Facebook, caccia al terzo gemello

I legali del social network all'attacco di Paul Ceglia, che aveva rivendicato il possesso dell'84 per cento dello stesso Facebook. Si tratterebbe del suo ennesimo tentativo fraudolento, denunciano

Roma – Si tratterebbe di un ennesimo tentativo fraudolento, architettato nei minimi dettagli da un vero e proprio artista della truffa. Almeno secondo i rappresentanti legali del colosso social Facebook, intervenuti in un documento depositato presso una corte distrettuale di Buffalo.

Lo scammer in questione è Paul D. Ceglia, che nel luglio 2010 aveva denunciato Facebook e il suo CEO Mark Zuckerberg sostenendo di essere il legittimo proprietario dell’84 per cento del popolare sito in blu . Ceglia e Zuckerberg avrebbero infatti siglato un contratto nel lontano 2003, per la cessione del 50 per cento delle azioni (più bonus) dell’imminente progetto chiamato The Facebook .

“Questa causa rappresenta una frode spudorata ed oltraggiosa nei confronti della corte”, hanno spiegato i legali di Facebook al giudice di Buffalo. Lo stesso Paul Ceglia era tornato alla carica nello scorso aprile, presentando in aula una serie di prove definite inconfutabili. Messaggi di posta elettronica, inviati da Zuckerberg al suo ex-collaboratore .

Ma il CEO di Facebook avrebbe incontrato Ceglia una sola volta in un hotel di Boston, discutendo di un progetto estraneo a The Facebook . L’imprenditore di New York avrebbe montato un caso a regola d’arte, essendo già finito nelle mire del procuratore generale Andrew Cuomo per altri tentativi fraudolenti. Il colosso in blu ha dunque chiesto al giudice di annullare il contenzioso.

Stando agli avvocati del social network, Ceglia avrebbe atteso anni prima di far deflagrare il caso, sfruttando l’immensa popolarità acquisita dalla piattaforma in blu . Oltre che cavalcando il clamore suscitato dalla guerra legale tra lo stesso Zuckerberg e i gemelli Cameron e Tyler Winklevoss. Che ci sia abbastanza materiale per un The Social Network 2 ?

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    ...
    Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina Faina
  • ... scrive:
    che velocita'!
    non si puo' predere per il XXXX un momento che subito cancellate! che permalosi!
  • Lemon scrive:
    Solo una parola
    Boicottaggio.Finitela di piratare perfavore, non vinceremo mai perchè gli interessi in gioco sono troppi e continueranno su questa strada.Se invece NON CONSUMIAMO (e non scarichiamo) avranno poco da andare a piangere a destra e a manca chiedendo leggi assurdi i cui costi poi ricadono nel provider che ci aumenta pure l'abbonamento alla linea dati.Se non consumiamo si riorganizzano e trovano altri canali di distribuzione e potano i rami secchi.Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare per un anno, cosa mai ci sarà di così imperdibile che non potete aspettare. Questi in un anno li mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo volete fare o no?
    • krane scrive:
      Re: Solo una parola
      - Scritto da: Lemon
      Boicottaggio.
      Finitela di piratare perfavore, non vinceremo mai
      perchè gli interessi in gioco sono troppi e
      continueranno su questa strada.Dove sono le percentuali su chi scarica cosa e quanto ?Puoi dimostrare che e' vero che tanta gente scarica oppure e' semplice rumors messo in giro dai detentori di diritti allo scopo di ottenere vantaggi ?
      Se invece NON CONSUMIAMO (e non scarichiamo)
      avranno poco da andare a piangere a destra e a
      manca chiedendo leggi assurdi i cui costi poi
      ricadono nel provider che ci aumenta pure
      l'abbonamento alla linea dati.Le due cose sono separate, cosa cambia che si consumi scaricando o meno ?Dove sono le statistiche ?
      Se non consumiamo si riorganizzano e trovano
      altri canali di distribuzione e potano i rami
      secchi.
      Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare per
      un anno, cosa mai ci sarà di così imperdibile che
      non potete aspettare. Questi in un anno li
      mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo volete
      fare o no?
      • Lemon scrive:
        Re: Solo una parola
        Fai quello che ti pare, mentre aspetti i numeri (giustamente è probabile che sia un rumor che la gente scarica) beccati sta proposta di legge e tutte quelle che ci sono state e verranno.Ti posso già anticipare cosa succederà in futuro: poichè leggi o non leggi si continuerà a scaricare visto che comunque ci si nasconde nella massa ("vuoi che becchino proprio me?"), aumenteranno le sanzioni a dismisura per fare da deterrente.Ma non solo, preparate le infrastrutture per fare filtri e filtrini, da voler bloccare contenuti piratati a passare ad altre cose si fa presto.
        • krane scrive:
          Re: Solo una parola
          Vabbe', quando vuoi tornare ad una discussione basata su realismo, cifre e statistiche reali chiamami, ti lascio ad i tuoi voli pindarici.
        • Polpost scrive:
          Re: Solo una parola
          - Scritto da: Lemon
          Ma non solo, preparate le infrastrutture per fare
          filtri e filtrini, da voler bloccare contenuti
          piratati a passare ad altre cose si fa
          presto.Visto che si fa presto ci dici anche come si fa tecnicamente ?
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola

            Visto che si fa presto ci dici anche come si fa
            tecnicamente
            ?Forse non mi sono spiegato: oggi propongono leggi per bloccare i siti che diffondono materiale protetto da diritto di autore (lo faranno con dei mezzi tecnici? non so dimmelo tu), ottenuto questo passo possono estenderlo facilmente ad altre cose, per esempio "sito che ha diffuso informazione scomoda".I mezzi tecnici te li può spiegare meglio di me chi lavora in un grosso provider, immagino che ci siano varie tecniche, dalle più semplici come lo screening in base agli IP passando per blocchi DNS, hijacking ed arrivare ad analisi del protocollo applicativo.Esistono tecniche per raggirare questi controlli? si, ed esisteranno tecniche sempre più sofisticate per identificarli, è il solito discorso.Non credo che Tor sia attualmente alla portata di tutti e comunque troveranno un sistema anche per quello.
          • Polpost scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Visto che si fa presto ci dici anche come si fa

            tecnicamente ?
            Forse non mi sono spiegato: oggi propongono leggi
            per bloccare i siti che diffondono materiale
            protetto da diritto di autore (lo faranno con dei
            mezzi tecnici? non so dimmelo tu), ottenuto
            questo passo possono estenderlo facilmente ad
            altre cose, per esempio "sito che ha diffuso
            informazione scomoda".Facendo diffondere le reti che non richiedono siti, tutto in clowd.
            I mezzi tecnici te li può spiegare meglio di me
            chi lavora in un grosso provider, immagino che ci
            siano varie tecniche, dalle più semplici come lo
            screening in base agli IP passando per blocchi
            DNS, hijacking ed arrivare ad analisi del
            protocollo applicativo.Che non serve a nulla, poiche' non e' in grado di distinguere tra un pacchetto criptato da vpn, ssh, https, gnunet, imule.
            Esistono tecniche per raggirare questi controlli?
            si, ed esisteranno tecniche sempre più
            sofisticate per identificarli, è il solito
            discorso.Il discorso e' che aggirare e' enormemente piu' facile che bloccare; a meno di spegnere internet bloccare è, allo stato pratico, impossibile.
            Non credo che Tor sia attualmente alla portata di
            tuttiCerto che e' a portata di tutti, c'e' anche un apposito plughin per firefox che ti mette un pulsantino: attiva / disattiva tor, piu' facile di cosi'.
            e comunque troveranno un sistema anche per
            quello.Non c'e' ancora modo di bloccare tor, ma in conpenso sono gia' in sviluppo sistemi molto piu' evoluti come GnuNet.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola

            Che non serve a nulla, poiche' non e' in grado di
            distinguere tra un pacchetto criptato da vpn,
            ssh, https, gnunet,
            imule.
            A si? e secondo te come li prendono i pedofili che usano già queste tecniche che citi? se non sarà più possibile controllare il payload andranno a controllare gli end point, ci saranno gli infiltrati e tecniche d'indagine anzichè semplici filtri.Comunque vedremo.
          • Polpost scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Che non serve a nulla, poiche' non e' in grado
            di

            distinguere tra un pacchetto criptato da vpn,

            ssh, https, gnunet,

            imule.



            A si? e secondo te come li prendono i pedofili
            che usano già queste tecniche che citi?Non si prendono.
            se non
            sarà più possibile controllare il payload
            andranno a controllare gli end point, ci saranno
            gli infiltrati e tecniche d'indagine anzichè
            semplici
            filtri.
            Comunque vedremo.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            Non si prendono.
            Mi risulta diversamente, comunque ribadisco, lo vedremo
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Non si prendono.
            Mi risulta diversamente, comunque ribadisco, lo
            vedremoE come ti risulta ? Riguardo le metodologie intendo.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            E come ti risulta ? Riguardo le metodologie
            intendo.Con le indagini, quella cosa che da quando esiste la scientifica non se ne parla più ma spero torni di moda.Ho un amico che si occupa di recupero dati per le forza dell'ordine, ti assicura che lavora. A lui arrivano le memorie di masse a indagine già conclusa, non sono frutto di sniffing fatto dal provider.E' vero che dati crittografati (per esempio con TrueCrypt), non sono accessibili, è altrettanto vero che 9 volte su 10 gli beccano la password.Tornano in topic, secondo me più evolute saranno le tecnologie per non far riconoscere il traffico p2p "illegale" in rete e tanto saranno più evolute i metodi per contrastarlo. E' una mia idea, si vedrà.
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            E come ti risulta ? Riguardo le metodologie

            intendo.
            Con le indagini, quella cosa che da quando esiste
            la scientifica non se ne parla più ma spero torni
            di moda.Quondi vedi che aveva ragione il tipo che diceva:"
            A si? e secondo te come li prendono i pedofili
            che usano già queste tecniche che citi?Non si prendono. "
            Ho un amico che si occupa di recupero dati per le
            forza dell'ordine, ti assicura che lavora. A lui
            arrivano le memorie di masse a indagine già
            conclusa, non sono frutto di sniffing fatto dal
            provider.
            E' vero che dati crittografati (per esempio con
            TrueCrypt), non sono accessibili, è altrettanto
            vero che 9 volte su 10 gli beccano la password.
            Tornano in topic, secondo me più evolute saranno
            le tecnologie per non far riconoscere il traffico
            p2p "illegale" in rete e tanto saranno più
            evolute i metodi per contrastarlo. E' una mia
            idea, si vedrà.Se vuoi do' la spiegazione matemanica per cui contrastare e' esponenzialmente piu' complesso di offuscare. E' una questione di algoritmi risolvibili solo in una direzione
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola

            Quondi vedi che aveva ragione il tipo che diceva:

            "
            A si? e secondo te come li prendono i pedofili

            che usano già queste tecniche che citi?

