Ecuador, online i dati dell'intera popolazione

I dati dell'intera popolazione dell'Ecuador erano presenti su un database liberamente disponibile online ed in seguito messo in sicurezza dopo il leak.
I dati dell'intera popolazione dell'Ecuador erano presenti su un database liberamente disponibile online ed in seguito messo in sicurezza dopo il leak.

In Ecuador la privacy è morta in un database liberamente disponibile online e contenente i dati di pressoché l’intera popolazione del Paese. Fortuna vuole che la scoperta sia stata compiuta dai ricercatori Noam Rotem e Ran Locar della vpnMentor il cui comportamento successivo è stato all’insegna della piena collaborazione per cercare di evitare danni conseguenti all’accaduto.

Online i dati di tutta la popolazione dell’Ecuador

I due ricercatori hanno anzitutto segnalato il problema a ZDNet, con cui sono iniziate le ricerche per capire la bontà del database e dei dati ivi contenuti. A questo punto il titolare del server (l’ecuadoriana Novaestrat) è stato contattato ed i dati sono stati messi al sicuro nel giro di un paio di settimane grazie all’intermediazione del team Ecuador CERT.

Il database conteneva 20,8 milioni di dati su una popolazione da 16,6 milioni di persone: l’eccesso sarebbe dovuto a dati vetusti (relativi a persone già decedute) ed a identità duplicate. Quasi tutta la popolazione risultava però presente in questo database, la cui fonte dei dati rimane incerta ed è probabilmente risultato della commistione di più punti di approvvigionamento delle informazioni.

Da quanto carpito, alcune fonti sarebbero governative ed altre private, tutte però sufficientemente deboli e tali da consentire il furto delle informazioni. Interessante è notare come tra i dati figurino anche quelli di Julian Assange, a suo tempo rifugiato politico del paese, oltre a quelli di milioni di minorenni.

Fonte: ZDNet
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 09 2019
Link copiato negli appunti