Facebook e tracciamento, chi è il Malandrino?

Niente internship per lo studente che dalla sua stanza ad Harvard aveva lanciato l'estensione che ha messo in imbarazzo Facebook, rendendo esplicito il tracciamento operato dall'app Messenger

Roma – Lo studente responsabile della Marauder’s Map , l’estensione per Chrome che ha messo in imbarazzo Facebook dando forma alla sua raccolta di dati geolocalizzati attraverso Messenger, ha descritto in un paper accademico la propria esperienza. E di come si sia visto ritirare la proposta di internship che gli era stata fatta dal social network .

La mappa del Malandrino, che prende il proprio nome dalla saga di Harry Potter, aveva portato all’attenzione di tutti la quantità di informazioni raccolte da Messenger in maniera più o meno chiara : in particolare razionalizzava i dati di geolocalizzazione condivisi automaticamente con ogni messaggio scambiato attraverso l’app, riportando su una mappa tutti gli spostamenti dei propri amici in ordine cronologico.

Lo studente Aran Khanna, di Harvard come Mark Zuckerberg, l’ha lanciata lo scorso 26 maggio e l’ha vista ben presto diventare virale ed essere scaricata più di 85mila volte , anche grazie alla grancassa creata da osservatori e utenti preoccupati dalle implicazioni per la privacy che sollevava.

Per quanto non sfruttasse un bug di Facebook, né accedesse a nulla a cui l’utente non avesse accettato di sottostare o non potesse scegliere di rinunciare (nelle condizioni d’uso del social network era indicato che ogni messaggio potesse essere associato alla posizione del mittente), Facebook era stata colpita dall’indignazione e dalle proteste e per questo era subito corso ai ripari.
Innanzitutto il social network ha chiesto a Khana di rimuovere l’estensione, poi ha modificato le sue impostazioni di privacy e reso esplicita la scelta di condivisione della propria posizione attraverso Messenger.

Ciò nonostante le polemiche hanno avuto strascichi che sono arrivati, appunto, fino al giovane studente che ha visto ritirata la proposta di internship attraverso cui sarebbe dovuto andare a lavorare per Facebook, per quel Mark Zuckerberg che ha dato il via alla sua avventura milionaria dalla sua stanza di Harvard.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uto Uti scrive:
    commendo
    A me sta faccenda del rutchit non mi quadra, ma se agiscono a livelli di firmuer XXXXX Dio l'arduer e il softuer dove li mettiamo?Mo ditemi che coò torto XXXXXXX XXXXXXX!
  • Nome e cognome scrive:
    crap
    Windows o no, la m***a nel firmware c'è comunque.Qualche anno fa ho sostituito il S.O. con uno (quasi) compleatemnte libero. Se in futuro acquisterò un nuovo "personal" computer mi accerterò della compatibilità con Coreboot
    • prova123 scrive:
      Re: crap
      Ma non risolveresti comunque il problema in quanto nel momento in cui il sistema operativo parte e tu sei in rete un malware potrebbe riscrivere il coreboot, le regole di abilitazione/disabilitazione sono solo una convenzione che se uno vuole la rispetta oppure non la rispetta ... vedi il caso Lenovo. Se non hai una soluzione hw che impedisce la riscrittura di UEFI sarai punto e accapo. :)
      • collione scrive:
        Re: crap
        - Scritto da: prova123
        non la rispetta ... vedi il caso Lenovo. Se non
        hai una soluzione hw che impedisce la riscrittura
        di UEFI sarai punto e accapo.l'unica soluzione definitiva è la crittografiauno switch hardware è utile nel 99% dei casi, ma c'è quell'1% di quando stai sulle OO a qualche spiail problema è che ormai è evidente la necessità di rendere il software di base opensource, perchè questi ci marciano alla grande, violando le leggi esistenti ( evidentemente hanno le spalle coperte )il secure boot, ad esempio, è una grandissima idea, a patto che le chiavi non le abbiano Intel e MS, ma le abbia l'utente proprietario del computer
        • prova123 scrive:
          Re: crap
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: prova123


          non la rispetta ... vedi il caso Lenovo. Se
          non

          hai una soluzione hw che impedisce la
          riscrittura

          di UEFI sarai punto e accapo.

          l'unica soluzione definitiva è la crittografia

          uno switch hardware è utile nel 99% dei casi, ma
          c'è quell'1% di quando stai sulle OO a qualche
          spia
          Se uno sta sulle balle di qualche spia c'è poco da fare.
          il problema è che ormai è evidente la necessità
          di rendere il software di base opensource, perchè
          questi ci marciano alla grande, violando le leggi
          esistenti ( evidentemente hanno le spalle coperte
          )

          il secure boot, ad esempio, è una grandissima
          idea, a patto che le chiavi non le abbiano Intel
          e MS, ma le abbia l'utente proprietario del
          computerInfatti. Il secure boot con bios era ottimo. Il disastro a livello di sicurezza è avvenuto con UEFI ed ora è stato perfezionato con win10 :D
          • collione scrive:
            Re: crap
            - Scritto da: prova123
            Infatti. Il secure boot con bios era ottimo. Il
            disastro a livello di sicurezza è avvenuto con
            UEFI ed ora è stato perfezionato con win10
            :Dvolendo si potrebbe fare pure con UEFI, ma il problema è che questi qui non vogliono la nostra sicurezza, ma vogliono controllarciil discorso delle chiavi era riferito a questoprendi ad esempio cos'ha fatto google con chromeos, che sfrutta la crittografia per evitare manomissioni di tutti i componenti del software di baseil problema dove sta? nel fatto che alla fine della fiera, le chiavi le ha solo googleperchè diavolo quelle chiavi non le dovrebbe avere l'utente? bisogna compilare? e il problema sarebbe? in fondo un oem può permettersi di creare una banale procedura per compilare da sorgenti che funzioni sui modelli di hardware che LUI vendeinvece no, non lo fanno perchè non vogliono farlo, non perchè creerebbe incredibili e mirabolanti difficoltà all'utente
        • Uto Uti scrive:
          Re: crap
          Ma è quello che dico da anni: ma se cè il sechiubùt a livello rutchit firmuer XXXXXdi Dio! Eh?
      • Nome e cognome scrive:
        Re: crap
        - Scritto da: prova123
        Se non
        hai una soluzione hw che impedisce la riscrittura
        di UEFI sarai punto e accapo.
        :)Eh, e dove la trovo? :
        • prova123 scrive:
          Re: crap
          Ad oggi si "vola a vista" e con scarsa visibilità. Si possono trovare soluzioni ad hoc per modelli di mainboard specifici. Il minimo sindacale è comunque non utilizzare win10, ma se proprio bisogna utilizzare windows usare al massimo win7. Win8.1 inizia ad essere parzialmente UEFI compliant.
          • collione scrive:
            Re: crap
            - Scritto da: prova123
            visibilità. Si possono trovare soluzioni ad hoc
            per modelli di mainboard specifici. esistono sul serio? ai bei tempi si, ma oggi non saprei
  • bubba scrive:
    But just as troubling is the Microsoft
    "But just as troubling is the Microsoft crap."As usual. Infesta i BIOS (o UEFI... si va con entrambi... alla fine sempre di inquinamento di ACPI/RSDT si tratta) col suo crapware. Come ha sempre fatto. Nonostante i PC non siano M$-brand.(anche se e' criminogeno e' interessante sto Windows Platform Binary Table (WPBT)... chissa' se e' gia' stato usato per "aiutarci" nell'installazione di windows-oem in pc non branded..... si quella roba slp/slic ecc gh. dovro' guardare sui soliti forum...)
    • Num Letter scrive:
      Re: But just as troubling is the Microsoft
      - Scritto da: bubba
      "But just as troubling is the Microsoft crap."

      As usual. Infesta i BIOS (o UEFI... si va con
      entrambi... alla fine sempre di inquinamento di
      ACPI/RSDT si tratta) col suo crapware. Come ha
      sempre fatto. Nonostante i PC non siano
      M$-brand.



      (anche se e' criminogeno e' interessante sto
      Windows Platform Binary Table (WPBT)... chissa'
      se e' gia' stato usato per "aiutarci"
      nell'installazione di windows-oem in pc non
      branded..... si quella roba slp/slic ecc gh.
      dovro' guardare sui soliti
      forum...)Eccerto che è li per "aiutarti" è noto che queste cose M$ le ha sempre fatte per pura filantropia.(rotfl)(rotfl)Tant'è che "autochk.exe" funziona anche (se non trova la tavola nel bios) utilizza quella che ha nella immagine della installazione.Questo giusto per sottolineare che forse anche con un bios "non uefi" non è che puoi "magnare tranquillo".Distinguere le cose e sapere quale è "l'origine della malattia" è assai più utile che farsi certe pippe.Dopo di che (beninteso) ciascuno ripeto è libero di fare ciò che meglio crede.
      • .... scrive:
        Re: But just as troubling is the Microsoft
        - Scritto da: Num Letter
        Tant'è che "autochk.exe" senti, tu che hai fondato l'informatica e che non ti sfugge mai nulla, non è che sai cosa succede se booto con linux, sgangello l'autochk.exe e poi faccio ripartire il windows?Se lo rigenera da solo attraverso il fantasma di autochk.exe oppure l'OS si rifiuta proprio di partire?A posters (appesi sul muro), l'ardua sentenza
  • ... scrive:
    oh, ma leguleio?
    deceduto?Qualcuno ha una bottiglia di riserva pregia?
    • bubba scrive:
      Re: oh, ma leguleio?
      - Scritto da: ...
      deceduto?
      Qualcuno ha una bottiglia di riserva pregia?e' andato a infestare ilpost.it (e altra roba disqus-driven )L'erba cattiva non muore mai.PS: pero' a me manca un po'.... era un troll pregiato... :)
      • panda rossa scrive:
        Re: oh, ma leguleio?
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: ...

        deceduto?

        Qualcuno ha una bottiglia di riserva pregia?
        e' andato a infestare ilpost.it (e altra roba
        disqus-driven
        )

        L'erba cattiva non muore mai.



        PS: pero' a me manca un po'.... era un troll
        pregiato...
        :)Evidentemente altrove trova avversari piu' facili e argomenti piu' generici.Qui veniva regolarmente massacrato e la sua ignoranza informatica costantemente messa in evidenza.
  • fenotipo scrive:
    prrrrrodi
    con uefi lavoreremo un giorno in meno ma guadagneremo come se lavorassimo un giorno di più
  • Etype scrive:
    Rootkit
    Ok,è una cosa molto scorretta,ma ora perchè è stata pizzicata Lenovo quanti possono affermare con assoltua certezza che anche altri device non facciano lo stesso,magari in modo molto meno evidente ?Infondo nessuno sa cosa fa il proprio computer su internet oltre al normale traffico ;)
    • prova123 scrive:
      Re: Rootkit
      - Scritto da: Etype
      Ok,è una cosa molto scorretta,ma ora perchè è
      stata pizzicata Lenovo quanti possono affermare
      con assoltua certezza che anche altri device non
      facciano lo stesso,magari in modo molto meno
      evidente
      ?
      Infondo nessuno sa cosa fa il proprio computer su
      internet oltre al normale traffico
      ;)A essere cauti direi:Infondo <b
      QUASI </b
      nessuno sa cosa fa il proprio computer suinternet oltre al normale traffico:D
      • collione scrive:
        Re: Rootkit
        - Scritto da: prova123
        A essere cauti direi:
        Infondo <b
        QUASI </b
        nessuno sa
        cosa fa il proprio computer
        su
        internet oltre al normale traffico
        :Dmi sto convincendo sempre più che la migliore scelta sia comprare un chromebook e flasharci sopra coreboot
        • bubba scrive:
          Re: Rootkit
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: prova123


          A essere cauti direi:

