DVD, perquisita sede di Amazon

Accade in Francia: la polizia vuole verificare se la divisione francese del colosso dell'e-commerce vende DVD non in regola con le leggi sul diritto d'autore


Parigi – Poche, scarne notizie arrivano in queste ore dalla polizia francese dopo la conferma dell’avvenuta perquisizione della divisione francese di Amazon.com , il celeberrimo shop online che attraverso le proprie filiali vende via Internet una grande varietà di prodotti in mezzo mondo.

Stando a quanto riferito dalle forze dell’ordine transalpine, l’indagine che ha toccato Amazon, che peraltro non risulta inquisita, riguarda un vasto giro di pirateria sull’audiovisivo, in particolare sul traffico internazione di DVD pirata, cioè copiati illegalmente.

La polizia ha dunque compiuto un blitz nella sede principale di Amazon, che si trova in un sobborgo di Parigi, e in un magazzino gestito dall’azienda che si trova invece ad Orleans. I risultati del blitz, se cioè siano stati individuati prodotti pirata, non sono stati resi noti.

Al momento i responsabili dell’inchiesta si limitano a dichiarare che alcuni prodotti sono sotto esame in quanto potrebbero non essere “conformi” alle leggi che in Francia regolano la proprietà intellettuale.

Proprio come succede su tutti i siti localizzati di Amazon, Amazon.fr ricava dalla commercializzazione di DVD una parte importante del proprio business. Si tratta di film e audiovisivi perlopiù importati dalla Gran Bretagna o dagli Stati Uniti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: La musica di Vitaminic è libera?
    Io penso che Vitaminic non sia open music, ma che possa essere utilizzata per promuovere gruppi open music, dato che è molto conosciuta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma di cosa campate?
    - Scritto da: Anonimo
    Di cosa campate? D'aria?Hai mai sentito parlare di musica dal vivo ?
  • Anonimo scrive:
    Re: ADERIAMO SUBITO !!!! Twenty Four Hours
    Vitaminic...:'(Buongiorno!:@Tzè:)
  • Anonimo scrive:
    Re: vai di pubblicità gratuita..
    - Scritto da: napodano
    ci sono MIGLIAIA di persone nel mondo che
    diffondono la propria musica gratis.

    Io sono tra questi, ma non mi sogno certo
    per tale motivo di scrivere della mia
    "battaglia" a Punto Informatico..
    hai fatto male
  • Anonimo scrive:
    The Free Software Definition
    http://www.gnu.org/philosophy/philosophy.htmlhttp://www.gnu.org/philosophy/free-software-for-freedom.htmlhttp://www.gnu.org/philosophy/free-sw.html
  • LordBison scrive:
    Re: Musica gpl !
    per qualsiesi scopo a patto vengano rilasciati i sorgenti e riconosciuto il propietario del codice modificato
  • LordBison scrive:
    Re: vai di pubblicità gratuita..
    - Scritto da: napodano
    ci sono MIGLIAIA di persone nel mondo che
    diffondono la propria musica gratis.

    Io sono tra questi, ma non mi sogno certo
    per tale motivo di scrivere della mia
    "battaglia" a Punto Informatico..

    mah..

    Chi vuole guadagnare con la propria musica,
    lo faccia, o meglio ci provi. Chi vuole
    diffonderla gratuitamente, lo faccia.

    Ecco un paio di siti dove scaricare musica
    gratis di tanti gruppi o singoli:
    www.ctgmusic.com
    www.modplug.com Il bello è che le case discografiche ci bombardano di spot per convincerci di aquistare i propri cd perchè loro non possono farsi publicità??? Inoltre loro sono gradis quindi che danni fanno??
  • messalinaxxx scrive:
    Re: Ma di cosa campate?
    amico micionela parola hobby non e' mica una parolaccia, neh?:)
  • Pulsar scrive:
    Re: Ma di cosa campate?

    si ma non confondere i musicisti da hobby
    dai professionisti eh?Non essere troppo dura, chi non è professionista non è necessariamente hobbysta:), del resto chi è professionista oggi prima cosa faceva? L'arte per hobby non è arte, l'arte è un dono di natura e si fa solo per passione, se non lo si fa di professione non è detto che una persona non possa raggiungere ottimi risultati, gli impegni di lavoro non compromettono una passione...Vuoi un esempio? c'è un mio collega di lavoro che sa suonare e cantare (e sa farlo bene), nella sua testa gira musica praticamente 24 ore su 24, sul posto di lavoro canta tutto il santo giorno e a volte devo pure dirgli piantarla perchè mi fa una testa così;)...prova a immaginare se gli dico "eh ma tu sei un hobbysta"...dico, ma quello mi ammazza:D:D:D
  • MaurizioB scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: MaurizioB

    Giusto per ricamare sulla cazzata, alla

    dei brani che ci sia in tutto il

    packaging...



    Saluti

    (troll)(troll)Ma tu guarda, c'è ancora gente che invano sta cercando tra i cassetti per vedere se trova un po' di senso dell'umorismo...Saluti
  • MaurizioB scrive:
    Re: positivo...
    - Scritto da: Ekleptical
    figli. Tutti i lavoratori Linux amici o che
    ho conosciuto campano a casa coi genitori e
    già così, senza spese di vitto
    e alloggio, tirano a campare e devono
    rinunciare a gite e vacanze perchè
    non hanno i soldi per farle.Comincia a spiegare cosa intendi tu per "lavoratori Linux", perché detta così non significa proprio niente. Come se io dicessi che faccio il lavoratore Automobile; che diavolo significa? Le vendo? Le costruisco? Le progetto? Faccio il tassista?
    Detto in poche parole: secondo me siete
    tutti scemi e mi spiego.Secondo me potresti essere un cretino, ma non ti dico che lo sei. Dico che potresti esserlo, forse. Forse.Cmq grazie, a nome di tutti. L'insulto è infatti da sempre conosciuto come il miglior metodo per argomentare le proprie tesi...
    Perchè qualsiasi pirla di
    programamtore sa prendere un po' di roba
    già fatta e customizzarla e gliQuesta è la tua concezione di programmazione e di Open Source? Ma l'hai letta sull'opuscolo del Cepu oppure su Eva3000?
    Che questa attititudine tafazziana si
    diffonda ad altri ambiti, non mi pare certo
    una bella notizia. A meno che il vostro
    ideale non sia una società di
    disoccupati senza soldi e senza prospettiva
    alcuna. Questa è il solco che vi
    state tracciando da soli e ne siete pure
    contenti!!!Potrei tirare in ballo la storia dello stolto, del dito e di ciò a cui esso punta, ma lasciamo perdere.Quello del copyright e della diffusione delle informazioni (in qualsiasi ambito, soprattutto artistico) è un ambito molto delicato che va discusso in maniera più seria, non a livello di "io faccio questo, tu paghi questo". Tu sei liberissimo di seguire questo ragionamento, ma da qui a definire una massa di idioti (pardon, scemi) chiunque sia per la libertà e la diffusione di informazioni, dati, cultura e arte, ce ne passa.E, per tornare IT, se credi che un musicista (non un commerciante di musica) possa vivere veramente il proprio lavoro ma soprattutto la propria passione in questa maniera, allora mi tocca ripeterlo: non hai capito niente della cultura artistica.Saluti, uno scemo (mi dicono)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma di cosa campate?
    Mah... io credo che il file sharing non sia da punire, semmai da regolamentare nei suoi contenuti. Nel caso della musica, l'acquisto di un CD rappresenta il tassello basilare per l'economia di una casa discografica e per la vita stessa dell'artista. Ma è pur vero che chi si accontenta della qualità di un MP3 probabilmente mai acquisterebbe un CD : un MP3 su sistemi audio decenti è come un DivX rispetto ad un DVD...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma di cosa campate?
    - Scritto da: Anonimo
    Di cosa campate? D'aria?Prima della Siae, i musicisti vivevano di concerti. Dopo la siae, i musicisti famosi vivono di rendita
  • Anonimo scrive:
    Re: vai di pubblicità gratuita..
    - Scritto da: napodano
    ci sono MIGLIAIA di persone nel mondo che
    diffondono la propria musica gratis.

    Io sono tra questi, ma non mi sogno certo
    per tale motivo di scrivere della mia
    "battaglia" a Punto Informatico..
    beh... fallo, no?anzi, non lo hai appena fatto? ;)
  • messalinaxxx scrive:
    Re: Ma di cosa campate?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Di cosa campate? D'aria?

    Hanno già scritto che hanno altri
    lavori. Non è una cosa così
    strana un sacco di gente suona e poi nella
    vita fa altro.si ma non confondere i musicisti da hobby dai professionisti eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma di cosa campate?
    - Scritto da: Anonimo
    Di cosa campate? D'aria?Hanno già scritto che hanno altri lavori. Non è una cosa così strana un sacco di gente suona e poi nella vita fa altro.
  • Anonimo scrive:
    Ma di cosa campate?
    Di cosa campate? D'aria?
  • Anonimo scrive:
    Re: La musica di Vitaminic è libera?
    Ho letto e mi sembrano peggio della RIAA.Quindi devo arguire che la risposta sia "NO".Tuttavia sui siti di alcuni di quegli artisti (es. SocietàDiMacinazione) c'é scritto chiaramente che i loro brani sono liberamente scaricabili.E alùra??
  • Anonimo scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: MaurizioB
    Giusto per ricamare sulla cazzata, alla fine
    li devi sempre spendere per leggere le
    specifiche del computer che dovresti avere
    per poter ascoltare la musica se non hai un
    lettore cd-audio. Per non parlare del
    dermatologo che dovrà curare le
    ferite quando cercherai di togliere quel
    fottutissimo dannato bollino siae che, come
    al solito, è finito sull'unico elenco
    dei brani che ci sia in tutto il
    packaging...

    Saluti(troll)(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo
    Non ho bisogno. La testa ce l'ho e funziona
    benissimo. E se qualcuno decide di mettere a
    mia disposizione il suo lavoro gratuitamente
    io lo ringrazio. Indipendentemente dal fatto
    che il suo lavoro sia per me utile e
    apprezzato o meno. Non me ne esco di certo
    con sterili critiche.Ecco appunto, non criticare sterilmente l'opinione altrui.
  • Anonimo scrive:
    Re: La musica di Vitaminic è libera?
    Leggi cosa ha detto Vitaminic alla Audizione della Commissione Cultura di martedi (o forse lunedi):http://www.key4biz.it/download/free/news/Relazione_B!(Buongiorno-Vitaminic).pdfQui trovate un articolo con le varie posizioni espresse da:AIIP, Adiconsum, Altroconsumo, Assoprovider, Buongiorno Vitaminic, IsICult, Key4biz, NewGlobal.it e UNARETE.http://www.key4biz.it/L'articolo e':"Urbani sedotto dalla lobby del cinema, la Carlucci guarda a modifiche. Per Rodotà dubbi di costituzionalità"
  • Anonimo scrive:
    Re: positivo...
    - Scritto da: Ekleptical
    Cosa c'è di positivo nel diffondersi
    del concetto di lavorare gratis non so....
    ma contenti voi.Come sei terra terra, suonare mica è per forza un lavoro. Loro hanno scritto che fanno altro per mantenersi, se mettono a disposizione la musica che hanno creato per hobby a te che te ne frega?
  • Anonimo scrive:
    Re: Principio perfetto, realizzazione ...

    la scelta di questa band a mio avviso e'
    maggiormente sbagliata perche' la vita
    privata la sacrificano piu' di normali
    lavoratori perche' hanno gia' i lavori da
    mandare avanti, piu' la musica... e le loro
    relazioni? e l'attivita' fisica?A prescindere che nessuna persona può giudicare come un'altra persona impiega il suo tempo libero, la sua vita privata. A patto che tali attività siano del tutto legali, ognuno è e deve essere libero di fare quello che vuole. Dato questo concetto per scontato e che la musica rimane una nostra grande passione, non è detto che sia l'unica passione della nostra vita. Personalmente sono un abituale frequentatore di pub e stadi, principalmente d'inverno. D'estate, vivendo in una regione che si affaccia su un mare stupendo, trovo anche il tempo di andare in spiaggia :-). Pato -GK-Thematika
    • messalinaxxx scrive:
      Re: Principio perfetto, realizzazione ...


      A prescindere che nessuna persona può
      giudicare come un'altra persona impiega il
      suo tempo libero, la sua vita privata.amico, non ho giudicato, ho detto che non condivido perche' umanamente mooooooolto stressante fare "2 lavori" insieme e condurre una vita completa allo stesso modo.puoi negarmi questo? A
      patto che tali attività siano del
      tutto legali, ognuno è e deve essere
      libero di fare quello che vuole. scusa dove avresti letto tentativi di privarti della tua scelta?
      Dato questo concetto per scontato e che la
      musica rimane una nostra grande passione,
      non è detto che sia l'unica passione
      della nostra vita. infatti ho detto che per voi e' un hobby

      Personalmente sono un abituale frequentatore
      di pub e stadi, principalmente d'inverno.
      D'estate, vivendo in una regione che si
      affaccia su un mare stupendo, trovo anche il
      tempo di andare in spiaggia :). e sono contenta per te:)e buona fortuna, anzi in bocca al lupo...
  • Anonimo scrive:
    La musica di Vitaminic è libera?
    Mi chiedevo... mentre sono sicuro che la musica su AGNULA oppure Creativecommons è sicuramente libera (nel senso che siamo liberi di scaricarla, copiarla, regalarla, distribuirla in giro senza scopo di lucro) perché sostenuta da license con valore legale sottoscritte dagli autori (EFF, OpenAudio ecc...) non mi è chiaro come invece si ponga la musica su vitaminic, quella gratis da scaricare intendo. E' di libera distribuzione? C'é qualche licenza che lo sancisca da qualche parte? Se ad esempio voglio farci un CD da regalare a qualcuno posso farlo, e se si dov'è scritto che posso senza che qualche ufficiale bavoso della Gdf ti sequestri il CD mentre lo ascolti in auto?
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte

    Il nostro manifesto ha un nome simile alla
    licenza OML (da cui trae spunto) ma non ne
    è direttamente collegato. Infatti quello
    che leggete è un manifesto non una licenza.Il problema mi pare stia proprio nel fatto che quello e' un manifesto e non una licenza. Un manifesto, legalmente, non vale assolutamente nulla quindi nel momento in cui affermate che "Ovviamente qualunque utilizzo per fini di lucro del nostro materiale sarà perseguito secondo le norme vigenti." non so proprio ne con quali mezzi ne con quali norme potete perseguire qualcuno. Ed e' proprio in virtu' di questo che, visti i termini, non e' possibile per altri artisti seguire il vostro esempio.Immagino che con "licenza OML" vi riferiate alla licenza Open Audio Licence (http://www.eff.org/IP/Open_licenses/eff_oal.html); bene, io vi suggerirei di rivalutare l'uso della licenza OAL, di leggerla bene, di leggere come si attua la tutela nei Vostri confronti e il motivo per il quale si attua questa tutela.Per un artista e' praticabile la strada dell'adozione di una _licenza_ per i propri prodotti: il diritto d'autore/copyright e l'OAL sono due esempi di tipi di licenza, all'artista rimane la scelta di quale abbracciare in base alle sue necessita'... di una licenza si ha comunque bisogno perche' deve essere chiaro quali sono i vostri diritti, i diritti degli altri nei vostri confronti e nei confronti delle vostre opere, perche' deve essere chiaro cosa configura un uso illecito e perche' - ultimo ma non meno importate - deve mettervi in relazione con le istituzioni se volete ottenere una qualsiasi forma di tutela e di riconoscimento di diritti e di doveri: non mettersi in relazione con le istituzioni significa far riferimento all'anarchia dalla quale non potete pretendere ne ottenere nulla.Tutto questo fermo restando che qualsiasi licenza di questo mondo rimane un cumulo di piu' o meno belle parole fino a che non se ne verifica la solidita' e l'efficacia in tribunale (e cio' valeva anche per il diritto d'autore/copyright).ntx
  • messalinaxxx scrive:
    Re: Principio perfetto, realizzazione ...
    torniamo al mio punto di vista.se sei un professionista non puoi lavorare gratis con la musica, altrimenti devi cercarti altri lavori, come loro fanno.se suoni nel tempo libero, purtroppo (e mi spiace dirlo perche' rispetto i(non so cosa sia successo ma il mio mess e' uscito tagliato)ok volevo dire, se suoni nel tempo libero e quindi la musica per te e' un hobby, allora i risultati saranno quelli di un hobby.come professionista non puoi avere altri lavori che la musica.non si scampa da questola scelta di questa band a mio avviso e' maggiormente sbagliata perche' la vita privata la sacrificano piu' di normali lavoratori perche' hanno gia' i lavori da mandare avanti, piu' la musica... e le loro relazioni? e l'attivita' fisica?rispetto tutti i "colleghi" pero' come professionista mi astengo completamente dal condividere certi "stili di pensiero".se una cosa vale la devi pagare altrimenti sara' destinata a cessare la sua esistenza.sono semmai piu' d'accordo con etichette (come quella con cui lavoro) che come altre stanno gia' facendo o si stanno organizzando, mettono a disposizione la musica in diversi formati, dal piu' economico al piu' costoso, in modo da lasciare la scelta al pubblico sul come acquistare... e farla in barba ai distributori sanguisughe!in questo modo puoi acquistare mp3 a pochissimo, ma allo stesso tempo avere la scelta di acquistare un bel CD con tanto di copertina e custodia da collezionismo per fare un bel regalo a te stesso o a chi vuoi.:)==================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 13.16.24
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non c'è un portale?
    - Scritto da: Anonimo
    scherzi a parte, comunque non so per la
    legge e per il copyright (ovvero se uno ti
    scopiazza la roba) come questo si
    configuri... chi ti garantisce? e che costi
    sostiene chi ti garantisce? in fondo la
    siae, lato oscuro a parte, esiste per questoLa legge del diritto d'autore ha valore internazionale perché nata da una serie di convenzioni internazionali di cui la più importante è quella di Berna.Se un giapponese ti copia in spagna, tu sei svedese e vivi in america, puoi far valere i tuoi diritti lo stesso.E' vero comunque che come per la GPL ci vorebbe per la musica una fondazione tipo la FSF che interviene se qualcuno ruba una canzone con licenza aperta sostituendo i crediti. Ma magari c'è anche quello chi lo sa.In ogni caso la SIAE esiste anche per questo è vero, però è una società troppo poco trasparente e con regole assurde. Per esempio se io vendo dei cd musicali con brani non registrati in SIAE perché sono costretto a dover mettere il bollino SIAE?
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte
    - Scritto da: Anonimo
    Abbiamo fatto parte di Vitaminic, ma adesso
    volevamo qualcosa di completamente nostro,
    poi se l'iniziativa dovesse fallire potremo
    sempre rientrare in altri progetti.In tal caso spero optiate per una licenza tipo Creative Commons (www.creativecommons.it) mi sembra molto completa e ben fatta sopratutto dal punto di vista della tutela legale.
    Lo scopo
    di fondo è un altro, Voi dovete
    essere liberi di sentire la nostra musica.Purtroppo non basta dire "siete liberi di ascoltare" bisogna anche codificarlo in "legalese" per essere pronti quando gli scagnozzi della SIAE verranno a rompere le palle ecco perché servono licenze che sanciscano anche dal punto di vista legale in maniera inattaccabile il libero ascolto di un certo brano.
  • Anonimo scrive:
    Re: smontatevi sboroni !
    Smontatevi gente smontatevi, nessuno ha preteso nulla, scendete con i piedi per terra, volate basso che guadagnate.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non siete i primi nè gli unici...
    Infatti, hanno colto l'occasione per farsi un po di pubblicità...furbi
  • Anonimo scrive:
    Re: positivo...

    Che questa attititudine tafazziana si
    diffonda ad altri ambiti, non mi pare certo
    una bella notizia. A meno che il vostro
    ideale non sia una società di
    disoccupati senza soldi e senza prospettiva
    alcuna. Questa è il solco che vi
    state tracciando da soli e ne siete pure
    contenti!!!
    MAH!Leggiti la GPL, leggi bene quello che ha scritto Stallman.In un punto spiega come farsi i soldi grazie alla GNU.E... solo per farti un esempio c'e' una societa' la CyGNUs che e' nel nasdaq che sta economicamente bene che si e' arricchita con la GPL e l'Open Source.Documentarsi costa troppo? Certo e' piu' facile scrivere di getto istintivamente.. non e' che sei uno degli utenti di win che ha cercato di passare a linux ma e' stato troppo difficile per lui e ora prova rancore verso Linux, GNU e OS?
  • Anonimo scrive:
    Re: positivo...

    In verità c'è una cosa che non
    conosco, in effetti: una persona che sia una
    che con Linux ci campa e quando campa
    intendo da solo, casa in affitto, moglie e
    figli.Infatti non conosci me. Vabbè non ho figli, ma convivo, lei sta finendo gli studi.Sono insegnante di reti, server e programmazione in un centro di formazione professionale. Mantengo reti presso varie aziende e faccio ricerca per altre.Il tutto esclusivamente con software libero, nello specifico GNU/LinuxI soldi bastano e riesco pure a metterne da parte, anzi a volte devo rifiutare dei lavori per mancanza di tempo.Questa è la mia esperienza. Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte

    Non penso che quanto abbiate scritto nel
    vostro manifesto sia incompatibile coi vari
    mp3.it, vitaminic, ctgmusic, qube.net ...Abbiamo fatto parte di Vitaminic, ma adesso volevamo qualcosa di completamente nostro, poi se l'iniziativa dovesse fallire potremo sempre rientrare in altri progetti. Lo scopo di fondo è un altro, Voi dovete essere liberi di sentire la nostra musica. Poi se la trovate sul nostro sito, su un P2P, da un vostro amico, etc etc, va bene.Pato -GK-Thematika
  • napodano scrive:
    Re: Risposte

    L'ignoranza è un problema solo quando
    una persona non cerca di porvi rimedio. La
    nostra decisione è nata anni fa, come
    si può evincere nella biografia, ma
    l'idea di pubblicare online le ns canzoni
    nasce dall'ennesima repressione da parte di
    un sistema lobbistico di ciò che deve
    essere la cultura. Hai letto il manifesto?Sì, l'ho letto e va benissimo.. quel che volevo dire, forse non è perfettamente chiaro a chi mi ha tacciato d'"invidia" (!?!) è che avreste potuto cercare in giro siti simili (ma MOOOOOOOLTO più grandi e ben fatti tecnicamente) cui aderire, piuttosto che creare un nuovo "ramo" vostro.Non penso che quanto abbiate scritto nel vostro manifesto sia incompatibile coi vari mp3.it, vitaminic, ctgmusic, qube.net ...
    ma non per questo ho mai scritto a PI per avvertirli
    Però di questo non puoi farcene una
    colpa, se noi abbiamo avuto l'idea di
    chiedere al direttore di pubblicarci e lui
    lo ha fatto non dobbiamo renderne conto a
    nessuno.Assolutamente, ma se lèggi quanto scritto sopra, capisci che la cosa rischia di "puzzare" un po' di operazione pubblicitaria, ma per carità, anche se fosse va benissimo, visto che non ci lucrate.
    La registrazione è e rimane
    obbligatoria, (...) Poi
    chi non vuole registrarsi può
    benissimo scaricare i nostri mp3 da
    qualsiasi sistema P2P, basta che
    qualcun'altro li condivida :)E a che serve la registrazione allora?Hmm.. boh.. sono scemo io evidentemente..Vabe', vi dò il benvenuti altrimenti poi dicono che rodo :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non c'è un portale?
    - Scritto da: Anonimo
    Non c'è un sito tipo sourceforge dove
    uno va e sa che può scaricare solo
    musica che usa licenze libere?su sourceforge al massimo gli spartiti ;-)scherzi a parte, comunque non so per la legge e per il copyright (ovvero se uno ti scopiazza la roba) come questo si configuri... chi ti garantisce? e che costi sostiene chi ti garantisce? in fondo la siae, lato oscuro a parte, esiste per questo
  • napodano scrive:
    Re: Risposte

    ma quanto te rode che nessuno te caga?????
    madonna quanto te rode!!!
    questa è pura invidia napo.invidia di..???(edit: riguardo il "nessuno ti caga" ti lascio questo link che lascio alla tua libera interpretazione:http://napodano.com/music/musstats.php)
    è già libera la fruizione di mp3 le due licenze non sono esattamente uguali
    e ogg non è agli stessi livelli
    di un mp3 alt preset lame 3.90.3?no==================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 11.41.03==================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 12.38.31
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte
    Ops, dimenticato di firmare. Scusate.Pato -GK-Thematika
  • Anonimo scrive:
    Re: positivo...
    - Scritto da: Ekleptical[cut]
    Questa è il solco che vi
    state tracciando da soli e ne siete pure
    contenti!!!
    MAH!Si vede che del mercato della programmazione ne capisci davvero poco. L'azienda per cui lavoro produce software personalizzato, se anche lo rilasciasse sotto GPL (non lo fa, ma facciamo l'ipotesi...) non perderebbe certo mercato in quando quel sofrware è tarato su misura per il cliente che la richiesto...Daltronde come tutte le aziende serie forniamo anche i sorgenti al cliente per cui sviluppiamo il software, solo un pollo accetterebbe un contratto di tipo diverso dato che senza i sorgenti rimarrebbe indissolubilmente legato alla mia azienda per quel progetto, senza nessuna possibilità di cambiare fornitore (ci farebbe comodo, ma un pollo non si lascia mai spennare più di una volta, meglio offrire servizi di qualità che truffare un buon cliente)La GPL diventa un problema solo per quelle aziende che inventano l'acqua calda, la brevettano e vogliono pure camparci sopra di rendita...Il software aperto sta crescendo tanto da spaventare colossi come MS, per una semplice ragione: libero riuso del vecchio codice, quindi di lavoro precedentemente svolto. Se pitagora si fosse potuto brevettare la radice quadrata probabilmente a quest'ora la nostra civiltà starebbe 10 anni in dietro...Dai anche un'occhiata a questo:http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=1509
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte

    non è questo il punto: la vostra
    iniziativa è presentata da voi come
    se fosse una idea del tutto vostra, mentre
    invece o è mutuata dalle DECINE di
    siti o le MIGLIAIA di persone che già
    la adottano oppure tale certezza di
    unicità è solo frutto della
    vostra ignoranza in merito (nessuna offesa:
    solo una presa d'atto)L'ignoranza è un problema solo quando una persona non cerca di porvi rimedio. La nostra decisione è nata anni fa, come si può evincere nella biografia, ma l'idea di pubblicare online le ns canzoni nasce dall'ennesima repressione da parte di un sistema lobbistico di ciò che deve essere la cultura. Hai letto il manifesto?
    Nemmeno io ci lucro, visto che lavoro e sono
    10 anni (non 10 minuti, capite? 10 anni!)
    che distribuisco la mia musica
    gratuitamente, ma non per questo ho mai
    scritto a PI per avvertirli di ciò.Però di questo non puoi farcene una colpa, se noi abbiamo avuto l'idea di chiedere al direttore di pubblicarci e lui lo ha fatto non dobbiamo renderne conto a nessuno.
    Ecco, già che ci siete, se volete
    rendere totalmente libera la fruizione della
    vostra musica (immagino di sì,
    vero?), togliete la registrazione
    obbligatoria e soprattutto utilizzate il
    formato OGG (www.vorbis.com) per comprimere
    le canzoni.La registrazione è e rimane obbligatoria, gli unici dati richiesti sono però nome utente e pwd, non penso siano così un grande problema. Poi chi non vuole registrarsi può benissimo scaricare i nostri mp3 da qualsiasi sistema P2P, basta che qualcun'altro li condivida :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte
    - Scritto da: napodano

