DRM alla brasiliana? Da violare

Il paese sudamericano propone una riforma della sua legge sul copyright, prevedendo un approccio bilanciato al diritto d'autore e alle restrizioni tecnologiche. E sanzioni per chi abusa delle protezioni

Roma – Negli Stati Uniti il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) prescrive il divieto quasi assoluto di circonvenzione delle tecnologie DRM, in Canada la politica e l’industria stanno provando a introdurre imposizioni similari, mentre in Brasile si pensa a una variante che tenga conto di esigenze molto diverse o anche contrastanti tra loro.

Le autorità del paese sudamericano sono in procinto di aggiornare la normativa locale in materia di copyright, implementando i dettami delle disposizioni dettate dalla WIPO ma stando bene attente a bilanciare la necessità di difendere il diritto d’autore accanto alle istanze della collettività.

Laddove il DMCA impedisce la circonvenzione dei sistemi DRM anche nel caso in cui sia lo stesso autore dell’opera protetta a volerlo, il testo della legge brasiliana prevede la possibilità di aggiramento della protezione posto che non si commetta contemporaneamente anche una violazione del copyright .

Chi aggiunge una qualsiasi protezione DRM a un’opera commerciale in Brasile dovrebbe presto fare i conti con alcune limitazioni tese a salvaguardare la legalità di quei soggetti che potrebbero essere interessati a scardinarla. E non solo, visto che la riforma del copyright sudamericana prevede esplicite sanzioni per chi “ostacola o previene l’utilizzo gratuito di opere, trasmissioni radio e fonogrammi divenuti di pubblico dominio”.

La proposta brasiliana è una lampante esemplificazione del fatto che l’eccesso di protezione contro il fair use – nota Michael Geist sul suo blog – è nocivo e pericoloso tanto quanto la sua mancanza . Una lezione di cui potrebbero eventualmente beneficiare anche gli Stati Uniti laddove si prevedono sanzioni per l’abuso delle protezioni DRM contro l’uso legittimo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Forza Silvio scrive:
    viluppo for dummies !
    e' arrivato lo sviluppo for dummies ! roba per donne!
  • MeX scrive:
    android market...
    bene- frammentazione- clientela poco disposta a pagare per le app- tool di sviluppo per lamersempre meglio per gli sviluppatori Android :D
    • DarkOne scrive:
      Re: android market...
      - Scritto da: MeX
      bene

      - frammentazione
      - clientela poco disposta a pagare per le app
      - tool di sviluppo per lamer

      sempre meglio per gli sviluppatori Android :DImmagino tu l'abbia usato per poter dire che è un tool di sviluppo per lamer...
      • Mah scrive:
        Re: android market...
        Come mai glissi gli altri 2 punti?
        • lordream scrive:
          Re: android market...
          - Scritto da: Mah
          Come mai glissi gli altri 2 punti?lol perchè il punto d'arrivo di mex era l'ultima frase ad effetto.. quello che voleva mex è stato raggiunto con una sola frase ecco perchè.. mai giocato a scacchi?
    • collione scrive:
      Re: android market...
      ma come, fino a ieri scrivevi che il problema di android erano i tool troppo difficili, il software non userfriendly, il rooting, ecc...oggi dici l'opposto?
      • Mah scrive:
        Re: android market...
        Indichi dove lo avrebbe scritto così possiamo darti ragione senz'ombra di dubbio.
        • poiuy scrive:
          Re: android market...
          - Scritto da: Mah
          Indichi dove lo avrebbe scritto così possiamo
          darti ragione senz'ombra di
          dubbio.Delle due, l'una:- Indica dove.... così possiamo darti...- Indichi dove... così possiamo darLe...
          • Mah scrive:
            Re: android market...
            La terza "Ci indichi..."Non era difficile.
          • poiuy scrive:
            Re: android market...
            No, ti sfugge qualcosa, nonostante non fosse difficile.Ci indichi, è formale."così possiamo darti ragione" è informale.Da notare che in "darLe" la L maiuscola non la ho messa a caso.Passi dalla terza persona alla seconda nella stessa frase.O decidi di usare la terza persona di cortesia, o usi la seconda persona, optando per un tono più colloquiale.Avresti fatto bella figura dicendo che citavi Fantozzi.
          • rover scrive:
            Re: android market...
            C'era la terza, e finiva con il punto interrogativo...
          • poiuy scrive:
            Re: android market...
            Ok, con il punto interrogativo e una virgola strategica, mi torna.
    • poiuy scrive:
      Re: android market...
      - Scritto da: MeX
      bene

      - frammentazioneProblema mentale tuo.
      - clientela poco disposta a pagare per le appGià... mai sentito parlare di open source?
      - tool di sviluppo per lamerDovresti essere contento, ora anche tu potrai dire di saper programmare per Android... pensa un "Hello World" alla tua portata!

      sempre meglio per gli sviluppatori Android :DGià sviluppano in Java puro... accedendo alle librerie Java già esistenti... come per iPhone... ah no, su iPhone niente java.
      • pippO scrive:
        Re: android market...

        Già sviluppano in Java puro... accedendo alle
        librerie Java già esistenti... come per iPhone...
        ah no, su iPhone niente
        java.Beati loro che non hanno fra i piedi quella roba!giava usatelo nelle caffettiere :D
      • Mah scrive:
        Re: android market...
        - Scritto da: poiuy
        - Scritto da: MeX

        bene



        - frammentazione
        Problema mentale tuo.
        Prblama pratico che tu non riasci a cogliere.

        - clientela poco disposta a pagare per le app
        Già... mai sentito parlare di open source?Peccato non c'azzecchi nulla.Il problema è che se fai business o incassi e copri i costi o bye bye.


        - tool di sviluppo per lamer
        Dovresti essere contento, ora anche tu potrai
        dire di saper programmare per Android... pensa un
        "Hello World" alla tua
        portata!
        Come argomento tecnico è ottimo



        sempre meglio per gli sviluppatori Android :D
        Già sviluppano in Java puro... accedendo alle
        librerie Java già esistenti... come per iPhone...
        ah no, su iPhone niente
        java.E dal lato pratico guadagnano anche senza java.Riprovaci dai.
      • Innovatore scrive:
        Re: android market...
        - Scritto da: poiuy
        - Scritto da: MeX

        bene



        - frammentazione
        Problema mentale tuo.
        Mentale dici ? Che OS monta il modello HTC Tattoo che trovi in negozio ?Che OS monte il modello Nexus One che trovi giusto a fianco del Tattoo ?

        - clientela poco disposta a pagare per le app
        Già... mai sentito parlare di open source?
        Hai idea delle apps gratuite sul market ? Belle vero ? :|

        - tool di sviluppo per lamer
        Dovresti essere contento, ora anche tu potrai
        dire di saper programmare per Android... pensa un
        "Hello World" alla tua
        portata!
        Hai paura che in un mese un newbie riesca a fare meglio di un programmatore "d'annata" ?



        sempre meglio per gli sviluppatori Android :D
        Già sviluppano in Java puro... accedendo alle
        librerie Java già esistenti... come per iPhone...
        ah no, su iPhone niente
        java.ah si , manca java , manca flash ?Meno male che me lo hai detto altrimenti non me ne accorgevo.
    • ullala scrive:
      Re: android market...
      - Scritto da: MeX
      bene

      - frammentazione
      - clientela poco disposta a pagare per le app
      - tool di sviluppo per lamer

      sempre meglio per gli sviluppatori Android :Dhttp://i50.tinypic.com/2epptp3.jpg
    • Mettiuz scrive:
      Re: android market...
      - frammentazione: vero- gente poco disposta a pagare: le statistiche dicono questo (c'è comunque da dire che la "novità" di Apple con iAd era già implementata fin dall'inizio in Android)- tool di sviluppo per lamer: non c'entra con il market dato che le applicazioni create con questo tool possono essere installate solo manualmente perchè non c'è nessun collegamento con il market
  • poiuy scrive:
    Programmatori e WYSIWYG
    Per un buon programmatore la diatriba WYSIWYG vs codice testuale non esiste e non deve esistere.E' compito del programmatore scegliere le tecnologie migliori a seconda del contesto e dello scopo di un programma.Un programma, anche uno semplice, è fatto di alcuni strati concettuali e sinceramente non ci vedo niente di male se la parte grafica è fatta tramite builder grafici.Viceversa per gli strati più vicini alla logica del programma a oggi non vedo degni sostituti della scrittura testuale. Se non in ambiti specifici (simulink ad esempio) dove però mi prende l'orticaria a usarli.Una volta sentii dire: "Non esistono linguaggi di m..., ma esistono linguaggi che ti portano a fare programmi di m..."Cambiano i tool, i concetti, le tecnologie nel tempo, ma un programmatore si adatta e usa quello che gli serve nel modo migliore.
    • ale914 scrive:
      Re: Programmatori e WYSIWYG
      rieto coem gia detto sopra, esiste LabVIEW, interamente grafico ci si fa tutto (allo stesso modo in cui si fa tutto con java)
      • poiuy scrive:
        Re: Programmatori e WYSIWYG
        Ho avuto a che fare con LabView (non tanto però) e per fare cose semplici ci metti veramente tanto. In più non è OO di fondo. E' molto incentrato sul percorso tra input e output, come lo era la programmazione procedurale.E' estremamente proprietario anche. Un ciclo in labView è da disegnare (pessima cosa), con eclipse e java un ciclo è il tempo che ci metti ad attivare l'auto-completamento.Lo usa una amica di medicina, perché per le sue esigenze è ottimo. Io sviluppo web applications... e non penso LabView sia una buona scelta in quel contesto. Non lo è anche nello sviluppo delle applicazioni per cellulare. Non lo è neanche per lo sviluppo di applicativi gestionali. In generale non è quasi mai una buona scelta, a meno che le tue esigenze siano solo quelle di acquisire dati ed elaborarli e magari visualizzarli in grafici.Tutti ambiti dove in linguaggio di programmazione testuale, corredato da tools, è ancora imbattibile.
        • ale914 scrive:
          Re: Programmatori e WYSIWYG
          - Scritto da: poiuy
          Ho avuto a che fare con LabView (non tanto però)
          e per fare cose semplici ci metti veramente
          tanto. non è vero visto che è il tool principe per il fast prototyping
          In più non è OO di fondo.non è detto che sia uno svantaggio, io mi trovo molto male con OO mentre bene con il SO
          E' molto
          incentrato sul percorso tra input e output, come
          lo era la programmazione
          procedurale.
          E' estremamente proprietario anche. Un ciclo in
          labView è da disegnare (pessima cosa), con
          eclipse e java un ciclo è il tempo che ci metti
          ad attivare
          l'auto-completamento.disegnare secondo me accorcia i tempi di scrittura di 10 volte.
          Lo usa una amica di medicina, perché per le sue
          esigenze è ottimo. Io sviluppo web
          applications... e non penso LabView sia una buona
          scelta in quel contesto. Non lo è anche nello
          sviluppo delle applicazioni per cellulare. Non lo
          è neanche per lo sviluppo di applicativi
          gestionali. Concordo al 100%
          In generale non è quasi mai una buona
          scelta, a meno che le tue esigenze siano solo
          quelle di acquisire dati ed elaborarli e magari
          visualizzarli in
          grafici.Dici niente, considera tutta la produzione industriale, molte applicazioni che controllano le macchine sono fatte in labview per non parlare del test, mediamente ogni cosa che produci la devi testare, 90% delle applicazioni di test sono fatte in labview, probabilmente è un settore che non conosci ma ti assicuro che è enorme
          Tutti ambiti dove in linguaggio di programmazione
          testuale, corredato da tools, è ancora
          imbattibile.Tipo quale VB o Java? A me non risulta
  • Mario Rossi scrive:
    Android
    Android, quando lo sviluppo è tutto visuale? Sono contrario ...........
  • RealENNECI scrive:
    Winari banfoni
    Prima elogiano Visual Studio, poi smerd4no l'app maker di google solo perchè è di google...Ma andate a rubare va... programmatori "puntacliccari" che non siete altro..
    • zuzzurro scrive:
      Re: Winari banfoni
      - Scritto da: RealENNECI
      Prima elogiano Visual Studio, poi smerd4no l'app
      maker di google solo perchè è di
      google...Sbagliano sullo sXXXXXre, ma effettivamente non servono grandi prove per rendersi conto che VS è tra gli IDE al top su questo pianeta.
      Ma andate a rubare va... programmatori
      "puntacliccari" che non siete
      altro..Beh, non è che se uno usa VS.NET puntaclicca e basta. Io a parte la GUI il resto di solito lo scrivo a manina. Credo di impiegarci di meno, ed il risultato è molto più mantenibile.
    • pippO scrive:
      Re: Winari banfoni
      - Scritto da: RealENNECI
      Prima elogiano Visual Studio, poi smerd4no l'app
      maker di google solo perchè è di
      google...Se per te visual studio è troppo complicato, c'è sempre questo:http://fuse.microsoft.com/projects-kodu.html:D
      • non so scrive:
        Re: Winari banfoni
        - Scritto da: pippO
        Se per te visual studio è troppo complicato, c'è
        sempre questo:
        http://fuse.microsoft.com/projects-kodu.htmlbello!
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    [OT] Bastonata nelle gengive
    Si attendono denti di ruppolo per il pomeriggio:http://www.tomshw.it/cont/news/iphone-4-sconsigliato-da-consumer-reports/26227/1.html
    • zuzzurro scrive:
      Re: [OT] Bastonata nelle gengive
      Dirà sicuramente che non è un organismo serio.Ma a noi importa? No.più che altro, chiamo un amico, MEEEEEEEEEEX! Adesso ti spieghi come mai nessuno se ne era accorto sul 3gs?Che fatica...
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: [OT] Bastonata nelle gengive
        a dire il vero nell'articolo orginale di consumer reports consigliano l'acquisto del 3gs piuttosto che il 4aspetto con ansia le fiabe dei Mc. H. Ki!
    • DarkOne scrive:
      Re: [OT] Bastonata nelle gengive
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Si attendono denti di ruppolo per il pomeriggio:
      http://www.tomshw.it/cont/news/iphone-4-sconsigliahttp://www.engadget.com/2010/07/12/apple-deleting-mentions-of-consumer-reports-iphone-4-piece-on-f/Patetica davvero questa apple. Ma come fa la gente a farsi abbindolare in questo modo...
  • badosky41 scrive:
    Attenti a BADA
    Anche Samsung pare voglia seguire la strategia "penetrativa" di Android: http://www.tuxjournal.net/?p=14375
  • asd scrive:
    addio programmatori
    asd tra un 20 anni tra visual studio 2010 (ancora piu' visuale) questi tools e altra roba ancora fatta per semplificare la creazione di apps pure mio fratello le saprao' fare e i programmatori o faranno parte delle corporate che sviluppano queti tools o finiranno come cani sulla strada, bhahahaahha, rido perche' ormai l'informatica la fanno cani e porci.
    • Uno scrive:
      Re: addio programmatori
      Sono uno sviluppatore e sono consapevole di questa realtà...succederà anche per i meccanici che saranno "decimati" dalle autoelettriche, succederà per conduttori di metro e treni sostituiti da sistemi informatici......il mondo va avanti ne io ne te lo possiamo fermare........ Forse vi sono pochi mobili belli, e pochi falegnami, ma in casa abbiamo tutti librerie dell'ikea....
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: addio programmatori
      il prodotto più "comprato" dal mercato vincerà, saranno i costi ridotti della programmazione visuale o la maggior qualità del software handcoded? chi vivrà vedrà!
      • Uno scrive:
        Re: addio programmatori
        Io prevedo l'effetto IKEA, o super mercato vs alimentari...
      • 7h38ugg3r scrive:
        Re: addio programmatori
        Sicuramente la programmazione vecchia maniera avrà la meglio, ma ciò non toglie il fatto che qualcuno possa sviluppare applicazioni di un certo livello con questo strumento.Alla fine, parliamo sempre di programmini, mica roba seria.....Anche se per sviluppare qualunque cosa esistono tool RAD che ti permettono di semplificarti molto la vita, se non sai affrontare problemi di sicurezza, robustezza, affidabilità, etc. non riuscirai mai a produrre un software decente, ma solo una parvenza di questo.D'altra parte, è pure vero che fare applicazioni semplici da piazzare nel market di android è molto più immediato, adesso. E' anche giusto che, chi ha talento ma non ha le capacità per metterlo in pratica, venga facilitato in qualche modo, e da questo punto di vista, ben venga questo strumento.Come ha scritto già qualcuno, basta filtrare le applicazioni, in base a diversi criteri: mica si devono necessariamente prendere tutte in considerazione.
        • no no no scrive:
          Re: addio programmatori
          bah arriverà chi farà tutto gratis per poter dire l'ho fatto io e non ci sarà più un mercato.L'unico mercato sarà quello degli accordi tra google e i produttori di cellulari (e google si è presa aggratissè linux per fare android)
          • angros scrive:
            Re: addio programmatori