            Non si prendono. "
            Forse non ci capiamo: il mio amico lavora nel recupero dati di un certo tipo. Li prendo i pedofili, li prendono, non esiste solo il metodo "stai a guardare cosa passa in rete"

            Se vuoi do' la spiegazione matemanica per cui
            contrastare e' esponenzialmente piu' complesso di
            offuscare. E' una questione di algoritmi
            risolvibili solo in una
            direzioneTi ringrazio, non ho dubbi, ma il punto è che a loro non interessa prenderli tutti ma, come si dice, "punirne uno per educarne cento"
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Quondi vedi che aveva ragione il tipo

            che diceva:

            "
            A si? e secondo te come li prendono i


            pedofili che usano già queste tecniche


            che citi?

            Non si prendono. "
            Forse non ci capiamo: il mio amico lavora
            nel recupero dati di un certo tipo. Li
            prendo i pedofili, li prendono, non esiste
            solo il metodo "stai a guardare cosa passa
            in rete"E' quello che ti si sta dicendo: quelli che utilizzano bene la criptazione non c'e' modo di prenderli a meno che non commettano errori in altri contesti.

            Se vuoi do' la spiegazione matemanica per

            cui contrastare e' esponenzialmente piu'

            complesso di offuscare. E' una questione

            di algoritmi risolvibili solo in una

            direzione
            Ti ringrazio, non ho dubbi, ma il punto è che a
            loro non interessa prenderli tutti ma, come si
            dice, "punirne uno per educarne cento"Chiedi a loro se gli piacerebbe prenderli tutti o se gli basta cosi'.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            E' quello che ti si sta dicendo: quelli che
            utilizzano bene la criptazione non c'e' modo di
            prenderli a meno che non commettano errori in
            altri
            contesti.
            Quelli che usano la criptazione li prendi in ALTRI modi, è inutile che insisti, c'è e ci sarà sempre una FALLA nel sistema.

            Chiedi a loro se gli piacerebbe prenderli tutti o
            se gli basta
            cosi'.Non confondiamo le acque, se parliamo di pedofili è un discorso, se parliamo di major che vogliono bloccare lo scaricamento di contenuti è un altro.Ma poi il bello è che qua sembra che ve la pigliate con me che se tutti si comportassero come il sottoscritto le major avrebbero chiuso già da un pezzo e non avrebbero proprio niente ma niente da dire riguardo la pirateria, si mettessero anche i torrent farlocchi come dici tu, si ritroverebbero solo loro a scaricarselo. Che poi, se ci pensi bene, anche se lo mettono loro il torrent e fanno finta che esistono i pirati, a cosa gli giova? loro vogliono bloccare il download illegale, se scoprono che non ce n'è si fermano, mica gli danno soldi in base ai download illegali.Tu fai come vuoi, io non compro e non scarico, per me è la strada migliore da seguire.
          • Polpost scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon



            E' quello che ti si sta dicendo: quelli che

            utilizzano bene la criptazione non c'e' modo di

            prenderli a meno che non commettano errori in

            altri

            contesti.




            Quelli che usano la criptazione li prendi in
            ALTRI modi, è inutile che insisti, c'è e ci sarà
            sempre una FALLA nel
            sistema.Magari, non ci sarebbero criminali se fosse cosi'.Sei un po' ingenuo, hai visto un po' troppi film dove vincono i buoni.

            Chiedi a loro se gli piacerebbe prenderli tutti
            o

            se gli basta

            cosi'.

            Non confondiamo le acque, se parliamo di pedofili
            è un discorso, se parliamo di major che vogliono
            bloccare lo scaricamento di contenuti è un
            altro.
            Ma poi il bello è che qua sembra che ve la
            pigliate con me che se tutti si comportassero
            come il sottoscritto le major avrebbero chiuso
            già da un pezzo e non avrebbero proprio niente ma
            niente da dire riguardo la pirateria, si
            mettessero anche i torrent farlocchi come dici
            tu, si ritroverebbero solo loro a scaricarselo.
            Che poi, se ci pensi bene, anche se lo mettono
            loro il torrent e fanno finta che esistono i
            pirati, a cosa gli giova? loro vogliono bloccare
            il download illegale, se scoprono che non ce n'è
            si fermano, mica gli danno soldi in base ai
            download
            illegali.

            Tu fai come vuoi, io non compro e non scarico,
            per me è la strada migliore da
            seguire.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            Magari, non ci sarebbero criminali se fosse cosi'.
            Sei un po' ingenuo, hai visto un po' troppi film
            dove vincono i
            buoni.
            Scusa ma forse quello che ha visto troppi "romanzo criminale" sei tu: i criminali li beccano, certo non tutti, ma li beccano. Iniziamo pure a far passare l'idea che i criminali rimangono impuniti e siamo a posto.
          • ... scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon



            Magari, non ci sarebbero criminali se fosse
            cosi'.

            Sei un po' ingenuo, hai visto un po' troppi film

            dove vincono i

            buoni.



            Scusa ma forse quello che ha visto troppi
            "romanzo criminale" sei tu: i criminali li
            beccano, certo non tutti, ma li beccano. Iniziamo
            pure a far passare l'idea che i criminali
            rimangono impuniti e siamo a posto.a quanto ne so, i tizi dell'FBI e della NSA sono ancora a piede libero.
          • Catullo scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon
            Tu fai come vuoi, io non compro e non scarico,
            per me è la strada migliore da
            seguire.Non capisco la differenza tra:- io non compro e non scarico- io non compro e scaricoe soprattutto non ncapisco chi e come dovrebbe accorgersi di questa differenza.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola

            Non capisco la differenza tra:

            - io non compro e non scarico

            - io non compro e scarico

            e soprattutto non ncapisco chi e come dovrebbe
            accorgersi di questa
            differenza.Immagino che le major facciano un monitoraggio di quanto si trova in rete, non possono avere i numeri esatti ma delle stime di massima si. Del resto prova tu stesso a fare la ricerca di un torrent di lady gaga piuttosto che di sting o De andrè (tanto per dire dei nomi) e capisci che l'interesse è diverso.Detto questo prova a metterti nei panni di una major che vede un suo artista vendere 1 milione di album e venire scaricato 5 milioni di volte (anche qua sono numeri a caso). Cosa penseresti? Di certo 5 milioni di download non equivalgono a 5 milioni di album venduti, però un minimo di dubbio che alemo un altro mezzo milioni lo avresti venduto ti viene... o no?Adesso io dico questo: semplicemente facciamo vedere alle major cosa ci interessa per davvero ed a quali prezzi.Se non scarichiamo non possono più dire "ma non vendiamo perchè la gente scarica" e saranno costretti ad analizzare i veri motivi.Io credo nel potere del consumatore solo che bisogna esercitarlo e non cedere continuamente
          • sRuppolo scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Non capisco la differenza tra:



            - io non compro e non scarico



            - io non compro e scarico



            e soprattutto non ncapisco chi e come dovrebbe

            accorgersi di questa

            differenza.


            Immagino che le major facciano un monitoraggio di
            quanto si trova in rete, non possono avere i
            numeri esatti ma delle stime di massima si. Del
            resto prova tu stesso a fare la ricerca di un
            torrent di lady gaga piuttosto che di sting o De
            andrè (tanto per dire dei nomi) e capisci che
            l'interesse è diverso.Si, loro interesse e' continuare a piangere miseria, che poi non risultasse vero che la gente scarica non verrebbero certo a dirlo a noi. Del resto fanno gia' cosi', basta vedere i rapporti gonfiati che commissionano.
            Detto questo prova a metterti nei panni di una
            major che vede un suo artista vendere 1 milione
            di album e venire scaricato 5 milioni di volte
            (anche qua sono numeri a caso). Cosa penseresti?
            Di certo 5 milioni di download non equivalgono a
            5 milioni di album venduti, però un minimo di
            dubbio che alemo un altro mezzo milioni lo
            avresti venduto ti viene... o no?Tanto la mayor dira' che e' stato scaricato 50 o 500 milioni di volte.
            Adesso io dico questo: semplicemente facciamo
            vedere alle major cosa ci interessa per davvero
            ed a quali prezzi.Mi sembra che si faccia gia', forse non abbastanza.
            Se non scarichiamo non possono più dire "ma non
            vendiamo perchè la gente scarica" e saranno
            costretti ad analizzare i veri motivi.Quelli li sanno gia: per quello continuano a dire che tutti scaricato ed a pretendere equi compensi !
            Io credo nel potere del consumatore solo che
            bisogna esercitarlo e non cedere
            continuamente
          • ... scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon



            E come ti risulta ? Riguardo le metodologie

            intendo.

            Con le indagini, quella cosa che da quando esiste
            la scientifica non se ne parla più ma spero torni
            di
            moda.

            Ho un amico che si occupa di recupero dati per le
            forza dell'ordine, ti assicura che lavora. A lui
            arrivano le memorie di masse a indagine già
            conclusa, non sono frutto di sniffing fatto dal
            provider.
            E' vero che dati crittografati (per esempio con
            TrueCrypt), non sono accessibili, è altrettanto
            vero che 9 volte su 10 gli beccano la
            password.

            Tornano in topic, secondo me più evolute saranno
            le tecnologie per non far riconoscere il traffico
            p2p "illegale" in rete e tanto saranno più
            evolute i metodi per contrastarlo. E' una mia
            idea, si vedrà.tu di matematica... ne mastichi poca, eh? i metodi di cominicazione inviolabili esistono da un bel pezzo.
          • ... scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Lemon



            Non si prendono.


            Mi risulta diversamente, comunque ribadisco, lo

            vedremo

            E come ti risulta ? Riguardo le metodologie
            intendo.masticando peyote.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Solo una parola

          Ti posso già anticipare cosa succederà in futuro:
          poichè leggi o non leggi si continuerà a
          scaricare visto che comunque ci si nasconde nella
          massa ("vuoi che becchino proprio me?"),
          aumenteranno le sanzioni a dismisura per fare da
          deterrente.Impossibile, e ti dico subito il perchè: se aumenti a dismisura le sanzioni, presto le sanzioni per chi pirata saranno più gravi ancora che per l'omicidio. E allora, quando scopri qualcuno che sta piratando, rischieresti la vita, perchè il pirata ti sparerebbe addosso (gli conviene, perchè rimarrebbe in prigione per meno tempo)
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola

            Impossibile, e ti dico subito il perchè: se
            aumenti a dismisura le sanzioni, presto le
            sanzioni per chi pirata saranno più gravi ancora
            che per l'omicidio. E allora, quando scopri
            qualcuno che sta piratando, rischieresti la vita,
            perchè il pirata ti sparerebbe addosso (gli
            conviene, perchè rimarrebbe in prigione per meno
            tempo)E' ironico immagino! i reati si sommerebbero. Comunque, scherzi a parte, non punterebbero sulla prigione ma su i soldi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Solo una parola

            E' ironico immagino! i reati si sommerebbero.Certo: tre ergastoli invece di due. Fa qualche differenza?
            Comunque, scherzi a parte, non punterebbero sulla
            prigione ma su i
            soldi.Ok: multa di 100 milioni anzichè di dieci milioni. Fa qualche differenza?
    • pippo75 scrive:
      Re: Solo una parola

      Finitela di piratare perfavore, non vinceremo mai
      perchè gli interessi in gioco sono troppi e
      continueranno su questa
      strada.inutile, quell'orecchio è tappato.
      Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare per
      un anno, cosa mai ci sarà di così imperdibile che
      non potete aspettare. Questi in un anno li
      mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo volete
      fare o no?No, la gente ( inteso come personaggio medio ) vuole e vuole gratis.
      • Un lettore scrive:
        Re: Solo una parola
        - Scritto da: pippo75

        Finitela di piratare perfavore, non vinceremo
        mai

        perchè gli interessi in gioco sono troppi e

        continueranno su questa

        strada.

        inutile, quell'orecchio è tappato.No, molto semplicemente è una provocazione che chi avanza sa essere irrealizzabile.
        • Lemon scrive:
          Re: Solo una parola


          No, molto semplicemente è una provocazione che
          chi avanza sa essere
          irrealizzabile.bhè, se ti riferivi a me sappi che io la realizzo ma ad essere sincero solo in parte: le mie abitudini sono al cinema più o meno 2-3 volte l'anno e musica 1-2 CD (non più di 14 euro l'uno).Capisco che i gusti son gusti ma diciamo che compro musica di qualità e guardo film d'autore in modo da non incoraggiare le major a continuare a produrre cantanti da baraccone e film di poca, per non dire nulla, sostanza.Frequento concerti e teatro in base al tempo che ho. Ascolto tanto la radio.L'ho detto e lo ripeto: noi dobbiamo fare capire a questa gente che non siamo interessati ai loro prodotti!! loro vedono che scarichiamo e pensano che se bloccano la pirateria venderanno di più, non siamo capaci di levargli questo dubbio?? non scarichiamo e non compriamo e vedrai che lo capiscono.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Solo una parola

            L'ho detto e lo ripeto: noi dobbiamo fare capire
            a questa gente che non siamo interessati ai loro
            prodotti!!I loro prodotti non sono film e musica. Non li vendono, infatti.I loro prodotti sono licenze d'uso: è quello che vendono. E a quello noi non siamo interessati (infatti, non le compriamo, e non le scarichiamo).
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            I loro prodotti sono licenze d'uso: è quello che
            vendono. E a quello noi non siamo interessati
            (infatti, non le compriamo, e non le
            scarichiamo).Continua a fare filosofia e npon ne caverai un ragno dal buco, fidati, io propongo un tentativo PRATICO e REALE di cambiare le cose, può anche essere sbagliato e se ne può discutere, attaccarsi a delle ideologie per poter giustificarsi nel continuare a scaricare è ridicolo secondo me.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Solo una parola

            Continua a fare filosofia e npon ne caverai un
            ragno dal bucoTu cosa hai cavato dal buco?
            , fidati, io propongo un tentativo
            PRATICO e REALE di cambiare le coseTentativo che non può riuscire. Provarci è da idioti.
            , può anche
            essere sbagliatoInfatti lo è
            e se ne può discutere,Lo stavo facendo, e tu cosa mi hai risposto?
            attaccarsi a delle ideologie per poter
            giustificarsi nel continuare a scaricare è
            ridicolo secondo
            me.No: è ridicolo l'atteggiamento "paga o rinuncia". E va eradicato.Invece, il boicottaggio che proponi lo sostiene. Per questo è errato
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            Infatti lo è


            e se ne può discutere,
            non stai discutendo, stai sentenziando.

            No: è ridicolo l'atteggiamento "paga o rinuncia".
            E va
            eradicato.
            Invece, il boicottaggio che proponi lo sostiene.
            Per questo è
            erratoil mio non è "paga o rinuncia", il mio è "rinuncia finchè li fai fallire"
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Solo una parola

            il mio non è "paga o rinuncia", il mio è
            "rinuncia finchè li fai
            fallire"Certo: ma rinuncia alle licenze. Non ai contenuti.
      • Enry scrive:
        Re: Solo una parola
        - Scritto da: pippo75

        Finitela di piratare perfavore, non vinceremo
        mai

        perchè gli interessi in gioco sono troppi e

        continueranno su questa

        strada.

        inutile, quell'orecchio è tappato.


        Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare
        per

        un anno, cosa mai ci sarà di così imperdibile
        che

        non potete aspettare. Questi in un anno li

        mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo
        volete

        fare o no?

        No, la gente ( inteso come personaggio medio )
        vuole e vuole
        gratis.e si ritroverà a non avere piu' niente... se una rana nell'olio bollente salta via... se glielo scaldi piano piano si ritroverà bruciata senza accorgersene. Sono troppo stupidi per capirlo prima. Lascia che ci arrivino da soli.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Solo una parola

          e si ritroverà a non avere piu' niente...Ti sbagli: avrà tutto ciò che è riuscita a scaricare.Se una nave sta affondando, si cerca di recuperare tutto ciò che c'è a bordo, il più in fretta possibile.
          se una
          rana nell'olio bollente salta via... se glielo
          scaldi piano piano si ritroverà bruciata senza
          accorgersene.Sei tu che sei nell'olio, non io.La disponibilità di roba gratis è aumentata, non diminuita.
    • Enry scrive:
      Re: Solo una parola
      - Scritto da: Lemon
      Boicottaggio.

      Finitela di piratare perfavore, non vinceremo mai
      perchè gli interessi in gioco sono troppi e
      continueranno su questa
      strada.
      Se invece NON CONSUMIAMO (e non scarichiamo)
      avranno poco da andare a piangere a destra e a
      manca chiedendo leggi assurdi i cui costi poi
      ricadono nel provider che ci aumenta pure
      l'abbonamento alla linea
      dati.
      Se non consumiamo si riorganizzano e trovano
      altri canali di distribuzione e potano i rami
      secchi.
      Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare per
      un anno, cosa mai ci sarà di così imperdibile che
      non potete aspettare. Questi in un anno li
      mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo volete
      fare o
      no?uno dei pochi ragionamenti sensati a riguardo. Una scelta di campo.Se si pensa che astenendosi e non premiando chi secondo noi applica prezzi eccessivi il mercato si riorganizza di conseguenza e non si commette niente di illegale.
      • krane scrive:
        Re: Solo una parola
        - Scritto da: Enry
        - Scritto da: Lemon
        uno dei pochi ragionamenti sensati a riguardo.
        Una scelta di campo.
        Se si pensa che astenendosi e non premiando chi
        secondo noi applica prezzi eccessivi il mercato
        si riorganizza di conseguenza e non si commette
        niente di illegale.E cosa si ottiene ? Che le mayor accendono qualche migliaio di utenze torrent su banda larga, si scambiano 4 film e continuano a piangere accusando i piratoni.
        • Lemon scrive:
          Re: Solo una parola

          E cosa si ottiene ? Che le mayor accendono
          qualche migliaio di utenze torrent su banda
          larga, si scambiano 4 film e continuano a
          piangere accusando i
          piratoni.Può essere krane, può essere, però prima ci provi. E se li becchi a fre una cosa del genere sai che vittoria sarebbe?
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            E cosa si ottiene ? Che le mayor accendono

            qualche migliaio di utenze torrent su banda

            larga, si scambiano 4 film e continuano a

            piangere accusando i piratoni.
            Può essere krane, può essere, però prima ci
            provi. E se li becchi a fre una cosa del genere
            sai che vittoria sarebbe?Lo fanno gia: come credi che facciano le ditte che cacciano ip a beeccare gli scariconi ? Mettono su dei torrent modificati per fare monitoraggio, questi per essere efficenti devono avere molto materiale per essere trovati nelle ricerche e stare su bande molto larghe.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Solo una parola

        uno dei pochi ragionamenti sensati a riguardo.Solo tu potevi trovare sensata una idea del genere.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Solo una parola

      Boicottaggio.La pirateria È boicottaggio.

      Finitela di piratare perfavoreChe motivo avremmo? Nessuno!
      , non vinceremo maiPessimista. Quando le majors falliranno, avremo vinto.
      perchè gli interessi in gioco sono troppi e
      continueranno su questa
      strada.
      Se invece NON CONSUMIAMO (e non scarichiamo)Scaricando non consumi. Non sottrai niente.Rinunciare alla fruizione è del tutto insensato: pochi aderiranno (non sei riuscito a convincere me, che odio le majors, come pensi di convincere qualcun altro? Dimmi un solo argomento, se ne hai)
      avranno poco da andare a piangere a destra e a
      manca chiedendo leggi assurdi i cui costi poi
      ricadono nel provider che ci aumenta pure
      l'abbonamento alla linea
      dati.Il fatto che chiedano non vuol dire che le ottengano.E comunque, potrebbero chiedere anche se nessuno guardasse i loro lavori. Pensa a quanti registi hanno ottenuto incentivi statali per film che poi nessuno voleva vedere, neanche gratis, perchè facevano schifo.
      Se non consumiamo si riorganizzano e trovano
      altri canali di distribuzione e potano i rami
      secchi.Altri canali di distribuzione a pagamento, con drm, e siamo daccapo. No.
      Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare per
      un annoNon c'è motivo di farlo. Se lo fai da solo, fai un sacrificio per nulla (e fai pure la figura dello stupido); se tutti lo fanno, chi non lo fa è avvantaggiato: si vede comunque tutto gratis, e ottiene comunque i benefici del boicottaggio.Ecco perchè a TUTTI conviene non boicottare: qualunque cosa facciano gli altri, continuare a scaricare è la scelta più vantaggiosa.Semplice applicazione della teoria dei giochi.Come fai a convincere qualcuno a boicottare?Pensa a tutte le iniziative di boicottaggio per il prezzo della benzina: ce n'è stata una sola che abbia mai avuto qualche effetto?
      , cosa mai ci sarà di così imperdibile che
      non potete aspettare. Questi in un anno li
      mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo volete
      fare o
      no?No, perchè è una idiozia totale.
      • Lemon scrive:
        Re: Solo una parola


        La pirateria È boicottaggio.
        no perchè inquina il mercato visto che le major si basano sui gusti della gente.Se tu vai alla gastronomia e ci sono le melanzane ripiene a 20 euro al kilo tu le lasci nel bancone finchè scendono a 3 euro al kilo, se poi le compri e non ti piacciono le lasci anche se costasserro 0,50 al kilo. Se però tu di notte te le vai a rubare, la gastronomia penserebbe "la melanzane piacciono ma costano troppo, prima di abbassare il prezzo proviamo a mettere un antifurto"Capisco benissimo che la copia non è come un furto ma l'esempio serve a farti capire come un atteggiamento fuori dalle leggi del commercio è comunque controproducente anche per il consumatore che vuole semplicemente ottenere quella merce ad un prezzo più basso o non la vuole affatto.Con la pirateria le major questo non lo capiscono, la gente scarica di TUTTO, le peggio XXXXXte, solo perchè è GRATIS e veloce.Io la penso così, penso che stiamo combattendo la stessa battaglia ma qualcuno sceglie la strada più facile.

        Pessimista. Quando le majors falliranno, avremo
        vinto.
        Lo vedremo

        Scaricando non consumi. Non sottrai niente.
        Rinunciare alla fruizione è del tutto insensato:
        pochi aderiranno (non sei riuscito a convincere
        me, che odio le majors, come pensi di convincere
        qualcun altro? Dimmi un solo argomento, se ne
        hai)
        te li ho già detti gli argomenti, dobbiamo mostrarci disinteressati a quello che propongono

        Il fatto che chiedano non vuol dire che le
        ottengano.
        e questo vale anche per te
        E comunque, potrebbero chiedere anche se nessuno
        guardasse i loro lavori. Pensa a quanti registi
        hanno ottenuto incentivi statali per film che poi
        nessuno voleva vedere, neanche gratis, perchè
        facevano
        schifo.
        magari proprio per quello che dico io, dicono "guarda, al cinema non è venuto nessuno ma se lo sono scaricati in tanti, sovvenzionami"

        Altri canali di distribuzione a pagamento, con
        drm, e siamo daccapo.
        No.
        si lotta finchè ci andrà bene, mi sembra che esistono già soluzioni senza drm ad esempio.
        Non c'è motivo di farlo. Se lo fai da solo, fai
        un sacrificio per nulla (e fai pure la figura
        dello stupido); se tutti lo fanno, chi non lo fa
        è avvantaggiato: si vede comunque tutto gratis, e
        ottiene comunque i benefici del
        boicottaggio.
        Ecco perchè a TUTTI conviene non boicottare:
        qualunque cosa facciano gli altri, continuare a
        scaricare è la scelta più
        vantaggiosa.Io non vedo questi vantaggi
        Pensa a tutte le iniziative di boicottaggio per
        il prezzo della benzina: ce n'è stata una sola
        che abbia mai avuto qualche
        effetto?
        mai fatte, se ti riferisci a quelle catene di san antonio sono sciocchezze


        , cosa mai ci sarà di così imperdibile che

        non potete aspettare. Questi in un anno li

        mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo
        volete

        fare o

        no?

        No, perchè è una idiozia totale.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Solo una parola

          no perchè inquina il mercato visto che le major
          si basano sui gusti della
          gente.
          Se tu vai alla gastronomia e ci sono le
          melanzane ripiene a 20 euro al kilo tu le lasci
          nel bancone finchè scendono a 3 euro al kilo, se
          poi le compri e non ti piacciono le lasci anche
          se costasserro 0,50 al kilo. Infatti io non compro nemmeno a 1 centesimo. Perchè quello che vendono sono licenze. Musica non copiabile.
          Io la penso così, penso che stiamo combattendo la
          stessa battaglia ma qualcuno sceglie la strada
          più
          facile.Certo. Perchè tu vuoi scegliere la più difficile (che ha meno possibilità di riuscire)?




          Pessimista. Quando le majors falliranno, avremo

          vinto.



          Lo vedremoPerchè?




          Scaricando non consumi. Non sottrai niente.

          Rinunciare alla fruizione è del tutto insensato:

          pochi aderiranno (non sei riuscito a convincere

          me, che odio le majors, come pensi di convincere

          qualcun altro? Dimmi un solo argomento, se ne

          hai)



          te li ho già detti gli argomenti, dobbiamo
          mostrarci disinteressati a quello che
          propongonoInfatti: loro propongono le licenze. E a quello noi non siamo interessati.Quindi, non serve che scendano di prezzo.Non ci credo che non ti interessi il film, perchè, se così fosse, non proporresti nemmeno il boicottaggio.
          magari proprio per quello che dico io, dicono
          "guarda, al cinema non è venuto nessuno ma se lo
          sono scaricati in tanti,
          sovvenzionami"Così il film sarà gratis.

          si lotta finchè ci andrà bene, mi sembra che
          esistono già soluzioni senza drm ad
          esempio.Mostrami Avatar senza DRM. Dove puoi prenderlo, se non piratandolo?

          Non c'è motivo di farlo. Se lo fai da solo, fai

          un sacrificio per nulla (e fai pure la figura

          dello stupido); se tutti lo fanno, chi non lo fa

          è avvantaggiato: si vede comunque tutto gratis,
          e

          ottiene comunque i benefici del

          boicottaggio.

          Ecco perchè a TUTTI conviene non boicottare:

          qualunque cosa facciano gli altri, continuare a

          scaricare è la scelta più

          vantaggiosa.

          Io non vedo questi vantaggiGuarda meglio.



          Pensa a tutte le iniziative di boicottaggio per

          il prezzo della benzina: ce n'è stata una sola

          che abbia mai avuto qualche

          effetto?



          mai fatte, se ti riferisci a quelle catene di san
          antonio sono
          sciocchezzeESATTO! Ma tu proponi una sciocchezza analoga.
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            ESATTO! Ma tu proponi una sciocchezza analoga.Io propongo uno status mentis che di fatto è irrealizzabile, me ne rendo conto. Ho sempre sostenuto che il consumatore è potente ma deve essere forte, ad esempio se non mi posso permettere una borsa luis vitton (non so se si scrive così) perchè comprare una imitazione? perchè continuare ad alimentare un immaginario collettivo che quella borsa devi averla per forza a costo di prendere una imitazione. Non importa se poi l'imitazione è fedele o addirittura di qualità migliore dell'originale, un prodotto è fuori dal tuo budget? non lo compri, fine. Io sono convinto che se tutti facessero così si avrebbero prezzi più bassi per tutto.Mi comporto alla stessa maniera per l'intrattenimento tanto tra radio, biblioteca e mediateca, concerti e teatro non sento la mancanza di comprare poco. Licenze diritto o quello che vuoi, poco importa, non mi va bene il prezzo? non lo compro fine.Comunque lo ripeto: vedremo chi l'avrà vinta. Secondo me così vincono le major, mi auguro di aver torto.
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            ESATTO! Ma tu proponi una sciocchezza analoga.
            Io propongo uno status mentis che di fatto è
            irrealizzabile, me ne rendo conto.Nono, e' proprio darsi le martellate sulle P. inutilmente, per i motivi che ti ho gia' spiegato prima.
            Ho sempre
            sostenuto che il consumatore è potente ma deve
            essere forte, ad esempio se non mi posso
            permettere una borsa luis vitton (non so se si
            scrive così) perchè comprare una imitazione?Perche' mi serve una borsa da poco prezzo.
            perchè continuare ad alimentare un immaginario
            collettivo che quella borsa devi averla per forza
            a costo di prendere una imitazione.Perche' ho da portarmi in giro della roba, tengo tutto in mano o in un fazzoletto appeso in cima ad un bastone ?
            Non importa
            se poi l'imitazione è fedele o addirittura di
            qualità migliore dell'originale, un prodotto è
            fuori dal tuo budget? non lo compri, fine. Io
            sono convinto che se tutti facessero così si
            avrebbero prezzi più bassi per tutto.E' la stessa cosa anche comprando imitazioni: anzi si apre un mercato mentre si fa fallire quello degli originali. Cosiì non si rimane mai senza borse.
            Mi comporto alla stessa maniera per
            l'intrattenimento tanto tra radio, biblioteca e
            mediateca, concerti e teatro non sento la
            mancanza di comprare poco. Licenze diritto o
            quello che vuoi, poco importa, non mi va bene il
            prezzo? non lo compro fine.Non comprare e' la cosa migliore, ma questo nulla c'entra con il mercato delle copie tel'ho gia' spiegato.
            Comunque lo ripeto: vedremo chi l'avrà vinta.
            Secondo me così vincono le major, mi auguro di
            aver torto.Cosi' come ?
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            Perche' mi serve una borsa da poco prezzo.

            Perche' ho da portarmi in giro della roba, tengo
            tutto in mano o in un fazzoletto appeso in cima
            ad un bastone
            ?
            Si si, ho capito, tu devi darmi addosso comunque qualsiasi cosa dico.Fai come vuoi, comprati le imitazioni delle borse di marca o regalale a chi vuoi tu.

            E' la stessa cosa anche comprando imitazioni:
            anzi si apre un mercato mentre si fa fallire
            quello degli originali. Cosiì non si rimane mai
            senza
            borse.Non è vero, aiuti a diffondere il prestigio di un marchio che alzerà ancora di più i suoi prezzi e nel frattempo rischi pure multe da 1000 euro in spiaggia, della serie cornuto e mazziato. No grazie, io mi compro la borsa da 10/50/100 euro non di marca e vivo felice (per regalarla ovviamente, non porto borse!). E sovvenzioni anche il mercato nero, la criminalità, lo sfruttamento di extracomunitari...

            Non comprare e' la cosa migliore, ma questo nulla
            c'entra con il mercato delle copie tel'ho gia'
            spiegato.La copia non costa nulla? e va bhè, ammettiamo che hai ragione, perchè la ferrari o la mercedes o la nasa o la cia o qualsiasi altro segreto industriale non pubblicano i loro documenti digitali? perchè? non gli costa nulla, li mettono in un circuito p2p e buonanotte.Il punto non è la copia ma il CONTENUTO che ha un valore per chi l'ha prodotto e gli è COSTATO.Adesso, siamo d'accordo che le major ci mangiano sopra, non dico il contrario, ma per riportare il mercato ad una situazione di equilibrio, ripeto per la centesima volta, bisogna fargli capire che cosa ci piace e cosa no, non continuare a scaricare boiate.

            Comunque lo ripeto: vedremo chi l'avrà vinta.

            Secondo me così vincono le major, mi auguro di

            aver torto.

            Cosi' come ?così cosa?
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Perche' mi serve una borsa da poco prezzo.

            Perche' ho da portarmi in giro della roba, tengo

            tutto in mano o in un fazzoletto appeso in cima

            ad un bastone ?
            Si si, ho capito, tu devi darmi addosso comunque
            qualsiasi cosa dico.No, guarda che e' sempre il solito discorso su cui ci scorniamo regolarmente ogni volta che lo tiri fuori dalla naftalina.
            Fai come vuoi, comprati le imitazioni delle borse
            di marca o regalale a chi vuoi tu.Infatti.

            E' la stessa cosa anche comprando imitazioni:

            anzi si apre un mercato mentre si fa fallire

            quello degli originali. Cosiì non si rimane mai

            senza borse.
            Non è vero, aiuti a diffondere il prestigio di un
            marchio che alzerà ancora di più i suoi prezzi e
            nel frattempo rischi pure multe da 1000 euro in
            spiaggia, della serie cornuto e mazziato. No
            grazie, io mi compro la borsa da 10/50/100 euro
            non di marca e vivo felice (per regalarla
            ovviamente, non porto borse!). E sovvenzioni
            anche il mercato nero, la criminalità, lo
            sfruttamento di extracomunitari...Sei tu che hai fatto un esempio che non sta in piedi, con il p2p non si sovvenziona nessun mercato nero.

            Non comprare e' la cosa migliore, ma

            questo nulla c'entra con il mercato

            delle copie tel'ho gia' spiegato.
            La copia non costa nulla? e va bhè, ammettiamo
            che hai ragione, perchè la ferrari o la mercedes
            o la nasa o la cia o qualsiasi altro segreto
            industriale non pubblicano i loro documenti
            digitali? perchè? non gli costa nulla, li mettono
            in un circuito p2p e buonanotte.Eh ???
            Il punto non è la copia ma il CONTENUTO che ha un
            valore per chi l'ha prodotto e gli è COSTATO.CazVoli loro, l'importante e' non dare loro soldi, come gia' detto.
            Adesso, siamo d'accordo che le major ci mangiano
            sopra, non dico il contrario, ma per riportare il
            mercato ad una situazione di equilibrio, ripeto
            per la centesima volta, bisogna fargli capire che
            cosa ci piace e cosa no, non continuare a
            scaricare boiate.Cosa cambia se continuiamo a scaricare ? Tanto non esistono statistiche su cosa viene scaricato, non c'e' differenza che si scarichi o meno, ne abbiamo gia' parlato.


            Comunque lo ripeto: vedremo chi l'avrà vinta.


            Secondo me così vincono le major, mi auguro di


            aver torto.

            Cosi' come ?
            così cosa?Così vincono le major, hai detto: cosi' come ?
          • Lemon scrive:
            Re: Solo una parola


            Così vincono le major, hai detto: cosi' come ?Così come stanno facendo: multe, sanzioni, filtri, contenuti acquistati regolarmente che a momenti non si possono fruire per blocchi e protezione varie, varo di nuove leggi che castrano internet.Da quando c'è internet c'è questo, prima andavano prendere il marocchino con i cd pirata per strada e basta.Per te è meglio così? per me no. E' una battaglia che vincerà il consumatore? lo spero ma non credo. E allora bisogna accettare i soprusi delle major? assolutamente no, per questo bisogna boicottarle o, meglio ancora, fargli vedere che se le offerte sono buone il consumatore risponde. Se hai prezzi bassi e ancora non puoi permetterti di comprarti un cd o un film esiste la mediateca o il vecchio scambio con gli amici di una volta (lasciando perdere quel che dice la siae ovviamente).
          • krane scrive:
            Re: Solo una parola
            - Scritto da: Lemon

            Così vincono le major, hai detto: cosi' come ?
            Così come stanno facendo: multe, sanzioni,
            filtri, contenuti acquistati regolarmente che a
            momenti non si possono fruire per blocchi e
            protezione varie, varo di nuove leggi che
            castrano internet.Ed il tutto senza neanche che portassero prove del fatto che siano state davvero danneggiate, potenza dei soldi.
            Da quando c'è internet c'è questo, prima andavano
            prendere il marocchino con i cd pirata per strada
            e basta.Forse non sai che la tassa sulle cassette vergini e sui fonogrammi si paga da oltre 20 anni, quindi da ben piu' che internet fosse diffusa Legge 5 febbraio 1992 n. 93.
            Per te è meglio così? per me no. E' una battaglia
            che vincerà il consumatore? lo spero ma non
            credo. E allora bisogna accettare i soprusi delle
            major? assolutamente no, per questo bisogna
            boicottarle o, meglio ancora, fargli vedere che
            se le offerte sono buone il consumatore risponde.Mi sembra gia' che si stia facendo cosi'.
            Se hai prezzi bassi e ancora non puoi permetterti
            di comprarti un cd o un film esiste la mediateca
            o il vecchio scambio con gli amici di una volta
            (lasciando perdere quel che dice la siae
            ovviamente).
    • ... scrive:
      Re: Solo una parola
      - Scritto da: Lemon
      Boicottaggio.

      Finitela di piratare perfavore, mai salito su veliero, appena sento il rollio, do di stomaco. mai fatto il pirata, quindi.
      non vinceremo mai
      perchè gli interessi in gioco sono troppi e
      continueranno su questa strada.
      Se invece NON CONSUMIAMO (e non scarichiamo)
      avranno poco da andare a piangere a destra e a
      manca chiedendo leggi assurdi i cui costi poi
      ricadono nel provider che ci aumenta pure
      l'abbonamento alla linea dati.consumare cosa? il film/canzone/altro in DIGITALE si sconsiuma?
      Se non consumiamo si riorganizzano e trovano
      altri canali di distribuzione e potano i rami
      secchi.no, imporranno per legge che dovremo andare al cinema almeno 2 volte a settimana.
      Ma cosa vi costa non scaricare e non comprare per
      un anno, cosa mai ci sarà di così imperdibile che
      non potete aspettare. Questi in un anno li
      mettiamo in ginocchio, li roviniamo, ma lo volete
      fare o no?ci sto, ma dimmi: a cosa hai rinunciato negli ultimi (diciamo) sei mesi?ultimo film visto al cinema? (io avatar)
  • mikronimo scrive:
    sfumature di grigio...
    e' stato già accennato in merito alle considerazioni in bianco e nero, ma personalmente seguito a credere che in tutte le cose debbano esistere delle vie di mezzo e che gli estremismi (anche solo filosofici) siano da evitare; eliminare il copyright non ha senso, perché è di quello che vivono gli "artisti" (magari anche agiatamente, cosa che non è un problema, ma che testimonia solo il loro apprezzamento da parte dei "consumatori"); quello che eventualemente va o eliminato o, come minimo, ridotto è il controllo delle major sul proXXXXX di diffusione delle opere; vado a memoria (quindi magari le percentuali non sono esattissime, ma vale il concetto): l'artista percecipisce il 10% degli incassi, mentre i costi di distribuzione stanno intorno ad un altro 15-20% e le spese (materiali, stipendi, energia, ecc.) intorno al 25-30%, per un totale di circa il 50-60%; il resto? compensi esterni (tipo turnisti per la registraizone di musica), consulenze (avvocati), benefit (limousine, aerei aziendali), bonus (ai dirigenti, per il semplice fatto di esistere), pubblicità; come si riducono i costi? Esclusiva distribuzione via web e potatura dei rami secchi (consulenze, benefit, bonus) cioè di tutti quei costi inutili alla produzione e alla pubblicizzazione effettiva del prodotto finito; se consideriamo che la distribuzione vedrebbe i costi abbattuti, il costo finale si aggirerebbe su di un 50% di quello attuale. Con questo non voglio dire che la pirateria, che ha una giustificazione anche, ma non solo, nei costi dei prodotti finiti (cosa sa fare un attore che viene pagato decine di milioni per un film, solo perché magari è più simpatico di altri, mentre un artista della musica guadagna percentuali?) verrebbe resa inutile e quindi scomparirebbe, ma solo che verrebbero a cadere molte delle giustificazioni alla lotta della stessa da parte di quei parassiti (avvocati, dirigenti) appositamente pagati per combatterla e il cui lavoro e la cui inutile agiatezza, dai successi è mantenuta; è vero che le major vedono in quei costi (che superano sicuramente gli eventuali ricavi e le perdite effettive) qualcosa di necessario, almeno a livello di immagine ("non ve la facciamo passare liscia anche se spendiamo più di quello che guadagnamo, tanto non sono soldi nostri..."), ma è anche vero che la mentalità di chi deve lavorare davvero per comprare certi prodotti, cambierebbe, sapendo che i soldi spesi vanno a pagare solo i costi "veri"; poi è certo che ci saranno sempre i "braccini corti" che piuttosto che spendere soldi (che hanno) e per fare collezione di tutte le novità (non mi sognerei mai di scaricare ogni singolo film-novità; ho dei gusti e a quelli mi attengo) seguiterebbero nella loro apocalittica attività piratesca, ma anche ai tempi delle musicassette e dei film in VHS esisteva la pirateria (ricordo di aver visto a casa di un cugino più anziano il secondo Rambo: una vera schifezza, a livello di qualità di copia); regolamentare? Mi può andare bene; controllo della rete da parte dei detentori dei diritti? Assolutamente no; una soluzione al volo? Che i siti dove compaiono i link ai file paghino una percentuale dei ricavi pubblicitari ad un ente (a livello mondiale, magari sotto controllo ONU), che poi li distribuirà ai detentori dei diritti; le liti per stabilire le percentuali assegnate li terrà occupati notte e giorno, così smetteranno di voler comandare il mondo per i loro comodi.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: sfumature di grigio...
      - Scritto da: mikronimo
      e' stato già accennato in merito alle
      considerazioni in bianco e nero, ma personalmente
      seguito a credere che in tutte le cose debbano
      esistere delle vie di mezzo e che gli estremismi
      (anche solo filosofici) siano da evitare;
      eliminare il copyright non ha senso, perché è di
      quello che vivono gli "artisti" (magari anche
      agiatamente, cosa che non è un problema, ma che
      testimonia solo il loro apprezzamento da parte
      dei "consumatori");Questo è il tuo errore: i beni digitali non si "consumano". Non sono esauribili. Quindi, qualsiasi modello di vendita che li tratti come se fossero beni consumabili è sbagliato. E non sarebbe nemmeno possibile, se non esistesse il copyright (il prezzo dei beni digitali, in un libero mercato, tenderebbe a zero). Ecco perchè il copyright va abolito in toto: serve solo a creare una "scarsità artificiale" di beni digitali, che alla lunga è nociva per tutti.
      • mikronimo scrive:
        Re: sfumature di grigio...
        Abbi pazienza, ma cavillare sulla terminologia non serve; il consumatore è e rimane colui che acquisisce un bene, indipendentemente da cosa esso sia; il punto è che una forma di compenso l'artista dovrà pure averla e quando parlo di copyright mi riferisco solo a quello; come potrebbe un musicista, una band, uno studio televisivo o cinematografico, sopravvivere senza i proventi del proprio lavoro? Non si tratta di buttare giù una strofetta o di girare con la propria videocamera un filmino artigianale; il lavoro professionale richiede costi e tempi che solo se auto-finanziati (cioè mettendo in circolo ciò che viene guadagnato con precedenti lavori o al limte convincendo una banca a finanziarci) sono sostenibili; quanti cantanti e attori hanno avuto la possibilità di farsi conoscere con youtube o hanno potuto far apprezzare il proprio stile di scrittori pubblicando gratuitamente degli scritti, togliendo tempo prezioso allo studio o al lavoro? Ma poi, solo dei contratti professionali hanno consentito loro di intraprendere una carriera vera in quel settore o in quell'altro, per il nostro piacere e divertimento; è questo e solo questo che deve fare il diritto d'autore: spese vive e compensi agli artisti; il resto fa parte di un sistema ecconomico che non mi piace e che serve a far arricchire inutili falliti (quando non dannosi); in post riferiti ad altre notizie simili, ho già chiarito come la penso in merito alla pirateria e chiarito che non sono ne contro ne a favore in maniera assoluta, perché entrambi i lati hanno ragione di esistere; serve una mediazione, perché la libertà assoluta è anarchia e il controllo assoluto tirannia, ed entrambi sono estremismi (filosofici), che danno svantaggi assoluti a qualcuno e vantaggi assoluti a qualcun'altro; la mediazione accontenta un po' tutti ed è la base della vera democrazia; da "fruitori" vogliamo avere acXXXXX a contenuti digitali al costo più basso, ma non possiamo pretendere di non pagare MAI NESSUNO PER NIENTE; otterremmo solo una produzione limitata in quantità e qualità (quanto tempo ci impiegherebbe e con quali risultati un gruppo musicale a scrivere, arrangiare, mixare, ecc., un album di 10-12 pezzi, mentre lavora in ufficio o studia?). Un'ultima cosa: se si vuole avere il prodotto digitale gratis (piratato), dove il singolo pezzo scaricato legalmente costa un euro o meno e andare a vedere un film anche 3,5 euro, offerta del mercoledì, (già a suo tempo ho ragionato sull'eccezione di chi non lavora o studia e i soldi non ha neanche quelli...) mi sono sempre domandato perchè c'è gente che paga abbonamenti a megaupload (ma ce ne sono altri) per avere scaricamenti multipli e più veloci? Questa è la vera ipocrisia; se voglio scaricare gratis, non pagherò MAI nessuno; se posso pago l'originale, altrimenti aspetto tutto il tempo che serve per lo scaricamento; da sempre (cioè da quando compravo i dischi in vinile, perché non c'era altro) non ho mai fatto incetta di tutto quello che mi "piacicchiava", facendo accurata selezione; idem per i film (che poi, ad un certo punto, arrivano in tv gratis).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 maggio 2011 23.53-----------------------------------------------------------
        • Funz scrive:
          Re: sfumature di grigio...
          Sono considerazioni giuste, ma ci vuole un bilanciamento tra i diritti degli autori ed editori, e quelli della collettività.Attualmente il sistema è totalmente sbilanciato a favore degli editori che possono tenere bloccata un'opera e lucrarci in pratica per sempre (fino a 70 anni dopo la morte dell'autore = in eterno).Riduciamo il copyright a 10-15 anni dalla data di prima pubblicazione: gli editori ci avranno lucrato tutto quello che possono, poi un'opera diventa patrimonio collettivo. Gli autori dopo se vogliono campare continuino a produrre, i loro eredi vadano a lavorare!
          • mikronimo scrive:
            Re: sfumature di grigio...
            questo è un perfetto esempio di sfumatura e non posso che essere daccordo.
          • obsoleti scrive:
            Re: sfumature di grigio...
            - Scritto da: Funz
            Sono considerazioni giuste, ma ci vuole un
            bilanciamento tra i diritti degli autori ed
            editori, e quelli della
            collettività.
            Attualmente il sistema è totalmente sbilanciato a
            favore degli editori che possono tenere bloccata
            un'opera e lucrarci in pratica per sempre (fino a
            70 anni dopo la morte dell'autore = in
            eterno).
            Riduciamo il copyright a 10-15 anni dalla data di
            prima pubblicazione: gli editori ci avranno
            lucrato tutto quello che possono, poi un'opera
            diventa patrimonio collettivo.

            Gli autori dopo se vogliono campare continuino a
            produrre, i loro eredi vadano a
            lavorare!Con il progresso che internet a portato 1-5 anni dalla prima pubblicazione è più cha sufficienti.
          • Guybrush scrive:
            Re: sfumature di grigio...
            - Scritto da: obsoleti
            - Scritto da: Funz[...]

            lavorare!
            Con il progresso che internet a portato 1-5 anni
            dalla prima pubblicazione è più cha
            sufficienti.Giustissimo!Io toglierei proprio il copyright da alcuni tipi di libri, ad esempio le grammatiche.GT
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: sfumature di grigio...

          Abbi pazienza, ma cavillare sulla terminologia
          non serve; il consumatore è e rimane colui che
          acquisisce un beneSe lo acquisisce, diventa suo. Se compro un brano di musica, però diventa mio?
          esso sia; il punto è che una forma di compenso
          l'artista dovrà pure averlaDipende se vende una cosa che la gente vuole.
          come potrebbe un musicista, una band, uno studio
          televisivo o cinematografico, sopravvivere senza
          i proventi del proprio lavoro? Esibizioni dal vivo, tanto per dirne una.Non si tratta di
          buttare giù una strofetta o di girare con la
          propria videocamera un filmino artigianale; il
          lavoro professionale richiede costi e tempi che
          solo se auto-finanziati (cioè mettendo in circolo
          ciò che viene guadagnato con precedenti lavori o
          al limte convincendo una banca a finanziarci)Ma quando un lavoro è già stato finanziato, lo rendi forse gratuito?Se un brano di musica ti è costato 10000, e in un mese incassa 15000, lo rendi forse di pubblico dominio?Se la risposta è "no", perchè credi che sia un tuo diritto sfruttarlo per tutto il tempo possibile, anche io riterrò giusto sfruttare il tuo lavoro senza pagarti.
          Ma poi, solo dei contratti
          professionali hanno consentito loro di
          intraprendere una carriera vera in quel settore o
          in quell'altro, per il nostro piacere e
          divertimento;Non direi proprio. Se ho già avuto le loro opere con youtube, perchè mai dovrei cercare altre copie delle stesse opere?
          basso, ma non possiamo pretendere di non pagare
          MAI NESSUNO PER NIENTE; otterremmo solo una
          produzione limitata in quantità e qualitàLimitata, ma sufficiente. (quanto
          tempo ci impiegherebbe e con quali risultati un
          gruppo musicale a scrivere, arrangiare, mixare,
          ecc., un album di 10-12 pezzi, mentre lavora in
          ufficio o studia?)E allora? Nel frattempo, ascolteremo la musica che già esiste.
        • panda rossa scrive:
          Re: sfumature di grigio...
          - Scritto da: mikronimo
          Abbi pazienza, ma cavillare sulla terminologia
          non serve; il consumatore è e rimane colui che
          acquisisce un bene, indipendentemente da cosa
          esso sia; Esatto, "che acquisisce".E un bene acquisito diventa di proprieta' dell'acquirente che e' libero di farci l'uso che meglio crede, compreso smontarlo, riverniciarlo, prestarlo, rivenderlo, noleggiarlo, etc...
          il punto è che una forma di compenso
          l'artista dovrà pure averla e quando parlo di
          copyright mi riferisco solo a quello; Il copyright non compensa l'artista ma l'editore.L'artista deve fare l'artista: suonare dal vivo.
          come
          potrebbe un musicista, una band, uno studio
          televisivo o cinematografico, sopravvivere senza
          i proventi del proprio lavoro?Suonando?Lo sai che io tutti i giorni vado a lavorare?Se non ci vado non vengo pagato, ecco come faccio a sopravvivere.I proventi del mio lavoro me li riconoscono solo se lavoro.
          Un'ultima cosa: se si vuole
          avere il prodotto digitale gratis (piratato),
          dove il singolo pezzo scaricato legalmente costa
          un euro o meno e andare a vedere un film anche
          3,5 euro, offerta del mercoledì, (già a suo tempo
          ho ragionato sull'eccezione di chi non lavora o
          studia e i soldi non ha neanche quelli...) mi
          sono sempre domandato perchè c'è gente che paga
          abbonamenti a megaupload (ma ce ne sono altri)
          per avere scaricamenti multipli e più veloci?Perche' la gente vuole la comodita'.La tecnologia permette di ottenere i files con un click.Megaupload mette a disposizione il click e vuole soldi in cambio.Fallo anche tu: metti a disposizione un click e chiedi soldi in cambio.Se pagano megaupload, pagheranno anche te.
          Questa è la vera ipocrisia; se voglio scaricare
          gratis, non pagherò MAI nessuno;Infatti chi paga megaupload non e' colui che vuole scaricare gratis.Quello che vuole scaricare gratis e' uno che non ha fretta.
  • Jeremy Bentham scrive:
    Proposta di legge già bloccata
    Il senatore Ron Wyden (D-OR) ha bloccato la proposta e adesso è richiesta una maggioranza qualificata di 60 senatori per essere approvata e passata ancora al vaglio del Congresso (http://www.pcworld.com/businesscenter/article/228841/senator_blocks_controversial_copyright_bill.html).Il figlio XXXXXXXX del COICA sembra che sia stato soffocato nella culla.
    • Varie85 scrive:
      Re: Proposta di legge già bloccata
      Per fortuna ci sono ancora persone serie al mondo.Questo senatore Wyden meriterebbe una menzione d'onore e un ampio supporto anche da altri senatori/partiti/associazioni.Facciamoci sentire, il Web sono le persone, non le lobby.
  • Nome e cognome scrive:
    Tutto inutile!!
    È tutto inutile, questi tentativi di censura sono solo uno spreco di denaro pubblico e risorse. Cari censori, ogni blocco che verrà imposto verrà scardinato. Il mondo marcio delle corporazioni dovrà adeguarsi o morire. Ci vorranno decenni e gli ultimi colpi di coda della bestia saranno i più micidiali, ricordiamoci che questi psicopatici sono capaci di tutto e faranno di tutto pur di mantenere i loro sporchi privilegi!!Il copyright verrà abolito.La categoria parassitaria degli intermediari scomparirà (videotecari e simili, fareste bene a cercarvi un vero lavoro finchè siete in tempo).L'evoluzione farà il suo corso e voi questo lo sapete bene, perciò ne vedremo delle belle!!
    • Enry scrive:
      Re: Tutto inutile!!
      - Scritto da: Nome e cognome
      È tutto inutile, questi tentativi di censura sono
      solo uno spreco di denaro pubblico e risorse.
      Cari censori, ogni blocco che verrà imposto verrà
      scardinato. Il mondo marcio delle corporazioni
      dovrà adeguarsi o morire. Ci vorranno decenni e
      gli ultimi colpi di coda della bestia saranno i
      più micidiali, ricordiamoci che questi
      psicopatici sono capaci di tutto e faranno di
      tutto pur di mantenere i loro sporchi
      privilegi!!

      Il copyright verrà abolito.
      La categoria parassitaria degli intermediari
      scomparirà (videotecari e simili, fareste bene a
      cercarvi un vero lavoro finchè siete in
      tempo).

      L'evoluzione farà il suo corso e voi questo lo
      sapete bene, perciò ne vedremo delle
      belle!!SI, intanto vediamo che non capisci una mazza. Il resto almeno non svelarcelo. Faccelo gustare.
  • Giandomenic o Puppa scrive:
    La strada era lunga e tortuosa
    Non ventosa. Giusto per mettere a posto la citazione di The long and winding road dei Beatles.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: La strada era lunga e tortuosa
      Ora pensi e pretendi che sappiano l'inglese??? (rotfl)
    • babaz scrive:
      Re: La strada era lunga e tortuosa
      mi hai preceduto :P- Scritto da: Giandomenic o Puppa
      Non ventosa. Giusto per mettere a posto la
      citazione di The long and winding road dei
      Beatles.
    • Funz scrive:
      Re: La strada era lunga e tortuosa
      - Scritto da: Giandomenico Puppa
      Non ventosa. Giusto per mettere a posto la
      citazione di The long and winding road dei
      Beatles.Ma lol! Non avevo notato.Ma è la strada che porta alla moschea di Sucate? :D
      • panda rossa scrive:
        Re: La strada era lunga e tortuosa
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Giandomenico Puppa

        Non ventosa. Giusto per mettere a posto la

        citazione di The long and winding road dei

        Beatles.

        Ma lol! Non avevo notato.
        Ma è la strada che porta alla moschea di Sucate?
        :DProprio quella.C'era una bella videoteca a Sucate, e adesso che ha chiuso, sono venuti gli islamici e ci hanno fatto un kebab.Non hanno neanche cambiato l'insegna: c'e' ancora quella vecchia "Videotecari Sucate"
        • ... scrive:
          Re: La strada era lunga e tortuosa
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: Giandomenico Puppa


          Non ventosa. Giusto per mettere a posto la


          citazione di The long and winding road dei


          Beatles.



          Ma lol! Non avevo notato.

          Ma è la strada che porta alla moschea di Sucate?

          :D

          Proprio quella.
          C'era una bella videoteca a Sucate, e adesso che
          ha chiuso, sono venuti gli islamici e ci hanno
          fatto un kebab.
          Non hanno neanche cambiato l'insegna: c'e' ancora
          quella vecchia "Videotecari Sucate"Di qeusti paesini che si chiamano allo stess omodo che ne sono svariati e di Sucate che io sappia ce ne sono almeno due: "Sucate di sotto" e "Sucate sul Membro"... tu a quale Sucate ti riferisci? :D :D :D
        • ... scrive:
          Re: La strada era lunga e tortuosa
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: Giandomenico Puppa


          Non ventosa. Giusto per mettere a posto la


          citazione di The long and winding road dei


          Beatles.



          Ma lol! Non avevo notato.

          Ma è la strada che porta alla moschea di Sucate?

          :D

          Proprio quella.
          C'era una bella videoteca a Sucate, e adesso che
          ha chiuso, sono venuti gli islamici e ci hanno
          fatto un
          kebab.
          Non hanno neanche cambiato l'insegna: c'e' ancora
          quella vecchia "Videotecari
          Sucate"C'e' "Sucate", "Sucate di Sotto" e "Sucate sul Membro": a quale delle tre ridenti cittadine ti riferisci?
  • Boh scrive:
    Bomba nelle sedi di RIAA e MPAA
    E' l'unica soluzione.Farli fuori tutti, o costringerli a ragionare mediante torture psicologiche.E' incredibile che per poche persone assetate di potere e soldi si fermi una rivoluzione come quella di internet.
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    ABOLIRE IL COPYRIGHT
    ABOLIRE IL COPYRIGHT E' l'unica cosa da fare a fronte di questo schifo!
    • ThEnOra scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      ABOLIRE IL COPYRIGHT

      E' l'unica cosa da fare a fronte di questo schifo!Sottoscrivo. Da dove iniziamo?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        ABOLIRE IL COPYRIGHT



        E' l'unica cosa da fare a fronte di questo
        schifo!

        Sottoscrivo. Da dove iniziamo?Da te, ovviamente!
        • fraccaso ubaldo scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: ThEnOra

          - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT


          ABOLIRE IL COPYRIGHT





          E' l'unica cosa da fare a fronte di questo

          schifo!



          Sottoscrivo. Da dove iniziamo?

          Da te, ovviamente!perche' non da te' magari con la pena di morte
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Che c'è, mio caro Mauro, ti sei svegliato male oggi?
          • ThEnOra scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Mettetevi d'accordo cari piratini.Su, son qui che aspetto.
          • giusto scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: ThEnOra
            Mettetevi d'accordo cari piratini.

            Su, son qui che aspetto.si aspetta dopotuto la pazienza e la virtu dei forti (ma nche dei folli)
          • sbagliato scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Certo, la calma è la virtù dei forti.... e la salma è la virtù dei morti.
      • say no scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        ABOLIRE IL COPYRIGHT



        E' l'unica cosa da fare a fronte di questo
        schifo!

