che comprare un pc con pre-installato windows sia una legge di natura? Però sarebbe una strada affascinante, io personalmente ci spenderei anche qualcosina...
  • Anonimo scrive:
    Re: In nome della sicurezza...
    Ma perchè invece di prendere per buono quel che ti viene detto non verifichi tu stesso? tutte le motherboard di cui ho letto con chip tcpa ti permettono di caricare il sistema operativo che più ti piace e una volta caricato il SO puoi farci quel ke ti pare col chip tcpa (compreso leggere l'intero contenuto). Di conseguenza il tcpa attuale non offre nessun vantaggio tecnico nell'implementazione di tecnologie DRM.. che a livello teorico rimangono crakkabili (se uno può leggere un film da win32-con-chip-tcpa può farlo benissimo da linux-con-stesso-chip-tcpa, basta reimplementare il software).
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    Come ho già detto tantissime volte, se il TC farà veramente quello che si teme ci sarà pane per avvocati di tutto il mondo perchè ricorda che certe leggi liberticide (come il non "craccare"/usufruire liberamente del proprio acquisto) esistono solo in america. Riguardo alle cpu, G5 e G4 si possono trovare su Pegasos che tra l'altro sta diventando un hardware opensource ma c'è poco o niente che ci gira sopra, Ultrasparc esistono da una vita, sono potentissime (altro che Amd X4 e G5) ma ovviamente costano un botto e come nel caso precedente se non cerchi applicazioni speciali, non lo usi (server e workstation cad, fine)
  • Anonimo scrive:
    Re: NON VOTARE I NANI MOLTO LOSCHI!!!!!!
    - Scritto da: EverythingYouKn


    Sì ok PERO' c'è un problema: non mi


    stupirebbe se il legislatore approvasse una


    legge che impone che ogni sistema operativo


    debba avere il supporto per il trusted
    computing


    ed ogni so che non lo abbia sia dichiarato


    illegale, equiparato al possesso di armi senza


    licenza ad esempio.


    In questo caso voglio vedere cosa si potrebbe


    fare...
    Per esempio NON VOTARE I NANI MOLTO
    LOSCHI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    hai ragione, seguiamo l'esempio comunista cinese (tanto apprezzato da fausto b.) :s
  • zirgo scrive:
    Re: e io ne parlavo gia' tempo fa.
    ciao molfettese :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Parte già con un piede nella "fossa"
    non è affatto lontano, se considere come sha (e tutti gli altri hash) gestiscono gli input lunghi :)
  • EverythingYouKn scrive:
    NON VOTARE I NANI MOLTO LOSCHI!!!!!!!!!!


    Sì ok PERO' c'è un problema: non mi

    stupirebbe se il legislatore approvasse una

    legge che impone che ogni sistema operativo

    debba avere il supporto per il trusted computing

    ed ogni so che non lo abbia sia dichiarato

    illegale, equiparato al possesso di armi senza

    licenza ad esempio.

    In questo caso voglio vedere cosa si potrebbe

    fare...Per esempio NON VOTARE I NANI MOLTO LOSCHI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Disfatisti e menagrami
    Rispondete a questa domanda: la cosa è assurda?evidentemente si. quanti siamo che usiamo il computer? tanti. quanti sono che creano il trust ecc.ecc.? pochi ma buoni.Se è vero il detto che la storia si ripete, (windows 2000 impenetrabile, xbox meglio del pentagono, i dvd copiarli sarà impossibile) allora anche se si dovrà aspettare qualche o parecchi anni, io aspetto, tanto tutto cade, perchè tutto a un bug e nulla è perfetto.Tante persone possono sicuramente trovare o cascare nel bug che fa cadere tutto.Insomma, nulla è impossibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    non solo, dipende in che contenitore mettono la flash che contiene la BIOS. Immagina se è un uBGA... chi lo risaldda senza un forno a rifusione...?Io non ho letto nulla sui BIOS tc compliant.. se hai qualke link sarei curioso di dare un'occhiata.
  • zirgo scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: Sandro kensan
    So qualche cosa ma non sono un esperto in
    crittografia. Comunque il sistema crittografico
    asimmetrico RSA non è bucabile se non
    implementato male.Ma non ci sarebbe bisogno di craccare il sistema RSA in sè, semplicemente si ingannava il sistema facendogli credere di avere un chip fritz "diverso", cioè con le chiavi private specificate da me, non dal produttore. Penso che a questo punto i problemi sarebbero due:1. virtualizzare un chip fritz vuol dire eseguire la codifica e la decodifica via software, e questo può rallentare di molto le prestazioni del PC (se ci sono molte chiamate al driver)2. non so quanto sia fattibile ingannare il SO e nascondergli la presenza del chip hardware: si potrebbe riscrivere il driver in modo che effettui lui stesso la codifica e la decodifica....
    L'unica possibilità è:

    1) cattiva implementazione (baco)
    2) aprire il chip fritz o comunque leggere le
    chiavi private
    3) nuova scoperta matematica che sbricioli la
    solidità dell'algoritmo RSA in un tempo umano e
    non siderale

    Altima cosa Palladium è disattivabile (l'ho letto
    e sentito) in modo da permettere l'esecuzione di
    software non Trusted come Linux ma mi chiedo fino
    a quando?

    Se tutti abbiamo PC palladium i governi
    imporranno l'obbligo di avere pc palladim e
    renderanno illegali i pc non palladium in modo da
    controllare ogni nostra operazione in internet e
    a casa, questa è la mia opinione ma potrei pure
    scommetterci del denaro...Già...è questo il punto! Fin quando si potrà disabilitare, ci sarà sempre un modo per poterlo crackare (la chiamata al chip dipenderà sempre da una istruzione software). Quando poi comincerà ad essere obbligatorio, probabilmente i produttori di hardware faranno si che i loro prodotti comunichino in hardware col chip (magari mediante chiamate al bios...boh!)..senza che il driver ne sappia nulla. E allora lì saranno cazzi!!!Alla fine il problema è uno: Potremo scegliere il nome da scrivere sul nostro guinzaglio elettronico o no? Mi sembra di stare ad Auschwitz....
  • Anonimo scrive:
    Crazy, che ne pensi...
    ...del kit?http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1286930&tid=1286930&p=1&r=PI
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole

    Fino al prossimo "service pack" eheheh....Sara', ma io sono allergico ai service pack. Credo che si possa vivere senza (il SP2 l'ho disinstallato e non faccio aggiornamenti, mi mantengo al sicuro adottando altre precauzioni)
    Mai letto il cosidetto EULA?....
    No?... allora siediti leggi e pensaci....quando
    avrai finito la lettura avrai capito che il solo
    "kit" che tu possa usare con qualche speranza di
    successo si chiama "open source"....
    Saluti e buona lettura! :D :p :| ;) ;) ;)
    ;)Sopravvaluti un po' troppo la EULA. E' solo un contratto che, se contiene clausole vessatorie, non ha validita'.Il punto non e' cio' che dice la EULA, ma cio' che fa il PC. E se lo sai prima, grazie anche ad un piccolo test come quello con VLC, oppure auspicabilmente con un test piu' serio, allora eviti di comprarlo e speri che rimanga ad impolverarsi sugli scaffali del negozio.Un valido strumento ausiliario potrebbe essere una bella blacklist di PC che hanno fallito il test, pubblicata su qualche sito tipo no1984.org
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbio tecnico

    Come puo' fare un costruttore di chip Fritz a
    garantire che la coppia di chiavi generata sia
    unica ?Da cio' che ho studiato riguardo le smartcard... perche' esiste un database unico dell'intero consorzio ed una procedura automatica di verifica.(in cui virtualmente una sola azienda non potrebbe metterci mano, ma serve il benestare di tutte)Poi non so quale soluzione adottino in questo caso.
  • Anonimo scrive:
    Palladium è già tra noi...
    http://www.hwupgrade.it/articoli/portatili/1423/index.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere
    invocate da un programma esterno, attraverso un
    apposito driver. Sarà il programma esterno a
    decidere sulla "politica" di sicurezza che deve
    essere messa in atto."

    Beh allora non cambierà molto da adesso: si
    cracca il software e questo non invoca fritzFalso!Ti venderanno il pc con SO preinstallato (a sto punto anche gratuitamente) registrerando la chiave pubblica del tuo fritz e associandola a te.Non lo potrai emulare via software perchè tutti i produttori ufficiali del chip registreranno le chiavi pubbliche effettivamente prodotte.A quel punto tutti gli aggiornamenti, film, mp3... ecc ecc diretti a te saranno cifrati usando la tua chiave.Se non invochi fritz, che mantiene la chiave privata, non avrai mai la decrittazione.Dovrai utilizzarlo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software

      Dovrai utilizzarlo!Basta una risonanza magnetica nucleare ad alta definizione per mappare lo stato di attivazione dei transistor. Da lì ricavi la chiave privata e poi fai quello che vuoi.Il problema è la RMN. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software
      Loro se vorranno i miei soldi dovranno vendermi il computer vuoto senza sistemi operativi preinstallati sopra e chiavi pubbliche registrate a caxxo
  • Anonimo scrive:
    Re: Libertà di scelta (consapevole)
    - Scritto da: lb2004

    Messa così non mi sembra uno scenario
    apocalittico.Concordo lo swcenario che descrivi non e' apocalittico bensi' irreale :D :D Quello che mi pare apocalittico e' il livello della tua "consapevolezza" ... mi viene da piangere :'(
  • DavidC73 scrive:
    Re: Per tutti quelli che sperano in Linu
    - Scritto da: Anonimo
    Fritz non è altro che un ammasso di transistor e
    basta, da solo non fa niente naturalmente ed
    agisce solo su richiesta esplicita del
    software... se di quel software abbiamo il
    sorgente possiamo disabilitare la richiesta e
    morta lì. Sì ok PERO' c'è un problema: non mi
    stupirebbe se il legislatore approvasse una legge
    che impone che ogni sistema operativo debba avere
    il supporto per il trusted computing ed ogni so
    che non lo abbia sia dichiarato illegale,
    equiparato al possesso di armi senza licenza ad
    esempio. In questo caso voglio vedere cosa si
    potrebbe fare...cavolo è proprio questo che mi tormenta, l'idea che il legislatore, prima o poi, visto l'andazzo, le deroghe alla privacy in funzione anti-terrorismo, i vari patriot act e bla bla bla, si faccia venire in mente di dichiarare illegali i sistemi operativi liberi e le applicazioni open source adducendo le più svariate motivazioni a favore della sicurezza nazionale e in realtà volendo porre le basi per una censura e un controllo a distanza dei potenziali oppositori. E purtroppo non sarebbe solo una tendenza dei legislatori di centro-destra, vedi l'atteggiamento della Cina...
  • DavidC73 scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!

    Informate tutti quelli che conoscete, queste
    porcherie si possono affondare solo con il
    boicottaggio e quest'ultimo per essere efficace
    deve coinvolgere il maggior numero di persone!
    ti straquoto, anche se il TC fosse solo una paranoia infondata vale la pena di darsi da fare per instillare il dubbio (e secondo me purtroppo è una certezza, ed è surreale che molti pensino che il Treacherous Computing sia disabilitabile a volontà dall'utente) a quante più persone possibile e soprattutto di iniziare a farsi sentire con la propria rappresentanza politica di riferimento, al di là delle differenze di colore, anche se devo dire che dal governo attuale e dalla maggioranza attuale non mi aspetterei certo tutela al riguardo, anzi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fritz funziona come l'XBOX 360
    XBOX 360 usa un chip tipo Fritz per impedire a qualsiasi codice di girare se non è quello Microsoft o deciso da loro. Per capire l'assurdità della nextgenerationtrustedcomputingbase basta pensare che sulla XBOX360 non si può neanche vedere un divx, ma solo mpeg e wmv, perchè la microsoft ha deciso così. I soli codec "signed" sono quei due. Nessun hacker per ora è riuscito a farci nulla. Un futuro così per i pc è l'orrore assoluto.
  • Anonimo scrive:
    Per tutti quelli che sperano in Linux
    Fritz non è altro che un ammasso di transistor e basta, da solo non fa niente naturalmente ed agisce solo su richiesta esplicita del software... se di quel software abbiamo il sorgente possiamo disabilitare la richiesta e morta lì. Sì ok PERO' c'è un problema: non mi stupirebbe se il legislatore approvasse una legge che impone che ogni sistema operativo debba avere il supporto per il trusted computing ed ogni so che non lo abbia sia dichiarato illegale, equiparato al possesso di armi senza licenza ad esempio. In questo caso voglio vedere cosa si potrebbe fare...
  • Anonimo scrive:
    HAHAHA
    Ma perfavore.....ok,quelli della redazione scrivomno che è sicuro e balle varie che alla fine ance senza quel Friz del cavolo il mio pc è sicuro lo stesso....anzi più sicuro da occhi indiscreti....Punto informatico dimentica che con questo tcpa non si può fare niente a menochè non si disponga di licenze...non esigo che diciate di dire che sia giusto..ma almeno ditelo!.... www.no1984.org (*La retta via*)!
  • Anonimo scrive:
    [OT] Primo HD-DVD in vendita su Amazon!
    L'era HD è arrivata! Il primo lettore HD-DVD toshiba è in vendita su amazon per soli 500$! (meglio dei $1400 del lettore blu-ray!).http://www.engadget.com/2006/01/27/pre-order-your-toshiba-hd-a1-hd-dvd-player/http://www.amazon.com/gp/product/B000E1PTGK/ref=amb_link_33378801_1/102-6901854-2030502?n=172282La cosa interessante è che migliora anche la qualità dei DVD facendo l'upscale sulle tv ad alta definizione. Ora, se solo in italia vendessero le HDTV.... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Non mi sembra tutto sto granché

    Bravo. Dici bene.
    Ma prova a darmi la configurazione di un PC che
    non lo includa. Ci sono elenchi (sterminati) dei
    dispositivi che sono compatibili con Fritz, ma
    neanche un accenno a quali NON SONO Fritz
    compatibili. E' queta l'informazione che serve
    per fare un vero boicottaggio.http://www.javaopenbusiness.it/JobEditorial/newsCategoryViewProcess.jsp?editorialID=4509
  • DavidC73 scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.

    L'errore che hai fatto (forse per colpa mia)
    dipende dal fatto che il mio post (non sono
    quello con cui stavi parlando) si e' inserito a
    commento o precisazione nel mezzo della tua
    discussione con l'altra persona...
    IO mi limitavo a precisare che pur essendo (a mia
    volta) CONTRO l'uso delle piattaforme
    crittografiche per limitare la liberta' della
    gente sarebbe sbagliato non tenere conto che:

    1) esiste un sistema di leggi e principi
    costituzionali che va difeso perche' ci
    garantisce.
    2) Il software open e' una efficace protezione
    dalla pretesa di usare la tecnologia "contro"
    anziche a vantaggio di tutti noi.
    3) non basta certo un chip a decretare il
    successo o l'insuccesso del TCG il problema
    riguarda molte diverse questioni (leggi,
    software, open standards ecc.) che e' presente
    CON O SENZA hardware o iniziative come quella del
    TCG... la sola esistenza di monopoli e' di per
    se' una minaccia sufficiente a doverci
    preoccupare della nostra liberta' di scelta ;)
    ;) ;) ;) ;) ... saluti.se ho sbagliato l'inserimento del post mi scuso, comunqe sono STRADACCORDO con i tuoi punti
  • DavidC73 scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.

    Peccato che sul MIO computer pagato coi MIEI
    soldi dove stanno i MIEI dati io ci metto (per
    costituzione e legge) quel diavolo che MI pare!

    In caso contrario non si tratta del MIO computer
    pagato con i MIEI soldi...
    Bensi si tratta del LORO computer (su cui possono
    mettere quello che a LORO aggrada)... ma in tal
    caso anche i soldi per comrarlo e farlo saranno i
    LORO non certo i MIEI!
    :p :p :p :p :p :p

    In caso contrario... non si tratta ne si
    trattera' mai del MIO computer e tantomeno dei
    MIEI soldi usciti dal MIO portafogli!....
    Spero di essere stato chiaro! ;) ;) ;) ;) ;)
    ;) ;) ;)beh allora siamo d'accordo, la pensiamo allo stesso modo e c'è stato un equivoco, la preoccupazione che però volevo esprimere è che a causa del fatto che la stragrande maggioranza degli utenti comuni, senza saperlo o volendolo ignorare o minimizzando il problema, compreranno i LORO computer con i LORO sistemi operativi e i LORO chip fritz e simili dopo un certo periodo per ovvie ragioni non sarà più possibile o sarà sempre più difficile e costoso e malvisto comprare con i NOSTRI soldi un pc dove entriamo solo NOI e su cui girano OS e applicazioni che diciamo solo NOI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: DavidC73


      Peccato che sul MIO computer pagato coi MIEI

      soldi dove stanno i MIEI dati io ci metto (per

      costituzione e legge) quel diavolo che MI pare!



      In caso contrario non si tratta del MIO computer

      pagato con i MIEI soldi...

      Bensi si tratta del LORO computer (su cui
      possono

      mettere quello che a LORO aggrada)... ma in tal

      caso anche i soldi per comrarlo e farlo saranno
      i

      LORO non certo i MIEI!

      :p :p :p :p :p :p



      In caso contrario... non si tratta ne si

      trattera' mai del MIO computer e tantomeno dei

      MIEI soldi usciti dal MIO portafogli!....

      Spero di essere stato chiaro! ;) ;) ;) ;)
      ;)

      ;) ;) ;)

      beh allora siamo d'accordo, la pensiamo allo
      stesso modo e c'è stato un equivoco, la
      preoccupazione che però volevo esprimere è che a
      causa del fatto che la stragrande maggioranza
      degli utenti comuni, senza saperlo o volendolo
      ignorare o minimizzando il problema, compreranno
      i LORO computer con i LORO sistemi operativi e i
      LORO chip fritz e simili dopo un certo periodo
      per ovvie ragioni non sarà più possibile o sarà
      sempre più difficile e costoso e malvisto
      comprare con i NOSTRI soldi un pc dove entriamo
      solo NOI e su cui girano OS e applicazioni che
      diciamo solo NOI.L'errore che hai fatto (forse per colpa mia) dipende dal fatto che il mio post (non sono quello con cui stavi parlando) si e' inserito a commento o precisazione nel mezzo della tua discussione con l'altra persona... IO mi limitavo a precisare che pur essendo (a mia volta) CONTRO l'uso delle piattaforme crittografiche per limitare la liberta' della gente sarebbe sbagliato non tenere conto che:1) esiste un sistema di leggi e principi costituzionali che va difeso perche' ci garantisce.2) Il software open e' una efficace protezione dalla pretesa di usare la tecnologia "contro" anziche a vantaggio di tutti noi.3) non basta certo un chip a decretare il successo o l'insuccesso del TCG il problema riguarda molte diverse questioni (leggi, software, open standards ecc.) che e' presente CON O SENZA hardware o iniziative come quella del TCG... la sola esistenza di monopoli e' di per se' una minaccia sufficiente a doverci preoccupare della nostra liberta' di scelta ;) ;) ;) ;) ;) ... saluti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Da Palladium a NGSCB
    - Scritto da: Anonimo


    Mai sceglierò la SICUREZZA a discapito della

    LIBERTA'!

    Hai scordato di mettere nell'elenco Linux e
    MacOSX gli unici SO che gia supportano TCPA.Peccato che nel caso di Linux che non supporta affatto il TCPA bensi' semplicemente la crittografia in hardware (come molti altri O.S.) tu abbia il sorgente e quindi spetti a te (UTENTE) stabilire cosa e' TRUSTED e cosa non lo e'.... a differenza di TUTTE le piattaforme CLOSED!!!Quale e' la parte di closed e crittografia che non ti e' chiara? :p :p :p :p :p :p :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Parte già con un piede nella "fossa"
    - Scritto da: Anonimo
    Grazie SHA1 :|TrooooollllllllIl fatto di trovare una "collisione" e' ben lontano dal far si che tale "collisione" rapprenti un codice "eseguibile" sulla macchina target (dato che tale, cioe' eseguibile, dovrebbe essere l'exploit)....Spero proprio che i futuri "crackers" siano un pelino piu' istruiti di te' :p :p :p :p :p :p :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Piu' la sfida si fa' complessa

    Si potrebbe provare con una virtual machine, per
    simulare un chip molto molto arrendevole :DCerto tant'e' vero che i software che girano le virtual machines hanno (per costruzione) una parte di software che rmula il bios (ovviamente con una quantita' di "arrendevolezza" incrementabile alla bisogna)...Un simulatore di "fritz" e' anche a disposizione in vari SDK che servono per sviluppare embeddeded! assieme ai "reference design"... basta googlare un pochino!!!! :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Stiamo a vedere...
    - Scritto da: Anonimo
    anche se condivido quanto esposto da elessar nel
    suo post "Finchè è così secondo me va bene" non
    dimentichiamo la doppia faccia riguardo alla
    "libertà
    di scelta dell'utente" da parte di Micro$oft,
    tanto per
    citare il primo della lista dei "fratelli" TC.
    Avete presente le "vecchie sole" del tipo
    "Cancella
    history", "Disabilita Update",browser integrato?
    Già detto e già sentito, direte. Stravero! Ma è
    anche
    vero che la history NON veniva di fatto
    cancellata e
    l'update disabilitato NON impediva le patch via
    www
    e qualsiasi browser alternativo era sempre OWNED
    da explorer.. E allora ci fidiamo? io mica
    tanto... :|

    Prima elementare? :| .
  • EverythingYouKn scrive:
    PASSIAMO ATUTTO OPENSOURCE:hard&softWARE
    PASSIAMO AL TUTTO OPENSOURCE: hard&softWARE!!!!!!!!Operating System OpenSource+antivirus OpenSource+ (http://sourceforge.net/projects/openantivirus )bios OpenSouce+CPU OpenSource = UltraSparcT1http://www.javaopenbusiness.it/JobEditorial/newsCategoryViewProcess.jsp?editorialID=4509W Richard Stallman:http://www.webweavertech.com/ovidiu/weblog/gallery/richard-stallman/richard-stallman-Images/1.jpg
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    - Scritto da: Anonimo
    questa è un'ottima pratica.Fino al prossimo "service pack" eheheh....Mai letto il cosidetto EULA?....No?... allora siediti leggi e pensaci....quando avrai finito la lettura avrai capito che il solo "kit" che tu possa usare con qualche speranza di successo si chiama "open source"....Saluti e buona lettura! :D :p :| ;) ;) ;) ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software

    che!??...
    ...il chip del BIOS lo estrai della scheda madre
    e lo sostituisci con uno che ti fai col tuo
    "programmatore" per PIC...Scommetti che non saranno piu' su zoccolino?
  • Anonimo scrive:
    Re: Kit per acquisto consapevole
    questa è un'ottima pratica.
  • Anonimo scrive:
    Stiamo a vedere...
    anche se condivido quanto esposto da elessar nelsuo post "Finchè è così secondo me va bene" nondimentichiamo la doppia faccia riguardo alla "libertàdi scelta dell'utente" da parte di Micro$oft, tanto percitare il primo della lista dei "fratelli" TC.Avete presente le "vecchie sole" del tipo "Cancellahistory", "Disabilita Update",browser integrato?Già detto e già sentito, direte. Stravero! Ma è anchevero che la history NON veniva di fatto cancellata el'update disabilitato NON impediva le patch via wwwe qualsiasi browser alternativo era sempre OWNEDda explorer.. E allora ci fidiamo? io mica tanto... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: Sandro kensan

    - Scritto da: avvelenato



    - Scritto da: zirgo[...]

    L'unica possibilità è:

    1) cattiva implementazione (baco)
    2) aprire il chip fritz o comunque leggere le
    chiavi private
    3) nuova scoperta matematica che sbricioli la
    solidità dell'algoritmo RSA in un tempo umano e
    non sideraleO usare un approccio diverso. Non mi ricordo il titolo, ma avevo letto qualcosa di IBM in cui si usava il rumore elettromagnetico o l'assorbimento di potenza di un chip crittografico per indovinare le chiavi... =)
  • Anonimo scrive:
    Re: Fritz funziona come l'XBOX 360
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    [...]





    Insomma, siamo fregati come per la 360.



    Vabbè finirà come sulla prima xbox...

    O magari con un bel progettone di grid computing
    :) .Scordati attacchi brute force. Cio' non vuol dire che sia l'unico approccio possibile. Cercati su google "Robbing the bank with a theorem prover"... (=
  • Anonimo scrive:
    Re: Io almeno ci provo e Non mi Arrendo
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Crazy










    un bel giorno ci spiegherai anche come mai



    continui a propinare queste informazioni del



    tutto false





    Se fossero false, non mi romperei le scatole a


    fare campagne di informazione su cosa

    comportera`


    alle nostre vite il Trusted Computing.



    e invece sono false eccome, e in passato ti è
    già

    stato ampiamente spiegato e dimostrato in
    maniera

    inconfutabile

    Detecting ip address ...
    Scanning ....
    Scanning ...
    Scann... 207.46.18.30/

    Accessing dns database ...
    http://www.microsoft.com/ TANA!(troll2)
  • Anonimo scrive:
    Re: Io almeno ci provo e Non mi Arrendo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Crazy







    un bel giorno ci spiegherai anche come mai


    continui a propinare queste informazioni del


    tutto false



    Se fossero false, non mi romperei le scatole a

    fare campagne di informazione su cosa
    comportera`

    alle nostre vite il Trusted Computing.

    e invece sono false eccome, e in passato ti è già
    stato ampiamente spiegato e dimostrato in maniera
    inconfutabileDetecting ip address ...Scanning ....Scanning ...Scann... 207.46.18.30/Accessing dns database ... http://www.microsoft.com/ TANA! :D .
  • Anonimo scrive:
    Kit per acquisto consapevole
    Vorrei proporre la realizzazione di un kit per l'acquisto consapevole, da installare su chiavetta USB in modo da poter verificare qualsiasi PC prima di comprarlo.Ad esempio, un kit molto rudimentale potrebbe essere costituito da una chiavetta con installato VLC per windows (che puo' girare senza installazione). L'acquirente dovrebbe poi avere con se una copia originale di un DVD o di un CD audio di sua proprieta'.Prima di acquistare un PC dovrebbe essere verificata la possibilita' di visionare il DVD o di ascoltare il CD tramite il proprio lettore VLC contenuto nella chiavetta.Se, come avviene gia' per alcuni portatili in commercio (verificato di persona), cio' non fossse possibile, allora l'acquisto dovrebbe essere evitato in modo assoluto. Se cio' fosse possibile, allora il PC in questione non sarebbe palesemente TCP.Un kit piu' evoluto potrebbe contenere un sw per windows in grado di verificare la presenza/abilitazione del chip fritz (non mi risulta che ce ne siano gia' in circolazione).
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto per precisione
    - Scritto da: Mariobusy

    - Scritto da: Anonimo



    attacchi esterni al pc, avete presente tutti


    quei



    simpatici dispositivi wi-fi che ci girano
    per



    casa


    Allora perchè non li montano solo sui

    dispositivi


    wifi?



    Perchè servono per autenticare ogni dispositivo

    che puoi collegare al pc è un progetto di più

    ampio respiro. Il wi-fi è uno degli aspetti.

    Possiamo parlare di modem tastiere etc...

    Scusa, ma per soddisfare gran parte della
    sicurezza per dispositivi wireless non ti sembra
    sufficiente un'oculata gestione dei permessi a
    livello MAC address? Il MAC address può essere "annusato" e spoofato con le conseguenze che sipossono immaginare. Una volta spoofato il mac.ad, "lavori" sulla password (da 500k a 2M di pacchetti da intercettare). Esistono le necessarie utility per il mac spoofinghttp://www.gorlani.com/publicprj/macmakeup/macmakeup.asphttp://slagheap.net/etherspoof/http://www.wardrive.net/etc., etc..All'occhio fraterno di google non sfugge niente http://www.google.it/search?hl=it&q=mac+address+spoofing&btnG=Cerca+con+Google&meta=Al massimo ti difendi dal vicino di casa nubbio e lamerone che vorrebbe navigare a scrocco con la TUA connessione. Ne so qualche cosa io e forse i caramba della locale stazione, visto che per certi soggetti (mac filter + pwd) su wifi lan = criminale

    PS perchè non ti registri con un nick?Appello sostanzialmente inutile: le cazzate possono essere sparate anche da dietro un nick.E comunque sono un altro anonimoCiao
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbio tecnico
    - Scritto da: Anonimo
    Basta usare come seme il numero di serie del chip
    e il codice del produttore ... Come seme di che?
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Quello che mi preoccupa
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Sandro kensan

    - Scritto da: Anonimo



    Mi chiedo anche come potrebbe funzionare la
    cosa


    in caso di guerra, fredda o calda.


    Ad esempio i computer cinesi monteranno i chip


    Fritz ?


    Sarà come adesso, il chip Fritz servirà per

    contrastare il terrorismo in occidente e servirà

    per censurare in oriente. Detiene le chiavi
    delle

    menti occidentali (nel senso della casalinga di

    Voghera) chi ha le chiavi private del sistema,

    insomma i Padroni.

    E secondo te i cinesi lascierebbero che le chiavi
    le tenga Bush ? Perche HP vende anche in cina;
    oppure si punta alla regionalizzazione dei
    processori ?La crittografia da parecchie possibilità, immagino per esempio un master chip fatto in Cina senza il quale il sistema non funziona. oppure immagino microchip made in Taipei.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbio tecnico
    Basta usare come seme il numero di serie del chip e il codice del produttore ... - Scritto da: Anonimo

    Per generare una coppia di chiavi l'unica e'
    sparare un numero random e sottoporlo a ripetuti
    test di primalita'.
    Difficile non generare doppioni, specie se i
    produttori sono diversi nel mondo.
    Come puo' fare un costruttore di chip Fritz a
    garantire che la coppia di chiavi generata sia
    unica ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Io almeno ci provo e Non mi Arrendo
    - Scritto da: Crazy




    un bel giorno ci spiegherai anche come mai

    continui a propinare queste informazioni del

    tutto false

    Se fossero false, non mi romperei le scatole a
    fare campagne di informazione su cosa comportera`
    alle nostre vite il Trusted Computing.e invece sono false eccome, e in passato ti è già stato ampiamente spiegato e dimostrato in maniera inconfutabile
  • Anonimo scrive:
    Re: ReactOS è l'alternativa

    Da notare una cosa: occorre, per tale OS, creare
    una distro differente, in quanto, i coders, han
    tutta l'intenzione di generare un ROS quasi
    completamente uguale a XP/2k3 Server, non
    implementando altre soluzioni per la sicurezza e
    la funzionalità del sistema.
    Veramente scaduta come cosa. Speriam che, i
    produttori della prima distro tratta da ROS,
    siano più furbi di sti coders.Qualunque cosa vogliano fare prevede l'infrazione di decine e decine di copyright quindi e' destinata al fallimento...
  • Anonimo scrive:
    Re: Quello che mi preoccupa
    - Scritto da: Sandro kensan
    - Scritto da: Anonimo

    Mi chiedo anche come potrebbe funzionare la cosa

    in caso di guerra, fredda o calda.

    Ad esempio i computer cinesi monteranno i chip

    Fritz ?
    Sarà come adesso, il chip Fritz servirà per
    contrastare il terrorismo in occidente e servirà
    per censurare in oriente. Detiene le chiavi delle
    menti occidentali (nel senso della casalinga di
    Voghera) chi ha le chiavi private del sistema,
    insomma i Padroni.E secondo te i cinesi lascierebbero che le chiavi le tenga Bush ? Perche HP vende anche in cina; oppure si punta alla regionalizzazione dei processori ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Da Palladium a NGSCB

    Mai sceglierò la SICUREZZA a discapito della
    LIBERTA'! Hai scordato di mettere nell'elenco Linux e MacOSX gli unici SO che gia supportano TCPA.
  • Anonimo scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.
    - Scritto da: DavidC73


    Certo, se poi incominceranno a girare delle

    architetture 'trusted-only'... che se le
    tengano.

    La libertà di scelta dell'utente non dev'essere

    discussa; se vuole usare applicazioni untrusted

    dev'essere libero di farlo.

    il vero problema è che la gran massa degli
    uTONTI, non sa nemmeno che il problema esiste,
    quindi se lorsignori (Zio Bill G, il caro Steve
    J, Intel, AMD & co) iniziano a produrre e vendere
    solo architetture "trusted" nel giro ti pochi
    anni esisteranno solo quelle e allora Bush e
    governi lecchini potranno anche decidere, con la
    scusa di facilitare alle polizie il compito di
    scovare i terroristi islamici (e già che ci sono,
    anche di controllare i comunisti) che è meglio
    non consentire l'installazione di quei sistemi
    bolscevichi come Linux o FreeBSD anche se questo
    provocherà le proteste di qualche decina di
    migliaia di Utenti che poi in fondo sono filo-Bin
    Laden (o almeno comunisti).A parte il fatto che il mercato server è in mano a BSD, Linux e affini. Prima di dire fregnacce diamo un occhiata alle statistiche su http://news.netcraft.com/Cioè questi personaggi sarebbero cannaioli filo-binladen da centro sociale?http://toolbar.netcraft.com/site_report?url=www.poliziadistato.it :D .
    • DavidC73 scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.

      A parte il fatto che il mercato server è in mano
      a BSD, Linux e affini. Prima di dire fregnacce
      diamo un occhiata alle statistiche su
      http://news.netcraft.com/

      Cioè questi personaggi sarebbero cannaioli
      filo-binladen da centro sociale?
      http://toolbar.netcraft.com/site_report?url=www.po

      :D .Ti prego di non essere offensivo, un opinione può non essere condivisa, può anche essere strampalata ma non per questo va bollata come "fregnaccia", poi non capisco la tua argomentazione, sto parlando degli utenti desktop non dei server di utenti "speciali", che la polizia di stato usi apache/linux non può che farmi piacere ciò non toglie che prima o poi potrebbe essere impedito "per legge e tramite fritz e consimili" agli utenti desktop "comuni" di installare sistemi operativi liberi e software non gradito al governo di turno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        - Scritto da: DavidC73



        A parte il fatto che il mercato server è in mano

        a BSD, Linux e affini. Prima di dire fregnacce

        diamo un occhiata alle statistiche su

        http://news.netcraft.com/



        Cioè questi personaggi sarebbero cannaioli

        filo-binladen da centro sociale?


        http://toolbar.netcraft.com/site_report?url=www.po



        :D .

        Ti prego di non essere offensivo, un opinione può
        non essere condivisa, può anche essere
        strampalata ma non per questo va bollata come
        "fregnaccia", poi non capisco la tua
        argomentazione, sto parlando degli utenti desktop
        non dei server di utenti "speciali", che la
        polizia di stato usi apache/linux non può che
        farmi piacere ciò non toglie che prima o poi
        potrebbe essere impedito "per legge e tramite
        fritz e consimili" agli utenti desktop "comuni"
        di installare sistemi operativi liberi e software
        non gradito al governo di turno.Peccato che sul MIO computer pagato coi MIEI soldi dove stanno i MIEI dati io ci metto (per costituzione e legge) quel diavolo che MI pare!In caso contrario non si tratta del MIO computer pagato con i MIEI soldi...Bensi si tratta del LORO computer (su cui possono mettere quello che a LORO aggrada)... ma in tal caso anche i soldi per comrarlo e farlo saranno i LORO non certo i MIEI! :p :p :p :p :p :p In caso contrario... non si tratta ne si trattera' mai del MIO computer e tantomeno dei MIEI soldi usciti dal MIO portafogli!....Spero di essere stato chiaro! ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;)
  • Crazy scrive:
    Io almeno ci provo e Non mi Arrendo


    un bel giorno ci spiegherai anche come mai
    continui a propinare queste informazioni del
    tutto falseSe fossero false, non mi romperei le scatole a fare campagne di informazione su cosa comportera` alle nostre vite il Trusted Computing.Tutto quello che faccio, lo faccio con un unico scopo: cercare di far conoscere alla gente il Trusted Computing, in modo che, conoscendolo, possano evitarlo.Evitarlo, sognifica non comprarlo, non comprarlo significa non finanziarlo.Quando una azienda vede che con la nuova politica non vende, torna a breve sui suoi passi.Detto in termini piu` semplice: se ci sara` una sufficientemente forte campagna di Boicottaggio ai Prodotti TC, il trusted Computing fallira` e potremo continuare a vivere tranquillamente utilizzando i Computer a cui la maggior parte della gente era abituata con Windows.Se invece il Trusted Computing prendera` piede e diverra` una realta` del futuro, a quel punto, solo che ne capisce un po', potra` cercare di starne fuori comperando Hardware e Software che non siano Trusted.Io personalmente, come ho detto piu` volte, non intendo minimamente dare la soddisfazione al Trusted Computing di far arrivare loro miei soldi, piuttosto, mi rovino ad utilizzare un 286 con Win3.1.In ogni caso, come da me detto tempo fa, ho trovato una alternativa migliore a Windows 3.1 e si chiama React OS, stosolo aspettando che venga sviluppato, e spero che ora, visto il raggiungimento del 90% degli obiettivi, inizia ad essere sviluppato un po' piu` rapidamente di come e` riuscito fino ad ora, cosi`, potro` utilizzare un Computer non Trusted ma con un'interfaccia grafica al quanto familiare.E speriamo che io non sia l'unico a fare cio`... ma so gia` di non essere l'unico
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Quello che mi preoccupa
    - Scritto da: Anonimo
    Mi chiedo anche come potrebbe funzionare la cosa
    in caso di guerra, fredda o calda.
    Ad esempio i computer cinesi monteranno i chip
    Fritz ?Sarà come adesso, il chip Fritz servirà per contrastare il terrorismo in occidente e servirà per censurare in oriente. Detiene le chiavi delle menti occidentali (nel senso della casalinga di Voghera) chi ha le chiavi private del sistema, insomma i Padroni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Certi Player non li puoi Installare
    - Scritto da: Crazy




    AHAHAH E tu credi ad un'"indiscrezione
    trapelata"

    da un sito terzo e riportata su PI in tre righe?

    E per di più la riporti errata (non "player", ma

    "contenuti": inutile riportare a galla la
    vecchia

    storia del WMP).

    Solo Contenuti?
    OK, vado a rileggere l'Articolo... toh, ho
    trovato un paio di righe interessanti, te le
    cito:
    " se Vista identificherà, ad esempio, il lancio
    di un lettore multimediale non autorizzato, non
    conforme agli standard per il DRM, potrà
    automaticamente terminarlo "
    Un Lettore non Autorizzato e` un Lettore che non
    contiene le chiavi TC che vanno a combaciare con
    quelle del TPM.
    Windows Vista nota la discrepanza e ti ammazza il
    processo a priori.
    Per farsi approvare un Software dal TCG si paga,
    e quando si paga si vogliono recuperare le spese,
    quindi, tutti i programmini gratuiti che ti
    potevi scaricare prima, e non parlo di piratarli,
    parlo di Software Sharaware, potranno o diventare
    Open Source o diventare a pagamento... e se uno
    voleva tenersi l'esclusiva del Programma senza
    pagare il Pizzo al TCG?
    No, non si puo`
    Oltre ai Processi, il Trusted Computing ammazza
    anche la concorrenzaun bel giorno ci spiegherai anche come mai continui a propinare queste informazioni del tutto false
  • Anonimo scrive:
    Re: Quello che mi preoccupa
    - Scritto da: KrecKer
    In questa vicenda mi preoccupano due cose:
    1) Non tanto cosa fara' il "sistemone" TCPA nel
    prossimo futuro, ma cosa e' in grado di fare un
    sistema basato su certificazioni esterne di
    questo tipo.
    Chiunque abbia un minimo di conoscenza sul
    funzionamento della crittografia si rende conto
    che le potenzialita' di un sistema "full TC", una
    volta a regime, diffuso e socialmente accettato
    sono molto elevate.
    Gia' il fatto che situazioni limite come quelle
    presentate da articoli dei giorni passati o
    riportate su www.no1984.org siano possibili,
    anche se improbabili, mi inquietano non poco.
    Il fatto che "potenzialmente" un gruppo ristretto
    di persone possono decidere cosa e' "bene" e cosa
    e' "male" che funzioni sui dispositivi delle
    masse e' terribilmente pericoloso.Mi chiedo anche come potrebbe funzionare la cosa in caso di guerra, fredda o calda.Ad esempio i computer cinesi monteranno i chip Fritz ?
    Infondo la storia ci insegna che tutte le
    limitazioni delle liberta' dell'uomo sono
    arrivate per gradi e lentamente. Talmente
    lentamente che gli stessi oggetti di tali
    limitazioni le hanno accettate o "trascurate"
    fino all'ultimo.Bhe, in termini informatici ci stanno mettendo tantissimo: tieni conto della velocita' di sviluppo del mondo informatico.
    2) Il fatto che oggi giorno con la scusa che e'
    per la sua sicurezza alla massia di Voghera (che
    e' il bacino di utenza medio del PC) possono far
    credere qualsiasi cosa ed accettare qualsiasi
    restrizione.
  • KrecKer scrive:
    Quello che mi preoccupa
    In questa vicenda mi preoccupano due cose:1) Non tanto cosa fara' il "sistemone" TCPA nel prossimo futuro, ma cosa e' in grado di fare un sistema basato su certificazioni esterne di questo tipo.Chiunque abbia un minimo di conoscenza sul funzionamento della crittografia si rende conto che le potenzialita' di un sistema "full TC", una volta a regime, diffuso e socialmente accettato sono molto elevate.Gia' il fatto che situazioni limite come quelle presentate da articoli dei giorni passati o riportate su www.no1984.org siano possibili, anche se improbabili, mi inquietano non poco.Il fatto che "potenzialmente" un gruppo ristretto di persone possono decidere cosa e' "bene" e cosa e' "male" che funzioni sui dispositivi delle masse e' terribilmente pericoloso.Infondo la storia ci insegna che tutte le limitazioni delle liberta' dell'uomo sono arrivate per gradi e lentamente. Talmente lentamente che gli stessi oggetti di tali limitazioni le hanno accettate o "trascurate" fino all'ultimo.2) Il fatto che oggi giorno con la scusa che e' per la sua sicurezza alla massia di Voghera (che e' il bacino di utenza medio del PC) possono far credere qualsiasi cosa ed accettare qualsiasi restrizione.Ciao,Matteo
  • gerry scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Anonimo

    Non è proprio vero. Almeno non in Italia

    In Italia per legge devono concederti almeno la
    copia analogica.....Non proprio. Con la legge che ha recepito l'EUCD è fatto divieto di bypassare qualsiasi protezione applicata ai prodotti.In pratica, hai diritto a fare la copia ma è vietato violare le protezioni.Se il file è protetto, non lo puoi copiare
  • Anonimo scrive:
    Re: Come leggere un'intera pagina e non
    - Scritto da: Anonimo

    si potrebbe cercare di fottere il chip nel

    momento in cui viene "invocato" dal bios, cosi

    come si potrebbe cercare di redirezionare le

    chiamate al chip quando c'e' un programma che

    tenta di accedere alla sue funzionalita. Un po

    come il rootkit della sony.

    Penso che a meno che non mettano puer i
    programmi

    in rom un modo si dovrebbe trovare...

    Bella sfida

    Il programma e' criptato se non si attiva il
    Fritz non lo si puo' eseguire perche' non lo si
    puo' leggere.si, ma per attivare il chip dovra' inviare al chip qualcosa...Si potrebbe studiare questo "bootstrap", magari anche se e' criptato e' unico per tutti i programmi che vogliono chiamare fritz...
  • Crazy scrive:
    Certi Player non li puoi Installare


    AHAHAH E tu credi ad un'"indiscrezione trapelata"
    da un sito terzo e riportata su PI in tre righe?
    E per di più la riporti errata (non "player", ma
    "contenuti": inutile riportare a galla la vecchia
    storia del WMP).Solo Contenuti?OK, vado a rileggere l'Articolo... toh, ho trovato un paio di righe interessanti, te le cito:" se Vista identificherà, ad esempio, il lancio di un lettore multimediale non autorizzato, non conforme agli standard per il DRM, potrà automaticamente terminarlo "Un Lettore non Autorizzato e` un Lettore che non contiene le chiavi TC che vanno a combaciare con quelle del TPM.Windows Vista nota la discrepanza e ti ammazza il processo a priori.Per farsi approvare un Software dal TCG si paga, e quando si paga si vogliono recuperare le spese, quindi, tutti i programmini gratuiti che ti potevi scaricare prima, e non parlo di piratarli, parlo di Software Sharaware, potranno o diventare Open Source o diventare a pagamento... e se uno voleva tenersi l'esclusiva del Programma senza pagare il Pizzo al TCG?No, non si puo`Oltre ai Processi, il Trusted Computing ammazza anche la concorrenza
  • Anonimo scrive:
    Re: Piu' la sfida si fa' complessa
    - Scritto da: Alessandrox
    e la soluzione tecnica piu' complicata e meno
    sara0 significativa socialmente...
    A che serve trovare il modo di crakkare/bypassare
    il TC se questo richiedera' competenze tecniche
    elevate?
    Solo pechi geek potranno beneficiarne e l'
    industria avrebbe comunque sostanzialmente vintoTi sei mai craccato un programma da solo per quanto semplice fosse ? No di solito ti scarichi il crack.Ti sei mai craccato la playstation ? No, vai da uno e ti fai mettere il mod chip....Quindi cosa ti cambia rispetto ad adesso ?
    - Scritto da: Anonimo


    Il programma esterno potrebbe essere il BIOS


    del computer con tale driver embedded?

    si potrebbe cercare di fottere il chip nel

    momento in cui viene "invocato" dal bios, cosi

    come si potrebbe cercare di redirezionare le

    chiamate al chip quando c'e' un programma che

    tenta di accedere alla sue funzionalita. Un po

    come il rootkit della sony.

    Penso che a meno che non mettano puer i

    programmi in rom un modo si dovrebbe trovare...

    Bella sfida Si potrebbe provare con una virtual machine, per simulare un chip molto molto arrendevole :D
  • Alessandrox scrive:
    Piu' la sfida si fa' complessa
    e la soluzione tecnica piu' complicata e meno sara0 significativa socialmente...A che serve trovare il modo di crakkare/bypassare il TC se questo richiedera' competenze tecniche elevate?Solo pechi geek potranno beneficiarne e l' industria avrebbe comunque sostanzialmente vinto- Scritto da: Anonimo

    Il programma esterno potrebbe essere il BIOS del

    computer con tale driver embedded?

    si potrebbe cercare di fottere il chip nel
    momento in cui viene "invocato" dal bios, cosi
    come si potrebbe cercare di redirezionare le
    chiamate al chip quando c'e' un programma che
    tenta di accedere alla sue funzionalita. Un po
    come il rootkit della sony.
    Penso che a meno che non mettano puer i programmi
    in rom un modo si dovrebbe trovare...
    Bella sfida
  • Crazy scrive:
    E il BIOS a chi lo lasci?

    Quoto!
    E' notizia proprio di qualche tempo fà, passata
    anche su PI, che la nota casa produttrice di
    firmware la Phoenix aveva già pronto un nuovo
    tipo di BIOS che taglierà i ponti con le
    convenzionali schermate alle quali siamo abituati
    ove possiamo gestire un po' tutto, per divenire
    un "mini" sistema operativo blindato,
    implementando (indovinate un po') il pieno
    supporto alle specifiche TC e il controllo sulla
    certificazione del software che si vuole
    installare tramite l'architetture fritz, etc...

    Informate tutti quelli che conoscete, queste
    porcherie si possono affondare solo con il
    boicottaggio e quest'ultimo per essere efficace
    deve coinvolgere il maggior numero di persone!
    Infatti, non sara` il TPM in prima persona ad imporre le limitazioni, ma sta tranquillo che il Bios, grazie alle chiavi generate dal TPM, ne blocchera` tante, Hardware e Software, e qui c'e il Link all'Articolo n questione:" http://punto-informatico.it/p.asp?i=54625&r=PI "Toh, un Bios Trusted... chissa` cosa fara...
  • Anonimo scrive:
    Re: Come leggere un'intera pagina e non

    si potrebbe cercare di fottere il chip nel
    momento in cui viene "invocato" dal bios, cosi
    come si potrebbe cercare di redirezionare le
    chiamate al chip quando c'e' un programma che
    tenta di accedere alla sue funzionalita. Un po
    come il rootkit della sony.
    Penso che a meno che non mettano puer i programmi
    in rom un modo si dovrebbe trovare...
    Bella sfida Il programma e' criptato se non si attiva il Fritz non lo si puo' eseguire perche' non lo si puo' leggere.
  • Sandro kensan scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: gerry
    Fai un discorso puramente tecnologico, ma io
    sottovaluterei che comunque ci sono uomini
    dietro.

    A parte i bachi (sebbene nei chip siano rari), la
    cosa più probabile è che qualcuni venda le chiavi
    private, oppure che qualcuno metta le mani sulle
    informazioni prima che vengano crittate.
    Come diceva Mitnick, l'anello debole è quasi
    sempre l'uomo.Ben detto gerry,in effetti le chiavi private dovrebbero essere in possesso di uomini e quindi potrebbero essere divulgate anche per favorire la pirateria che ha fatto ricco Bill gates.Verissimo è anche che il software potrebbe non essere reso sicuro ed essere contrabbandato anche con il consenso sottobanco di zio bill, comunque vedrei la cosa più come una manovra pro-pirateria che come un anello debole della catena, se si vuole queste falle sono facilmente tamponabili.Credo però che non sia interesse di nessuno bloccare la pirateria di punto in bianco.
  • Mariobusy scrive:
    Re: Da Palladium a NGSCB
    - Scritto da: Anonimo
    Curiosa la politica Microsoft, dal momento che il
    progetto "Palladium" aveva riscontrato una "forte
    opposizione del pubblico", hanno cambiato il nome
    del progetto in "NGSCB".

    Notare bene: NON hanno fermato/modificato il
    progetto: gli hanno cambiato il NOME.
    Sperano che utilizzando un nome impronunciabile
    la gente non se ne accorga?
    Questo lascia capire quanta considerazione abbia
    Microsoft nei confronti dei propri clienti...Infatti: hanno cambiato il nome, ma non il progetto! 8) Ecco i vari nomi riconducibili al complotto Palladium NGSCB: PALLADIUM NGSCB DRM TIA TCPATra i primi dispositivi HardWare già pronti per questo Palladium NGSCB:il nuovo Vaio Bx di Sony,Toshiba Tecra S3,Panasonic Toughbook,Fujitsu LifeBook T4020,Intel Pentium D 820, 830 e 840 Dual Coree relativo ChipSet Intel 945G Mai sceglierò la SICUREZZA a discapito della LIBERTA'! ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: ReactOS è l'alternativa
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Ragazzi, quando uscirà Vista sui computer TC,
    la


    cosa migliore da fare sarà passare su ReactOS,


    un'implementazione libera di Windows. Per
    adesso


    è ancora in alfa, ma sta facendo passi da

    gigante


    e presto sarà utilizzabile a tutti gli effetti

    al


    posto dei sistemi Microsoft....



    Mica tanto.

    Se mi togli la risata finale non vale. :D :D ReactOS, ora come ora, è stato bloccato, in quanto, hanno beccato dei coders che decompilavano il codice di Windows, per inserirlo, in certi modi, sull'OS suddetto. Pertanto, ora stanno analizzando il codice, rimuovendo le parti ottenute dall'OS Windows, oltre ad interpellare avvocati e giudici per scoprire se son denunciabili.Da notare una cosa: occorre, per tale OS, creare una distro differente, in quanto, i coders, han tutta l'intenzione di generare un ROS quasi completamente uguale a XP/2k3 Server, non implementando altre soluzioni per la sicurezza e la funzionalità del sistema.Veramente scaduta come cosa. Speriam che, i produttori della prima distro tratta da ROS, siano più furbi di sti coders.
  • gerry scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: Sandro kensan
    L'unica possibilità è:

    1) cattiva implementazione (baco)
    2) aprire il chip fritz o comunque leggere le
    chiavi private
    3) nuova scoperta matematica che sbricioli la
    solidità dell'algoritmo RSA in un tempo umano e
    non sideraleFai un discorso puramente tecnologico, ma io sottovaluterei che comunque ci sono uomini dietro.A parte i bachi (sebbene nei chip siano rari), la cosa più probabile è che qualcuni venda le chiavi private, oppure che qualcuno metta le mani sulle informazioni prima che vengano crittate.Come diceva Mitnick, l'anello debole è quasi sempre l'uomo.
  • Mariobusy scrive:
    Re: Tanto per precisione
    - Scritto da: Anonimo


    attacchi esterni al pc, avete presente tutti

    quei


    simpatici dispositivi wi-fi che ci girano per


    casa

    Allora perchè non li montano solo sui
    dispositivi

    wifi?

    Perchè servono per autenticare ogni dispositivo
    che puoi collegare al pc è un progetto di più
    ampio respiro. Il wi-fi è uno degli aspetti.
    Possiamo parlare di modem tastiere etc...Scusa, ma per soddisfare gran parte della sicurezza per dispositivi wireless non ti sembra sufficiente un'oculata gestione dei permessi a livello MAC address? PS perchè non ti registri con un nick?
  • elcabesa scrive:
    Re: Fattorizzazione dei numeri primi


    Chi dovesse scoprilo diventerebbe il padrone del

    mondo, oltre a mandare in fumo in un solo
    istante

    tutti sistemi di firma digitale e di protezione

    crittografica del mondo intero.

    Io ho scoperto come scomporre un numero nei suoi
    fattori primi. Se mi dai tempo, anche per numeri
    molto grandi. Ora dammi il posto che mi spetta da
    padrone del mondo.ok, cambiamo la posta devi trovare un modo di scomporre un numero intero in fattori in un tempo ragionevole, e quindi con un algoritmo O(N) :) oppure anche più complesso, devi trovare un modo che se ti raddoppiano la lunghezza della chiave il tempo x decriptarla non passa da 2 giorni a 2 anni ;)ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: In nome della sicurezza...
    - Scritto da: Anonimo
    voglio poter farmi le canneQUOTO
  • Anonimo scrive:
    Re: Come leggere un'intera pagina e non
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: avvelenato



    - Scritto da: Anonimo





    Ovvero farà girare solo applicazioni e giochi


    "signed", ovvero firmate a 2048 bit da

    Microsoft.





    Per decriptare un exe a 2048 bit e
    individuare


    la chiave segeta di Bill (in modo da poterla


    usare per far girare programmi fatti da noi)
    ci


    vorrebbero 100-200 anni (con un
    supercomputer).





    Insomma, siamo fregati come per la 360.



    Come leggere un'intera pagina e non capirci un

    emerito cazzo.



    "Il Fritz Chip è un componente del tutto passivo

    e non prende nessuna iniziativa per conto suo:

    non "controlla" il processo di avviamento del PC

    ("bootstrap") e non lo può bloccare. Non

    controlla e non blocca i programmi "sgraditi" e

    non dispone di nessuna lista di programmi

    "certificati". Le funzionalità del Fritz Chip

    devono essere invocate da un programma esterno,

    attraverso un apposito driver. Sarà il programma

    esterno a decidere sulla "politica" di sicurezza

    che deve essere messa in atto."

    Il programma esterno potrebbe essere il BIOS del
    computer con tale driver embedded?si potrebbe cercare di fottere il chip nel momento in cui viene "invocato" dal bios, cosi come si potrebbe cercare di redirezionare le chiamate al chip quando c'e' un programma che tenta di accedere alla sue funzionalita. Un po come il rootkit della sony.Penso che a meno che non mettano puer i programmi in rom un modo si dovrebbe trovare...Bella sfida
  • Anonimo scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.
    - Scritto da: elessar
    Tanti si lanciano a priori contro il Trusted
    Computing & similia. Secondo me se il Fritz
    finchè non viene integrato all'interno di CPU,
    GPU e altre parti del PC, ed è possibile a)
    sapere quando è attivo e b) disattivarlo quando
    non lo si desidera (ovviamente rinunciando alle
    funzioni che abilita), non potrà che essere
    utile.Si, messa cosi' suona bene.Un PGP integrato che l'utente puo' essere libero di utilizzare per proteggere i propri dati e le prorpie comunicazioni, in modo abbastanza trasparente.Fermo restando che il PGP e' utile solo a chi lo sa usare perche' chi non lo sa usare corre due grossi rischi:il primo e' quello di dimenticarsi la chiave e quindi non riuscire piu' ad accedere ai propri documenti criptati.il secondo e' quello di far comunque veicolare le informazioni in chiaro per spedirle via mail, trasferirle da un PC all'altro, o semplicemente farne un backup da qualche parte.Senza contare che se le informazioni risiederanno su HD in modalita' criptata e il sistema operativo si inchiodasse (evento frequentissimo a casa degli utonti come tutti qui sappiamo), il recupero di tutti i documenti diventera' impossibile.
    Certo, se poi incominceranno a girare delle
    architetture 'trusted-only'... che se le tengano.Questo e' poco ma sicuro.Il trusted lo attivo io quando voglio e come voglio.Non lo attivano certo le applicazioni senza la mia autorizzazione o peggio a mia insaputa.
    La libertà di scelta dell'utente non dev'essere
    discussa; se vuole usare applicazioni untrusted
    dev'essere libero di farlo.Questo e' il sacrosanto punto di vista dell'utente, che non coincide col punto di vista di quelli la'...
  • Anonimo scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.
    - Scritto da: elessar
    Tanti si lanciano a priori contro il Trusted
    Computing & similia. Secondo me se il Fritz
    finchè non viene integrato all'interno di CPU,
    GPU e altre parti del PC, ed è possibile a)
    sapere quando è attivo e b) disattivarlo quando
    non lo si desidera (ovviamente rinunciando alle
    funzioni che abilita), non potrà che essere
    utile.

    Certo, se poi incominceranno a girare delle
    architetture 'trusted-only'... che se le tengano.
    La libertà di scelta dell'utente non dev'essere
    discussa; se vuole usare applicazioni untrusted
    dev'essere libero di farlo.finche' entra solo la punta quasi non si sente BUHAHAHAHAHAAUAHAHWAUHWHAUA
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: elessar

      Tanti si lanciano a priori contro il Trusted

      Computing & similia. Secondo me se il Fritz

      finchè non viene integrato all'interno di CPU,

      GPU e altre parti del PC, ed è possibile a)

      sapere quando è attivo e b) disattivarlo quando

      non lo si desidera (ovviamente rinunciando alle

      funzioni che abilita), non potrà che essere

      utile.



      Certo, se poi incominceranno a girare delle

      architetture 'trusted-only'... che se le
      tengano.

      La libertà di scelta dell'utente non dev'essere

      discussa; se vuole usare applicazioni untrusted

      dev'essere libero di farlo.

      finche' entra solo la punta quasi non si sente
      BUHAHAHAHAHAAUAHAHWAUHWHAUALOL
  • Anonimo scrive:
    doveva finire così...
    ... per forza! le corporation non possono ammettere uno sviluppo libero di sistemi operativi e software, in questo modo rendono indispensabile passare alla cassa e pagare loro... che schifo !
  • Nabla scrive:
    Re: Implementato l'SHA1?
    Non vedo come un algoritmo di hashing non robustissimo possa minare la sicurezza del sistema.Nabla
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbio tecnico

    Secondo me perché una delle due chiavi è composta
    da una parte fissa tipo numero seriale del CHIP,
    mentre l'altra parte è casuale, e l'altra chiave
    è calcolata di conseguenza.No! Per generare una coppia di chiavi basta trovare due numeri primi grandissimi. Non posso costruire la chiave come pare a me cosi' come farei con una password.Ogni costruttore puo' pero' tenersi i numeri primi solo se finiscono con certe cifre che gli vengono assegnate. Tipo le ultime 2 cifre del meganumero primo devono essere comprese tra 30 e 40.
  • Anonimo scrive:
    Re: allora...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    ... com'è la storia ? potrò usare BSD sui

    prossimi pc o no ?

    Forse si, forse no... allora sto a posto...
  • Anonimo scrive:
    Re: allora...
    - Scritto da: Anonimo
    ... com'è la storia ? potrò usare BSD sui
    prossimi pc o no ?Forse si, forse no
  • Anonimo scrive:
    allora...
    ... com'è la storia ? potrò usare BSD sui prossimi pc o no ?
  • FDG scrive:
    Re: Non ci ho capito molto però...
    - Scritto da: Anonimo
    quoto. E' ossessssssionatoE spara anche caxxate.
  • FDG scrive:
    Re: Dubbio tecnico
    - Scritto da: Anonimo
    Come puo' fare un costruttore di chip Fritz a
    garantire che la coppia di chiavi generata sia
    unica ?Secondo me perché una delle due chiavi è composta da una parte fissa tipo numero seriale del CHIP, mentre l'altra parte è casuale, e l'altra chiave è calcolata di conseguenza.
  • Anonimo scrive:
    La vera minaccia: Internet
    Si, lo fanno di sicuro contro i piratiSi lo fanno di sicuro contro l'open sourcema...perche non sui router e sui server di Internetmi sa che ritorneranno in auge le BBS che pero di nuovo saranno per geek/nerd e bastafine della rete libera
  • FDG scrive:
    Re: Come leggere un'intera pagina e non
    - Scritto da: Anonimo
    Il programma esterno potrebbe essere il BIOS del
    computer con tale driver embedded?Certo, ma il BIOS potrebbe solo obbligarti ad usare codice firmato per essere eseguito sulla tua macchina. Che poi questo codice venga da Microsoft o te lo sia compilato tu è indifferente, perché tanto quello che conta è che sia firmato con la chiave pubblica della tua macchina.
  • FDG scrive:
    Re: ...e come al solito...
    - Scritto da: afiorillo
    ...e l'articolo si apre con la vignetta su NGSCB.
    Non con un pinguino e una mela che banchettano a
    base di chip(ster) già da mesi.
    No, loro no... loro sono "brava gente".E infatti non ci hanno messo molto a craccare OS X per intel protetto usando il chip Friz.
  • Anonimo scrive:
    Re: Da NGSCB a supercazzola
    Tarapia tapioco NGSCB prematurato con scappellamento a sinistra :D .
  • FDG scrive:
    Re: Perchè non viene detta la verità?
    - Scritto da: Anonimo
    Questo, sul resoconto qui pubblicato da PI, non
    traspare minimamente. Come mai?Il software eseguibile sulla macchina è solo quello firmato con la chiave pubblica della macchina stessa. Chiaramente questa politica può essere resa obbligatoria solo dal firmware, cioè dal BIOS. Tuttavia, non costituisce un impedimento ad usare il software che vuoi. Basta compilarlo facendo uso della chiave pubblica della macchina. Ad esempio, se il firmware impone l'uso di un sistema operativo firmato, puoi installarti una versione di linux appositamente compilata per essere eseguita sulla tua macchina. Poi sarà il sistema a stabilire se le applicazioni devono a loro volta essere firmate o meno. Ma questo è un problema solo se non puoi controllare il comportamento del sistema operativo. E personalmente dubito pure che il firmware in un futuro non lascera assolutamente all'utente la possibilità di scegliere o meno se partire con le funzioni di TC abilitate.
  • Anonimo scrive:
    Re: Come leggere un'intera pagina e non
    - Scritto da: avvelenato

    - Scritto da: Anonimo



    Ovvero farà girare solo applicazioni e giochi

    "signed", ovvero firmate a 2048 bit da
    Microsoft.



    Per decriptare un exe a 2048 bit e individuare

    la chiave segeta di Bill (in modo da poterla

    usare per far girare programmi fatti da noi) ci

    vorrebbero 100-200 anni (con un supercomputer).



    Insomma, siamo fregati come per la 360.

    Come leggere un'intera pagina e non capirci un
    emerito cazzo.

    "Il Fritz Chip è un componente del tutto passivo
    e non prende nessuna iniziativa per conto suo:
    non "controlla" il processo di avviamento del PC
    ("bootstrap") e non lo può bloccare. Non
    controlla e non blocca i programmi "sgraditi" e
    non dispone di nessuna lista di programmi
    "certificati". Le funzionalità del Fritz Chip
    devono essere invocate da un programma esterno,
    attraverso un apposito driver. Sarà il programma
    esterno a decidere sulla "politica" di sicurezza
    che deve essere messa in atto."Il programma esterno potrebbe essere il BIOS del computer con tale driver embedded?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fritz funziona come l'XBOX 360
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Ovvero farà girare solo applicazioni e giochi

    "signed", ovvero firmate a 2048 bit da
    Microsoft.



    Per decriptare un exe a 2048 bit e individuare

    la chiave segeta di Bill (in modo da poterla

    usare per far girare programmi fatti da noi) ci

    vorrebbero 100-200 anni (con un supercomputer).



    Insomma, siamo fregati come per la 360.

    Vabbè finirà come sulla prima xbox...O magari con un bel progettone di grid computing :) .
  • Anonimo scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    "Il Fritz Chip è un componente del tutto
    passivo


    e non prende nessuna iniziativa per conto suo:


    non "controlla" il processo di avviamento del
    PC


    ("bootstrap") e non lo può bloccare. Non


    controlla e non blocca i programmi "sgraditi"
    e


    non dispone di nessuna lista di programmi


    "certificati"."




    Ma il BIOS si e inoltre il chip possiede un

    seriale che può essere comunicato all'esterno.
    Il

    problema è sempre lo stesso, la gente va

    informata e se anche così non si opporranno

    allora, il cetriolo se lo meritano tutto ;)

    Leggere bene:



    non "controlla" il processo di avviamento del
    PC


    ("bootstrap") e non lo può bloccare.Leggere meglio:Il processo di bootstrap è controllato dal BIOS del pc, il BIOS può usare le funzionalità del chip Fritz. E non venirmi a raccontare che per interagire con il chip di cui sopra ci vogliono per forza (s)Vista o OSX
  • avvelenato scrive:
    Re: Come leggere un'intera pagina e non
    - Scritto da: Anonimo

    Ovvero farà girare solo applicazioni e giochi
    "signed", ovvero firmate a 2048 bit da Microsoft.

    Per decriptare un exe a 2048 bit e individuare
    la chiave segeta di Bill (in modo da poterla
    usare per far girare programmi fatti da noi) ci
    vorrebbero 100-200 anni (con un supercomputer).

    Insomma, siamo fregati come per la 360. Come leggere un'intera pagina e non capirci un emerito cazzo. "Il Fritz Chip è un componente del tutto passivo e non prende nessuna iniziativa per conto suo: non "controlla" il processo di avviamento del PC ("bootstrap") e non lo può bloccare. Non controlla e non blocca i programmi "sgraditi" e non dispone di nessuna lista di programmi "certificati". Le funzionalità del Fritz Chip devono essere invocate da un programma esterno, attraverso un apposito driver. Sarà il programma esterno a decidere sulla "politica" di sicurezza che deve essere messa in atto."
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Dubbio tecnico
    - Scritto da: Anonimo

    Per generare una coppia di chiavi l'unica e'
    sparare un numero random e sottoporlo a ripetuti
    test di primalita'.
    Difficile non generare doppioni, specie se i
    produttori sono diversi nel mondo.
    Come puo' fare un costruttore di chip Fritz a
    garantire che la coppia di chiavi generata sia
    unica ?La crittografia a chiave pubblica e privata usa diversi concetti matematici, non solo quelli dei numeri primi, comunque questi prioblemi mi sembra siano stati superati, se cerchi con google il ng su gnupg troverai esperti matematici.
  • Anonimo scrive:
    Re: In nome della sicurezza...
    voglio poter farmi le canne
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbio tecnico
    - Scritto da: Anonimo

    Per generare una coppia di chiavi l'unica e'
    sparare un numero random e sottoporlo a ripetuti
    test di primalita'.
    Difficile non generare doppioni, specie se i
    produttori sono diversi nel mondo.
    Come puo' fare un costruttore di chip Fritz a
    garantire che la coppia di chiavi generata sia
    unica ? :| :| :| :|
  • Sandro kensan scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: avvelenato

    - Scritto da: zirgo

    ma se si trattasse semplicemente di usare un

    driver....non sarebbe possibile creare un driver

    per un TPM "virtuale", tipo quello che si fa per

    le schede di rete (hamachi et similia), e fargli

    credere di avere una chiave RSA privata diversa

    da quella integrata realmente nel chip?



    I questo modo potrei simulare la presenza di

    chip fritz "personalizzati" sul mio pc....è

    possibile una cosa del genere?



    non me ne intendo granché ma sembra una buona
    idea. Questo fintantoché potrai essere tu a
    specificare la tua chiave, e non verrà invece
    comunicata inavvertitamente al server senza che
    tu possa avere alcun controllo su di questa.. btw
    sicuramente qualche cracker troverà il modo di
    superare questa cosa. Anche i dongle sembravano
    poter proteggere il software, eppure....So qualche cosa ma non sono un esperto in crittografia. Comunque il sistema crittografico asimmetrico RSA non è bucabile se non implementato male.L'unica possibilità è:1) cattiva implementazione (baco)2) aprire il chip fritz o comunque leggere le chiavi private3) nuova scoperta matematica che sbricioli la solidità dell'algoritmo RSA in un tempo umano e non sideraleA parte questo GPG o Palladium non li buchi. e comunque se riesci a scoprire una chiave privata risolvi il problema di un solo pc, ogni pc ha una chiave privata diversa.Altima cosa Palladium è disattivabile (l'ho letto e sentito) in modo da permettere l'esecuzione di software non Trusted come Linux ma mi chiedo fino a quando?Se tutti abbiamo PC palladium i governi imporranno l'obbligo di avere pc palladim e renderanno illegali i pc non palladium in modo da controllare ogni nostra operazione in internet e a casa, questa è la mia opinione ma potrei pure scommetterci del denaro...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ci ho capito molto però...
    - Scritto da: Anonimo
    1) Crazy col suo spam mi ha rotto veramente e
    quindi BEN VENGA sto trusted vat alla pesca
    qualunque cosa essa siaquoto. E' ossessssssionato
  • Anonimo scrive:
    Re: Fattorizzazione dei numeri primi

    Io ho scoperto come scomporre un numero nei suoi
    fattori primi. Se mi dai tempo, anche per numeri
    molto grandi. Ora dammi il posto che mi spetta da
    padrone del mondo.Se hai trovato un algoritmo di complessita' almeno polinomiale, vendimelo. Ti do' la casa la macchina e tutto il mio conto corrente.Se e' il solito crivello esponenziale te lo puoi tenere.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Crazy
    CIAO A TUTTI
    Questo Articolo e` veramente molto bello, ed...Crazy hai rotto, basta, abbiamo capito, minchia ogni volta che si parla di DRM tiri fuori lo stesso post, invertendo le parole, mescolando i link e scrivendo 60 righe di thread!!! aho! BASTA!
  • Anonimo scrive:
    Dubbio tecnico
    Per generare una coppia di chiavi l'unica e' sparare un numero random e sottoporlo a ripetuti test di primalita'.Difficile non generare doppioni, specie se i produttori sono diversi nel mondo.Come puo' fare un costruttore di chip Fritz a garantire che la coppia di chiavi generata sia unica ?
  • ryoga scrive:
    In nome della sicurezza...
    Stanno facendo le peggiori porcate negli ultimi anni.Tutto cio' mi sta facendo sempre piu' pensare al fatto che gli USA sapevano benissimo dell'attacco alle torri gemelle nel lontano settembre di qualche anno fa, e che hanno sacrificato la vita di qualche migliaio di persone per poter accrescere il loro dominio ( controllo ) su milioni di persone.Altrimenti non si spiegherebbero tutte queste schifezze in nome della "sicurezza".VOGLIO :- poter decidere io la mia vita- poter sbagliare ed imparare dagli errori- poter fare le cose che voglio, quando voglio e come voglio- poter amministrare le cose che compro- poter controllare le cose che usoma soprattuttoVOGLIO UN MONDO INSICURO PIUTTOSTO DI MATRIX!
  • Anonimo scrive:
    Re: ReactOS è l'alternativa
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ragazzi, quando uscirà Vista sui computer TC, la

    cosa migliore da fare sarà passare su ReactOS,

    un'implementazione libera di Windows. Per adesso

    è ancora in alfa, ma sta facendo passi da
    gigante

    e presto sarà utilizzabile a tutti gli effetti
    al

    posto dei sistemi Microsoft....

    Mica tanto.Se mi togli la risata finale non vale. :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Fattorizzazione dei numeri primi
    - Scritto da: Anonimo
    Tutto il mondo della crittografia si basa sul
    fatto che nessuno ha ancora scoperto come
    scomporre in fattori primi un numero intero.
    Finora l'unico modo e' farlo per tentativi e se i
    numeri sono davvero molto grandi (2048 bit) non
    ce la puo' fare.

    Chi dovesse scoprilo diventerebbe il padrone del
    mondo, oltre a mandare in fumo in un solo istante
    tutti sistemi di firma digitale e di protezione
    crittografica del mondo intero.Io ho scoperto come scomporre un numero nei suoi fattori primi. Se mi dai tempo, anche per numeri molto grandi. Ora dammi il posto che mi spetta da padrone del mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: ReactOS è l'alternativa
    - Scritto da: Anonimo
    Ragazzi, quando uscirà Vista sui computer TC, la
    cosa migliore da fare sarà passare su ReactOS,
    un'implementazione libera di Windows. Per adesso
    è ancora in alfa, ma sta facendo passi da gigante
    e presto sarà utilizzabile a tutti gli effetti al
    posto dei sistemi Microsoft....Mica tanto.
  • Anonimo scrive:
    ReactOS è l'alternativa
    Ragazzi, quando uscirà Vista sui computer TC, la cosa migliore da fare sarà passare su ReactOS, un'implementazione libera di Windows. Per adesso è ancora in alfa, ma sta facendo passi da gigante e presto sarà utilizzabile a tutti gli effetti al posto dei sistemi Microsoft....BUAHAHAHAHAHAHAHAH (rotfl) :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Fattorizzazione dei numeri primi
    Tutto il mondo della crittografia si basa sul fatto che nessuno ha ancora scoperto come scomporre in fattori primi un numero intero. Finora l'unico modo e' farlo per tentativi e se i numeri sono davvero molto grandi (2048 bit) non ce la puo' fare.Chi dovesse scoprilo diventerebbe il padrone del mondo, oltre a mandare in fumo in un solo istante tutti sistemi di firma digitale e di protezione crittografica del mondo intero.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Anonimo

    Sei incredibile.... sul pc potrai installarci
    (sia hardware che software) e ascoltare quel che
    ti pare credi che potrò installarci anche DVD-Decrypter ?
  • lb2004 scrive:
    Libertà di scelta (consapevole)
    Ho interpretato male o potrò comunque usare un sistema operativo e software che ignorino il fritz chip?Cioè un linux (ad esempio) compilato senza supporto al fritx chip e il software che non lo richieda continueranno a funzionare regolarmente. E lo stesso vale per per i "vecchi" Win2000 e XP.Poi, se proprio voglio acquistare contenuti protetti potrò decidere consapevolmente di usare sistemi che prevedano l'utilizzo del fritz chip. Probabilmente potrò usare un linux con abilitazione al supporto del fritz chip e (fantascienza) acquistare musica con iTunes per linux, salvo continuare ad avere su tutto il resto dei miei files piena libertà di utilizzo usando Amarok.Messa così non mi sembra uno scenario apocalittico.==================================Modificato dall'autore il 27/01/2006 10.04.15
  • Anonimo scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!

    Ma il BIOS si e inoltre il chip possiede un
    seriale che può essere comunicato all'esterno. Il
    problema è sempre lo stesso, la gente va
    informata e se anche così non si opporranno
    allora, il cetriolo se lo meritano tutto ;)Quoto!E' notizia proprio di qualche tempo fà, passata anche su PI, che la nota casa produttrice di firmware la Phoenix aveva già pronto un nuovo tipo di BIOS che taglierà i ponti con le convenzionali schermate alle quali siamo abituati ove possiamo gestire un po' tutto, per divenire un "mini" sistema operativo blindato, implementando (indovinate un po') il pieno supporto alle specifiche TC e il controllo sulla certificazione del software che si vuole installare tramite l'architetture fritz, etc...Informate tutti quelli che conoscete, queste porcherie si possono affondare solo con il boicottaggio e quest'ultimo per essere efficace deve coinvolgere il maggior numero di persone!
  • Anonimo scrive:
    Non ci ho capito molto però...
    1) Crazy col suo spam mi ha rotto veramente e quindi BEN VENGA sto trusted vat alla pesca qualunque cosa essa sia2) L'idea di avere un chip per criptare tutto mi piace molto, mi fa sentire molto James Bond in un film di spie3) E' già tutto disponibile per Linux e Mac...be' se l'hanno fatto pure per loro vuol dire che ci tengono proprio. Siamo circondati!4) Massì tanto ho comprato il computer nuovo e quindi per altri 5 anni mi tengo questo e quindi non ho molta scelta.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    Proprio per questo Ms non bloccherà mai la possibilità dell'utente di "scopiazzare".... Lo scopo:1. Evitare di doversi riscrivere tutto windows che ha una gestione dei permessi utenti tremenda2. Evitare di trovarsi impelagata in cause collettive senza fine a causa dell'insicurezza cronica dei sui prodotti.Ragazzi stiamo parlando di un'azienda che ha venduto una console "bloccata" con tanto di piazzola per saldarci sopra il modchip... e non mi tirate fuori le scuse ufficiali che han tirato fuori.
  • Anonimo scrive:
    Re: ...e come al solito...
    hai ragione!
  • xWolverinex scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    Sveglia generale che la guerra e' finita ! Lo scopo del trusted computing e' proprio quello. Altrimenti che senso avrebbe mettere in piedi tutta la baracca? Microsoft e' la prima a sapere che "una cosa si vende solo se si copia" e c'ha sguazzato per anni con questo fatto ( se fosse stato altrimenti ora non avrebbe la posizione che ha) Smetti di credere alle favolette.
  • Anonimo scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!
    - Scritto da: Anonimo


    "Il Fritz Chip è un componente del tutto passivo

    e non prende nessuna iniziativa per conto suo:

    non "controlla" il processo di avviamento del PC

    ("bootstrap") e non lo può bloccare. Non

    controlla e non blocca i programmi "sgraditi" e

    non dispone di nessuna lista di programmi

    "certificati"."


    Ma il BIOS si e inoltre il chip possiede un
    seriale che può essere comunicato all'esterno. Il
    problema è sempre lo stesso, la gente va
    informata e se anche così non si opporranno
    allora, il cetriolo se lo meritano tutto ;)Leggere bene:

    non "controlla" il processo di avviamento del PC

    ("bootstrap") e non lo può bloccare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non mi sembra tutto sto granché

    Non è questo l'atteggiamento da tenere! Non devo
    craccare una cosa che acquisto regolarmente,
    semplicemente quel "coso" dentro la merce che poi
    diventa mia dopo aver pagato con soldini sudati,
    non ci deve essere. La condotta da tenere, a mio
    avviso, è di richiedere esplicitamente hardware
    che non contenga il chip in questione. Solo se la
    gente verrà debitamente informata orienterà il
    mercato e non il contrario e cioè accettare il
    chip e cercando di aggirarlo.Bravo. Dici bene.Ma prova a darmi la configurazione di un PC che non lo includa. Ci sono elenchi (sterminati) dei dispositivi che sono compatibili con Fritz, ma neanche un accenno a quali NON SONO Fritz compatibili. E' queta l'informazione che serve per fare un vero boicottaggio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto per precisione
    - Scritto da: Anonimo


    la tentazione era forte.... comunque

    l'implementazione di drm non è un obiettivo

    neanche secondario del progetto TCG, esiste solo

    Pagina 10
    https://www.trustedcomputinggroup.org/groups/mobil
    Oppure uno qualsiasi di questi
    https://www.trustedcomputinggroup.org/search?wordsQuello si riferisce alla possibilità di terzi di farlo, il consorzio in se non sviluppa drm la loro implementazione è lasciata a terze parti. Non a caso non trovi specifiche per i drm ma solo sul layer di compatibilità come detto nel pezzo che hai potato :)


    attacchi esterni al pc, avete presente tutti
    quei

    simpatici dispositivi wi-fi che ci girano per

    casa
    Allora perchè non li montano solo sui dispositivi
    wifi?Perchè servono per autenticare ogni dispositivo che puoi collegare al pc è un progetto di più ampio respiro. Il wi-fi è uno degli aspetti. Possiamo parlare di modem tastiere etc...


    Per non parlare

    di transazioni bancarie e connessioni finalmente

    sicure.
    Infatti... tra i promotori di
    https://www.trustedcomputinggroup.org non c'è
    neanche una banca o un qualsiasi ente
    finanziario... Non mi risulta le banche producano pc....
  • Anonimo scrive:
    Re: NON si puo` Disabilitare il TPM!!!

    "Il Fritz Chip è un componente del tutto passivo
    e non prende nessuna iniziativa per conto suo:
    non "controlla" il processo di avviamento del PC
    ("bootstrap") e non lo può bloccare. Non
    controlla e non blocca i programmi "sgraditi" e
    non dispone di nessuna lista di programmi
    "certificati"."
    Ma il BIOS si e inoltre il chip possiede un seriale che può essere comunicato all'esterno. Il problema è sempre lo stesso, la gente va informata e se anche così non si opporranno allora, il cetriolo se lo meritano tutto ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non mi sembra tutto sto granché
    - Scritto da: avvelenato
    secondo me lo craccano, se usato nelle protezioni
    dei programmi.

    E oltretutto può essere un'incentiva a usare
    pgp/gpg tutti quanti.Non è questo l'atteggiamento da tenere! Non devo craccare una cosa che acquisto regolarmente, semplicemente quel "coso" dentro la merce che poi diventa mia dopo aver pagato con soldini sudati, non ci deve essere. La condotta da tenere, a mio avviso, è di richiedere esplicitamente hardware che non contenga il chip in questione. Solo se la gente verrà debitamente informata orienterà il mercato e non il contrario e cioè accettare il chip e cercando di aggirarlo.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: gerry
    - Scritto da: Anonimo


    Considerando poi che i drm per

    legge devono permettere la copia di back-up

    Non è proprio vero. Almeno non in ItaliaIn Italia per legge devono concederti almeno la copia analogica.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto per precisione

    la tentazione era forte.... comunque
    l'implementazione di drm non è un obiettivo
    neanche secondario del progetto TCG, esiste soloPagina 10https://www.trustedcomputinggroup.org/groups/mobile/Final_use_cases_sept_22_2005.pdfOppure uno qualsiasi di questihttps://www.trustedcomputinggroup.org/search?words=DRM
    attacchi esterni al pc, avete presente tutti quei
    simpatici dispositivi wi-fi che ci girano per
    casa Allora perchè non li montano solo sui dispositivi wifi?
    Per non parlare
    di transazioni bancarie e connessioni finalmente
    sicure. Infatti... tra i promotori di https://www.trustedcomputinggroup.org non c'è neanche una banca o un qualsiasi ente finanziario...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fritz funziona come l'XBOX 360
    - Scritto da: Anonimo

    Ovvero farà girare solo applicazioni e giochi
    "signed", ovvero firmate a 2048 bit da Microsoft.

    Per decriptare un exe a 2048 bit e individuare
    la chiave segeta di Bill (in modo da poterla
    usare per far girare programmi fatti da noi) ci
    vorrebbero 100-200 anni (con un supercomputer).

    Insomma, siamo fregati come per la 360.Vabbè finirà come sulla prima xbox...
  • gerry scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Anonimo
    Considerando poi che i drm per
    legge devono permettere la copia di back-upNon è proprio vero. Almeno non in Italia
  • tefsom scrive:
    e io ne parlavo gia' tempo fa.
    Riguardo il trusted computing parlavo gia' lo scorso anno...http://www.gadaleta.org/articles.it.php
  • Anonimo scrive:
    Fritz funziona come l'XBOX 360
    Ovvero farà girare solo applicazioni e giochi "signed", ovvero firmate a 2048 bit da Microsoft. Per decriptare un exe a 2048 bit e individuare la chiave segeta di Bill (in modo da poterla usare per far girare programmi fatti da noi) ci vorrebbero 100-200 anni (con un supercomputer). Insomma, siamo fregati come per la 360.
  • gerry scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    Beh allora non cambierà molto da adesso: si
    cracca il software e questo non invoca fritztu compri un AAC+ su nextTune, quando lo compri gli dai la parte pubblica della chiave contenuta in fritz.La chiave viene usata per farti un ACC+ personalizzato criptato.Adesso puoi disabilitare il fritz, però ti ritrovi un file criptato inutilizzabile, visto che la chiave privata è dentro fritz.Ed è esattamente quello che vogliono==================================Modificato dall'autore il 27/01/2006 8.40.49
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software
      - Scritto da: gerry
      - Scritto da: Anonimo


      Beh allora non cambierà molto da adesso: si

      cracca il software e questo non invoca fritz

      tu compri un AAC+ su nextTune, quando lo compri
      gli dai la parte pubblica della chiave contenuta
      in fritz.
      La chiave viene usata per farti un ACC+
      personalizzato criptato.

      Adesso puoi disabilitare il fritz, però ti
      ritrovi un file criptato inutilizzabile, visto
      che la chiave privata è dentro fritz.

      Ed è esattamente quello che vogliono

      ==================================
      Modificato dall'autore il 27/01/2006 8.40.49bravo gerrysolo che molti non capiscono a cosa serve davvero sto chipse ne accorgeranno :)
    • Nabla scrive:
      Re: Insomma Controllo Software
      Allelujauno che ha capito come funzionaNabla
      • gerry scrive:
        Re: Insomma Controllo Software
        - Scritto da: Nabla
        Alleluja

        uno che ha capito come funzionaMi rimangono però molti dubbi...1) Limitare tutto ad un solo chip è assurdo. Come fai a spiegare alla gente che per ascoltare la musica in macchina deve comprare un'altra licenza? Vabbè che probabilmente in futuro useremo solo i cellulari....2) Ok che stanno spingendo per digitalizzare tutto il path, ma prima o poi il segnale lo devi decrittare... E qualcuno lo potrebbe rippare. Visto che la gente scarica screener a tonnellate, della qualità cosa vuoi che gliene freghi?Il discorso poi vale solo per prodotti crittati all'origine, una volta decrittati chi li ferma più?E' un potenziale controsenso, con tutte queste limitazioni il mercato collasserà invece di decollare (la soluzione è il watermark?)3) Le chiavi sono un punto debole, ne basta una che sfugge per far crollare il castello. Sapendo, a occhio, dove i chip verranno prodotti vuoi che qualcuno (per un po' di soldi) non si farà scappare una chiave?Certo, la puoi sempre individuare e blacklistare, se ci metti un watermark.Insomma, tutto sommato mi sembra faccia un po' acqua, anche se potrebbe scoraggiare abbastanza gli utenti da far alzare un po' il fatturato ai download "legali"==================================Modificato dall'autore il 27/01/2006 12.47.29
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma Controllo Software

          1) Limitare tutto ad un solo chip è assurdo. Come
          fai a spiegare alla gente che per ascoltare la
          musica in macchina deve comprare un'altra
          licenza? Vabbè che probabilmente in futuro
          useremo solo i cellulari....Non e' un chip che viene saldato su uno zoccoletto, e' un componente di un circuito integrato. Puo' far parte di una CPU, di un BIOS, di una GPU di qualunque cosa... ogni componente puo' essere firmato e richiedere una firma...
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma Controllo Software
            - Scritto da: Anonimo

            1) Limitare tutto ad un solo chip è assurdo.
            Come

            fai a spiegare alla gente che per ascoltare la

            musica in macchina deve comprare un'altra

            licenza? Vabbè che probabilmente in futuro

            useremo solo i cellulari....

            Non e' un chip che viene saldato su uno
            zoccoletto, e' un componente di un circuito
            integrato. Puo' far parte di una CPU, di un BIOS,
            di una GPU di qualunque cosa... ogni componente
            puo' essere firmato e richiedere una firma...
            Un chip che fa parte di un bios?.... ovvero un hardware (chip) che fa parte di un software (bios)Interessante dove lo hai letto ?Manuale delle giovani marmotte?... Ma per favoreeee! :| :| :| :| :| :| :|
        • berlin scrive:
          Re: Insomma Controllo Software

          1) Limitare tutto ad un solo chip è assurdo. Come
          fai a spiegare alla gente che per ascoltare la
          musica in macchina deve comprare un'altra
          licenza? Vabbè che probabilmente in futuro
          useremo solo i cellulari....Una soluzone (letta tempo fa in un sito tedesco, ma ora non ho il link): quando tu acquisti un aac3+ criptato per il tuo pc, ci sarà poi un'applicazione sul tuo pc che permette di gestire le chiavi delle altre periferiche sulle quali vuoi riprodurre il file, e che gestirà la ricodifica per l'ipod o per l'autoradio ecc. Quindi tu acquisti una sola volta, diciamo così, per una "periferica madre"; e poi è questa che gestisce l'uso successivo del file, o meglio, che fa il DRM (e ti dice dove e come puoi riversare il file, quante copie ne puoi fare ecc.). Quest'impostazione hardware-related ha un punto debole: per ovvie ragioni di tutela del consumatore, ci dovrà essere un database delle chiavi nel caso l'hardware fallisca o che uno voglia fare un'agiornamento, con conseguente possibilità di ri-codifica di tutto il materiale acquistato in precedenza.Oppure (e così risolvono il tutto) ti assegneranno una chiave legata alla persona fisica, contenuta in un altro dispositivo (come rfid o mini usb o che ne so), della quale la 'periferica madre' ha bisogno per operare sui file.Berlin
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma Controllo Software

          Insomma, tutto sommato mi sembra faccia un po'
          acqua, anche se potrebbe scoraggiare abbastanza
          gli utenti da far alzare un po' il fatturato ai
          download "legali" (rotfl) Se mi rendono la vita un inferno del genere l'unica cosa che otterranno da me è che non gli compro più una mazza!! Anche se questo significa salutare l'informatica e andare a zappare la terra (e ci vado volentieri, grazie!). Piuttosto che mantenere certi maiali preferisco allevarli in proprio!!
  • afiorillo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Crazy
    [...] Windows Vista, come sappiamo,
    impedira` l'installazione di Player che non
    abbiano avuto la dovuta certificazione "
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=54685 [...]AHAHAH E tu credi ad un'"indiscrezione trapelata" da un sito terzo e riportata su PI in tre righe? E per di più la riporti errata (non "player", ma "contenuti": inutile riportare a galla la vecchia storia del WMP).
  • afiorillo scrive:
    ...e come al solito...
    ..."Al momento, i driver per il Fritz Chip sono disponibili solo per Linux e per McOS X"... ..."Apple usa il Fritz Chip (Infineon) per impedire..."... ..."Microsoft metterà a disposizione i driver [...] solo [...] per il 2008"... ..."Il progetto di Microsoft [...] si chiama ora NGSCB"......e l'articolo si apre con la vignetta su NGSCB. Non con un pinguino e una mela che banchettano a base di chip(ster) già da mesi.No, loro no... loro sono "brava gente".Oggi trollo anche io! LOL==================================Modificato dall'autore il 27/01/2006 8.17.47
  • Guybrush scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    Saldatore? Vuoi intervenire su una mobo con il saldatore? Cioe' e' come estrarre un molare usando le tenaglie, si si puo' fare, ma non pensare di usare quella mobo dopo.Ci vuole una stazione dissaldante con controllo automatico della temperatura, o il calore prodotto dal saldatore risale lungo le piste dei circuiti e cuoce tutto quello che incontra.
    GT
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    mai sentito parlare di bios modificati ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Da Palladium a NGSCB

    progetto: gli hanno cambiato il NOME.
    Sperano che utilizzando un nome impronunciabile
    la gente non se ne accorga?
    Questo lascia capire quanta considerazione abbia
    Microsoft nei confronti dei propri clienti...evidentemente il progetto e' cosi' buono che il mondo non lo potrebbe capire, perche' criticare chi ti vuol fare del bene?sputare nel piatto in cui si mangia?mordere la mano che ti nutre?prendere a calci il DRAGAAAAAAAAA!!!???!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: E si continua

    C'è da presupporre che, in futuro, ogni cosa
    verrà eseguita tramite Nexus. Figuriamoci,
    inoltre, chi andrà a controllare se il codice di
    un sistema closed-source, è originale e non
    copiato da un Opensource.se pensi che killbill e' stato tra i primi a parlare di palladium e poi a star zitto cambiandogli nome, e se pensi alla guerra mondiale contro la libera circolazione delle idee finanziata con pozzi senza fondo ... e naturalmente ai paranoicissimi quanto originali documenti sulla necessita' di schiacciare linux in quanto minaccia ...facendo 2+2 piu' quello che vuoi ... si danno i numeri :) ma lo fanno tutti ... sara' illegale anche questo :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto per precisione
    La tecnologia in questione è "neutra" e da questo punto di vista per l'utente è solo un vantaggio. Se qualcuno svilupperà un drm che la usa in modo "disinvolto" sarà il mercato a dargli la risposta appropriata.Comunque sia il problema in quel caso non sono i computer TCG. E' assurdo il grado di bucabilità dei dispositivi wireless che ci sono oggi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto per precisione
    va bene la sicurezza, ma sembra che tu esageri un po' in ottimismo.La sicurezza puo' far sentire sicuri o rinchiusi, a seconda che la si domini o che la si subisca.vuoi dire che potremo dominare questo strumento?
  • Anonimo scrive:
    Re: mumble mumble...

    il TC è in buona fede....ma se così non fosseguarda, tutto quello che vuoi, ma tirare in ballo la buona fede, anche solo retoricamente, a questo punto e' veramente ingenuo.E' sociologicamente, psicologicamente, economicamente ed in molti altri modi che il comportamento di queste aziende e' un comportamento uguale a quello di uno psicopatico, i fatti li abbiamo tutti i giornio sotto agli occhi.Questi nuovi trucchi sono hardware, non software, sono la morte della creativita' di cui tanto si vantano i programmatori di un certo livello, ti castrano la mente, sto esagerando? sono in mala fede? Pensate solo a quanto e' misteriosa questa storia di fritz, se volesse far del bene sarebbe stata strombazzata ai quattro venti, ed anche agli altri venti, invece gli si cambia nome!
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Anonimo


    Sei incredibile.... sul pc potrai installarci

    (sia hardware che software) e ascoltare quel che

    ti pare gli unici file che non funzioneranno

    saranno quelli bloccati da drm che attiveranno
    le

    rimane il fatto che avro' un'entita aliena e
    sgradita che detta legge in casa mia.
    ma quali cavolo sono questi prog che non
    funzioneranno? Se i prog e il chip comunicano tra
    loro, io sono escluso? :)
    se un amico mi presta del soft legale senza
    lucrarci ne' io ne' lui, a fritz chi glielo dice
    che non e' cosa approvata dal papa' che l'ha
    creato? Se fritz fa il cattivo lo posso
    sculacciare o mi mordera' ... la mano?
    Ma se tante persone non vogliono questo fritz del
    cavolo perche' non rendono la cosa piu'
    trasparente invece di tutto questo mistero? non
    e' sospetto? perche' c'e' sempre qualcuno che si
    fida dei personaggi piu' loschi del pianeta
    invece di chiedere loro spiegazioni e di
    bloccarli?
    Stanno impedendo al futuro di nascere!La cosa è trasparentissima e disabilitabile, le specifiche sono pubbliche.....Se il tuo amico ha in licenza un software a termini di licenza non te lo può "prestare", è quella che chiamano "pirateria domestica". Se la policy di quell'azienda non ti piace puoi sempre usare programmi opensource.Finalmente la finiremo con la copia dell'amico di photoshop e inizieremo a veder girare copie i Gimp, a quel punto vedremo come si regoleranno le aziende che non potranno più nascondersi dietro la scusa della pirateria.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat

    Sei incredibile.... sul pc potrai installarci
    (sia hardware che software) e ascoltare quel che
    ti pare gli unici file che non funzioneranno
    saranno quelli bloccati da drm che attiveranno lerimane il fatto che avro' un'entita aliena e sgradita che detta legge in casa mia.ma quali cavolo sono questi prog che non funzioneranno? Se i prog e il chip comunicano tra loro, io sono escluso? :)se un amico mi presta del soft legale senza lucrarci ne' io ne' lui, a fritz chi glielo dice che non e' cosa approvata dal papa' che l'ha creato? Se fritz fa il cattivo lo posso sculacciare o mi mordera' ... la mano? Ma se tante persone non vogliono questo fritz del cavolo perche' non rendono la cosa piu' trasparente invece di tutto questo mistero? non e' sospetto? perche' c'e' sempre qualcuno che si fida dei personaggi piu' loschi del pianeta invece di chiedere loro spiegazioni e di bloccarli? Stanno impedendo al futuro di nascere!
  • Anonimo scrive:
    Tanto per precisione
    "In questo modo, il Fritz Chip pone le basi per una nuova generazione di sistemi DRM (Digital Rights Management) enormemente più robusta di quella attualmente in uso. L'uso del Trusted Computing come base per sistemi DRM è in realtà il principale motivo per cui le aziende lo vogliono imporre sul mercato."Questo non è esatto.Capisco che dopo un'articolo che finalmente smonta il mito del computer spione la tentazione era forte.... comunque l'implementazione di drm non è un obiettivo neanche secondario del progetto TCG, esiste solo un layer di compatibilità che permette di implementare ad aziende terze drm che facciano uso delle capacità messe a disposizione dalla tecnologia di autenticazione. Il progetto nasce per evitare attacchi esterni al pc, avete presente tutti quei simpatici dispositivi wi-fi che ci girano per casa beh oggi sono falle di sicurezza grosse come case domani non lo saranno più. Per non parlare di transazioni bancarie e connessioni finalmente sicure.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    grazie, avevo cercato l'origine del nome Fritz in rete ma ho trovato la risposta qui'.ciaops: DISTINTI SALUTI :)
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Crazy
    CIAO A TUTTI
    Questo Articolo e` veramente molto bello, ed
    esplicativo su come funziona il TPM, o Chip
    Fritz... una curiosita`: sapete da dove arriva il
    nome Fritz?
    Il Nome Fritz al Chip TPM arriva dal nome di un
    Ex Senatore Americano, dello stato del South
    Carolina, Fritz Hollings, che e` stato forte
    promotore, ancora nel 2002, di questo Progetto,
    ed il Chip per cui lui ha finanziato la sua
    ricerca ha preso il suo Nome.
    La tecnologia che mette a disposizione il TPM e`
    molto bella ed affascinante e potrebbe essere una
    cosa molto positiva per il mondo
    dell'Informatica.
    Purtroppo, la sua potenza e` potenzialmente
    pericolosa, e purtroppo, essendo in mano di
    aziende che hanno scopi altamente lucristici, il
    TPM sta venendo utilizzato in un modo molto
    controproducente... bloccare applicazioni non
    approvate.
    Se il TPM fosse solo uno strumento che impedisca
    la Pirateria, a me andrebbe bene, ma quando, lo
    strumento in questione, per limitare la pirateria
    si accredita altri diritti, quali l'impedirmi
    l'installazione di un Software che non e`
    ritenuto regolare... no, allora non va piu` bene.
    Lo so, il fatto che il Softwrae non sia
    installabile non e` colpa del Fritz ma colpa del
    Sistema Operativo, ma, se non ci fosse il TPM, il
    Sistema Operativo non potrebbe riconoscere
    Programmi approvati da non.
    Ecco, qui la tecnologia sta venedo utilizzata in
    modo sbagliato: Windows Vista, come sappiamo,
    impedira` l'installazione di Player che non
    abbiano avuto la dovuta certificazione "
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=54685 " e
    questo proprio grazie al TPM ed alle sue "magiche
    chiavi", ed inoltre, sempre grazie al TPM verra`
    impedito l'utilizzo di determinati Hardware "
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=57443&r=PI ",
    ecco, come is nota, il TPM sta gia` venendo
    utilizzato nella maniera sbagliata.
    Se il Player permette l'ascolto di File non
    protetti da DRM, chi dice a Vista che io invece
    ascoltero` solo Musica regolarmente pagata?
    E se io voglio collegare una Scheda di
    acquisizione che mi permetta di buttare in
    Harddisk tutto quello che voglio, chi lo dice che
    poi io la utilizzero` per piratare?
    Le aziende del TCG oartono dal presupposto che se
    installi un Programma che permetta di fare
    qualcosa di non regolare, tu lo farai e basta,
    quindi, grazie al TPM abbinato al giusto SIstema
    Operativo, bloccheranno a priori l'installazione
    di tale Programma.
    Indubbiamente la pirateria verra` battuta, ma
    questo e` anche un metodo magnifico per ammazzare
    la concorrenza... e non so perche`, ma in qualche
    modo credo che gli interessi molto anche quella
    oltre alla Pirateria.
    DISTINTI SALUTISei incredibile.... sul pc potrai installarci (sia hardware che software) e ascoltare quel che ti pare gli unici file che non funzioneranno saranno quelli bloccati da drm che attiveranno le limitaazioni previste dal drm. A quel punto se non ti piacciono non li compri e ti converti i cd che hai comprato. Considerando poi che i drm per legge devono permettere la copia di back-up il problema non si pone neanche.
  • Anonimo scrive:
    Il fine è Internet
    Vogliono che nel futuro sia possibile connettersi ad internet soltanto ai PC NGSCB. Fine.Ovvero come trasformare legalmente Internet (rete nata libera ed eterogenea) in Botnet.
  • Anonimo scrive:
    Re: E si continua
    "The Vista (previously codenamed Longhorn) operating system from Microsoft was planned to support Fritz. Beta releases from May 2004 included a version of the software. Vista is said to be scheduled for 2006 release."Altro che non è presente in SVista. Lo è eccome..."The "specialized software" that would have enabled compatibility with Fritz-chip hardware is code-named Nexus. Nexus was to be the last of the authorized software in the chain of trust. Nexus would then let other programs get access to the secure environment that Fritz enables. Such programs will be called "Nexus Aware" and will be nearly impossible to debug or modify."Percui, un programma, eseguito tramite Nexus, non può essere minimamente modificato, se non dal produttore. Bugfix (o crack) non ufficiali, non possono essere utilizzate, per tali programmi. C'è da presupporre che, in futuro, ogni cosa verrà eseguita tramite Nexus. Figuriamoci, inoltre, chi andrà a controllare se il codice di un sistema closed-source, è originale e non copiato da un Opensource.
  • Anonimo scrive:
    Perchè non viene detta la verità?
    Preso da Wikipedia, versione inglese (Parola Fritz-Chip):"They expect that widely installed (or even legally required) Fritz-chips would be used to limit user access to, and use of, programs and content, even legally acquired and used programs and content. In particular, it might also be used to enhance monopolistic control of both content and market share, as a Fritz-chip could be made to make it impossible to reverse engineer programs, thus preventing interoperability with other, competing programs."Con questo chip, in certi casi, è impossibile effettuare il Reverse Engineering di un programma, impedendo l'interoperabilità di questi con gli altri e quindi, abbattendo la concorrenza.Ma prosegue:"The initial version of TC had Fritz supervising the boot process, so that the PC ended up in a predictable state, with known hardware and software. The current version has Fritz as a passive monitoring component that stores the hash of the machine state on start-up. This hash is computed using details of the hardware (audio card, video card, etc.) and the software (OS, drivers, etc.). If the machine ends up in the 'approved' state, Fritz would make available to the operating system the cryptographic keys needed to decrypt trusted applications and data. If it ends up in the 'wrong' state, the hash will be wrong and Fritz would not release the right key. The machine may still be able to run non-trusted applications and access non-trusted data, but protected material will be unavailable and hence unusable."Sta dicendo che l'amico fritz effettua un calcolo ottenuto elaborando dei dati presenti nei componenti hardware e software (in particolare Sistemi Operativi presenti, drivers presenti ecc..). Se tale elaborazione viene completata con successo, il sistema viene avviato ed è possibile utilizzare la funzionalità del chip crucco, altrimenti, il sistema viene bootato in modalità non sicura, impedendo OGNI TIPO DI ACCESSO, ad un sistema/dato/programma sicuro.Questo, sul resoconto qui pubblicato da PI, non traspare minimamente. Come mai?
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Crazy
    CIAO A TUTTI
    DISTINTI SALUTI
  • Anonimo scrive:
    Parte già con un piede nella "fossa"
    Grazie SHA1 :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Implementato l'SHA1?
    primo risultato nella pagina seguente...http://www.nightgaunt.org/testi/interlex/sha1.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: Implementato l'SHA1?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    che dopo tutto è piuttosto schifoso... lol...

    dicci di piu' :-)con: vulnerabilità sha1in google, al secondo risultato (visto che il primo è un PDF)... http://www.cosenzainrete.it/forum.php?sid=3761
  • FDG scrive:
    Re: Non mi sembra tutto sto granché
    - Scritto da: avvelenato
    secondo me lo craccano, se usato nelle protezioni
    dei programmi.Pensa, ci saranno i computer col Chip FRIZ clonato o con quello imbroglione :D
  • avvelenato scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: zirgo
    ma se si trattasse semplicemente di usare un
    driver....non sarebbe possibile creare un driver
    per un TPM "virtuale", tipo quello che si fa per
    le schede di rete (hamachi et similia), e fargli
    credere di avere una chiave RSA privata diversa
    da quella integrata realmente nel chip?

    I questo modo potrei simulare la presenza di
    chip fritz "personalizzati" sul mio pc....è
    possibile una cosa del genere?
    non me ne intendo granché ma sembra una buona idea. Questo fintantoché potrai essere tu a specificare la tua chiave, e non verrà invece comunicata inavvertitamente al server senza che tu possa avere alcun controllo su di questa.. btw sicuramente qualche cracker troverà il modo di superare questa cosa. Anche i dongle sembravano poter proteggere il software, eppure....
    Ma soprattutto....è possibile modificare le
    chiavi RSA? Credo che questo sia l'aspetto
    fondamentale della cosa....se ci lasciassero
    modificare le chiavi RSA allora potrei dire che
    il TC è in buona fede....ma se così non fosse
    vorrebbe dire che le ipotesi paventate da crazy
    non sono poi così lontane...
    che non siano in buonafede è assodato, o per lo meno le aziende devono assecondare sia le spinte dei produttori di contenuti e di software, che sono più pro-copyright, sia quelle dei produttori di hw e dei provider, che sono meno favorevoli.Come al solito il tutto si risolverà grazie all'abilità di qualche cracker che adotterà sistemi similari a quelli che hai descritto. Tutti saranno contenti meno i clienti onesti, che dovranno pagare per doversi sorbire paranoie e limiti che i pirati non si sorbiranno. Ciò chiaramente farà diminuire ulteriormente la voglia per il consumatore a spendere in cambio di software, btw, se la stanno cercando, no?
  • avvelenato scrive:
    Non mi sembra tutto sto granché
    secondo me lo craccano, se usato nelle protezioni dei programmi.E oltretutto può essere un'incentiva a usare pgp/gpg tutti quanti.
  • Anonimo scrive:
    Re: il TPM sara` la rovina dell'Informat
    - Scritto da: Crazy
    CIAO A TUTTI
    Questo Articolo e` veramente molto bello, ed
    esplicativo su come funziona il TPM, o Chip
    Fritz... una curiosita`: sapete da dove arriva il
    nome Fritz?no ma visto che ora non potrai MAI Piu dire palladium palladium palladium ci devi dire da dove esce fuori NGSPCOCGPQPPciao!!grazie
  • Crazy scrive:
    il TPM sara` la rovina dell'Informatica
    CIAO A TUTTIQuesto Articolo e` veramente molto bello, ed esplicativo su come funziona il TPM, o Chip Fritz... una curiosita`: sapete da dove arriva il nome Fritz?Il Nome Fritz al Chip TPM arriva dal nome di un Ex Senatore Americano, dello stato del South Carolina, Fritz Hollings, che e` stato forte promotore, ancora nel 2002, di questo Progetto, ed il Chip per cui lui ha finanziato la sua ricerca ha preso il suo Nome.La tecnologia che mette a disposizione il TPM e` molto bella ed affascinante e potrebbe essere una cosa molto positiva per il mondo dell'Informatica.Purtroppo, la sua potenza e` potenzialmente pericolosa, e purtroppo, essendo in mano di aziende che hanno scopi altamente lucristici, il TPM sta venendo utilizzato in un modo molto controproducente... bloccare applicazioni non approvate.Se il TPM fosse solo uno strumento che impedisca la Pirateria, a me andrebbe bene, ma quando, lo strumento in questione, per limitare la pirateria si accredita altri diritti, quali l'impedirmi l'installazione di un Software che non e` ritenuto regolare... no, allora non va piu` bene.Lo so, il fatto che il Softwrae non sia installabile non e` colpa del Fritz ma colpa del Sistema Operativo, ma, se non ci fosse il TPM, il Sistema Operativo non potrebbe riconoscere Programmi approvati da non.Ecco, qui la tecnologia sta venedo utilizzata in modo sbagliato: Windows Vista, come sappiamo, impedira` l'installazione di Player che non abbiano avuto la dovuta certificazione " http://punto-informatico.it/p.asp?i=54685 " e questo proprio grazie al TPM ed alle sue "magiche chiavi", ed inoltre, sempre grazie al TPM verra` impedito l'utilizzo di determinati Hardware " http://punto-informatico.it/p.asp?i=57443&r=PI ", ecco, come is nota, il TPM sta gia` venendo utilizzato nella maniera sbagliata.Se il Player permette l'ascolto di File non protetti da DRM, chi dice a Vista che io invece ascoltero` solo Musica regolarmente pagata?E se io voglio collegare una Scheda di acquisizione che mi permetta di buttare in Harddisk tutto quello che voglio, chi lo dice che poi io la utilizzero` per piratare?Le aziende del TCG oartono dal presupposto che se installi un Programma che permetta di fare qualcosa di non regolare, tu lo farai e basta, quindi, grazie al TPM abbinato al giusto SIstema Operativo, bloccheranno a priori l'installazione di tale Programma.Indubbiamente la pirateria verra` battuta, ma questo e` anche un metodo magnifico per ammazzare la concorrenza... e non so perche`, ma in qualche modo credo che gli interessi molto anche quella oltre alla Pirateria.DISTINTI SALUTI
  • Anonimo scrive:
    Re: Implementato l'SHA1?
    - Scritto da: Anonimo
    che dopo tutto è piuttosto schifoso... lol...dicci di piu' :-)
  • Anonimo scrive:
    Da Palladium a NGSCB
    Curiosa la politica Microsoft, dal momento che il progetto "Palladium" aveva riscontrato una "forte opposizione del pubblico", hanno cambiato il nome del progetto in "NGSCB". Notare bene: NON hanno fermato/modificato il progetto: gli hanno cambiato il NOME.Sperano che utilizzando un nome impronunciabile la gente non se ne accorga?Questo lascia capire quanta considerazione abbia Microsoft nei confronti dei propri clienti...
  • Anonimo scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.
    - Scritto da: elessar
    Tanti si lanciano a priori contro il Trusted
    Computing & similia. Secondo me se il Fritz
    finchè non viene integrato all'interno di CPU,
    GPU e altre parti del PC, ed è possibile a)
    sapere quando è attivo e b) disattivarlo quando
    non lo si desidera (ovviamente rinunciando alle
    funzioni che abilita), non potrà che essere
    utile.Usa un sistema operativo OpenSource e saprai sempre cosa combina. In caso, lo puoi bypassare. Per via dei punti 'a' e 'b', quello è un controllo da utility che si può fare via software.L'unico problema, di per sè, è il codice seriale. Per sistemi Workstation, tale codice può essere utilizzato, al fine di assegnare, ad un active directory, i privilegi ad un computer specifico. Per il resto, o è il sistema operativo che contiene un database, oppure, il fritz chip non può nulla. Inoltre, altra cosa da sottolineare: IL CHIP CRUCCO NON RIMUOVE FILES, NON COMUNICA CON L'ESTERNO PER I CAVOLI SUOI, NE' ALTRE COSE DA FANTASCIENZA. Riguardo la questione che tutti i produttori di hardware si son coalizzati, IMHO, è perchè tutti devono essere compatibili con l'amico crucco.Metti caso che qualche produttore di componentistica hardware non si adegui, ci potrebbero essere problemi di comunicazione (tra cifrato e non cifrato).

    Certo, se poi incominceranno a girare delle
    architetture 'trusted-only'... che se le tengano.
    La libertà di scelta dell'utente non dev'essere
    discussa; se vuole usare applicazioni untrusted
    dev'essere libero di farlo.Di per sè, il chip crucco, così com'è, non rappresenta pericoli. Ovviamente, però, quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare anche tutto il resto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.

      Usa un sistema operativo OpenSource e saprai
      sempre cosa combina. In caso, lo puoi bypassare.ma se il sistema open o closed che sia non funziona senza l'approvazione del coso antitutto, se l'attivazione del coso viene fatta da bios, che fai?se per rimuoverlo devi buttare la scheda madre, che fai?se sviluppi un sistema open tipo linux e ti dicono che tutto il soft girera' cosi' o non girera', tu che fai?e' vero che saprai sempre cosa combina il tuo coso, ma parla con crittografia a 2k saprai solo che parla, non cosa dice!
    • gerry scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: Anonimo
      Di per sè, il chip crucco, così com'è, non
      rappresenta pericoli. Ovviamente, però,
      quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il
      chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare
      anche tutto il resto.Mi son sempre chiesto come cavolo intendono gestire questa cosa.Se compro una library di mp3 e mi si scassa il chip non possono pretendere che mi ricomperi tutto.E non credo nemmeno possano mettere una clausola nel contrtto di licenza che preveda questa possibilità.In tribunale li massacrerebbero.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        - Scritto da: gerry
        - Scritto da: Anonimo


        Di per sè, il chip crucco, così com'è, non

        rappresenta pericoli. Ovviamente, però,

        quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il

        chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare

        anche tutto il resto.

        Mi son sempre chiesto come cavolo intendono
        gestire questa cosa.

        Se compro una library di mp3 e mi si scassa il
        chip non possono pretendere che mi ricomperi
        tutto.
        E non credo nemmeno possano mettere una clausola
        nel contrtto di licenza che preveda questa
        possibilità.
        In tribunale li massacrerebbero.le corporation hanno il solo e unico scopo di LUCROe anche se le persone che stanno alla corporation dietro fossero dispiaciute DEVONO (per legge) avere il solo scopo di lucro e NON POSSONO (per legge) anteporre questioni che vadano contro lo scopo di lucro.vedasi il film: "the corporation" di micheal moore a riguardo.
    • xWolverinex scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.

      IL CHIP CRUCCO NON RIMUOVE FILES, NON COMUNICA
      CON L'ESTERNO PER I CAVOLI SUOI, NE' ALTRE COSE
      DA FANTASCIENZA. Dicevano lo stesso per il seriale del pentium 3.. ma per un periodo non riuscivi a visitare il sito intel se non avevi un processore pentium...... il chip da solo non fa' un cavolo... ma se lo abbini col sistema operativo ? che fa' ?
      Di per sè, il chip crucco, così com'è, non
      rappresenta pericoli. Ovviamente, però,
      quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il
      chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare
      anche tutto il resto.Quando il chip crucco controllera' la firma dei file o dei processi che ci transitano sopra e non li riconoscera' perche' la firma non corrisponde ? allora cosa farai? Io che faccio il programmatore quando copiero' i miei programmi con la firma del mio chip su altri computer.. e gli altri computer si rifiuteranno anche solo di copiarlo perche' la firma nn corrisponde... andro' a fare il fruttivendolo ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        Ti compri la firma digitale da verisign - 500$ l'anno e sei a posto.
      • Nabla scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        - Scritto da: xWolverinex

        IL CHIP CRUCCO NON RIMUOVE FILES, NON COMUNICA

        CON L'ESTERNO PER I CAVOLI SUOI, NE' ALTRE COSE

        DA FANTASCIENZA.
        Dicevano lo stesso per il seriale del pentium 3..
        ma per un periodo non riuscivi a visitare il sito
        intel se non avevi un processore pentium...... il
        chip da solo non fa' un cavolo... ma se lo abbini
        col sistema operativo ? che fa' ?



        Di per sè, il chip crucco, così com'è, non

        rappresenta pericoli. Ovviamente, però,

        quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il

        chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare

        anche tutto il resto.
        Quando il chip crucco controllera' la firma dei
        file o dei processi che ci transitano sopra e non
        li riconoscera' perche' la firma non corrisponde
        ? allora cosa farai? Io che faccio il
        programmatore quando copiero' i miei programmi
        con la firma del mio chip su altri computer.. e
        gli altri computer si rifiuteranno anche solo di
        copiarlo perche' la firma nn corrisponde...
        andro' a fare il fruttivendolo ?Molto semplicemente non legherai i programmi che creerai al Chip Fritz e questi saranno liberi di essere copiati ed utilizzati su qualunque Pc come adesso.Cosi come farai tu anche altre società di software saranno libere di scegliere se distribuire i loro programmi protetti da Fritz oppure proteggerli nel modo attuale oppure non proteggerli del tutto.Come detto nell'articolo Chip Fritz non blocca nulla... da solo un "parere" se un processo è "fidato" oppure no e sta solo ai produttori di software decidere se interpellarlo o meno.Nabla
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.

      Usa un sistema operativo OpenSource e saprai
      sempre cosa combina. In caso, lo puoi bypassare.
      Per via dei punti 'a' e 'b', quello è un
      controllo da utility che si può fare via
      software.
      L'unico problema, di per sè, è il codice seriale.
      Per sistemi Workstation, tale codice può essere
      utilizzato, al fine di assegnare, ad un active
      directory, i privilegi ad un computer specifico.
      Per il resto, o è il sistema operativo che
      contiene un database, oppure, il fritz chip non
      può nulla. Inoltre, altra cosa da sottolineare:
      IL CHIP CRUCCO NON RIMUOVE FILES, NON COMUNICA
      CON L'ESTERNO PER I CAVOLI SUOI, NE' ALTRE COSE
      DA FANTASCIENZA. Non e' che ci voglia molto a capire che il problema e' serio, open source o meno. Vuoi far girare linux sul tuo pc? La CPU interroghera' il chip per capire se il sistema e' trusted ovvero se e' stato caricato in memoria il modulo DRM.
      Riguardo la questione che tutti i produttori di
      hardware si son coalizzati, IMHO, è perchè tutti
      devono essere compatibili con l'amico crucco.
      Metti caso che qualche produttore di
      componentistica hardware non si adegui, ci
      potrebbero essere problemi di comunicazione (tra
      cifrato e non cifrato).Ti bastano le CPU e tutti si devono adeguare se vogliono vendere l'hardware.
      Di per sè, il chip crucco, così com'è, non
      rappresenta pericoli. Ovviamente, però,
      quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il
      chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare
      anche tutto il resto.Non e' certo quello il problema. Se ti si rompe un condensatore devi comunque cambiare tutto a meno che non abbia una stazione di saldatura SMT.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        Ragazzi!Fatevi una scorta di hardware di ultima generazione senza TC e fatelo durare il piu' a lungo possibile..
      • Anonimo scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        - Scritto da: Anonimo
        Non e' che ci voglia molto a capire che il
        problema e' serio, open source o meno.
        Vuoi far girare linux sul tuo pc? La CPU
        interroghera' il chip per capire se il sistema e'
        trusted ovvero se e' stato caricato in memoria il
        modulo DRM.
        Cheffa la CPU?.... la CPU interroga? macche stai addi?La CPU "non fa" proprio un tubo! qualunque processore non fa' assolutamente NULLA... Casomai il software "fa" o "interroga" o altro...E se del software HAI IL SORGENTE il software "fa" o "interroga" quello che dici TU!....punto e basta!....In parole povere e succose L'UNICA "difesa" possibile e' che TUTTO (compresi bios e firmware) il software sia OPEN e con source disponibile.....Riassumento L'unica protezione per l'utonto M$ e' cessare di essere un Utonto M$....In caso contrario NON HA SALVEZZA... non sa (ne sapra' mai) cosa fa il suo computer... contento lui... contenti tutti... (ma sopratutto le major,billy e Bum Bum BUSH).... ah dimenticavo ... il berlusca... il fine fino fini .. il governo cinese... quello inglese... la telecom... e le sue alici... i tronchetti (e anche afef).. il fantasma di komeini...il mossad... la "tua" banca "popolare".. tutti quelli che pensano di essere promossi "caporal maggiore"... (si scordano sempre che ci sono i generali)... insomma coloro che hanno l'idea di campare sulla "rendita" assicurata dall' avere una certa posizione... e tutti quelli che pensano di avere la speranza di arrivare a tale posizione.... c'e' un solo problemino che mi preoccupa!Ovvero:se Tutti si affannanano a ottenere la "rendita" o a a raggiungere la posizione che consente di ottenere tale "rendita"... chi e' che lavora?.... insomma chi e' che produce i "soldini" (la ricchezza) che tale "rendita" si dovrebbe spartire?....E inoltre che cosa e' che rendeebbe "felice" o accettabile la condizione di chi tale "lavoro di produzione" dovrebbe essere disposto a farlo?.....Ai posteri l'ardua sentenza!

        Riguardo la questione che tutti i produttori di

        hardware si son coalizzati, IMHO, è perchè tutti

        devono essere compatibili con l'amico crucco.

        Metti caso che qualche produttore di

        componentistica hardware non si adegui, ci

        potrebbero essere problemi di comunicazione (tra

        cifrato e non cifrato).

        Ti bastano le CPU e tutti si devono adeguare se
        vogliono vendere l'hardware.


        Di per sè, il chip crucco, così com'è, non

        rappresenta pericoli. Ovviamente, però,

        quest'ultimo è in una posizione pericolosa: il

        chip può rompersi. Se è integrato, devi cambiare

        anche tutto il resto.

        Non e' certo quello il problema. Se ti si rompe
        un condensatore devi comunque cambiare tutto a
        meno che non abbia una stazione di saldatura SMT.
        :| :p :@ :'( : 8) 8) 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Finchè è così secondo me va bene.

          e le sue alici... i tronchetti (e anche afef)..Afef continuerà a darla al trochetto anche se non sarà trusted ? :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: Anonimo
      IL CHIP CRUCCO NON RIMUOVE FILES, NON COMUNICA
      CON L'ESTERNO PER I CAVOLI SUOI, NE' ALTRE COSE
      DA FANTASCIENZA. A fare queste cose 'da fantascienza' ci penseranno i drivers rigorosamente closed-source che microsoft sta sviluppando.
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    Si autentica chi ?


    Fritz a quanto pare sta buono e tranquillo fino a
    quanto il software non lo chiama in causa ma se
    il software viene craccato, fritz manco si
    accorgerà del problema. Riguardo al crack da 4
    soldi, guarda caso sono proprio questi crack da 4
    soldi a rendere utilizzabili photoshop, quark
    xpress e company (programmetti da svariati
    milioni di dollari di ricerca e sviluppo)Questi sono solo i primi passi. La prossima versione di Windows, come avrai letto, permetterà di installare solo driver certificati: e perché non in seguito anche solo programmi certificati? a quel punto, oltre al programma, dovresti craccare windows. E quando sarà il bios a permetterti di avviare solo sistemi operativi certificati dovrai flashare il bios. E quando il bios non sarà più flashabile perché il parlamento americano farà passare una legge (che già stanno cercando di portare avanti) che impone l'implementazione di sistemi drm in hardware non escludibili su tutti i dispositivi sai bene cosa succederà!
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software

      E quando il
      bios non sarà più flashabile perché il parlamento
      americano farà passare una legge (che già stanno
      cercando di portare avanti) che impone
      l'implementazione di sistemi drm in hardware non
      escludibili su tutti i dispositivi sai bene cosa
      succederà!Certo che lo sa che succederà. Lo sappiamo tutti. Quei sistemi se li daranno tutti IN FACCIA.
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma Controllo Software
        - Scritto da: Anonimo
        E quando il
        bios non sarà più flashabile perché il
        parlamento
        americano farà passare una legge (che già stanno
        cercando di portare avanti) che impone
        l'implementazione di sistemi drm in hardware non
        escludibili su tutti i dispositivi sai bene cosa
        succederà! Si che lo so... vado in soffitta... mi recupero il vecchio pc, ci installo Linux, mi sfrutto tutte quelle belle appplicazioni OpenSource che non richiedono il crucco anke se devo scrivere la lista della spesa, tanti programmatori si metteranno a scrivere programmi con minori richieste hardware rispetto alla media del (eventuale) momento, ma con funzionalità complete... per il resto vuoi giocare? ti compri la console tanto il software va Acquistato originale quindi non vedo il problema... se tutti si metteranno a fare così vedremo le belle(?) facce dei tizi del TCG chiedersi perchè qualcosa non ha funzionato nelle loro strategie...
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma Controllo Software
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          E quando il

          bios non sarà più flashabile perché il

          parlamento

          americano farà passare una legge (che già
          stanno

          cercando di portare avanti) che impone

          l'implementazione di sistemi drm in hardware
          non

          escludibili su tutti i dispositivi sai bene
          cosa

          succederà!

          Si che lo so... vado in soffitta... mi recupero
          il vecchio pc, ci installo Linux, mi sfrutto
          tutte quelle belle appplicazioni OpenSource che
          non richiedono il crucco anke se devo scrivere la
          lista della spesa, tanti programmatori si
          metteranno a scrivere programmi con minori
          richieste hardware rispetto alla media del
          (eventuale) momento, ma con funzionalità
          complete... per il resto vuoi giocare? ti compri
          la console tanto il software va Acquistato
          originale quindi non vedo il problema... se tutti
          si metteranno a fare così vedremo le belle(?)
          facce dei tizi del TCG chiedersi perchè qualcosa
          non ha funzionato nelle loro strategie...improbabileFritz e` per il grande pubblicoNessuno vorra usare un Linux depotenziato quando in giro ci saranno Windows Vienna e MacOs ZSemplicemente invece di 1 miliardo di copie pirata (tra sw/audio/video/ebook) ci sara 1 milione di geek che useranno linux per navigare e poco piu ad es. di sicuro i film nuovi (magari HDDVD/BlueRay next genereation) non li vedrai...
        • Anonimo scrive:
          Re: Insomma Controllo Software

          Si che lo so... vado in soffitta... mi recupero
          il vecchio pc, ci installo Linux, mi sfrutto
          tutte quelle belle appplicazioni OpenSource che
          non richiedono il crucco anke se devo scrivere la
          lista della spesa, tanti programmatori si
          metteranno a scrivere programmi con minori
          richieste hardware rispetto alla media del
          (eventuale) momento, ma con funzionalità
          complete... per il resto vuoi giocare? ti compri
          la console tanto il software va Acquistato
          originale quindi non vedo il problema... se tutti
          si metteranno a fare così vedremo le belle(?)
          facce dei tizi del TCG chiedersi perchè qualcosa
          non ha funzionato nelle loro strategie...No sarai tu a chiederti perche' la tua nuova macchina digitale non viene vista dal tuo vecchio linux, perche' il tuo vecchio lettore DVD non legge il nuovo formato blueray, ecc, ecc...
    • FDG scrive:
      Re: Insomma Controllo Software
      - Scritto da: Anonimo
      Questi sono solo i primi passi. La prossima
      versione di Windows, come avrai letto, permetterà
      di installare solo driver certificati:Intanto si tratta della versione a 64 bit. Poi, perché ci fermiamo solo a Windows?
      E quando sarà il bios a
      permetterti di avviare solo sistemi operativi
      certificati dovrai flashare il bios.C'è troppa gente che compila il sistema operativo per pensare che questo possa accadere tranquillamente. E che si fa, si vendono le macchine col BIOS per gli sviluppatori e quelle col BIOS per gli altri sfortunati? E quindi devi autorizzare solo sviluppatori che compilano sistemi operativi TCPA compliant? E chi tel'assicura che faranno sempre così? Il Chip FRIZ? E se l'hanno rubato? E se è contraffatto? Troppo complicato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere
    invocate da un programma esterno, attraverso un
    apposito driver. Sarà il programma esterno a
    decidere sulla "politica" di sicurezza che deve
    essere messa in atto."

    Beh allora non cambierà molto da adesso: si
    cracca il software e questo non invoca fritzL'unico sistema per evitare che un utente possa mettere mano in un software, è quello di un terminale diskless. L'utente, in quel caso, non ha nulla. Da notare come PC e altri dispositivi digitali, con tale chip, diventino molto "CONSOLE videoludica".Un OS FOSS (OpenSource), è modificabile tranquillamente, percui, il chip crucco può essere usato, non per palladium o altre ammenità, bensì, per crittare certi dati, in ambito aziendale, al fine di proteggere questi da particolari attacchi informatici.Il resto del TCPA, lo fà Microsoft. Ah, e ricordate, Palladium è stato cambiato, come nome, perchè, NGSCB, tra gli utonti, suona come alieno, almeno per ora ed è difficile da ricordare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software

      Un OS FOSS (OpenSource), è modificabile
      tranquillamente, percui, il chip crucco può
      essere usato, non per palladium o altre ammenità,e se il soft che vuoi ascoltare o installare richiede cruczt con crittografia 2k che gli fai?
      bensì, per crittare certi dati, in ambito
      aziendale, al fine di proteggere questi da
      particolari attacchi informatici.
      Il resto del TCPA, lo fà Microsoft. Ah, e
      ricordate, Palladium è stato cambiato, come nome,
      perchè, NGSCB, tra gli utonti, suona come alieno,
      almeno per ora ed è difficile da ricordare.mi piacerebbe sapere a che cosa di tanto pervertito corrisponde l'acronimo.si, questo dovrebbe essere abbastanza perverso da essere originale:Next-Generation Secure Computing Basesembra un viaggio di star trek, l'ennesimo che dovremo fare, grazie al DRAGAAAA, con le pezze al culo.
  • zirgo scrive:
    mumble mumble...
    ma se si trattasse semplicemente di usare un driver....non sarebbe possibile creare un driver per un TPM "virtuale", tipo quello che si fa per le schede di rete (hamachi et similia), e fargli credere di avere una chiave RSA privata diversa da quella integrata realmente nel chip?I questo modo potrei simulare la presenza di chip fritz "personalizzati" sul mio pc....è possibile una cosa del genere?Ma soprattutto....è possibile modificare le chiavi RSA? Credo che questo sia l'aspetto fondamentale della cosa....se ci lasciassero modificare le chiavi RSA allora potrei dire che il TC è in buona fede....ma se così non fosse vorrebbe dire che le ipotesi paventate da crazy non sono poi così lontane...==================================Modificato dall'autore il 27/01/2006 1.13.00
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    Si autentica chi ?


    Fritz a quanto pare sta buono e tranquillo fino a
    quanto il software non lo chiama in causa ma se
    il software viene craccato, fritz manco si
    accorgerà del problema. Riguardo al crack da 4
    soldi, guarda caso sono proprio questi crack da 4
    soldi a rendere utilizzabili photoshop, quark
    xpress e company (programmetti da svariati
    milioni di dollari di ricerca e sviluppo)non è la stessa cosaqui c'è una protezione hardware che richiede un crack hardware, là è una protezione software e basta un crk softw
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    che!??...
    ...il chip del BIOS lo estrai della scheda madre
    e lo sostituisci con uno che ti fai col tuo
    "programmatore" per PIC...Ahhh, ma questo è il PC come lo conosciamo fino ad OGGI.L'articolo però non parla dei BIOS TCPA-compliant... Consiglio qualche lettura a proposito, è MOLTO istruttiva... e spiega perchè avremo da fare con il saldatore, ammesso che uno ne abbia voglia e competenze.Oltre al fatto che è una pratica impossibile per la maggior parte delle persone.Al massimo fioriranno "quelli che ti fanno la modifica", tipo playstation...
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    Si autentica chi ?Fritz a quanto pare sta buono e tranquillo fino a quanto il software non lo chiama in causa ma se il software viene craccato, fritz manco si accorgerà del problema. Riguardo al crack da 4 soldi, guarda caso sono proprio questi crack da 4 soldi a rendere utilizzabili photoshop, quark xpress e company (programmetti da svariati milioni di dollari di ricerca e sviluppo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software

      Fritz a quanto pare sta buono e tranquillo fino a
      quanto il software non lo chiama in causa ma se
      il software viene craccato, fritz manco si
      accorgerà del problema. Riguardo al crack da 4
      soldi, guarda caso sono proprio questi crack da 4
      soldi a rendere utilizzabili photoshop, quark
      xpress e company (programmetti da svariati
      milioni di dollari di ricerca e sviluppo)Software secondo te e solo un programma che gira sul sistema operativo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    Il Bios si flasha e come esistono i firmware hackati dei masterizzatori che aumentano le velocità di Rip e tolgono il region code lo stesso si farà con il Bios.Come dici ? Il codice RSA di Fritz ? Inutile perchè l'immagine del bios sarà presente in copia unica sul sito del produttore quindi non potrà essere personalizzato per ogni singolo chip e se anche ci si provasse basterà un bug nel codice del sito che qualcuno comprenderà la chiave di lettura per liberare il codice dalla criptatura
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere
    invocate da un programma esterno, attraverso un
    apposito driver. Sarà il programma esterno a
    decidere sulla "politica" di sicurezza che deve
    essere messa in atto."

    Beh allora non cambierà molto da adesso: si
    cracca il software e questo non invoca fritzSi cracca il software e... e questo smetterà di funzionare, dato che non riuscirà ad autenticarsi da nessuna parte. Secondo te questi spendono miliardi in ricerca e sicurezza e arrivi tu col tuo crack da 4 soldi a mandargli tutto all'aria.Gianniiii!!! L'ottimismo è il sale della vita!!! Vedo UFI che miagolano, vacche scalze che volano... L'ottimismo è il profumo della vita... Gianni!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software

    che!??...
    ...il chip del BIOS lo estrai della scheda madre
    e lo sostituisci con uno che ti fai col tuo
    "programmatore" per PIC...fate tutto troppo facile!!! :
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere

    invocate da un programma esterno, attraverso un

    apposito driver. Sarà il programma esterno a

    decidere sulla "politica" di sicurezza che deve

    essere messa in atto."



    Beh allora non cambierà molto da adesso: si

    cracca il software e questo non invoca fritz

    Ti voglio vedere a craccare il BIOS.

    Non puoi scaricarti il saldatore e l'esperienza
    per farlo da Astalavista.che!??......il chip del BIOS lo estrai della scheda madre e lo sostituisci con uno che ti fai col tuo "programmatore" per PIC...
  • Anonimo scrive:
    Re: Insomma Controllo Software
    - Scritto da: Anonimo
    "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere
    invocate da un programma esterno, attraverso un
    apposito driver. Sarà il programma esterno a
    decidere sulla "politica" di sicurezza che deve
    essere messa in atto."

    Beh allora non cambierà molto da adesso: si
    cracca il software e questo non invoca fritzTi voglio vedere a craccare il BIOS.Non puoi scaricarti il saldatore e l'esperienza per farlo da Astalavista.
  • Anonimo scrive:
    Implementato l'SHA1?
    che dopo tutto è piuttosto schifoso... lol...
  • Anonimo scrive:
    Re: Finchè è così secondo me va bene.
    Si certo, peccato però che magari un giorno, e qualcuno spera che quel giorno venga il prima possibile, proprio grazie a questi chip le aziende interessate (major & Co.) decideranno che quel file video o audio che hai acquistato e sottolineo acquistato potrai vederlo od ascolatrlo solo su quel pc, tanto per fare l'esempio più semplice......che il dvd nuovo uscito dal negozio sia riproducibile solo dai lettori da tavolo e basta......vedi un pò tu...
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: Anonimo
      Si certo, peccato però che magari un giorno, e
      qualcuno spera che quel giorno venga il prima
      possibile, proprio grazie a questi chip le
      aziende interessate (major & Co.) decideranno che
      quel file video o audio che hai acquistato e
      sottolineo acquistato potrai vederlo od
      ascolatrlo solo su quel pc, tanto per fare
      l'esempio più semplice......che il dvd nuovo
      uscito dal negozio sia riproducibile solo dai
      lettori da tavolo e basta......vedi un pò tu...straquoto!molti pensano che sia solo un interruttore che deve essere acceso o spendo da un programma.... in effetti è così ma quei programmi che accenderanno quell'interruttore sono alle porte e far finta di nulla o eccedere in ottimismo non serve a granchè!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        - Scritto da: Anonimo
        molti pensano che sia solo un interruttore che
        deve essere acceso o spendo da un programma....
        in effetti è così ma quei programmi che
        accenderanno quell'interruttore sono alle porte e saranno dei rootkit infilati a tradimento in qualche CD o DVD. :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: Anonimo
      Si certo, peccato però che magari un giorno, e
      qualcuno spera che quel giorno venga il prima
      possibile, proprio grazie a questi chip le
      aziende interessate (major & Co.) decideranno che
      quel file video o audio che hai acquistato e
      sottolineo acquistato potrai vederlo od
      ascolatrlo solo su quel pc, tanto per fare
      l'esempio più semplice......che il dvd nuovo
      uscito dal negozio sia riproducibile solo dai
      lettori da tavolo e basta......vedi un pò tu...Si dice, inoltre, per un numero limitato di volte. Ma questo può accedere nei sistemi closed commerciali. Se l'OS viene modificato a tal punto da non tener in considerazione di tali dati, il file lo puoi sentire come e quando ti pare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      Scusate l'ignoranza, ma secondo voi se sono riusciti a modificare le varie consolle anche quelle che si pensava non fosse possibile, semplicemente saldando un chip all'interno di esse,non sarà possibile fare lo stesso con i nuovi pc a livello hw o sf?A tutto c'è rimedio tranne che alla morte.
      • KrecKer scrive:
        Re: Finchè è così secondo me va bene.
        Quando Fritz sara' integrato nelle CPU: NO non ci sara' verso. O meglio, si... ti fabbrichi la tua CPU senza Fritz.Fare discorsi del tipo: "fate pure quello che vi pare tanto troveranno un modo di fregarvi", e' infantile oltre che controproducente! Se una cosa non ti torna hai il diritto/dovere di far sentire la tua voce! Se nessuno dimostrasse mai il proprio dissenso chi gestisce il commercio, in questo caso, o la controparte, in generale, si sente autorizzato ad andare avanti per la propria strada basandosi sul detto: chi tace acconsente!Ciao,Matteo
  • Anonimo scrive:
    Insomma Controllo Software
    "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere invocate da un programma esterno, attraverso un apposito driver. Sarà il programma esterno a decidere sulla "politica" di sicurezza che deve essere messa in atto."Beh allora non cambierà molto da adesso: si cracca il software e questo non invoca fritz
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma Controllo Software
      - Scritto da: Anonimo
      "Le funzionalità del Fritz Chip devono essere
      invocate da un programma esterno, attraverso un
      apposito driver. Sarà il programma esterno a
      decidere sulla "politica" di sicurezza che deve
      essere messa in atto."

      Beh allora non cambierà molto da adesso: si
      cracca il software e questo non invoca fritzbeh valuta che:1) aggirare i sistemi di protezione potrebbe essere illegale2) il coso col casso di fritz l'hai acquistato tu quindi dovresti poterlo usare come ti pare (ma nn è così)3) una volta che hai crackato il tuo pc (tutti i componenti e tutti i software ..si perkè softwareY il giorno X smettera di funzionare su hardware non TC) il tuo pc sarà inutile a meno che tu non vada a crackare tutti i componenti e tutti i software degli altri pc con cui vuoi comunicare.. ah.. attraverso cavo perkè anche adsl potrebbe contenere DRM (se nn sbaglio nel protocollo di ADSL2 è già implementato)detto ciò spero che il TC sia un grande fallimento.personalmente spendevo un bel po' di dindi in hardware...e hardware non al top ma di buona qualità e quindi abbastanza costoso. i margini su tali prodotti sono alti immagino.non so quanto ci guadagneranno (mazzette a parte) i produttori hardware a vendere pc TC alla gente che vuole il pc preassemblato a basso costo.Personalmente ho smesso di comprare hardware e finkè posso non lo comprerò + e se sarà DRM piuttosto resto senza pc. la mia libertà (quella che è rimasta) ha un valore inestimabile e nn si piega.riguardo ai Pc NON-trusted, ammettendo che tutte le attuali aziende del TCPA non forniranno + hardware non tc, quale potrebbe essere un nuovo pc? per favore se sapete parlatene!fa quanto ho saputo io, ma non so se è giusto e se i pezzi sono compatibili:processore: G5 (ma nn li fa solo per mac?) - ultrasparc (si trovano già in commercio?)motherboard: asus (a meno che nn sia entrata nel tcpa)os: linuxpoi? cioè manka pratikamente tutto.. .-.-
  • elessar scrive:
    Finchè è così secondo me va bene.
    Tanti si lanciano a priori contro il Trusted Computing & similia. Secondo me se il Fritz finchè non viene integrato all'interno di CPU, GPU e altre parti del PC, ed è possibile a) sapere quando è attivo e b) disattivarlo quando non lo si desidera (ovviamente rinunciando alle funzioni che abilita), non potrà che essere utile.Certo, se poi incominceranno a girare delle architetture 'trusted-only'... che se le tengano. La libertà di scelta dell'utente non dev'essere discussa; se vuole usare applicazioni untrusted dev'essere libero di farlo.
    • DavidC73 scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.

      Certo, se poi incominceranno a girare delle
      architetture 'trusted-only'... che se le tengano.
      La libertà di scelta dell'utente non dev'essere
      discussa; se vuole usare applicazioni untrusted
      dev'essere libero di farlo.il vero problema è che la gran massa degli uTONTI, non sa nemmeno che il problema esiste, quindi se lorsignori (Zio Bill G, il caro Steve J, Intel, AMD & co) iniziano a produrre e vendere solo architetture "trusted" nel giro ti pochi anni esisteranno solo quelle e allora Bush e governi lecchini potranno anche decidere, con la scusa di facilitare alle polizie il compito di scovare i terroristi islamici (e già che ci sono, anche di controllare i comunisti) che è meglio non consentire l'installazione di quei sistemi bolscevichi come Linux o FreeBSD anche se questo provocherà le proteste di qualche decina di migliaia di Utenti che poi in fondo sono filo-Bin Laden (o almeno comunisti).
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Finchè è così secondo me va bene.
      - Scritto da: elessar
      Tanti si lanciano a priori contro il Trusted
      Computing & similia. Secondo me se il Fritz
      finchè non viene integrato all'interno di CPU,
      GPU e altre parti del PC, ed è possibile a)
      sapere quando è attivo e b) disattivarlo quando
      non lo si desidera (ovviamente rinunciando alle
      funzioni che abilita), non potrà che essere
      utile.Credo che in un primo tempo sarà così.
      Certo, se poi incominceranno a girare delle
      architetture 'trusted-only'... che se le tengano.
      La libertà di scelta dell'utente non dev'essere
      discussa; se vuole usare applicazioni untrusted
      dev'essere libero di farlo.Se al governo italiano la Microsoft o altri barattano alcune leggine contro i terroristi che si annidano tra chi usa il PC, le barattano con le chiavi private del sistemone palladium, credo che palladium sarà obbligatorio e chi non lo usa sarà un reo confesso terrorista.Al solito nulla di nuovo sotto il sole.
Chiudi i commenti