Facebook e la solidarietà social

Un pulsante per esprimere vicinanza e solidarietà, senza dover spendere un impegnativo "mi piace". Così Zuckerberg vuole scavare nelle sfumature dei sentimenti

Roma – La comunicazione mediata da Internet può essere imperfetta: le sfumature di una conversazione davanti a un caffè non possono essere riprodotte in bit, e il rischio di capirsi male è in agguato. Facebook vuole annullare parte di questo gap con l’ introduzione di un nuovo pulsante : servirebbe a comunicare solidarietà e affetto senza che un “mi piace” di troppo possa far pensare che qualcuno rida delle disgrazie altrui.

L’indiscrezione è partita da quanto raccontato da un tecnico di Facebook, Dan Muriello, che ha parlato in pubblico nel corso di un hackaton : in pratica ci sono status postati sul social network che male si conciliano con il classico “like” della piattaforma, se uno dei propri amici reali o virtuali posta qualcosa di triste potrebbe non essere una buona idea affermare che quel sentimento è di proprio gradimento. L’ idea sarebbe dunque quella di mutare il pulsante “Like” in “Sympathize” in presenza di uno status contrassegnato come “triste” o “depresso” nell’apposito riquadro dei sentimenti.

Lo scopo sarebbe rendere più umano l’interagire su Facebook: il concetto di gradimento stride con status su disgrazie o lutti, e in questo modo il risultato sarebbe più naturale. L’ipotesi è tuttavia ancora allo stato embrionale, e non sempre quanto viene pensato a Menlo Park si trasforma necessariamente in una nuova funzione disponibile per tutti. Un pulsante “solidarietà” avrebbe anche dei possibili risvolti negativi, rischiando di trasformare il news-feed in una specie di social network del dolore, dove in molti potrebbero sguazzare nella propria infelicità confortati dall’attenzione rivolta loro dagli amici.

Una prospettiva che mal si sposa con la volontà di Facebook di alzare il livello di qualità dei contenuti che transitano sulla piattaforma. Una prospettiva che ha un doppio valore: non solo quello di aumentare il tempo di permanenza sulle pagine del social network, ma anche quello di convincere i potenziali investitori ad acquistare (letteralmente) visibilità per ottenere in cambio traffico, alla luce di una progressiva diminuzione dello spazio gratuito loro offerto sui news-feed. <a href="http://www.kawakumi.com/2013/12/05/facebook-dimezza-la-visibilita-organica-dei-post-delle-pagine-e-lo-ammette/?fb_action_ids=10202226854449461&fb_action_types=og.likes&fb_source=other_multiline&action_object_map= Un’arma a doppio taglio ], che ancora una volta prova a forzare l’assunto “Internet = Facebook” e che rischia di impoverire il valore dei contenuti postati, se le aziende non vedranno risultati incoraggianti per ciò che attiene la comunicazione del proprio brand, e che [pone l’accento[http://www.lucalani.com/company/facebook/ahi-ahi-facebook” target=”_blank”>635545176484627]&action_type_map= sul pericolo a lungo termine per chi pensasse di concentrare su un solo canale la propria attività di marketing.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco Rossi scrive:
    mha...
    Non è una novità che aggirare il DRM sia illegale (in America per il DMCA e in Europa per trattati analoghi) a prescindere che il software che lo aggira sia FOSS. E' quindi fuori di ogni logica il titolo dell'articolo, così come la speculazione che si debba revisionare ogni linea di codice prima della distribuzione...
  • Il miglior comico vivente scrive:
    Ragazzi sentite questa
    Si prospettano multe, e conseguenze, per l'intero movimento FOSS: potrebbero essere afFOSSati! hhhhhhhhhaaahahahahahahahahahaha! Ahahahahhahaha! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Tremenda quella eh?
    • sgabibbo scrive:
      Re: Ragazzi sentite questa
      01/10
    • Funz scrive:
      Re: Ragazzi sentite questa
      - Scritto da: Il miglior comico vivente
      Si prospettano multe, e conseguenze, per l'intero
      movimento FOSS: potrebbero essere afFOSSati!


      hhhhhhhhhaaahahahahahahahahahaha! Ahahahahhahaha!