            bah arriverà chi farà tutto gratis per poter dire
            l'ho fatto io e non ci sarà più un
            mercato.Lo scopo è quello: cancellare il mercato del software, perchè tale merato non ha ragione di esistere. Lo scopo del mercato è permettere la concorrenza: vince chi riesce a produrre alle condizioni migliori, ed elimina gli altri.Per il software le condizioni migliori sono: copie infinite a zero euro. Quindi, il mercato non serve proprio.
    • Mux scrive:
      Re: addio programmatori
      - Scritto da: asd
      asd tra un 20 anni tra visual studio 2010 (ancora
      piu' visuale) questi tools e altra roba ancora
      fatta per semplificare la creazione di apps pure
      mio fratello le saprao' fare e i programmatori o
      faranno parte delle corporate che sviluppano
      queti tools o finiranno come cani sulla strada,Forse tra 20 anni faranno tutto le macchine e non è questo tool che mi preoccupa.- Scritto da: asd
      ..rido perche' ormai l'informatica la
      fanno cani e
      porci.no ti sbagli, ormai non è ancora cosi'.
      • Thescare scrive:
        Re: addio programmatori
        - Scritto da: Mux
        - Scritto da: asd

        asd tra un 20 anni tra visual studio 2010
        (ancora

        piu' visuale) questi tools e altra roba ancora

        fatta per semplificare la creazione di apps pure

        mio fratello le saprao' fare e i programmatori o

        faranno parte delle corporate che sviluppano

        queti tools o finiranno come cani sulla strada,

        Forse tra 20 anni faranno tutto le macchine e non
        è questo tool che mi
        preoccupa.

        - Scritto da: asd

        ..rido perche' ormai l'informatica la

        fanno cani e

        porci.

        no ti sbagli, ormai non è ancora cosi'.Sicuro?Come rispose un tizio a Napoleone, che stava dando dei ladri ai cittadini:Tutti no, "Bonaparte" si.
    • Andreabont scrive:
      Re: addio programmatori
      "rido perche' ormai l'informatica la fanno cani e porci."Straquoto, e poi ci meravigliamo se il programmi vanno in crash e il pc sono un colabrodo in quanto sicurezza...
    • zuzzurro scrive:
      Re: addio programmatori
      Non credo proprio. Io prevedo il contrario: i bravi programmatori a fare cose serie, i cattivi a fare i programmini contornati da migliaia di programmatori-fai-da-te.In pratica: non cambierà nulla! :)
    • Mio Anche scrive:
      Re: addio programmatori
      Convinto te, se trovi qualche azienda che ha il coraggio di mettersi in mano a dei programmini fatti dal primo che passa per strada e accende un PC per la prima volta accomodati.Al primo problema serio che non riusciranno a risolvere, vedrai quei due soldi che hanno fatto come fanno presto a finire a suon di richieste danni e rimborsi.
    • banca scrive:
      Re: addio programmatori
      - Scritto da: asd
      asd tra un 20 anni tra visual studio 2010 (ancora
      piu' visuale) questi tools e altra roba ancora
      fatta per semplificare la creazione di apps pure
      mio fratello le saprao' fare e i programmatori o
      faranno parte delle corporate che sviluppano
      queti tools o finiranno come cani sulla strada,
      bhahahaahha, rido perche' ormai l'informatica la
      fanno cani e
      porci.già ora la differenza tra analista e programmatore non mi convince granchè, in futuro mi sa che esisterà solo l'analista che creerà un modello più dettagliato da cui in automatico (o quasi) si genererà il programma. che poi dovrebbero essere le promesse dell'UML
      • panda rossa scrive:
        Re: addio programmatori
        - Scritto da: banca

        già ora la differenza tra analista e
        programmatore non mi convince granchè, Eppure e' semplice: analista e' colui che non sa scrivere codice.
        • lordream scrive:
          Re: addio programmatori
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: banca



          già ora la differenza tra analista e

          programmatore non mi convince granchè,

          Eppure e' semplice: analista e' colui che non sa
          scrivere
          codice.da un certo punto di vista è vero ^^ manca di quel pizzico di creatività e della logica che ha invece un programmatore con le palle.. ma logicamente il codice lo conosce e lo sa leggere
      • guast scrive:
        Re: addio programmatori
        Analista è quello che ha un'idea.Programmatore è quello a cui tocca farla funzionare
        • panda rossa scrive:
          Re: addio programmatori
          - Scritto da: guast
          Analista è quello che ha un'idea.
          Programmatore è quello a cui tocca che riesce a farla
          funzionareFixed! 8)
          • guast scrive:
            Re: addio programmatori
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: guast

            Analista è quello che ha un'idea.

            Programmatore è quello a cui tocca
            che riesce a
            farla

            funzionare

            Fixed! 8)Questo era scontato.
          • no no no scrive:
            Re: addio programmatori
            l'analista è quello che scrive un documento che descrive quello che serve al cliente... non credo che abbia nessuna idea
    • FDG scrive:
      Re: addio programmatori
      - Scritto da: asd
      ...rido perche' ormai l'informatica la fanno cani e porci.Cani e porci non ridono: abbaiano e grugniscono.
    • guast scrive:
      Re: addio programmatori
      - Scritto da: asd
      asd tra un 20 anni tra visual studio 2010 (ancora
      piu' visuale) questi tools e altra roba ancora
      fatta per semplificare la creazione di apps pure
      mio fratello le saprao' fare e i programmatori o
      faranno parte delle corporate che sviluppano
      queti tools o finiranno come cani sulla strada,
      bhahahaahha, rido perche' ormai l'informatica la
      fanno cani e
      porci.E' dai tempi del mainframe che ogni volta che escono strumenti di sviluppo più potenti si fanno queste previsioni. Ma invece ogni incremento di produttività ha portato requisiti più complessi, software più potenti e maggiore dipendenza dall'informatica.Nonostante tutte queste previsioni la richiesta di sviluppatori continua ad aumentare (non in Italia)
    • no no no scrive:
      Re: addio programmatori
      i programmatori o
      faranno parte delle corporate che sviluppano
      queti tools o finiranno come cani sulla strada,
      bhahahaahha, rido perche' ormai l'informatica la
      fanno cani e
      porci.PEGGIO perchè anche questi tool saranno tutti grtuiti e open source!
  • Uno scrive:
    E invece
    E invece questa di google mi sembra l'idea vincente dare la possibilità di sviluppare al maggior numero di persone, poi signori al di là della qualità del prodotto, i vari tecnicismi da programmatori di C con puntatori e algoritmi super complessi andranno sempre più a marginalizarsi per uno sviluppo di software sempre più astratto e più "visuale".
    • rover scrive:
      Re: E invece
      Sono d'accordo. Infatti oggi (speriamo ieri) può avere un'idea "geniale", ma come singolo non riesce a concretizzarla in quanto dovrebbe studiarsi il linguaggio di programmazione (anche se semplice). Oggi siamo un po' nella situazione che era presente agli albori della fotografia, e cioè per avere una foto dovevi sviluppare la pellicola e poi stampartela.
    • nome e cognome scrive:
      Re: E invece
      - Scritto da: Uno
      E invece questa di google mi sembra l'idea
      vincente dare la possibilità di sviluppare al
      maggior numero di persone, poi signori al di là
      della qualità del prodotto, i vari tecnicismi da
      programmatori di C con puntatori e algoritmi
      super complessi andranno sempre più a
      marginalizarsi per uno sviluppo di software
      sempre più astratto e più
      "visuale".Non è un'idea di google e fino ad ora non è stata vincente... vedremo.
  • angros scrive:
    Klik and play, Visual Basic
    e Game Maker, tutto mescolato assieme? Mi fa pensare ad una cosa del genere.
    • pabloski scrive:
      Re: Klik and play, Visual Basic
      non sono l'unico ad averci visto visual basic allora ;) ....chissà che ne verrà fuori
      • ullala scrive:
        Re: Klik and play, Visual Basic
        - Scritto da: pabloski
        non sono l'unico ad averci visto visual basic
        allora ;) ....chissà che ne verrà
        fuoriMacchè visualizzare basic!In sostanza non c'è alcun codice che chi fa la applicazione scriva realmente!
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Klik and play, Visual Basic
        - Scritto da: pabloski
        non sono l'unico ad averci visto visual basic
        allora ;) ....chissà che ne verrà
        fuoriMa almeno con Visual Basic se vuoi andare oltre alla semplice interfaccia (o poco più) uno straccio di codice lo devi scrivere! Comunque, l'articolo parla chiaro: finché devi fare applicazioni semplici, in cui un collegamento logico tra un componente e l'altro è sufficiente, allora va bene. Per fare qualcosa di minimamente più complesso il codice ci vorrà comunque. Sono comunque curioso di vedere cosa tireranno fuori da questo strumento con un po' di inventiva, ricordo che all'epoca del C64, con il SEUCK qualcuno riuscì a fare cose incredibili, ancora oggi ci sono competizioni a tema: http://tnd64.unikat.sk/Seuck_Compo_2010.htmlAl di la di tutto, penso che siamo ancora lontani dal punto in cui il livello di astrazione e ricchezza di componenti sarà tale da rendere superfluo lo scrivere codice... Ciò non toglie che, almeno per fare le interfacce grafiche, uno strumento RAD sia oggi imprescindibile, andarsi a scrivere a mano il codice per generare le GUI è tedioso, monotono e molto a rischio di errori banali, oltre che tempo perso.
        • noproblem scrive:
          Re: Klik and play, Visual Basic
          Ma vengono fuori TUTTI giochi uguali. Cambi gli sprite e come si muovono, ma alla fine e' sempre lo stesso gioco. Ergo fa XXXXXX.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Klik and play, Visual Basic
            - Scritto da: noproblem
            Ma vengono fuori TUTTI giochi uguali. Cambi gli
            sprite e come si muovono, ma alla fine e' sempre
            lo stesso gioco. Ergo fa
            XXXXXX.Beh, con il seuck ci hanno fatto pure giochi di corsa! E giochi alla Operation Wolf... La fantasia non ha limiti!http://tnd64.unikat.sk/Seuck_Compo_2010.html
          • Shu scrive:
            Re: Klik and play, Visual Basic
            - Scritto da: noproblem
            Ma vengono fuori TUTTI giochi uguali. Cambi gli
            sprite e come si muovono, ma alla fine e' sempre
            lo stesso gioco. Ergo fa
            XXXXXX.Cioé lo stesso che sta succedendo ai giochi per PC dopo Wolfenstein?Sono tutti uguali: cambiano solo le texture, gli effetti delle armi, la trama.Niente, giusto?Call of Duty, Oblivion, Quake, Half Life. Tutti uguali, ergo fanno XXXXXX.Bye.
    • iRoby scrive:
      Re: Klik and play, Visual Basic
      Chi ricorda il SEUCK (Shot Em Up Construction Kit) per Amiga?
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Klik and play, Visual Basic
        - Scritto da: iRoby
        Chi ricorda il SEUCK (Shot Em Up Construction
        Kit) per
        Amiga?Quello del C64, ahimè, era migliore...
        • bubba scrive:
          Re: Klik and play, Visual Basic
          - Scritto da: TADsince1995
          - Scritto da: iRoby

          Chi ricorda il SEUCK (Shot Em Up Construction

          Kit) per

          Amiga?