          Infondo <b
          QUASI </b
          nessuno
          sa

          cosa fa il proprio computer

          su

          internet oltre al normale traffico

          :D

          mi sto convincendo sempre più che la migliore
          scelta sia comprare un chromebook e flasharci
          sopra
          coreboote togliere l'os googliano, immagino :)
          • prova123 scrive:
            Re: Rootkit
            Perchè togliere ? Lo hai pagato. Fai una seconda partizione e magari lo usi in dual boot. Fa sempre comodo avere un secondo os per accedere all'altro quando non è attivo. Quando sei offline non ci sono problemi. ;)
          • Num Letter scrive:
            Re: Rootkit
            - Scritto da: prova123
            Perchè togliere ? Lo hai pagato. Fai una seconda
            partizione e magari lo usi in dual boot. Fa
            sempre comodo avere un secondo os per accedere
            all'altro quando non è attivo. Quando sei offline
            non ci sono problemi.
            ;)Pagato?(rotfl)(rotfl)
        • prova123 scrive:
          Re: Rootkit
          Però dopo aver analizzato coreboot e modificato in hardware UEFI per evitare eventuali tentativi di sovrascrittura durante il run del sistema operativo qualunque esso sia. Le disabilitazioni non hardware lasciano il tempo che trovano. Che palle! :s
          • Num Letter scrive:
            Re: Rootkit
            - Scritto da: prova123
            Però dopo aver analizzato coreboot e modificato
            in hardware UEFI Hardware?(rotfl)(rotfl)E da quando il BIOS è hardware?E cosa c'è da "analizzare" in coreboot dato che (se lo usi) ce lo metti tu e è sotto il tuo controllo (a differenza di qualunque bios proprietario)?o forse sarà meno "hardware" o "quasi hardware"?(newbie)E secondo te (domandine delle 100 pistole) se si cambia il bios ma si tiene attivato windoze con tanto di "autochk.exe" cosa succede?Magnamo tranquilli?(rotfl)(rotfl)Hai le idee leggermente confuse su cosa sia hardware cosa sia software e sui rispettivi ruoli...
          • prova123 scrive:
            Re: Rootkit
            Qui l'ultimo ad essere rimasto avere confusione su discorsi hw, sw e fw questo sei tu, è proprio il caso dii dire: poche idee ma confuse. :DQuando ci saranno i clienti che ti riporteranno il computer piantato ora non ti sarà più sufficiente formattare banalmente il disco ... ti aspetta un futuro di figure di merd*! Cambia mestiere finchè sei in tempo.
  • ... scrive:
    ah comunque non vorrei dirvelo
    http://arstechnica.com/information-technology/2015/08/even-when-told-not-to-windows-10-just-cant-stop-talking-to-microsoft/"Even when told not to" sottolineo.
  • xx tt scrive:
    Non vedo il problema
    Secondo me winzozz potrebbe avere già al suo interno dei "pacchetti" di eseguibili dei vari venditori, con quello relativo alla marca acquistata che si attiva durante l'installazione, permettendo di fare data mining. La M$ vede il software come un videogame coin-op da ufficio: tu continui a pagare e tutto funziona facile facile con le lucine colorate. -i produttori: pagano e hanno lo "spazio d'intervento privilegiato" verso le chiappe degli utenti, per il loro data mining. -altre aziendone pagano e hanno i link predefiniti nel browser predefinito.-gli utonti pagano e hanno il cloud M$ facile facile-le aziende pubblicitarie pagano e hanno acXXXXX ai dati degli utontiIo sensibilizzerei l'utonza reindirizzando i dati che sarebbero andati alla Lenovo dritti su FaceBook.
  • Num Letter scrive:
    Nel frattempo
    In questo forum di "Hakker" dove tutti sono "spertoni" sarebbe meglio aggiungere che chi proprio volesse per forza continuare a usare windoze (che è l'altro reale colpevole della cosa con il suo autochk.exe ) farebbe bene (come minimo) a scaricare il tool per disabilitare nel firmware la "feature"...http://support.lenovo.com/nz/en/downloads/ds104370Si chiama : LSE Windows Disabler ToolSempre (ripeto) che uno voglia continuare a utilizzare WindozeLo dico ovviamente non per i "spertoni" (che si guardano bene dal dare consigli pratici) ma per i niubbi ...Anche se mi resta il dubbio che alcuni di questi "spertoni" siano davvero scafati come vogliono far credere...Uomo avvisato.....
    • La comunita scrive:
      Re: Nel frattempo
      Per i niubbi è più semplice, basta non acquistare computer lenovo o computer lenovo prodotti per altre marche.La malafede deve pagare sempre!prova123 ha indicato un link con le marche potenzialmente coinvolte:http://argomenti.ilsole24ore.com/lenovo.htmlSe tu ne conosci altre faresti bene a indicarle.
      • Num Letter scrive:
        Re: Nel frattempo
        - Scritto da: La comunita
        Per i niubbi è più semplice, basta non acquistare
        computer lenovo o computer lenovo prodotti per
        altre
        marche.
        La malafede deve pagare sempre!Bene allora comincia a non usare Windoze che è il vero responsabile della cosa. :D

        prova123 ha indicato un link con le marche
        potenzialmente
        coinvolte:Obbeh questo è facile "potenzialmente" ogni PC windoze (con o senza UEFI per essere chiari) dato che ti è impossibile sapere cosa fa l' O.S. e cosa fa il BIOS.A questo "gioco" il bios incide per l'1% e il resto (OS e software) per il 90%Cuntent?
        • La comunita scrive:
          Re: Nel frattempo
          Tranquillo, non ti agitare, la comunita ti attende per ora di cena ... Passeremo noi a prenderti col pulmino :D
          • Num Letter scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: La comunita
            Tranquillo, non ti agitare, la comunita ti
            attende per ora di cena ... Passeremo noi a
            prenderti col pulmino
            :DNessuno si "agita" solo gli "akker" di P.I.(rotfl)(rotfl)
        • prova123 scrive:
          Re: Nel frattempo
          Per le altre marche di PC può essere "potenzialmente", per quanto riguarda i PC Lenovo è una certezza !Siccome i PC costano e non li regalano, quelli di Lenovo sono da boicottare!
          • prova123 scrive:
            Re: Nel frattempo
            Non abbiamo dimenticato il malware preinstallato Superfish:http://www.lastampa.it/2015/02/20/tecnologia/lenovo-si-scusa-per-il-software-preinstallato-che-mette-a-rischio-la-sicurezza-3zUYAe1c6eWpbDYEI4bYWP/pagina.htmlAltro che scuse, sono recidivi. Quindi ora basta con i computer prodotti da Lenovo e per chiunque se li fa produrre da Lenovo.Questa è una cedrtezza!
          • user_ scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: prova123
            Non abbiamo dimenticato il malware preinstallato
            Superfish:

            http://www.lastampa.it/2015/02/20/tecnologia/lenov

            Altro che scuse, sono recidivi. Quindi ora basta
            con i computer prodotti da Lenovo e per chiunque
            se li fa produrre da
            Lenovo.
            Questa è una cedrtezza!Quei rootkit si possono disabilitare, non consideri forse l'ottima qualità dei notebook lenovo, come materiali, linea e costruzione ,e sono anche bellissimi.
          • ... scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: user_
            Quei rootkit si possono disabilitare, non
            consideri forse l'ottima qualità dei notebook
            lenovo, come materiali, linea e costruzione ,e
            sono anche
            bellissimi.certo che voler pagare uno che cerca in tutti i modi di in****** è veramente masochismo...
          • bubba scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: user_


