EFF, router WiFi aperti ai quattro venti

Gli attivisti statunitensi propongono l'installazione di un nuovo firmware per router in grado di aprire la banda WiFi agli sconosciuti. Ma solo un po', e con misure di protezione aggiuntive a partire dalla prossima versione del software

Roma – La Electronic Frontier Foundation (EFF) ha intenzione di rilasciare un nuovo firmware open source per router WiFi, da sostituire a quello ufficiale per condividere la prima connettività wireless (WiFi) con i vicini e gli sconosciuti di passaggio. Così la privacy può solo migliorare, sostiene EFF.

Il firmware FOSS dell’organizzazione rientra nell’ambito dell’iniziativa Open Wireless , si ispira a principi di condivisione e (appunto) “openness” e garantisce, secondo EFF, una maggiore privacy nel momento in cui cade l’equivalenza tra indirizzo IP e singola persona fisica, spesso adottata nei tribunali di tutto il mondo nei casi di crimini o infrazioni a mezzo Internet.

Una posizione a difesa della privacy espressa già da tempo , quella di EFF, e che nel caso del nuovo firmware si sposa anche con la salvaguardia delle esigenze del proprietario del router WiFi “aperto”: la banda wireless condivisa con il pubblico può raggiungere anche un minimo del 5 per cento del totale, una velocità che garantisce l’accesso alla rete e ai servizi telematici di base (webmail e altro) e scoraggia l’uso (o magari l’abuso) della rete per utilizzi illegali.

Per gli utenti preoccupati di possibili contraccolpi legali nel caso in cui la connessione aperta venisse davvero utilizzata per scopi illegittimi, EFF ha già annunciato la volontà di aggiornare il firmware con nuove funzionalità di sicurezza come il dirottamento del traffico attraverso reti VPN o la darknet di Tor per camuffare l’indirizzo IP in uscita.

Dopotutto la prudenza non è mai troppa, quando si tratta di traffico di rete wireless: prova ne sia la trovata del ricercatore Gene Bransfield di equipaggiare il proprio gatto con tutta la strumentazione necessaria a catturare pacchetti di dati WiFi a scopo di hacking.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Russia passa ad ARM
    Perché su tutti gli altri siti è passata la notizia e qui no?La Russia sta per abbandonare Intel ed AMD in tutto il settore governativo per mettere CPU ARM fatte in patria e con sistema operativo Linux.
  • collione scrive:
    coff coff
    mi ricordo di un forumista senza nome nè cognome che scriveva cose tanto tanto brutte sui SoC ARMcom'era la storia? proXXXXXri da calcolatrici? (rotfl)
    • ... scrive:
      Re: coff coff
      - Scritto da: collione
      mi ricordo di un forumista senza nome nè cognome
      che scriveva cose tanto tanto brutte sui SoC
      ARM

      com'era la storia? proXXXXXri da calcolatrici?
      (rotfl)no, solo un foruminsta XXXXXX (non tu, l'altro)
Chiudi i commenti