Editoria, fuoco incrociato su Google Book Search

La Martiniere denuncia BigG per violazione del copyright. La digitalizzazione dei libri manda su tutte le furie l'editore francese. Da Francia, Regno Unito e USA un solo grido: fermate Google

Parigi – La Martiniere , una casa editrice francese, ha deciso di denunciare Google per violazione del diritto d’autore : il pomo della discordia è il progetto di digitalizzazione libri lanciato dal motore di ricerca, successivamente diventato Google Book Search . L’editore francese pretende 100mila euro per ciascun libro digitalizzato senza autorizzazione: una cifra moltiplicabile, si legge in un lancio AFP , per ogni giorno di ritardo a partire dalla scoperta della singola infrazione.

Il gruppo editoriale possiede varie filiali ed aziende satellite anche in Svizzera e negli Stati Uniti. Non è la prima volta che editori francesi si scagliano contro Google: recentemente, alcune case editrici transalpine hanno protestato contro l’iniziativa di Google, accusata di fomentare la pirateria. Google si è difesa adottando sistemi DRM e varie limitazioni sulla consultazione dei tomi , così da mettersi al riparo da accuse di violazione del diritto d’autore.

I portavoce di Google, infatti, considerano la googleteca digitale come un “servizio a valore aggiunto che porta benefici diretti agli autori ed ai loro editori”, si legge in un comunicato ufficiale rilasciato dall’azienda californiana. “Non siamo d’accordo con le pretese e con le esternazioni di Le Martiniere, anche perché Google Book Search aiuta gli utenti ad orientarsi per l’acquisto, non a scaricare copie pirata dei libri in maniera del tutto gratuita”.

Neanche l’ ira di oltre 8mila autori statunitensi , coalizzatisi contro il motore di ricerca, è riuscita a far desistere Google. Il gigante fondato da Brin e Page insiste sulla propria linea imprenditoriale: la digitalizzazione delle opere editoriali è l’equivalente dell’ indicizzazione di contenuti online , che un tribunale federale americano ha chiaramente definito legittima .

Finora, nessun editore web si è opposto legalmente all’indicizzazione dei propri contenuti digitali. Lo stesso ragionamento non sembra avere validità per l’ editoria tradizionale . Su questo argomento, gli editori francesi, britannici e statunitensi sembrano tutti d’accordo.

Come ben riassume Hugh Jones, consulente legale della Publishers Association britannica: “La digitalizzazione di una libreria gigantesca composta da volumi coperti da copyright rappresenta un problema enorme: Google esegue digitalizzazioni totali dei libri, non parziali, e soprattutto senza l’autorizzazione esplicita degli autori”.

Rachel Whetstone, portavoce del distaccamento europeo di Google, ha risposto a Jones ribadendo che “la partecipazione al programma Book Search è completamente a discrezione degli editori: se non vogliono essere indicizzati, allora basta che lo comunichino”. Whetstone sostiene che “nei motori di ricerca è sempre funzionato così: prima si digitalizza e si acquisisce l’informazione, poi si indicizza”.