            Quei rootkit si possono disabilitare, non

            consideri forse l'ottima qualità dei notebook

            lenovo, come materiali, linea e costruzione
            ,e

            sono anche

            bellissimi.


            certo che voler pagare uno che cerca in tutti i
            modi di in****** è veramente
            masochismo...cmq e' curiosa la faccenda che nella linea "non da supermarket" (i thinkpad) questo crapware (e anche superfish) non lo mettano.......
          • Num Letter scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: user_




            Quei rootkit si possono disabilitare,
            non


            consideri forse l'ottima qualità dei
            notebook


            lenovo, come materiali, linea e
            costruzione

            ,e


            sono anche


            bellissimi.





            certo che voler pagare uno che cerca in
            tutti
            i

            modi di in****** è veramente

            masochismo...
            cmq e' curiosa la faccenda che nella linea "non
            da supermarket" (i thinkpad) questo crapware (e
            anche superfish) non lo
            mettano.......Neanche in quelli da "supermercato" c'è più... per i vecchi hanno emesso l'aggiornamento bios da downloadare e aggiornare.Ciò che invece c'è ancora (e resta) è il WPBT che se non trova il bios con la tavola utilizza quello da configurazione (che è nella boot image) ....Uomo avvisato....
          • anverone99 scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: user_


            Quei rootkit si possono disabilitare, non

            consideri forse l'ottima qualità dei notebook

            lenovo, come materiali, linea e costruzione
            ,e

            sono anche

            bellissimi.


            certo che voler pagare uno che cerca in tutti i
            modi di in****** è veramente
            masochismo...QUALUNQUE acquisto di QUALUNQUE merce tu faccia serve a far guadagnare i produttori/venditori. L'importante e' far pensare ai clienti di aver fatto un ottimo affare :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 agosto 2015 21.28-----------------------------------------------------------
          • .... scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: anverone99
            QUALUNQUE acquisto di QUALUNQUE merce tu faccia
            serve a far guadagnare i produttori/venditori.E quindi? (quasi) qualunque altra cosa non ha lo spyware integrato
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: anverone99
            QUALUNQUE acquisto di QUALUNQUE merce tu faccia
            serve a far guadagnare i produttori/venditori.Vale anche per i clienti. Il cliente paga la merce perchè è convinto del suo valore (che è qualcosa di soggettivo). Per alcuni il prezzo è una informazione che usa il mercato per (auto)regolarsi.Non partiamo dal presupposto che il produttore/venditore pensi solo a spennare il cliente. Se fosse (sempre) così il mercato sarebbe morto. Poi ci sono gli imbroglioni.
          • Num Letter scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: prova123
            Non abbiamo dimenticato il malware preinstallato
            Superfish:

            http://www.lastampa.it/2015/02/20/tecnologia/lenov

            Altro che scuse, sono recidivi. Quindi ora basta
            con i computer prodotti da Lenovo e per chiunque
            se li fa produrre da
            Lenovo.
            Questa è una cedrtezza!La certezza è che il meccanismo è il meccanismo è windows e è nativo si chiama WPBT (windows platform Binary table).Magari vale la pena di dire qualcosa? o continuiamo a fare finta che il problema stia da qualche altra parte? :D
          • Num Letter scrive:
            Re: Nel frattempo
            La certezza è windoze!
    • user_ scrive:
      Re: Nel frattempo
      - Scritto da: Num Letter
      In questo forum di "Hakker" dove tutti sono
      "spertoni" sarebbe meglio aggiungere che chi
      proprio volesse per forza continuare a usare
      windoze (che è l'altro reale colpevole della cosa
      con il suo <b
      autochk.exe </b
      ) farebbe bene (come
      minimo) a scaricare il tool per disabilitare nel
      firmware la
      "feature"...
      http://support.lenovo.com/nz/en/downloads/ds104370
      Si chiama :
      LSE Windows Disabler Tool

      Sempre (ripeto) che uno voglia continuare a
      utilizzare
      Windoze
      Lo dico ovviamente non per i "spertoni" (che si
      guardano bene dal dare consigli pratici) ma per i
      niubbi
      ...

      Anche se mi resta il dubbio che alcuni di questi
      "spertoni" siano davvero scafati come vogliono
      far
      credere...
      Uomo avvisato.....Questo malware-rootkit sta solo su pochi computer di lenovo, ad esempio non c'è nel mio notebook Lenovo Essential B590 HM70 ,nella lista là non c'è, verificherò meglio se ci sono quei file C:windowssystem32wpbbin.exeC:windowssystem32LenovoUpdate.exeC:windowssystem32LenovoCheck.exequando posso!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 agosto 2015 15.50-----------------------------------------------------------
      • Num Letter scrive:
        Re: Nel frattempo
        Il meccanismo "LSE" è basato (in generale) su <b
        autochk.exe </b
        che è di windoze (non di Lenovo) e utilizza (se presente) le opzioni bios che gli consentono di fare il "lavoro" ovviamente non è su qualunque computer (in tanti è disabilitabile o va, al contrario, abilitato esplicitamente) ma non è una caratteristica "solo" di Lenovo.In realtà il problema di base sta proprio nell'O.S.Poi... ripeto ciascuno è libero di fare come vuole...
        • user_ scrive:
          Re: Nel frattempo
          - Scritto da: Num Letter
          Il meccanismo "LSE" è basato (in generale) su
          <b
          autochk.exe </b
          che è di
          windoze (non di Lenovo) e utilizza (se presente)
          le opzioni bios che gli consentono di fare il
          "lavoro" ovviamente non è su qualunque computer
          (in tanti è disabilitabile o va, al contrario,
          abilitato esplicitamente) ma non è una
          caratteristica "solo" di
          Lenovo.
          In realtà il problema di base sta proprio
          nell'O.S.
          Poi... ripeto ciascuno è libero di fare come
          vuole...Io ho anche altri notebook e netbook e desktop di altre marche, come hp, ho bisogno di una lista dove c'è scritto in quali altri computer c'è quel coso, sai dove trovarne una ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 agosto 2015 17.07-----------------------------------------------------------
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Nel frattempo
          - Scritto da: Num Letter
          Il meccanismo "LSE" è basato (in generale) su
          <b
          autochk.exe </b
          che è di
          windoze (non di Lenovo) e utilizza (se presente)
          le opzioni bios che gli consentono di fare il
          "lavoro" ovviamente non è su qualunque computer
          (in tanti è disabilitabile o va, al contrario,
          abilitato esplicitamente) ma non è una
          caratteristica "solo" di
          Lenovo.Se leggi bene il problema vedi che Lenovo sostituisce Autocheck.exe con la sua versione utilizzando il meccanismo WBPT. Lenovo utilizza poi questa sua versione per scaricare altre schifezze. Windows non c'entra se non per il fatto che implementa WBPT. Anzi Microsoft ha costretto Lenovo a togliere questa cosa.E' sicuramente una schifezza ma quando installi un driver o una utility di qualsiasi produttore (Lenovo, HP, Nvidia, ecc.) come fai a non essere sicuro che qualcuno non installi anche porcheria? L'open source può mitigare questo ma i tool specifici dei sistemi o i driver (non open) non sono controllabili. Idem per UEFI e quasi tutti I BIOS. Hai problemi anche con una chiavetta o un disco. Devi, purtroppo, fidarti.Quindi Lenovo va bastonata in modo che gli altri imparino!
          • ... scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: Zucca Vuota
            L'open source può mitigare questoguarda che stai rispondendo all'inventore del router.Ha ideato e creato ogni componente, forgiando a mano con un puntatore laser il disegno di ogni componente hardware e programmando di persona ogni componente software.Mica la si fa a lui!
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: ...
            Mica la si fa a lui!Cavoli! Non mi ero reso conto!
          • bubba scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: Zucca Vuota
            - Scritto da: ...


            Mica la si fa a lui!

            Cavoli! Non mi ero reso conto!non vorrei rovinare la festa ne a Num Letter ne a Zucca Vuota... ma nessuno dei due spiegoni mi pare esatto....per far funzionare questa XXXXX (che e' per forza colpa di M$.. visto che e' lei che si e' inventata "a mechanism for a platform, via the boot firmware, to publish a binary to Windows for execution") serve SIA il crapware depositato nel bios/uefi, sia win7/win8 che, al bootstrap, lo vanno a cercare. E se c'e', parte il meccanismo "autochk/Wpbbin.exe" & co.Quindi la cosa piu' sana sarebbe disinfestare il bios dall'entry ACPI/RDST incriminata...
          • rockroll scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Zucca Vuota

            - Scritto da: ...




            Mica la si fa a lui!