          Quello del C64, ahimè, era migliore...sull'amy e' poi arrivato AMOS... non specifico per i giochi, ok. Pero' parecchio orientato direi di si..
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Klik and play, Visual Basic

            sull'amy e' poi arrivato AMOS... non specifico
            per i giochi, ok. Pero' parecchio orientato direi
            di
            si..AMOS non era specifico per i giochi!?!?!?!?!? :| :| :| :| :|AMOS era CONCEPITO per i giochi!!! Che altro ci volevi fare con AMOS se non i giochi!? (anche se qualche utility uscì, nella versione Professional c'era qualche simpatica applicazione)AMOS era un vero e proprio linguaggio di programmazione, con tanto di sottosistema per le animazioni dei bob (Amal mi sembra si chiamasse) player per i moduli musicali (buggatissimo) e tantissima altra roba.La cosa più bella è che all'epoca AMOS, un linguaggio di programmazione, lo trovavi sugli scaffali di un qualunque negozio di computer, dove oggi ci trovi l'antivirus per Windows e i gestionali della Finson... Viene molto da riflettere...
          • mura scrive:
            Re: Klik and play, Visual Basic
            - Scritto da: TADsince1995
            La cosa più bella è che all'epoca AMOS, un
            linguaggio di programmazione, lo trovavi sugli
            scaffali di un qualunque negozio di computer,
            dove oggi ci trovi l'antivirus per Windows e i
            gestionali della Finson... Viene molto da
            riflettere...già fa riflettere parecchio la cosa
      • mura scrive:
        Re: Klik and play, Visual Basic
        - Scritto da: iRoby
        Chi ricorda il SEUCK (Shot Em Up Construction
        Kit) per
        Amiga?Ti dirò è la prima cosa che mi è venuta in mente leggendo la news forse stò invecchiando veramente troppo :-(
  • Xcode scrive:
    XCode
    Ovviamente tutti a copiare Xcode da apple. E i detrattori dicevano che Xcode non era il futuro, che era un tool obsoleto per realizzare applicativi obsoleti, mentre adesso sia BigM che BigG seguono a ruota.
    • lordream scrive:
      Re: XCode
      ma sei sicuro?
    • FDG scrive:
      Re: XCode
      - Scritto da: Xcode
      Ovviamente tutti a copiare Xcode da apple...Ma che cazzaro. Xcode è un'altra cosa.
      • FinalCut scrive:
        Re: XCode
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da: Xcode


        Ovviamente tutti a copiare Xcode da apple...

        Ma che cazzaro. Xcode è un'altra cosa.Beh oddio... ho visto il filmato e devo dire che quella era proprio identico ad Interface Builder di Xcode...L'unica cosa realmente diversa era questa qui sotto:[img]http://appinventor.googlelabs.com/about/images/ScreenShotAbout2.png[/img]con xcode invece tu associ (drag'n'drop anche qui) ad un pulsante una action fatta in C da un programmatore invece che ad un behavior pre-scritto.Dato che il succo è proprio questo, il paragone con xcode mi pare forzato e fuori luogo anche perché penso che l'SDK di Android al pari di iPhone abbia già un tool di sviluppo WYSIWYG per quanto riguarda le interfacce... o no?(linux)(apple)
        • zuzzurro scrive:
          Re: XCode
          Ma la smettete di parlare se avete visto solo Xcode nella vostra vita e soprattutto se non avete idea di come si usano l'uno e l'altro.Allora io dico che hano copiato... vediamo... da Delphi!No da Visual Studio!No aspetta... ce ne sono migliaia di tool per lo sviluppo RAD e Xcode non è certo il primo!Saluti.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: XCode
            ben detta!
          • Ubunto scrive:
            Re: XCode
            Non è che hanno copiato da xerox?
          • zuzzurro scrive:
            Re: XCode
            Questa è ben detta :D !!!
          • FinalCut scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: zuzzurro
            Ma la smettete di parlare se avete visto solo
            Xcode nella vostra vita e soprattutto se non
            avete idea di come si usano l'uno e
            l'altro.
            Allora io dico che hano copiato... vediamo... da
            Delphi!

            No da Visual Studio!
            No aspetta... ce ne sono migliaia di tool per lo
            sviluppo RAD e Xcode non è certo il
            primo!
            Saluti.Qui dice il contrario, cioè che è stato proprio uno dei primi:http://en.wikipedia.org/wiki/Interface_Builder Interface Builder first made its appearance in 1988 as part of NeXTSTEP 0.8. It was invented and developed by Jean-Marie Hullot, originally in Lisp (for the ExperLisp product by Expertelligence). It was one of the first commercial applications that allowed interface objects, such as buttons, menus, and windows, to be placed in an interface using a mouse. One notable early use of Interface Builder was the development of the WorldWideWeb web browser by Tim Berners-Lee at CERN using a NeXT workstation. Ma a voi troll qualunque cosa derivi da Apple o Jobs passa assolutamente ignorata...(linux)(apple)
          • MeX scrive:
            Re: XCode
            per loro l'informatica "moderna" è nata del 1995 con il primo windows con uno sfondo per il desktop
          • zuzzurro scrive:
            Re: XCode
            Ok Mex, tanti discorsi per nulla vero?
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: XCode
            xcode ≠ interface builderma si sa che quando si ragiona di tifosi...
          • FinalCut scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            xcode ≠ interface builderSi parlava di tool di sviluppo visuale...Interface Builder è parte integrante di xCode:http://developer.apple.com/technologies/tools/xcode.htmlAnzi con xcode 4 non sarà più nemmeno un applicativo separato ma sarà integrato dentro xcode stessohttp://www.appleinsider.com/print/10/06/19/inside_apples_new_xcode_4_development_tool.html
            ma si sa che quando si ragiona di tifosi...meglio che parlare a vanvera di ciò che non conosci....(linux)(apple)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 17.39-----------------------------------------------------------
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: XCode
            sisi ok dell'ignorante me l'hai dato rimane che ai post sopra parlavi di xcode e xcode1.0 è stato rilasciato nel 2003, mentre interface builder come da nome costruisce solo interfacce, quindi non paragonabile a app builder di google... vabbe tanto spreco tempo
          • FinalCut scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            sisi ok dell'ignorante me l'hai dato rimane che
            ai post sopra parlavi di xcode e xcode1.0 è stato
            rilasciato nel 2003, mentre interface builder
            come da nome costruisce solo interfacce, quindi
            non paragonabile a app builder di google... vabbe
            tanto spreco
            tempogià...già......è come dire che Windows non è un sistema operativo con la GUI perché quando è nato era solo DOS a riga di comando.... è un discorso che non ha il minino senso.(linux)(apple)
          • puppolo scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

            sisi ok dell'ignorante me l'hai dato rimane che

            ai post sopra parlavi di xcode e xcode1.0 è
            stato

            rilasciato nel 2003, mentre interface builder

            come da nome costruisce solo interfacce, quindi

            non paragonabile a app builder di google...
            vabbe

            tanto spreco

            tempo

            già...già...

            ...è come dire che Windows non è un sistema
            operativo con la GUI perché quando è nato era
            solo DOS a riga di comando.... è un discorso che
            non ha il minino
            senso.

            (linux)(apple)ostia! che ragionamento! doveva essere semmai:DOS non è paragonabile a win perchè è un sis.op a riga di comando privo di guiCmq mo te lascio inzia NYPD su la7.., ti lascio ai tuoi scervelottamenti
          • Wolf01 scrive:
            Re: XCode
            Non ha capito una tega, non l'avrà neanche mai usato.Il vero framework per la programmazione visuale è stato GameMaker che permetteva anche ad un criceto di farsi un platform a scorrimento, una calcolatrice o qualsiasi altra monata che passasse per la testa, con semplici blocchi visivi, quadrati, rombi, ottagoni, triangoli... ognuno dei quali corrispondeva ad un costrutto in codice.[img]http://gamebuildpro.com/main/wp-content/uploads/2009/03/game-maker-70-object-properties.jpg[/img]E i più furbi non usavano neanche sti schifi di robe a blocchi, semplicemente creavano gli oggetti, andavano nella room e giù di codice in un bel "do while true" come in C.
          • zuzzurro scrive:
            Re: XCode
            MA SE NON SAI NEMMENO SCRIVERE UNA RIGA DI C!!!per favore, qui chi non sa di cosa sta parlando sei tu.
          • FDG scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            xcode ≠ interface builder
            ma si sa che quando si ragiona di tifosi...xcode infatti è project builder + interface builder.In un certo senso hai ragione :D
          • zuzzurro scrive:
            Re: XCode
            uno dei primi dal primo.Cerca RAD su wikipedia. E torna a fare filmini...
          • lordream scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: zuzzurro

            Ma la smettete di parlare se avete visto solo

            Xcode nella vostra vita e soprattutto se non

            avete idea di come si usano l'uno e

            l'altro.

            Allora io dico che hano copiato... vediamo... da

            Delphi!



            No da Visual Studio!

            No aspetta... ce ne sono migliaia di tool per lo

            sviluppo RAD e Xcode non è certo il

            primo!

            Saluti.


            Qui dice il contrario, cioè che è stato proprio
            uno dei
            primi:

            http://en.wikipedia.org/wiki/Interface_Builder

            Interface Builder first made its appearance in
            1988 as part of NeXTSTEP 0.8. It was invented and
            developed by Jean-Marie Hullot, originally in
            Lisp (for the ExperLisp product by
            Expertelligence). It was one of the first
            commercial applications that allowed interface
            objects, such as buttons, menus, and windows, to
            be placed in an interface using a mouse. One
            notable early use of Interface Builder was the
            development of the WorldWideWeb web browser by
            Tim Berners-Lee at CERN using a NeXT
            workstation.

            Ma a voi troll qualunque cosa derivi da Apple o
            Jobs passa assolutamente
            ignorata...

            (linux)(apple)assolutamente no.. sopratutto quando viene dalla xerox come posso ignorarla?
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: XCode
        - Scritto da: FDG

        Ma che cazzaro. Xcode è un'altra cosa.Si ma lui non lo sa ...
    • ullala scrive:
      Re: XCode
      - Scritto da: Xcode
      Ovviamente tutti a copiare Xcode da apple. E i
      detrattori dicevano che Xcode non era il futuro,
      che era un tool obsoleto per realizzare
      applicativi obsoleti, mentre adesso sia BigM che
      BigG seguono a
      ruota.Eccone un altro, che pure di dire la sua razzata dimostra di aver capito tutto! @^
    • zuzzurro scrive:
      Re: XCode
      Ma fammi il piacere!!!!!!!Adesso stai a vedere che lo sviluppo RAD l'ha inventato Apple.
      • shevathas scrive:
        Re: XCode
        - Scritto da: zuzzurro
        Ma fammi il piacere!!!!!!!
        Adesso stai a vedere che lo sviluppo RAD l'ha
        inventato
        Apple. se non l'ha inventato apple allora non esiste. dal vangelo secondo ruppolo
      • FDG scrive:
        Re: XCode
        - Scritto da: zuzzurro
        Ma fammi il piacere!!!!!!!
        Adesso stai a vedere che lo sviluppo RAD l'ha
        inventato Apple.Secondo wikipedia e l'Interface Builder è parte dell'IDE sin dal 1988: "Interface Builder first made its appearance in 1988 as part of NeXTSTEP 0.8. It was invented and developed by Jean-Marie Hullot, originally in Lisp (for the ExperLisp product by Expertelligence). It was one of the first commercial applications that allowed interface objects, such as buttons, menus, and windows, to be placed in an interface using a mouse"http://en.wikipedia.org/wiki/Interface_BuilderNon so se è proprio il primo, ma c'è da tanto tempo. E Xcode è derivato dall'originale IDE di NeXT. I concetti alla base sono gli stessi: definisci l'interfaccia, le classi dei controller, gli outlets, i collegamenti tra componenti d'interfaccia e componenti di logica e così via. Per molte cose base non devi scrivere una riga di codice. Per il resto, cioè per cosa fa realmente la tua applicazione, si.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 13.53-----------------------------------------------------------
        • zuzzurro scrive:
          Re: XCode
          Cerca RAD su wikipedia.In un altro post dicevi di aver usato V.S. di Microsoft. ora, seriamente, ti sembra sullo stesso piano di Xcode?Poi se proprio vogliamo piangere c'è l'IDE degli ultimi Delphi... Xcode non si evolve! Basta provare i diversi IDE per accorgersene.
          • FDG scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: zuzzurro
            Cerca RAD su wikipedia.Se parli della metodologia di sviluppo, proprio l'integrazione tra Interface Builder e Xcode permette la prototipazione rapida. In più Apple col passare degli anni ha fornito diversi strumenti, principalmente framework, comunque supportati dall'IDE, che alleggeriscono il lavoro degli sviluppatori.
            In un altro post dicevi di aver usato V.S. di
            Microsoft. ora, seriamente, ti sembra sullo
            stesso piano di Xcode?Si, certo, ho trovato VS più scomodo. Certo c'è una questione di preferenze. Inoltre, va bene se usi solo gli strumenti MS. Problematico se provi ad integrare Visual Studio con altri strumenti non MS (es.: Subversion). E' sicuramente lo strumento ideale per chi lavora con le tecnologie MS.Considera comunque che io non l'ho usato con nulla che abbia a che fare con .NET. Ho lavorato allo sviluppo di applicazioni scritte in C++ per windows. Per questo dico che non l'ho trovato molto "visual".
            Poi se proprio vogliamo piangere c'è l'IDE degli
            ultimi Delphi...Non l'ho mai usato quindi non posso dire nulla. Però uso regolarmente Eclipse.
            Xcode non si evolve! Basta provare i diversi IDE
            per accorgersene.Xcode si evolve eccome. Segue anche l'evoluzione di OS X. Altrimenti usandolo dovresti ancora a scrivere un sacco di codice per una applicazione CRUD.Comunque, il concetto non è se Xcode è superiore o inferiore a questo o quell'IDE ma se ha funzionalità per il RAD.
          • zuzzurro scrive:
            Re: XCode
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: zuzzurro


            Cerca RAD su wikipedia.

            Se parli della metodologia di sviluppo, proprio
            l'integrazione tra Interface Builder e Xcode
            permette la prototipazione rapida. In più Apple
            col passare degli anni ha fornito diversi
            strumenti, principalmente framework, comunque
            supportati dall'IDE, che alleggeriscono il lavoro
            degli
            sviluppatori.Mai quanto può alleggerire il lavora un IDE moderno, come VS o quello di Delphi.

            In un altro post dicevi di aver usato V.S. di

            Microsoft. ora, seriamente, ti sembra sullo

            stesso piano di Xcode?

            Si, certo, ho trovato VS più scomodo. Certo c'è
            una questione di preferenze. Inoltre, va bene se
            usi solo gli strumenti MS. Problematico se provi
            ad integrare Visual Studio con altri strumenti
            non MS (es.: Subversion). E' sicuramente lo
            strumento ideale per chi lavora con le tecnologie
            MS.
            Scusami ehhh! ma xcode invece va bene se usi tecnologie da OSX???
            Considera comunque che io non l'ho usato con
            nulla che abbia a che fare con .NET. Ho lavorato
            allo sviluppo di applicazioni scritte in C++ per
            windows. Per questo dico che non l'ho trovato
            molto
            "visual".Ferma un momento! Se tu imposti un progetto C++ managed cosa c'è di più visual???

            Poi se proprio vogliamo piangere c'è l'IDE degli

            ultimi Delphi...

            Non l'ho mai usato quindi non posso dire nulla.
            Però uso regolarmente
            Eclipse.Cerca su youtube, magari se vuoi vedere il touch cerca "delphi gestures" o cose così.

            Xcode non si evolve! Basta provare i diversi IDE

            per accorgersene.

            Xcode si evolve eccome. Segue anche l'evoluzione
            di OS X. Altrimenti usandolo dovresti ancora a
            scrivere un sacco di codice per una applicazione
            CRUD.Xcode segue l'evoluzione di OSX, questo è il minimo! Ma non offre niente di innovativo da anni per velocizzare veramente lo sviluppo!
            Comunque, il concetto non è se Xcode è superiore
            o inferiore a questo o quell'IDE ma se ha
            funzionalità per il
            RAD.Certo, è un tool RAD. Ma purtroppo (o per fortuna) credo ci sia di meglio.
  • poiuy scrive:
    Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0

    Come si è più volte rimarcato anche in queste pagine, la ridondanza di cloni e "programmi spazzatura" sull'Android Market rappresenta uno degli effetti collaterali più negativi della libertà fornita da Google a utenti e sviluppatori.Prendiamo atto del problema. Ora secondo voi, è giusto limitare le app sul market di google (come fa Apple) o semplicemente basta inventare dei filtri di selezione e ordinamento intelligenti?No, così per dire, che cosa fa il motore di ricerca di Google? Seleziona risultati tra milioni di pagine, tra cui la maggioranza spazzatura?Alle volte sembra proprio che si ragioni in modalità binaria:se pago è meglio, se ci sono meno scelte è meglio, se c'è un solo telefono è meglio... cerchiamo di essere un po' meno limitati!Attenzione non è una critica a Apple che fa ottimi prodotti con filosofie vincenti. E' una critica a chi vede tutto bianco e nero...Pluralità implica qualità, non il contrario.
    • panda rossa scrive:
      Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
      - Scritto da: poiuy
      E' una
      critica a chi vede tutto bianco e
      nero...Nel mondo ci sono 10 categorie di persone: quelli che conoscono il sistema binario, e quelli che non lo conoscono!
      • ullala scrive:
        Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: poiuy

        E' una

        critica a chi vede tutto bianco e

        nero...

        Nel mondo ci sono 10 categorie di persone: quelli
        che conoscono il sistema binario, e quelli che
        non lo
        conoscono!No! sono 11 ci sono anche quelli che lo conoscono senza saperlo.
    • OldDog scrive:
      Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
      - Scritto da: poiuy

      Come si è più volte rimarcato anche in queste
      pagine, la ridondanza di cloni e "programmi
      spazzatura" sull'Android Market rappresenta uno
      degli effetti collaterali più negativi della
      libertà fornita da Google a utenti e
      sviluppatori.

      Prendiamo atto del problema. Ora secondo voi, è
      giusto limitare le app sul market di google (come
      fa Apple) o semplicemente basta inventare dei
      filtri di selezione e ordinamento
      intelligenti?Aggiungo: non mi risulta che iPhone limiti i programmi "cloni", quelli che svolgono pressapoco le stesse funzioni. Dovrebbero entrare nel merito di chi ha maggiori diritti di altri, di quanto impegnano le risorse, quanto costano ecc. Diciamo che inflazionano il numero delle APP disponibili, ma non fanno del male, quindi perché cancellarle? Dopo le Ford modello T, basta automobili di altre marche?
      • lordream scrive:
        Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
        - Scritto da: OldDog
        - Scritto da: poiuy


        Come si è più volte rimarcato anche in queste

        pagine, la ridondanza di cloni e "programmi

        spazzatura" sull'Android Market rappresenta uno

        degli effetti collaterali più negativi della

        libertà fornita da Google a utenti e

        sviluppatori.



        Prendiamo atto del problema. Ora secondo voi, è

        giusto limitare le app sul market di google
        (come

        fa Apple) o semplicemente basta inventare dei

        filtri di selezione e ordinamento

        intelligenti?

        Aggiungo: non mi risulta che iPhone limiti i
        programmi "cloni", quelli che svolgono pressapoco
        le stesse funzioni. Dovrebbero entrare nel merito
        di chi ha maggiori diritti di altri, di quanto
        impegnano le risorse, quanto costano ecc.

        Diciamo che inflazionano il numero delle APP
        disponibili, ma non fanno del male, quindi perché
        cancellarle? Dopo le Ford modello T, basta
        automobili di altre
        marche?quanti browser si possono installare su iphone?
        • Innovatore scrive:
          Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
          Diversi , ma con lo stesso motore di Safari,quante app con le stesse funzioni ci sono su AppStore ?
          • Innovatore scrive:
            Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
            Io le pagine le giro col pensiero :D
          • erik_ilross o scrive:
            Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
            veramente c'è pure opera che ha il suo motore di rendering.
        • panda rossa scrive:
          Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
          - Scritto da: lordream

          quanti browser si possono installare su iphone?Tutti quelli che vuole giobs!
          • ullala scrive:
            Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: lordream



            quanti browser si possono installare su iphone?

            Tutti quelli che vuole giobs!E tutti uguali nella sostanza!Infatti non certo quelli che potrebbe volere lui!Il suo peso è ZERO. :D
    • ullala scrive:
      Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
      - Scritto da: poiuy

      Come si è più volte rimarcato anche in queste
      pagine, la ridondanza di cloni e "programmi
      spazzatura" sull'Android Market rappresenta uno
      degli effetti collaterali più negativi della
      libertà fornita da Google a utenti e
      sviluppatori.Non è mica obbligatorio mettere su market le applicazioni che vengono fatte!

      Prendiamo atto del problema. Ora secondo voi, è
      giusto limitare le app sul market di google (come
      fa Apple) o semplicemente basta inventare dei
      filtri di selezione e ordinamento
      intelligenti?Come fa apple?Ma hai presente ifart?Per dirne una!
      No, così per dire, che cosa fa il motore di
      ricerca di Google? Seleziona risultati tra
      milioni di pagine, tra cui la maggioranza
      spazzatura?

      Alle volte sembra proprio che si ragioni in
      modalità
      binaria:
      se pago è meglio, se ci sono meno scelte è
      meglio, se c'è un solo telefono è meglio...
      cerchiamo di essere un po' meno
      limitati!Già appunto
      Attenzione non è una critica a Apple che fa
      ottimi prodotti con filosofie vincenti. E' una
      critica a chi vede tutto bianco e
      nero...
      Pluralità implica qualità, non il contrario.Certamente!
      • Innovatore scrive:
        Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
        - Scritto da: ullala
        Ma hai presente ifart?
        Per dirne una!Ma hai presente quante apps ci sono sullo store ?PS dai che l'hai scritto tu iFart :)
        • ullala scrive:
          Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
          - Scritto da: Innovatore
          - Scritto da: ullala


          Ma hai presente ifart?

          Per dirne una!

          Ma hai presente quante apps ci sono sullo store ?

          PS dai che l'hai scritto tu iFart :)Si parla appunto di applicazioni IDIOTE!
    • sylvaticus scrive:
      Re: Cerchiamo di andare oltre 1 vs 0
      infatti.. il problema del market è che... fa schifo l'interfaccia di scelta!Hai pochissime opzioni (anzi non ce ne hai nessuna) e ti ritrovi semplicemente con un elenco lunghissimo.. potrebbero semplicemente mettere dei criteri di sort o un miglior catalogazione.. cioè.. se ci sono 100 programmi per cominciare una cosa semplice è ok, ma adesso devono implementarlo un po' meglio...
  • FDG scrive:
    Ma che schifezza è?
    Cioè, invece di mettergli i puffi colorati non sarebbe stato più intuitivo una semplice sintassi testuale? Ma chi s'è inventato questa roba non ha mai conosciuto Hypercard?Cioè, per capirci:[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/4/4b/Hypercard.png[/img]Stiamo parlando di roba del 1986!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 luglio 2010 18.27-----------------------------------------------------------
    • nome e cognome scrive:
      Re: Ma che schifezza è?
      - Scritto da: FDG
      Cioè, invece di mettergli i puffi colorati non
      sarebbe stato più intuitivo una semplice sintassi
      testuale? Ma chi s'è inventato questa roba non ha
      mai conosciuto
      Hypercard?

      Cioè, per capirci:

      [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/4/4b

      Stiamo parlando di roba del 1986!Direi che introdurre una sintassi è proprio quello che volevano evitare.
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma che schifezza è?
        - Scritto da: nome e cognome

        Direi che introdurre una sintassi è proprio
        quello che volevano
        evitare.Giusto per spalancare a cani e porci un mondo in cui cani e porci non dovrebbero entrare!Domani faranno un bel bisturi a pallogrammi grazie al quale chiunque potra' operare di appendicite la gente senza bisogno di seguire quelle noiosissime facolta' di medicina e tutto il resto...
        • OldDog scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          - Scritto da: panda rossa
          Giusto per spalancare a cani e porci un mondo in
          cui cani e porci non dovrebbero
          entrare!

          Domani faranno un bel bisturi a pallogrammi
          grazie al quale chiunque potra' operare di
          appendicite la gente senza bisogno di seguire
          quelle noiosissime facolta' di medicina e tutto
          il resto...Temo tu sia fuori strada: l'idea non è di avere un mondo limitato agli scriba, unici detentori del sapere della lettura e scrittura.L'idea è di dare acXXXXX allo sviluppo più semplice a persone comuni (il foglio elettronico non mi ricorda nulla?) e magari liberare le idee di chi non ha la tecnica e lasciare che chi ha la tecnica si concentri sui problemi più difficiliIl vero rischio che ci vedo è che i poveri "non tecnici" mettano a disposizione spunti eccellenti, che verranno "rubati" da chi saprà poi programmarli con tecnica migliore, diventando così solo "concime" per i frutti che altri coglieranno (anche come royalties).
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: OldDog
            Temo tu sia fuori strada: l'idea non è di avere
            un mondo limitato agli scriba, unici detentori
            del sapere della lettura e
            scrittura.No, e' diverso. Il sapere della lettura e della scrittura deve essere alla portata di tutti!Quello che non tollero e' di aprire le porte della programmazione a coloro che prima non si arricchiscono del sapere della lettura e della scrittura!
            L'idea è di dare acXXXXX allo sviluppo più
            semplice a persone comuni (il foglio elettronico
            non mi ricorda nulla?) E infatti si vede l'uso che viene fatto dei fogli elettronici da parte dei non programmatori.
            e magari liberare le idee
            di chi non ha la tecnica e lasciare che chi ha la
            tecnica si concentri sui problemi più
            difficiliE perche' non fare agire in simbiosi chi ha le idee e chi ha la tecnica?
            Il vero rischio che ci vedo è che i poveri "non
            tecnici" mettano a disposizione spunti
            eccellenti, che verranno "rubati" da chi saprà
            poi programmarli con tecnica migliore, diventando
            così solo "concime" per i frutti che altri
            coglieranno (anche come
            royalties).Qui si fa presto: basta eliminare le royalties.
          • angros scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            No, e' diverso.
            Il sapere della lettura e della scrittura deve
            essere alla portata di
            tutti!
            Quello che non tollero e' di aprire le porte
            della programmazione a coloro che prima non si
            arricchiscono del sapere della lettura e della
            scrittura!Guarda, di solito sono d'accordo con te, ma questa volta dissento: per imparare a programmare (e per imparare ad apprezzare la programmazione) bisogna pur partire da qualche parte. Una volta si partiva dal basic degli home computer (commodore 64, msx, spectrum), oppure dal logo, successivamente c'è stata una generazione cresciuta sul qbasic. Adesso, da cosa si parte? Why Johnny can't program?Ovvio che, su cento che hanno imparato il gwbasic, magari uno ha poi cominciato a leggere, a imparare la teoria, e 99 sono rimasti al PRINT "HELLO WORLD": FOR I=1 to 5:GOTO 110Ma avere anche solo uno che ha imparato giustifica l'avere gente che è rimasta a un livello basso? Secondo me, sì: sapere poco è comunque meglio che non sapere nulla, ed offre un incentivo a migliorarsi: poi, pochi lo faranno, ognuno arriverà fin dove ritiene di farcela, ma almeno ciò impedirà che vengano vendute applicazioni troppo idiote: su certe piattaforme, ti chiedono soldi anche solo per un programma che ti mostra uno schermo bianco (iTorch): di certo non potranno più farlo, se anche un bambino di 5 anni è letteralmente in grado di realizzare una applicazione uguale; e a questo punto, anche un bambino di 5 anni capirà che è da cretini comprare o vendere certe applicazioni-spazzatura.

            Il vero rischio che ci vedo è che i poveri "non

            tecnici" mettano a disposizione spunti

            eccellenti, che verranno "rubati" da chi saprà

            poi programmarli con tecnica migliore,
            diventando

            così solo "concime" per i frutti che altri

            coglieranno (anche come

            royalties).

            Qui si fa presto: basta eliminare le royalties.Pienamente d'accordo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: angros

            No, e' diverso.

            Il sapere della lettura e della scrittura deve

            essere alla portata di

            tutti!

            Quello che non tollero e' di aprire le porte

            della programmazione a coloro che prima non si

            arricchiscono del sapere della lettura e della

            scrittura!

            Guarda, di solito sono d'accordo con te, ma
            questa volta dissento: per imparare a programmare
            (e per imparare ad apprezzare la programmazione)
            bisogna pur partire da qualche parte. Certo, come per tutto.Mai detto che programmare sia attivita' alla portata di tutti.
            Una volta
            si partiva dal basic degli home computer
            (commodore 64, msx, spectrum), oppure dal logo,
            successivamente c'è stata una generazione
            cresciuta sul qbasic. Adesso, da cosa si parte?Adesso si parte da una strada tracciata dai pionieri di 30 anni fa.Oggi esiste una facolta' di scienza dell'informazione, che 30 anni fa non c'era.Nulla vieta di ripercorrere la strada dall'inizio usando gli emulatori.Ma oggi come oggi, con un sistema operativo libero, tutti i linguaggi gia' definiti, documentati e con i relativi compilatori a disposizione, chiunque dotato di tempo, buona volonta' e predisposizione puo' mettersi ad imparare il mestiere.E poi dimenticavo Google e la possibilita' di accedere a tutta la conoscenza in fatto di programmazione.
            Why Johnny can't
            program?Perche' non e' vero. Johnny puo'! Basta volerlo.
            Ovvio che, su cento che hanno imparato il
            gwbasic, magari uno ha poi cominciato a leggere,
            a imparare la teoria, e 99 sono rimasti al PRINT
            "HELLO WORLD": FOR I=1 to 5:GOTO
            110Che sarebbe l'equivalente di questo aborto qua che vogliono propinare.
            Ma avere anche solo uno che ha imparato
            giustifica l'avere gente che è rimasta a un
            livello basso? Secondo me, sì: sapere poco è
            comunque meglio che non sapere nulla, ed offre un
            incentivo a migliorarsi: poi, pochi lo faranno,
            ognuno arriverà fin dove ritiene di farcela, ma
            almeno ciò impedirà che vengano vendute
            applicazioni troppo idiote: su certe piattaforme,
            ti chiedono soldi anche solo per un programma che
            ti mostra uno schermo bianco (iTorch):Il problema di quella realta' e' solo dovuto al giro di soldi che si crea mettendo a disposizione fesserie come iTorch o iFart.Togli il giro di soldi e automaticamente scompariranno tre quarti delle fesserie.Togli agli incapaci la possibilita' di scrivere software usando il multitouch invece di un text editor, e automaticamente scomparira' anche l'ultimo quarto.
            di certo
            non potranno più farlo, se anche un bambino di 5
            anni è letteralmente in grado di realizzare una
            applicazione uguale; e a questo punto, anche un
            bambino di 5 anni capirà che è da cretini
            comprare o vendere certe
            applicazioni-spazzatura.Tieni presente il danno irreversibile che la M$ ha provocato distribuendo prodotti che danno agli utonti l'illusione di poter programmare.Centinaia di insulsi gestionali, e centinaia di siti web vincolati a IE6.Nessuna cognizione di causa.
          • marco scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            Ma lasciate fare alla selezione naturale .......
          • angros scrive:
            Re: Ma che schifezza è?


            Una volta

            si partiva dal basic degli home computer

            (commodore 64, msx, spectrum), oppure dal logo,

            successivamente c'è stata una generazione

            cresciuta sul qbasic. Adesso, da cosa si parte?

            Adesso si parte da una strada tracciata dai
            pionieri di 30 anni
            fa.
            Oggi esiste una facolta' di scienza
            dell'informazione, che 30 anni fa non
            c'era.
            Nulla vieta di ripercorrere la strada dall'inizio
            usando gli
            emulatori.Certo, ma sarebbe come insegnare ad un bambino a scrivere facendogli usare penna d'oca e calamaio: alcuni passaggi erano necessari in passato, ma oggi si possono saltare.
            Ma oggi come oggi, con un sistema operativo
            libero, tutti i linguaggi gia' definiti,
            documentati e con i relativi compilatori a
            disposizione, chiunque dotato di tempo, buona
            volonta' e predisposizione puo' mettersi ad
            imparare il
            mestiere.I vantaggi di un sistema operativo libero si vedono quando cominci ad usare le API di tale sistema (la documentazione è migliore, e non c'è il rischio che ti venga cambiato tutto da un giorno all'altro in base ai capricci del produttore), ma quando uno è all'inizio non penso che usi direttamente le API.
            E poi dimenticavo Google e la possibilita' di
            accedere a tutta la conoscenza in fatto di
            programmazione.


            Why Johnny can't

            program?

            Perche' non e' vero. Johnny puo'! Basta volerlo.


            Ovvio che, su cento che hanno imparato il

            gwbasic, magari uno ha poi cominciato a leggere,

            a imparare la teoria, e 99 sono rimasti al PRINT

            "HELLO WORLD": FOR I=1 to 5:GOTO

            110

            Che sarebbe l'equivalente di questo aborto qua
            che vogliono
            propinare.


            Ma avere anche solo uno che ha imparato

            giustifica l'avere gente che è rimasta a un

            livello basso? Secondo me, sì: sapere poco è

            comunque meglio che non sapere nulla, ed offre
            un

            incentivo a migliorarsi: poi, pochi lo faranno,

            ognuno arriverà fin dove ritiene di farcela, ma

            almeno ciò impedirà che vengano vendute

            applicazioni troppo idiote: su certe
            piattaforme,

            ti chiedono soldi anche solo per un programma
            che

            ti mostra uno schermo bianco (iTorch):

            Il problema di quella realta' e' solo dovuto al
            giro di soldi che si crea mettendo a disposizione
            fesserie come iTorch o
            iFart.Esatto: programmatori incapaci che possono però guadagnare con queste XXXXXte; niente di più di quello che accadeva, qualche anno fa, con il "mercato" di loghi e suonerie (per un file musicale di bassa qualità, che tra l'altro si poteva trovare ovunque su internet, ti chiedevano mezza ricarica, e trovavano i polli che ci cascavano)
            Togli il giro di soldi e automaticamente
            scompariranno tre quarti delle
            fesserie.Il giro di soldi è dato dal giro di idioti disposti a pagare per queste fesserie: secondo me, la cosa migliore è creare inflazione: se gli idioti si possono scrivere le loro fesserie da soli (con un tool di sviluppo al loro livello), non le compreranno più, e ne metteranno in giro così tante gratuite che neanche gli altri le compreranno più, finchè non si deciderà di fare piazza pulita perchè la gente si è stufata, e ha cominciato finalmente a riconoscere tali programmi per quello che sono: idiozie.
            Togli agli incapaci la possibilita' di scrivere
            software usando il multitouch invece di un text
            editor, e automaticamente scomparira' anche
            l'ultimo
            quarto.Su questo non sono d'accordo: le fesserie per iPhone, a quanto ne so, sono scritte in Objective C, che non è proprio un linguaggio da incompetenti. Solo che un programmatore in grado di usarlo, se si rende conto che può guadagnare di più scrivendo XXXXXXXte, cosa farà? Se però chiunque diventa in grado di scrivere XXXXXXXte, il programmatore non potrà più sbarcare il lunario in questo modo, e riprenderà a lavorare in modo decente.


            di certo

            non potranno più farlo, se anche un bambino di 5

            anni è letteralmente in grado di realizzare una

            applicazione uguale; e a questo punto, anche un

            bambino di 5 anni capirà che è da cretini

            comprare o vendere certe

            applicazioni-spazzatura.

            Tieni presente il danno irreversibile che la M$
            ha provocato distribuendo prodotti che danno agli
            utonti l'illusione di poter
            programmare.
            Centinaia di insulsi gestionali, e centinaia di
            siti web vincolati a
            IE6.
            Nessuna cognizione di causa.Questo è vero, sicuramente; del resto, è il rovescio della medaglia del concetto di libertà: se è giusto che ognuno possa realizzare ed usare i programmi che vuole, senza che altri gli mettano assurde restrizioni, bisogna accettare che anche gli incompetenti abbiano il diritto di scrivere il loro programma. Gli utenti sono poi liberi di valutare i diversi programmi, e di scegliere e diffondere solo quelli ben fatti (magari scartando a priori quelli realizzati con questo tool).Per concludere: purtroppo esistono i bimbiminkia che si divertono con le app più insulse (tipo iFart); non possiamo farci nulla. Ma allora, è meglio che tali bimbiminkia passino il loro tempo comprando tali app idiote (e alimentando quindi il giro di soldi di cui parlavi prima), oppure che passino il loro tempo giocando a fare i programmatori e scambiandosi le loro creazioni l'un l'altro?Nessuna delle due alternative è entusiasmante, ma se almeno si toglie il giro di soldi, e si insegna a qualcuno che non ha senso comprare una app, io direi che è comunque un passo avanti.
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: angros[megacut]No dico... ma chi siete voi due per decidere cosa uno può o non può programmare? Cosa uno può o non può installare sul proprio telefonino?Cosa è buono e cosa invece è una cretinata da "bimbiminkia"??Da come parlate sembra quasi che il destino dell'umanità dipenda da cosa uno programmi o installi sul proprio cellulare.Cavolo dopo aver speso 700 euro per il mio cellulare potrò metterci una ca..zo di applicazione che lo fa XXXXXXXXXre? O devo venire a chiedere il permesso?Voi due vi seguo da tempo e vi ritenevo molto più intelligenti del normale, viste tutte le conversazioni in tema di copyright e il modo di svilupparle che avete, ma stavolta mi avete deluso.L'unica cosa che farà (almeno a breve) questa web app di Google, sarà quello di creare una esplosione di "apps-cagata" anche su Android.Così almeno il discorso "apps-cagata" sarà pari tra android e iphone e almeno questa parte di diatriba si dissolverà.
          • ullala scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: Aleph72
            - Scritto da: angros
            [megacut]

            No dico... ma chi siete voi due per decidere cosa
            uno può o non può programmare? Cosa uno può o non
            può installare sul proprio
            telefonino?
            Cosa è buono e cosa invece è una cretinata da
            "bimbiminkia"??
            Da come parlate sembra quasi che il destino
            dell'umanità dipenda da cosa uno programmi o
            installi sul proprio
            cellulare.
            Cavolo dopo aver speso 700 euro per il mio
            cellulare potrò metterci una ca..zo di
            applicazione che lo fa XXXXXXXXXre? O devo venire
            a chiedere il
            permesso?
            Voi due vi seguo da tempo e vi ritenevo molto più
            intelligenti del normale, viste tutte le
            conversazioni in tema di copyright e il modo di
            svilupparle che avete, ma stavolta mi avete
            deluso.

            L'unica cosa che farà (almeno a breve) questa web
            app di Google, sarà quello di creare una
            esplosione di "apps-cagata" anche su
            Android.
            Così almeno il discorso "apps-cagata" sarà pari
            tra android e iphone e almeno questa parte di
            diatriba si
            dissolverà.hai perfettamente ragione tranne che per una cosa al momento non esiste un telefono android da 700 euri!
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: ullala
            hai perfettamente ragione tranne che per una cosa
            al momento non esiste un telefono android da 700
            euri!Ovviamente non parlavo di un sistema in particolare.Se voglio comprare un Nokia 8800 (mi pare fosse quello il modello di lusso, no?) e usarlo come fermaporte, nessuno deve sentirsi in dovere di dire che sono cretino.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: Aleph72
            - Scritto da: angros
            [megacut]

            No dico... ma chi siete voi due per decidere cosa
            uno può o non può programmare? Cosa uno può o non
            può installare sul proprio
            telefonino?
            Cosa è buono e cosa invece è una cretinata da
            "bimbiminkia"??La liberta' di opinione e' stata abrogata e non me ne sono accorto?Io chi sono? Io sono uno che di mestiere fa il programmatore e per esperienza dico che dare un tool di sviluppo a prova di idiota nelle mani di un idiota, produce solo idiozie.Vuoi installare delle app a pagamento sul tuo telefono da 700 euro?Liberissimo di farlo finche' sono soldi tuoi e tu in tutta consapevolezza sei contento di buttarli in quel modo.Purtroppo non sono tutti cosi' consapevoli, e non tutti hanno questa disponibilita', ed e' fin troppo semplice adescare dei poveri idioti per convincerli a scaricare inutili applicazioni in cambio di crediti.Io sono contrario a che venga messo in opera un simile mercimonio, e chi sei tu per impedirmi di esprimere questa mia opinione in proposito!
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: panda rossa

            La liberta' di opinione e' stata abrogata e non
            me ne sono
            accorto?Assolutamente. Ma non ho letto le "paroline magiche" da nessuna parte.Oh, magari mi sbaglio io, ho un sonno della malora e non sono attentissimo (festeggiamenti per i mondiali ieri notte in Spagna).
            Io chi sono? Io sono uno che di mestiere fa il
            programmatore e per esperienza dico che dare un
            tool di sviluppo a prova di idiota nelle mani di
            un idiota, produce solo
            idiozie.Fin qui è condivisibile e logico.
            Vuoi installare delle app a pagamento sul tuo
            telefono da 700
            euro?
            Liberissimo di farlo finche' sono soldi tuoi e tu
            in tutta consapevolezza sei contento di buttarli
            in quel
            modo.Si parla di questo no? Mica si diceva che qualcuno spinge qualcun altro a comprare apps-cagata? (Spingitori di compratori...)

            Purtroppo non sono tutti cosi' consapevoli, e non
            tutti hanno questa disponibilita', ed e' fin
            troppo semplice adescare dei poveri idioti per
            convincerli a scaricare inutili applicazioni in
            cambio di
            crediti.E allora ripeto: chi sei tu per decidere QUALE app è inutile e quale è utile? Sarà una cosa soggettiva, no?A me per fare un scherzo l'iFart potrebbe essere fondamentale! Magari solo per 2 minuti e poi si butta via.E se per fare lo scherzo butto via 79 centesimi, tu chi sei per sentenziare che sono un cretino?

            Io sono contrario a che venga messo in opera un
            simile mercimonio, e chi sei tu per impedirmi di
            esprimere questa mia opinione in
            proposito!Non voglio impedirti di esprimere la tua opinione, assolutamente!Quello che sto cercando di farti (farvi) capire è che avete dato delle etichette poco carine a cose molto soggettive e non si dovrebbe fare.Poi ripeto, con un "secondo me" ogni tanto, tra le parole, si capiscono tante cose...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: Aleph72
            Poi ripeto, con un "secondo me" ogni tanto, tra
            le parole, si capiscono tante
            cose...Ok, va bene.Diciamo che tutto quello che scrivo e' di default "secondo me".Quello che invece e' vero, e non una semplice opinione, verra' dimostrato oppure verra' messo un link alla dimostrazione, o alla pagina di dati, o quello che e' di volta in volta.Va meglio?
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Aleph72


            Poi ripeto, con un "secondo me" ogni tanto, tra

            le parole, si capiscono tante

            cose...