    Non lo facciamo x farci
    pubblicità,

    tutti i membri del gruppo hanno altri
    lavori

    che permettono di tirare avanti.
    Infatti non

    ci interessa lucrare su tale iniziativa.

    non è questo il punto: la vostra
    iniziativa è presentata da voi come
    se fosse una idea del tutto vostra, mentre
    invece o è mutuata dalle DECINE di
    siti o le MIGLIAIA di persone che già
    la adottano oppure tale certezza di
    unicità è solo frutto della
    vostra ignoranza in merito (nessuna offesa:
    solo una presa d'atto)ma quanto te rode che nessuno te caga?????:-Osei pieno di astio.invece di dire "ben venga, un altro si unisce alla schiera di coloro che ..." eccetera (dato che tutti conosciamo mp3.com e vitaminic) , no, tu devi fare il rompiglione.che poi è di una inutilità pressochè totale
    Nemmeno io ci lucro, visto che lavoro e sono
    10 anni (non 10 minuti, capite? 10 anni!)
    che distribuisco la mia musica
    gratuitamente, ma non per questo ho mai
    scritto a PI per avvertirli di ciò.madonna quanto te rode!!!:)

    i problemi con altri browser,

    Ecco, già che ci siete, se volete
    rendere totalmente libera la fruizione della
    vostra musica (immagino di sì,
    vero?), togliete la registrazione
    obbligatoria e soprattutto utilizzate il
    formato OGG (www.vorbis.com) per comprimere
    le canzoni.e perché di grazia?è già libera la fruizione di mp3 e ogg non è agli stessi livelli di un mp3 alt preset lame 3.90.3vedi test hydrogenaudio

    La nostra speranza è che molti
    gruppi

    seguano (o abbiano già seguito)
    il

    nostro esempio.

    Arrivate tardi.

    PS: spero vogliate comprendere che sto
    cercando di essere costruttivo.guarda, non so cosa facciano loro, ma costruttivo sarebeb stato solo dire "non siete i primi, ma benvenuti, ecco dove potete associarvi e farvi ulteriore pubblicità"questa è pura invidia napo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte


    è direttamente collegato. Infatti

    quello che leggete è un
    manifesto non

    una licenza.

    Io, se possibile, scelgo la stessa strada.
    Solo una domanda: voi avete depositato i
    brani in SIAE? Se no, come vi tutelate
    legalmente, in caso di plagio et similia?e soprattutto, semplicemente nei confronti della SIAE come vi ponete?non mi pare si possa fare musica senza avere a che fare con siae ed empals e schifezze simili.forse anche fiscalmente
  • Anonimo scrive:
    Re: Risposte
    - Scritto da: Anonimo
    Risposte alle varie domande che ci avete
    sottoposto.questo dimostra la vostra serietà e il rispetto per la gente, bravi!:)
    Non lo facciamo x farci pubblicità,se anche fosse, non ci sarebbe nulla di male.già fate distribuzione a vostre spese, gratuita per il pubblico, se trovate buoni modi di darvi visibilità , che non sono per nulla fastidiosi, per me fate benonetanto se alla gente non piace quel che fate, se ne accorge subito.;-)un po' come essere raccomandati per un provino: poi devi comunque saper fare il mestiere, altrimenti se ne accorgono tutti
    tutti i membri del gruppo hanno altri lavori
    che permettono di tirare avanti. Infatti non
    ci interessa lucrare su tale iniziativa.grande! :)proseguite così !!!!non mi piace quella musica, ma questo è lo spirito e vi apprezzo tantissimo per la vostra scelta, avete tutta la mia stima!!! Spero che molti seguano la vostra stessa strada, e anche l'esempio di rendere ben nota la scelta.
    Il sito è online da pochi giorni,
    intendiamo modificare sia grafica che
    colori.no!!!!non fatelo!!!!va bene così! leggero, ottimo!basta che mettiate i link mancanti
    Per adesso ci siamo concentrati sul
    funzionamento del motore del sito. infatti!!!non andate oltre! perchjè appesantire con cavolate inutili?mi raccomando, niente flash!!!!!!!!
    Anche per
    i problemi con altri browser, sorry, li
    metteremo a posto. :)w la compatibilità
    La nostra speranza è che molti gruppi
    seguano (o abbiano già seguito) il
    nostro esempio. GRAN-DE!!!clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap clap ! (cut)
  • napodano scrive:
    Re: Risposte

    Non lo facciamo x farci pubblicità,
    tutti i membri del gruppo hanno altri lavori
    che permettono di tirare avanti. Infatti non
    ci interessa lucrare su tale iniziativa.non è questo il punto: la vostra iniziativa è presentata da voi come se fosse una idea del tutto vostra, mentre invece o è mutuata dalle DECINE di siti o le MIGLIAIA di persone che già la adottano oppure tale certezza di unicità è solo frutto della vostra ignoranza in merito (nessuna offesa: solo una presa d'atto)Nemmeno io ci lucro, visto che lavoro e sono 10 anni (non 10 minuti, capite? 10 anni!) che distribuisco la mia musica gratuitamente, ma non per questo ho mai scritto a PI per avvertirli di ciò.Anche se avessi deciso di farlo, comunque, avrei badato un attimo a controllare che il sito fosse interamente funzionante prima di farlo..
    Il sito è online da pochi giorni,
    intendiamo modificare sia grafica che
    colori. Per adesso ci siamo concentrati sul
    funzionamento del motore del sito. Anche per
    i problemi con altri browser,Ecco, già che ci siete, se volete rendere totalmente libera la fruizione della vostra musica (immagino di sì, vero?), togliete la registrazione obbligatoria e soprattutto utilizzate il formato OGG (www.vorbis.com) per comprimere le canzoni.
    La nostra speranza è che molti gruppi
    seguano (o abbiano già seguito) il
    nostro esempio. Arrivate tardi. PS: spero vogliate comprendere che sto cercando di essere costruttivo.==================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 11.29.05==================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 11.32.39
  • Anonimo scrive:
    Re: Non siete i primi nè gli unici...
    - Scritto da: Garson Poole
    Come detto da altri ci sono MIGLIAIA di
    persone e gruppi, e ancheorganizzazioni
    internazionali come CreativeCommons:
    creativecommons.org / ;