            Cavoli! Non mi ero reso conto!
            non vorrei rovinare la festa ne a Num Letter ne a
            Zucca Vuota... ma nessuno dei due spiegoni mi
            pare
            esatto....
            per far funzionare questa XXXXX (che e' per forza
            colpa di M$.. visto che e' lei che si e'
            inventata "a mechanism for a platform, via the
            boot firmware, to publish a binary to Windows for
            execution") serve SIA il crapware depositato nel
            bios/uefi, sia win7/win8 che, al bootstrap, lo
            vanno a cercare. E se c'e', parte il meccanismo
            "autochk/Wpbbin.exe" &
            co.
            Quindi la cosa piu' sana sarebbe disinfestare il
            bios dall'entry ACPI/RDST
            incriminata... Quotone.Questa perla di M$ non la sapevo ancora, ed è la dimostrazine se ce ne fosse bisogno che M$ si riserva comunque la facoltà di far fare a PC da noi pagati anche e sopratutto e prima di tutto quel che vuole lei senza possibilità (per la massa) di evitarlo!Brava M$! (come dice qualcuno nelle sue difese d'ufficio)
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: bubba
            Quindi la cosa piu' sana sarebbe disinfestare il
            bios dall'entry ACPI/RDST
            incriminata...E' UEFI, non BIOS. E questo la dice lunga. Ci sono altri meccanismi in mano al produttore che possono essere perversi.In ogni caso l'idea di MS sarebbe anche buona e utile ma Lenovo l'ha usata a sproposito (non che sia una necessariamente una bella cosa: basta pensare a certe funzioni introdotte in passato prima di XP SP2). Come ho detto eliminare questa funzionalità non elimina certo pericoli futuri (basta un driver di un produttore per fare quello che Lenovo ha fatto). Sinceramente l'unica soluzione che vedo in generale sono vincoli contrattuali tra i licenzatari e i licenziandi, moral suasion da parte di Microsoft/Intel/Consorzi vari, attenzione del pubblico alta. Personalmente ho deciso di boicottare Lenovo. Decisione non banale vista la massa di loro laptop serie T che gira in azienda. I prossimi saranno di marca diversa (Dell? Toshiba? Boh? Qualche suggerimento?)
          • bubba scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: Zucca Vuota
            - Scritto da: bubba

            Quindi la cosa piu' sana sarebbe
            disinfestare
            il

            bios dall'entry ACPI/RDST

            incriminata...

            E' UEFI, non BIOS. E questo la dice lunga. e M$ che dice BIOS e UEFI... lo sapra', visto che l'ha inventato sto crapware... col bios e' solo un po' piu scomodo (questioni di memory map & co)
            In ogni caso l'idea di MS sarebbe anche buona ee' buona per M$. Lo facesse NEI SUOI PC MARCHIATI M$. Non vedo perche' inquinare il resto del mondo con le sue porcherie (che tanti danni hanno fatto in passato... si, penso sempre all'inquinamento del BIOS con le trovate che servono a lei..."acpi dsdt linux" )
            utile ma Lenovo l'ha usata a sproposito (non che
            sia una necessariamente una bella cosa: basta
            pensare a certe funzioni introdotte in passato
            prima di XP SP2). Come ho detto eliminare questa
            funzionalità non elimina certo pericoli futuri
            (basta un driver di un produttore per fare quello
            che Lenovo ha fatto).si ma infatti del phone home & tecnocontrollo di windows non ci importa ... ci importa dell'inquinamento del BIOS/UEFI pro-domo M$...

            Personalmente ho deciso di boicottare Lenovo.
            Decisione non banale vista la massa di loro
            laptop serie T che gira in azienda. I prossimi
            saranno di marca diversa (Dell? Toshiba? Boh?
            Qualche
            suggerimento?)io ho 2 toshiba.... ma i thinkpad avevano una almeno decente nomea... (e curiosamente pare che il superfish e quest'ultimo crapware, nei thinkpad Lenovo non li abbia messi..... gli piace inquinare solo la roba da Mediaworld?)
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: bubba
            si ma infatti del phone home & tecnocontrollo di
            windows non ci importa ... ci importa
            dell'inquinamento del BIOS/UEFI pro-domo
            M$...Chiariamo una cosa. Si può fare anche senza usare WBPT. Quindi se scagliarti contro MS ti fa sentire bene fai pure ma il punto non è quello.
            io ho 2 toshiba.... ma i thinkpad avevano una
            almeno decente nomea... I Thinkpad sono ancora ottimi ma non sono più IBM. Il problema è Lenovo.
            (e curiosamente pare che
            il superfish e quest'ultimo crapware, nei
            thinkpad Lenovo non li abbia messi..... gli piace
            inquinare solo la roba da
            Mediaworld?)Tipico. Le aziende controllano e si ribellano, i privati non sono buoi.
          • anverone99 scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Personalmente ho deciso di boicottare Lenovo.
            Decisione non banale vista la massa di loro
            laptop serie T che gira in azienda. I prossimi
            saranno di marca diversa (Dell? Toshiba? Boh?
            Qualche
            suggerimento?)Surface (rotfl)
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: anverone99
            Surface (rotfl)Belli e costosi. Ma la tastiera, per quanto buona, non è quella di un ThinkPad. Da noi qualche commerciale li usa.
          • Num Letter scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Zucca Vuota

            - Scritto da: ...




            Mica la si fa a lui!