            Ok, va bene.
            Diciamo che tutto quello che scrivo e' di default
            "secondo
            me".
            Quello che invece e' vero, e non una semplice
            opinione, verra' dimostrato oppure verra' messo
            un link alla dimostrazione, o alla pagina di
            dati, o quello che e' di volta in
            volta.
            Va meglio?Si :)Toglimi una curiosità...Tu ed Angros siete tra i più accaniti sostenitori del "tutto-open" e del "niente copyright", giusto?Come mai siete anche così chiusi rispetto al fatto di "aprire la programmazione" anche ai non addetti ai lavori?Mi sembra una contraddizione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: Aleph72
            Toglimi una curiosità...
            Tu ed Angros siete tra i più accaniti sostenitori
            del "tutto-open" e del "niente copyright",
            giusto?
            Come mai siete anche così chiusi rispetto al
            fatto di "aprire la programmazione" anche ai non
            addetti ai
            lavori?
            Mi sembra una contraddizione.Io parlo per me.Conosco la programmazione perche' faccio il programmatore di mestiere.La programmazione richiede fondamentalmente una forma mentis logica, in assenza della quale non si puo' programmare.Non ho nulla in contrario a diffondere la cultura della programmazione di computer al mondo, che ce ne sarebbe tanto bisogno.Quello a cui sono contrario e' il pretendere di nasconderla dietro ad un pulsante, dando l'illusione a chi lo clicca di poter fare cose che altrimenti non sarebbe in grado di fare.Questo non e' aprire il mondo della programmazione alla gente, e' illudere la gente!Vuoi imparare a programmare?Posso insegnarti piu' che volentieri.La prima cosa da fare e' buttare il mouse, buttare il touch screen se c'e' e munirsi di carta, matita e gomma, o di lavagna e gessetto, oppure di lavagna e pennarello di quelli che si cancellano.
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: panda rossa
            Quello a cui sono contrario e' il pretendere di
            nasconderla dietro ad un pulsante, dando
            l'illusione a chi lo clicca di poter fare cose
            che altrimenti non sarebbe in grado di
            fare.
            Questo non e' aprire il mondo della
            programmazione alla gente, e' illudere la
            gente!Beh io sono sistemista, non lo sarei mai stato se avessi avuto bisogno di conoscere la programmazione in codice macchina.A volte il "nascondere dietro ad un pulsante" semplifica di molto il lavoro e da la possibilità ad uno strumento di crescere.Credi che oggi i computer sarebbero stati come sono se non ci fossero state le UI ed i pulsanti?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: Aleph72
            - Scritto da: panda rossa


            Quello a cui sono contrario e' il pretendere di

            nasconderla dietro ad un pulsante, dando

            l'illusione a chi lo clicca di poter fare cose

            che altrimenti non sarebbe in grado di

            fare.

            Questo non e' aprire il mondo della

            programmazione alla gente, e' illudere la

            gente!

            Beh io sono sistemista, non lo sarei mai stato se
            avessi avuto bisogno di conoscere la
            programmazione in codice
            macchina.Non occorre conoscere il codice macchina per fare i sistemisti.Occorre conoscerlo se devi programmare direttamente i proXXXXXri.O se devi scrivere un altro compilatore.
            A volte il "nascondere dietro ad un pulsante"
            semplifica di molto il lavoro e da la possibilità
            ad uno strumento di crescere.Indubbiamente, ma solo se sai quello che quel pulsante ti semplifica.Altrimenti ti riduci ad operare al livello di scimmia: clicchi e basta.
            Credi che oggi i computer sarebbero stati come
            sono se non ci fossero state le UI ed i
            pulsanti?Oggi i computer sono come sono perche' hanno inserito GUI e pulsanti.Ma sotto le GUI e dietro i pulsanti c'e' ancora del codice.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            La programmazione richiede fondamentalmente una
            forma mentis logica, in assenza della quale non
            si puo'
            programmare.ovviamente.
            Non ho nulla in contrario a diffondere la cultura
            della programmazione di computer al mondo, che ce
            ne sarebbe tanto
            bisogno.
            anche una bicicletta con le ruotine può essere utile per insegnare a pedalare.
            Quello a cui sono contrario e' il pretendere di
            nasconderla dietro ad un pulsante, dando
            l'illusione a chi lo clicca di poter fare cose
            che altrimenti non sarebbe in grado di
            fare.se il tipo riesce a fare quello che voleva fare bene e buon per lui, se il tizio si accorge che ha bisogno di qualcosa come un approfondimento della conoscenza della programmazione o di capire qualcosa di più o meglio allora tanto di guadagnato.
            Vuoi imparare a programmare?
            Posso insegnarti piu' che volentieri.
            La prima cosa da fare e' buttare il mouse,
            buttare il touch screen se c'e' e munirsi di
            carta, matita e gomma, o di lavagna e gessetto,
            oppure di lavagna e pennarello di quelli che si
            cancellano.il fatto è che se prima non ci sbatti la testa rendendoti conto che il "punta&clicca" non è sufficiente, che serve qualcos'altro, che la gui è solo una carrozzeria che nasconde il motore e che devi saper mettere mano al motore, il metodo "carta e matita" non viene capito.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: shevathas

            La programmazione richiede fondamentalmente una

            forma mentis logica, in assenza della quale non

            si puo'

            programmare.

            ovviamente.


            Non ho nulla in contrario a diffondere la
            cultura

            della programmazione di computer al mondo, che
            ce

            ne sarebbe tanto

            bisogno.


            anche una bicicletta con le ruotine può essere
            utile per insegnare a
            pedalare.Ruotine che cerchi di eliminare al piu' presto, perche' altrimenti non impari ad andare in bicicletta.

            Quello a cui sono contrario e' il pretendere di

            nasconderla dietro ad un pulsante, dando

            l'illusione a chi lo clicca di poter fare cose

            che altrimenti non sarebbe in grado di

            fare.

            se il tipo riesce a fare quello che voleva fare
            bene e buon per lui,Quello che dicevano coloro che hanno fatto i siti con frontpage...
            se il tizio si accorge che
            ha bisogno di qualcosa come un approfondimento
            della conoscenza della programmazione o di capire
            qualcosa di più o meglio allora tanto di
            guadagnato.E perche' deve accorgersene da solo? Non e' piu' semplice dirglielo prima?

            Vuoi imparare a programmare?

            Posso insegnarti piu' che volentieri.

            La prima cosa da fare e' buttare il mouse,

            buttare il touch screen se c'e' e munirsi di

            carta, matita e gomma, o di lavagna e gessetto,

            oppure di lavagna e pennarello di quelli che si

            cancellano.

            il fatto è che se prima non ci sbatti la testa
            rendendoti conto che il "punta&clicca" non è
            sufficiente, che serve qualcos'altro, che la gui
            è solo una carrozzeria che nasconde il motore e
            che devi saper mettere mano al motore, il metodo
            "carta e matita" non viene
            capito.Quindi siamo destinati a ripetere gli errori del passato.Si prendono i consigli delle persone piu' esperte e che ci sono gia' passate, si buttano alle ortiche, e ci si spacca la testa prima di riconoscere che forse gli altri avevano ragione.L'oste dice che il suo vino e' buono.Io che l'ho bevuto dico che fa schifo.E invece di credere a me, si preferisce credere all'oste, bere quel vino, per poi accorgersi che fa schifo.O peggio, magari qualcuno col palato grezzo, neanche si rende conto che il vino fa schifo, perche' non e' in grado di gustarlo, lo beve e poi sta male.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma che schifezza è?


            se il tizio si accorge che

            ha bisogno di qualcosa come un approfondimento

            della conoscenza della programmazione o di
            capire

            qualcosa di più o meglio allora tanto di

            guadagnato.

            E perche' deve accorgersene da solo? Non e' piu'
            semplice dirglielo
            prima?
            perché con certa gente crede al santo solo dopo che ha visto il miracolo.

            Quindi siamo destinati a ripetere gli errori del
            passato.
            Si prendono i consigli delle persone piu' esperte
            e che ci sono gia' passate, si buttano alle
            ortiche, e ci si spacca la testa prima di
            riconoscere che forse gli altri avevano
            ragione.
            spaccarsi poco poco la testa può essere utile per accorgersi dell'esistenza di certe librerie... e parlo per esperienza ;)
            O peggio, magari qualcuno col palato grezzo,
            neanche si rende conto che il vino fa schifo,
            perche' non e' in grado di gustarlo, lo beve e
            poi sta
            male.sarà contento il medico che gli dovrà curare il mal di pancia... ;)
          • angros scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            No dico... ma chi siete voi due per decidere cosa
            uno può o non può programmare? Cosa uno può o non
            può installare sul proprio
            telefonino?Forse non ci siamo capiti: io sostenevo proprio che ognuno può installare (e soprattutto, realizzare) ciò che vuole: se vuoi iFart, cosa è più giusto? Che tu debba comprartelo, o che tu abbia gli strumenti per scrivertelo da solo, e la possibilità di scaricarlo da chi eventualmente ha già fatto qualcosa di simile?Se ti trovi dieci programmi (anche scritti da bimbiminkia, tanto chiunque saprebbe fare una cosa del genere), tutti gratuiti, sul sito XXXXXXX.com o simili, potrai fare il tuo scherzo, ma capirai anche una cosa: che se qualcuno cerca di venderti una app del genere ti sta prendendo in giro. La tua libertà è maggiore (invece di poter comprare un simulatore di scorregge, potrai scaricarne gratuitamente dieci, o scriverne un undicesimo, se è questo che vuoi), e ti renderai conto che è una app che non vale nulla.
            Cavolo dopo aver speso 700 euro per il mio
            cellulare potrò metterci una ca..zo di
            applicazione che lo fa XXXXXXXXXre? O devo venire
            a chiedere il
            permesso?Certo che puoi: guarda che è la Apple che pretende che tu chieda il permesso, non io o panda rossa.La discussione tra me e panda rossa era su un altro punto: entrambi riteniamo che chiedere soldi per una applicazione del genere sia una truffa; solo che panda rossa sosteneva che non bisogna incoraggiare chi scrive tali applicazioni, dandogli dei soldi; io sostenevo che il miglior modo di far capire alla gente (te incluso) come stanno le cose, sia proprio quello di metterti in grado di scriverti queste applicazioni da solo.Se tu sei in grado di realizzare una app identica ad iFart in dieci minuti o meno, hai ancora voglia di comprarlo?
            Voi due vi seguo da tempo e vi ritenevo molto più
            intelligenti del normale, viste tutte le
            conversazioni in tema di copyright e il modo di
            svilupparle che avete, ma stavolta mi avete
            deluso.

            L'unica cosa che farà (almeno a breve) questa web
            app di Google, sarà quello di creare una
            esplosione di "apps-cagata" anche su
            Android.
            Così almeno il discorso "apps-cagata" sarà pari
            tra android e iphone e almeno questa parte di
            diatriba si
            dissolverà.Con una differenza (che secondo me è importante): su android ci sarà molta più gente in grado di scrivere app-cagate, e questo darà una idea più chiara del loro reale valore (e soprattutto, colpirà il modello iPhone, perchè gli utenti che vanno tanto fieri delle loro app inutili si troveranno a confrontarsi con altri utenti che dicono "ma quello lo so fare anche io")
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: angros
            Forse non ci siamo capiti: io sostenevo proprio
            che ognuno può installare (e soprattutto,
            realizzare) ciò che vuole: se vuoi iFart, cosa è
            più giusto? Che tu debba comprartelo, o che tu
            abbia gli strumenti per scrivertelo da solo, e la
            possibilità di scaricarlo da chi eventualmente ha
            già fatto qualcosa di
            simile?Secondo me non è questione di "giustizia", quanto di possibilità.Posso avere la possibilità di scrivermi la mia app-cagata, ma non mi va e preferisco spendere 79 cents per prendere quella già fatta.

            Se ti trovi dieci programmi (anche scritti da
            bimbiminkia, tanto chiunque saprebbe fare una
            cosa del genere), tutti gratuiti, sul sito
            XXXXXXX.com o simili, potrai fare il tuo scherzo,
            ma capirai anche una cosa: che se qualcuno cerca
            di venderti una app del genere ti sta prendendo
            in giro. La tua libertà è maggiore (invece di
            poter comprare un simulatore di scorregge, potrai
            scaricarne gratuitamente dieci, o scriverne un
            undicesimo, se è questo che vuoi), e ti renderai
            conto che è una app che non vale
            nulla.Ma dai, ma lo sanno tutti che sono apps che non valgono niente.Si installano, si provano e poi si cestinano.In ogni caso di queste apps ce ne sono a migliaia anche sull'App Store, molte delle quali gratuite. Basta cercare.Non sai cercare? O non ti va? ti compri la prima che capita e basta.
            Certo che puoi: guarda che è la Apple che
            pretende che tu chieda il permesso, non io o
            panda
            rossa.

