Ebook, il sorpasso digitale

Superate le vendite delle copertine rigide negli Stati Uniti. Ma la tendenza è globale

Roma – Secondo un rapporto redatto dall’Associazione degli editori statunitensi ( Association of American Publishers , AAP ), nel 2012 il fatturato derivante dagli ebook ha superato quello legato alla vendita di edizioni in copertina rigida.

dati

Nel 2012 il mercato dei libri digitale è cresciuto negli Stati Uniti del 28,1 per cento raggiungendo quota 282 milioni di dollari e superando i 229,6 milioni incassati attraverso la vendita di volumi cartacei con copertina rigida e incalzando le edizioni economiche che sono quelle che perdono la maggiore fetta di mercato (meno 10,5 per cento) passando da un fatturato di 335 milioni di dollari ad poco meno di 300.

Stesso trend, anche se su dati e su un mercato del tutto diversi, evidenzia lo studio condotto in Italia da Reputation Manager , secondo cui l’ editoria digitale arriva a pesare il 9,9 per cento del totale grazie ad una crescita del fatturato del 40 per cento rispetto all’anno precedente.

Sulla stessa linea, poi, anche l’analisi redatta nell’ambito del progetto Global Entertainment and Media Outlook di Pricewaterhouse Coopers, secondo cui il mercato dei libri resterà nei prossimi anni sostanzialmente piatto: una diminuzione della spesa in libri cartacei verrà compensato da un aumento di quella in ebook.

D’altronde, secondo una delle ultime analisi condotte da Pew in materia, tra metà dicembre 2011 e i primi di gennaio 2012 sono quasi raddoppiati gli utenti di tablet e e-reader, passando negli Stati Uniti dal 10 al 19 per cento degli adulti.

A parte questi numeri relativi all’hardware, poi, diverse statistiche parziali avevano già messo in evidenza tale tendenza di mercato: per quanto riguarda Amazon, per esempio, ad ogni 100 libri cartacei corrispondono già a maggio 2011 105 Kindle; più in generale , poi, gli Stati Uniti avevano già registrato tra 2010 e 2011 una crescita quasi triplicata del settore fino a toccare un fatturato di oltre 90 milioni di dollari, e il Regno Unito aveva visto le vendite di ebook passare da un valore di 4 milioni di sterline a 16, pur rimanendo ancora una minima percentuale del mercato totale dei libri.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sandro scrive:
    Quanto tempo?
    Mi chiedo perché dopo tutto questo tempo non sia giá arrivata una soluzione. Tutte le indicazioni che sono state indicate per risolvere il problema si sono rivelate "farlocche". Era meglio segnalare la veritá e cioé che non c'é una soluzione attualmente al problema. Ff ha toppato alla grande!
  • sandro scrive:
    Adobe flash
    Ho avuto la possibilitá di provare Chrome e ho scoperto che funziona bene, per cui ho tolto dalla configurazione Firefox.
  • carlo maione scrive:
    mozilla crasch
    mozzilla crashmozilla dove finisce???? un vero peccato
  • Ace Gentile scrive:
    Re: facebook
    - Scritto da: Mertik
    - Scritto da: Carlo

    Il plugin della adobe va in crash, quindi
    mozilla

    è caduta in basso.

    Non fa una piega!

    è un problema che si ha solo con ff, non succede
    con chrome o ie (e ce ne
    vuole)
    piegati, a 90° possibilmenteIn verità in questi ultimi giorni ho visto dei problemi di chrash di flash segnalati anche per chrome 19, ma credo lo abbiano risolto.
  • Dude scrive:
    ...
    Speriamo che con le imminenti evoluzioni tecnologiche annunciate dagli sviluppatori dei vari browser Adobe Flash Player non serà più necessario! :
  • fix scrive:
    facebook
    Io ho abbandonato Firefox da tempo proprio per i continui crash su applicativi flash soprattutto all'interno di Facebook. voi direte "facebook+flash" sono inutili, ma è quello che fa il 90% dei navigatori... mozilla è caduta tanto in basso e mio malgrado sono passato a crhome e ie (che nelle ultime versioni è sempre migliorato) ...
    • ffx scrive:
      Re: facebook
      è il plug in flash che va in crash, non l'intero FF.Mi auguro che HTML5, presto, lo renda inutile.
    • Carlo scrive:
      Re: facebook
      Il plugin della adobe va in crash, quindi mozilla è caduta in basso.Non fa una piega!- Scritto da: fix
      Io ho abbandonato Firefox da tempo proprio per i
      continui crash su applicativi flash soprattutto
      all'interno di Facebook. voi direte
      "facebook+flash" sono inutili, ma è quello che fa
      il 90% dei navigatori... mozilla è caduta tanto
      in basso e mio malgrado sono passato a crhome e
      ie (che nelle ultime versioni è sempre
      migliorato)
      ...
      • Mertik scrive:
        Re: facebook
        - Scritto da: Carlo
        Il plugin della adobe va in crash, quindi mozilla
        è caduta in basso.
        Non fa una piega!è un problema che si ha solo con ff, non succede con chrome o ie (e ce ne vuole)piegati, a 90° possibilmente
        • Carlo scrive:
          Re: facebook
          Complimenti per l'educazione, ma tralasicamo...Fammi capire il tuo ragionamento rispondendo al seguente esempio:Marco e Giovanni, entrambi 50enni, fumatori da 30 anni, 1 pacchetto al giorno.Marco muore a 60 anni di cancro, Giovanni è ancora in vita e ne ha 70.Cosa ha causato il cancro di Marco?Stammi bene.- Scritto da: Mertik
          - Scritto da: Carlo

          Il plugin della adobe va in crash, quindi
          mozilla

          è caduta in basso.

          Non fa una piega!

          è un problema che si ha solo con ff, non succede
          con chrome o ie (e ce ne
          vuole)
          piegati, a 90° possibilmente
Chiudi i commenti