DreamWorks molla AMD, prende Intel

Gli studios per le loro pressanti esigenze di calcolo ritengono Intel più adatta
Gli studios per le loro pressanti esigenze di calcolo ritengono Intel più adatta

Negli ultimi anni AMD aveva offerto tutto ciò di cui avevano bisogno ma i tempi cambiano, le esigenze pure, e ora nelle strategie di uno dei più importanti studios statunitensi, particolarmente dedito all’animazione e al digitale, per AMD c’è poco o nessuno spazio: DreamWorks ha deciso di scegliere Intel.

un fotogramma renderizzato con sistemi HP-AMD In particolare, Dreamworks rimpiazzerà i 1500 server e le circa 1000 workstation HP che utilizzano processori AMD con sistemi più recenti basati su Intel.

Nel complesso lo studio cinematografico si attende di comprimere i tempi di produzione e di avviarsi all’apertura dell’animazione 3D prevista per l’anno prossimo.

Lo switch, nel quale HP comunque continuerà a fungere da fornitore dei sistemi, segue un patto triennale che legava DreamWorks e AMD fin dall’aprile del 2005 e che era stato ribadito anche in occasione di film di richiamo nell’animazione, come Shrek III.

Da parte sua AMD fa buon viso a cattivo gioco, facendo notare che quella di DreamWorks è una decisione “tipicamente ciclica” e che quindi sarà in futuro rimessa in discussione. Sottolinea inoltre che altri importanti studios rimangono “AMD-oriented”, tra cui Pixar (Disney), da anni leader dell’animazione cinematografica.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 07 2008
Link copiato negli appunti