ETF su Bitcoin comprano 95 mila BTC: raggiunti 4 miliardi di dollari di asset

ETF su Bitcoin comprano 95 mila BTC: raggiunti 4 miliardi di dollari di asset

Il lancio degli ETF sul Bitcoin hanno creato un mercato nuovo che ha stimolato in modo determinante sia le criptovalute tradizionali che le nuove ICO.
ETF su Bitcoin comprano 95 mila BTC: raggiunti 4 miliardi di dollari di asset
Il lancio degli ETF sul Bitcoin hanno creato un mercato nuovo che ha stimolato in modo determinante sia le criptovalute tradizionali che le nuove ICO.

Gli exchange-traded fund su Bitcoin (BTC) hanno conquistato il mercato con le loro prestazioni. Il 10 gennaio, le autorità di regolamentazione statunitensi hanno approvato il lancio di 11 ETF Bitcoin nel paese. Nel giro di sei giorni di trading, questi ETF hanno acquisito 95.000 token Bitcoin e gli asset in gestione hanno superato i 4 miliardi di dollari.

Nello spazio degli altcoin, InQubeta (QUBE) e Polkadot (DOT) sono state due monete che hanno eguagliato la mania degli ETF. Secondo gli esperti di mercato, i due token hanno registrato una crescita sostenuta e probabilmente saliranno molto nei prossimi mesi.

Mentre Polkadot è una piattaforma multi-catena per il trasferimento di dati e asset, InQubeta è una struttura di raccolta fondi per progetti guidati dall’AI.

Questa non è la prima volta che InQubeta fa notizia. In precedenza era stata acclamata come una delle migliori nuove ICO grazie al suo successo nella prevendita. Finora, la sua ICO ha raccolto oltre 8,6 milioni di dollari.

InQubeta: aumentare l’impatto delle startup AI

InQubeta facilita la raccolta di fondi per i progetti di intelligenza artificiale con il suo mercato NFT. Gli NFT venduti sul portale rappresentano i progetti delle startup e vengono acquistati con la criptovaluta nativa della piattaforma, il token QUBE.

Il token QUBE è una delle migliori criptovalute in cui investire perché è in gran parte immune alle forze di mercato, grazie al suo carattere deflazionistico. Il modello riduce l’offerta del token quando i mercati sono turbolenti o l’inflazione è alta. Dato che l’offerta si riduce mentre la domanda è alta, il prezzo dell’asset rimane stabile. L’assenza di fluttuazioni di prezzo gli conferisce un vantaggio rispetto ad altre classi di asset.

Se il team di InQubeta si accorge che l’offerta sta aumentando, utilizza il meccanismo di burning per bruciare i token in eccesso.

Una volta che la raccolta fondi è stata completata, le startup possono guardare avanti e far crescere il loro business a nuovi livelli con InQubeta. Se si trovano in difficoltà finanziarie, possono richiedere il supporto di un team di consulenti in materia di account. Al fine di avere una guida su come risolvere i problemi specifici del settore dell’AI, possono ricevere consigli dai veterani del settore e beneficiare di un programma di mentoring.

L’altro servizio che InQubeta offre è il supporto ai social media. Utilizzando i suoi canali online, le aziende possono far conoscere il proprio marchio a un maggior numero di persone. Al fine di rendere più efficaci le loro strategie di marketing, possono entrare in contatto con professionisti di vari settori tramite InQubeta.

Il team di InQubeta ha in programma di aumentare la diffusione della piattaforma con una tabella di marcia per il futuro. Queste iniziative sono state pianificate per stare al passo con lo sviluppo del Web 3.0 e rendere InQubeta accessibile.

Al fine di rendere il servizio di staking più accessibile, il team introdurrà una dApp di staking nei prossimi mesi. Nel frattempo, si sta pensando di far quotare il token QUBE su exchange centralizzati in modo che un maggior numero di utenti di criptovalute possa beneficiarne.

Una società di fondi con sede in Cina presenta una richiesta di ETF su Bitcoin

Bitcoin è una valuta digitale senza autorizzazione che viene utilizzata per i pagamenti online. Le transazioni effettuate con il suo token nativo BTC sono autenticate con l’algoritmo proof-of-work.

La popolarità di BTC è aumentata notevolmente dopo il debutto degli ETF su Bitcoin nei mercati statunitensi a gennaio di quest’anno. Il sentimento degli investitori dopo gli ETF su BTC è stato positivo e i fondi hanno attirato grandi volumi di trading.

Secondo quanto riportato, questi ETF hanno acquistato 95.000 token BTC nei sei giorni successivi al lancio sul mercato. Collettivamente, hanno gestito asset per un valore di 4 miliardi di dollari.

La storia degli ETF non finisce qui. La mania per gli ETF su BTC si sta diffondendo anche al di fuori degli Stati Uniti. Harvest Hong Kong, società con sede in Cina, ha recentemente richiesto il lancio del suo ETF su Bitcoin. La società di fondi ha presentato la domanda alla Hong Kong Securities and Futures Commission. Secondo quanto riportato, la società prevede di lanciare l’ETF dopo il nuovo anno lunare.

L’applicazione wallet di Polkadot lancia la sua versione beta

Polkadot è una rete decentralizzata di blockchain sovrane chiamate parachain che facilitano il trasferimento di dati e asset. Il suo token nativo è DOT. Questo migliore altcoin sta ricevendo recensioni favorevoli da parte degli analisti che suggeriscono che si sta dirigendo verso una tendenza al rialzo.

Polkadot è nota per il suo ecosistema decentralizzato e per i paracadute che consentono di distribuire facilmente le dApp. È favorita dagli sviluppatori grazie alle sue caratteristiche decentralizzate e agli SDK pronti per essere distribuiti.

La blockchain ha fatto notizia dopo che la sua applicazione wallet Talisman Wallet ha lanciato la versione beta di Signet. Signet è una soluzione per la gestione del multisig e del flusso di lavoro per le organizzazioni on-chain.

Conclusione

Se si guarda al 2023, InQubeta, Bitcoin e Polkadot sono state tra le migliori criptovalute dell’anno. Questi token hanno continuato il loro ritmo anche nel 2024 e hanno lasciato gli appassionati di criptovalute impressionati dalla loro tendenza al rialzo.

Non è solo la loro prestazione attuale a essere impressionante. Secondo gli analisti, queste criptovalute possono ottenere rendimenti anche a lungo termine grazie alle loro utilità uniche. Queste criptovalute si avvalgono di società leader nella revisione della blockchain per esaminare i loro sistemi di sicurezza e garantire che i loro asset siano ben protetti.

 

 

In collaborazione con LocxLabs

Punto Informatico non accetta alcuna responsabilità per eventuali errori su questo sito Web (comprese omissioni o materiale inesatto). Punto Informatico non è altresì responsabile per eventuali perdite derivanti da trading o investimento subite dai visitatori.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 feb 2024
Link copiato negli appunti