        Sottoscrivo. Da dove iniziamo?dalla stupidità.abolita la stupidità (e gli stupidi), l'abolizione del copyright seguirà a ruota, molto facilmente...e poi tocca a brevetti e marchi
      • Luca Pilolli scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        Allora facciamo un po' di chiarezza e storia. Perché partire senza basi storiche e cultura finiamo a fare inutili commenti come quelli qui sotto (siete più intelligenti di così).1°. La conoscenza è condivisa per definizione.Mentre il Copyright è nato con lo scopo di censurare (http://it.wikipedia.org/wiki/Copyright)La conoscenza attuale non può essere contenuta nella testa di un singolo individuo, quindi si può definire che il sapere umano è conoscenza collettiva. 2° Relativamente alla creatività, soggetto principale del copyright, come espresso molto efficacemente ed elegantemente nel 1905 dal matematico Henri Poincaré: Creatività è unire elementi esistenti con connessioni nuove, che siano utili.A chi sia utile e come è una scelta morale e soggettiva. Tuttavia la creatività è sempre una rielaborazione. !!! PERTANTO bisognerebbe introdurre almeno il concetto di DEBITO FORMATIVO verso la collettività quando si pretende un copyright !!!Mi capita di trovare in rete diciture che vietano la parziale memorizzazione e rielaborazione dellopera.E ciò mi stupisce perchè paradossalmente si tenta di vietare e negare funzioni naturali del cervello umano.Questi divieti mi sono un eccessivo protezionismo, ma soprattutto una invasione dalla libertà di memoria e rielaborazione.Andiamo avanti.Ragioniamo un momento su alcuni concetti della Democrazia. La democrazia deve proteggere alcuni principi fondamentali come libertà e pari opportunità, e i poteri deboli dai forti ridistribuendo le concentrazioni di risorse (vedi antitrust). Loperato umano da migliaia di anni viene quantificato in valore monetario. Quindi chi concentra del valore lo deve ridistribuire in parte alla collettività attraverso le tasse.Lidea di valore quindi di denaro è legata anticamente al baratto, cioè al tempo e al lavoro necessario per produrre il prodotto da barattare.Questo andava bene nellera dellagricoltura o industriale ma attualmente siamo nellera dellacXXXXX.Nel saggio di economia scritto da Jeremy Rifkin appunto Lera dellacXXXXX Questo cambiamento prevede il passaggio da uneconomia dominata dal mercato e dai concetti di bene e proprietà, verso un economia dominata da valori come la cultura, linformazione, e le relazioni. Quindi risulta palese che il concetto di copyright crea divario tra chi può accedere e chi non può accedere alle opere, alla cultura, al sapere e le tasse dovrebbero servire oltre che per i servizi primari a creare le condizioni di uguaglianza nei confronti dellacXXXXX alla conoscenza altrimenti non si può parlare più né di democrazia né di libertà, né di pari opportunità.La Storia ci mostra come la conoscenza tramandata da Socrate a Platone, ad Aristotele e da questo tramandata a Alessandro Magno e Tolomeo abbiano creato la prima grande concentrazione di sapere, la Bibblioteca di Alessandria dEgitto, dove vi studiò anche Archimede (che un ignorante soldato romano uccise facendo perdere scoperte matematiche che l'umanità impiegò 700 anni per riscoprire).Comunque è grazie allacXXXXX alla conoscenza e alla condivisione di questa che lumanità vive i più grandi progressi.Secondo me il concetto di copyright crea un cortocircuito nello sviluppo della conoscenza collettiva, un cortocircuito da correggere. Come?Attraverso una equo acXXXXX alla conoscenza. In uno stato civile e sociale io posso entrare in una biblioteca, chiedere l'acquisto di un opera, aspettare, ed ottenerla. O posso sponsorizzare l'acquisto di un opera che sia poi condivisa in una biblioteca pubblica (anche digitale!)Ora facciamo un esempio concreto tanto per distruggere una volta per tutte le stupidaggini che ci propinano. Compro una macchina, e la rivendo e traggo profitto = Lecito. Vendita singola. (Quanto ingegno c'è in un auto? E Perchè non c'è il diritto di seguito dell'opera come nei quadri? Allora un ingegnere è meno di un pittore. A mio avviso sono XXXXXXX!)Altro esempio. Compro una collanina, vedo com'è fatta e ne faccio 100 uguali e le vendo e traggo profitto. (Duplicazione)Un disco o un libro è più importante di una collanina? (Vallo a dire a certe donne :-ppp ehehe)Altro esempio, faccio un primo piatto nuovo, piace a un sacco di gente che me lo copia, e lo fa per altri, anche in certi ristoranti. Glielo faccio vomitare? :-PPPChi decide cosa deve essere sotto Copyright e cosa no?La questione a mio avviso come sempre è una battaglia culturare-economica. E la popolazione mondiale sviluppa i suoi naturali anticorpi: gli "antiXXXXXXX" e copia, perché la copia è la funzione naturale di apprendimento. A parte il finale un po' folkloristico. Proposte serie di analisi del problema sono state avanzate dai radicali europei in parlamento europeo (per chi volesse approfondire il tema).
        • Funz scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          Sottoscrivo
        • Funz scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          Ma gli odia-piratoni come mai non replicano? Forse perché argomentare è più difficile che far tintinnare le manette?
          • Sgabbio scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Forse perchè la notizia è sparita nella home page :D
          • ... scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Funz
            Ma gli odia-piratoni come mai non replicano?
            Forse perché argomentare è più difficile che far
            tintinnare le manette?ruppolo e' a fare la dialisi, maxsix sta cercando il cervello per tutto il soggiorno perche lo ha sparato fuori con uno starnuto, "basta con la pirateria" alias "La SIAE"... be, spero sia morto. di una morte lenta e dolorosa, per la precisione.
    • frk scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      ABOLIRE IL COPYRIGHT

      E' l'unica cosa da fare a fronte di questo schifo!Ne ho una migliore: ABOLIRE I PIRATONI...E sai chi ne guadagnerà di più? Non certo le Major, ma i creatori di contenuti free, che finalmente avranno l'importanza che merita, grazie alla fine della concorrenza "sleale" da parte di prodotti pensati a pagamento e disribuiti illegalmente in modo gratuito!
      • Sgabbio scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        quando spariranno i "piratoni" penseranno contro le licenze free et simila.Non so se hai letto che alcuni grossi detentori dei diritti si erano scagliati contro le licenze libere.Ragazzi non vediamo la cosa in bianco e nero.
        • frk scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: Sgabbio
          quando spariranno i "piratoni" penseranno contro
          le licenze free et
          simila.

          Non so se hai letto che alcuni grossi detentori
          dei diritti si erano scagliati contro le licenze
          libere.

          Ragazzi non vediamo la cosa in bianco e nero.Mi pare che in questo caso sia tu che vedi o bianco o nero, non farti abbagliare tu dalle sparate dei detentori dei diritti.Non è che abolendo il copyright si risolvono i problemi.E in ogni caso difendere la libertà di CREARE e diffondere gratuitamente il proprio lavoro è una battaglia molto più semplice e che potenzialmente può coinvolgere molti più soggetti che fare una battaglia per la libertà di diffondere gratuitamente materiale realizzato da persone che hanno tutti il diritto di chiedere di essere pagati.Da una parte si chiede il diritto di diffondere gratuitamente il proprio lavoro, dall'alatra si obbliga altri a diffondere gratuitamente il proprio lavoro... mi pare una bella differenza!
          • pippo75 scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT


            Da una parte si chiede il diritto di diffondere
            gratuitamente il proprio lavoro, dall'alatra si
            obbliga altri a diffondere gratuitamente il
            proprio lavoro... mi pare una bella
            differenza!Le persone vogliono il Gratis ( per il lavoro degli altri ). Poi si può girare il discorso come lo si vuole.Resta il fatto che se gli autori voglio dare le loro creazioni sotto licenza free&open possono farlo, il fatto che chiedano "aiuto" agli intermediari forse dipende da qualche motivo. Oppure i super esperti di PI dicono il contrario? Dopotutto confrontati con loro gli autori famosi sono ben poca cosa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            superficialità portami via. Ci sono le tecnologie per poter fare a meno degli intermediari ormai.
          • pippo75 scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Sgabbio
            superficialità portami via. Ci sono le tecnologie
            per poter fare a meno degli intermediari
            ormai.parli per esperienza vero? prendiamo ad esempio un libro, chi lo traduce? Ma che superficiale, oggi saremmo tutti a leggere Dostoevskij in russo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: pippo75

            parli per esperienza vero?

            prendiamo ad esempio un libro, chi lo traduce? Ma
            che superficiale, oggi saremmo tutti a leggere
            Dostoevskij in
            russo.Come al solito svii il discorso usando discrsi che non centrano nulla, guarda che sparisce una certa logica di diffusione, non vuol dire che non ci saranno più traduzioni di libri....
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: pippo75

            prendiamo ad esempio un libro, chi lo traduce? Chiunque.Metti il tuo libro in rete, e se e' bello vedrai che lo traducono subito, e spesso meglio della traduzione ufficiale.http://thecrew.blogosfere.it/2007/07/harry-potter-and-the-deathly-hallows-in-italiano-la-traduzione-ufficiale-nel-2008-quelle-dei-fan-onl.html
            Ma
            che superficiale, oggi saremmo tutti a leggere
            Dostoevskij in
            russo.FUD.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: frk

            Mi pare che in questo caso sia tu che vedi o
            bianco o nero, non farti abbagliare tu dalle
            sparate dei detentori dei
            diritti.Peccato che è con queste sparate che fanno poi le riforme sul copyright e affini visto che hanno i mezzi per modificale la legislazione a loro vantaggio.
            Non è che abolendo il copyright si risolvono i
            problemi.Chi ha detto che voglia abolire il copyright come dicono altri qui ?Io sarei per una riforma al passo con i tempi, allo stato attuale il copyright è draconiano, oltre a favorire dei soggetti che non hanno nemmeno creato l'opera...
            E in ogni caso difendere la libertà di CREARE e
            diffondere gratuitamente il proprio lavoro è una
            battaglia molto più semplice e che potenzialmente
            può coinvolgere molti più soggetti che fare una
            battaglia per la libertà di diffondere
            gratuitamente materiale realizzato da persone che
            hanno tutti il diritto di chiedere di essere
            pagati.Guarda io sono per la giusta retribuzione per chi crea, sopratutto se vuole essere retribuito. Il problema dell'attuale sistema è che gli artisti, si beccano nulla o quasi, mentre il grosso se lo spartiscono un manipolo di parassiti!Dovrebbe essere il contrario, l'editore prende una percentuale è l'autore di becca la fetta più grossa per ovvie ragioni.Non è un caso che molti cantanti e gruppi musicali, basano le loro entrate con le esibizioni dal vivo che con la vendita degli album.Poi secondo me, non si dovrebbe perseguire lo scambio di file su copyright se non c'è lucro di nessun genere, ma è un'altra storia.
            Da una parte si chiede il diritto di diffondere
            gratuitamente il proprio lavoro, dall'alatra si
            obbliga altri a diffondere gratuitamente il
            proprio lavoro... mi pare una bella
            differenza!Non da me. Caso mai non dovrebbero essere obbligato a seguire una sola via, ma decidere come meglio credono, cosa che sotto una grossa etichetta ad esempio non è possibile.
    • Africano scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      ABOLIRE IL COPYRIGHT

      E' l'unica cosa da fare a fronte di questo schifo!-------sacrosantocopyrightcopyleftleftFREEcopyFREE o FREEcopysolo che prima occorre riformare l'ufficio brevetti, all'origine c'è il caso Maxwell Einstein, James Clerk Maxwell esplorò l'ignoto dell'elettromagnetismo e trovò 40 nuove leggi fisiche 40 che poi ridusse a sole 4, Einstein collezionava tutto all'ufficio brevetti e si prese tutti gli onori col suo ultimo passaggio, poi venne zio Bill che di cognome di madre fa Maxwell che incontrò la macchina internazionale degli affari.Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        Non va riformato, va proprio ELIMINATO!
        • Africano scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia
          Non va riformato, va proprio ELIMINATO!http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2878261&m=2878946#p2878946il linguaggio risentiva di reazione all'importazione in Ubuntu di un fuffa mp3 store online in cambio di cessione di importantissima tecnologia a google!! poi ho comunicato a Launchpad che il bug #1 di Ubuntu era buggato.Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
  • giusto scrive:
    mi pare giusto
    Con tutti i soldi che hanno sborato per gli acquisti un acelereazione era doverosa
    • prot scrive:
      Re: mi pare giusto
      Ma dopo li hanno lavati i soldi?
    • Funz scrive:
      Re: mi pare giusto
      - Scritto da: giusto
      Con tutti i soldi che hanno sborato per gli
      acquisti un acelereazione era
      doverosaGli orrori di ortografia più orrendi che abbia mai ammirato :DSe siete tutti a questo livello culturale, non sarò dispiaciuto quando sarete a raccogliere pomodori...
Chiudi i commenti