Facebook, il valore del mobile

Il social network monetizza profumatamente con l'advertising il proprio successo di pubblico. Il mobile vale l'80 per cento dei profitti

Roma – Facebook ha di nuovo superato se stessa e le aspettative degli osservatori continuando a crescere sia nel numero degli utenti attivi sulla sua piattaforma sia nel fatturato .

Nel dettaglio il social network ha visto il suo fatturato crescere fino a 5,84 miliardi di dollari , ovvero più 52 punti percentuali rispetto ai risultati registrati lo stesso periodo dell’anno scorso, con gli analisti che prevedevano una cifra intorno a 5,37 miliardi: conseguentemente le azioni del social network nelle ore successive all’annuncio della trimestrale hanno guadagnato un più 12 per cento in borsa.

Tale successo è stato possibile soprattutto per la continua crescita degli utenti, arrivati a quota 1,59 miliardi collegati ogni mese (più 14 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) e 1,04 miliardi di utenti attivi al giorno (più 17 per cento rispetto all’anno precedente), numeri che – collegati alla capacità di veicolare advertising personalizzato – rendono Facebook molto prezioso per gli inserzionisti. La stessa combinazione sta premiando d’altra parte anche Instagram, che in questo trimestre ha raggiunto il profitto: secondo quanto riferisce Sheryl Sandberg, COO di Facebook, d’altra parte il 98 per cento degli inserzionisti di Facebook porta avanti campagne pubblicitarie anche su Instagram.

Oltre al valore delle sue inserzioni grazie alla pubblicità mirata su un pubblico così vasto, d’altra parte, Facebook sembra essere riuscita ad estendere anche i canali con cui può veicolare tale advertising: oltre alle classiche inserzioni ed ai post di account sponsorizzati può farsi valere anche come piattaforma di video sharing, come dimostrano la quota di 100 milioni di ore di video visualizzate giornalmente dai suoi utenti.

Esaltante per Facebook il successo dei suoi servizi mobile, con Whatsapp (che ha appena rinunciato alla richiesta di abbonamento) e Messenger, per cui Facebook parla di grandi numeri di utenti .

Utenti mensili mobile

In generale la metà degli utenti di Facebook si connette esclusivamente da mobile e in totale il social network conta 1,44 miliardi di utenti attivi al mese da mobile (più 21 per cento rispetto all’anno precedente) e 934 milioni sono attivi giornalmente (più 25 per cento). Questo permette a Facebook di registrare grazie al mobile l’80 per cento dei suoi profitti totali.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco Ravich scrive:
    ...alternative a YT ? (domanda retorica)
    Visto che i contenuti Rai sono pagati con soldi pubblici perché non rilasciarli su licenza Creative Commons (come s'era provato a fare) e caricarli su Vimeo ?
    • mirkey scrive:
      Re: ...alternative a YT ? (domanda retorica)
      - Scritto da: Marco Ravich
      Visto che i contenuti Rai sono pagati con soldi
      pubblici perché non rilasciarli su licenza
      Creative Commons (come s'era provato a fare) e
      caricarli su Vimeo
      ?Giusto RAi pubblica, contenuti prodotti di dominino pubblico, sono pagati dai contribuenti in fondo.
  • filobus scrive:
    portale sorprendentemente ottimo?
    "RAI ha investito molto per un portale sorprendentemente ottimo"????ma che sito hai visto????a me non risulta, è assai pasticciato, per trovare un programma a volte devi fare i salti mortali (qualche speranza in più ce l'hai con google, e direi che ho già detto tutto)
  • dibbrutto scrive:
    LOL!
    Fanno rimuovere contenuti RAI da TuTubo con la motivazione che farebbero diminuire i telespettatori, e poi si rendono conto che dopo averli rimossi hanno meno spettatori di prima! AHAHAHAHAHAHAHA!!!Sapete com'è, la gente su YouTube se cerca un determinato contenuto è interessato a quello, mi spiegate come fanno a guardarlo in TV se tanto non lo mandate in onda? Certo, in teoria dovevano esserci LE TECHE RAI, peccato che quelli che una volta erano i proclami che "tutto poteva essere consultabile" oggi si riduce ancora a quattro filmati in croce con una risoluzione talmente penosa che manco si capisce cosa stai guardando!
    • Un altro scrive:
      Re: LOL!
      - Scritto da: dibbrutto
      Sapete com'è, la gente su YouTube se cerca un
      determinato contenuto è interessato a quello, mi
      spiegate come fanno a guardarlo in TV se tanto
      non lo mandate in onda? Certo, in teoria dovevano
      esserci LE TECHE RAI, peccato che quelli che una
      volta erano i proclami che "tutto poteva essere
      consultabile" oggi si riduce ancora a quattro
      filmati in croce con una risoluzione talmente
      penosa che manco si capisce cosa stai
      guardando!E che usa silverlight
      • panda rossa scrive:
        Re: LOL!
        - Scritto da: Un altro
        - Scritto da: dibbrutto


        Sapete com'è, la gente su YouTube se cerca un

        determinato contenuto è interessato a
        quello,
        mi

        spiegate come fanno a guardarlo in TV se
        tanto

        non lo mandate in onda? Certo, in teoria
        dovevano

        esserci LE TECHE RAI, peccato che quelli che
        una

        volta erano i proclami che "tutto poteva
        essere

        consultabile" oggi si riduce ancora a quattro

        filmati in croce con una risoluzione talmente

        penosa che manco si capisce cosa stai

        guardando!

        E che usa silverlightSilverlight e' l'unica cosa al mondo al cui confronto flash e' uno strumento efficiente e sicuro.
      • ... scrive:
        Re: LOL!
        - Scritto da: Un altro
        E che usa silverlightNon dimentichiamo pure quello.Comunque avete mai provato ad usarle? Definirle scandalose è un eufemismo... non c'è niente! Ma non avevano detto che volevano mettere tutti gli archivi consultabili? Di questo passo forse tra diecimila anni riusciremo ad avere tutto consultabile... ma FORSE, eh. E con una risoluzione di XXXXX...
    • Alce scrive:
      Re: LOL!
      Hai letto l'articolo? La Rai ha abbandonato YouTube per guadagnare direttamente in pubblicità con i video sul proprio portale, non per evitare il calo di ascoltatori (che non c'è).
      • Rupert Karamazov scrive:
        Re: LOL!
        - Scritto da: Alce
        Hai letto l'articolo? La Rai ha abbandonato
        YouTube per guadagnare direttamente in pubblicità
        con i video sul proprio portale, non per evitare
        il calo di ascoltatori (che non
        c'è).Certo, c'è scritto che gli introiti sono calati, quindi la mossa dei gerontocrati rai si è rivelata un fallimento. Come d'abitudine, peraltro.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: LOL!
          - Scritto da: Rupert Karamazov
          - Scritto da: Alce

          Hai letto l'articolo? La Rai ha abbandonato

          YouTube per guadagnare direttamente in
          pubblicità

          con i video sul proprio portale, non per
          evitare

          il calo di ascoltatori (che non

          c'è).

          Certo, c'è scritto che gli introiti sono calati,
          quindi la mossa dei gerontocrati rai si è
          rivelata un fallimento. Come d'abitudine,
          peraltro.Ma scommetto che, nonostante tutto, le tasche di qualcuno si sono gonfiate. Perché non era quello l'obiettivo?Missione riuscita.
Chiudi i commenti