    Un esempio che conosco personalmente....e chi lo nega?ragazzi ma quanto remate contro???da come ne parlate, invece di elencare semplicemente le altre alternative, la mettete giù solo per SMINUIRE queste persone.Io le apprezzo invece! Si son fatte pubblicità? Ben venga, tanto se i pezzi non ti piacciono, non ti piacciono. Però il messaggio "open music" è arrivato a migliaia di persone.Invece di stare a dar contro a loro e alla loro "idea poco originale", date man forte, fornite altri link, mettete anche il vostro gruppo qui nel forum, per bacco!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Principio perfetto, realizzazione ...
    Amo questo principio, a prescindere dalla musica che queste persone fanno.Ho ascoltato i pezzi e non mi sono piaciuti molto; sembra davvero un demo, i suoni e la voce non mi piacciono; ma so quanta fatica può costare anche fare "solo" quello.A prescindere da questo, l'idea è eccellente e va appoggiata (questo non significa "e bisogna dire che sono bravi"). Li apprezzo per questa modalità di diffusione e spero che si crei un anello, una catena che unisca in questo intento tutti coloro che intendono distribuire free in questo modo, anche fuori dal web.non so come siano in regola con la siae, comunque.Proseguite così!!!
  • Anonimo scrive:
    muzik.agnula.org
    Per chi ancora non lo conoscesse, segnalo il bel portale di "libre music" di agnula (A GNU Linux/audio distribution), sul quale è possibile scaricare musica libera (vi sono al momento tre tipi di licenza):http://muzik.agnula.org(linux)
  • Garson Poole scrive:
    Non siete i primi nè gli unici...
    Come detto da altri ci sono MIGLIAIA di persone e gruppi, e ancheorganizzazioni internazionali come CreativeCommons: http://creativecommons.org/ ; Un esempio che conosco personalmente: un gruppo di amici (dopo anni di autoproduzioni prima in mc poi in cd distribuite gratuitamente ) hanno messo su un sito nel 2002 dal quale è possibile scaricare gratuitamente la loro copiosa produzione: http://www.criopalmos.it/ Dunque non siete nè gli unici nè i primi:$====================================================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 11.21.42
  • Anonimo scrive:
    encoding di qualità
    - Scritto da: Anonimo
    già scaricabili da internet
    connettendosi a VITAMINIC. nel giro di
    qualche mese tutti i brani del nuovo CD "The
    Sleepseller" saranno scaricabili da
    VITAMINIC, totalmente GRATIS. Chi poi
    vorrà comprarsi il disco,
    potrà comunque farlo, ma a ragion
    veduta!
    TWENTY FOUR HOURSallora mi raccomando fate estrazione con EAC ed encoding con lame! ; istruzioni su www.esseerre.it/winmx3 sezione GUIDEciao!
  • Ekleptical scrive:
    Re: positivo...

    Quando ti deciderai a parlare di qualcosa
    che conosci veramente? Se ti riferisci al
    mondo Open Source non lo conosci affatto.In verità c'è una cosa che non conosco, in effetti: una persona che sia una che con Linux ci campa e quando campa intendo da solo, casa in affitto, moglie e figli. Tutti i lavoratori Linux amici o che ho conosciuto campano a casa coi genitori e già così, senza spese di vitto e alloggio, tirano a campare e devono rinunciare a gite e vacanze perchè non hanno i soldi per farle.Ma magari è un caso....
    Se
    ti riferisci all'ambito musicaleMi riferisco in genere.Detto in poche parole: secondo me siete tutti scemi e mi spiego. Secondo tutti gli economisti (sani di testa) la tendenza in atto è quella che porterà l'occidente a produrre idee e Ricerca e Sviluppo, mentre tutto il resto, dal lavoro mainfatturiero, ad una bella fetta di servizi, alla gestione, al livello colletti bianchi...tutto il resto, in poche parole, emigrerà in Cina e India.I porgrammatori qua sono destinati a scomparire e i recenti annunci di Siemens, che sbaracca i suoi 12mila programmatori per trasferirsi in oriente, lo confermano. A meno che non vogliate essere pagati come un indiano, si intende.La cosa veramente delirante è che gli state dando gratis i mezzi per farvi le scarpe!!! Che è veramente il colmo. Perchè qualsiasi pirla di programamtore sa prendere un po' di roba già fatta e customizzarla e gli Indiani non son nemmeno scarsi, sono bravi!!!Che questa attititudine tafazziana si diffonda ad altri ambiti, non mi pare certo una bella notizia. A meno che il vostro ideale non sia una società di disoccupati senza soldi e senza prospettiva alcuna. Questa è il solco che vi state tracciando da soli e ne siete pure contenti!!!MAH!
  • MaurizioB scrive:
    Re: Risposte
    - Scritto da: Anonimo
    La nostra speranza è che molti gruppi
    seguano (o abbiano già seguito) il
    nostro esempio.
    Il nostro manifesto ha un nome simile alla
    licenza OML (da cui trae spunto) ma non ne
    è direttamente collegato. Infatti
    quello che leggete è un manifesto non
    una licenza.Io, se possibile, scelgo la stessa strada. Solo una domanda: voi avete depositato i brani in SIAE? Se no, come vi tutelate legalmente, in caso di plagio et similia?Saluti
  • MaurizioB scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti preferisco spendere i soldi in CD e
    DVD piuttosto che spenderli in visite
    oculistiche ed occhiali.
    Ancora una volta Open Source, Open Music,
    Gratis Software non vuol dire sempre
    risparmiare.Giusto per ricamare sulla cazzata, alla fine li devi sempre spendere per leggere le specifiche del computer che dovresti avere per poter ascoltare la musica se non hai un lettore cd-audio. Per non parlare del dermatologo che dovrà curare le ferite quando cercherai di togliere quel fottutissimo dannato bollino siae che, come al solito, è finito sull'unico elenco dei brani che ci sia in tutto il packaging...Saluti
  • MaurizioB scrive:
    Re: positivo...
    - Scritto da: Ekleptical

    la filosofia open si allarga ad altri

    settori...

    Cosa c'è di positivo nel diffondersi
    del concetto di lavorare gratis non so....
    ma contenti voi.Quando ti deciderai a parlare di qualcosa che conosci veramente? Se ti riferisci al mondo Open Source non lo conosci affatto. Se ti riferisci all'ambito musicale, non conosci la musica (pur ascoltandola e conoscendola teoricamente ).Saluti
  • Ekleptical scrive:
    Re: positivo...

    la filosofia open si allarga ad altri
    settori...Cosa c'è di positivo nel diffondersi del concetto di lavorare gratis non so.... ma contenti voi.
  • MaurizioB scrive:
    Re: Lodevole ma...
    - Scritto da: Ekleptical
    Infatti, invece di abolire la SIAE, che cmq
    è necessaria una struttura di quel
    tipo, va abolito il monopolio. La
    concorrenza fa bene e con la struttura della
    SIAE attuale molti la mollerebbero per
    l'alternativa. Le inefficienze si risolvono
    da sole.Siamo d'accordo che sia necessario un organismo di controllo sul copyright e sul materiale artistico, ma ben strutturato. La SIAE è una disorganizzazione ormai dedicata solo a rinforzare le proprie tasche.
    Ogni tanto qualcuno ci prova, ma poi la cosa
    si insabbia. Gli ultimi che ci hanno provato
    sono un deputato di Forza Italia e poi la
    Lega, che si era inventata una specie di
    SIAE padana.... poi però tutto
    bloccato, mai portato niente avanti sul
    serio.Il punto è proprio qui: la SIAE è fin troppo potente ora, ha tentacoli ovunque e riesce a far affossare ogni cosa possa metterla a rischio: se per loro sfiga dovesse esserci una "liberalizzazione" di società per la cura dei diritti d'autore, sarebbero FINITI (e sarebbe anche ora).Saluti
  • Ekleptical scrive:
    Re: Lodevole ma...

    Finché resta un'unica società
    che si occupa di queste cose e finché
    questa società si mangia milioni di
    euro per non fare praticamente un cazzo, la
    musica e l'arte in generale in Italia non
    sarà libera.Infatti, invece di abolire la SIAE, che cmq è necessaria una struttura di quel tipo, va abolito il monopolio. La concorrenza fa bene e con la struttura della SIAE attuale molti la mollerebbero per l'alternativa. Le inefficienze si risolvono da sole.Ogni tanto qualcuno ci prova, ma poi la cosa si insabbia. Gli ultimi che ci hanno provato sono un deputato di Forza Italia e poi la Lega, che si era inventata una specie di SIAE padana.... poi però tutto bloccato, mai portato niente avanti sul serio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Perchè invece i soldi non li
    spendi

    da qualcuno in grado di metterti a
    posto la

    testa ?

    Tu invece spendili per avercela (la testa).Non ho bisogno. La testa ce l'ho e funziona benissimo. E se qualcuno decide di mettere a mia disposizione il suo lavoro gratuitamente io lo ringrazio. Indipendentemente dal fatto che il suo lavoro sia per me utile e apprezzato o meno. Non me ne esco di certo con sterili critiche.
  • Anonimo scrive:
    ADERIAMO SUBITO !!!! Twenty Four Hours
    Già prima di questa Comunicazione, anche noi avevamo in mente qualcosa del genere. Suoniamo dal 1987 e abbiamo all'attivo 3 album. Il quarto uscirà a giugno. Molti dei nostri brani sono già scaricabili da internet connettendosi a VITAMINIC. nel giro di qualche mese tutti i brani del nuovo CD "The Sleepseller" saranno scaricabili da VITAMINIC, totalmente GRATIS. Chi poi vorrà comprarsi il disco, potrà comunque farlo, ma a ragion veduta!TWENTY FOUR HOURS
  • Anonimo scrive:
    Risposte
    Risposte alle varie domande che ci avete sottoposto.Non lo facciamo x farci pubblicità, tutti i membri del gruppo hanno altri lavori che permettono di tirare avanti. Infatti non ci interessa lucrare su tale iniziativa.Il sito è online da pochi giorni, intendiamo modificare sia grafica che colori. Per adesso ci siamo concentrati sul funzionamento del motore del sito. Anche per i problemi con altri browser, sorry, li metteremo a posto. :-)La nostra speranza è che molti gruppi seguano (o abbiano già seguito) il nostro esempio. Il nostro manifesto ha un nome simile alla licenza OML (da cui trae spunto) ma non ne è direttamente collegato. Infatti quello che leggete è un manifesto non una licenza.Sò che vi siete posti questa domanda, ma nn l'avete ancora fatta, no, non sono interista :-)Pato -GK-Thematika
  • napodano scrive:
    vai di pubblicità gratuita..
    ci sono MIGLIAIA di persone nel mondo che diffondono la propria musica gratis.Io sono tra questi, ma non mi sogno certo per tale motivo di scrivere della mia "battaglia" a Punto Informatico..mah..Chi vuole guadagnare con la propria musica, lo faccia, o meglio ci provi. Chi vuole diffonderla gratuitamente, lo faccia.Ecco un paio di siti dove scaricare musica gratis di tanti gruppi o singoli:http://www.ctgmusic.comhttp://www.modplug.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè invece i soldi non li spendi
    da qualcuno in grado di metterti a posto la
    testa ?Tu invece spendili per avercela (la testa).
  • Anonimo scrive:
    tornare alle origini
    Negli anni 60-70 si registravano interi dischi in 2 giorni, con strumentazioni paleolitiche, e facevano ottimi lavori! Addirittura c'e' la leggenda che uno dei migliori dischi dei Deep Purple sia stato registrato in 8 ore, in presa diretta. Invece al giorno d'oggi per registrare si sentono cose come 6-8-12 mesi di studio di registrazione, con delle equipe di 50 persone, tecnologie che costano centinaia di migliaia di euro, ma che devono fare una centrale nucleare???E' tempo di tornare a registrare le canzoni come una volta, non dico con le bobine magnetiche ma gia' un investimento di qualche migliaio di euro e uno spazio adatto puo' dare la possibilita' di registrare con ottima qualita' (ho ascoltato degli ottimi cd autoprodotti utilizzando dei pc per la registrazione e il mixaggio), volendo si puo' affittare una sala prove per qualche giorno... e poi si mettono le canzoni in mp3 su un sito ufficiale in libero download sotto donazione spontanea, chi vuole da 1 euro, chi vuole ne da 30, e io penso che se 10.000 persone danno 10 euro a testa sono 100 mila euro, che se vanno tutti all'artista mi sembra un ottimo compenso! Perche' questo e' l'unico modo; chi veramente ha la passione per la musica, i piccoli musicisti geniali di nicchia, quelli che veramente suonano perche' se lo sentono nel sangue, andranno avanti senza problemi, e senza i diktat delle major, in quanto i guadagni andranno a loro e basta e non ci saranno lobby che lucreranno sulla loro musica, e dall'altra parte spariranno tutte queste canzonette dell'ultimo secondo che ora le sparano a 1000 a 360° e dopo una settimana gia' sono nel dimenticatoio piu' nero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non c'è un portale?
    - Scritto da: Anonimo
    Non c'è un sito tipo sourceforge dove
    uno va e sa che può scaricare solo
    musica che usa licenze libere?www.etree.orgwww.sharingthegroove.org....e speriamo che iniziative del genere si propaghino!! :=
  • Anonimo scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Gran bella idea, però testo blu
    su

    sfondo nero non è esattamente un
    inno

    alla leggibilità ;)