            Cavoli! Non mi ero reso conto!
            non vorrei rovinare la festa ne a Num Letter ne a
            Zucca Vuota... ma nessuno dei due spiegoni mi
            pare
            esatto....
            per far funzionare questa XXXXX (che e' per forza
            colpa di M$.. visto che e' lei che si e'
            inventata "a mechanism for a platform, via the
            boot firmware, to publish a binary to Windows for
            execution") serve SIA il crapware depositato nel
            bios/uefi, sia win7/win8 che, al bootstrap, lo
            vanno a cercare. E se c'e', parte il meccanismo
            "autochk/Wpbbin.exe" &
            co.
            Quindi la cosa piu' sana sarebbe disinfestare il
            bios dall'entry ACPI/RDST
            incriminata...Veramente che il problema sia esattamente Windoze via WPBT è esattamente ciò che ho detto.Casomai la cosa va fatta notare a certi "akker".
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Nel frattempo
            - Scritto da: bubba
            per far funzionare questa XXXXX (che e' per forza
            colpa di M$.. visto che e' lei che si e'
            inventata "a mechanism for a platform, via the
            boot firmware, to publish a binary to Windows for
            execution") serve SIA il crapware depositato nel
            bios/uefi, sia win7/win8 che, al bootstrap, lo
            vanno a cercare. E se c'e', parte il meccanismo
            "autochk/Wpbbin.exe" &
            co.L'autochk serve a controllare i file system. E' Lenovo che lo sostituisce con una sua copia (come questo sia possibile lascia basito anche me). L'idea di MS non è peregrina: per alcuni sistemi serve del software che, in questo modo, può essere installato in modo trasparente. Ad esempio driver particolari, sistemi anti furto, ecc. Nelle intenzioni sembra una cosa buona (ma si sa che la via per l'inferno è lastricata di buone intenzioni).Purtroppo quelli di Lenovo lo hanno usato a sproposito installando della schifezza che oltretutto risulta vulnerabile ad una serie di attacchi. Quindi andrebbe anche bene toglierlo ma quello che io sostengo è che non serve questo meccanismo per fare quello che ha fatto Lenovo. Ce ne sono molti altri a disposizione del produttore del ferro. Quindi il punto è come facciamo a fidarci del produttore del ferro?Tu mi dirai come facciamo a fidarci del produttore di Windows? Questa è una questione di fiducia. Io mi fido di Microsoft per una serie di motivi (tra cui alcuni contrattuali, altri legati al numero enorme di clienti, altri legati al controllo esercitato sulla società, alla presenza di concorrenti tra cui Linux e l'OpenSource, ecc.).
            Quindi la cosa piu' sana sarebbe disinfestare il
            bios dall'entry ACPI/RDST
            incriminata...Su questo sarei anche d'accordo e mi sembra sia quello che stanno facendo quelli di Lenovo.
  • a b c scrive:
    boicot
    basta comprare pc senza bloatwarehttps://system76.com/
    • prova123 scrive:
      Re: boicot
      Che poi anche un winaro dipendente può sempre acquistare ed installare windows con le licence regolarmente pagate e soprattutto con mainboard dotata di BIOS e non UEFI.http://browser.primatelabs.com/geekbench2/1605902
      • Num Letter scrive:
        Re: boicot
        - Scritto da: prova123
        Che poi anche un winaro dipendente può sempre
        acquistare ed installare windows con le licence
        regolarmente pagate e soprattutto con mainboard
        dotata di BIOS e non
        UEFI.

        http://browser.primatelabs.com/geekbench2/1605902Già... come se il problema fosse il BIOS invece che l'O.S.(rotfl)(rotfl)
  • ma allora scrive:
    tutto è perduto
    [img]http://www.roarmagazine.it/images/stories/cinema/all-is-lost-robert-redford.jpg[/img]
  • prova123 scrive:
    ovviamente in standard UEFI ...
    non c'è da dire altro.
    • prova123 scrive:
      Re: ovviamente in standard UEFI ...
      è comunque lenovo è un marchio morto che cammina, e se cambiasse nome e tirerebbe nel baratro anche altre società con cui si potrebbe fondere. Sarebbe utile sapere se e per quali marche Lenovo produce computer, solo per sapere da chi guardarsi.Io ho trovato queste informazioni:http://argomenti.ilsole24ore.com/lenovo.htmlSe qualcuno ne conosce altre sarebbe utile che le pubblicasse.
      • ReD scrive:
        Re: ovviamente in standard UEFI ...
        Lenovo è il primo produttore al mondo di PC... Io non lo chiamerei "marchio morto che cammina".
      • Sg@bbio scrive:
        Re: ovviamente in standard UEFI ...
        Cosa intendi per "morto che cammina" ? Lenovo è stata l'unica azienda del settore a fare utili perchè non ti obbligava all'uso di win 8.
        • prova123 scrive:
          Re: ovviamente in standard UEFI ...
          Apetta e vedrai la risposta dei mercati.
          • .... scrive:
            Re: ovviamente in standard UEFI ...
            - Scritto da: prova123
            Apetta e vedrai la risposta dei mercati.la gente non sa, e se sa o dimentica oppure se ne frega.La minoranza che dà importanza a queste cose è irrilevante.
Chiudi i commenti