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

      Tremenda quella eh?Fa veramente ca*are :D
  • bubba scrive:
    l'importante e' essere coerenti
    il reverse di RTMP per implementarlo qui e' un grave affronto al (C).Contemporaneamente nell'altro articolo "Il reverse engineering non è violazione di copyright" si dice l'opposto.
    • Leguleio scrive:
      Re: l'importante e' essere coerenti
      - Scritto da: bubba
      il reverse di RTMP per implementarlo qui e' un
      grave affronto al
      (C).

      Contemporaneamente nell'altro articolo "Il
      reverse engineering non è violazione di
      copyright" si dice
      l'opposto.Sospetto che la vicenda sia più complessa di come riportato qui. Partendo dalle fonti tedesche, una lingua che i redattori di PI non conoscono, si sono visti resoconti in inglese, lingua che i redattori di PI conoscono superficialmente, tradotti e riassunti in italiano (e qui i redattori di PI non è che se la cavino meglio, almeno alcuni di loro).In questo gioco del passaparola è evidente che qualche cosa si perde, che qualche fraintendimento si insinua. Ma è solo un primo grado, non credo sia necessario andare ad indagare più di tanto. ;)
      • bubba scrive:
        Re: l'importante e' essere coerenti
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: bubba

        il reverse di RTMP per implementarlo qui e'
        un

        grave affronto al

        (C).



        Contemporaneamente nell'altro articolo "Il

        reverse engineering non è violazione di

        copyright" si dice

        l'opposto.

        Sospetto che la vicenda sia più complessa di come
        riportato qui. Partendo dalle fonti tedesche, una
        lingua che i redattori di PI non conoscono, si
        sono visti resoconti in inglese, lingua che i
        redattori di PI conoscono superficialmente,
        tradotti e riassunti in italiano (e qui i
        redattori di PI non è che se la cavino meglio,
        almeno alcuni di
        loro).

        In questo gioco del passaparola è evidente che
        qualche cosa si perde, che qualche
        fraintendimento si insinua. Ma è solo un primo
        grado, non credo sia necessario andare ad
        indagare più di tanto.
        ;)e' sempre piu complessa... ma contemporaneamente molto banale. RTMP e' un XXXXXXX formato di adobe che ha sparpagliato dappertutto da anni in Flash e non. Molta gente vorrebbe vederla sta roba e magari salvarla, senza usare l'odioso/obeso/unsupported plugin. Al che si e' fatto del reversing. Ma DA ANNI. Il tool piu' usato e' rtmpdump. E da anni Adobe rompe gli zebedei.Adobe ha poi wrappato il rtmp dentro un layer crittato (rtmpe), ma e' abbastanza debole essendo flawed by design. Ma questo pure da ANNI.( Qualche dettaglio x es http://en.wikipedia.org/wiki/Protected_Streaming )Indi diciamo che la noiosissima diatriba non dovrebbe neanche finire in tribunale... sia perche' e' violata da enne software che stanno ancora li' e li' resteranno, sia per il principio DVD-jon/reverse engineer legale, sia perche Appwork ha rimosso il sw subito (era in una beta).
        • Leguleio scrive:
          Re: l'importante e' essere coerenti

          Indi diciamo che la noiosissima diatriba non
          dovrebbe neanche finire in tribunale... sia
          perche' e' violata da enne software che stanno
          ancora li' e li' resteranno, sia per il principio
          DVD-jon/reverse engineer legale, sia perche
          Appwork ha rimosso il sw subito (era in una
          beta).Ecco, su quel "subito" si appunta la mia curiosità: vorrei vedere tutte le date in prospettiva. Subito dopo che hanno ricevuto un'informazione di garanzia, intendi? :) È un po' tardi....
          • panda rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Leguleio

            Indi diciamo che la noiosissima diatriba non

            dovrebbe neanche finire in tribunale... sia

            perche' e' violata da enne software che
            stanno

            ancora li' e li' resteranno, sia per il
            principio

            DVD-jon/reverse engineer legale, sia perche

            Appwork ha rimosso il sw subito (era in una

            beta).

            Ecco, su quel "subito" si appunta la mia
            curiosità: vorrei vedere tutte le date in
            prospettiva. Subito dopo che hanno ricevuto
            un'informazione di garanzia, intendi? :) È
            un po'
            tardi....E' un po' tardi per cosa?Hai gia' stabilito il terzo grado di giudizio tu, per caso?Colpevoli e buttiamo via la chiave?O che altro volevi alludere?Non so, spiega!
          • Leguleio scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti


            Ecco, su quel "subito" si appunta la mia

            curiosità: vorrei vedere tutte le date in

            prospettiva. Subito dopo che hanno ricevuto

            un'informazione di garanzia, intendi? :)
            È

            un po'

            tardi....

            E' un po' tardi per cosa?Per convincere i giudici della buona fede di Appwork. Che altro?
            Hai gia' stabilito il terzo grado di giudizio tu,
            per
            caso?Io, no.Il tribunale tedesco ha già stabilito il primo, di grado. E se la mia ipotesi è corretta, anche gli altri gradi saranno dello stesso tenore.
            Colpevoli e buttiamo via la chiave?Nemmeno c'è il carcere per queste cose...
          • Leguleio scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti

            Quella del cane sicuramente fa parte del tuo
            repertorio
            scolastico.Ahimè no. Mai avuto cani.

            Un conto è collaborare ad un software che fa

            queste cose, un conto è metterlo online sul

            proprio sito. Per dire, DVD Jon mica aveva un

            sito suo, su cui aveva messo il crack per il

            DRM.
            La capisci adesso la differenza tra il fare le
            cose per il piacere di farle e la speculazione a
            scopo di
            lucro?La capivo anche prima.Non so se il sito Appwork sia a fine di lucro ma di base, oggi basta una pubblicità sulla pagina per considerarlo tale.
            Noi auspichiamo che l'hacking fatto per puro
            piacere intellettuale che libera i dati dai
            lock-in sia cosa buona e giusta e debba essere
            sostenuto.
            Lo scopo di lucro lo lasciamo volentieri ai
            parassiti, e non ci opponiamo se verranno
            perseguiti.Magari l'assenza di ogni fine di lucro salverà il sito nel proXXXXX d'appello.
          • panda rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Leguleio

            Quella del cane sicuramente fa parte del tuo

            repertorio

            scolastico.

            Ahimè no. Mai avuto cani.Appunto: quindi confermi che era una scusa.

            La capisci adesso la differenza tra il fare
            le

            cose per il piacere di farle e la
            speculazione
            a

            scopo di

            lucro?

            La capivo anche prima.
            Non so se il sito Appwork sia a fine di lucro ma
            di base, oggi basta una pubblicità sulla pagina
            per considerarlo tale.None.Il lucro e' un guadagno diretto.Il banner non e' lucro diretto.E non saranno certo leggi lobbiste scritte sotto dettatura delle major a cambiare questo semplice concetto.
            Magari l'assenza di ogni fine di lucro salverà il
            sito nel proXXXXX
            d'appello.Magari anche il fatto che non costituisce reato.Magari anche la lite temeraria.
          • sgabbio la trottola scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: panda rossa
            None.
            Il lucro e' un guadagno diretto.
            Il banner non e' lucro diretto.La definizione di "lucro diretto" sarebbe guadagno super diretto??In ogni caso, dal momento in cui il banner ti fa arrivare denaro il sito è a scopo di lucro
          • panda rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: sgabbio la trottola
            - Scritto da: panda rossa

            None.

            Il lucro e' un guadagno diretto.

            Il banner non e' lucro diretto.
            La definizione di "lucro diretto" sarebbe
            guadagno super
            diretto??

            In ogni caso, dal momento in cui il banner ti fa
            arrivare denaro il sito è a scopo di
            lucroIl sito!!!! Non il contenuto del sito.Un negozio e' a scopo di lucro, ma nulla mi vieta di distribuire omaggi dentro il negozio oltre a vendere calzini.Perche' la distinzione di contenuto e contenitore viene sempre stravolta e cambiata a seconda dei comodi delle major e mai di quelli della gente?
          • Dr Doom scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sgabbio la trottola

            - Scritto da: panda rossa


            None.


            Il lucro e' un guadagno diretto.


            Il banner non e' lucro diretto.

            La definizione di "lucro diretto" sarebbe

            guadagno super

            diretto??



            In ogni caso, dal momento in cui il banner
            ti
            fa

            arrivare denaro il sito è a scopo di

            lucro

            Il sito!!!! Non il contenuto del sito.

            Un negozio e' a scopo di lucro, ma nulla mi vieta
            di distribuire omaggi dentro il negozio oltre a
            vendere
            calzini.
            Quindi posso vendere calzini e regalare spinelli?
          • krane scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: sgabbio la trottola


            - Scritto da: panda rossa



            None.



            Il lucro e' un guadagno diretto.



            Il banner non e' lucro diretto.


            La definizione di "lucro diretto"
            sarebbe


            guadagno super


            diretto??





            In ogni caso, dal momento in cui il
            banner

            ti

            fa


            arrivare denaro il sito è a scopo di


            lucro



            Il sito!!!! Non il contenuto del sito.



            Un negozio e' a scopo di lucro, ma nulla mi
            vieta

            di distribuire omaggi dentro il negozio

            oltre a

            vendere

            calzini.
            Quindi posso vendere calzini e regalare spinelli?Ecco... Mi servono giusto dei calzini dimmi dove apri.
          • Leguleio scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti



            Quella del cane sicuramente fa parte
            del
            tuo


            repertorio


            scolastico.



            Ahimè no. Mai avuto cani.

            Appunto: quindi confermi che era una scusa.Seeee, così mi rispondevano tutti "Quale cane?". Forse a te piace aggiungere figuracce ad altre figuracce. In genere la gente le scuse le tira fuori per attenuare gli effetti di una mancanza, non per rendersi ridicoli.

            Non so se il sito Appwork sia a fine di
            lucro
            ma

            di base, oggi basta una pubblicità sulla
            pagina

            per considerarlo tale.


            None.
            Il lucro e' un guadagno diretto.
            Il banner non e' lucro diretto.La contabilità aziendale spiegata da Panda Rossa.Avanti il prossimo...
            E non saranno certo leggi lobbiste scritte sotto
            dettatura delle major a cambiare questo semplice
            concetto.Oh no, per carità: sei tu che cambi i concetti quando questi non ti piacciono, gli altri questo potere, ahiloro, non ce l'hanno. :(Ora trasforma in oro questo PC portatile. Tu puoi. 8)

            Magari l'assenza di ogni fine di lucro
            salverà
            il

            sito nel proXXXXX

            d'appello.

            Magari anche il fatto che non costituisce reato.Lì lo può dire solo uno che conosce la legge tedesca. L'ho detto, non ho voglia di approfondire in questa fase.A naso, direi che la legge c'è eccome. Altrimenti non sarebbero mai giunti al primo grado.
            Magari anche la lite temeraria.Non si usa più questa riserva. Toglie trasparenza ai processi.
      • panda rossa scrive:
        Re: l'importante e' essere coerenti
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: bubba

        il reverse di RTMP per implementarlo qui e'
        un

        grave affronto al

        (C).



        Contemporaneamente nell'altro articolo "Il

        reverse engineering non è violazione di

        copyright" si dice

        l'opposto.

        Sospetto che la vicenda sia più complessa di come
        riportato qui.La vicenda invece e' estremamente banale.Ci sono al mondo paesi in cui la lapidazione e' illegale e altri dove invece e' una prescrizione di legge.Ci sono paesi dove il (c) e' illegale e altri dove invece e' strenuamente difeso da leggi lobbiste.Sta al libero discernimento delle persone stabilire quali paesi vivono la modernita' e quali invece sono fermi ai secoli bui del medioevo.
        • Leguleio scrive:
          Re: l'importante e' essere coerenti

          Ci sono paesi dove il (c) e' illegale Questa è nuova: il copyright illegale. Non dove il copyright non è riconosciuto, non esiste: proprio <B
          illegale </B
          .Questo Paese è stato visitato dall'Alice di Lewis Carroll? Sennò ce la mandiamo subito. :)
          e altri
          dove invece e' strenuamente difeso da leggi
          lobbiste.

          Sta al libero discernimento delle personeQuindi tu sei escluso in partenza. Non ne sei dotato.
          • panda rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Leguleio

            Ci sono paesi dove il (c) e' illegale

            Questa è nuova: il copyright illegale. Non dove
            il copyright non è riconosciuto, non esiste:
            proprio <B
            illegale </B

            .
            Questo Paese è stato visitato dall'Alice di Lewis
            Carroll? Sennò ce la mandiamo subito.
            :)Prova ad andare nella piazza del tuo paese, farci un recinto intorno e piantare un cartello con scritto "proprieta' privata", poi torna qui a raccontarci come e' andata a finire...Il (C) e' illegale in quei paesi in cui qualcuno ha la pretesa di gestire in via esclusiva i diritti di copia di un'opera pubblica.

            e altri

            dove invece e' strenuamente difeso da leggi

            lobbiste.



            Sta al libero discernimento delle persone

            Quindi tu sei escluso in partenza. Non ne sei
            dotato.Non mi stupisco: per lo stolto sono tutti gli altri ad essere scemi.
          • Leguleio scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti



            Ci sono paesi dove il (c) e' illegale



            Questa è nuova: il copyright illegale. Non
            dove

            il copyright non è riconosciuto, non esiste:

            proprio <B
            illegale </B


            .

            Questo Paese è stato visitato dall'Alice di
            Lewis

            Carroll? Sennò ce la mandiamo subito.

            :)

            Prova ad andare nella piazza del tuo paese, farci
            un recinto intorno e piantare un cartello con
            scritto "proprieta' privata", poi torna qui a
            raccontarci come e' andata a
            finire...Basta acquistare il terreno prima e ci posso costruire tutte le recinzioni che voglio, a meno che ci siano vincoli paesaggistici.Il difficile è acquistare il terreno della piazza del paese, non certo scrivere "proprietà privata".
            Il (C) e' illegale in quei paesi in cui qualcuno
            ha la pretesa di gestire in via esclusiva i
            diritti di copia di un'opera
            pubblica.Quindi ci sono molti dirigenti di organizzazioni come la SIAE e molti gestori di videoteche in carcere, in quei Paesi? E i giudici hanno la mano pesante con loro, oppure infliggono il minimo della pena?


            Sta al libero discernimento delle
            persone



            Quindi tu sei escluso in partenza. Non ne sei

            dotato.

            Non mi stupisco: per lo stolto sono tutti gli
            altri ad essere
            scemi.Adesso fai il superiore...Nemmeno è il caso di commentare seriamente ciò che hai scritto prima. Limitiamoci a una battuta, va'!
          • panda rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Leguleio

            Basta acquistare il terreno prima e ci posso
            costruire tutte le recinzioni che voglio, a meno
            che ci siano vincoli
            paesaggistici.O vincoli demaniali...
            Il difficile è acquistare il terreno della piazza
            del paese, non certo scrivere "proprietà
            privata".Visto che non e' difficile, fallo.E' di questo che stiamo parlando, di qualcuno che pretende di scrivere su un cartello che e' il proprietario di qualcosa di pubblico e libero.Il passo successivo sara' quello di chiedere un biglietto a tutti quelli che passano per la tua piazza.E quello successivo ancora sara' di denunciare coloro che non ti pagano il biglietto.

            Il (C) e' illegale in quei paesi in cui
            qualcuno

            ha la pretesa di gestire in via esclusiva i

            diritti di copia di un'opera

            pubblica.

            Quindi ci sono molti dirigenti di organizzazioni
            come la SIAE e molti gestori di videoteche in
            carcere, in quei Paesi?Lo stesso numero di coloro che dicono di essere i padroni della piazza del paese, e mettono i loro scagnozzi a far pagare alla gente il biglietto per l'utilizzo della piazza.
            E i giudici hanno la mano
            pesante con loro, oppure infliggono il minimo
            della pena?Questo non lo so. Prova a chiedere a Toto', quando ha venduto la fontana di Trevi.



            Sta al libero discernimento delle

            persone





            Quindi tu sei escluso in partenza. Non
            ne
            sei


            dotato.



            Non mi stupisco: per lo stolto sono tutti gli

            altri ad essere

            scemi.

            Adesso fai il superiore...Non e' che lo faccio, e' cosi'.
            Nemmeno è il caso di commentare seriamente ciò
            che hai scritto prima. Limitiamoci a una battuta,
            va'!Il solito tentativo di svicolare per mancanza di argomentazioni.
          • sgabbio la trottola scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: panda rossa
            Visto che non e' difficile, fallo.
            E' di questo che stiamo parlandoPoche idee e ben confuse, hai iniziato dalla presunta illegalità del copyright e sei arrivato a "Prova ad andare nella piazza del tuo paese, farci un recinto intorno e piantare un cartello con scritto proprieta' privata". Ma che c'azzecca?Smettila con la grappa a colazione
          • sgabbio la trottola scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: panda rossa
            Prova ad andare nella piazza del tuo paese, farci
            un recinto intorno e piantare un cartello con
            scritto "proprieta' privata", poi torna qui a
            raccontarci come e' andata a
            finire...Alle 9 di mattina ti sei già spaccato di grappa?
          • aphex_twin scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: panda rossa
            Il (C) e' illegale in quei paesi ...Su dai , ora, senza giri di parole, dimmi un paese dove c'é una legge che dice che il copyright é illegale.Ne basta uno per evitare la tua ennesima figura di palta a cui ci hai abituato.
          • panda rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Il (C) e' illegale in quei paesi ...

            Su dai , ora, senza giri di parole, dimmi un
            paese dove c'é una legge che dice che il
            copyright é
            illegale.

            Ne basta uno per evitare la tua ennesima figura
            di palta a cui ci hai
            abituato.Fai prima tu ad elencare tutti i paesi in cui il DMCA e' legale.Io ho un limite di 7000 caratteri e non ce la faccio.
          • aphex_twin scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Il (C) e' illegale in quei paesi ...



            Su dai , ora, senza giri di parole, dimmi un

            paese dove c'é una legge che dice che il

            copyright é

            illegale.



            Ne basta uno per evitare la tua ennesima
            figura

            di palta a cui ci hai

            abituato.

            Fai prima tu ad elencare tutti i paesi in cui il
            DMCA e'
            legale.Te ne ho chiesto solo uno che confermi quello che io ritengo la tua ennesima razzata.Ma ritengo che resterá solo ... una tua ennesima razzata.
            Io ho un limite di 7000 caratteri e non ce la
            faccio.Il tuo limite sembra un'altro, ma sorvoliamo.
          • aphex_twin scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            Ti ho chiesto un singolo paese ma ogni volta svicoli ...Inutile il tuo tentativo di girarmi la frittata, sei TU che hai detto che ci sono paesi dove il copyright é illegale ed io te ne ho chiesto solo uno dove vige questa legge.Evidentemente ti sei reso conto della razzata ed eviti di peggiorare la figuraccia che stai facendo svicolando.
    • amedeo scrive:
      Re: l'importante e' essere coerenti
      Qui non è in discussione il reverse engeneering e la conseguente creazione di un software che ne emuli un altro, ma la creazione di un software atto a scardinare il meccanismo di protezione dei contenuti. Quello che viene contestato è proprio il rendere liberamente accessibili quei contenuti aggirando il meccanismo originale.
      • panda rossa scrive:
        Re: l'importante e' essere coerenti
        - Scritto da: amedeo
        Qui non è in discussione il reverse engeneering e
        la conseguente creazione di un software che ne
        emuli un altro, ma la creazione di un software
        atto a scardinare il meccanismo di protezione dei
        contenuti. Quello che viene contestato è proprio
        il rendere liberamente accessibili quei contenuti
        aggirando il meccanismo
        originale.No! Qui e' proprio in discussione il diritto di creare un software che ne emuli un altro.Se poi come conseguenza vengono liberamente resi accessibili contenuti protetti, e' solo dimostrazione del fatto che e' inutile proteggere i contenuti.
        • aphex_twin scrive:
          Re: l'importante e' essere coerenti
          - Scritto da: panda rossa
          Se poi come conseguenza vengono liberamente resi
          accessibili contenuti protetti, e' solo
          dimostrazione del fatto che e' inutile proteggere
          i
          contenuti.Questa me la stampo e la appendo nella bacheca della razzate che ho in ufficio.
          • ganja rossa scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: aphex_twin
            Questa me la stampo e la appendo nella bacheca
            della razzate che ho in
            ufficio.Ma come, non lo sai che panda rossa ha pure tolto le serrature dalle porte di casa, visto che è dimostrato che esse possono essere superate?
          • Guybrush scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Se poi come conseguenza vengono liberamente
            resi

            accessibili contenuti protetti, e' solo

            dimostrazione del fatto che e' inutile
            proteggere

            i

            contenuti.

            Questa me la stampo e la appendo nella bacheca
            della razzate che ho in
            ufficio.I contenuti sono informazione e l'informazione è caratterizzata dalle proprietà di "Conoscibilità" e "Comunicabilità". Nel momento in cui viene meno una di queste l'informazione cessa di esistere.Quindi: l'unico modo per "proteggere" in modo assolutamente sicuro un contenuto è scriverlo dentro ad un bel blocco di granito da 2 tonnellate. Auguri.GT
          • krane scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Guybrush
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Se poi come conseguenza vengono liberamente

            resi


            accessibili contenuti protetti, e' solo


            dimostrazione del fatto che e' inutile

            proteggere


            i


            contenuti.



            Questa me la stampo e la appendo nella bacheca

            della razzate che ho in

            ufficio.

            I contenuti sono informazione e l'informazione è
            caratterizzata dalle proprietà di "Conoscibilità"
            e "Comunicabilità". Nel momento in cui viene meno
            una di queste l'informazione cessa di
            esistere.

            Quindi: l'unico modo per "proteggere" in modo
            assolutamente sicuro un contenuto è scriverlo
            dentro ad un bel blocco di granito da 2
            tonnellate.

            Auguri.

            GTMa anche li' dopo qualche migliaio di anni rischi che si danneggi... La cosa migliore e' che ogni essere umano lo conosca a memoria, solo cosi' finche' ci sono uomini ci sara' traccia dell'opera!
          • aphex_twin scrive:
            Re: l'importante e' essere coerenti
            - Scritto da: Guybrush
            I contenuti sono informazioneE sbagli in partenza ! Su che base dici che i contenuti sono informazioni ?Perché a questa stregua anche il contenuto di casa tua puó essere informazione ed ogni lucchetto che ti spacco per accedere al suo contenuto "e' solo dimostrazione del fatto che e' inutile proteggere i contenuti."
        • Marco Rossi scrive:
          Re: l'importante e' essere coerenti

          Qui e' proprio in discussione il diritto di
          creare un software che ne emuli un
          altro.No, la sentenza non parla affatto di questo, ma riguarda specificamente il diritto di aggirare il DRM, non importa se con un software FOSS o no, o fatto per emulare un altro prog.
      • bubba scrive:
        Re: l'importante e' essere coerenti
        - Scritto da: amedeo
        Qui non è in discussione il reverse engeneering e
        la conseguente creazione di un software che nequi l'unica cosa -veramente- in discussione e' l'imbarazzante censura di P.I.Non rifaro' tutti i post su rtmpe adobe rtmpdump dvd-john , myvideo.de ,l'andazzo della causa, ecc. Che si arrangino :) tu recuperali da archive.org se esistono :)
Chiudi i commenti