Dropbox, torrentismo al bando

La piattaforma di file hosting blocca l'accesso alle sue API da parte di Boxopus, servizio per lo scaricamento dei file torrent nelle varie cartelle personali degli utenti. Potrebbe essere usato per violare il copyright

Roma – Tre mesi di lavoro per passare dalla versione alpha al prodotto finale, con una squadra di cinque sviluppatori e un investimento da 30mila dollari. Boxopus è la nuova startup sbarcata sulla piattaforma di file hosting Dropbox, per offrire ai suoi utenti la possibilità di scaricare file torrent nelle varie cartelle personali .

Un servizio che ha subito attirato le attenzioni nel web specializzato, con oltre 50mila account Boxopus aperti in pochi giorni dal lancio della versione alpha . Gli stessi responsabili di Dropbox avevano approvato le feature di Boxopus lasciando libero accesso alle API di sviluppo.

Poi, all’improvviso, un messaggio di posta elettronica inviato ai vertici della startup: “Abbiamo notato che le ultime feature di Boxopus potrebbero essere percepite come un incoraggiamento alla violazione del copyright attraverso Dropbox”. Risultato? L’applicazione per lo scaricamento di file torrent è stata estromessa dal sito di file hosting .

“La violazione del copyright è contro i nostri termini di servizio, così abbiamo deciso di interrompere l’accesso di Boxopus alle nostre API”, continua il messaggio da parte di Dropbox. Un vero e proprio shock per gli sviluppatori di Boxopus, che avevano investito altri soldi dopo l’accettazione della prima versione alpha .

Dalla sorpresa alla rabbia, il passo è breve. Boxopus aderisce appieno ai dettami legislativi del Digital Millennium Copyright Act (DMCA), dunque prevede la rimozione degli eventuali contenuti illeciti. Gli stessi sviluppatori hanno parlato di una “tecnologia neutrale” che andrebbe sfruttata per condividere file tra gli utenti.

“In tanti associano i canali BitTorrent alla pirateria – spiegano a TorrentFreak i responsabili di Boxopus – ma è vero che tantissima roba legale può essere trovata sui network BitTorrent. Ed è proprio per questo che abbiamo creato Boxopus”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • user_ scrive:
    che schifo giocarci col dito!
    che schifo giocarci col dito !
  • uno qualsiasi scrive:
    Non dimenticatevi...
    L'autore di tetris è un individuo avido e senza scrupoli:http://punto-informatico.it/2203386/PI/News/pajitnov-free-software-distrugge-mercato.aspxQuindi, non mi sorprende che abbia tentato una cosa del genere.E non è vero che non ha visto un soldo... si fa pagare ancora adesso, per un gioco inventato nel 1984:http://punto-informatico.it/2105227/PI/Brevi/pajitinov-non-gioco-bene-tetris.aspx
  • jack scrive:
    come si incastrano
    XXXXXXX... dopo decine di secoli di evoluzione umana, gli sviluppatori di Tetris sono riusciti a trovare un modo NUOVO di incstrare delle mattonelle!azz!!! :D
  • devnull scrive:
    "Come si incastrano le mattonelle"
    Non è protetto da copyright le regole ed il gameplay di un gioco, ma come si incastrano le mattonelle si. Sto pensando da 10 minuti un modo alternativo per incastrare le mattonelle mantenendo il gameplay di tetris ma non l'ho ancora trovato.
  • Jacopo scrive:
    Sempre più giu?
    Ma adesso si fanno delle cause legali per il Tetris??? Siamo davvero caduti nel ridicolo ormaici saranno centinaia di giochi che sono copie del Tetris e non mi pare siano mai state intentate cause legali per questo! Oltretutto che guadagni potrebbe rovinare al Tetris? Venderanno meno giochi per il Gameboy prima edizione?hahahahahaha
    • ruppolo scrive:
      Re: Sempre più giu?
      - Scritto da: Jacopo
      Ma adesso si fanno delle cause legali per il
      Tetris???Non si fanno per il Tetris, si fanno per i parassiti che vogliono far soldi con il lavoro degli altri.
      Siamo davvero caduti nel ridicolo ormaici
      saranno centinaia di giochi che sono copie del
      Tetris e non mi pare siano mai state intentate
      cause legali per questo! Oltretutto che guadagni
      potrebbe rovinare al Tetris? Venderanno meno
      giochi per il Gameboy prima
      edizione?

      hahahahahahaLa risata dello stolto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Sempre più giu?
      - Scritto da: Jacopo
      Ma adesso si fanno delle cause legali per il
      Tetris???
      Siamo davvero caduti nel ridicolo ormaici
      saranno centinaia di giochi che sono copie del
      Tetris e non mi pare siano mai state intentate
      cause legali per questo! Oltretutto che guadagni
      potrebbe rovinare al Tetris? Venderanno meno
      giochi per il Gameboy prima
      edizione?

      hahahahahahaConsidera chi ha ora i diritti di Tetris.
      • panda rossa scrive:
        Re: Sempre più giu?
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: Jacopo

        Ma adesso si fanno delle cause legali per il

        Tetris???

        Siamo davvero caduti nel ridicolo ormaici

        saranno centinaia di giochi che sono copie del

        Tetris e non mi pare siano mai state intentate

        cause legali per questo! Oltretutto che
        guadagni

        potrebbe rovinare al Tetris? Venderanno meno

        giochi per il Gameboy prima

        edizione?



        hahahahahaha

        Considera chi ha ora i diritti di Tetris.Chi ha ora i diritti di tetris?Mi viene da credere che l'autore sicuramente non avra' nulla, come sempre, e probabilmente neanche gliene frega.
      • Jacopo scrive:
        Re: Sempre più giu?
        non lo so chi ha i diritti, puoi dircelo?Comunque non mi pare abbia molto da guadagnare dai :)
Chiudi i commenti