EFF si autoesclude da iOS

Gli attivisti che si battono per i diritti dei netizen si scontrano con Apple per i diritti sulla propria app: non intendono scendere a patti con la licenza che regola il contratto con gli sviluppatori

Roma – Electronic Frontier Foundation ( EFF ) ha lanciato una nuova app per consultare i propri contenuti e permettere ai suoi lettori e sostenitori di schierarsi più facilmente sul fronte dell’attivismo digitale attraverso i propri smartphone. Tuttavia potranno usufruirne solo gli utenti Android .

L’app, in pratica, funzionerà da megafono per le iniziative della fondazione impegnata nella difesa dei diritti online: attraverso un sistema di notifiche informerà gli utenti delle ultime notizie su tali argomenti e con un semplice tap permetterà di collegarsi al centro d’azione di EFF, attraverso cui i netizen possono far sentire la propria voce o esprimersi riguardo alle iniziative dell’organizzazione.

Tuttavia EFF non ha potuto far esordire la versione per iOS dell’applicazione perché non intende accettare la licenza d’uso imposta da Apple agli sviluppatori terzi : in particolare EFF non può piegarsi alla richiesta di Cupertino di adottare un sistema di Digital Rights Management dei materiali in essa contenuti, che di fatto li rende di sua proprietà.

A non piacere ad EFF, inoltre, il fatto che con la licenza d’uso Apple obblighi gli sviluppatori terzi a non parlare delle licenze d’uso (anche se tale documento non è – in teoria – confidenziale), proibisca il reverse engineering anche nei casi espressamente consentiti dalla disciplina del fair use consolidatasi negli Stati Uniti (per esempio a fini di interoperabilità), e dichiari illegittime nonché tutte le operazioni che “permettono ad altri” il reverse engineering di iPhone OS o del suo software development kit (SDK).

Ma non basta: niente di nuovo sotto il sole, è nota l’intenzione ed il diritto di Apple di gestire il suo store digitale come un walled garden di cui tutte le chiavi sono nascoste a Cupertino, ma EFF attacca anche gli articoli della licenza d’uso che obbligano a distribuire i prodotti sviluppati tramite SDK solo su App Store , gli articoli che proibiscono il jailbreak e che concedono ad Apple il diritto di revisione finale sul prodotto e la possibilità di revocarne insindacabilmente la licenza in qualsiasi momento.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uput scrive:
    strategie e utopie
    Spartan (gli americani sono uguali ai cinesi come scelta dei nomi) è un altro browser che qualche stratega microsoftiano ha deciso di implementare per qualche futuro intrallazzo di M$.
  • totem scrive:
    tutto come sempre
    la gente cuntinuerà ad usare firefox come sempre hanno solo perso tempo
    • xok1nef0 scrive:
      Re: tutto come sempre
      - Scritto da: totem
      la gente cuntinuerà ad usare firefox come sempre
      guarda che firefox risulta avere una diffusione di circa 11.91% sul desktop, mentre sul mobile di appena 0.70%Fonte:http://www.netmarketshare.com/browser-market-share.aspx?qprid=0&qpcustomd=0
      hanno solo perso tempoper me firefox è il migliore, ma è buono che ci sia la competizione
      • anverone99 scrive:
        Re: tutto come sempre
        - Scritto da: xok1nef0
        per me firefox è il migliore, ma è buono che ci
        sia la
        competizionefirefox con adblock plus e non hai bisogno d'altro. Io ci ho messo anche noscript, ma ci vuole un po' di tempo e pazienza per "educarlo" bene.
    • malina scrive:
      Re: tutto come sempre
      - Scritto da: totem
      la gente cuntinuerà ad usare firefox come sempre
      finchè Firefox non mi implementa una sandbox, continerò ad usare IE11
      • ANVI scrive:
        Re: tutto come sempre
        - Scritto da: malina
        - Scritto da: totem

        la gente cuntinuerà ad usare firefox come

        sempre

        finchè Firefox non mi implementa una sandbox,
        continerò ad usare IE11Ma non basta lanciarlo come altro user come farei su linux ?
      • o.O scrive:
        Re: tutto come sempre
        Quale sandbox? Questa?http://arstechnica.com/security/2014/08/microsoft-security-sandbox-for-ie-still-broken-after-all-these-years/Crasse risate come sempre.
    • capitan farlock scrive:
      Re: tutto come sempre
      mica detto io mi ricordo che prima in tanti dicevano come te" ma tanto la gente continuera ad usare internet explorer come sempre"
  • Airaudi scrive:
    Si sentiva il bisogno di spartan...
    ...quando realizzeranno atenies?Vorrei citare un troll di questo forum.Ma chissenefrega di spartan?
Chiudi i commenti