EPoX EP-8NPA SLi

Da EPoX una soluzione alternativa, basata su nForce4 SLI e processori AMD Athlon 64 Socket 754

La motherboard EPoX EP-8NPA SLi è un prodotto sicuramente atipico. Se riflettiamo infatti sulle caratteristiche del chipset nForce4 SLI , viene spontaneo associarlo ad una soluzione di fascia alta, per schede madri full optional con possibilità di equipaggiare fino a due schede video in modalità SLI. Vedere invece questo chipset affiancato ad un socket che AMD ha dedicato alla fascia low-end (e da poco anche a quella a basso consumo energetico, con l’uscita dei Turion), ossia il socket 754, lascia un attimo sconcertati.

Si tratta senza dubbio di un prodotto di nicchia, in quanto poche persone andranno ad equipaggiare un sistema dotato di socket 754 con due schede video nVIDIA. Ma rimane sempre una soluzione appetibile per diverse persone, tra cui coloro i quali, per esigenze di budget, possono acquistare una sola scheda video e magari una CPU economica, per poi procedere ad un upgrade in futuro. Oppure per chi vuole realizzare un sistema compatto, a basso consumo energetico, ma sufficientemente potente per portarlo in giro nei lanparty. Considerando che questa scheda madre può montare anche le cpu Turion, un overclocker potrà sbizzarrirsi notevolmente, mantenendo poi il consumo a livelli minimi una volta terminato il “need for speed”.

La scheda di per sé è piuttosto essenziale, dunque si pone automaticamente al di fuori del mercato di fascia alta. 4 porte SATA pilotate dal northbridge, nessuna interfaccia FireWire, solo 4 porte USB 2.0 (con la possibilità di connetterne altre 6 tramite staffe aggiuntive), audio integrato a 6 canali piuttosto che 8, come ci hanno abituati i produttori sulle schede più blasonate.

Per ottimizzare ulteriormente il numero di componenti presenti, la scheda non dispone di selettore MXM per variare il numero di PCI Lane disponibili per ogni porta PCI Express: ciò si traduce nell’impossibilità di utilizzare una singola porta in modalità 16x nel caso di utilizzo con una sola scheda video. Il numero di banchi di memoria è ridotto a 2, e naturalmente non vi è la possibilità di utilizzarli in modalità Dual Channel in quanto le cpu supportate non dispongono di un controller adatto per tale modalità.

Test e conclusioni
EPoX Hardware Upgrade ha realizzato un interessante reportage, accoppiando la scheda in questione con una CPU di tipo AMD Turion di tipo ML-30.

Dalle prove effettuate sono emersi alcuni particolari degni di nota. La disposizione dei componenti ha portato ad alcuni problemi di incompatibilità tra moduli ram dotati di dissipatore e led, come i Corsair della linea PRO, con un dissipatore “corpulento” come lo Zalman serie 7700.

Per quanto riguarda l’overclock e la possibilità di “smanettare” con le diverse opzioni, EPoX non è certo la prima arrivata. Il BIOS è ricco di opzioni, e i risultati in overclock sono stati soddisfacenti, alla pari con altri prodotti basati su chipset nForce4. La CPU utilizzata è stata portata con successo a 2.343 MHz con un voltaggio pari a 1.35 volt, il massimo consentito dalla motherboard. La massima frequenza raggiunta, per quanto riguarda il front side bus, è stata di 335 MHz.

Nei test la configurazione è stata equiparata ad altre dotate di SLI e processore AMD Athlon FX 57, e sono stati svolti dei test anche in condizione di overclock. I risultati sono ovviamente inferiori al processore più potente della famiglia AMD, ma sovrapponibili a quelli che si possono ottenere da una CPU Athlon 64 2800+ (oppure 3400+ in condizioni di overclock).

La scheda non è ancora facilmente reperibile, per cui si può solo sperare che mantenga un prezzo abbordabile, unico fattore che potrebbe renderla interessante ai gruppi di utenti sopra citati.

Giovanni Fedele

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti