Nel bene e nel male, Elon Musk

Nel bene e nel male, Elon Musk

Una nuova grana per Elon Musk, che però non sembra dar troppo peso al polverone mediatico che lo ha investito (o dissimula molto bene).
Una nuova grana per Elon Musk, che però non sembra dar troppo peso al polverone mediatico che lo ha investito (o dissimula molto bene).

Costantemente sopra le righe, indiscutibilmente visionario, certamente divisivo. Gli aggettivi si sprecano nel tentativo di definire Elon Musk e di circoscriverlo entro categorie dai confini troppo anguste per contenerne l’impatto (e l’ego). È dopotutto, al tempo stesso, l’individuo più ricco al mondo e colui intenzionato a colonizzare Marte portando il genere umano sul pianeta rosso, il primo sostenitore della transizione verso una mobilità sostenibile e il promotore di un’interfaccia uomo-macchina. Oggi il numero uno di Tesla, SpaceX e Twitter è finito di nuovo in cima ai trend sui social network e sulla bocca di tutti. La sua in primis, che non risparmia un’auto-trollata battezzando #ElonGate quanto sta accadendo.

Una nuova grana per Elon Musk

Il CEO è questa volta sotto i riflettori per una questione inerente a quanto accaduto nel 2016 in SpaceX. Una brutta vicenda di condotta sessuale inappropriata che lo avrebbe visto approcciare un’assistente di volo, chiedendole un rapporto completo e proponendo di ricambiare con un cavallo. Non un peluche, uno vero. Di lì a breve la causa legale, conclusa nel 2018 con un accordo da 250.000 dollari a fronte della promessa di non rivelare pubblicamente l’accaduto. Rimandiamo alle pagine di Insider per tutti i dettagli.

L’esplosione del caso è giunta a 24 ore di distanza circa da una netta presa di posizione sul delicato tema della politica statunitense: deluso dalle evoluzioni della fazione democratica, Elon Musk voterà repubblicano.

Solo pochi giorni fa, anche la messa in standby dell’acquisizione di Twitter per ragioni ufficialmente legate al numero di bot attivi sulla piattaforma. Un mezzo dietrofront da più parti interpretato come la volontà di rivedere i termini dell’accordo siglato in un primo momento con i vertici del social network. Il commento del diretto interessato non si è fatto attendere molto ed è giunto, come spesso accade, sotto forma di meme: l’attenzione rimane concentrata su Tesla.

Nel bene e nel male, Elon Musk.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 mag 2022
Link copiato negli appunti