    Infatti preferisco spendere i soldi in CD e
    DVD piuttosto che spenderli in visite
    oculistiche ed occhiali.
    Ancora una volta Open Source, Open Music,
    Gratis Software non vuol dire sempre
    risparmiare.Perchè invece i soldi non li spendi da qualcuno in grado di metterti a posto la testa ?
  • cla scrive:
    Re: Musica gpl !
    Allora non è gpl, visto che la gpl dice che può essere usato per "Qualsiasi scopo"Cla!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sito
    - Scritto da: Anonimo
    Gran bella idea, però testo blu su
    sfondo nero non è esattamente un inno
    alla leggibilità ;)Infatti preferisco spendere i soldi in CD e DVD piuttosto che spenderli in visite oculistiche ed occhiali.Ancora una volta Open Source, Open Music, Gratis Software non vuol dire sempre risparmiare.
  • Anonimo scrive:
    Non sono gli unici...
    E' una lodevole iniziativa, ma non sono gli unici. C'è chi permette il download della propria musica da molto tempo, ma con meno clamore...http://www.tonioscatigna.com/menu.html
  • Anonimo scrive:
    Sito
    Gran bella idea, però testo blu su sfondo nero non è esattamente un inno alla leggibilità ;-)
  • Anonimo scrive:
    Anomolo - Musica Free
    Per chiunque è interessato alla musica free, date un'occhiata a questo progetto..http://www.anomolo.com/
  • Anonimo scrive:
    Re: Non é possibile registrarsi sul sito
    Chiedilo a Craccka Ggio'...
  • Anonimo scrive:
    Non é possibile registrarsi sul sito
    Come da topic... Lode all'iniziativa, davvero, ma io come li scarico i brani adesso??? Qualcuno qui é riuscito a registrarsi?
  • Anonimo scrive:
    positivo...
    la filosofia open si allarga ad altri settori...
  • MaurizioB scrive:
    Re: Lodevole ma...
    - Scritto da: Anonimo
    no! assurdo ma no.No: peggio che assurdo.
    tutti i cd in vendita sono soggetti a siae.Ancora no: tutti i cd in pubblica distribuzione (quindi anche gratuiti) sono soggetti a siae. Chiaramente non si parla della "distribuzione" a livello personale (amici) di cdrom con dentro la propria collezione di programmini free. Con il mio gruppo abbiamo fatto una demo che regaliamo gratuitamente a chiunque ce lo chieda, ma per farlo "legalmente" abbiamo dovuto registrare il cd alla siae, con tanto di esborso. È una cosa chiaramente insensata, dal momento che i brani non sono depositati (ma protetti da copyright), tant'è che viene da chiedersi esattamente perché e dove vadano a finire i soldi che abbiamo dato, dal momento che - finché quelle canzoni restano nel cd demo - nessuno ci darà soldi per l'esecuzione dei brani. Ma, consueto furto da parte della SIAE a parte, a noi va bene così: abbiamo aderito ad una licenza già esistente prima ancora della venuta del gruppo dell'articolo, se vi interessa la trovate qui:http://openmusic.linuxtag.org/showitem.php?item=214
    L'unica sarebbe regalarli e con cio' non
    rientrano neanche dei costi di supporto
    vergine e produzione.Ecco, non solo non rientra, ma devi pure pagare. Noi abbiamo optato per "distribuzione gratuita ad offerta libera", ovvero: se volete prenderlo gratis fate pure, se avete qualche euro da "donarci", fate pure... È l'unica possibilità per evitare di dare inutilmente soldi ad una società (monopolista) che se ne sbatte dell'arte e si mangia tutto quello che ne deriva in termini economici.
    In italia funziona che se fai musica e vuoi
    cederla passi in siae di default, se no sei
    fuorilegge!
    Purtroppo il mercato è tuttaltro che
    libero.Finché resta un'unica società che si occupa di queste cose e finché questa società si mangia milioni di euro per non fare praticamente un cazzo, la musica e l'arte in generale in Italia non sarà libera.Saluti
  • DoubleGJ scrive:
    Bello si però...
    sembra quasi uno sfruttamento del DL Urbani (che detesto e penso che sia ridicolo), per farsi pubblicità :Pse è cosi bravi bella mossa.se non è cosi bravi bella mossa lo stesso DoubleGJ :)
  • Anonimo scrive:
    Ma non c'è un portale?
    Non c'è un sito tipo sourceforge dove uno va e sa che può scaricare solo musica che usa licenze libere?
  • avvelenato scrive:
    Re: Lodevole ma...
    - Scritto da: Anonimo
    no! assurdo ma no.
    tutti i cd in vendita sono soggetti a siae.
    L'unica sarebbe regalarli e con cio' non
    rientrano neanche dei costi di supporto
    vergine e produzione.
    In italia funziona che se fai musica e vuoi
    cederla passi in siae di default, se no sei
    fuorilegge!
    Purtroppo il mercato è tuttaltro che
    libero.boh, io sabato ho comprato un cd senza bollino, e ne sono fiero (ovviamente importato direttamente dai clan of xymox, proveniente dall'olanda quindi)aggiungo che la siae può dire quel che vuole, se io mi metto colla mia bancarella a vendere musica senza bollini mi mandino pure un agente siae, glielo rispedisco in vari pacchi tramite j+5==================================Modificato dall'autore il 07/04/2004 2.34.28
  • Anonimo scrive:
    Musica gpl !
    Licenza pubblica ma no scopo commerciale!bell'idea!
  • Anonimo scrive:
    Re: Lodevole ma...
    no! assurdo ma no.tutti i cd in vendita sono soggetti a siae. L'unica sarebbe regalarli e con cio' non rientrano neanche dei costi di supporto vergine e produzione.In italia funziona che se fai musica e vuoi cederla passi in siae di default, se no sei fuorilegge!Purtroppo il mercato è tuttaltro che libero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Lodevole ma...
    - Scritto da: quindiciottobre
    ... come fai a trovare il sito se non te lo
    dice PI?non hai tutti i torti.
    Meglio www.magnatune.come perchè non il buon vecchio vitaminic?ad ogni modo bisogna essere comunque a posto con la siae.io non ho ancora visto uno studio completo per eludere del tutto questo tipo di sistemi.per fare un "free festival" un "free shop" e una "free-manifestazione" in cui si può mettere la musica e nessuno ti chiede diritti e bollini e permessi, l'autore autorizza ed è felice, il pubblico ascolta perchè gli piace e stop e si guadagna da quella manifestazione perchè tutti si è presenti, non perchè si è autori (o simili, scusate ma sono stanco)non è che puoi pubblicare i tuoi brani su cd e metterli in giro senza bollino siae, ad esempio ...
  • quindiciottobre scrive:
    Lodevole ma...
    ... come fai a trovare il sito se non te lo dice PI?Meglio www.magnatune.com
  • TADsince1995 scrive:
    Senza parole...
    Davvero lodevole, non c'è nient'altro da aggiungere.Complimenti.TAD
Chiudi i commenti