La frattura tra il vecchio mondo ed il nuovo mondo dell’editoria è sempre maggiore. Alcuni avvocati intervistati da News.com hanno inquadrato il problema con precisione: “Tutta la diatriba è ascrivibile alla perdita del controllo sui contenuti da parte delle case editrici”, dice Laurie Kaye, esperta di copyright, “che vedono i loro libri su server altrui”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • augusto gizzo scrive:
    Gizzo militare USA in Italia /1940/45.
    Sono Italiano,cerco miei parenti in America di cognome Gizzo provenienti da /GUARDIA LOMBARDI-AVELLINO-ITALIA/Se avete notizie o informazioni riguardo al cognome,vi sarei grato di una eventuale informazione personale.Grazie per una eventuale risposta, sia positiva che negativa.GIZZO AUGUSTO.
  • GIZZO AUGUSTO scrive:
    militari di cognome GIZZO in Italia 1945
    mi chiamo GIZZO AUGUSTO,so che un mio parente AMERICANO,e' venuto in ITALIA,durante la seconda guerra mondiale. Passando per Napoli ed Avellino,ovvero,Guardia dei Lombardi paese dei suoi genitori.
  • GIZZO AUGUSTO scrive:
    PARENTI IN AMERICA
    MI CHIAMO GIZZO AUGUSTO,HO PARENTI IN AMERICA ,E,VORREI AVERE LA POSSIBILITA' DI POTERLI CONOSCERE NON HO MOLTE NOTIZIE,MA SONO ORIGINARI DI GUARDIA DEI LOMBARDI(AVELLINO),E,SONO IN AMERICA DAL 1860-AL1920.GRAZIE.
  • TieFighter scrive:
    Se fanno cosi' con tutto
    allora siamo messi male.Pensateci: gli americni vogliono i dati dei passeggeri europei in arrivo....
  • Anonimo scrive:
    link errato
    errore: fbi.gov e NON fbi.org
  • Anonimo scrive:
    Re: OT - andate subito al link FBI
    e guardatevi il filmato
  • Anonimo scrive:
    Le parole sono pesanti... usate cautela
    Un ente governativo che si occupa di veterani NON coincide con l'esercito americano, così come le misure di protezione dell'INPS italiano NON sarebbero da confondere con le misure di sicurezza di un'azienda qualsiasi, visto che il legame tra loro è solo nel dipendente per cui si versano i contributi, che riceverà a sua volta trattamenti pensionistici, ecc.Se non mettiamo in chiaro questo e anche in tanti post rispondiamo a caso leggendo solo i titoli, otteniamo la solita minestra riscaldata di "sicurezza inesistente, sicurezza impossibile tanto-rubano-dati-anche-all'esercito, sicurezza per la quale non val la pena spendere tempo e denaro". IMHO, come da netiquette. Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Le parole sono pesanti... usate caut
      leggo:In aggiunta, secondo un aggiornamento fornito dai funzionari del Pentagono, insieme ai dati sui veterani di guerra sono spariti anche 2,2 milioni di fascicoli che riguardano le truppe attualmente impegnate sul territorio nazionale statunitense: il 90% dei membri della Guardia Nazionale e l'80% delle riserve.indipercui...
      • Anonimo scrive:
        Re: Le parole sono pesanti... usate caut
        - Scritto da:

        leggo:

        In aggiunta, secondo un aggiornamento fornito dai
        funzionari del Pentagono, insieme ai dati sui
        veterani di guerra sono spariti anche 2,2 milioni
        di fascicoli che riguardano le truppe attualmente
        impegnate sul territorio nazionale statunitense:
        il 90% dei membri della Guardia Nazionale e l'80%
        delle
        riserve.


        indipercui...Indipercui, all'INPS hanno i dati anagrafici dei dipendenti in servizio, all'ente governativo hanno dati anagrafici dei militari (anche) in missione all'estero. Per la cronaca, non sono nomi coperti da segreto.Il mio post serviva a distinguere tra dati di rilevanza militare e non. Non cambia nulla quello che tu quoti (l'avevo letto anch'io).
  • Viker scrive:
    Avranno usato Linux
    Come da oggetto
    • Anonimo scrive:
      Re: Avranno usato Linux
      - Scritto da: Viker
      Come da oggettoPer rubare il PC o per leggere i dati che conteneva? Strano, mi sembra che anche da windows si riescano ancora a leggere gli hard disk... 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Avranno usato Linux
        - Scritto da:

        - Scritto da: Viker

        Come da oggetto
        Per rubare il PC o per leggere i dati che
        conteneva? Strano, mi sembra che anche da windows
        si riescano ancora a leggere gli hard disk...

        8)
        Non se non è un WinHD certificato Microsoft! (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ma come hanno fatto a scoprirlo?
    Ipotesi 1)il tizio che si e' fatto rubare i dati e' tornato in ufficio dicendo: "opps, scusate ho copiato il db senza autorizzazione e me lo sono fatto rubare".Ok essere autolesionisti ma dubito sia successo questo.Ipotesi 2)?qualche idea?
  • Anonimo scrive:
    Ma criptare?
    Possibile che nessuno usi mai un po' di criptazione dei dati?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma criptare?
      - Scritto da:
      Possibile che nessuno usi mai un po' di
      criptazione dei
      dati?Già...triste ma vero...cavolo, io che non sono nessuno, uso pgp per cifrare i dati della mia chiavetta usb...se la perdo o la rubano, alla peggio c'ho rimesso 20 sacchi.Mah...
    • MandarX scrive:
      Re: Ma criptare?

      Possibile che nessuno usi mai un po' di
      criptazione dei
      dati?in questa messa in scena, non lo fanno perche la maggiorparte degli utenti (in questo caso americani) non sa neanche cos'è la criptazione.ma la maggiorparte degli utenti (sempre americani) ascoltando queste notizie al telegiornale tremerà e magari assocerà questi eventi al terrorismo. vorrà piu sicurezza!!!!il gioco è fatto cosa puo dare loro piu sicurezza?http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1517565&m_rid=0
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma criptare?
      usare TrueCrypt? E' gratis, opensource, facile da usare e lavora in tempo reale
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma criptare?
      - Scritto da:
      Possibile che nessuno usi mai un po' di
      criptazione dei
      dati?E' possibile che istituzioni di questo tipo non adottino politiche di sicurezza serie?Dov'è la tanto decantata efficienza degli USA?
  • MandarX scrive:
    nuovo terrorismo
    Ragazzi ma non vi sembra evidente che questa è tutta una messa in scena per dimostrare la necessita del trusted computing in USA?Gia sono state fatte proposte di legge per adottare hardware solo TCPA e bandire i classici computer e renderli illegaliappena trovo il link a questa notizia lo postoP.S. Punto informatico non ha alcuna responsabilità per questo mio post ma solo io stesso
    • m00f scrive:
      Re: nuovo terrorismo
      Anche secondo me è solo una messa in scena. Il "governo" americano ci ha preso gusto a metter su dei teatrini per creare problemi e subito dopo dare la soluzione.Voglio cittare un grande scrittore: "La gente comune è indotta in massa a credere che la normale causa degli eventi del mondo siano le conseguenze di forze politiche note, o eventi casuali e incontrollabili. Tuttavia, la storia dell'umanità è manipolata ad ogni livello... Ora potreste chiedervi fino a quali terribili attività questa gente possa arrivare. Questi individui organizzano incidenti in tutto il mondo, che poi richiedono una risposta dall'opinione pubblica ("bisogna fare qualcosa"), e in cambio permettono a questi potenti di fare qualsiasi cosa questi abbiano desiderato fare sin dall'inizio."
    • gatsu99 scrive:
      Re: nuovo terrorismo
      in effetti ci avevo pensato pure io ma sinceramente la cosa ,visto come è esposta mi pareva troppo assurda perfino per gli standard idioti dell'americano medio , no dico ci pensate ??? a parte ilfatto che un archivio simile sarebbe grande svariati giga se non addirittura tera come cavolo avrebbe fatto l'impiegato a copiare tale database ???si portava l'HD esterno da 300 giga USB2 ????è chiaramente una manovra e pure orchestrata maluccio devo dire ,anzi comincio a domandarmi findove si spinga la presunzione ela supponenza di questi americani ,ma davvero pensano che qualcunopossa solo pensare che le cose si siano svoltecome riportato ??? un annuncio UFFICIALE alla stampa ??????? quando la loro politica è negare tuttofino all'estremo ?????ma ti prego !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      • Alessandrox scrive:
        Re: nuovo terrorismo
        - Scritto da: gatsu99
        in effetti ci avevo pensato pure io ma sinceramen
        te la cosa ,visto come è esposta mi pareva troppo
        assurda perfino per gli standard idioti dell'ame
        ricano medio , no dico ci pensate ??? a parte il
        fatto che un archivio simile sarebbe grande svaria
        ti giga se non addirittura tera come cavolo avreb
        be fatto l'impiegato a copiare tale database ???
        si portava l'HD esterno da 300 giga USB2 ????

        è chiaramente una manovra e pure orchestrata maluc
        cio devo dire ,anzi comincio a domandarmi fin
        dove si spinga la presunzione ela supponenza di
        questi americani ,ma davvero pensano che qualcuno
        possa solo pensare che le cose si siano svolte
        come riportato ??? un annuncio UFFICIALE alla stam
        pa ??????? quando la loro politica è negare tutto
        fino all'estremo ?????

        ma ti prego !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!A parte le modalita' con cui l' impiegato abbia effettuato la copia (in fondo gli strumenti ce li aveva sottomano, forniti dal suo stesso dipartimento)... e' il FATTO STESSO di prendersi dei dati e portarseli via cosi' come se niente fosse che fa pensare.... se l' ha fatto lui, signor nessuno, quanti signor nessuno potrebbero farlo e quante volte? Cioe' policy sulla gestione del personale nella sicuerezza dei dati = ZEROSecondo: come giustamente qualcuno ha osservato sarebbe bastato che l' archivio fosse criptato per rendere quella copia inservibile, senza alcun valore, a meno che l' impiegato non fosse a conoscenza della chiave ma gli impiegati non hanno accesso a queste informazioni, in situazioni normali....Quindi e' tutta la loro sicurezza che fa acqua: o non hanno mai avuto delle regole o non le hanno mai applicate...per cui questo evento non puo' in alcun modo essere portato a giustificazione di misure di sicurezza piu' restrittive generalizzate a livello nazionale (semmai solo specificatamente per l' esercito). E' evidente che hanno commesso delle incredibili leggerezze nella gestione dei loro dati, come farebbero a togliersi da ogni responsabilita' e a far pagare questo disastro a tutti? Con quale giustificazione?Se lo scopo e' quello di creare un precedente da sfruttare politicamente lo trovo piuttosto maldestro.
        • gatsu99 scrive:
          Re: nuovo terrorismo
          verissimo su questo hai la maia piena adesionema io credo che cambieranno le carte in loro favore per dare un altro giro di vite sul fattore sicurezza.Un simile evento non dovrebbe neppurepotersi verificare a livello teorico in una sruttura governativa di tale importanza quindi a mio avviso ,essendo la cosa così enorme da non stare inpedi è chiaramente un falso col solo scopo di lucrarci sopra (anonimo)
      • Anonimo scrive:
        Piccoli volumi: facili da nascondere
        - Scritto da: gatsu99
        a parte il
        fatto che un archivio simile sarebbe grande svaria
        ti giga se non addirittura tera come cavolo avreb
        be fatto l'impiegato a copiare tale database ???
        si portava l'HD esterno da 300 giga USB2 ????Scusa ma che stima stai facendo? L'unico dato che riporta l'articolo coincide con 26milioni di registrazioni (per esempio in un database come MySQL o SQLServer Microsoft). Se per ogni persona si registrano 10 KB di dati anagrafici (non immagini), siamo a 260 mega.Mi allargo e parlo di 100KB (e ci starebbe anche la foto tessera in bassa risoluzione) e saliamo a 2,6 Gigabyte. Aggiungi indicizzazioni e strutture di controllo e comunque stai comodamente in un DVD masterizzato o in un qualsiasi portatile con un minimo di 40GB di HD interno.Insomma, il fatto che il multimediale ed i formati file non compressi (tipo Office) siano ciccioni non vuol mica dire che i dati sono sempre così ingombranti. Ciao
        • gatsu99 scrive:
          Re: Piccoli volumi: facili da nascondere
          mmh nia parte che il mio intervento era volutamente esagerato e volto a far capire la gravità della cosa ed il modo in cui si sarebbero svolti i fatti io credo che 'archivio in questione fosse un filino più pasciuto anzhe perchè voglio pserare,come già detto in altri post,che i dati NON fossero in chiaro ma criptati indi per cui ..chiaro che le mie sono solo supposizioni ovvio ma ..
    • Anonimo scrive:
      Re: nuovo terrorismo
      - Scritto da: MandarX
      Ragazzi ma non vi sembra evidente che questa è
      tutta una messa in scena per dimostrare la
      necessita del trusted computing in
      USA?Ma la prima cosa che ti viene da pensare è il TCPA?! Guarda, io lo spero che sia solo per il trusted computing, ma non credo che il fine di sta cosa sia quello...
  • Anonimo scrive:
    Non mi sembra poi così difficile....
    ....fonti interne all'intelligence USA confermano che è stato più difficile far sparire il volo American Airlines 77
    • Anonimo scrive:
      Amico degli assassini
      Amico degli assassini islamisti,comunista provocatore che spargi menzogne.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi sembra poi così difficile....
      - Scritto da:

      ....fonti interne all'intelligence USA confermano
      che è stato più difficile far sparire il volo
      American Airlines
      77Eh già, infatti era pieno di noglobal assassini.
  • Anonimo scrive:
    Si saranno sbagliati...
    - Appuntato, mi prenda la lista dei terroristi...- quali terroristi marescuà?- Tutti quelli che usano armi...Ma daii, la sicurezza NAZIONALE su un portatile ? Oppure era un CD degli U2 ?Un database di access in un file unico magari, chiamato segretamente "TakeMeToHome" o "MacData"Paladini della guerra e della democrazia...Forse qualcuno si è deciso di risarcire realmente le povere reclute mandate in Viethnam a farsi ammazzare, o almeno quelle che oggi sono rimaste parzialmente vive.
  • gatsu99 scrive:
    possibile ?????
    buahahahahahahahahahahahahapazzesco !!! si è portato a casa il database !!!!!e questa sarebbe la sicurezza made in U.S.A ?????no non è possibile,deve essere una montatura perscuotere l'opinione pubblica,rifiuto di credereche pure un americano possa essere così totalmente idiota da concepire una cosa simile .... pensateci un secondo ,una cosa simile farà diventare ancora più paranoici i gia schizzati maniaci della sicurezza,non volglio neppure pensare alle conseguenza , roba tipo controlliamo direttamente la mente delle persone o cazzate ancora peggsiori.Non so voi ma io ho paura di simili idioti .Se la cosa è vera e non una trollata avrà conseguenze ENORMI e non solo in America perchè se loanno fatto lì figuriamoci altrove ...HO PAURA !!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: possibile ?????
      - Scritto da: gatsu99
      buahahahahahahahahahahahaha[...]
      HO PAURA !!!!!!!!!!Forte!Sei passato in 17 righe dalla risata per il fatto tragicomico al panico più totale...(ghost)
    • Anonimo scrive:
      Re: possibile ?????
      sarà stato lo stakanovista di turno che si portava il lavoro a casa!!(ghost)(ghost)
    • MandarX scrive:
      Re: possibile ?????
      quoto in pieno hai letto anche iol mio post un po piu in alto?
  • Anonimo scrive:
    SPARITI O COPIATI?
    L'articolo usa il termine SPARITI......recuperare quanto perso...MA NON HANNO PERSO NULLA!!non era solo una COPIA ??boh...comunque spero ne facciano buon uso :D
  • Anonimo scrive:
    Chiedere algli SPIONI dell' FBI
    Chi può aver fatto "sparire" quella montagna di dati personali se non gli stessi spioni dell' FBI?
  • Anonimo scrive:
    Re: Spariti i dati dell'esercito america
    Ha-ha ! :D :D :DBella sicurezza ,complimenti ! (rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma chi li utilizzerà li utilizzerà per lo spamming o per qualche altra "cover mission" in puro stile 11 settembre ? @^
  • Davz scrive:
    Re: Spariti i dati dell'esercito america

    È anche per questo che molte associazioni dei veterani hanno denunciato il governo statunitense: l'organizzazione che riunisce i soldati del Vietnam e della prima guerra in Iraq hanno richiesto un maxirisarcimento pari a mille dollari per ciascun fascicolo scomparso nel nulla.1000 dollari? Vale così poco l'identità di una persona? LA RIAA chiede molto di più per un mp3 scaricato...
    • MandarX scrive:
      Re: Spariti i dati dell'esercito america

      1000 dollari? Vale così poco l'identità di una
      persona? LA RIAA chiede molto di più per un mp3
      scaricato...ma LOL
      • gatsu99 scrive:
        Re: Spariti i dati dell'esercito america
        ver anzi verissimo ... dovevano fare una canzoncina, ci guadagnavano di più, altro che morireper la patria, bisogna morire per le major !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Spariti i dati dell'esercito america
      - Scritto da: Davz

      È anche per questo che molte associazioni dei
      veterani hanno denunciato il governo
      statunitense: l'organizzazione che riunisce i
      soldati del Vietnam e della prima guerra in Iraq
      hanno richiesto un maxirisarcimento pari a mille
      dollari per ciascun fascicolo scomparso nel
      nulla.


      1000 dollari? Vale così poco l'identità di una
      persona? LA RIAA chiede molto di più per un mp3
      scaricato...Vuoi mettere quanto vale salvare le mutandine di Britney Spears, o il perizoma di Cristina Aguilera?E' per questo e per farle girare gli States con l'Hummer che mandano a morire i bambocci del West Virginia in Irak....
  • Anonimo scrive:
    Allucinante
    No comment sono senza parole
Chiudi i commenti