E-gratis/ Yahoo! farà pagare lo streaming

Il portalone annuncia che entro la fine dell'anno i contenuti televisivi offerti via internet dovranno essere pagati


Web – Yahoo.com continua a dimostrarsi apripista tra quei portali che stanno cercando di spingere i propri utenti a pagare per fruire dei servizi offerti via internet. Questa volta, l’attenzione di Yahoo! è focalizzata sullo streaming, sui contenuti televisivi.

L’azienda ha annunciato nelle scorse ore che i materiali messi a disposizione gratuitamente in streaming sono stati ulteriormente ampliati ma che entro la fine dell’anno l’accesso a questa parte del sito di Yahoo! sarà consentita solo a chi avrà pagato un abbonamento.

Oggi il più celebre dei portali presenta una serie di contenuti “televisivi”, da video musicali a trailer di film, dagli spot più celebri alle interviste alle star e persino episodi di una sit-com, “Townies”. Si tratta di un’offerta che verrà ulteriormente ampliata, secondo quanto riferito da Yahoo.com, prima di essere concessa solo gli abbonati.

Yahoo! ha da tempo attivato una strategia di riduzione dei costi, che ha portato allo smantellamento o dismissione di una certa quantità di servizi free offerti alle comunità di utenti online, e contestualmente ha lanciato i primi servizi a pagamento.

Sulla possibilità che questo nuovo sistema si riveli davvero efficace per far risalire la redditività di Yahoo.com molti nutrono seri dubbi. Tra coloro che sono perplessi c’è anche il celebre analista di Jupiter Media Metrix Mark Mooradian, secondo il quale l’idea è interessante ma arriva nel momento sbagliato: “E’ imprudente in questo momento, con una sola eccezione per la musica, chiedere un pagamento per i prodotti di intrattenimento via internet”. Secondo Mooradian, le imprese “non sono riuscite a convincere gli utenti che vi sia un qualsiasi contenuto che vale la pena pagare e il mercato non segnala in alcun modo che gli utenti sono interessati a servizi a pagamento”.

Va detto però che quanto deciso da Yahoo! ben si inserisce in una tendenza da parte di molte attività internet, spinte verso l’imposizione di un accesso a pagamento a causa della drastica riduzione delle entrate pubblicitarie.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sondaggiati chij ?
    Ma questo sondaggio e' stato condotto sugli americani o sulla popolazione del mondo?Certe cose le fanno e le pensano solo gli americani, bisognerebbe specificare.
  • Anonimo scrive:
    acqua calda davvero
    Chiunque fa grafica seriamente (e non si limita a usare il Photoshop o Freehand a caso) sa da sempre che la scelta dei caratteri nella comunicazione è un probleme cruciale.il signore che dice che i font senza grazie sono più amichevoli ha scoperto davvero l'acqua calda. Complimenti! bastava che la Lexmark andasse in un qualsiasi studio grafico serio per sapere le stesse cose senza tanti strombazzamenti. e comunque il problerma è grafico, non psicologico. L'utente medio non ci capisce un tubo, e non lo aiutano i font di pessima qualità forniti con windows...
  • Anonimo scrive:
    come quelli che usano sempre Comic
    Gente che usa sempre "COMIC" anche per scrivere comunicazioni incazzatissime o molto serie.FA SCHIFO, LO VUOI CAPIRE??Fai il serio e smettila! Sono ridicole!
    • Anonimo scrive:
      Re: come quelli che usano sempre Comic
      Sono perfettamente d'accordo, Comic FA SCHIFO e putroppo viene usato da moltissime persone (sia in aziende che privati), soprattutto per le e-mail.
      • Anonimo scrive:
        Re: come quelli che usano sempre Comic
        - Scritto da: No Comic
        Sono perfettamente d'accordo, Comic FA
        SCHIFO e putroppo viene usato da moltissime
        persone (sia in aziende che privati),
        soprattutto per le e-mail. Già le email IMHO andrebbero mandate in formato "testo" , che taglia il problema alla radice.
    • Anonimo scrive:
      Re: come quelli che usano sempre Comic
      è il font migliore assieme a quello d "Friends" ed al testo in DOS o notepad, ti konsiglio di guardar + ai kontenuti ke alla forma ;
      byez
      • Anonimo scrive:
        Re: come quelli che usano sempre Comic
        Ma per favore , dici giustamente tu , guardate al contenuto e ad altri problemi invece di dannarvi l'anima per un font. Ognuno potrà avere propri gusti e proprie opinioni e poi il comic ha il pregio di essere leggero e leggibile.
  • Anonimo scrive:
    Che Barba!
    L'ennesima scoperta dell'aqua calda.Avete mai provato di *leggere* una intera pagina in Nuptial? O in Black Chancery?buona fortuna allora.Nell'editor (di testo, s'intende) Courier New, 10pt.Stampa in Tahoma o Humanist.O Times, se sei tradizionalista. Non è tanto una questione di carattere, quanto di praticità. Che può benissimo andare a braccetto con creatività e buon gusto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Barba!
      Bah senti ce' certa gente che usa dei font allucinanti... Ben venga un po' piu' di consapevolezza...- Scritto da: FD
      L'ennesima scoperta dell'aqua calda.

      Avete mai provato di *leggere* una intera
      pagina in Nuptial? O in Black Chancery?

      buona fortuna allora.

      Nell'editor (di testo, s'intende) Courier
      New, 10pt.

      Stampa in Tahoma o Humanist.
      O Times, se sei tradizionalista. Non è tanto
      una questione di carattere, quanto di
      praticità. Che può benissimo andare a
      braccetto con creatività e buon gusto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Barba!
      - Scritto da: FD
      L'ennesima scoperta dell'aqua calda.

      Avete mai provato di *leggere* una intera
      pagina in Nuptial? O in Black Chancery?in effetti il 90% dei font va bene per i titoliE SOLO x quelli
Chiudi i commenti