            La discussione tra me e panda rossa era su un
            altro punto: entrambi riteniamo che chiedere
            soldi per una applicazione del genere sia una
            truffa; solo che panda rossa sosteneva che non
            bisogna incoraggiare chi scrive tali
            applicazioni, dandogli dei soldi; io sostenevo
            che il miglior modo di far capire alla gente (te
            incluso) come stanno le cose, sia proprio quello
            di metterti in grado di scriverti queste
            applicazioni da
            solo.Truffa non credo proprio. C'è scritto quanto costa e quello che fa. Se non sai leggere non dovresti nemmeno avere uno smartphone.
            Se tu sei in grado di realizzare una app identica
            ad iFart in

            dieci minuti o meno, hai ancora voglia di
            comprarlo?Potrei tornare a casa a piedi o con l'autobus, ma il taxi è più veloce anche se costa di più...A volte scelgo comunque il taxi per vari motivi.Quindi la risposta è si, potrei ancora avere voglia di comprarlo.
            Con una differenza (che secondo me è importante):
            su android ci sarà molta più gente in grado di
            scrivere app-cagate, e questo darà una idea più
            chiara del loro reale valore (e soprattutto,
            colpirà il modello iPhone, perchè gli utenti che
            vanno tanto fieri delle loro app inutili si
            troveranno a confrontarsi con altri utenti che
            dicono "ma quello lo so fare anche
            io")E quindi la cosa potrebbe indirettamente portare questi utenti a scegliere delle apps più utili, ma anche no.Ricordati che probabilmente stiamo parlando di bambini.Tutti quelli che conosco io che hanno un iPhone vanno dai 30 ai 50 anni e se hanno mai scaricato una app-cagata l'hanno fatto solo perché gratis (e nella maggior parte dei casi poi l'hanno cancellata).Lo stesso discorso si può comparare con i vari siti che vendono suonerie: hai voglia a dire a quelli che le comprano che si possono ottenere gratuitamente da internet, quelli se ne sbattono perché o sono bambini e non sanno ancora fare certe cose, o sono anziani e non hanno alcuna voglia di imparare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: angros

            Certo, ma sarebbe come insegnare ad un bambino a
            scrivere facendogli usare penna d'oca e calamaio:
            alcuni passaggi erano necessari in passato, ma
            oggi si possono
            saltare.No, aspetta, non confondere il saper scrivere, col saper tenere in mano lo strumento di scrittura.Uno puo' essere bravissimo ad impugnare la penna d'oca e intingerla nel calamaio, e avere pure una bellissima calligrafia, ma se non conosce ortografia e grammatica, quello NON SA SCRIVERE!L'arte di scrivere consiste di due aspetti separati:1) saper usare lo strumento (penna d'oca, penna a sfera, word proXXXXXr).2) sapere ortografia e grammatica.Il secondo e' indispensabile, il primo e' al passo coi tempi.Adesso estendi la metafora.
            I vantaggi di un sistema operativo libero si
            vedono quando cominci ad usare le API di tale
            sistema (la documentazione è migliore, e non c'è
            il rischio che ti venga cambiato tutto da un
            giorno all'altro in base ai capricci del
            produttore), ma quando uno è all'inizio non penso
            che usi direttamente le
            API.E invece si.Tutti i linguaggi di programmazione, nella prima pagina illustrano un programma di una sola riga, quello per scrivere "Hello, world!".Tutti prevedono di passare una stringa ad una funzione di libreria, che si occupa della stampa.30 anni fa invece per poter scrivere "Hello, world!" dovevi:1) disegnarti il font che non c'era2) scriverti la procedura che stampa un carattere del font sullo schermo3) scrivere un ciclo che, per ogni carattere della stringa chiama la procedura del punto 2.Niente API! Oggi sarebbe da suicidio!

            Il problema di quella realta' e' solo dovuto al

            giro di soldi che si crea mettendo a
            disposizione

            fesserie come iTorch o

            iFart.

            Esatto: programmatori incapaci che possono però
            guadagnare con queste XXXXXte; niente di più di
            quello che accadeva, qualche anno fa, con il
            "mercato" di loghi e suonerie (per un file
            musicale di bassa qualità, che tra l'altro si
            poteva trovare ovunque su internet, ti chiedevano
            mezza ricarica, e trovavano i polli che ci
            cascavano)Io questo andazzo lo voglio combattere.Non esiste che si possa concedere spazio a tanti cialtroni confidando sull'ignoranza diffusa dell'utente.Si chiama circonvenzione di incapace!
            Il giro di soldi è dato dal giro di idioti
            disposti a pagare per queste fesserie: secondo
            me, la cosa migliore è creare inflazione: se gli
            idioti si possono scrivere le loro fesserie da
            soli (con un tool di sviluppo al loro livello),Ma se gli idioti non sono neppure stati in gradi di farsi una App cosi' scema da accendere tutti i pixel del display per fare luce!

            Togli agli incapaci la possibilita' di scrivere

            software usando il multitouch invece di un text

            editor, e automaticamente scomparira' anche

            l'ultimo

            quarto.

            Su questo non sono d'accordo: le fesserie per
            iPhone, a quanto ne so, sono scritte in Objective
            C, che non è proprio un linguaggio da
            incompetenti. Solo che un programmatore in grado
            di usarlo, se si rende conto che può guadagnare
            di più scrivendo XXXXXXXte, cosa farà? Se però
            chiunque diventa in grado di scrivere XXXXXXXte,
            il programmatore non potrà più sbarcare il
            lunario in questo modo, e riprenderà a lavorare
            in modo
            decente.Boh, e' una ipotesi plausibile pure la tua.
          • angros scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            30 anni fa invece per poter scrivere "Hello,
            world!"
            dovevi:
            1) disegnarti il font che non c'era
            2) scriverti la procedura che stampa un carattere
            del font sullo
            schermo
            3) scrivere un ciclo che, per ogni carattere
            della stringa chiama la procedura del punto
            2.30 anni fa, su un vic 20 o simili si poteva già fare PRINT "HELLO WORLD".Comunque, il concetto è chiaro

            Esatto: programmatori incapaci che possono però

            guadagnare con queste XXXXXte; niente di più di

            quello che accadeva, qualche anno fa, con il

            "mercato" di loghi e suonerie (per un file

            musicale di bassa qualità, che tra l'altro si

            poteva trovare ovunque su internet, ti
            chiedevano

            mezza ricarica, e trovavano i polli che ci

            cascavano)

            Io questo andazzo lo voglio combattere.Anche io!
            Non esiste che si possa concedere spazio a tanti
            cialtroni confidando sull'ignoranza diffusa
            dell'utente.
            Si chiama circonvenzione di incapace!Esattamente! Ma l'unica soluzione è tentare di ridurre almeno un pochino l'ignoranza degli utenti. Quindi, tanto per cominciare gli devi far vedere come è facile scrivere applicazioni così idiote: talmente facile che perfino loro possono riuscirci. Non si pretende di farli diventare programmatori, si pretende solo di insegnar loro quel tanto che basta per non farsi XXXXXXX così spudoratamente (come i corsi di informatica che facevano con il LOGO: lo scopo era soprattutto di far capire cosa si può o non si può fare con un programma, in un'epoca in cui la gente non sapeva nemmeno cosa aspettarsi da un computer)Solo che, quando hai a che fare con dei "ritardati", non puoi pretendere di insegnare loro qualcosa con i metodi normali: devi adeguare il tuo sistema alle loro capacità di comprensione (quindi, gli fai il disegnino, se necessario)


            Il giro di soldi è dato dal giro di idioti

            disposti a pagare per queste fesserie: secondo

            me, la cosa migliore è creare inflazione: se gli

            idioti si possono scrivere le loro fesserie da

            soli (con un tool di sviluppo al loro livello),

            Ma se gli idioti non sono neppure stati in gradi
            di farsi una App cosi' scema da accendere tutti i
            pixel del display per fare
            luce!E allora, cerchiamo di insegnargli almeno quello! (il tool di Google basta e avanza, per questo)Sarà sempre meglio di niente.Come dire: non riuscirò a trasformare un analfabeta in un grande scrittore, ma se riesco a insegnargli almeno a scrivere in stampatello, non dovrà più chiedere aiuto ogni volta che deve compilare un modulo.
          • ephestione scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: panda rossa
            No, e' diverso.
            Il sapere della lettura e della scrittura deve
            essere alla portata di
            tutti!
            Quello che non tollero e' di aprire le porte
            della programmazione a coloro che prima non si
            arricchiscono del sapere della lettura e della
            scrittura!Non ti capisco ;)Ti dà fastidio che il calzolaio si metta a fare applicazioni per il suo acer liquid con un tool tipo tux paint? :DE' come se the edge si imbestialisse perché la fisher price vende le chitarre giocattolo che creano melodie pseudocasuali e intonate premendo a caso 10 tasti :p
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: ephestione
            Non ti capisco ;)
            Ti dà fastidio che il calzolaio si metta a fare
            applicazioni per il suo acer liquid con un tool
            tipo tux paint?
            :DNo, finche' le suddette app non finiscono nello store, e poi tutti a dire "se l'ha fatta il calzolaio, la posso fare anche io", col bel risultato di creare una infinita' di inutili applicazioni malfunzionanti.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            No, finche' le suddette app non finiscono nello
            store, e poi tutti a dire "se l'ha fatta il
            calzolaio, la posso fare anche io", col bel
            risultato di creare una infinita' di inutili
            applicazioni
            malfunzionanti.che creperanno come mosche e spariranno. Non vedo che problemi ci possano essere.Se ci pensi è quasi come i blog: chiunque può aprirsene uno ed impestare la rete di cavolate colossali. E la tua proposta riferita ai blog sarebbe una "censura preventiva" per migliorare la qualità della rete.Preferisco avere una rete libera e dover filtrare cavolate che una rete controllata. Allo stesso modo preferisco che anche il ciabattino possa farsi la sua microapplicazione che dover chiedere autorizzazioni ad un consiglio degli ulema per scrivere, e pubblicare, un programmino del cavolo che mi è venuto in mente.
          • no no no scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            in parte è quello che è sucXXXXX con i framework gratuiti open source.Adesso, dopo anni di discussioni, mi dici che vuoi riscrivere la ruota????
          • angros scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            in parte è quello che è sucXXXXX con i framework
            gratuiti open
            source.C'è una piccol differenza: senza i tool di sviluppo visuali, può programmare solo chi è capace. Senza framework gratuiti, può programmare solo chi ha i soldi.A noi interessa far entrare chi è capace, e lasciar fuori chi non lo è. Non ci interessa se chi entra ha soldi o no
          • no no no scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            beh prima programmavono solo gli espertissimi, poi sono arrivati i framework gratuiti e il livello è sceso (ma vuoi riscrivere la ruota?).Adesso arrivano i tool visuali gratuiti e il livello scende ancora (hanno la ruota e il cambio già fatti). Vuoi riscrivere anche il cambio?Non è che i vostri discorsi possono saltare tutti adesso!
          • Joshthemajor scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            Come in ogni campo c'è chi ne sa, e fa il maestrino, e chi non ne sa, ed è il niubbo schiavo.Il fatto è che grazie a questo programma, molte persone con poco tempo, potranno cimentarsi, anche se solo per qualche mezzora in un mondo nuovo!Sapete dirmi se, mentre "disegnate il programma" da qualche parte si vede anche il rispettivo codice in live??
          • ullala scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: Joshthemajor
            Come in ogni campo c'è chi ne sa, e fa il
            maestrino, e chi non ne sa, ed è il niubbo
            schiavo.
            Il fatto è che grazie a questo programma, molte
            persone con poco tempo, potranno cimentarsi,
            anche se solo per qualche mezzora in un mondo
            nuovo!

            Sapete dirmi se, mentre "disegnate il programma"
            da qualche parte si vede anche il rispettivo
            codice in
            live??NO non si vede.
          • Joshthemajor scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            Azzo, allora è un po' meno bello di quanto mi aspettavo.Fosse stato così avrei potuto imparare per osmosi qualche stringa di codice a caso ç_çe invece no.
          • Shu scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: OldDog
            Il vero rischio che ci vedo è che i poveri "non
            tecnici" mettano a disposizione spunti
            eccellenti, che verranno "rubati" da chi saprà
            poi programmarli con tecnica migliore, diventando
            così solo "concime" per i frutti che altri
            coglieranno (anche come
            royalties).Io non vedo il problema.Se un non tecnico ha un'idea per un'applicazione che gli serve, la scriverà con questo tool e potrà metterla sul market.Se un programmatore la vede e la imita, magari migliorandola, il non tecnico avrà un'app che fa quello che gli serve, migliore della sua, e mantenuta e debuggata da un "professionista".Se la sua era gratis e la nuova a pagamento, avranno entrambe il loro mercato.Se la sua era a pagamento e la nuova anche, è selezione naturale: vince il migliore (o il più economico).Se uno spera di fare i soldi non sapendo niente di programmazione è (abbastanza) illuso. Gli può andare bene (I am rich ha reso 6000 dollari sull'Apple Store...), ma nel 99% dei casi gli andrà male. Se sai programmare hai qualche speranza in più, ma anche qui siamo su un rapporto 90%-10%.Bye.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: OldDog
            L'idea è di dare acXXXXX allo sviluppo più
            semplice a persone comuni (il foglio elettronico
            non mi ricorda nulla?) e magari liberare le idee
            di chi non ha la tecnica e lasciare che chi ha la
            tecnica si concentri sui problemi più difficiliUna volta si andava a scuola per imparare a fare queste cose, oppure le si imparavano sul campo da apprendisti.Adesso veramente si apre la strada a dogs&pigs.Se uno ha l'idea ma non la tecnica, o impara la tecnica o passa l'idea a chi ha la tecnica.
            Il vero rischio che ci vedo è che i poveri "non
            tecnici" mettano a disposizione spunti
            eccellenti, che verranno "rubati" da chi saprà
            poi programmarli con tecnica migliore, diventando
            così solo "concime" per i frutti che altri
            coglieranno (anche come royalties).XXXXX, da una parte ci si lamenta che c'è troppa gente cantinara che fa siti e applicazioni e che i professionisti restano segna la pagnotta perchè "costano troppo" rispetto ai cantinari, dall'altra si vuole aumentare il numero di cantinari... una regolata ai pensieri no eh?Ah, tengo corsi di "Come usare un pc senza distruggerlo", HTML, CSS, Visual Basic 6/.NET per chi fosse interessato, a domicilio (mio) e a pagamento s'intende, ma poco, 50 a corso.
        • non so scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          - Scritto da: panda rossa
          Giusto per spalancare a cani e porci un mondo in
          cui cani e porci non dovrebbero entrare!sei disgustoso, stiamo parlando di un'applicazione che permette ai non programmatori di farsi un giochino o una microscopica utility da installarsi sul proprio device.è un'applicazione che permette anche ad un bambino di fare qualcosa di più divertente che passare il tempo sullo store a cercare un'app col gatto che miagola.fai una foto al gatto, lo registri e ti crei una piccola applicazione senza aspettare di essere laureato in informatica.da qui a dire che si apre il mondo degli sviluppatori a cani e porci ne passa di acqua sotto i ponti. hai una visione delle cose ridotta ed ottusa ed il tuo commento è disgustoso.
        • shevathas scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: nome e cognome



          Direi che introdurre una sintassi è proprio

          quello che volevano

          evitare.

          Giusto per spalancare a cani e porci un mondo in
          cui cani e porci non dovrebbero
          entrare!
          perché ? non vedo niente di male a dare alle persone un ulteriore giochino con il quale divertirsi. Un programmatore valido non dovrebbe avere niente da temere.
          Domani faranno un bel bisturi a pallogrammi
          grazie al quale chiunque potra' operare di
          appendicite la gente senza bisogno di seguire
          quelle noiosissime facolta' di medicina e tutto
          il
          resto...quindi l'ordine dei medici dovrebbe chiedere l'immediato ritiro dell'allegro chirurgo, non si sa mai che qualche bambino decida di operare la madre di appendicite.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: shevathas
            perché ? non vedo niente di male a dare alle
            persone un ulteriore giochino con il quale
            divertirsi. Un programmatore valido non dovrebbe
            avere niente da
            temere.Si diceva lo stesso anni fa ai tempi del VB.Poi mi e' capitato di dover fare manutenzione a dei programmi VB scritti da incompetenti totali...

            Domani faranno un bel bisturi a pallogrammi

            grazie al quale chiunque potra' operare di

            appendicite la gente senza bisogno di seguire

            quelle noiosissime facolta' di medicina e tutto

            il

            resto...

            quindi l'ordine dei medici dovrebbe chiedere
            l'immediato ritiro dell'allegro chirurgo, non si
            sa mai che qualche bambino decida di operare la
            madre di appendicite.Sulla scatola dell'allegro chirurgo e' scritto in modo chiaro ed inequivocabile che si tratta di un giocattolo.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            Si diceva lo stesso anni fa ai tempi del VB.
            Poi mi e' capitato di dover fare manutenzione a
            dei programmi VB scritti da incompetenti
            totali...
            e allora ? son sempre soldi che entrano.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: shevathas

            Si diceva lo stesso anni fa ai tempi del VB.

            Poi mi e' capitato di dover fare manutenzione a

            dei programmi VB scritti da incompetenti

            totali...


            e allora ? son sempre soldi che entrano.E allora, soldi a parte, non mi piace mettere puntelli a qualcosa destinata al crollo.Preferisco di gran lunga ricostruire partendo dalle fondamenta.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            E allora, soldi a parte, non mi piace mettere
            puntelli a qualcosa destinata al
            crollo.puoi proporglielo, ti chiedono il puntello 1, il puntello 2, alla fine ti dicono: "butta giù e rifai".Il vantaggio è che alla fine capiscono cosa stai facendo e perché lo stai facendo e molte rotture di scatole svaniscono come neve al sole.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: shevathas

            E allora, soldi a parte, non mi piace mettere

            puntelli a qualcosa destinata al

            crollo.

            puoi proporglielo, ti chiedono il puntello 1, il
            puntello 2, alla fine ti dicono: "butta giù e
            rifai".
            Il vantaggio è che alla fine capiscono cosa stai
            facendo e perché lo stai facendo e molte rotture
            di scatole svaniscono come neve al
            sole.Si, quelle poche volte che sono riuscito a buttar giu' e rifare, la mia applicazione e' ancora la' che gira, con sommo piacere di chi deve fare manutenzione, che passa le giornate a giocare a Ogame.Altre volte invece, e' sucXXXXX che hanno rifiutato un preventivo di 100 per buttar giu' e rifare, preferende spendere tante volte 10, per un totale di ben oltre quei 100, col risultato che alla fine il tutto era diventato ingestibile, inservibile, e credo che abbiano commissionato ad un altro sparagestionali di rifare tutto daccapo (non a me che costavo troppo). Non so piu' nulla di come sia finita, saranno tornati tutti a zappare.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            Si, quelle poche volte che sono riuscito a buttar
            giu' e rifare, la mia applicazione e' ancora la'
            che gira, con sommo piacere di chi deve fare
            manutenzione, che passa le giornate a giocare a
            Ogame.
            ti hanno pagato ? se si cosa pretendi ? almeno hai un ulteriore caso di sucXXXXX/referenza da inserire nel CV e rivendere.
            Altre volte invece, e' sucXXXXX che hanno
            rifiutato un preventivo di 100 per buttar giu' e
            rifare, preferende spendere tante volte 10, per
            un totale di ben oltre quei 100, col risultato
            che alla fine il tutto era diventato ingestibile,
            inservibile, e credo che abbiano commissionato ad
            un altro sparagestionali di rifare tutto daccapo
            (non a me che costavo troppo). Non so piu' nulla
            di come sia finita, saranno tornati tutti a
            zappare.i soldi sono i loro e sono liberissimi di buttarli dalla finestra come più gli piace; anche se spero che sia quando io passo sotto quella finestra ;)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ma che schifezza è?

          Giusto per spalancare a cani e porci un mondo in
          cui cani e porci non dovrebbero
          entrare!E che problemi ti crea?
          Domani faranno un bel bisturi a pallogrammi
          grazie al quale chiunque potra' operare di
          appendicite la gente senza bisogno di seguire
          quelle noiosissime facolta' di medicina e tutto
          il
          resto...Se funziona tanto di guadagnato. Se una persona senza esperienza, grazie a quello strumento, può operare di appendicite figurati cosa ci potrà fare un chirurgo esperto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: nome e cognome

            Giusto per spalancare a cani e porci un mondo in

            cui cani e porci non dovrebbero

            entrare!

            E che problemi ti crea? Che poi i danni tocca a me aggiustarli!

            Domani faranno un bel bisturi a pallogrammi

            grazie al quale chiunque potra' operare di

            appendicite la gente senza bisogno di seguire

            quelle noiosissime facolta' di medicina e tutto

            il

            resto...

            Se funziona tanto di guadagnato. Se una persona
            senza esperienza, grazie a quello strumento, può
            operare di appendicite figurati cosa ci potrà
            fare un chirurgo esperto.Ben detto.Adesso puoi andare a farti curare da quei santoni che ogni tanto ne sgamano qualcuno alle Iene, invece che andare in ospedale.
          • non so scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: panda rossa

            E che problemi ti crea?

            Che poi i danni tocca a me aggiustarli!così avresti qualcosa da fare invece di perdere la giornata scrivendo cose a vanvera
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ma che schifezza è?

            Che poi i danni tocca a me aggiustarli!E di che ti lamenti? E' il tuo mestiere.
            Ben detto.
            Adesso puoi andare a farti curare da quei santoni
            che ogni tanto ne sgamano qualcuno alle Iene,
            invece che andare in
            ospedale.Se i santoni dimostrano di curare l'appendicite si può fare... il problema è sempre dimostrarlo.Sai, vero, che qualche secolo fa i più grandi scienziati e medici occidentali ti toglievano un paio di litri di sangue per curarti mentre a nessun santone è mai venuta in mente una boiata simile?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: nome e cognome

            Che poi i danni tocca a me aggiustarli!

            E di che ti lamenti? E' il tuo mestiere.Si, ma io preferisco fare le cose per bene che rimediare ai danni fatti da altri.

            Ben detto.

            Adesso puoi andare a farti curare da quei
            santoni

            che ogni tanto ne sgamano qualcuno alle Iene,

            invece che andare in

            ospedale.

            Se i santoni dimostrano di curare l'appendicite
            si può fare... il problema è sempre
            dimostrarlo.
            Sai, vero, che qualche secolo fa i più grandi
            scienziati e medici occidentali ti toglievano un
            paio di litri di sangue per curarti mentre a
            nessun santone è mai venuta in mente una boiata
            simile?Sai, vero, che per colpa dei santoni, c'e' gente che e' morta?http://attivissimo.blogspot.com/2010/05/si-puo-morire-di-antiscienza-sedici.html
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          contenuto non disponibile
        • Fantasioso scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          Hai paura che ti XXXXXXno nel tuo orticello ?
      • FDG scrive:
        Re: Ma che schifezza è?
        - Scritto da: nome e cognome
        Direi che introdurre una sintassi è proprio
        quello che volevano evitare.Non usa i caratteri ma usa i disegni. Non è sintassi?
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: nome e cognome


          Direi che introdurre una sintassi è proprio

          quello che volevano evitare.

          Non usa i caratteri ma usa i disegni. Non è
          sintassi?Un flowchart è un programma?
          • FDG scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: nome e cognome


            Direi che introdurre una sintassi è proprio


            quello che volevano evitare.



            Non usa i caratteri ma usa i disegni. Non è

            sintassi?

            Un flowchart è un programma?Se usa una sintassi che un interprete può interpretare si. Per definire una sintassi non è importante usare caratteri ascii, utf8 e così via. Basta che sia un insieme di simboli riconoscibili.
    • Orion scrive:
      Re: Ma che schifezza è?
      Ma perche' Hypercard è stato abbandonato?Non potrebbe essere una controparte Visual Studio per OSX ?
      • FDG scrive:
        Re: Ma che schifezza è?
        - Scritto da: Orion
        Ma perche' Hypercard è stato abbandonato?Non me lo chiedere. Tu pensa se ci fosse Hypercard per iOS.
        Non potrebbe essere una controparte Visual Studio
        per OSX?Visual Studio di visual ha solo il nome
        • zuzzurro scrive:
          Re: Ma che schifezza è?

          Visual Studio di visual ha solo il nomeOltre a essere, insieme a quello di Delphi, il migliore IDE RAD, soprattutto per quanto riguarda le UI, presente sulla terra.Ah, ma già, l'ha fatto Microsoft quindi è male... scusami, dimenticavo!
          • FDG scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            - Scritto da: zuzzurro

            Visual Studio di visual ha solo il nome
            Oltre a essere, insieme a quello di Delphi, il
            migliore IDE RAD, soprattutto per quanto riguarda
            le UI, presente sulla terra.

            Ah, ma già, l'ha fatto Microsoft quindi è male...
            scusami,
            dimenticavo!Col visual studio ci ho lavorato. Ho usato diverse versioni, fin dalle prime. L'ultima volta è stato circa quattro anni fa. Se è cambiato qualcosa dopo non lo so.
          • Mah scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            Qualche link/parere più autorevole dei tuoi?
          • zuzzurro scrive:
            Re: Ma che schifezza è?
            Basta scaricarlo e provarlo (se ne sei in grado). Oppure tu hai bisogno sempre di sentirti dire da qualcuno che scrive cosa è meglio?
    • barbone scrive:
      Re: Ma che schifezza è?
      http://www.youtube.com/watch?v=MAMPb5IKkEESe le App hanno fatto la forza di iPhone, se si riusciranno a produrre Applicazioni valide con questo sistema, sara' un colpo durissimo per AppStore, e la piattaforma Android decollerà definitivamente, sotterrando iPhone.
      • ciliani scrive:
        Re: Ma che schifezza è?

        Se le App hanno fatto la forza di iPhone, se si
        riusciranno a produrre Applicazioni valide con
        questo sistema, Ma dai, come puoi pensare che si possano produrre applicazioni valide con drag & drop da un insieme di componenti?La chimera del "programmare senza conoscere la programmazione" funziona solo nelle demo dei venditori
        • ullala scrive:
          Re: Ma che schifezza è?
          - Scritto da: ciliani

          Se le App hanno fatto la forza di iPhone, se si

          riusciranno a produrre Applicazioni valide con

          questo sistema,

          Ma dai, come puoi pensare che si possano produrre
          applicazioni valide con drag & drop da un insieme
          di
          componenti?

          La chimera del "programmare senza conoscere la
          programmazione" funziona solo nelle demo dei
          venditoridipende da quali applicazioni!vorresti sostenere che per ifart o droidfart occorre un genio?Io francamente non me la sento di sostenere che occorre una "esperienza professionale" per fare "certe" applicazioni!È giusto così! Chi di applicazioni di m... ferisce di applicazioni di m.. perisce!Per le cose serie (poche sia su Market che su Appstore) continueranno ad esserci i programmatori veri...
        • barbone scrive:
          Re: Ma che schifezza è?

          Ma dai, come puoi pensare che si possano produrre
          applicazioni valide con drag & drop da un insieme
          di
          componenti?Per applicazioncine da Smartphone un tool del genere potrebbe bastare. Quello che hanno fatto vedere poi è una delle prime versioni.Nulla vieta l'evoluzione del tool stesso, in base alla popolarità e al feedback degli utenti.Chiaro che per un'App che ti accede al conto bancario _forse_ non è lo strumento adatto, ma per tante altre direi di si'.
    • non so scrive:
      Re: Ma che schifezza è?
      - Scritto da: FDG
      Ma chi s'è inventato questa roba non ha
      mai conosciuto Hypercard?direi di si, infatti per non sbagliare ha fatto qualcosa di diverso
      Cioè, per capirci:

      [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/4/4b

      Stiamo parlando di roba del 1986!Appunto, prova a rispostare sul forum di museo-informatico.it
    • zuzzurro scrive:
      Re: Ma che schifezza è?
      Do you know RAD?Vuoi avvicinare gli sviluppatori o vuoi allontanarli? Vuoi rendere la vita complicata o facilitarla?Fermo restando che non è tramite questo tool (almeno non in questa release) che si sviluppano programmi con la P maiuscola, se si vogliono sviluppare interfacce efficaci in modo semplice questo è un buon inizio.Saluti.
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Ma che schifezza è?
      per fortuna non l'ha conosciuta!
      • ale914 scrive:
        Re: Ma che schifezza è?
        bhe un disegno è sintassi, mai sentito parlare di LabVIEW?E' completamente grazico, non si scrive una riga di codice e ci si fa mooolto piu' di un giochino, esiste da 20 anni e a me personalmente da lavoro da oltre 10.Sarà deformazione professionale ma secondo me il futuro dei linguaggi è grafico.Cmq App inventor mi ricorda il sw per programmare i Lego Mindstorm NXT (lui stesso scritto interamente in LabVIEW).Poi non dimentichiamoci che l'investimento su questo genere di tool di facile acXXXXX è importantissimo, visto che i bambini che oggi giocano con la programmazione magari saranno i futuri professionisti del sw
  • bertuccia scrive:
    annunciata oggi
    mah, ricordo che un utente me l'aveva linkata già qualche giorno fa proprio qui sul forum.. penso di poter recuperare il messaggio
    • zuzzurro scrive:
      Re: annunciata oggi
      Forse ero io... quando discutevamo dei tools di sviluppo per iOS e Android.Comunque, a mio parere, se riuscissero a fare in modo di poterci scrivere codice dietro sarebbe il top.Ad esempio, al posto di incastrare i soliti n tasselli predefiniti, averne uno custom nel quale scrivere codice.
Chiudi i commenti