Facebook a pagamento? Eccolo

Facebook introduce per via sperimentale una modalità di accesso a pagamento all'interno di gruppi nei quali gli admin posso chiedere da 4.99 a 29.99 dollari al mese per contenuti esclusivi.

Dopo anni di bufale sul possibile arrivo di una forma a pagamento di Facebook , la cosa è diventata effettivamente realtà. Non si tratta però di un accesso oneroso al social network, che rimarrà invece gratuito come sempre: semplicemente il team di Zuckerberg ha previsto la possibilità di creare aree riservate con accesso a pagamento. Aree “plus”, con contenuti “plus”, a costo “plus”.

Il test è in corso in questi giorni ed a parlarne è Techcrunch : Facebook avrebbe concesso ad alcuni amministratori di Gruppi la possibilità di creare sotto-gruppi con post esclusivi. In tal caso il costo dell’accesso può essere scelto dall’admin, il quale può optare per una cifra che varia da 4,99 a 29,99 dollari al mese . Chiaramente per poter ottenere tale cifra dovrà essere molto forte l’attaccamento dell’utente al gruppo e fortissima dovrà essere l’appetibilità dei contenuti: di fatto i Gruppi potranno tentare laddove ha fallito l’industria dell’editoria, il che rappresenta per Facebook una sfida non di poco conto.

Durante il test Facebook non tratterrà per sé alcuna somma , consentendo ai tester di incassare l’intera provvigione; in seguito Facebook potrà monetizzare questa nuova soluzione trattenendo per sé una percentuale dovuta per la concessione della piattaforma. Gli introiti potranno consentire agli admin di avere denaro da investire nei propri contenuti, con doppio vantaggio potenziale: da una parte può nascere una nuova forma di monetizzazione delle community e dall’altra Facebook potrà contare su ulteriore valore da poter offrire ai propri utenti.

Tra i primi esempi figurano gruppi quali “Declutter my home” (gruppo chiuso che attualmente conta oltre 44 mila iscritti), “Cooking on a budget” e altri esempi legati a scuola, cucina e attività quotidiane. Il prezzo varia in questi casi da 9.99 al massimale di 29.99 dollari mensili. Il primo step consta nella creazione di gruppi ai quali gli utenti possono iscriversi per avere un “assaggio” dei temi affrontati; a questo punto gli admin hanno la possibilità di inviare inviti dedicati per entrare nella dimensione “plus”: convertendo il proprio accesso con la formula a pagamento sarà automaticamente possibile accedere ai contenuti ulteriori, con Facebook incaricato di gestire identità, accessi e pagamenti .

Per Facebook si tratta dell’ennesimo tentativo di migliorare la monetizzazione di quelle parti di network che ad oggi non performano a sufficienza. I test sui gruppi sono già stati vari, così come vari sono stati gli esperimenti (fin qui fallimentari) di collaborazione con il mondo editoriale. La trasformazione del social network in qualcosa (anche solo in parte) di differente si rivela essere cosa estremamente ostica. L’utente che accede a Facebook, infatti, ne apprezza la community ed i relativi contenuti, ma già fatica a dribblare il troppo rumore di fondo esistente e difficilmente può lasciarsi coinvolgere da formule che richiedono in più anche una forma di pagamento.

Per Zuckerberg è questa una sfida più complessa di tutte le altre, ma è una sfida da combattere sapendo di avere alle spalle un impero con un cash-flow invidiabile. Nessuna fretta, insomma: c’è una formula da trovare, partendo dalla consapevolezza di avere miliardi di utenti a disposizione per questi ed altri test.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Panda Assassino scrive:
    Re: Pagherei anche io
    - Scritto da: s.l.
    smettila di offendere l'utenza originale Panda
    Rossa,
    chiaro?!?!?!Nessuno si permetterebbe mai di offendere il mio pelosone e se qualcuno dovesse parlar male di lui, se la dovrà vedere con me.
  • s.l. scrive:
    Re: Pagherei anche io
    - Scritto da: Panda Assassino
    Se si iscrivesse il mio pelosone.
    Così potrei marchiarlo come compagno di
    cavalletta.smettila di offendere l'utenza originale Panda Rossa, chiaro?!?!?!
  • ridolini scrive:
    Re: Gia mi immagino....
    !Il commento contiene una parola troppo lunga.ahahahaahahahaahahahaahahahaahahahaahaha!
  • ... scrive:
    Re: Gia mi immagino....
    - Scritto da: Voorn
    Decine di gruppi chiusi a pagamento per
    scambiarsi film, videogiochi, serie tv in barba
    alla nuova legge sul
    copyright...ahahaha!Emblematico il caso di Italianshare. Che da un lato si cerca ripetutamente di chiudere il sito mentre ha la sua pagina Facebook in bella vista sempre presente e dall'altro il sito stesso non si accontenta più di lucrare su contenuti molto probabilmente prelevati la maggior parte da P2P classico ed offre offerte (o 'donazioni') VIP per 'contenuti extra' e niente AD o limitazioni.Quindi sì, in effetti Facebook se ne frega e di utenti mega-XXXXXXXXX disposti a pagare anche per questo non mancheranno.
  • Voorn scrive:
    Gia mi immagino....
    Decine di gruppi chiusi a pagamento per scambiarsi film, videogiochi, serie tv in barba alla nuova legge sul copyright...ahahaha!
  • ... scrive:
    Re: .99
    - Scritto da: Ospite
    E' marketing di base, non c'entra niente con il
    sito o i tipi di utenti, tutti i prezzi
    pubblicizzati hanno quella
    forma.Ma sì, ai centri commerciali ci andiamo bene o male tutti.
    Cioè essere pagato per *non* accedere ai
    contenuti plus ? A quello mi iscriverei anch'io :-)No no, una tantum proprio per iscrivermi e poi mi paghi per rimanerci.
    Spero sia sarcasmo.Fatto colazione? Sullo .99 era una trollatina scarsa veloce, solo il dubbio che non sia sarcasmo... Siamo su PI. Tra librerie fisiche e online, case editrici e self-publishing, tutorial video e P2P. Figuriamoci poi sulle ricette di cucina!
  • Ospite scrive:
    Re: .99
    - Scritto da: ...
    In perfetta linea con la tipologia di utenti quel
    .99;E' marketing di base, non c'entra niente con il sito o i tipi di utenti, tutti i prezzi pubblicizzati hanno quella forma.
    io aspetto l'abbonamento al contrario.Cioè essere pagato per *non* accedere ai contenuti plus ? A quello mi iscriverei anch'io :-)
    Però non sto nella pelle solo al pensiero di
    avere contenuti esclusivi in "Declutter my home"
    e "Cooking on a budget", il web è così povero di
    informazioni e poi di libri a riguardo
    scarseggiano o sono costosissimi. Mi
    iscrivo!Spero sia sarcasmo.
  • Panda Assassino scrive:
    Pagherei anche io
    Se si iscrivesse il mio pelosone.Così potrei marchiarlo come compagno di cavalletta.
  • ... scrive:
    .99
    In perfetta linea con la tipologia di utenti quel .99; io aspetto l'abbonamento al contrario.Però non sto nella pelle solo al pensiero di avere contenuti esclusivi in "Declutter my home" e "Cooking on a budget", il web è così povero di informazioni e poi di libri a riguardo scarseggiano o sono costosissimi. Mi iscrivo!
Chiudi i commenti