EFF: Internet sta abbracciando privacy e trasparenza

Il nuovo rapporto dell'organizzazione che si batte per i diritti digitali evidenzia una crescente consapevolezza delle corporation telematiche rispetto alla privacy e alla trasparenza nei confronti degli utenti. L'effetto del Datagate dopo un anno

Roma – La Electronic Frontier Foundation (EFF) ha pubblicato l’ultima versione del suo Who Has Your Back , rapporto annuale aggiornato sul comportamento di 26 grandi corporation di Internet rispetto alla difesa degli utenti dalle richieste di informazioni – più o meno legittime – provenienti dalle autorità governative.

Il rapporto prende in esame le varie pratiche aziendali in merito alla richiesta (o meno) di un mandato per la condivisione di informazioni degli utenti con i governi (e con quello statunitense in particolare) e le autorità di polizia, alla pubblicazione di “Rapporti sulla trasparenza” periodici, all’impegno per la difesa del diritto degli utenti alla privacy nei tribunali e presso il Congresso USA e altro ancora.

L’edizione 2014 del rapporto Who Has Your Back contiene qualche piacevole sorpresa per quanto riguarda i colossi della Rete, visto che aziende come Dropbox, Google, Microsoft, Apple e Yahoo! si sono guadagnate tutte e sei le stelle previste dal metro di valutazione stabilito dalla EFF.

L’attenzione delle corporation telematiche nei confronti della privacy e dei diritti digitali sarebbe insomma oggettivamente aumentata, a un anno dall’ esplosione dello scandalo del Datagate e nonostante il sostanziale disinteresse per la cruciale questione dimostrato dalla massa clickante di internauti della domenica.

Agli antipodi delle migliori EFF ci mette Snapchat , società app-centrica sempre al centro delle polemiche , che spargerebbe false promesse di difesa della riservatezza ma che non ha in sostanza particolare interesse alla salvaguardia dei diritti digitali dei suoi numerosi (e giovanissimi) utenti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti