Facebook, il Web sono io

Il social network di Palo Alto punta a essere il collante della Rete. Zuckerberg cancella la privacy dalla lista dei suoi amici e pensa a stravolgere i canoni del World Wide Web

Roma – Grandi manovre in quel di Palo Alto, California. La conferenza f8 tenuta dai massimi vertici di Facebook e dedicata principalmente ai “developer” potrebbe costituire una sorta di spartiacque tra ciò che è stato e ciò che sarà il social network creato da Mark Zuckerberg, che ora pare intenzionato a stravolgere più o meno tutto: dalla gestione privacy degli utenti, che in passato ha generato non poche polemiche , all’integrazione di Facebook con il resto del Web.

Proprio su privacy e interazione con siti e applicazioni di terze parti vertono i nuovi criteri con cui i dati degli utenti verranno somministrati a sviluppatori e webmaster. Cade il termine massimo di 24 ore del periodo in cui era possibile trattenere nomi, cognomi, date di nascita e quant’altro sia disponibile sulla propria pagina: inoltre se prima era necessario autorizzare una determinata applicazione affinché questa pescasse le generalità degli utenti, ora basterà invece che questi vi interagiscano anche una sola volta per aprire le porte dei propri segreti allo sviluppatore di passaggio .

A questo proposito presto cambierà forma Facebok Connect , il tool sin qui utilizzato per far coincidere con Facebook l’accesso a diversi altri siti e social network che, una volta modificato, sarà noto con il nome di Open Graph e permetterà in pratica ai gestori di siti e applicazioni di prepararsi alla visita dell’utente confezionandone l’esperienza Web a seconda dei gusti , carpiti dal profilo Facebook.

L’aria di cambiamento radicale in realtà si respirava già da un po’ e la recente decisione di cancellare Facebook Lite non è stata che l’ultima di una serie continue modifiche che hanno coinvolto il social il network in blu, dal layout ai termini d’uso.

Mark Zuckerberg sembra volersi prendere tutto sobbarcare un’opera titanica, ovvero quella di rimodellare le fondamenta del Web : “Stiamo operando in maniera che tutti i siti Web possano lavorare insieme per creare una rete di contatti migliore e migliorare l’esperienza social di ognuno – ha spiegato il fondatore di Facebook – abbiamo ridisegnato la piattaforma per semplificare e migliorare gli strumenti utilizzabili dagli sviluppatori sparsi per la Rete al fine di dare una forma alla mappa”.

I partner di Facebook sembrano accogliere favorevolmente questa piccola rivoluzione, come dimostra la risposta data da Tom Conrad, CTO di Pandora , a chi gli ha chiesto cosa significasse per il portale musicale quanto annunciato da Zuckerbeg: “Queste novità consentirà agli utenti di Pandora di condividere i propri gusti su Facebook, facilitando l’inserimento dei novizi senza che questi debbano frugare nel database – ha dichiarato al New York Times – possiamo dire ora che Pandora è finalmente social”.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uzi dax scrive:
    ...e noi...
    e noi continueremo imperterriti ed impertinenti. e giocheremo ciò che vogliamo al prezzo (vista la tassa ulteriore del ministro Bondi) già caro che ci fanno pagare per i supporti vergini. la baia è morta, lunga vita alla baia.
  • Owli scrive:
    Carta dei Diritti del Videogiocatore
    http://www.edge-online.com/blogs/the-gamers-bill-rightsNon tutti la conoscono (non riesco a fare il link cliccabile,scusatemi u.u) ma esiste una "Carta dei Diritti del Videogiocatore" fatta da Brad Wardell,per chi non lo conoscesse è il Presidente della Stardock,casa sviluppatrice di vari programmi (ed un paio di videogiochi uno dei quali "Sins of a Solar Empire" e produttore se non sbaglio di "Demigods",giochi assolutamente sottovalutati u.u).Uno dei punti di tale carta dei diritti spiega molto chiaramente che il videogiocatore ha due diritti che vanno contro la protezione DRM (ci provarono anche con Bioshock ma venne tolta molto presto dato che era ancora più restrittiva) e cioè che il videogiocatore non dovrebbe essere obbligato a rimanere connesso ad internet per un gioco single player e che non dovrebbe essere trattato come un potenziale criminale.Inoltre la scusa di non-vendere davvero,non sta nè in cielo nè in terra alla fin fine Ubisoft chiude ogni anno in positivo e con un trend sempre più alto come in generale l'industria dei videogiochi,questo vorrà dire che alla fin fine finchè non c'è perdita e quindi non c'è rischio di fallire.Poi,prendiamo anche il fatto che in Italia ci sono ancora tantissime zone dove non è proprio possibile avere una buona connessione internet (un mio amico per esempio si è visto rinunciare a molti videogiochi,sua grande passione in generale,proprio perchè richiedevano connessioni ad internet che lui non si può permettere) e così sono messe altre parti d'Europa,e proprio queste persone che di fatto non hanno internet (e quindi è più facile che non scarichino) sono quelli a cui viene fatto danno e non quelli che hanno internet veloce e accessibile (e quindi che possono scaricare il gioco crackato).Unendo tutto ciò possiamo dire belleamente che:1.Le DRM non funzionano,Bioshock ne è stata la dimostrazione quando la 2k ha tolto la protezione dell'attivazione via internet;2.Stranamente le case sviluppatrici e distributrici e i vari studi legali che difendono il diritto d'autore si rifiutano anche solo di guardarla la carta dei diritti del videogiocatore.In fondo avevano detto che la televisione avrebbe distrutto il cinema,ora lo dicono di internet su musica e varie cose...se solo imparassero ad utilizzare proprio tale piattaforma per guadagnarci invece di lamentarsi (come stan facendo Bioware e Blizzard u.u).
    • Get Real scrive:
      Re: Carta dei Diritti del Videogiocatore
      La "carta dei diritti del videogiocatore" non é riconosciuta legalmente e non ha valore.Questi invece hanno valore e sono riconosciuti legalmente:[img]http://weblogs.cltv.com/news/local/chicago/Money%20stacks.jpg[/img]Di fronte a loro non siamo nulla. Con questi si comprano e si vendono i vostri preziosi "diritti" e le vostre vite.
  • angros scrive:
    Intanto Avatar ci ricasca
    http://www.dday.it/redazione/1364/Fox-aggiorna-il-DRM-e-Avatar-non-si-vede.htmlNon era bastata la prima figura di m...a.Sono ben contento di non aver mai comprato un lettore bd, visti i risultati: avrei buttato i soldi.
    • Andreabont scrive:
      Re: Intanto Avatar ci ricasca
      Non ho parole.A questo punto viva la pirateria XD Che permette a noi utenti di leggere quelle cose che abbiamo legalmente acquistato ma che ci è impedito di vedere o usare!!!
    • The Bishop scrive:
      Re: Intanto Avatar ci ricasca
      - Scritto da: angros
      http://www.dday.it/redazione/1364/Fox-aggiorna-il-

      Non era bastata la prima figura di m...a.

      Sono ben contento di non aver mai comprato un
      lettore bd, visti i risultati: avrei buttato i
      soldi.Piu' che Avatar, tutti i titoli Fox di ultima uscita (tra cui Avatar).Comunque, anni addietro ho dovuto masterizzare diversi titoli Walt Disney (DVD) a mio zio che il suo lettore (samsung) si rifiutava categoricamente di leggere i dischi originali (si, ha gli originali e DEVE usare le copie)!!!
  • _ML_ scrive:
    boicottaggio
    La soluzione è:non passare alla pirateria ma boicottare questearroganti software house. Comprate da altre. STOP
    • angros scrive:
      Re: boicottaggio
      - Scritto da: _ML_
      La soluzione è:
      non passare alla pirateria ma boicottare queste
      arroganti software house. Comprate da altre. STOPDomanda semplice: quali altre?Dimmi quali sono le altre software house che producono Silent Hunter V o Assassin's Creed II, e dalle quali si possono comprare tali giochi.
      • Wolf01 scrive:
        Re: boicottaggio
        Quando lo scoprirai dillo pure a me, sono interessato.Ma soprattutto mi piacerebbe comprare un iPad non prodotto da Apple, deve essere uguale ma avere una banana morsicata al posto della mela e senza limitazioni per l'installazione delle applicazioni.E pure una Lamborghini prodotta da qualche altra marca che costi 1/4.E già che ci sei un Italia non governata dai soliti.I discorsi di "boicottate, comprate altro" li puoi fare con la pasta e il sugo di pomodoro, certamente non con film, musica, giochi...Hai si tante alternative, ma sono diverse.Cioè, hai XBox, vuoi un'alternativa a God of War che c'è solo per Playstation? Ti compri Dante's Inferno.. no, io voglio GoW per XBox, e che XXXXX, sempre alternative.
    • krane scrive:
      Re: boicottaggio
      - Scritto da: _ML_
      La soluzione è:
      non passare alla pirateria ma boicottare queste
      arroganti software house. Comprate da altre. STOPE cosa cambia se i giochi li si copiano o no ?Tanto se i pirati non ci sono se li inventano...
  • ugo qualunque scrive:
    Skidrow...
    ... se sono gli stessi che piratavano giochi per Amiga 500 sono davvero storici :D
  • Nico scrive:
    UBISOFT-Settlers 7
    Ero un fan di Settlers, e sottolineo ero perchè considerando che ci sono stati tanti problemi con i server Ubisoft, non spenderò i miei soldi per comprare Settlers 7, per poi vedere crashare il gioco ogni volta che un server sobbalza. Ultimamente nei negozi e i megastore i videogiochi, manageriali, RTS e strategici stanno scomparendo, i videogiochi per consolle fanno da padrone, se da un lato la mancanza di installazione facilita l'acquisto e l'immediatezza di giochi per consolle, dall'altro la richiesta di registrazione, autenticazione e di connessione permanente come Settlers 7 o Cities XL, sono un suicidio annunciato. Gli utenti di tali videogiochi, sono consumatori più intelligenti della massa, detto questo è perchè eviteranno Settlers per protesta pur essendo appassionati del genere. Comunque Ubisoft ha dichiarato che proseguirà con questo metodo per ogni suo videogioco, ma la strada che stanno intraprendendo è rischiosa, prima dovrebbero fornire un ottimo gioco, ottimi accessi a server e poi eventualmente imporre per i single players connessione permanenti, My 2 Cents. Nico
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: UBISOFT-Settlers 7
      contenuto non disponibile
      • DarkOne scrive:
        Re: UBISOFT-Settlers 7
        - Scritto da: unaDuraLezione
        E quando gioco ad un ottimo gioco voglio avere la
        possibilità do mostrarlo fra 10 anni a mio
        figlio.E' questa la cosa veramente inconcepibile...Ma poi mi domando...sulla scatola c'è scritta questa cosa della connessione permanente ad internet?Non riesco veramente a capacitarmi di come abbiano potuto cacciare una protezione simile...boh, è incredibile.
  • angros scrive:
    Un gioco muore, se non si può copiare
    Esiste un sistema anticopia perfetto, per i videogiochi: era già stato realizzato quasi 30 anni fa, per i giochi Space Ace e Dragon's Lair.Allego un filmato di come era il gioco Space Ace (sì, il gioco era così, non si tratta del filmato introduttivo!): ammirate la grafica, assolutamente perfetta... e si tratta di un gioco realizzato nel 1983![yt]jPxRpub81_w[/yt]Questo gioco non poteva essere piratato (ancora adesso, non è possibile piratarlo, nè trovarlo sui siti di abandonware), e di conseguenza nessuno ha mai giocato a scrocco ma ... voi ci avete giocato? No, e non ci giocherete mai, perchè quel gioco non si trova più.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Un gioco muore, se non si può copiare
      Quei due giochi sono stati convertiti per console anche, si trovano pure per iphone.
      • angros scrive:
        Re: Un gioco muore, se non si può copiare
        In realtà, guardando bene, mi sono accorto che c'è anche il modo per farli andare su emulatore, con daphne.Forse il mio post è stato troppo frettoloso.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Un gioco muore, se non si può copiare
          Bhe se hanno fatto il filmato vuol dire che erano emulati probabilmente.Comunque di giochi su laser disc ne sono stati fatti :D
          • amarezza scrive:
            Re: Un gioco muore, se non si può copiare
            infatti, sul circuito torrent c'è il dvd da usare con daphne su pc linux-windows o mac, però non ho ancora trovato dragon's lair. Da quel che leggo in giro esistono versioni da far girare sul dvd di casa con telecomando
          • Sgabbio scrive:
            Re: Un gioco muore, se non si può copiare
            Si! L'avevano fatto anche per i lettori DVD :D
          • Frank Durelli scrive:
            Re: Un gioco muore, se non si può copiare
            - Scritto da: Sgabbio
            Si! L'avevano fatto anche per i lettori DVD :DEsatto... usci sia dragon's lair che space ace...... in ogni caso non e' che fossero dei gran giochi e sinceramente non mi mancano molto anche se ci ho giocato allo sifinimento quando ero ragazzino... fare mosse predeterminate in momenti precisi non e' che fosse il massimo della vita!!!!... pero' per fortuna dragon's lair e' stato rifatto di recente ed e' stato trasfomato in un gioco quasi "normale" e sulla mia vecchia xbox me lo sono goduto... ah... ovviamente ce l'ho originale! :-)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Un gioco muore, se non si può copiare
            In fatti adesso li chiamano quicktime event...
    • mura scrive:
      Re: Un gioco muore, se non si può copiare
      - Scritto da: angros
      Questo gioco non poteva essere piratato (ancora
      adesso, non è possibile piratarlo, nè trovarlo
      sui siti di abandonware)Veramente ci giochi tranquillamente scaricando la rom del firmware ed i filmati convertiti in mpeg2 + audio mp3 tramite daphne (l'emulatore non la principessa di Dragon's Lair).Se proprio lo vuoi giocare legalmente puoi andare sul sito di sta gente:http://www.digitalleisure.com/che (se non ho capito male) possiede la proprietà intellettuale dei vari space ace e dragon's lair e ne ha fatta una versione per ogni formato possibile ed immaginabile.
      • krane scrive:
        Re: Un gioco muore, se non si può copiare
        - Scritto da: mura
        - Scritto da: angros

        Questo gioco non poteva essere piratato (ancora

        adesso, non è possibile piratarlo, nè trovarlo

        sui siti di abandonware)
        Veramente ci giochi tranquillamente scaricando la
        rom del firmware ed i filmati convertiti in mpeg2
        + audio mp3 tramite daphne (l'emulatore non la
        principessa di Dragon's Lair).Questa e' una scoperta :DSapro' cosa fare stasera arrivato a casa :D
        Se proprio lo vuoi giocare legalmente puoi andare
        sul sito di sta gente:
        http://www.digitalleisure.com/
        che (se non ho capito male) possiede la proprietà
        intellettuale dei vari space ace e dragon's lair
        e ne ha fatta una versione per ogni formato
        possibile ed immaginabile.Quindi e' stato convertito; ma la domanda resta : l'originale su laserdisk e' stato mai copiato ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2010 10.25-----------------------------------------------------------
        • tDv scrive:
          Re: Un gioco muore, se non si può copiare

          Quindi e' stato convertito; ma la domanda resta :
          l'originale su laserdisk e' stato mai copiato
          ?Si.I laser games sono emulati da prima del 2000 e le prime versioni erano rippate dal laser disc originale.
          • krane scrive:
            Re: Un gioco muore, se non si può copiare
            - Scritto da: tDv

            Quindi e' stato convertito; ma la domanda resta:

            l'originale su laserdisk e' stato mai copiato?
            Si.
            I laser games sono emulati da prima del 2000 e le
            prime versioni erano rippate dal laser disc
            originale.Grazie
    • andrea scrive:
      Re: Un gioco muore, se non si può copiare
      da bambino smanettavo con un 286 e un mio amico me lo aveva portato su floppy. Non ricordo che abbia mezzi anticopia speciali, al massimo una fotocopia di codici.Comunque ci avrò giocato 10 minuti.La grafica era molto bella, ma il gioco... ti fa solo venire le convulsioni
    • Kymrt scrive:
      Re: Un gioco muore, se non si può copiare
      Non era poi sto grangiocoSbbene ben fatti erano Filmati preimpostati, dovevi premere i pulsanti giusti al momento giusto e andava per la strada/filmato A else per la B dove morivi e spesso la B erano solo 1,2 filmati ergo molto similiBen diverso dai giochi di oggi dove puoi spaziare in n direzione a tua discrezione
  • Sba scrive:
    Pirateria e SH ci sono da sempre...
    ...e sempre ci saranno... se la pirateria fosse il cancro, non ci vuole molto a capire che le software house avrebbero già chiuso. Siccome ci sono ancora, e fanno ancora soldi e utili, mi vien da pensare che la pirateria non danneggia il mercato.Non fate come la SIAE o la FIMI, io scarico giochi e film e musica, come TUTTI, ma se non potessi farlo DI CERTO NON LI COMPREREI. Pensare "1 gioco scaricato = 1 gioco rubato" è sbagliato, perchè se non potessi scaricarlo, non lo comprerei comunque, sarebbe mancato guadagno in ogni caso.Anche perchè, non nascondiamoci dietro a un dito, penso che nessuno in italia avrebbe i soldi per permettersi la musica, i film, i telefilm, i giochi che ha preso illegalmente se fosse stato obbligato a comprarli uno per uno, direi che è molto più sensato affermare che senza internet e la pirateria, oggi in tutto il mondo la gente avrebbe il 90% in meno di materiale multimediale, e sarebbe molto più ignorante (io, ad esempio, non saprei manco una canzone dei rolling stones, non avrei visto i film che ho visto, non conoscerei i giochi che conosco, non avrei mai visto molti telefilm).Poi se volete continuare a sbattere la testa contro il muro credendo che sia possibile dire a una persona che guadagna 1500 al mese di spendere 3-400 al mese su musica-film-giochi, fatelo pure, per me è ridicolo, ed è solo da cretini credere che sia possibile.E, badate bene, io giochi originali li compro, musica anche, e vado al cinema (e molto), e pure ai concerti.. semplicemente una cosa è spendere 100 sul divertimento/cultura un'altra spenderne 400
    • ruppolo scrive:
      Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...
      (nota per il moderatore: NON moderare questo post, grazie!)- Scritto da: Sba
      Non fate come la SIAE o la FIMI, io scarico
      giochi e film e musica, come TUTTI,PARLA PER TE, XXXXXXXXXX !!!
      ma se non
      potessi farlo DI CERTO NON LI COMPREREI.E te lo ha ordinato il dottore che devi averli comunque?
      Pensare
      "1 gioco scaricato = 1 gioco rubato" è sbagliato,
      perchè se non potessi scaricarlo, non lo
      comprerei comunque, sarebbe mancato guadagno in
      ogni
      caso.E questo cosa c'entra col fatto che lo rubi?Un qualunque ladro potrebbe dire la stessa cosa: Rubo la Mercedes perché posso, e tanto non la comprerei comunque!
      Anche perchè, non nascondiamoci dietro a un dito,
      penso che nessuno in italia avrebbe i soldi per
      permettersi la musica, i film, i telefilm, i
      giochi che ha preso illegalmente se fosse stato
      obbligato a comprarli uno per uno,PEZZENTE, PARLA PER TE!
      direi che è
      molto più sensato affermare che senza internet e
      la pirateria, oggi in tutto il mondo la gente
      avrebbe il 90% in meno di materiale multimediale,
      e sarebbe molto più ignorante (io, ad esempio,
      non saprei manco una canzone dei rolling stones,
      non avrei visto i film che ho visto, non
      conoscerei i giochi che conosco, non avrei mai
      visto molti
      telefilm).TU SEI IGNORANTE, il fatto che hai rubato nusica, film e giochi non ti ha acculturato, ma solo reso INTELLETTUALMENTE PEZZENTE!
      Poi se volete continuare a sbattere la testa
      contro il muro credendo che sia possibile dire a
      una persona che guadagna 1500 al mese di
      spendere 3-400 al mese su musica-film-giochi,
      fatelo pure, per me è ridicolo, ed è solo da
      cretini credere che sia
      possibile.Io non spendo 3-400 euro di musica-film-giochi e, INCREDIBILE, SONO ANCORA VIVO!!!Pensa, vado solo 2-4 volte al mese al cinema, E NON SONO MORTO!!!!
      E, badate bene, io giochi originali li compro,Ci mancherebbe pure che spacchi le vetrine per rubarli
      musica anche, e vado al cinema (e molto), e pure
      ai concerti.. semplicemente una cosa è spendere
      100 sul divertimento/cultura un'altra spenderne
      400E a te lo psicologo ha ORDINATO di consumare 400 euro al mese di musica-film-giochi, pena il decadimento delle facoltà intellettive! Quindi la tua è questione di sopravvivenza, giusto? A questo punto io chiederei un sussidio per invalidità, almeno non sei costretto a rubare per sopravvivere!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...
        - Scritto da: ruppolo

        PARLA PER TE, XXXXXXXXXX !!!Se insulti per cosi poco, hai qualche problema.

        E te lo ha ordinato il dottore che devi averli
        comunque?Risposta sicuramente sciocca, visto che per qualcuno dovresti comprare obbligatoriamente, altrimenti poi piangono miseria :D
        E questo cosa c'entra col fatto che lo rubi?

        Un qualunque ladro potrebbe dire la stessa cosa:
        Rubo la Mercedes perché posso, e tanto non la
        comprerei
        comunque!Mi spiace ma tu fai sempre il solito paragone errato.Tu prelevi una copia, non sottrai il bene a nessuno.
        PEZZENTE, PARLA PER TE!Se insulti la gente per cosi poco, devi avere dei grossi problemi, fattelo dire.Caro Ruppolo considera che c'è gente che fa LAVORI meno pagati del tuo (che razza di lavoro fai, non si sa :D) è magari vive pure in affitto...sai, le bollette e altre cose che nella vita reale ti portano via metà dello stipendio se ti va bene. Ecco secondo te se la maggioranza delle persone che vivono con poco per queste spese primarie, secondo te avrebbe acquistato tanta musica, film e giochi ? Certo che no :D
        TU SEI IGNORANTE, il fatto che hai rubato
        nusica, film e giochi non ti ha acculturato, ma
        solo reso INTELLETTUALMENTE
        PEZZENTE!Tu invece che insulti le persone, diffamandole affibbiandoli un reato di cui non hai le prove, invece ti rende una persona di casta superiore , eh ?Tra l'altro ignori bellamente quello che dice il tizio in questione è lo ricopri d'insulti.
        Io non spendo 3-400 euro di musica-film-giochi e,
        INCREDIBILE, SONO ANCORA
        VIVO!!!
        Pensa, vado solo 2-4 volte al mese al cinema, E
        NON SONO
        MORTO!!!!Complimenti NON HAI CAPITO NULLA DI QUELLO CHE HA DETTO! (rotfl)Lui citava i produttori che pretendono che uno spenda l'impossibile per quelle cose :D
        Ci mancherebbe pure che spacchi le vetrine per
        rubarliHmm mi sa che hai una grossa confusione in testa.
        E a te lo psicologo ha ORDINATO di consumare 400
        euro al mese di musica-film-giochi, pena il
        decadimento delle facoltà intellettive! Quindi la
        tua è questione di sopravvivenza, giusto? A
        questo punto io chiederei un sussidio per
        invalidità, almeno non sei costretto a rubare per
        sopravvivere!(rotfl)(rotfl)Non hai capito niente...come al solito :D(rotfl)(rotfl)PS: sei pure un poco arrogante: Insulti deliberamente gli altri E' pretendi che il tuo post d'infamia non venga moderato ? :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 aprile 2010 18.27-----------------------------------------------------------
      • angros scrive:
        Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...
        È proprio il concetto di rinunciare al bene ch è sbagliato Se non lo pago, perchè dovrei rinunciare, dal momento che non lo tolgo a nessuno? (a differenza di un bene materiale: perciò, qualsiasi paragone con un bene materiale è inapproprito )Cosa cambia, se ce l'ho anche io, pur non avendolo pagato?
        • anonimo scrive:
          Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...
          - Scritto da: angros
          È proprio il concetto di rinunciare al bene ch è
          sbagliato

          Se non lo pago, perchè dovrei rinunciare, dal
          momento che non lo tolgo a nessuno? (a
          differenza di un bene materiale: perciò,
          qualsiasi paragone con un bene materiale è
          inapproprito )

          Cosa cambia, se ce l'ho anche io, pur non
          avendolo
          pagato?è anche vero che dovrebbe esistere un pò di giustizia. Vedere le persone ottenere con imbrogliando quello che tu devi faticare ad avere alla lunga può far arrabbiare anche un santo.Come fa arrabbiare chiunque guadagni imbrogliando il prossimo e qui il discorso SIAE è altrettanto snervante
          • angros scrive:
            Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...

            è anche vero che dovrebbe esistere un pò di
            giustizia. Vedere le persone ottenere con
            imbrogliando quello che tu devi faticare ad avere
            alla lunga può far arrabbiare anche un
            santo.Vero: ma dal momento che piratare è facilissimo, e tanti lo fanno, chi compra potrebbe decidere di mettersi a piratare anche lui, invece di farsi il sangue cattivo vedendo i "furbi" che gli passano davanti.Mentre è quasi impossibile che accada il contrario: chi è abituato a scaricare, e ad avere subito tutto quello che vuole, perchè dovrebbe decidere di cambiare, di attendere di più (i film escono in dvd ben più tardi, rispetto allo streaming), di rinunciare a una parte dei film e della musica (se li compri, non compri tutti i film che avresti scaricato, rinunci ad alcuni di essi, altrimenti quanto ti costa?), e di pagare? In sostanza, pagherebbe per avere di meno di quello che si era abituato ad avere gratis.Se andiamo avanti così, presto tutti pirateranno, e nessuno comprerà più. E se le major non si adeguano, cosa accade?Noi possiamo sopravvivere, anche se non viene più prodotto nessun film e nessun brano di musica (e probabilmente non ce ne accorgeremmo per diversi anni, perchè prima di aver visto tutti i film già prodotti e aver ascoltato tutti i brani di musica esistenti quanto tempo ci vuole?). Ma le major non possono sopravvivere, senza clienti paganti, e quindi tocca a loro adeguarsi, perchè sono loro che rischiano l'estinzione; non noi.
          • bobo scrive:
            Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...
            guarda lo spererei,è da un po di anni che non vedo film di kubrick o tarkovsky...anche perchè sono morti, come lo è il cinema di qualità,ora si puo solo sperare che registi come tarantino e rodriguez continuino su questa strada....anche perchè è da ANNI che non vedo un film degno di quel nome!!!300 XXXXXXXX senza gloria e il divo sono casi rari//come film d'animazione ( up)tutto il resto fuffa!!e chi te la guarda, sarà l'ora che si inizi a leggere un po!tra un film ed un altro non son riuscito a finire "la certosa di p"
    • Sgabbio scrive:
      Re: Pirateria e SH ci sono da sempre...
      OT: Vedo che la redazione a fatto piazza pulita dalle diffamazioni di ruppolo!dovevo salvarle :(
  • angros scrive:
    Ma quanto sono idioti?
    Non impareranno mai? Bisogna essere ben cretini per mettere il DRM, quando le conseguenze sono ormai sotto gli occhi di tutti, da anni: nessuna protezione, pessima pubblicità, un mucchio di spese in più, disagi per gli utenti paganti, incentivo a piratare.Se uno, nonostante questo, è così stupido da mettere lo stesso il DRM, si merita tutte le conseguenze (oltre al pubblico ludibrio).
    • tuamadre scrive:
      Re: Ma quanto sono idioti?
      e vero , hai straragione, probabilmente la testa la avranno lasciata a casa anche sta volta ... sempre peggiohttp://www.spazioib.name/708/?ref=cdman
    • Undertaker scrive:
      Re: Ma quanto sono idioti?
      - Scritto da: angros
      Non impareranno mai? Bisogna essere ben cretini
      per mettere il DRM, quando le conseguenze sono
      ormai sotto gli occhi di tutti, da anni: poter guadagnare soldi per il proprio lavoro: le protezioni per le console funzionano ed é il settore che vende di piú.
      nessuna
      protezione, pessima pubblicità, un mucchio di
      spese in più, disagi per gli utenti paganti,
      incentivo a
      piratare.Il drm serve esattamente ad evitare la pirateria, come dire che le serrature incentivano i furti.
      Se uno, nonostante questo, è così stupido da
      mettere lo stesso il DRM, si merita tutte le
      conseguenze (oltre al pubblico
      ludibrio).chi é cosí stupido da mettere drm CHE FUNZIONANO si merita di poter vendere i propri prodotti senza farsi piratare a tradimento.Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:Non piratare un titolo (film o videogame) fino a quando non sono passati uno-due anni dall'uscita, altrimenti si ammazza l'industria dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per nessuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quanto sono idioti?
        - Scritto da: Undertaker
        Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:
        Non piratare un titolo (film o videogame) fino a
        quando non sono passati uno-due anni dall'uscita,
        altrimenti si ammazza l'industria
        dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per
        nessuno.ma ripeti sempre la stessa cosa come una macchinetta?! :D
        • angros scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          Anche la sua tirata sull'amiga... secondo me, o è un bot o è scemo.
          • krane scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: angros
            Anche la sua tirata sull'amiga... secondo me, o è
            un bot o è scemo.Quoto...E lo fa spesso nonostante gente che ai tempi c'era continui a ripetergli l'evidenza...
          • Undertaker scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: krane
            E lo fa spesso nonostante gente che ai tempi
            c'era continui a ripetergli
            l'evidenza...immagino che l'evidenza sia che NESSUNO abbia mai piratato i giochi dell'amiga e che la commodore NON sia fallita.
          • angros scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?

            immagino che l'evidenza sia che NESSUNO abbia mai
            piratato i giochi dell'amiga e che la commodore
            NON sia
            fallita.L'evidenza è che i giochi piratati per pc erano molti di più di quelli per amiga.L'evidenza è che di software per amiga ne veniva prodotto eccome, e viene prodotto ancora adesso (es: Morphos)L'evidenza è che sei idiota.
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: Undertaker
            immagino che l'evidenza sia che NESSUNO abbia mai
            piratato i giochi dell'amiga e che la commodore
            NON sia
            fallita.La XXXX ha dovuto ritirare le sue console per lo stesso motivo, vero XD? Maddai... Ma è anche vero che uno, per essere razzista, la storia non la può conoscere.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Undertaker

          Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice
          etico:

          Non piratare un titolo (film o videogame) fino a

          quando non sono passati uno-due anni
          dall'uscita,

          altrimenti si ammazza l'industria

          dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú
          per

          nessuno.

          ma ripeti sempre la stessa cosa come una
          macchinetta?!
          :DPerò non ha tutti i torti: se effettivamente non ci fosse il crack per i nuovi giochi prima di 1-2 anni dall'uscita, non ci potrebbero essere polemiche sulla mancata vendita del software dovuta alla pirateria! In un simile contesto, poi, il DRM non avrebbe nemmeno senso di esistere. Non è certo un'utopia, molte comunità di condivisione di film, musica e videogiochi adottano già un'etica del genere, così come hanno sempre fatto i siti dell'abandonware. Il problema di questo braccio di ferro non è il fatto che la pirateria uccida l'industria dell'intrattenimento (non è sucXXXXX ancora, e probabilmente mai succederà), quanto il fatto che di norma, a rimetterci, è sempre chi acquista il gioco originale!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 aprile 2010 13.25-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?

            quanto il fatto che di norma, a
            rimetterci, è sempre chi acquista il gioco
            originale!Questo è inevitabile: acquistare il gioco originale (o meglio, una licenza per un gioco originale) è assurdo, perchè si paga per ottenere in cambio un bene (la licenza) che non solo è inutile, ma nocivo (impone all'utente di accettare tutta una serie di limitazioni, senza dargli in cambio nulla)Se uno ti proponesse: "tu ti impegni a non aprire mai la finestra della tua stanza: inoltre, mi devi dare 20 euro" tu accetteresti? Accetteresti di pagare, e di farti mettere una limitazione, senza che l'altro ti dia nulla in cambio? Eppure, è quello che ti chiedono quando compri una licenza.Ovvio che chi compra tale licenza ci rimette...
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: angros

            quanto il fatto che di norma, a

            rimetterci, è sempre chi acquista il gioco

            originale!

            Questo è inevitabile: acquistare il gioco
            originale (o meglio, una licenza per un gioco
            originale) è assurdo, perchè si paga per ottenere
            in cambio un bene (la licenza) che non solo è
            inutile, ma nocivo (impone all'utente di
            accettare tutta una serie di limitazioni, senza
            dargli in cambio
            nulla)

            Se uno ti proponesse: "tu ti impegni a non aprire
            mai la finestra della tua stanza: inoltre, mi
            devi dare 20 euro" tu accetteresti? Accetteresti
            di pagare, e di farti mettere una limitazione,
            senza che l'altro ti dia nulla in cambio? Eppure,
            è quello che ti chiedono quando compri una
            licenza.

            Ovvio che chi compra tale licenza ci rimette...Tuttavia è necessario capire bene il motivo per cui siamo arrivati a queste licenze-capestro...E' fin troppo ovvio, però, che la pirateria selvaggia non potrà far altro che esasperare questa stuazione. Se tutti coloro i quali, invece di scaricare un gioco nuovo, andassero nei negozi, e si comprassero un vecchio (ma sempre buono) gioco, ad una frazione del costo di quello nuovo, e lasciassero sullo scaffale quello nuovo pieno di DRM, allora veramente le cose potrebbero cambiare. E lo stesso vale ovviamente per film e musica.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            Il problema è che poi i produttori si lamenterebbero della pirateria conunque anche se nessuno scaricherebbe, per il semplice fatto che non comprano il prodotto nuovo.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: Sgabbio
            Il problema è che poi i produttori si
            lamenterebbero della pirateria conunque anche se
            nessuno scaricherebbe, per il semplice fatto che
            non comprano il prodotto
            nuovo.Beh, i publisher ed i produttori forse non potrebbero più dare la colpa alla pirateria, in quel caso! E smetterebbero di usare DRM e protezioni assurde ed invasive (per inciso: io odio Steam!)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            Steam lo trovo assurdo, i giochi che usano sta protezione...devo installarmi un catafalco di client per giocare! Però è anche un ottimo negozio.
          • ptr scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            Io ho preso un gioco che ti da Steam (Football Manager 2010), però ti permette di installare il client con il vincolo della connessione sempre attiva (ma di contro ti offre contenuti scaricabili in più, aggiornamenti più veloci e altre cose del genere) oppure di metterlo stand alone.
          • krane scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: Sgabbio

            Il problema è che poi i produttori si

            lamenterebbero della pirateria conunque anche se

            nessuno scaricherebbe, per il semplice fatto che

            non comprano il prodotto nuovo.
            Beh, i publisher ed i produttori forse non
            potrebbero più dare la colpa alla pirateria, in
            quel caso! E smetterebbero di usare DRM e
            protezioni assurde ed invasive (per inciso: io
            odio Steam!)E rinunciare all'equo compenso ? E chi glie lo farebbe fare quando basta inventarsi che la pirateria esiste ancora ?
          • angros scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?

            Se tutti coloro i quali, invece
            di scaricare un gioco nuovo, andassero nei
            negozi, e si comprassero un vecchio (ma sempre
            buono) gioco, ad una frazione del costo di quello
            nuovo, e lasciassero sullo scaffale quello nuovo
            pieno di DRM, allora veramente le cose potrebbero
            cambiare. E lo stesso vale ovviamente per film e
            musica.No, l contrario: il vero problema, infatti, non è tanto il prezzo, quanto la durata assurda del diritto d'autore. Se il diritto d'autore durasse un anno o due, non ci sarebbe quasi pirateria, e inoltre i prezzi non potrebbero salire troppo (altrimenti tutti aspetterebbero).Ma, finchè si continua a guadagnare dalla vendita dei prodotti vecchi, le major non molleranno mai; è proprio il prodotto vecchio che non deve essere comprato, per nessun motivo: altrimenti, il venditore non lo mollerà mai, e nemmeno produrrà prodotti decenti (perchè dovrebbe, se tanto vive di rendita? e il prodotto vecchio non costa più nulla, a loro)Perchè mai dovrei pagare, ad esempio, per un brano di de Andrè? Non pago certo il lavoro dell'autore... e allora cosa pago? Pago solo un pizzo a dei parassiti. Quindi, niente soldi.
      • angros scrive:
        Re: Ma quanto sono idioti?
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: angros

        Non impareranno mai? Bisogna essere ben cretini

        per mettere il DRM, quando le conseguenze sono

        ormai sotto gli occhi di tutti, da anni:

        poter guadagnare soldi per il proprio lavoroFacendo diminuire le vendite, perchè il gioco originale non funziona bene quanto quello piratato?Questa è idiozia, perchè ottiene solo l'effetto contrario; comunque, meglio così: o imparano, facendosi male, o non imparano, e falliscono; in entrambi i casi non produrranno più drm.
        : le
        protezioni per le console funzionano ed é il
        settore che vende di
        piú.Le protezioni per console vengono craccate, e le console che vengono craccate più facilmente poi vendono di più (perchè il cliente medio dice "compro quella che si può craccare, così posso avere i giochi gratis")Una console assolutamente non craccabile (tanto che ancora adesso non si trovano i giochi pirata, nemmeno sui siti di abandonware) era qualla basata sul laserdisc: i contenuti multimediali erano analogici, e quindi era quasi impossibile piratarli: nemmeno il MAME (che pure riesce a far andare qualsiasi cosa, inclusi i giochi da bar, che in teoria sarebbero impossibili da piratare, perchè usano hardware fatto su misura, ma che in realtà girano sotto MAME) può far andare i giochi in laserdisc.Risultato? Un flop completo, solo 2 (due) giochi realizzati: Dragon's Lair, e Space Ace. Poi l'oblio.


        nessuna

        protezione, pessima pubblicità, un mucchio di

        spese in più, disagi per gli utenti paganti,

        incentivo a
        piratare.

        Il drm serve esattamente ad evitare la pirateria,
        come dire che le serrature incentivano i
        furti.Un DRM craccato non impedisce la pirateria, e il DRM viene spesso craccato pochi giorni dopo l'uscita.Non ho mai visto nessuno dire "compro il gioco perchè non sono riuscito a craccarlo" (anche perchè hai tutto il tempo che vuoi per provarci)E se il DRM mi crea anche il minimo fastidio, beh... la versione pirata non ha quei problemi, e risparmio pure i soldi.


        Se uno, nonostante questo, è così stupido da

        mettere lo stesso il DRM, si merita tutte le

        conseguenze (oltre al pubblico
        ludibrio).

        chi é cosí stupido da mettere drm CHE FUNZIONANOI DRM non funzionano. MAI!Nessuno è mai riuscito a metterne uno che funziona, per un motivo semplicissimo (ma comunque troppo difficile da capire per le menti ritardate dei sostenitori del DRM): se posso vederlo, posso copiarlo.
        si merita di poter vendere i propri prodotti
        senza farsi piratare a
        tradimento.No, si merita di fare una figuraccia, e di abbandonare per sempre il settore digitale, perchè dimostra di non capirne nulla.
        Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:
        Non piratare un titolo (film o videogame) fino a
        quando non sono passati uno-due anni dall'uscita,
        altrimenti si ammazza l'industria
        dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per
        nessuno.La pirateria ha un codice etico: ognuno, sul suo computer, è sovrano, e chi cerca di limitare la mia libertà è un nemico. Il DRM mi crea dei danni, perciò quando è sul mio computer, io lo analizzo e lo cancello, poi insegnerò a quanta più gente possibile a fare lo stesso.Se l'industria dell'intrattenimento mette il DRM, è nostra nemica, e deve essere distrutta: ci interessa di più la nostra libertà di usufruire di quanto già esiste, piuttosto che (forse) la realizzazione di giochi nuovi. ci sono solo 2 modi per liberarsi dagli hacker il primo e' liberarsi dei computer e dei telefoni ... il secondo e' dargli cio' che vogliono, cioè libero acXXXXX a TUTTE le informazioni. Finchè non accadrà una di queste due cose, gli hacker continueranno (Ultimate beginners guide to hacking and phreaking)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          A dire il vero su laser disc sono usciti più di due giochi, mi sembra che la Taito abbia fatto alcuni giochi su quel supporto, come Time Gal :D
          • Frank Durelli scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: Sgabbio
            A dire il vero su laser disc sono usciti più di
            due giochi, mi sembra che la Taito abbia fatto
            alcuni giochi su quel supporto, come Time Gal
            :Duscirono anche altri giochi su laserdisc.. uno con protagonista lupin III e un'altro della williams di cui non ricordo il nome che era un misto tra laserdisc e computergrafica... guidavi una moto che seguiva un percorso su laserdisc... ed eri in gara con altre moto... era divertente!!.. poi uscirono anche altri ma mi dovrei spremere davvero per ricordarli tutti!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            Non c'è una lista ?
          • mura scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            - Scritto da: Sgabbio
            Non c'è una lista ?Tanto per farti un'idea puoi guardare la lista dei giochi supportati da daphne (emulatore di laser disc):http://www.daphne-emu.com/site3/screenshot.phpPoi non so se ne esistono altri
        • Undertaker scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          - Scritto da: angros
          Le protezioni per console vengono craccate, e le
          console che vengono craccate più facilmente poi
          vendono di più (perchè il cliente medio dice
          "compro quella che si può craccare, così posso
          avere i giochi
          gratis")Per la PS3 non cé il crack e mi sembra che venda eccome.Anche sky non si riesce a craccarlo e fa un sacco di soldi, certo senza rimpiangere i tempi del drm debole di Tele+ che tutti copiavano e piratavano, fino a quando Tele+ ha dovuto chiudere e svendere per due soldi.
          Una console assolutamente non craccabile (tanto
          che ancora adesso non si trovano i giochi pirata,
          nemmeno sui siti di abandonware) era qualla
          basata sul laserdisc: i contenuti multimediali
          Risultato? Un flop completo, solo 2 (due) giochi
          realizzati: Dragon's Lair, e Space Ace. Poi
          l'oblio.quei giochi erano il gran mogol della sfiga: dovevi vederti un cartone animato ed ad un certo punto premere il pulsante o muovere il joystick, hanno fatto fiasco perché, finita la novitá hanno stufato.
          E se il DRM mi crea anche il minimo fastidio,
          beh... la versione pirata non ha quei problemi, e
          risparmio pure i
          soldi.anche rubare le auto dá meno problemi che comprarlevedo che hai proprio l'etica di uno zingaro pappone che manda i figli ad elemosinare
          I DRM non funzionano. MAI!
          Nessuno è mai riuscito a metterne uno che
          funziona, per un motivo semplicissimo (maLa playstation3 non si cracca, sky nemmeno e fanno un sacco di soldi
          comunque troppo difficile da capire per le menti
          ritardate dei sostenitori del DRM): se posso
          vederlo, posso
          copiarlo.Avatar, grazie agli occhiali 3d non si é potuto registrarlo a tradimento con la telecamerina ed ha fatto un pozzo di soldi: se si fosse permesso a voi zingari senza etica di filmarlo e metterlo su torrent avrebbe incassato la metá.
          No, si merita di fare una figuraccia, e di
          abbandonare per sempre il settore digitale,
          perchè dimostra di non capirne
          nulla.Tu che capisci tutto cosa faresti per vendere un videogioco che é costato milioni produrre ?

          Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice
          etico:
          La pirateria ha un codice etico: ognuno, sul suo
          computer, è sovrano, e chi cerca di limitare la
          mia libertà è un nemico. Il DRM mi crea dei
          danni, perciò quando è sul mio computer, io lo
          analizzo e lo cancello, poi insegnerò a quanta
          più gente possibile a fare lo
          stesso.Hai proprio l'etica di uno zingaro che rubacchia quello che vuole e considera gli antifurti come tu consideri i DRM.
          Se l'industria dell'intrattenimento mette il DRM,
          è nostra nemica, e deve essere distrutta: ciSei un pazzo
          • 444 scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            Sai che avatar era nelle sale anche nel classico 2D? la tua teoria fa un po' acqua da tutte le parti. E la ps3 non ha forse venduto meno del wii, che si può crackare? E la ps1, che crackavano tutti, non ha forse dominato il mercato a suo tempo?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            E uno dei tanti "pirate hates" che ci sono in rete che dicono assurdità incredibili.
          • angros scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            Ma ne avesse detta una giusta! Solo una, non chiedo tanto.Undertaker è un bugiardo patologico, non è capace di dire una sola cosa vera, nemmeno per sbaglio.
          • angros scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?

            Per la PS3 non cé il crack e mi sembra che venda
            eccome.E le altre vendono di più.

            Anche sky non si riesce a craccarlo e fa un sacco
            di soldi, certo senza rimpiangere i tempi del drm
            debole di Tele+ che tutti copiavano e piratavano,
            fino a quando Tele+ ha dovuto chiudere e svendere
            per due
            soldi.Tele+ è diventata parte di Sky, non ha chiuso.
            anche rubare le auto dá meno problemi che
            comprarleRubare significa toglierle a un altro: piratare un gioco non lo toglie a un altro.
            vedo che hai proprio l'etica di uno zingaro
            pappone che manda i figli ad
            elemosinareVedo che hai proprio l'intelligenza di uno scarafaggio, commetti sempre gli stessi errori e ripeti le stesse mosse.


            I DRM non funzionano. MAI!

            Nessuno è mai riuscito a metterne uno che

            funziona, per un motivo semplicissimo (ma

            La playstation3 non si cracca, sky nemmenoE i film si vedono in streaming, quindi a che mi serve craccare sky?


            comunque troppo difficile da capire per le menti

            ritardate dei sostenitori del DRM): se posso

            vederlo, posso
            copiarlo.

            Avatar, grazie agli occhiali 3d non si é potuto
            registrarlo a tradimento con la telecamerina Peccato che io me lo sono visto su Megavideo un mese fa, quindi evidentemente ci sono riusciti eccome!
            ha fatto un pozzo di soldi: se si fosse permesso
            a voi zingari senza etica di filmarlo e metterlo
            su torrent avrebbe incassato la
            metá.C'è già da un pezzo su torrent.


            No, si merita di fare una figuraccia, e di

            abbandonare per sempre il settore digitale,

            perchè dimostra di non capirne
            nulla.

            Tu che capisci tutto cosa faresti per vendere un
            videogioco che é costato milioni produrre
            ?Non spenderei milioni per produrre un videogioco, lo farei spendendo meno.


            Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice

            etico:


            La pirateria ha un codice etico: ognuno, sul suo

            computer, è sovrano, e chi cerca di limitare la

            mia libertà è un nemico. Il DRM mi crea dei

            danni, perciò quando è sul mio computer, io lo

            analizzo e lo cancello, poi insegnerò a quanta

            più gente possibile a fare lo
            stesso.

            Hai proprio l'etica di uno zingaro che rubacchia
            quello che vuole e considera gli antifurti come
            tu consideri i
            DRM.Furto? il furto consiste nel vendere e pretendere di rimanere padroni di ciò che hai venduto.La tua etica è quella di un piccolo criminale che considera giusto pagare e riscuotere il pizzo, e che se la fa addosso se qualcuno lo contesta.


            Se l'industria dell'intrattenimento mette il
            DRM,

            è nostra nemica, e deve essere distrutta: ci

            Sei un pazzoTu sei un bugiardo, un ignorante e un idiota.
          • LoLLo scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?

            Almeno non è razzista.Qualche problema contro i razzisti?No perchè mi sembri alquanto intollerante!IPOCRITA!p.s.gli zingari li odiano tutti.
        • mura scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          - Scritto da: angros
          Una console assolutamente non craccabile (tanto
          che ancora adesso non si trovano i giochi pirata,
          nemmeno sui siti di abandonware) era qualla
          basata sul laserdisc: i contenuti multimediali
          erano analogici, e quindi era quasi impossibile
          piratarli: nemmeno il MAME (che pure riesce a far
          andare qualsiasi cosa, inclusi i giochi da bar,
          che in teoria sarebbero impossibili da piratare,
          perchè usano hardware fatto su misura, ma che in
          realtà girano sotto MAME) può far andare i giochi
          in
          laserdisc.

          Risultato? Un flop completo, solo 2 (due) giochi
          realizzati: Dragon's Lair, e Space Ace. Poi
          l'oblio.Prova a dare un'cchiata ai giochi supportati dal daphne emulator giusto per farti capire che ne fecero ben più di due (ah di Dragon's Lair ne han fatti ben due oltre a Space ace e siamo già a tre).Non ne fecero tantissimi questo è vero ma definirli un flop mi pare esagerata come cosa, più che altro qui in italia non ne arrivarono granchè quello si.Ah e ancora, il MAME non è l'unico emulatore al mondo, se la tua conoscenza si ferma li allora mi viene da dirti di non parlare di cose che non sai.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?
            E come dire che il mega drive ha fallito perchè il mame non lo emula :D
      • Owli scrive:
        Re: Ma quanto sono idioti?
        In realtà a quanto sò le console che vendono di più sono NDS,Wii e xBox360 proprio perchè la PS3 fino a poco tempo fà non erano riusciti a crackarla (per NDS ci sono le flashcart,per Wii mi pare che ci sia la stessa cosa come per xBox360).Più che altro bisogna vedere come la Bioware stia vendendo tantissimo senza dover fare tutte queste pippe mentali varie,infatti Dragon Age e Mass Effect 2 a quanto sò (ma magari mi sbaglio) hanno venduto ben di più di Assassin's Creed 2...ma ripeto magari mi sbaglio (ma sta guadagnando comunque tanto la Bioware). Stessa cosa ha sempre fatto la Blizzard alla fin fine.Poi sul discorso pirateria c'è anche da dire che alla fin fine oramai non esistono più le demo dei giochi,e quindi non puoi neanche provarli all'inizio e devi andarli a comprare "alla cieca"...ed ecco che aumenta la pirateria,in fondo pure gli autori di Zeno Clash hanno difeso la cosa "scaricate pure il gioco per provarlo,ma se vi piace davvero fateci il favore di comprarlo" ed io lo ho fatto con Borderlands.
        • Ultraman82 scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          - Scritto da: Owli
          Poi sul discorso pirateria c'è anche da dire che
          alla fin fine oramai non esistono più le demo dei
          giochi,e quindi non puoi neanche provarli
          all'inizio e devi andarli a comprare "alla
          cieca"...ed ecco che aumenta la pirateriaQuello che dico io da sempre.A me non mi è mai piaciuto acquistare giochi "alla cieca".Metti che tutto contento vada a prendere un gioco (facciamo DS) che FORSE è bello (magari il titolo accattivante, le immagini/video trovati in rete interessanti, ecc...). Poi vado a prenderlo, lo avvio e mi ritrovo con la classica "cagata pazzesca" (90 minuti di applausi). Magari potrebbe avere controlli e motore di gioco "legnosi", poche opzioni, gameplay scarso. E alla fine mi ritrovo con un gioco che non userò mai.
          pure gli autori di Zeno Clash hanno difeso
          la cosa "scaricate pure il gioco per provarlo,ma
          se vi piace davvero fateci il favore di
          comprarlo" ed io lo ho fatto con
          Borderlands.Io faccio anche questo.Grazie agli emulatori per Game Boy Advance e DS, sono il fiero possessore di 7 giochi jap 7 per GBA e 9 per DS (6 europei e 3 jap).
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Ma quanto sono idioti?
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: angros

        Non impareranno mai? Bisogna essere ben cretini

        per mettere il DRM, quando le conseguenze sono

        ormai sotto gli occhi di tutti, da anni:

        poter guadagnare soldi per il proprio lavoro: le
        protezioni per le console funzionano ed é il
        settore che vende di
        piú.Solo la PS3 regge ancora. Guardati quante PS3 hanno venduto e compara col numero di Wii e XBOX360... La PSP si può con un po' di difficoltà, per il DS bastano 15 euro di spesa più una microSD. Ma perché PS1 e PS2 hanno venduto molto più di PS3?
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma quanto sono idioti?
      - Scritto da: angros
      Non impareranno mai? Bisogna essere ben cretini
      per mettere il DRM, quando le conseguenze sono
      ormai sotto gli occhi di tutti, da anni: nessuna
      protezione, pessima pubblicità, un mucchio di
      spese in più, disagi per gli utenti paganti,
      incentivo a
      piratare.A me il DRM (di Apple) non mai causato il benché minimo problema.Questo dimostra che la qualità è nella testa.
      • angros scrive:
        Re: Ma quanto sono idioti?

        A me il DRM (di Apple) non mai causato il benché
        minimo
        problema.Tu avresti piratato, in assenza del DRM? No? Allora il DRM è inutile.Chi vuole piratare, viene fermato dal DRM Apple? No, XXXXXXXXXka. Il DRM è doppiamente inutile.Chi vuole installarsi un programma non previsto dall'App Store, è infastidito dal DRM? Sì. Il DRM è dannoso.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma quanto sono idioti?
          - Scritto da: angros

          A me il DRM (di Apple) non mai causato il benché

          minimo

          problema.

          Tu avresti piratato, in assenza del DRM? No?
          Allora il DRM è
          inutile.Io NON HO PIRATATO, ma altri si, quindi il DRM è utile.
          Chi vuole piratare, viene fermato dal DRM Apple?
          No, XXXXXXXXXka. Il DRM è doppiamente
          inutile.Utilissimo invece, visto che chi XXXXXXXXXka si ritrova uno strumento che non funziona bene come quello pulito.
          Chi vuole installarsi un programma non previsto
          dall'App Store, è infastidito dal DRM? Sì.NO!
          Il DRM
          è
          dannoso.Certo, come le guardie sono dannose per i ladri.
          • angros scrive:
            Re: Ma quanto sono idioti?


            Chi vuole piratare, viene fermato dal DRM Apple?

            No, XXXXXXXXXka. Il DRM è doppiamente

            inutile.
            Utilissimo invece, visto che chi XXXXXXXXXka si
            ritrova uno strumento che non funziona bene come
            quello
            pulito.Che malfunzionamenti ha?


            Chi vuole installarsi un programma non previsto

            dall'App Store, è infastidito dal DRM? Sì.

            NO!Che reazione! Puoi argomentare meglio?Supponi che io voglia installarmi NS Basic, o BasicMatrix: come faccio, senza XXXXXXXXX?
  • amarezza scrive:
    Tra Drm e uso truffaldino di dlc
    Ubisoft ormai merita solo di essere boicottata. Tagliano l'intero capitolo di AC 2 e lo rivendono come dlc così come il finale di prince of persia. Drm invasivi ed ora si mettono pure a tagliare pezzi di gameplay come pare con l'ultimo splinter cell dove Sam Fisher non può raccogliere i cadaveri per nasconderli perchè non hanno avuto tempo di inserire la caratteristica nel gioco. In compenso hanno gia annunciato che uscirà un dlc dove Fisher potra spostare le sue vittime come negli altri capitoli del gioco.
  • ephestione scrive:
    già 3 settimane fa....
    è ormai dal primo di aprile (e non era un pesce) che uno zelante utente di un forum russo ha rilasciato un server offline con un database di chiavi, che permette, dopo opportuna modifica del file "hosts", di giocare ad assassin's creed 2 senza dover installare alcun crack.Mi sembra strano che skidr0w abbia fatto dichiarazioni simili ora, e che l'autore non abbia riportato la relativa notizia di 3 settimane fa
    • mios scrive:
      Re: già 3 settimane fa....
      Skidrow ha ERADICATO il drm.è diverso.non devi collegarti a ubi, non devi collegarti in russia, puoi anche NON avere un modem 33.6come quando dopo 1-2 anni molti giochi vengono patchati (dalla stessa casa produttrice) eliminando qualsiasi sistema di protezione (come avvenne per esempio per Quake II.e come si spera farà Ubi prima di fallire per tutti i giochi che ha intenzione di "proteggere".c'eravamo tolti dalle scatole starforce, si sono inventati sto coso.
      • DarkOne scrive:
        Re: già 3 settimane fa....
        - Scritto da: mios
        Skidrow ha ERADICATO il drm.

        è diverso.

        non devi collegarti a ubi, non devi collegarti in
        russia, puoi anche NON avere un modem
        33.6

        come quando dopo 1-2 anni molti giochi vengono
        patchati (dalla stessa casa produttrice)
        eliminando qualsiasi sistema di protezione (come
        avvenne per esempio per Quake
        II.

        e come si spera farà Ubi prima di fallire per
        tutti i giochi che ha intenzione di
        "proteggere".

        c'eravamo tolti dalle scatole starforce, si sono
        inventati sto
        coso.Infatti è incredibile...starforce non ha insegnato proprio nulla a questa gentaccia.E ribadisco ancora, invece di spendere tanti e tanti soldi in nuovi DRM, non possono risparmiarli e abbassare il prezzo di vendita? Mah...
  • M.R. scrive:
    Per fortuna ho letto l' articolo...
    .... avevo intenzione di comprare Settlers 7, ma non avevo idea che avessero avuto l'idea "geniale" di implementare questa inutile protezione anche in questo gioco.Ho risparmiato un po' di soldi (anche se mi dispiace per il gioco).Penso che presto si dovranno rimangiare l' affermazione che questa protezione via internet sia qui per restare.
    • krane scrive:
      Re: Per fortuna ho letto l' articolo...
      - Scritto da: M.R.
      .... avevo intenzione di comprare Settlers 7, ma
      non avevo idea che avessero avuto l'idea
      "geniale" di implementare questa inutile
      protezione anche in questo gioco.
      Ho risparmiato un po' di soldi (anche se mi
      dispiace per il gioco).A me dispiace per usbisfot, al gioco non rinuncio.
      Penso che presto si dovranno rimangiare l'
      affermazione che questa protezione via internet
      sia qui per restare.Oppure falliranno, sperando che il brand di settlers sia preso da qualcun altro, senno' pazienza...
      • panda rossa scrive:
        Re: Per fortuna ho letto l' articolo...
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: M.R.

        .... avevo intenzione di comprare Settlers 7,

        Oppure falliranno, sperando che il brand di
        settlers sia preso da qualcun altro, senno'
        pazienza...Settlers e' una delle poche serie che posseggo in originale fin dalla prima uscita.Ho settlers per Amiga: scatola con manuali e 3 dischetti bluSettler 2 e settler 2 gold, su CD ROM per PCDi settler 3 ho addirittura 2 copie, una in scatola e una in bundle, e tutte le espansioni.E ho comprato perfino le action figures che ho trovato su ebay anni fa: 4 pupazzetti che rappresentano il romano, il giapponese, l'egiziano e l'amazzone con l'arco.E infine settlers 4.Poi ho smesso di acquistarli perche' e' cambiata la giocabilita'.Tanto i precedenti riesco a farli girare tutti sul mio computer, tra emulatori e dosbox, e quindi di ore di gioco me ne garantiscono ancora parecchie.Settlers 7 non mi manchera' di certo.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Per fortuna ho letto l' articolo...
      contenuto non disponibile
    • lFsMcHIT scrive:
      Re: Per fortuna ho letto l' articolo...
      http://www.radiodigitalchile.com/autoinsurance.php auto insurance :P http://www.myspace-safety.org/auto-insurance-quotes.aspx auto insurance quotes
      :-(( http://www.ambermadison.tv/ infinity auto insurance
      :DD http://www.roomofzen.com/businessinsurancerates.html business insurance quotes 1815
  • Andreabont scrive:
    Incredibile
    Non avrei mai immaginato di dover usare una crack per poter giocare con il gioco ORIGINALE....Non lo prendo e non lo prenderò, anche perchè ho una consolle, ma il concetto è quello: se lo compri e vuoi giocare senza problemi... usa la crack...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Incredibile
      Per non parlare della miopia della della UBISOFT che ha annuciato altri giochi con questa protezione.E' chiaro che vogliono far fallire il gioco su pc.
      • Pinco Palla scrive:
        Re: Incredibile
        - Scritto da: Sgabbio
        Per non parlare della miopia della della UBISOFT
        che ha annuciato altri giochi con questa
        protezione.

        E' chiaro che vogliono far fallire il gioco su pc.Vogliono fallire loro...
      • Undertaker scrive:
        Re: Incredibile
        - Scritto da: Sgabbio
        Per non parlare della miopia della della UBISOFT
        che ha annuciato altri giochi con questa
        protezione.
        E' chiaro che vogliono far fallire il gioco su pc.Secondo te un'azienda spende milioni per sviluppare un titolo per vederselo piratare spudoratamente ?É chiaro che finché ci sará pirateria ci saranno contromisure.Se queste contromisure funzionano male é un problema tecnico, ma questo non tocca il diritto dei produttori di proteggere i loro titoli.Il gioco su pc sta fallendo perché i drm non funzionano; su amiga la situazione era la stessa (ingigantita dalla mancanza di leggi sul diritto d'autore esteso al software) e l'amiga ha chiuso.Su console i drm funzionano bene ed é il settore che vende di piú.Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:Non piratare un titolo (film o videogame) fino a quando non sono passati uno-due anni dall'uscita, altrimenti si ammazza l'industria dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per nessuno.
        • angros scrive:
          Re: Incredibile

          Secondo te un'azienda spende milioni per
          sviluppare un titolo per vederselo piratare
          spudoratamente
          ?Ha solo da spendere di meno, e ridurre gli sprechi. Quanto credi che sia costato già solo il DRM (soldi buttati nel XXXXX, perchè ha fatto più danno che altro)
          É chiaro che finché ci sará pirateria ci saranno
          contromisure.È chiaro che finchè si prosegue con limitazioni assurde, tipo proibire la copia, la gente non le accetterà e le infrangerà; chiamala pirateria, se vuoi, ma non cambia nulla.
          Se queste contromisure funzionano male é un
          problema tecnico, ma questo non tocca il diritto
          dei produttori di proteggere i loro
          titoli.E non toglie il diritto degli utenti di proteggere sè stessi, annientando tali contromisure.
          Il gioco su pc sta fallendo perché i drm non
          funzionano; su amiga la situazione era la stessa
          (ingigantita dalla mancanza di leggi sul diritto
          d'autore esteso al software) e l'amiga ha
          chiuso.Sei scemo? Quante volte devo ripeterti che l'amiga aveva più protezioni del pc, e i produttori di ghiochi sono passati da amiga al pc; quindi, semmai questo dimostra che le protezioni (e non la loro mancanza) fanno fallire il gioco.
          Su console i drm funzionano bene ed é il settore
          che vende di
          piú.Falso, visto che le console più craccabili sono anche le più vendute.

          Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:
          Non piratare un titolo (film o videogame) fino a
          quando non sono passati uno-due anni dall'uscita,
          altrimenti si ammazza l'industria
          dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per
          nessuno.L'obbiettivo è quello: distruggere l'industria dell'intrattenimento, così non ci sarà più nessuno a voler mettere dei limiti (perchè non ci sarà più nessuno che può lucrare da essi).A quel punto, tutti i film, la musica, i giochi e i libri diventeranno di pubblico dominio, semplicemente perchè non ci sarà modo di impedirlo.
          • ruppolo scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: angros
            Falso, visto che le console più craccabili sono
            anche le più
            vendute.E questo sarebbe un vantaggio per chi?
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            Per gli utenti, in primo luogo, che possono avere i giochi gratis.E per i produttori di hardware, che ne vendono di più rispetto alla concorrenza (se tu vendi la console con drm, io vendo una console senza drm e con giochi piratabili, gli utenti cosa sceglieranno?)
          • ruppolo scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: angros
            Per gli utenti, in primo luogo, che possono avere
            i giochi
            gratis.

            E per i produttori di hardware, che ne vendono di
            più rispetto alla concorrenzaI produttori di hardware guadagno pochissimo o vanno addirittura in perdita, con l'hardware. Fa parte del gioco.Gli utenti hanno si gratis, come la storia del mulo che continuava a tirare ugualmente il carretto anche se il padrone gli dava ogni giorno meno da mangiare. Fin quando non gli ha dato più nulla, e il mulo poco dopo è morto. E lui "che peccato, ora che lo avevo abituato così bene".Questa è e sarà la fine del "tutto gratis".
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            Gli utenti hanno si gratis, come la storia del
            mulo che continuava a tirare ugualmente il
            carretto anche se il padrone gli dava ogni giorno
            meno da mangiare. Fin quando non gli ha dato più
            nulla, e il mulo poco dopo è morto. E lui "che
            peccato, ora che lo avevo abituato così
            bene".

            Questa è e sarà la fine del "tutto gratis".Forse è vero: forse non verranno più scritti altri giochi, ma....ormai ne sono già stati scritti: E non ti basterebbe la vita per giocarli tutti, nemmeno se giochi da quando ti alzi a quando vai a dormire, anche se oggi tutti smettessero di svilupparli. E indovina un po' chi ha detto questa frase?Un aiutino: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2859534&m=2860169#p2860169
          • attonito scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: angros

            Gli utenti hanno si gratis, come la storia del

            mulo che continuava a tirare ugualmente il

            carretto anche se il padrone gli dava ogni
            giorno

            meno da mangiare. Fin quando non gli ha dato più

            nulla, e il mulo poco dopo è morto. E lui "che

            peccato, ora che lo avevo abituato così

            bene".



            Questa è e sarà la fine del "tutto gratis".

            Forse è vero: forse non verranno più scritti
            altri giochi,
            ma....

            ormai ne sono già stati scritti: E non ti
            basterebbe la vita per giocarli tutti, nemmeno se
            giochi da quando ti alzi a quando vai a dormire,
            anche se oggi tutti smettessero di
            svilupparli.

            E indovina un po' chi ha detto questa frase?

            Un aiutino:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2859534&m=286Acci acci acci hai beccato ruppolo in castagna.Cosa rara, preserviamo questa perla :-)
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            ormai ne sono già stati scritti: E non ti
            basterebbe la vita per giocarli tutti, nemmeno se
            giochi da quando ti alzi a quando vai a dormire,
            anche se oggi tutti smettessero di
            svilupparli.
            però non avresti più innovazione nei giochi, nessuno avrebbe interesse a sfruttare le possibilità date dalla potenza dell'hardware grafico o dal poter inserire il 3d nei giochi.Un po' come nelle canzoni, i musicisti potrebbero finire di produrre e mettere in vendita nuovi CD perché tanto c'è ne sono un sacco in giro, poi voglio vedere però chi andrebbe ad ascoltarsi gigi d'alessio o marco carta visto che i cd degli U2 se li è già ascoltati tutti.E' la solita questione: se si vuole godere dei vantaggi dovuti ad investimenti in ricerca e sviluppo qualcuno il conto lo deve pagare.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            però non avresti più innovazione nei giochi,
            nessuno avrebbe interesse a sfruttare le
            possibilità date dalla potenza dell'hardware
            grafico o dal poter inserire il 3d nei
            giochi.Esistono giochi in 3d open source.E comunque, se si ferma questa folle corsa all'obsolescenza è un bene per tutti (non voglio dover cambiare scheda video ogni 6 mesi, perchè il gioco richiede le ultime innovazioni per poter mostrare qualche effetto ottico di cui in realtà non frega niente a nessuno)
            Un po' come nelle canzoni, i musicisti potrebbero
            finire di produrre e mettere in vendita nuovi CD
            perché tanto c'è ne sono un sacco in giro, poi
            voglio vedere però chi andrebbe ad ascoltarsi
            gigi d'alessio o marco carta visto che i cd degli
            U2 se li è già ascoltati
            tutti.Ancora con questa storia? È da quando esistono le audiocassette che lo dicono: che lo facciano! Saranno loro a fare la fame, non noi.
            E' la solita questione: se si vuole godere dei
            vantaggi dovuti ad investimenti in ricerca e
            sviluppo qualcuno il conto lo deve
            pagare.Sì, ma se io voglio quello che esiste già, non intendo pagare perchè vengano prodotte cose nuove. Se tu vuoi che vengano sviluppati nuovi giochi, o che venga scritta nuova musica, paga pure per questo: manda dei soldi all'autore (ma all'autore, non ai mediatori: e se l'autore è morto, non mandare soldi a nessuno, perchè tanto non lo farai risuscitare per fargli produrre altro); ma non aspettarti che paghi anche io, che voglio giocare ad un gioco già esistente: per quanto mi riguarda, se la produzione di nuovi giochi e di nuova musica rallenta o si ferma, non mi importa (visto ciòche producono adesso), quindi non la finanzio. E non vedo perchè questo debba limitare la mia fruizione delle opere precedenti.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            Esistono giochi in 3d open source.
            E comunque, se si ferma questa folle corsa
            all'obsolescenza è un bene per tutti (non voglio
            dover cambiare scheda video ogni 6 mesi, perchè
            il gioco richiede le ultime innovazioni per poter
            mostrare qualche effetto ottico di cui in realtà
            non frega niente a
            nessuno)
            se non frega niente a nessuno il gioco non si vende e la corsa finisce naturalmente.
            Sì, ma se io voglio quello che esiste già, non
            intendo pagare perchè vengano prodotte cose
            nuove. liberissimo di farlo. Nessuno ti punta una pistola alla tempia e chiede i tuoi soldi.
            altro); ma non aspettarti che paghi anche io, bene, pago io, ma allora non stupirti se il ragionamento: "chi paga gioca e chi non paga non gioca" prende piede.
            che
            voglio giocare ad un gioco già esistente: per
            quanto mi riguarda, se la produzione di nuovi
            giochi e di nuova musica rallenta o si ferma, non
            mi importa (visto ciòche producono adesso),
            quindi non la finanzio. E non vedo perchè questo
            debba limitare la mia fruizione delle opere
            precedenti.bene, non comprare gli ultimi CD usciti, evita i giochi che adesso stanno mettendo in commercio e accontentati dell'abbandonware e dei giochi OS.Non vedo niente di male in questo.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            se non frega niente a nessuno il gioco non si
            vende e la corsa finisce
            naturalmente.C'entra poco con il discorso che stiamo facendo.


            Sì, ma se io voglio quello che esiste già, non

            intendo pagare perchè vengano prodotte cose

            nuove.

            liberissimo di farlo. Nessuno ti punta una
            pistola alla tempia e chiede i tuoi
            soldi.E sono libero di scaricarmi anche quello che esiste già? Se accett questo, siamo a posto.


            altro); ma non aspettarti che paghi anche io,

            bene, pago io, ma allora non stupirti se il
            ragionamento: "chi paga gioca e chi non paga non
            gioca" prende piede.Si scontra con la realtà: chi non paga, si fa una copia per conto suo e gioca lo stesso (quello che accade con la pirateria). Tu non puoi impedirlo, e di fatto che vantaggio avresti, se anche tu ci riuscissi?

            bene, non comprare gli ultimi CD usciti, evita i
            giochi che adesso stanno mettendo in commercio e
            accontentati dell'abbandonware e dei giochi
            OS.
            Non vedo niente di male in questo.Il problema è che anche l'abandonware è (ufficialmente) sotto copyright. E c'è ancora gente che ha la faccia tosta di cercare di vendere programmi a 16 bit, fatti conto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Incredibile
            Se è per questo c'è anche gente che va contro l'emulazione delle console a 16 bit :D
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            Appunto: ed è per colpa di costoro, che hanno esagerato, che ormai io ritengo la pirateria giusta: gente così non merita rispetto, non merita di essere per il suo lavoro (o meglio, non-lavoro), merita solo fame e disprezzo.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            E sono libero di scaricarmi anche quello che
            esiste già? Se accett questo, siamo a
            posto.
            definisci "esiste già". Se io ed i miei amici finanziamo un gioco poi possiamo chiedere di giocarci sono noi ? O appena il gioco diventa esistente deve divenire piratabile ?

            Si scontra con la realtà: chi non paga, si fa una
            copia per conto suo e gioca lo stesso (quello che
            accade con la pirateria). Tu non puoi impedirlo,
            e di fatto che vantaggio avresti, se anche tu ci
            riuscissi?se chi non paga e pirata viene beccato, vuoi per un motivo o per un altro allora paga multe et danni, e il conto rischia di essere salato.
            Il problema è che anche l'abandonware è
            (ufficialmente) sotto copyright. E c'è ancora
            gente che ha la faccia tosta di cercare di
            vendere programmi a 16 bit, fatti
            conto.personalmente sarei favorevole ad una durata massima di 20 anni dei diritti d'autore, 20 anni che partono dalla pubblicazione dell'opera. E' assurdo che si pretenda di far pagare ancora oggi i diritti su pac-man così come però è assurdo che si pretenda di piratare i giochi ultramoderni. Si tratta di due torti che rimangono due torti e non fanno una ragione.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas

            E sono libero di scaricarmi anche quello che

            esiste già? Se accett questo, siamo a

            posto.


            definisci "esiste già". Se io ed i miei amici
            finanziamo un gioco poi possiamo chiedere di
            giocarci sono noi ? O appena il gioco diventa
            esistente deve divenire piratabile
            ?Se tu e i tuoi amici finanziate un gioco, il programmatore che lo scrive lo dà a voi, che l'avete pagato. Volete giocarci solo voi? Ci giocate solo voi. Volete passarlo ad altri? lo passate ad altri.La scelta sta a voi, e basta.Ma ora, rispondi a questo: a te, che hai avuto il gioco che volevi, importa qualcosa se ci giocano anche altri? A te non toglieranno nulla.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            Se tu e i tuoi amici finanziate un gioco, il
            programmatore che lo scrive lo dà a voi, che
            l'avete pagato. Volete giocarci solo voi? Ci
            giocate solo voi. Volete passarlo ad altri? lo
            passate ad
            altri.
            La scelta sta a voi, e basta.possiamo passarlo ad altri ponendo la condizione che partecipino alle spese del prossimo che vorremo far realizzare ?

            Ma ora, rispondi a questo: a te, che hai avuto il
            gioco che volevi, importa qualcosa se ci giocano
            anche altri? ni.
            A te non toglieranno
            nulla.ma neppure mi daranno in cambio nulla.Se ho un'idea e tu hai un'idea e le scambiamo allora abbiamo due idee a testa.Se ho un'idea e tu hai una mela e le scambiamo io ricavo una mela e tu un idea.Se io ho un'idea e tu niente e le scambiamo tu guadagni un'idea e io niente.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas

            Se tu e i tuoi amici finanziate un gioco, il

            programmatore che lo scrive lo dà a voi, che

            l'avete pagato. Volete giocarci solo voi? Ci

            giocate solo voi. Volete passarlo ad altri? lo

            passate ad

            altri.

            La scelta sta a voi, e basta.

            possiamo passarlo ad altri ponendo la condizione
            che partecipino alle spese del prossimo che
            vorremo far realizzare
            ?Certo, se loro accettano: poi loro lo passano a me, senza nessun impegno. E siamo al punto di prima.




            Ma ora, rispondi a questo: a te, che hai avuto
            il

            gioco che volevi, importa qualcosa se ci giocano

            anche altri?

            ni.


            A te non toglieranno

            nulla.

            ma neppure mi daranno in cambio nulla.E se io ti do in cambio un altro gioco? p) p) p)
            Se ho un'idea e tu hai un'idea e le scambiamo
            allora abbiamo due idee a
            testa.
            Se ho un'idea e tu hai una mela e le scambiamo io
            ricavo una mela e non perdo nulla e tu un
            idea e perdi una mela .
            Se io ho un'idea e tu niente e le scambiamo tu
            guadagni un'idea e io
            niente e non perdo niente .Fixed. Non fare il furbo: tu vuoi che io perda qualcosa (la mela) mentre tu non perdi nulla. Non funziona così: se ometti quel particolare stai cercando di imbrogliarmi.Tu non sei disposto ad un comportamento che non ti fa perdere nulla, e pretenderesti che io accettassi di perdere qualcosa (una mela, o dei soldi)?
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile


            E se io ti do in cambio un altro gioco? p) p) p)
            dipende da quanto tale gioco vale. Accetteresti di scambiare un automobile contro un pomodoro ? è equo io do una cosa a te e tu dai una cosa a me. ;)
            Fixed. Non fare il furbo: tu vuoi che io perda
            qualcosa (la mela) mentre tu non perdi nulla. Non
            funziona così: se ometti quel particolare stai
            cercando di
            imbrogliarmi.ok l'idea te la scrivo su un bel foglio di carta, poi mi dai la mela. Così tu hai la carta (e l'idea) e io la mela.
            Tu non sei disposto ad un comportamento che non
            ti fa perdere nulla, e pretenderesti che io
            accettassi di perdere qualcosa (una mela, o dei
            soldi)?perdo tempo a dirti l'idea. l'idea è gratis ma il tempo che impiego per dirtela/scrivertela costa 10.000 /ora. ;)
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas



            E se io ti do in cambio un altro gioco? p) p)
            p)


            dipende da quanto tale gioco vale. Accetteresti
            di scambiare un automobile contro un pomodoro ? è
            equo io do una cosa a te e tu dai una cosa a me.
            ;)Tu hai pagato il gioco A: io ho pagato il gioco B. Abbiamo pagato più o meno la stessa cifra. Scambio?Poi, dal momento che io ho sia il gioco A che il gioco B, li scambio entrambi con il gioco C (che magari costava il doppio, quindi in cambio do due giochi, invece di uno)


            Fixed. Non fare il furbo: tu vuoi che io perda

            qualcosa (la mela) mentre tu non perdi nulla.
            Non

            funziona così: se ometti quel particolare stai

            cercando di

            imbrogliarmi.

            ok l'idea te la scrivo su un bel foglio di carta,
            poi mi dai la mela. Così tu hai la carta (e
            l'idea) e io la
            mela.Quindi, si paga solo il supporto (il cd, ad esempio)? Allora io mi prendo il foglio di carta, tu mi fai leggere la tua idea, e me la scrivo io sul mio foglio. Così non pago nulla.


            Tu non sei disposto ad un comportamento che non

            ti fa perdere nulla, e pretenderesti che io

            accettassi di perdere qualcosa (una mela, o dei

            soldi)?

            perdo tempo a dirti l'idea. l'idea è gratis ma il
            tempo che impiego per dirtela/scrivertela costa
            10.000 /ora.E quanto tempo ci vuole per un copia/incolla? :-P
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas

            E se io ti do in cambio un altro gioco? p) p)

            p)
            dipende da quanto tale gioco vale. Accetteresti
            di scambiare un automobile contro un pomodoro ? è
            equo io do una cosa a te e tu dai una cosa a me.
            ;)Io ci sto io ci sto !!!Ho un'auto che rottamarla mi costerebbe, se mi dai un pomodoro te la do'.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: shevathas



            E se io ti do in cambio un altro gioco? p) p)


            p)


            dipende da quanto tale gioco vale. Accetteresti

            di scambiare un automobile contro un pomodoro ?
            è

            equo io do una cosa a te e tu dai una cosa a me.

            ;)

            Io ci sto io ci sto !!!
            Ho un'auto che rottamarla mi costerebbe, se mi
            dai un pomodoro te la
            do'.ok, affare fatto. Almeno mi raccatto gli incentivi per la rottamazione :P
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: shevathas



            E se io ti do in cambio un altro gioco? p)



            p) p)


            dipende da quanto tale gioco vale.


            Accetteresti


            di scambiare un automobile contro un pomodoro ?


            è equo io do una cosa a te e tu dai una cosa a


            me. ;)

            Io ci sto io ci sto !!!

            Ho un'auto che rottamarla mi costerebbe, se mi

            dai un pomodoro te la do'.
            ok, affare fatto. Almeno mi raccatto gli
            incentivi per la rottamazione
            :P...E pensi che io non mi sia gia' fatto il calcolo ?:)
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            Ma ora, rispondi a questo: a te, che hai avuto il
            gioco che volevi, importa qualcosa se ci giocano
            anche altri? A te non toglieranno
            nulla.Diciamo per comodità che il gioco costa 1000 ed io e i miei amici finanziatori siamo in 5: paghiamo 200 a testa ed abbiamo il gioco.Poi però scopro altre 5 persone che hanno piacere a giocarci e che se avessero contribuito al finanziamento avrebbero abbassato la mia quota della metà (100 a testa); loro però non hanno pagato e giocano lo stesso, grazie a me e agli altri che abbiamo pagato 200 (senza i quali il gioco non sarebbe nemmeno stato prodotto).Quindi se vuoi indirettamente a me qualcosa è stato tolto.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox



            Ma ora, rispondi a questo: a te, che hai avuto
            il

            gioco che volevi, importa qualcosa se ci giocano

            anche altri? A te non toglieranno

            nulla.

            Diciamo per comodità che il gioco costa 1000 ed
            io e i miei amici finanziatori siamo in 5:
            paghiamo 200 a testa ed abbiamo il
            gioco.

            Poi però scopro altre 5 persone che hanno piacere
            a giocarci e che se avessero contribuito al
            finanziamento avrebbero abbassato la mia quota
            della metà (100 a testa)Ma non avrebbero mai contribuito al finanziamento, quindi tale ragionamento non attacca.
            ; loro però non hanno
            pagato e giocano lo stesso, grazie a me e agli
            altri che abbiamo pagato 200 (senza i quali il
            gioco non sarebbe nemmeno stato
            prodotto).e dove hanno trovato il gioco, visto che le uniche copie le avevi tu e gli altri che hanno pagato 200? Ce le avete date voi (mettendole sul P2P, magari).Se vuoi recuperare i soldi, puoi dire: io ti do una copia per 100 (così, tu recuperi metà di quanto investito): io, con la mia copia pagata 50, faccio un'altra copia e la vendo a 25, e così via: il numero di persone aumenta, laa quota pagata da ognuno diminuisce, e in pochi mesi il gioco si trova gratis (perchè l'ultimo arrivato, che ha pagato 10 o meno, non ha nemmeno più interesse a recuperare i soldi spesi e mette il gioco online gratis)
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            Se vuoi recuperare i soldi, puoi dire: io ti do
            una copia per 100 (così, tu recuperi metà di
            quanto investito): io, con la mia copia pagata
            50, faccio un'altra copia e la vendo a 25, e così
            via: il numero di persone aumenta, laa quota
            pagata da ognuno diminuisce, e in pochi mesi il
            gioco si trova gratis (perchè l'ultimo arrivato,
            che ha pagato 10 o meno, non ha nemmeno più
            interesse a recuperare i soldi spesi e mette il
            gioco online
            gratis)domanda stupida, #1 compreresti tu la prima copia o aspetteresti ad essere l'N-esimo compratore (che paga la copia 1/N) ?domanda stupida #2, angros è il compratore della prima copia. Non appena ho incassato i soldi metto sul p2p la mia copia, a chi venderesti la tua copia ? ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2010 15.39-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            domanda stupida, #1 compreresti tu la prima copia
            o aspetteresti ad essere l'N-esimo compratore
            (che paga la copia 1/N)
            ?Mi metto d'accordo con N persone che la vogliono, facciamo una colletta e la compriamo: così, di tasca mia, tiro fuori solo 1/N

            domanda stupida #2, angros è il compratore della
            prima copia. Non appena ho incassato i soldi
            metto sul p2p la mia copia, a chi venderesti la
            tua copia ?Guarda che è esattamente quello che un programmatore può già fare adesso.Comunque, ci sono due soluzioni:1) Potrei averla comprata consorziandomi con altri, e in tal caso ho già pagato 1/N2) Potrei non averti pagato il prezzo pieno, per la mia copia, ma solo la metà: se metti sul P2P il tuo programma, ci rimetti anche tu. Se invece lo vendi a metà di quanto hai fatto pagare a me (esattamente quello che faccio anche io), puoi ancora guadagnare qualcosa.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            Mi metto d'accordo con N persone che la vogliono,
            facciamo una colletta e la compriamo: così, di
            tasca mia, tiro fuori solo
            1/N
            e gli altri ti potrebbero rispondere che è sbagliato pagare per qualcosa che vale zero, in quanto infinitamente duplicabile, e che quindi a loro non interessa. Magari aspettano che qualcuno lo condivida via p2p. :P



            domanda stupida #2, angros è il compratore della

            prima copia. Non appena ho incassato i soldi

            metto sul p2p la mia copia, a chi venderesti la

            tua copia ?

            Guarda che è esattamente quello che un
            programmatore può già fare
            adesso.(...)
            2) Potrei non averti pagato il prezzo pieno, per
            la mia copia, ma solo la metà: se metti sul P2Pnon cambia: vendo a due persone e poi immediatamente la rendo libera e gratuita via p2p e magari la vendo a prezzi ultrapopolari in edicola. Il secondo acquirente si trova ad aver speso N/2 e non poter rivendere per rientrare. Io son rientrato e forse il primo acquirente può aver recuperato parte dei soldi. Il secondo rimane con il cerino in mano.Oppure il primo compra per N/2, visto che è bravo vende subito a due persone per N/4 e poi piazza nel p2p e sono io che rimango con il cerino in mano.Cosa accettabile se N è una cifra tutto sommato trascurabile, ad esempio 50, diversamente digeribile se N è un cifrone. Tanto per dare un termine di paragone una giornata di lavoro di un programmatore senior viene a costare circa 320 /giorno. Un programma fatto da lui in un mese di lavoro (25gg) siamo circa a 8.000.Tanto per rendersi conto delle cifre in gioco.Forse il sistema delle grosse software house di vendere il gioco a poco prezzo a molti è il sistema migliore per rientrare dagli investimenti e guadagnarci qualcosa.Che poi vogliano spremere ad oltranza i limoni sono d'accordo con te, ma questo non rende di certo la pirateria meno illecita.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas

            Mi metto d'accordo con N persone che la
            vogliono,

            facciamo una colletta e la compriamo: così, di

            tasca mia, tiro fuori solo

            1/N


            e gli altri ti potrebbero rispondere che è
            sbagliato pagare per qualcosa che vale zero, in
            quanto infinitamente duplicabile, e che quindi a
            loro non interessa.E allora non lo compra nessuno, e il programmatore abbassa il prezzo (o non vende).Se il programma non interessa, del resto, è inevitabile.
            Magari aspettano che qualcuno
            lo condivida via p2p.
            :PSignifica che non gli interessava poi così tanto.






            domanda stupida #2, angros è il compratore
            della


            prima copia. Non appena ho incassato i soldi


            metto sul p2p la mia copia, a chi venderesti
            la


            tua copia ?



            Guarda che è esattamente quello che un

            programmatore può già fare

            adesso.
            (...)

            2) Potrei non averti pagato il prezzo pieno, per

            la mia copia, ma solo la metà: se metti sul P2P

            non cambia: vendo a due persone e poiMa alla seconda persona devi già far pagare di meno di quanto hai fatto pagare a me: altrimenti, comprerà da me. Quindi vendendo a due persone e poi iniziando a regalare ti freghi comunque da solo.
            Cosa accettabile se N è una cifra tutto sommato
            trascurabile, ad esempio 50, diversamente
            digeribile se N è un cifrone. Tanto per dare un
            termine di paragone una giornata di lavoro di un
            programmatore senior viene a costare circa 320
            /giorno. Un programma fatto da lui in un mese di
            lavoro (25gg) siamo circa a
            8.000.
            Tanto per rendersi conto delle cifre in gioco.200 persone, siamo già a 40 euro.

            Forse il sistema delle grosse software house di
            vendere il gioco a poco prezzo a molti è il
            sistema migliore per rientrare dagli investimenti
            e guadagnarci
            qualcosa.Forse... ma forse no, perchè ha troppi effetti collaterali, in primo luogo pirateria e DRM, che sono endemici in un sistema del genere. Inoltre, tale sistema porta a codice chiuso e lock-in, che a lungo termine è devastante.
            Che poi vogliano spremere ad oltranza i limoni
            sono d'accordo con teQuesta è una conseguenza inevitabile di tale sistema: e dimostra come tale sistema sia sbagliato.
            , ma questo non rende di
            certo la pirateria meno
            illecita.È l'unica difesa possibile: e se, a lungo termine, rischia di far crollare il sistema delle licenze, secondo me è un vantaggio.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile


            E allora non lo compra nessuno, e il
            programmatore abbassa il prezzo (o non
            vende).abbassando sotto un certo valore non converrà più fare il programmatore ma il coltivatore di pomodori.
            Se il programma non interessa, del resto, è
            inevitabile.se il programma ti interessasse pagheresti il programmatore ? ;)

            Ma alla seconda persona devi già far pagare di
            meno di quanto hai fatto pagare a me: altrimenti,
            comprerà da me. Quindi vendendo a due persone e
            poi iniziando a regalare ti freghi comunque da
            solo.
            potrebbe non sapere che ho venduto a te la prima copia. potrei aver già considerato il ricarico sulla tua copia, a lui venderei senza ricarico e poi gratis. (magari ad angros vendo a 2/3 N, al secondo a 1/3 N e poi lo do gratis.

            200 persone, siamo già a 40 euro.
            quindi per pagare 40 un gioco che un programmatore senior scrive in un mese devi trovare 200 persone disposte a pagare ciascuna 400.Consideriamo trascurabili le spese di raccolta dei soldi e di coordinamento.Considera che per un gioco moderno servono molti programmatori, diciamo almeno 10 senior e 40 junior (consideralì metà del senior), almeno un responsabile di progetto e tutta la struttura di supporto per tali tizi e ti rendi conto delle cifre in ballo.

            , ma questo non rende di

            certo la pirateria meno

            illecita.

            È l'unica difesa possibile: e se, a lungo
            termine, rischia di far crollare il sistema delle
            licenze, secondo me è un
            vantaggio.c'è il rischio che insieme all'acqua sXXXXX parta via anche il bambino, cioè che la gente trovi più vantaggioso investire in piantagioni di pomodori che finanziare la produzione di software.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas
            c'è il rischio che insieme all'acqua sXXXXX parta
            via anche il bambino, cioè che la gente trovi più
            vantaggioso investire in piantagioni di pomodori
            che finanziare la produzione di software.E allora ?Ci sono due possibilita' :1) Il programmatore trova il modo di far percepire il valore del proprio prodotto, ad esempio con prezzi adeguati, con del valore aggiunto o non creando ostacoli a chi acquista originali.2) Vadano ad investire in pomodori, io mi rigioco Planetscape Torment e Jagged alliance come faccio adesso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2010 17.53-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            abbassando sotto un certo valore non converrà più
            fare il programmatore ma il coltivatore di
            pomodori.Certi programmatori farebbero bene a farlo: piuttosto che progettare sistemi di DRM e cercare il modo di sovraccaricare l'hardware per far credere che anche il nuovo computer appena acquistato sia una ciofeca (per far magari girare un gioco che, a parte la grafica migliore, non è tanto più complesso di un gioco per c64), farebbero una cosa più utile per l'umanità piantando e raccogliendo pomodori.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            Ma non avrebbero mai contribuito al
            finanziamento, quindi tale ragionamento non
            attacca.Benissimo, però poi giocano lo stesso, perché ha già pagato qualcun altro per tutti; da finanziatore divento benefattore ;) però il mio intento non era quello.

            e dove hanno trovato il gioco, visto che le
            uniche copie le avevi tu e gli altri che hanno
            pagato 200? Ce le avete date voi (mettendole sul
            P2P,
            magari).
            Ovviamente il ragionamento è semplificato: l'investitore in genere si rifà della spesa vendendo il gioco (a molto meno di 200 se è onesto e furbo, cercando di venderne più copie possibili - poi nella realtà spesso si specula sul prezzo e questo è un altro paio di maniche). Ma se un gruppo di amici fa colletta e si compra una copia del gioco e poi si mette a duplicarlo e condividerlo online, è chiaro che poi si vende di meno.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox



            Ma non avrebbero mai contribuito al

            finanziamento, quindi tale ragionamento non

            attacca.

            Benissimo, però poi giocano lo stesso, perché ha
            già pagato qualcun altro per tutti; da
            finanziatore divento benefattore ;) però il mio
            intento non era
            quello.
            E allora? Anche se non era il tuo intento, ti dà fastidio? Hai avuto esattamente quello che ti aspettavi e per cui avevi pagato... e se hai anche avvantaggiato gli altri, che male c'è?



            e dove hanno trovato il gioco, visto che le

            uniche copie le avevi tu e gli altri che hanno

            pagato 200? Ce le avete date voi (mettendole sul

            P2P,

            magari).



            Ovviamente il ragionamento è semplificato:
            l'investitore in genere si rifà della spesa
            vendendo il gioco (a molto meno di 200 se è
            onesto e furbo, cercando di venderne più copie
            possibili - poi nella realtà spesso si specula
            sul prezzo e questo è un altro paio di maniche).


            Ma se un gruppo di amici fa colletta e si compra
            una copia del gioco e poi si mette a duplicarlo e
            condividerlo online, è chiaro che poi si vende di
            meno.Lo scopo è quello: ridurre le vendite al minimo indispensabile.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            E allora? Anche se non era il tuo intento, ti dà
            fastidio? Hai avuto esattamente quello che ti
            aspettavi e per cui avevi pagato... e se hai
            anche avvantaggiato gli altri, che male
            c'è?
            Io ho avuto ciò che volevo pagandolo parecchio, perché hanno contribuito in pochi; probabilmente poi non avrò più soldi per altri investimenti futuri. Affari miei se ciò che volevo interessa solo me, ma se in realtà piace anche agli altri, perchè loro non contribuiscono?

            Lo scopo è quello: ridurre le vendite al minimo
            indispensabile.Ma senza far sì che chi ci ha investito ci rimetta: altrimenti poi non avrà più soldi da reinvestire in altri progetti e prima o poi il mercato collasserà perché nessuno potrà più permettersi di investire.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox



            E allora? Anche se non era il tuo intento, ti dà

            fastidio? Hai avuto esattamente quello che ti

            aspettavi e per cui avevi pagato... e se hai

            anche avvantaggiato gli altri, che male

            c'è?



            Io ho avuto ciò che volevo pagandolo parecchio,
            perché hanno contribuito in pochi; probabilmente
            poi non avrò più soldi per altri investimenti
            futuri.E allora non li farai, e aspetterai che li faccia qulcun altro. Nessuno ti obbliga, non è tuo dovere assoluto investire.
            Affari miei se ciò che volevo interessa
            solo me, ma se in realtà piace anche agli altri,
            perchè loro non
            contribuiscono?Perchè non è loro dovere assoluto; esattamente come non è tuo dovere. È una scelta.




            Lo scopo è quello: ridurre le vendite al minimo

            indispensabile.

            Ma senza far sì che chi ci ha investito ci
            rimetta: altrimenti poi non avrà più soldi da
            reinvestire in altri progettiMa chi gliel'ha chiesto di investire in altri progetti? Non investirà. Semplice.
            e prima o poi il
            mercato collasserà perché nessuno potrà più
            permettersi di
            investire.Lo scopo è questo: far collassare il vecchio mercato, in modo da aprire lo spazio a qualcosa di nuovo; ad esempio, ad una situazione dove non siano più necessari investimenti milionari per fare un software (quante volte è necessario spendere tempo e soldi per reinventare l'acqua calda, ad esempio, solo perchè i progetti precedenti erano chiusi? Queste situzioni verrebbero eliminate)
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            E allora non li farai, e aspetterai che li faccia
            qulcun altro. Nessuno ti obbliga, non è tuo
            dovere assoluto
            investire.
            Ok, ma chi aspetto? Chi viene dopo di me si sarà informato e vedendo la fine che ho fatto io capisce che non ne vale la pena.Certo come dici tu investire è una scelta, nessuno ti obbliga, ma se non lo fa nessuno, quale che sia la somma in gioco, non si va da nessuna parte.

            Perchè non è loro dovere assoluto; esattamente
            come non è tuo dovere. È una
            scelta.Giusto, possono scegliere se utilizzare o meno il prodotto in questione ed il nodo è: lo utilizzi e quindi contribuisci oppure non lo utilizzi e giustamente non paghi.Non vorrei dover arrivare a pagare delle tasse sulla connessione ad internet perchè si suppone che io la usi per piratare software che dovrei pagare (vedi la porcheria su CD e DVD).

            Ma chi gliel'ha chiesto di investire in altri
            progetti? Non investirà.
            Semplice.
            Esatto. Non sarà più un affare produrre giochi, dunque non se ne faranno più. Peccato, perchè le buone idee e le innovazioni tecnologiche non mi sembra che manchino.

            Lo scopo è questo: far collassare il vecchio
            mercato, in modo da aprire lo spazio a qualcosa
            di nuovo; ad esempio, ad una situazione dove non
            siano più necessari investimenti milionari per
            fare un software (quante volte è necessario
            spendere tempo e soldi per reinventare l'acqua
            calda, ad esempio, solo perchè i progetti
            precedenti erano chiusi? Queste situzioni
            verrebbero
            eliminateMi trovi d'accordissimo nel sostenere la necessità di rinnovare il mercato, soprattutto riguardo il digitale, ma non sono convinto che la tecnica del furbetto sia quella giusta. Evita piuttosto di usare il gioco e se lo facciamo tutti lo speculatore la smette di ingrassare e gli togliamo pure l'appiglio per andare in tribunale a dire: "Il mio gioco è molto diffuso, ma a causa della pirateria io sto fallendo".
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox



            E allora non li farai, e aspetterai che li
            faccia

            qulcun altro. Nessuno ti obbliga, non è tuo

            dovere assoluto

            investire.



            Ok, ma chi aspetto? Chi viene dopo di me si sarà
            informato e vedendo la fine che ho fatto io
            capisce che non ne vale la
            pena.

            Certo come dici tu investire è una scelta,
            nessuno ti obbliga, ma se non lo fa nessuno,
            quale che sia la somma in gioco, non si va da
            nessuna
            parte.È sempre stato così, in tutti i settori.




            Perchè non è loro dovere assoluto; esattamente

            come non è tuo dovere. È una

            scelta.

            Giusto, possono scegliere se utilizzare o meno il
            prodotto in questione ed il nodo è: lo utilizzi e
            quindi contribuisci oppure non lo utilizzi e
            giustamente non
            paghi.No, perchè non c'è modo di sapere se lo sto utilizzando o no (e, soprattutto, io non voglio che qualcuno lo sappia, perchè non sono affari suoi)

            Non vorrei dover arrivare a pagare delle tasse
            sulla connessione ad internet perchè si suppone
            che io la usi per piratare software che dovrei
            pagare (vedi la porcheria su CD e DVD).Non usare la connessione a internet, allora... hai detto tu " lo utilizzi e quindi contribuisci oppure non lo utilizzi e giustamente non paghi. "





            Ma chi gliel'ha chiesto di investire in altri

            progetti? Non investirà.

            Semplice.



            Esatto. Non sarà più un affare produrre giochi,
            dunque non se ne faranno più. Ne verranno prodotti di meno, solo ne verranno prodotti meno.
            Peccato, perchè le
            buone idee e le innovazioni tecnologiche non mi
            sembra che
            manchino.A me sembra di sì: gli unici giochi dove sperimentano idee nuove sono quelli in flash (o i giochini per iphone, forse)Il motivo è ovvio: se investi milioni, li investi in un modello già collaudato, che sai che vende (un racing, un fps), e non osi rischiare su un modello nuovo. La soluzione? Niente piu' fondi, e niente piu' investimenti milionari.




            Lo scopo è questo: far collassare il vecchio

            mercato, in modo da aprire lo spazio a qualcosa

            di nuovo; ad esempio, ad una situazione dove non

            siano più necessari investimenti milionari per

            fare un software (quante volte è necessario

            spendere tempo e soldi per reinventare l'acqua

            calda, ad esempio, solo perchè i progetti

            precedenti erano chiusi? Queste situzioni

            verrebbero

            eliminate

            Mi trovi d'accordissimo nel sostenere la
            necessità di rinnovare il mercato, soprattutto
            riguardo il digitale, ma non sono convinto che la
            tecnica del furbetto sia quella giusta.


            Evita piuttosto di usare il gioco No. Se lo facessi, dimostrerei di approvare il metodo "paga, o rinuncia". Dal momento che sono assolutamente contrario a tale approccio, lo rifiuto. Rinunciare non giova a nessuno (e danneggia me), quindi farlo è stupido: e le cose stupide non vanno fatte, nè incoraggiate.
            e se lo facciamo tutti E se non lo facciamo tutti? Chi lo fa ci rimette, chi non lo fa ci guadagna: quindi, per il singolo individuo, conviene di piu' non farlo; quindi, nessuno accetterà.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            È sempre stato così, in tutti i settori.
            E lo sarà anche in futuro, in un ipotetico scenario in cui il mercato sarà infine rivoluzionato; qualcuno comunque un minimo di investimento lo dovrà fare, ma se non può rientrare delle spese non lo farà. Quindi l'aver fatto questa rivoluzione non ha risolto il problema.

            No, perchè non c'è modo di sapere se lo sto
            utilizzando o no (e, soprattutto, io non
            voglio che qualcuno lo sappia, perchè non
            sono affari
            suoi)
            E qui c'è bisogno di una piccola rivoluzione mentale, prima che economica o produttiva: la mentalità del furbetto che ho accennato nel post precedente è proprio questa. La questione non è che si sappia che tu lo stai usando, ma che tu che lo stai usando hai l'onestà di riconoscere lo sforzo altrui e dai un contributo; so che è un concetto un po' utopistico, ma necessario se ti vuoi sganciare dall'attuale situazione. Se no si continua così, si continua anche con la pirateria, ma senza appellarsi al tentativo di "rivoluzione" perché senza le basi non si farà nulla.

            Non usare la connessione a internet, allora...
            hai detto tu " lo utilizzi e quindi
            contribuisci oppure non lo utilizzi e giustamente
            non
            paghi. "
            Io voglio pagare solo ciò che utilizzo effettivamente: uso il gioco e lo pago, poi uso internet (e pago la connessione) e non voglio pagare una tassa per qualcosa che ho già pagato prima.

            Ne verranno prodotti di meno, solo ne verranno
            prodotti
            meno.Se nessuno investe più, nessuno potrà più produrre; se qualcuno ci riesce, farà fatica e quindi farà di tutto per evitare che qualcuno non lo paghi; siccome l'esperienza insegna che non ci riuscirà, alla fine smetterà pure lui.

            A me sembra di sì: gli unici giochi dove
            sperimentano idee nuove sono quelli in flash (o i
            giochini per iphone,
            forse)
            Il motivo è ovvio: se investi milioni, li investi
            in un modello già collaudato, che sai che vende
            (un racing, un fps), e non osi rischiare su un
            modello nuovo. La soluzione? Niente piu' fondi, e
            niente piu' investimenti
            milionari.
            Ma si resta con i giochini in Flash o per iPhone, che possono essere divertenti, ma a te bastano? Se sì, va bene ne prendo atto, abbiamo parametri di valutazione differente.

            No. Se lo facessi, dimostrerei di approvare il
            metodo "paga, o rinuncia". Dal momento che sono
            assolutamente contrario a tale approccio, lo
            rifiuto. Rinunciare non giova a nessuno (e
            danneggia me), quindi farlo è stupido: e le cose
            stupide non vanno fatte, nè
            incoraggiate.Ma quindi, posto che anche abbassando i costi qualcuno deve pagare, chi lo fa?

            E se non lo facciamo tutti? Chi lo fa ci rimette,
            chi non lo fa ci guadagna: quindi, per il singolo
            individuo, conviene di piu' non farlo; quindi,
            nessuno
            accetterà.E si torna alla mentalità del furbetto: è ovvio che se posso fare una cosa e non pagarla perchè ho trovato la gabola, a me individuo conviene. Ciò non toglie che però posso farlo solo se qualcun altro ha pagato prima; ma alla fine anche questo "gonzo" finirà i soldi.Senza voler essere offensivo, in natura il comportamento che descrivi è quello attuato dal parassita; funziona, ma non è costruttivo ed anzi è spesso dannoso per l'ospite.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            E lo sarà anche in futuro, in un ipotetico
            scenario in cui il mercato sarà infine
            rivoluzionato; qualcuno comunque un minimo di
            investimento lo dovrà fare, ma se non può
            rientrare delle spese non lo farà.Segno che non doveva farlo. Semplice.
            E qui c'è bisogno di una piccola rivoluzione
            mentaleGià, cambiare la natura umana. Facile quanto addomesticare un pescecane.Non hai saputo produrre un solo argomento per far cambiare idea a me, quindi come pensi di innescare tale rivoluzione? Anche se tu vorresti che il mondo andasse in un certo modo, le cose non stanno così, e ignorarlo porterà alla rovina te e chi ti segue.
            , prima che economica o produttiva: la
            mentalità del furbetto che ho accennato nel post
            precedente è proprio questa. La questione non è
            che si sappia che tu lo stai usando, ma che tu
            che lo stai usando hai l'onestà di riconoscere lo
            sforzo altrui e dai un contributoNo: dal mio punto di vista è uno svantaggio fare così, sia a breve che a lungo termine. Sarei un pazzo a farlo.
            ; so che è un
            concetto un po' utopistico, ma necessario se ti
            vuoi sganciare dall'attuale situazione.Utopistico e irrealizzabile: quindi, non si farà.
            Se no si
            continua così, si continua anche con la
            pirateriaOk, finchè i produttori di contenuti non soccomberanno del tutto. Poi si cambierà, volenti o nolenti.
            , ma senza appellarsi al tentativo di
            "rivoluzione" perché senza le basi non si farà
            nulla.Prima di fondare basi nuove a volte bisogna sradicare del tutto quelle vecchie.




            Non usare la connessione a internet, allora...

            hai detto tu " lo utilizzi e quindi

            contribuisci oppure non lo utilizzi e
            giustamente

            non

            paghi. "



            Io voglio pagare solo ciò che utilizzo
            effettivamente: uso il gioco e lo pago, poi uso
            internet (e pago la connessione) e non voglio
            pagare una tassa per qualcosa che ho già pagato
            prima.Eppure, l'autore vuole essere pagato per qualcosa per cui è già stato pagato prima; quindi, per correggere la situazione, occorre correggere questo punto: chi vuole essere pagato in questo modo non deve essere pagato, e deve perdere tutto ciò che ha investito.




            Ne verranno prodotti di meno, solo ne verranno

            prodotti

            meno.

            Se nessuno investe più, nessuno potrà più
            produrre; se qualcuno ci riesce, farà fatica e
            quindi farà di tutto per evitare che qualcuno non
            lo paghi; siccome l'esperienza insegna che non ci
            riuscirà, alla fine smetterà pure
            lui.Ma intanto ha prodotto, e il suo prodotto rimane




            A me sembra di sì: gli unici giochi dove

            sperimentano idee nuove sono quelli in flash (o
            i

            giochini per iphone,

            forse)

            Il motivo è ovvio: se investi milioni, li
            investi

            in un modello già collaudato, che sai che vende

            (un racing, un fps), e non osi rischiare su un

            modello nuovo. La soluzione? Niente piu' fondi,
            e

            niente piu' investimenti

            milionari.



            Ma si resta con i giochini in Flash o per iPhone,
            che possono essere divertenti, ma a te bastano?Sì, visto che gli altri sono solo cloni di sè stessi.

            Se sì, va bene ne prendo atto, abbiamo parametri
            di valutazione
            differente.




            No. Se lo facessi, dimostrerei di approvare il

            metodo "paga, o rinuncia". Dal momento che sono

            assolutamente contrario a tale approccio, lo

            rifiuto. Rinunciare non giova a nessuno (e

            danneggia me), quindi farlo è stupido: e le cose

            stupide non vanno fatte, nè

            incoraggiate.

            Ma quindi, posto che anche abbassando i costi
            qualcuno deve pagare, chi lo
            fa?Donazioni, ad esempio.



            E se non lo facciamo tutti? Chi lo fa ci
            rimette,

            chi non lo fa ci guadagna: quindi, per il
            singolo

            individuo, conviene di piu' non farlo; quindi,

            nessuno

            accetterà.

            E si torna alla mentalità del furbetto: è ovvio
            che se posso fare una cosa e non pagarla perchè
            ho trovato la gabola, a me individuo conviene.Chi è il furbetto? Chi non vuole pagare, o chi vuol essere pagato due volte?
            Ciò non toglie che però posso farlo solo se
            qualcun altro ha pagato prima; ma alla fine anche
            questo "gonzo" finirà i
            soldi.

            Senza voler essere offensivo, in natura il
            comportamento che descrivi è quello attuato dal
            parassita; funziona, ma non è costruttivo ed anzi
            è spesso dannoso per
            l'ospite.L'"ospite" che vuol essere pagato due volte è altrettanto colpevole, e merita il danno.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            Segno che non doveva farlo. Semplice.
            Perfetto. Secondo il ragionamento seguito lungo tutto il post, abbiamo eliminato completamente tutti gli investitori. Adesso aspettiamo un benefattore che ci metterà i soldi con una donazione (perchè noi non vogliamo contribuire, giusto?), finché li avrà e ne avrà voglia; poi però magari si stufa anche lui. E noi non avremo più niente.

            Già, cambiare la natura umana. Facile quanto
            addomesticare un
            pescecane.

            Non hai saputo produrre un solo argomento per far
            cambiare idea a me, quindi come pensi di
            innescare tale rivoluzione? Anche se tu vorresti
            che il mondo andasse in un certo modo, le cose
            non stanno così, e ignorarlo porterà alla rovina
            te e chi ti
            segue.
            Certo, anche io sono realista e credo che il cambiamento umano non sia in realtà possibile, ma è condizione necessaria ad attuare una tipologia di mercato diversa da quella attuale. Non c'è un cattivo dietro le quinte che decide, è stata l'evoluzione della società (e dell'uomo) a delineare anche il mercato. Vuoi cambiare significativamente? Devi evolverti, sennò il sistema non regge e si formano falle anche nella novità.Quando il singolo penserà al bene collettivo e non solo al vantaggio personale, sarà segno di evoluzione. Utopia? Probabilmente sì, ma allora forse lo è anche l'idea di cambiare il mercato.

            No: dal mio punto di vista è uno svantaggio fare
            così, sia a breve che a lungo termine. Sarei un
            pazzo a
            farlo.Non ho capito. E' uno svantaggio riconoscere il lavoro degli altri?


            ; so che è un

            concetto un po' utopistico, ma necessario se ti

            vuoi sganciare dall'attuale situazione.

            Utopistico e irrealizzabile: quindi, non si farà.
            E quindi non cambierà nulla, il mercato rimarrà quello attuale e tu continuerai con la pirateria. Benissimo, ma non dire che lo fai per un fine diverso dal giocare gratis.

            Se no si

            continua così, si continua anche con la

            pirateria

            Ok, finchè i produttori di contenuti non
            soccomberanno del tutto. Poi si cambierà, volenti
            o
            nolenti.Dopo la crisi finanziaria internazionale di cui si è tanto parlato nel mondo negli ultimi tempi, si ipotizzava che si dovesse cambiare marcia; ora io non sono un esperto, ma non mi sembra di aver avvertito una qualche rivoluzione significativa. Poi magari mi sbaglio io.Si riuscirà a cambiare? O si ricomincerà da capo?


            , ma senza appellarsi al tentativo di

            "rivoluzione" perché senza le basi non si farà

            nulla.

            Prima di fondare basi nuove a volte bisogna
            sradicare del tutto quelle
            vecchie.
            E dopo aver sradicato devi avere qualcosa di concreto da ripiantare, altrimenti avrai anche rimosso l'erbaccia, ma ti è rimasto solamente un terreno inaridito.

            Eppure, l'autore vuole essere pagato per qualcosa
            per cui è già stato pagato prima; quindi, per
            correggere la situazione, occorre correggere
            questo punto: chi vuole essere pagato in questo
            modo non deve essere pagato, e deve perdere tutto
            ciò che ha
            investito.No l'autore (o programmatore in questo caso) è un dipendente che viene stipendiato dall'azienda che ha investito (con tutti i rischi del caso) parte del proprio capitale nel nuovo progetto. Qui nessuno è stato pagato 2 volte, al massimo (e su questo sono d'accordo) stanno esagerando a farti pagare il prodotto finale, cercando di ingrassare più di quanto dovrebbero.

            Ma intanto ha prodotto, e il suo prodotto rimaneCerto, non importa se lui è morto di fame, basta che produca.

            Sì, visto che gli altri sono solo cloni di sè
            stessi.
            Se sono semplici cloni, non dovrebbero interessare; invece si continua a scaricarli ed a giocarci, quindi del tutto inutili non sono. E chi deve creare un nuovo progetto si guarda in giro e siccome vede che c'è un sacco di gente che continua a giocarci (pagando o scaricando) crede che sia quello che la gente vuole. E ti farà un altro gioco così.Se tu non ci giochi, invece, lui magari riesce a capire che tu sei stufo e vuoi qualcosa di nuovo.

            Donazioni, ad esempio.Anche da parte tua? Oppure deve essere sempre qualcun altro?

            Chi è il furbetto? Chi non vuole pagare, o chi
            vuol essere pagato due
            volte?
            Tutti e due; infatti bisogna cambiare tutti insieme oppure rimanere tutti gli stessi.

            L'"ospite" che vuol essere pagato due volte è
            altrettanto colpevole, e merita il
            danno.Se l'ospite muore, muore anche il parassita; se si collabora, si sopravvive entrambi. Non è meglio?
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            Perfetto. Secondo il ragionamento seguito lungo
            tutto il post, abbiamo eliminato completamente
            tutti gli investitori. Adesso aspettiamo un
            benefattore che ci metterà i soldi con una
            donazione (perchè noi non vogliamo contribuire,
            giusto?), finché li avrà e ne avrà voglia; poi
            però magari si stufa anche lui. E noi non avremo
            più niente.Ti sbagli: avremo quello che è stato prodotto con la sua donazione, e che non scompare affatto.

            Certo, anche io sono realista e credo che il
            cambiamento umano non sia in realtà possibile, ma
            è condizione necessaria ad attuare una tipologia
            di mercato diversa da quella attuale. Non c'è un
            cattivo dietro le quinte che decide, è stata
            l'evoluzione della società (e dell'uomo) a
            delineare anche il mercato. Vuoi cambiare
            significativamente? Devi evolverti, sennò il
            sistema non regge e si formano falle anche nella
            novità.Punto cardine dell'evoluzione è la selezione: l'eliminazione di chi non si adatta, e la sopravvivenza degli altri.Per instaurare un nuovo mercato, bisogna quindi impedire la sopravvivenza economica di chi vuole procedere con i sistemi vecchi: costui non deve guadagnare nulla, e deve ritirarsi.



            No: dal mio punto di vista è uno svantaggio fare

            così, sia a breve che a lungo termine. Sarei un

            pazzo a

            farlo.

            Non ho capito. E' uno svantaggio riconoscere il
            lavoro degli
            altri?
            È uno svantaggio pagare per realizzare qualcosa che è già stato realizzato. Se tu hai già scritto il gioco, non ci stai più lavorando: perchè dovrei darti dei soldi?
            E quindi non cambierà nulla, il mercato rimarrà
            quello attuale e tu continuerai con la pirateria.Non ho detto che pirato, ho detto che sono favorevole alla pirateria: comunque, sì, la pirateria continuerà.
            Benissimo, ma non dire che lo fai per un fine
            diverso dal giocare gratis.Perchè dovrei dirlo? Il fine è proprio quello: giocare gratis (per me, e per tutti)
            Dopo la crisi finanziaria internazionale di cui
            si è tanto parlato nel mondo negli ultimi tempi,
            si ipotizzava che si dovesse cambiare marcia; ora
            io non sono un esperto, ma non mi sembra di aver
            avvertito una qualche rivoluzione significativa.Evidentemente la lezione non è bastata...
            Poi magari mi sbaglio
            io.

            Si riuscirà a cambiare? O si ricomincerà da capo?Appunto: occorre arrivare alla situazione in cui chi non riece a cambiare, non mangia. Così non potrà ricominciare da capo.

            E dopo aver sradicato devi avere qualcosa di
            concreto da ripiantare, altrimenti avrai anche
            rimosso l'erbaccia, ma ti è rimasto solamente un
            terreno
            inaridito.Lasci ricrescere solo quello che ti va bene (e che si troverà un mucchio di spazio libero); il Creative Commons, ad esempio.
            No l'autore (o programmatore in questo caso) è un
            dipendente che viene stipendiato dall'azienda che
            ha investito (con tutti i rischi del caso) parte
            del proprio capitale nel nuovo progetto.Sposti solo il problema: anche perchè, quando il programma è completo, il programmatore che ci sta a fare? Se ha incassato la paga, può andarsene, e io non avrò nessun rimorso, visto che è stato pagato per il suo lavoro (e non voglio dare dei soldi, perchè a chi andranno? E se vanno a lui, verrà pagato senza lavorare, e non è giusto)


            Qui nessuno è stato pagato 2 volte, al massimo (e
            su questo sono d'accordo) stanno esagerando a
            farti pagare il prodotto finale, cercando di
            ingrassare più di quanto
            dovrebbero.E sono i mediatori, non l'autore (che ha già preso il suo stipendio). Sono proprio questi mediatori che devono sparire.




            Ma intanto ha prodotto, e il suo prodotto rimane

            Certo, non importa se lui è morto di fame, basta
            che
            produca.Ha scelto lui di produrre, non l'hanno costretto.





            Sì, visto che gli altri sono solo cloni di sè

            stessi.



            Se sono semplici cloni, non dovrebbero
            interessare; invece si continua a scaricarli ed a
            giocarci, quindi del tutto inutili non sono. E
            chi deve creare un nuovo progetto si guarda in
            giro e siccome vede che c'è un sacco di gente che
            continua a giocarci (pagando o scaricando) crede
            che sia quello che la gente vuole. E ti farà un
            altro gioco
            così.A causa della pubblicità, e del fatto che i giochi vecchi vengono ritirati (e ne viene comunque ostacolata la diffusione, anche se non sono più in commercio). Togliamo i soldi per la pubblicità, togliamo i soldi per fare un altro gioco così, e la situazione cambierà.
            Se tu non ci giochi, invece, lui magari riesce a
            capire che tu sei stufo e vuoi qualcosa di
            nuovo.Ma come ca22o fa a sapere se ci gioco o no? Puoi saperlo con un coin up, o con un gioco online, non con un gioco classico.




            Donazioni, ad esempio.

            Anche da parte tua? Oppure deve essere sempre
            qualcun altro?Anche da parte mia, se il gioco è stato sviluppato solo a metà, e quello che vedo mi piace, magari contribuisco per far realizzare l'altra metà.

            Chi è il furbetto? Chi non vuole pagare, o chi

            vuol essere pagato due

            volte?



            Tutti e due; infatti bisogna cambiare tutti
            insieme oppure rimanere tutti gli
            stessi.Se io pagassi, gli altri cambierebbero? No, perchè avrebbero vantaggio a continuare così, visto che incassano. Ergo, non pago.




            L'"ospite" che vuol essere pagato due volte è

            altrettanto colpevole, e merita il

            danno.

            Se l'ospite muore, muore anche il parassita; se
            si collabora, si sopravvive entrambi. Non è
            meglio?No: se l'ospite muore, il "parassita" nemmeno se ne accorge: se smettessero di produrre nuovi giochi o nuova musica, prima di finire di giocare a tutti quelli che esistono già (e che potresti avere gratis, a questo punto), fai in tempo a diventare vecchio.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile

            Ti sbagli: avremo quello che è stato prodotto con
            la sua donazione, e che non scompare
            affatto.però sulle donazioni non ci si può fare affidamento. Non è detto che il babbo natale ci sia sempre.
            Per instaurare un nuovo mercato, bisogna quindi
            impedire la sopravvivenza economica di chi vuole
            procedere con i sistemi vecchi: costui non deve
            guadagnare nulla, e deve
            ritirarsi.il rischio è che se uccidi il vecchio mercato e non ne fai nascere uno nuovo rischi di estinguerti a tua volta.Senza considerare che anche chi tiene al vecchio mercato potrebbe evolversi in maniera tale da far fuori il maggior numero di pirati.
            È uno svantaggio pagare per realizzare qualcosa
            che è già stato realizzato. Se tu hai già scritto
            il gioco, non ci stai più lavorando: perchè
            dovrei darti dei
            soldi?
            se tu mi hai dipinto la casa, hai già lavorato, perché dovrei darti dei soldi ? (la pittura e i pennelli li metto io)in realtà in molte occasioni pretendere di pagare in anticipo è una mera utopia, se io investo in un qualcosa che sia materiale o immateriale come il progetto di un nuovo sistema di frenatura ovviamente vorrei avere un ricavo dal tempo (e dai fondi) che ho speso, ricavo che posso avere solamente quando il progetto esiste e il progetto esiste se son capace di crearlo. Potrei trovare un finanziatore ma il problema rimane, il finanziatore anticipa sperando di avere ricavi. Se la speranza di avere ricavi è zero avrai zero investimenti.Pretendere di pagare in anticipo tutto è utopistico al massimo.
            Non ho detto che pirato, ho detto che sono
            favorevole alla pirateria: comunque, sì, la
            pirateria
            continuerà.
            così come continueranno i DRM e le leggi di tutela dei diritti intellettuali.
            Appunto: occorre arrivare alla situazione in cui
            chi non riece a cambiare, non mangia. Così non
            potrà ricominciare da
            capo.magari andranno a coltivare pomodori e patate e non investiranno in cinema o musica o in auto maggiormente efficienti.

            Lasci ricrescere solo quello che ti va bene (e
            che si troverà un mucchio di spazio libero); il
            Creative Commons, ad
            esempio.
            e cosa ti garantisce che ricresca solo quello che desideri ?
            Sposti solo il problema: anche perchè, quando il
            programma è completo, il programmatore che ci sta
            a fare? Se ha incassato la paga, può andarsene, e
            io non avrò nessun rimorso, visto che è stato
            pagato per il suo lavoro (e non voglio dare dei
            soldi, perchè a chi andranno? E se vanno a lui,
            verrà pagato senza lavorare, e non è
            giusto)e se non ha ancora incassato ?
            E sono i mediatori, non l'autore (che ha già
            preso il suo stipendio). Sono proprio questi
            mediatori che devono
            sparire.
            chi paga lo stipendio all'autore o al programmatore ? o il programmatore si autofinanzia, e qui o garantisci che possa vivere dell'informatica o altrimenti andrà a coltivare pomodori e il gioco lo finirà quando ha tempo e voglia, oppure paga un mediatore. E il mediatore paga se ha possibilità di recuperare l'investimento, altrimenti compra un campo di pomodori, dove manderà a zappare i suoi programmatori.

            Ha scelto lui di produrre, non l'hanno costretto.
            semplice, se per produrre uno deve morire di fame allora non produce.
            Ma come ca22o fa a sapere se ci gioco o no? Puoi
            saperlo con un coin up, o con un gioco online,
            non con un gioco
            classico.
            che tu ci giochi di certo no, quante persone siano interessate e ci giochino è abbastanza facile stabilirlo almeno a grandi linee.

            No: se l'ospite muore, il "parassita" nemmeno se
            ne accorge:se ne accorge, di cosa campa il parassita ? crepa insieme al suo ospite.
            se smettessero di produrre nuovi
            giochi o nuova musica, prima di finire di giocare
            a tutti quelli che esistono già (e che potresti
            avere gratis, a questo punto), fai in tempo a
            diventare
            vecchio.e torniamo al discorso iniziale: smetti di ascoltare U2 e passi a sentire gigi d'alessio ?
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            però sulle donazioni non ci si può fare
            affidamento. Non è detto che il babbo natale ci
            sia
            sempre.Neanche sull'autore si può fare affidamento: non è detto che la sua vena creativa ci sia sempre.
            il rischio è che se uccidi il vecchio mercato e
            non ne fai nascere uno nuovo rischi di
            estinguerti a tua
            volta.Perchè dovrei estinguermi? Non muoio, se smettono di girare film.
            Senza considerare che anche chi tiene al vecchio
            mercato potrebbe evolversi in maniera tale da far
            fuori il maggior numero di
            pirati.E come farebbe? È impossibile.
            se tu mi hai dipinto la casa, hai già lavorato,
            perché dovrei darti dei soldi ? (la pittura e i
            pennelli li metto
            io)Ma se io ti proponessi di pagare di meno, ma tutti quelli che entrano in quella stanza (e che quindi beneficiano del mio lavoro) mi devono pagare, tu accetteresti? (E se fai entrare qualcuno senza dirmelo, io ti chiamerò ladro e pirata, perchè mi neghi il compenso per il mio lavoro). Avrebbe senso?Tu vuoi che io ti dipinga la casa? Mi paghi, poi il lavoro è fatto e nessuno paga più nulla.
            in realtà in molte occasioni pretendere di pagare
            in anticipo è una mera utopia, se io investo in
            un qualcosa che sia materiale o immateriale come
            il progetto di un nuovo sistema di frenatura
            ovviamente vorrei avere un ricavo dal tempo (e
            dai fondi) che ho speso, ricavo che posso avere
            solamente quando il progetto esiste e il progetto
            esiste se son capace di crearlo.Lo vendi ad una casa automobilistica, che grazie ad esso fabbricherà auto migliori e potrà guadagnare di più. Infatti l'auto si può vendere, perchè non è replicabile all'infinito.Anche per la musica questo sistema funzionava quando si vendevano i dischi: vendevi la musica (una volta sola, magari), e l'editore la usava per realizzare i dischi. Ma se la usi per realizzare brani Mp3, non puoi venderli, perchè non te li comprano (visto che si possono duplicare).
            così come continueranno i DRM Che vengono puntualmente craccati, e che incoraggiano ulteriormente alla pirateria.
            e le leggi di
            tutela dei diritti
            intellettuali.Che non si riescono a far rispettare, e che scricchiolano sempre di più.
            magari andranno a coltivare pomodori e patate e
            non investiranno in cinema o musica o in auto
            maggiormente
            efficienti.Sei libero di farlo: preferisco potermi vedere tutti i film già realizzati, piuttosto che sperare che qualcuno investa in film nuovi (senza nessuna garanzia che lo faccia, o che produca film che piacciono a me).Per i giochi, ad esempio, ho detto che quelli che escono adesso non mi piacciono; non avrei rimpianti, se smettessero di realizzarli.



            Lasci ricrescere solo quello che ti va bene (e

            che si troverà un mucchio di spazio libero); il

            Creative Commons, ad

            esempio.


            e cosa ti garantisce che ricresca solo quello che
            desideri ?Perchè quello che non desidero (vale a dire i contenuti con copyright) verrebbero affossati dalla pirateria una seconda volta, e non potrebbero crescere.

            Sposti solo il problema: anche perchè, quando il

            programma è completo, il programmatore che ci
            sta

            a fare? Se ha incassato la paga, può andarsene,
            e

            io non avrò nessun rimorso, visto che è stato

            pagato per il suo lavoro (e non voglio dare dei

            soldi, perchè a chi andranno? E se vanno a lui,

            verrà pagato senza lavorare, e non è

            giusto)

            e se non ha ancora incassato ? Se me lo dici, non ti credo: e se stai mentendo per farti pagare due volte? Non posso fidarmi di te, dal momento che tu non ti fidi di me (e che i tuoi predeXXXXXri hanno distrutto la mia fiducia, con il DRM e con le promesse mancate)


            E sono i mediatori, non l'autore (che ha già

            preso il suo stipendio). Sono proprio questi

            mediatori che devono

            sparire.



            altrimenti compra un campo di
            pomodori, dove manderà a zappare i suoi
            programmatori.Liberissimo di farlo.



            Ha scelto lui di produrre, non l'hanno
            costretto.


            semplice, se per produrre uno deve morire di fame
            allora non
            produce.Liberissimo di farlo.


            Ma come ca22o fa a sapere se ci gioco o no? Puoi

            saperlo con un coin up, o con un gioco online,

            non con un gioco

            classico.


            che tu ci giochi di certo no, quante persone
            siano interessate e ci giochino è abbastanza
            facile stabilirlo almeno a grandi
            linee.



            No: se l'ospite muore, il "parassita" nemmeno se

            ne accorge:

            se ne accorge, di cosa campa il parassita ? crepa
            insieme al suo
            ospite.No, si sopravvive senza problemi anche se non si ha l'ultimo cd; inoltre, tu stesso mi dicevi "se non vuoi pagare, fai a meno di ascoltarlo": nessun problema, non lo ascolterò... quando non ci sarà nessuno a produrre! Perchè mai dovrei smettere di ascoltare musica prima di tale momento?


            se smettessero di produrre nuovi

            giochi o nuova musica, prima di finire di
            giocare

            a tutti quelli che esistono già (e che potresti

            avere gratis, a questo punto), fai in tempo a

            diventare

            vecchio.

            e torniamo al discorso iniziale: smetti di
            ascoltare U2 e passi a sentire gigi d'alessio
            ?Perchè mai? Anche se gli U2 non producono più nulla, posso comunque ascoltare tutto quello che hanno già prodotto, per sempre.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile


            il rischio è che se uccidi il vecchio mercato e

            non ne fai nascere uno nuovo rischi di

            estinguerti a tua

            volta.

            Perchè dovrei estinguermi? Non muoio, se smettono
            di girare
            film.parlavo dei mercati.

            E come farebbe? È impossibile.
            basta rendere abbastanza onerosa la copia, ad esempio usando DRM decisamente forti o trasformando il software in servizio. Tu non compri più il gioco ma l'acXXXXX ai miei server per X ore. Finite le ore non giochi più.
            Ma se io ti proponessi di pagare di meno, ma
            tutti quelli che entrano in quella stanza (e che
            quindi beneficiano del mio lavoro) mi devono
            pagare, tu accetteresti? (E se fai entrare
            qualcuno senza dirmelo, io ti chiamerò ladro e
            pirata, perchè mi neghi il compenso per il mio
            lavoro). Avrebbe
            senso?
            ci starei, poi al momento di pagare ti direi: "oramai hai dipinto, cosa pretendi di più?" e ai tuoi ladro e pirata rispondo che oramai hai già speso...
            Tu vuoi che io ti dipinga la casa? Mi paghi, poi
            il lavoro è fatto e nessuno paga più
            nulla.
            e io cosa ne so' se dipingi bene o se mi fai XXXXXte ?
            Lo vendi ad una casa automobilistica, che grazie
            ad esso fabbricherà auto migliori e potrà
            guadagnare di più. Infatti l'auto si può vendere,
            perchè non è replicabile
            all'infinito.
            ma il progetto, siccome è replicabile all'infinito, secondo la tua logica no. Secondariamente supponiamo che lo venda alla Fiat, logicamente la Fiat se paga gradirebbe che non lo regalassi alla Ford e alla Mazda. Quindi il sig. Fiat cosa farebbe: o aspetta che io lo regali a qualcuno oppure si consorzia con Ford e Mazda o acquista in esclusiva.
            Ma se la usi per
            realizzare brani Mp3, non puoi venderli, perchè
            non te li comprano (visto che si possono
            duplicare).
            anche i dischi si potevano duplicare infinite volte una volta che avevi il master. Solo che creare un master e stampare vinile non erano tecnologie alla portata di tutti.Devo dedurre che secondo te alla fine il valore di un bene sia dato dalla facilità di replica ?

            e le leggi di

            tutela dei diritti

            intellettuali.

            Che non si riescono a far rispettare, e che
            scricchiolano sempre di
            più.
            certo e l'equo compenso sulle memorie lo paga mio nonno...


            Perchè quello che non desidero (vale a dire i
            contenuti con copyright) verrebbero affossati
            dalla pirateria una seconda volta, e non
            potrebbero
            crescere.
            il tuo errore è che pensi in termini di io vs major. il problema è che le major ragionano per grosse quantità, alla paramount non interessa niente se angros si copia il DVD di avatar. Se le vendite vanno chudono un occhio sui pesci piccoli. Si limitano ad acchiappare e far vedere i sorci verdi a quelli medi o grossi. Vedi l'ultimo sito di streaming...
            No, si sopravvive senza problemi anche se non si
            ha l'ultimo cd; inoltre, tu stesso mi dicevi "se
            non vuoi pagare, fai a meno di ascoltarlo":
            nessun problema, non lo ascolterò... quando non
            ci sarà nessuno a produrre! Perchè mai dovrei
            smettere di ascoltare musica prima di tale
            momento?ascolta quello che vuoi ma sii consapevole che quello che credi di risparmiare con una copia pirata ti viene levato dal portafoglio in millemila altri modi. Come ad esempio l'iniquo compenso sui supporti di memoria.
            Perchè mai? Anche se gli U2 non producono più
            nulla, posso comunque ascoltare tutto quello che
            hanno già prodotto, per
            sempre.se ti gusta.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile


            Perchè dovrei estinguermi? Non muoio, se
            smettono

            di girare

            film.

            parlavo dei mercati. Non muoio nemmeno se scompare il mercato della musica (anzi, nessuno mi romperebbe più le scatole se voglio scaricare, quindi per me è un vantaggio)





            E come farebbe? È impossibile.


            basta rendere abbastanza onerosa la copia, ad
            esempio usando DRM decisamente fortiCracchi una volta, e addio drm.
            trasformando il software in servizio. Tu non
            compri più il gioco ma l'acXXXXX ai miei server
            per X ore. Finite le ore non giochi
            più.Ottimo... per un gioco (e probabilmente si farà così)Per musica e film, come facciamo?


            Ma se io ti proponessi di pagare di meno, ma

            tutti quelli che entrano in quella stanza (e che

            quindi beneficiano del mio lavoro) mi devono

            pagare, tu accetteresti? (E se fai entrare

            qualcuno senza dirmelo, io ti chiamerò ladro e

            pirata, perchè mi neghi il compenso per il mio

            lavoro). Avrebbe

            senso?


            ci starei, poi al momento di pagare ti direi:
            "oramai hai dipinto, cosa pretendi di più?" e ai
            tuoi ladro e pirata rispondo che oramai hai già
            speso...Quindi, anche tu giudicheresti errato un sistema del genere, e troveresti giusto non pagare.


            Tu vuoi che io ti dipinga la casa? Mi paghi, poi

            il lavoro è fatto e nessuno paga più

            nulla.


            e io cosa ne so' se dipingi bene o se mi fai
            XXXXXte
            ?Il punto è: tu sei disposto a pagare per intero il lavoro di un imbianchino, ma non sei disposto a pagare me (che ti offrivo il lavoro a una frazione del suo prezzo, mettendo però dei limiti alla possibilità per altri di godere del mio lavoro). Allora, perchè ti sorprendi se io rifiuto di comprare una licenza di un programma (pagando una frazione del costo, e accettando i limiti di tale licenza) e trovo invece giusto infrangerla?


            Lo vendi ad una casa automobilistica, che grazie

            ad esso fabbricherà auto migliori e potrà

            guadagnare di più. Infatti l'auto si può
            vendere,

            perchè non è replicabile

            all'infinito.


            ma il progetto, siccome è replicabile
            all'infinito, secondo la tua logica no.Confermo
            Secondariamente supponiamo che lo venda alla
            Fiat, logicamente la Fiat se paga gradirebbe che
            non lo regalassi alla Ford e alla Mazda. Quindi
            il sig. Fiat cosa farebbe: o aspetta che io lo
            regali a qualcuno oppure si consorzia con Ford e
            Mazda o acquista in
            esclusiva.L'esclusiva costa di più (voglio il progetto originale, e lo tolgo a te, perchè ti impegni a non usarlo più): in questo caso si può parlare di vendita: nessuno copia nulla, si vende l'originale.

            Ma se la usi per

            realizzare brani Mp3, non puoi venderli, perchè

            non te li comprano (visto che si possono

            duplicare).


            anche i dischi si potevano duplicare infinite
            volte una volta che avevi il master. Solo che
            creare un master e stampare vinile non erano
            tecnologie alla portata di
            tutti.
            Devo dedurre che secondo te alla fine il valore
            di un bene sia dato dalla facilità di replica
            ?Esattamente: e, se non ti basta la deduzione logica, puoi guardare i fatti: quando fare le copie è diventato facile, la pirateria è aumentata, e il "valore" economico è crollato.Del resto, se io avessi la pietra filosofale, che permette di trasformare il ferro in oro, e quindi di "replicare" l'oro a costo minimo, non credi che presto l'oro non varrebbe più nulla?




            e le leggi di


            tutela dei diritti


            intellettuali.



            Che non si riescono a far rispettare, e che

            scricchiolano sempre di

            più.


            certo e l'equo compenso sulle memorie lo paga mio
            nonno...L'equo compenso è la prova che non si riesce a far rispettare il copyright, e piuttosto che impedire la copia la si tassa.
            il tuo errore è che pensi in termini di io vs
            major. il problema è che le major ragionano per
            grosse quantità, alla paramount non interessa
            niente se angros si copia il DVD di avatar. Se le
            vendite vanno chudono un occhio sui pesci
            piccoli. Si limitano ad acchiappare e far vedere
            i sorci verdi a quelli medi o grossi. Vedi
            l'ultimo sito di
            streaming...Tanti pesci piccoli possono essere più pericolosi di un pesce grosso (salta in una vasca di piranha, se non mi credi)

            No, si sopravvive senza problemi anche se non si

            ha l'ultimo cd; inoltre, tu stesso mi dicevi "se

            non vuoi pagare, fai a meno di ascoltarlo":

            nessun problema, non lo ascolterò... quando non

            ci sarà nessuno a produrre! Perchè mai dovrei

            smettere di ascoltare musica prima di
            tale

            momento?

            ascolta quello che vuoi ma sii consapevole che
            quello che credi di risparmiare con una copia
            pirata ti viene levato dal portafoglio in
            millemila altri modi. Come ad esempio l'iniquo
            compenso sui supporti di memoria.Ma se comprassi il cd originale, potrei evitare di pagare l'equo compenso? Posso (quando compro l'hard disk) dire "fatemi uno sconto, ho qui due cd originali!"?



            Perchè mai? Anche se gli U2 non producono più

            nulla, posso comunque ascoltare tutto quello che

            hanno già prodotto, per

            sempre.

            se ti gusta.Mi gusta.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile


            trasformando il software in servizio. Tu non

            compri più il gioco ma l'acXXXXX ai miei server

            per X ore. Finite le ore non giochi

            più.

            Ottimo... per un gioco (e probabilmente si farà
            così)
            Per musica e film, come facciamo?
            solo concerti dal vivo, film al cinema e rappresentazioni teatrali. Canzoni in radio "rovinate" dalla voce del dj che commenta all'inizio o alla fine e film con spot integrati.il buffo è che in tutti questi casi se vuoi il prodotto ti tocca pagare anche chi vuol ricavare dal suo investimento, il gioco è fatto e finito (e magari ripagato) ma se vuoi giocare devi mettere la monetina ogni volta, paghi più il biglietto del cinema o del concerto...
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas


            trasformando il software in servizio. Tu non


            compri più il gioco ma l'acXXXXX ai miei
            server


            per X ore. Finite le ore non giochi


            più.



            Ottimo... per un gioco (e probabilmente si farà

            così)

            Per musica e film, come facciamo?


            solo concerti dal vivo, film al cinema e
            rappresentazioni teatrali.Ottimo: e chi vuole se li registra e li mette online (con la qualità che riesce ad avere).
            Canzoni in radio
            "rovinate" dalla voce del dj che commenta
            all'inizio o alla fine e film con spot
            integrati.Ma a quel punto posso farne quello che voglio, no?Già per i film, me li registro dal digitale terrestre: hanno la pubblicità, ma chi se ne frega?

            il buffo è che in tutti questi casi se vuoi il
            prodotto ti tocca pagare anche chi vuol ricavare
            dal suo investimentoOk, ma in cambio ottengo un servizio: non una mera copia
            , il gioco è fatto e finito
            (e magari ripagato) ma se vuoi giocare devi
            mettere la monetina ogni volta, paghi più il
            biglietto del cinema o del
            concerto...Se ci vado: se me lo scarico da internet non pago nulla.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile

            Ti sbagli: avremo quello che è stato prodotto con
            la sua donazione, e che non scompare
            affatto.Ma dopo non avremo nient'altro di nuovo e ci fermeremo a quello che è stato fatto. Che succeda ora invece che nel passato è una formalità; se fosse sucXXXXX prima restavamo tutti con tetris ed arkanoid. Carini ma dopo un po' stufano...
            Punto cardine dell'evoluzione è la selezione:
            l'eliminazione di chi non si adatta, e la
            sopravvivenza degli
            altri.
            Per instaurare un nuovo mercato, bisogna quindi
            impedire la sopravvivenza economica di chi vuole
            procedere con i sistemi vecchi: costui non deve
            guadagnare nulla, e deve
            ritirarsi.Per instaurare un nuovo mercato, basato magari sulla cooperazione e le donazioni, dobbiamo evolvere tutti e diventare più onesti, produttori e consumatori; ma siccome siamo piuttosto scettici sulla possibilità che ciò avvenga, anche questo nuovo modello sarà corroso da chi se ne vuole approfittare.
            È uno svantaggio pagare per realizzare qualcosa
            che è già stato realizzato. Se tu hai già scritto
            il gioco, non ci stai più lavorando: perchè
            dovrei darti dei
            soldi?Perchè il programmatore che ha investito magari l'ha fatto aprendo un mutuo e quindi quando inizia a distribuire il gioco è in rosso pesante (un mio ex-collega ha appena avviato un progetto simile). Deve guadagnare dalle vendite, ecco perchè ha bisogno che tu paghi, non per vivere di rendita. Poi possiamo discutere di come regolamentare questo punto, per evitare che lui continui ad ingrassare con lo stesso prodotto anche a distanza di tot anni.
            Non ho detto che pirato, ho detto che sono
            favorevole alla pirateria: comunque, sì, la
            pirateria
            continuerà.Sì ok, non prenderla sul personale; stiamo discutendo io e te quindi per semplicità parlo di te e di me come soggetti degli esempi (io infatti non sono un finanziatore, nè programmo videogame).Sul fatto che la pirateria continuerà non discuto nemmeno io: così come ci sarà sempre chi vuole ingrassare vivendo di rendita, ci sarà sempre chi vorrà avere senza pagare.
            Perchè dovrei dirlo? Il fine è proprio quello:
            giocare gratis (per me, e per
            tutti)Sarebbe bellissimo, ma bisogna trovare un modo valido di fare mangiare chi ci permette di giocare gratis; in un mondo dove il furbo è venerato più dell'onesto, è dura parlare di donazioni spontanee senza scopo di lucro.
            Evidentemente la lezione non è bastata... O forse non siamo ancora pronti per la rivoluzione, perchè la mentalità generale della società non è pronta ad accettare modelli meno capitalisti di questo.
            Lasci ricrescere solo quello che ti va bene (e
            che si troverà un mucchio di spazio libero); il
            Creative Commons, ad
            esempio.Ma dovrai fare sempre fare i conti con chi vuole fare il parassita, se prima non si cambia la mentalità; quindi anche il nuovo raccolto sarà guasto.
            Sposti solo il problema: anche perchè, quando il
            programma è completo, il programmatore che ci sta
            a fare? Se ha incassato la paga, può andarsene, e
            io non avrò nessun rimorso, visto che è stato
            pagato per il suo lavoro (e non voglio dare dei
            soldi, perchè a chi andranno? E se vanno a lui,
            verrà pagato senza lavorare, e non è
            giusto)Ok che sia il programmatore da solo o l'azienda che lo paga, i soldi per l'investimento li hanno dovuti tirar fuori prima di iniziare le vendite (per questo si chiama investimento) magari aprendo un mutuo. Ma questi soldi li dovranno restituire, è per quello che il gioco poi lo vendono e non lo regalano.
            E sono i mediatori, non l'autore (che ha già
            preso il suo stipendio). Sono proprio questi
            mediatori che devono
            sparire.Se l'autore ha preso i soldi prima di vendere, è perchè qualcuno li ha messi per lui e gli ha permesso di campare mentre lavorava. Bisogna evitare il proliferare degli speculatori, su questo sono d'accordo, ma se elimini l'investitore, elimini l'autore.
            Ha scelto lui di produrre, non l'hanno costretto.Nessuno è mai stato costretto a fare nulla neanche in passato, ma noi abbiamo tutto questo parco giochi ora perchè gli autori sono riusciti a campare; se fossero morti di fame subito anche i primi, non avevamo nemmeno il tetris.
            A causa della pubblicità, e del fatto che i
            giochi vecchi vengono ritirati (e ne viene
            comunque ostacolata la diffusione, anche se non
            sono più in commercio). Togliamo i soldi per la
            pubblicità, togliamo i soldi per fare un altro
            gioco così, e la situazione
            cambierà.Anche tu utente la pubblicità al gioco la fai utilizzandolo (sia che tu l'abbia pagato o meno) ed andando poi sui forum a parlarne o su youtube a postare gameplay. Se invece il gioco non ti interessa veramente, non hai necessità di scaricarlo perchè non ci vuoi giocare.
            Ma come ca22o fa a sapere se ci gioco o no? Puoi
            saperlo con un coin up, o con un gioco online,
            non con un gioco
            classico.Allora, se tu mi dici che non scrivi sui forum, non posti gameplay e non ne parli con gli amici, allora è vero: non potrà mai saperlo. Ma la maggior parte della gente queste cose le fa ed i sondaggisti e gli analisti esplorano tutte queste vie per le loro analisi, anche per i giochi classici, anche per quelli da tavolo, figurati.Quindi se tu scarichi un gioco e gli dai visibilità tramite queste vie diventi parte delle loro statistiche, non come angros ma come numero, che poi è quello che a loro interessa.
            Anche da parte mia, se il gioco è stato
            sviluppato solo a metà, e quello che vedo mi
            piace, magari contribuisco per far realizzare
            l'altra
            metà.Ma allora non cambia granchè; io invece mi guardo le demo, provo il gioco nei negozi di videogame e guardo i gameplay e se il gioco mi piace lo pago quand'è finito. Una donazione sensata per lo sviluppo o pagare un prezzo equo per il prodotto finito producono lo stesso risultato: risarcire l'autore. C'è bisogno di una rivoluzione?
            Se io pagassi, gli altri cambierebbero? No,
            perchè avrebbero vantaggio a continuare così,
            visto che incassano. Ergo, non
            pago.Gli altri siamo noi osservati da un punto di vista differente; per migliorare tutti, ognuno deve pensare a migliorare se stesso senza guardare a ciò che fanno gli altri. Almeno moriremo onesti e in pace con noi stessi.
            No: se l'ospite muore, il "parassita" nemmeno se
            ne accorge: se smettessero di produrre nuovi
            giochi o nuova musica, prima di finire di giocare
            a tutti quelli che esistono già (e che potresti
            avere gratis, a questo punto), fai in tempo a
            diventare
            vecchio.Ma tu, magari non con queste esatte parole, hai detto che il mercato è saturo di cloni e di porcherie; considerando (è solo un esempio) che a me potrebbero interessare solo i giochi di auto, tolti i cloni e le porcherie non è che mi rimanga tutta sta scelta. E se ho ucciso (simbolicamente) tutti i produttori, rimango fregato.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            Ma dopo non avremo nient'altro di nuovo e ci
            fermeremo a quello che è stato fatto. Che succeda
            ora invece che nel passato è una formalità; se
            fosse sucXXXXX prima restavamo tutti con tetris
            ed arkanoid. Carini ma dopo un po'
            stufano...E adesso, cosa producono di realmente "nuovo"?
            Per instaurare un nuovo mercato, basato magari
            sulla cooperazione e le donazioni, dobbiamo
            evolvere tutti e diventare più onesti, produttori
            e consumatori; ma siccome siamo piuttosto
            scettici sulla possibilità che ciò avvenga, anche
            questo nuovo modello sarà corroso da chi se ne
            vuole
            approfittare.Se uno scarica e non paga, non danneggia gli altri, e non "corrode" il modello. È chi vuole mettere licenze restrittive che causa il danno... ma sarebbe lui a venire danneggiato da chi scarica.
            Perchè il programmatore che ha investito magari
            l'ha fatto aprendo un mutuo e quindi quando
            inizia a distribuire il gioco è in rosso pesanteUna imprudenza da parte sua.
            Poi possiamo discutere di come
            regolamentare questo punto, per evitare che lui
            continui ad ingrassare con lo stesso prodotto
            anche a distanza di tot
            anni.L'unica soluzione è rinnegare il copyright, in toto.
            Sul fatto che la pirateria continuerà non discuto
            nemmeno io: così come ci sarà sempre chi vuole
            ingrassare vivendo di rendita, ci sarà sempre chi
            vorrà avere senza
            pagare.La natura stessa dei beni digitali favorisce il secondo tipo di persona.

            Evidentemente la lezione non è bastata...

            O forse non siamo ancora pronti per la
            rivoluzione, perchè la mentalità generale della
            società non è pronta ad accettare modelli meno
            capitalisti di
            questo.Se quello che dici fosse vero, la pirateria non esisterebbe, e nemmeno il software libero.

            Lasci ricrescere solo quello che ti va bene (e

            che si troverà un mucchio di spazio libero); il

            Creative Commons, ad

            esempio.

            Ma dovrai fare sempre fare i conti con chi vuole
            fare il parassita, se prima non si cambia la
            mentalità; quindi anche il nuovo raccolto sarà
            guasto.No: il "parassita" che vuole tutto senza pagare non darebbe alcun fastidio: e il parassita vero, quello che vuole vivere di rendita, sarebbe bloccato, in questo modello, perchè nessuno lo paga.
            Ok che sia il programmatore da solo o l'azienda
            che lo paga, i soldi per l'investimento li hanno
            dovuti tirar fuori prima di iniziare le vendite
            (per questo si chiama investimento) magari
            aprendo un mutuo.Ti ripeto: una cosa del genere è estremamente imprudente, ed è un grave errore.
            Nessuno è mai stato costretto a fare nulla
            neanche in passato, ma noi abbiamo tutto questo
            parco giochi ora perchè gli autori sono riusciti
            a campare; se fossero morti di fame subito anche
            i primi, non avevamo nemmeno il
            tetris.No: molti giochi validi sono stati scritti quasi per caso, e in molti casi gli autori non hanno guadagnato molto.
            Allora, se tu mi dici che non scrivi sui forum,
            non posti gameplay e non ne parli con gli amici,
            allora è veroNon faccio nulla di ciò (anche perchè molti forum richiedono il numero di serie per farti iscrivere)

            Anche da parte mia, se il gioco è stato

            sviluppato solo a metà, e quello che vedo mi

            piace, magari contribuisco per far realizzare

            l'altra

            metà.

            Ma allora non cambia granchè; io invece mi guardo
            le demo, provo il gioco nei negozi di videogame e
            guardo i gameplay e se il gioco mi piace lo pago
            quand'è finito.Cambia tutto: quando il gioco è finito, puoi farci quello che vuoi?
            Una donazione sensata per lo
            sviluppo o pagare un prezzo equo per il prodotto
            finito producono lo stesso risultato: risarcire
            l'autore. C'è bisogno di una
            rivoluzione?Sì: quando il gioco è finito e l'autore non ci lavora piu', non bisogna continuare a pagarlo.
            Gli altri siamo noi osservati da un punto di
            vista differente; per migliorare tutti, ognuno
            deve pensare a migliorare se stesso senza
            guardare a ciò che fanno gli altri. Almeno
            moriremo onesti e in pace con noi
            stessi.Conosci la teoria dei giochi?4 opzioni:1) io pago - gli altri pagano: ci guadagnamo tutti (me compreso)2) io non pago - gli altri pagano: ci guadagnamo tutti (io di piu', perchè ottengo qualcosa gratis)3) io pago - gli altri non pagano: io ci rimetto (ho buttato i soldi per niente)4) io non pago - gli altri non pagano: tutto resta come prima (nessuno ci guadagna, nessuno ci rimette)Quindi: qualunque cosa facciano gli altri, a me conviene agire in un certo modo.
            Ma tu, magari non con queste esatte parole, hai detto
            che il mercato è saturo di cloni e di porcherie;
            considerando (è solo un esempio) che a me potrebbero
            interessare solo i giochi di auto, tolti i cloni e le
            porcherie non è che mi rimanga tutta sta scelta. E
            se ho ucciso (simbolicamente) tutti i produttori,
            rimango fregato.Ma adesso ti rimane tanta scelta? A me, ad esempio, interessano le avventure grafiche, quante ce ne sono?I produttori cercano di dirottarti sui giochi scelti da loro, non di fare i giochi che vuoi tu.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile

            E adesso, cosa producono di realmente "nuovo"?Forse niente, in tal caso non compro e non gioco (tanto non c'è nulla di nuovo, mi tengo quello che ho già) e il produttore dovrà darsi una svegliata. Ma se invece gioco, probabilmente è perchè in realtà mi basta la solita minestra condita in modo leggermente diverso.
            Se uno scarica e non paga, non danneggia gli
            altri, e non "corrode" il modello. È chi vuole
            mettere licenze restrittive che causa il danno...
            ma sarebbe lui a venire danneggiato da chi
            scarica.Se nessuno paga (in questo caso si dovrebbe dire "se nessuno dona") il modello non sta in piedi, perchè chi sviluppa lo fa impiegando le ore della giornata a programmare invece che a piantare pomodori e quindi muore di fame e non porterà mai a termine il suo lavoro.
            Una imprudenza da parte sua.No, è l'unico modo. Si deve arrangiare perchè gli altri non vogliono contribuire.
            L'unica soluzione è rinnegare il copyright, in
            toto.D'accordo, ma per farlo bisogna essere onesti ed arrivare al punto di riuscire a far mangiare chi lavora (ma abbiamo già stabilito che questo è il punto traballante, l'onestà). E' questo il problema, il volere tutto gratis; la mia piantagione di pomodori mi tiene impegnato tutta la giornata, non ho tempo anche per programmare: se lo faccio qualcuno mi deve dare una mano.
            La natura stessa dei beni digitali favorisce il
            secondo tipo di
            persona.Su questo concordo; ma stiamo sempre parlando di qualcuno che se ne vuole approfittare, non mi sta più simpatico di quell'altro, è solo un diverso tipo di problema.
            Se quello che dici fosse vero, la pirateria non
            esisterebbe, e nemmeno il software
            libero.Il pirata è l'opportunista, che prende gratis qualcosa che dovrebbe pagare perchè ci riesce ed è difficile essere perseguiti per tale motivo e se ne frega degli effetti collaterali. Gli opportunisti e i furbi sono sempre esistiti e sempre esisteranno e causeranno disagi a qualsiasi modello tu voglia attuare.Il software libero non è sviluppato da gente che non mangia o da ipotetici cantinari mantenuti dal papà: si parla sempre di qualcuno che ha ricevuto una sorta di finanziamento e che quindi non deve preoccuparsi di piantare pomodori, ma può continuare a programmare. Chi ha finanziato lo ha fatto perchè ne trae un qualche vantaggio, quindi si parla sempre di investimento.
            No: il "parassita" che vuole tutto senza pagare
            non darebbe alcun fastidio: e il parassita vero,
            quello che vuole vivere di rendita, sarebbe
            bloccato, in questo modello, perchè nessuno lo
            paga.Se qualcuno non paga (il parassita) non lo vorrà fare nessun altro (come spieghi tu più in basso); e se nessuno paga non si fa più nulla.
            Ti ripeto: una cosa del genere è estremamente
            imprudente, ed è un grave
            errore.Ma come si dovrebbe fare? Tu hai detto che saresti disposto a dare una donazione dopo aver valutato un prodotto, magari realizzato a metà, per capire se ti interessa e contribuire al suo sviluppo. Ma la prima metà dello sviluppo chi la paga? Perchè se mi è costata un paio di mesi di lavoro, io in qualche modo devo riuscire a mangiare; con quali soldi lo faccio, se non sono già ricco di mio? La tua donazione arriverà più tardi, per ora rimangono solo le banche.
            No: molti giochi validi sono stati scritti quasi
            per caso, e in molti casi gli autori non hanno
            guadagnato
            molto.Non hanno guadagnato molto, ma qualcosa sì e perlomeno sono sopravvissuti, quindi qualcosa hanno ricevuto; se nessuno gli avesse dato niente non avrebbero potuto portare a termine il lavoro. Oppure l'hanno fatto ma sono andati in miseria e sono andati a piantare pomodori, peccato perchè pare che sapessero il fatto loro.
            Non faccio nulla di ciò (anche perchè molti forum
            richiedono il numero di serie per farti
            iscrivere)Io ho partecipato a forum dedicati a singoli giochi senza dover dimostrare di avere una copia originale; o altrimenti ci sono forum generici su cui si discute di tutto senza problemi. Poi non ho difficoltà a crederti se non ti interessa farlo, ma a moltissimi altri sì e quindi il mio esempio regge.
            Cambia tutto: quando il gioco è finito, puoi
            farci quello che
            vuoi?Ci tengo a precisare che non sono favorevole ai sistemi anticopia, perchè dopo aver speso i miei soldi per avere il gioco, voglio avere la possibilità di tutelarmi creandomi delle copie di backup (per esempio).Per il resto, una volta acquistato il gioco, a me personalmente interessa giocarci, quindi mi basta; se poi un mio amico ci vuole giocare quando non lo sto facendo io, glielo presto. Se ci vuole giocare insieme a me, si compra la sua copia.
            Sì: quando il gioco è finito e l'autore non ci
            lavora piu', non bisogna continuare a
            pagarlo.Ma chi glieli ha dati i soldi prima? Chi lo paga se non ha ancora fatto niente?
            Conosci la teoria dei giochi?
            4 opzioni:
            1) io pago - gli altri pagano: ci guadagnamo
            tutti (me
            compreso)
            2) io non pago - gli altri pagano: ci guadagnamo
            tutti (io di piu', perchè ottengo qualcosa
            gratis)
            3) io pago - gli altri non pagano: io ci rimetto
            (ho buttato i soldi per
            niente)
            4) io non pago - gli altri non pagano: tutto
            resta come prima (nessuno ci guadagna, nessuno ci
            rimette)

            Quindi: qualunque cosa facciano gli altri, a me
            conviene agire in un certo
            modo.Conosco la teoria e so che non si riesce a cambiare perchè tutti vogliamo che sia qualcun altro a fare il primo passo e non siamo noi a volerlo fare. Nel frattempo ci illudiamo che a fare i furbi ci stiamo guadagnando e nel breve termine è vero (non paghiamo), ma alla lunga stiamo erodendo ciò che ci sta attorno; quando tutto sarà crollato, proveremo con un nuovo modello, ma siccome quelli che non pagavano prima non pagano nemmeno ora (perchè dovrebbero se ora gratis è anche perfettamente legale), non riesco a capire con quali fondi il programmatore possa tirare a campare mentre lavora.
            Ma adesso ti rimane tanta scelta? A me, ad
            esempio, interessano le avventure grafiche,
            quante ce ne
            sono?
            I produttori cercano di dirottarti sui giochi
            scelti da loro, non di fare i giochi che vuoi
            tu.Se non mi rimane scelta e ciò che il produttore cerca di propinarmi non mi piace, non compro, non gioco e non pubblicizzo il suo gioco, così lui capirà che deve darmi ciò che voglio io (inteso come massa di persone). Se invece ci gioco, forse è perchè quello mi basta.E' vero negli ultimi tempi ho trovato pochissimi nuovi giochi di mio gradimento ad alcuni di questi costavano troppo e quindi passo il mio tempo libero diversamente; non ho bisogno di giocare per forza, mi devi convincere a farlo con un buon prodotto. Se uno poi si fa abbindolare dalla pubblicità è un problema suo.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox

            No: il "parassita" che vuole tutto senza pagare

            non darebbe alcun fastidio: e il parassita vero,

            quello che vuole vivere di rendita, sarebbe

            bloccato, in questo modello, perchè nessuno lo

            paga.
            Se qualcuno non paga (il parassita) non lo vorrà
            fare nessun altro (come spieghi tu più in basso);
            e se nessuno paga non si fa più nulla.Come mai allora esiste ancora il mercato dei videogiochi ? Visto che si copia da quando si vendevano le cassette copiate del C vic 20 in edicola ?
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            E' vero negli ultimi tempi ho trovato pochissimi
            nuovi giochi di mio gradimento ad alcuni di questi
            costavano troppo e quindi passo il mio tempo libero
            diversamente; non ho bisogno di giocare per forza,E allora non hai bisogno che vengano realizzati nuovi giochi: quindi, cosa ti cambia se distruggi il mercato?
            mi devi convincere a farlo con un buon prodotto.Nessuno ti deve convincere: possono andare a piantare i pomodori, in alternativa.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile


            Poi possiamo discutere di come

            regolamentare questo punto, per evitare che lui

            continui ad ingrassare con lo stesso prodotto

            anche a distanza di tot

            anni.

            L'unica soluzione è rinnegare il copyright, in
            toto.
            più che negare sarebbe da rinegoziare.
            Se quello che dici fosse vero, la pirateria non
            esisterebbe, e nemmeno il software
            libero.
            se esiste la proprietà privata esistono anche i ladri.
            No: il "parassita" che vuole tutto senza pagare
            non darebbe alcun fastidio: e il parassita vero,
            quello che vuole vivere di rendita, sarebbe
            bloccato, in questo modello, perchè nessuno lo
            paga.alla lunga perderebbe anche il parassita di tipo 1, in quanto alla fine a furia di non pagare niente non troverebbe più niente da prendere.
            No: molti giochi validi sono stati scritti quasi
            per caso, e in molti casi gli autori non hanno
            guadagnato
            molto.
            è questo è un punto su cui riflettere: quanto era complicato scrivere tali giochi ? quanti investimenti hanno richiesto ? Scrivere un "tetris" o un frogger può chiedere pochissimi giorni uomo e se perdo ho perso poco.Scrivere final fantasy X o un FIFA2009 quanti giorni uomo richiede ?Se ci pensi le norme di tutela del software e i sistemi di protezione sono andati di pari passo con l'aumento degli investimenti e del costo di produzione.

            Sì: quando il gioco è finito e l'autore non ci
            lavora piu', non bisogna continuare a
            pagarlo.
            allora dovresti pagarlo in anticipo, e chi comprerebbe giochi a scatola chiusa ? Tu troveresti abbastanza persone interessate a finanziare, ad esempio final fantasy XXV o il sequel di avatar ?

            Conosci la teoria dei giochi?
            4 opzioni:
            1) io pago - gli altri pagano: ci guadagnamo
            tutti (me
            compreso)
            2) io non pago - gli altri pagano: ci guadagnamo
            tutti (io di piu', perchè ottengo qualcosa
            gratis)
            3) io pago - gli altri non pagano: io ci rimetto
            (ho buttato i soldi per
            niente)
            4) io non pago - gli altri non pagano: tutto
            resta come prima (nessuno ci guadagna, nessuno ci
            rimette)

            Quindi: qualunque cosa facciano gli altri, a me
            conviene agire in un certo
            modo.
            il problema è che con l'ipotesi 4 perdi la possibilità di avere giochi nuovi, film nuovi, opere nuove, investimenti in ricerca e sviluppo. Ci sarebbe da discutere su quale sia l'entità della perdita. Supponi che per i giochi, vista la pirateria, le major si rendano conto che conviene vendere solamente l'acXXXXX ai loro server e non più i giochi stand alone. E il ricarico te lo fanno sull'acXXXXX, che fai ? o paghi o rinunci.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile


            No: il "parassita" che vuole tutto senza pagare

            non darebbe alcun fastidio: e il parassita vero,

            quello che vuole vivere di rendita, sarebbe

            bloccato, in questo modello, perchè nessuno lo

            paga.

            alla lunga perderebbe anche il parassita di tipo
            1, in quanto alla fine a furia di non pagare
            niente non troverebbe più niente da
            prendere.Alla lunga: se paghi, perdi subito.


            No: molti giochi validi sono stati scritti quasi

            per caso, e in molti casi gli autori non hanno

            guadagnato

            molto.


            è questo è un punto su cui riflettere: quanto era
            complicato scrivere tali giochi ? quanti
            investimenti hanno richiesto ?Poco: e sono risultati molto piu' divertenti di giochi piu' recenti, realizzati con investimenti enormi.Quindi, meglio non investire, e realizzare giochi piccoli.
            allora dovresti pagarlo in anticipo, e chi
            comprerebbe giochi a scatola chiusa ? Tu
            troveresti abbastanza persone interessate a
            finanziare, ad esempio final fantasy XXV o il
            sequel di avatar
            ?E allora, non si finanzia e non si fa.
            il problema è che con l'ipotesi 4 perdi la
            possibilità di avere giochi nuovi, film nuovi,
            opere nuove, investimenti in ricerca e sviluppo.Anche con la scelta 3.
            Ci sarebbe da discutere su quale sia l'entità
            della perdita. Supponi che per i giochi, vista la
            pirateria, le major si rendano conto che conviene
            vendere solamente l'acXXXXX ai loro server e non
            più i giochi stand alone. E il ricarico te lo
            fanno sull'acXXXXX, che fai ? o paghi o
            rinunci.Ok, perfetto. E probabilmente accadrà... tra qualche anno.Se invece si smettesse di piratare, ci ritroveremmo adesso nella stessa situazione: pagare o rinunciare.Quindi, se non possiamo evitarlo, cerchiamo almeno di procrastinarlo il piu' a lungo possibile, continuando a piratare finchè si può.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox

            Punto cardine dell'evoluzione è la selezione:

            l'eliminazione di chi non si adatta, e la

            sopravvivenza degli altri.

            Per instaurare un nuovo mercato, bisogna quindi

            impedire la sopravvivenza economica di chi vuole

            procedere con i sistemi vecchi: costui non deve

            guadagnare nulla, e deve ritirarsi.
            Per instaurare un nuovo mercato, basato magari
            sulla cooperazione e le donazioni, dobbiamo
            evolvere tutti e diventare più onesti, produttori
            e consumatori; ma siccome siamo piuttosto
            scettici sulla possibilità che ciò avvenga, anche
            questo nuovo modello sarà corroso da chi se ne
            vuole approfittare.Cosi' e' l'evoluzione: prima e' stato corroso il mercato delle candele, ora stiamo vedendo corrodersi quello delle lampadine a filamento, chi non si aggiorna muore; allo stesso modo delle videoteche sostituite dallo streaming.

            È uno svantaggio pagare per realizzare qualcosa

            che è già stato realizzato. Se tu hai già

            scritto il gioco, non ci stai più lavorando: perchè

            dovrei darti dei soldi ?
            Perchè il programmatore che ha investito magari
            l'ha fatto aprendo un mutuo e quindi quando
            inizia a distribuire il gioco è in rosso pesante
            (un mio ex-collega ha appena avviato un progetto
            simile). Deve guadagnare dalle vendite,Deve ?Senti facciamo cosi' io adesso scrivo un Hello Word e pretendo che almeno 10.000 me lo comprino per un euro va bene ?
            ecco perchè ha bisogno che tu paghi, Per me puo' anche andare in fallimento, vendersi casa e bambini e morire di fame, io compro solo se percepisco il valore del prodotto e ne sono interessato; non per niente ho tutta la collezione di civilization originale di cui il primo per amiga.
            Sul fatto che la pirateria continuerà non discuto
            nemmeno io: così come ci sarà sempre chi vuole
            ingrassare vivendo di rendita, ci sarà sempre chi
            vorrà avere senza pagare.Tanto piu' se il venditore non e' in grado di offrire qualcosa in grado di far percepire la necessita' di farlo, come vendere l'odore del pane a parte.

            Perchè dovrei dirlo? Il fine è proprio quello:

            giocare gratis (per me, e per

            tutti)

            Sarebbe bellissimo, ma bisogna trovare un modo
            valido di fare mangiare chi ci permette di
            giocare gratis; in un mondo dove il furbo è
            venerato più dell'onesto, è dura parlare di
            donazioni spontanee senza scopo di lucro.Guarda Civilization : vende benissimo, non ha protezioni, e' aperto alle espansioni fatte dai giocatori ed e' un gioco di qualita' che non copia nessuno e non si perde tra altri 1000 cloni

            Evidentemente la lezione non è bastata...
            O forse non siamo ancora pronti per la
            rivoluzione, perchè la mentalità generale della
            società non è pronta ad accettare modelli meno
            capitalisti di questo.Intanto ubisoft se ne esce dal mercato lasciando spazio a chi voglia tentare con nuove tecniche e metodi fino a trovarne uno che piaccia al pubblico, a quel punto tutti a copiare.Apple store e' un esperimento in questo senso, vedremo se funzionera'

            Lasci ricrescere solo quello che ti va bene (e

            che si troverà un mucchio di spazio libero); il

            Creative Commons, ad esempio.
            Ma dovrai fare sempre fare i conti con chi vuole
            fare il parassita, se prima non si cambia la
            mentalità; quindi anche il nuovo raccolto sarà
            guasto.E' l'offerta che deve cambiare offrendo valore aggiunto e qualita'.

            E sono i mediatori, non l'autore (che ha già

            preso il suo stipendio). Sono proprio questi

            mediatori che devono sparire.
            Se l'autore ha preso i soldi prima di vendere, è
            perchè qualcuno li ha messi per lui e gli ha
            permesso di campare mentre lavorava. Bisogna
            evitare il proliferare degli speculatori, su
            questo sono d'accordo, ma se elimini
            l'investitore, elimini l'autore.

            Ha scelto lui di produrre, non l'hanno
            costretto.

            Nessuno è mai stato costretto a fare nulla
            neanche in passato, ma noi abbiamo tutto questo
            parco giochi ora perchè gli autori sono riusciti
            a campare; se fossero morti di fame subito anche
            i primi, non avevamo nemmeno il tetris.E non ti fa' riflettere che siano riusciti a campare in tempi in cui i giochi copiati su cassetta si trovavano pure in edicola ?

            A causa della pubblicità, e del fatto che i

            giochi vecchi vengono ritirati (e ne viene

            comunque ostacolata la diffusione, anche se non

            sono più in commercio). Togliamo i soldi per la

            pubblicità, togliamo i soldi per fare un altro

            gioco così, e la situazione cambierà.Il noto utente telepatico che sa com'e' il gioco prima di comprarlo.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile

            Cosi' e' l'evoluzione: prima e' stato corroso il
            mercato delle candele, ora stiamo vedendo
            corrodersi quello delle lampadine a filamento,
            chi non si aggiorna muore; allo stesso modo delle
            videoteche sostituite dallo
            streaming.Il parassitaggio corrode tutto senza costruire, quale che sia la tua evoluzione, perchè anche i parassiti si evolvono.
            Deve ?
            Senti facciamo cosi' io adesso scrivo un Hello
            Word e pretendo che almeno 10.000 me lo comprino
            per un euro va bene
            ?Ma che esempio è? Non ti sto mica dicendo che devi comprare per forza; se il tuo Hello World non mi interessa, non te lo pago e non lo pirato nemmeno perchè non mi serve. Punto. Se mi interessa e tu sei disonesto perchè lo sovrapprezzi, valuterò se il gioco vale la candela.
            Per me puo' anche andare in fallimento, vendersi
            casa e bambini e morire di fame, io compro solo
            se percepisco il valore del prodotto e ne sono
            interessato; non per niente ho tutta la
            collezione di civilization originale di cui il
            primo per
            amiga.Anch'io. Dove hai capito che ti sto dicendo il contrario? Se mi sono spiegato male mi dispiace, ma sono sicuro che non ho mai sostenuto che tu devi comprare per forza. Così come non appoggio i sistemi anti-copia; nel corso del thread l'ho detto più volte (forse non a te).
            Tanto piu' se il venditore non e' in grado di
            offrire qualcosa in grado di far percepire la
            necessita' di farlo, come vendere l'odore del
            pane a
            parte.Ma se lui decide di vendere l'odore a parte, io non glielo rubo; semplicemente andrò a comprare da un altro. O rinuncerò al pane se fanno tutti così.
            Guarda Civilization : vende benissimo, non ha
            protezioni, e' aperto alle espansioni fatte dai
            giocatori ed e' un gioco di qualita' che non
            copia nessuno e non si perde tra altri 1000
            cloniCome dicevo, non sono intervenuto nel thread per sostenere le protezioni anti-copia; se leggi il mio primo intervento stavo questionando su altro. Quanto a Civilization, li ho tutti originali anch'io e del 4 ho comprato pure le estensioni, perchè le ho trovate interessanti.
            Intanto ubisoft se ne esce dal mercato lasciando
            spazio a chi voglia tentare con nuove tecniche e
            metodi fino a trovarne uno che piaccia al
            pubblico, a quel punto tutti a
            copiare.
            Apple store e' un esperimento in questo senso,
            vedremo se
            funzionera'Perfetto, auspico anch'io ad un sistema migliore per tutti, non sto piangendo per Ubisoft; se stava ingrassando immeritatamente, affari suoi.
            E' l'offerta che deve cambiare offrendo valore
            aggiunto e
            qualita'.Non ho mai sostenuto il contrario.


            A causa della pubblicità, e del fatto che i


            giochi vecchi vengono ritirati (e ne viene


            comunque ostacolata la diffusione, anche se
            non


            sono più in commercio). Togliamo i soldi per
            la


            pubblicità, togliamo i soldi per fare un altro


            gioco così, e la situazione cambierà.

            Il noto utente telepatico che sa com'e' il gioco
            prima di
            comprarlo.Quello che hai quotato l'ha detto angros, non io; parlane con lui.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox

            Cosi' e' l'evoluzione: prima e' stato corroso il

            mercato delle candele, ora stiamo vedendo

            corrodersi quello delle lampadine a filamento,

            chi non si aggiorna muore; allo stesso modo

            delle videoteche sostituite dallo streaming.
            Il parassitaggio corrode tutto senza costruire,
            quale che sia la tua evoluzione, perchè anche i
            parassiti si evolvono.Il parassitaggio esiste, per la stessa natura del mezzo, da quando e' stata inventata l'informatica, cio' nonostante il mercato esistea ancora, quindi ?

            Deve ?

            Senti facciamo cosi' io adesso scrivo un Hello

            Word e pretendo che almeno 10.000 me lo comprino

            per un euro va bene ?
            Ma che esempio è? Non ti sto mica dicendo che
            devi comprare per forza; se il tuo Hello World
            non mi interessa, non te lo pago e non lo pirato
            nemmeno perchè non mi serve. Punto. Se mi
            interessa e tu sei disonesto perchè lo
            sovrapprezzi, valuterò se il gioco vale la
            candela.Sei tu che hai detto che "deve vendere", se si sbaglia l'investimento e' un problema di chi ha sbagliato.

            Per me puo' anche andare in fallimento, vendersi

            casa e bambini e morire di fame, io compro solo

            se percepisco il valore del prodotto e ne sono

            interessato; non per niente ho tutta la

            collezione di civilization originale di cui il

            primo per amiga.
            Anch'io. Dove hai capito che ti sto dicendo il
            contrario? Se mi sono spiegato male mi dispiace,
            ma sono sicuro che non ho mai sostenuto che tu
            devi comprare per forza. Così come non appoggio i
            sistemi anti-copia; nel corso del thread l'ho
            detto più volte (forse non a te).

            Tanto piu' se il venditore non e' in grado di

            offrire qualcosa in grado di far percepire la

            necessita' di farlo, come vendere l'odore del

            pane a parte.
            Ma se lui decide di vendere l'odore a parte, io
            non glielo rubo; semplicemente andrò a comprare
            da un altro. O rinuncerò al pane se fanno tutti
            così.Io non rinuncio al pane.

            Guarda Civilization : vende benissimo, non ha

            protezioni, e' aperto alle espansioni fatte dai

            giocatori ed e' un gioco di qualita' che non

            copia nessuno e non si perde tra altri 1000

            cloni

            Come dicevo, non sono intervenuto nel thread per
            sostenere le protezioni anti-copia; se leggi il
            mio primo intervento stavo questionando su altro.
            Quanto a Civilization, li ho tutti originali
            anch'io e del 4 ho comprato pure le estensioni,
            perchè le ho trovate
            interessanti.


            Intanto ubisoft se ne esce dal mercato lasciando

            spazio a chi voglia tentare con nuove tecniche e

            metodi fino a trovarne uno che piaccia al

            pubblico, a quel punto tutti a

            copiare.

            Apple store e' un esperimento in questo senso,

            vedremo se funzionera'
            Perfetto, auspico anch'io ad un sistema migliore
            per tutti, non sto piangendo per Ubisoft; se
            stava ingrassando immeritatamente, affari
            suoi.Quindi o il marcato non sta andando a pezzi a causa dei parassiti come sostieni tu, oppure se sta andando a pezzi questo non tocca in nessun modo i compratori quindi tanto vale che vada a pezzi.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile

            Il parassitaggio esiste, per la stessa natura del
            mezzo, da quando e' stata inventata
            l'informatica, cio' nonostante il mercato esistea
            ancora, quindi
            ?Il mercato resiste ancora ma si sperperano risorse nei sistemi anti copia, togliendole all'innovazione vera. Senza la pirateria servirebbero i sistemi anti copia? No, forse avremmo un mercato migliore.
            Sei tu che hai detto che "deve vendere", se si
            sbaglia l'investimento e' un problema di chi ha
            sbagliato.Confermo, lui per il suo tipo di business "deve vendere", ma se a te il suo business non interessa nessuno ti obbliga a comprare. E se lui non merita fallirà naturalmente.
            Io non rinuncio al pane.Liberissimo di scegliere, ma a questo punto dovresti imparare a farlo da solo, oppure rubarlo dimostrando che tu vuoi ancora il loro pane. Mangiati qualcos'altro per un po' e loro falliranno o si daranno una regolata.
            Quindi o il marcato non sta andando a pezzi a
            causa dei parassiti come sostieni tu, oppure se
            sta andando a pezzi questo non tocca in nessun
            modo i compratori quindi tanto vale che vada a
            pezzi.Il mercato sta resistendo facendo leva su chi non sa rinunciare ai videogame nemmeno se sono sempre cloni e continua a spenderci soldi (perchè non sa o non vuole piratare). Nel frattempo il mercato investe queste entrate nei sistemi anti copia invece che nell'innovazione. Sono d'accordo anch'io che tra i produttori c'è chi vuole ingrassare senza meriti, bisogna boicottarli, ma la pirateria non è necessaria per questo scopo, basta avere la forza di volontà di non usare quello che producono loro (che peraltro probabilmente fa schifo e quindi è uno sforzo relativo).
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox

            Sì, visto che gli altri sono solo cloni di sè

            stessi.
            Se sono semplici cloni, non dovrebbero
            interessare; Esatto non interessano abbastanza da pagarli piu' dell'equo compenso che si e' versato per il supporto, anzi dopo averci dato appena un'occhiata spesso di cancellano.
            invece si continua a scaricarli ed a
            giocarci, quindi del tutto inutili non sono. No, infatti, ma la loro utilita' spesso equivale a passarci mezz'ora, questo me lo definisci mancato guadagno ? Perche' non provano a chiudere veramente cosi' vediamo ? Qualcuno sta protestando per la dichiarazione di Ubisoft di lasciare il mondo pc ? Proteste in piazza ? Qualcuno impiccato ? Io non so tu ma nei forum ho letto solo dei gran chissenefrega.
            E chi deve creare un nuovo progetto si guarda in
            giro e siccome vede che c'è un sacco di gente che
            continua a giocarci (pagando o scaricando) crede
            che sia quello che la gente vuole. E ti farà un
            altro gioco così.E come fa a vedere che io ci gioco se l'ho scaricato ? Spiegami...
            Se tu non ci giochi, invece, lui magari riesce a
            capire che tu sei stufo e vuoi qualcosa di nuovo.Vede che me lo sono scaricato ma si guarda bene dal notare che me ne sono scaricati altri 50 e domani altri 50 e il giorno dopo altri 50 ? Forse e' convinto che passo il mio tempo a giocare con 10 pc per volta 24/24 e non gli viene in mente che il loro giochino l'ho guardato 10 minuti e poi l'ho cancellato ?
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile

            Esatto non interessano abbastanza da pagarli piu'
            dell'equo compenso che si e' versato per il
            supporto, anzi dopo averci dato appena
            un'occhiata spesso di
            cancellano.Io preferirei non pagare l'equo compenso e pagare invece solo quello che effettivamente uso. I giochi li posso valutare guardando i gameplay postati da altri o con le demo e i periodi di valutazione gratuita (come mi sembra succeda su Steam, per esempio); a volte i negozi di videogame hanno delle postazioni di prova. Se qualcuno non mi permette di fare queste valutazioni, il suo gioco non lo comprerò perchè non ho modo di sapere cosa ha fatto, dovrà adattarsi o scomparire. Posso anche scaricarmi il gioco e provarlo, ma siamo sicuri che una volta che ho scoperto che è un capolavoro me lo vado a comnprare? Se già funziona la copia...
            No, infatti, ma la loro utilita' spesso equivale
            a passarci mezz'ora, questo me lo definisci
            mancato guadagno ? Perche' non provano a chiudere
            veramente cosi' vediamo ? Qualcuno sta
            protestando per la dichiarazione di Ubisoft di
            lasciare il mondo pc ? Proteste in piazza ?
            Qualcuno impiccato ? Io non so tu ma nei forum ho
            letto solo dei gran
            chissenefrega.Abbiamo capito che per lo più la gente risponde con un chissenefrega, infatti quando in un post precedente ho fatto l'esempio del programmatore che muore di fame perchè nessuno vuole contribuire a risarcirgli il finanziamento, mi è stato risposto che l'ha scelto lui, caxxi suoi tanto il prodotto intanto ce l'abbiamo. Se tu pensi che questo sia giusto...Quando poi ci accorgeremo che abbiamo fatto piazza pulita e che siamo così ben abituati a non pagare da non voler nemmo fare delle donazioni agli sviluppatori del Nuovo Mercato, avremo capito che non avremo più nulla di nuovo.
            E come fa a vedere che io ci gioco se l'ho
            scaricato ?
            Spiegami...Stavo dicendo che non gli interessa se l'hai scaricato o pagato, gli interessa che lo stai usando, commentando sui forum, postando gameplay, parlandone con gli amici. Non saprà che tu krane lo stai facendo, ma nemmeno gli interessa: sei sufficiente come numero per le statistiche; e crederà che sia un prodotto valido semplicemente perchè se ne sta parlando (a meno che non siano solo insulti). D'altra parte se non sei disposto a dire direttamente a lui cosa ne pensi, si deve arrangiare per conto proprio. Non usarlo e non dargli alcuna visibilità e vedrai che lui capirà che quel prodotto non vale un cicca.
            Vede che me lo sono scaricato ma si guarda bene
            dal notare che me ne sono scaricati altri 50 e
            domani altri 50 e il giorno dopo altri 50 ? Forse
            e' convinto che passo il mio tempo a giocare con
            10 pc per volta 24/24 e non gli viene in mente
            che il loro giochino l'ho guardato 10 minuti e
            poi l'ho cancellatoCome dicevo prima, non guarda al fatto che l'hai scaricato, guarda al fatto che ne parli su forum e compagnia; se poi mi dici che tui questo non lo fai e non ne parli nemmeno con gli amici (loro potrebbero partecipare ad un bel sondaggio online a tua insaputa, tirandoti dentro nelle statistiche)allora è vero, tu non stai mandando loro alcun segnale.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            Quando poi ci accorgeremo che abbiamo fatto
            piazza pulita e che siamo così ben abituati a non
            pagare da non voler nemmo fare delle donazioni
            agli sviluppatori del Nuovo Mercato, avremo
            capito che non avremo più nulla di
            nuovo.Ma avremo tutto il vecchio, accessibile e gratuito.Del resto, quale è l'alternativa? Si paga tutto, se non pago rinuncio al gioco, e vengono sviluppate centinaia di giochi nuovi all'anno: visto che non posso spendere migliaia di euro all'anno in giochi, dovrò rinunciare alla maggior parte di essi: ma allora, se tanto devo rinunciare a tali giochi, cosa mi importa che qualcuno li scriva? Anzi, piuttosto che veder realizzare qualcosa, e essere tantalizzato ("è bello, ma costa troppo, lo vorrei, ma devo rinunciarci"), preferisco che non esista per nulla.E, inoltre, anche i giochi vecchi rimarrebbero sotto copyright, e non potrei avere nemmeno quelli.Quindi, se tanto non posso avere comunque centinaia di giochi nuovi ogni anno (perchè, se si toglie la pirateria, dovrei pagarli tutti, e se non si toglie la pirateria, non vengono realizzati), scelgo la soluzione che mi permette almeno di avere tutti i giochi vecchi. E invece di perdere tempo a realizzare giochi a cui tanto buona parte della gente dovrà rinunciare, i programmatori andranno a fare qualcosa di piu' utile (ad esempio, piantare pomodori)
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox

            A me sembra di sì: gli unici giochi dove

            sperimentano idee nuove sono quelli in

            flash (o i giochini per iphone, forse)

            Il motivo è ovvio: se investi milioni, li

            investi in un modello già collaudato, che

            sai che vende (un racing, un fps), e non

            osi rischiare su un modello nuovo. La

            soluzione? Niente piu' fondi, e niente

            piu' investimenti milionari.
            Ma si resta con i giochini in Flash o per iPhone,
            che possono essere divertenti, ma a te bastano?Si, ok, ma...Non hai controbattuto riguardo all'innovazione che citavi prima, quindi devo pensare che stai dando ragione e tutta quest'innovazione non c'e'...
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile

            Si, ok, ma...
            Non hai controbattuto riguardo all'innovazione
            che citavi prima, quindi devo pensare che stai
            dando ragione e tutta quest'innovazione non
            c'e'...No, è che in realtà questo è il tema che mi interessava meno, rispetto al resto (equilibri di mercato, do ut des, ecc...)Comunque, a me che ho iniziato a giocare su amiga 500 pare che le innovazioni nella grafica, nell'intelligenza artificiale, nella strategia ci siano state; visto come va ogni campo, non mi aspetto rivoluzioni nell'arco di pochi anni, l'evoluzione spesso è impercettibile, ma significativa se ribaltata nel lungo termine.Adesso sta avendo sucXXXXX la Wii solamente perchè ha portato un po' di novità nei controller e nell'interazione, anche se i giochi sono invece primitivi. Diamogli del tempo e magari troveranno anche il modo di rendere migliori i giochi.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox

            Si, ok, ma...

            Non hai controbattuto riguardo all'innovazione

            che citavi prima, quindi devo pensare che stai

            dando ragione e tutta quest'innovazione non

            c'e'...

            No, è che in realtà questo è il tema che mi
            interessava meno, rispetto al resto (equilibri di
            mercato, do ut des,
            ecc...)Invece, è il tema che dovrebbe interessarti di più: tu dici che ti sembra giusto pagare, ma pagare per cosa? Non per le copie (puoi fartele da solo), ma per finanziare lo sviluppo di qualcosa di nuovo: quello che vuoi pagare è proprio l'innovazione. Se l'innovazione non c'è, e tu hai pagato, ti hanno derubato , e non hanno il diritto di chiederti nulla.

            Comunque, a me che ho iniziato a giocare su amiga
            500 pare che le innovazioni nella grafica,
            nell'intelligenza artificiale, nella strategia ci
            siano state; Io ho iniziato dall'atari 2600, poi sono passato al commodore 64 (e di innovazione ne ho vista), poi al dos (e ho visto altre innovazioni, da simcity, alle avventure grafiche, a civilization, fino al 3d), poi non ho più visto grandi innovazioni, ma solo una serie di modi di riproporre le stesse cose. Certo, magari nel gioco del calcio i giocatori riproducevano le fattezze dei giocatori reali, e le magliette si sXXXXXvano, ma chi se ne frega?
            visto come va ogni campo, non mi
            aspetto rivoluzioni nell'arco di pochi anni,E allora perchè le vuoi pagare?
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: angros
            - Scritto da: Wox


            Si, ok, ma...


            Non hai controbattuto riguardo all'innovazione


            che citavi prima, quindi devo pensare che stai


            dando ragione e tutta quest'innovazione non


            c'e'...



            No, è che in realtà questo è il tema che mi

            interessava meno, rispetto al resto (equilibri
            di

            mercato, do ut des,

            ecc...)

            Invece, è il tema che dovrebbe interessarti di
            più: tu dici che ti sembra giusto pagare, ma
            pagare per cosa? Non per le copie (puoi fartele
            da solo), ma per finanziare lo sviluppo di
            qualcosa di nuovo: quello che vuoi pagare è
            proprio l'innovazione. Se l'innovazione non c'è,
            e tu hai pagato, ti hanno derubato , e non
            hanno il diritto di chiederti
            nulla.
            Quello che volevo dire è che non mi interessava stare a cercare esempi, perchè il punto della questione che sto sostenendo è un altro: se non c'è l'innovazione e il gioco non mi dà nulla di nuovo, non lo compro, ma neanche ci gioco, perchè mi annoia; spenderò i miei soldi per qualcos'altro.Se invece non mi annoia, vuol dire che chi l'ha realizzato è riuscito a creare qualcosa che mi soddisfa ed è giusto ricompensarlo, pagando il suo lavoro.



            Comunque, a me che ho iniziato a giocare su
            amiga

            500 pare che le innovazioni nella grafica,

            nell'intelligenza artificiale, nella strategia
            ci

            siano state;

            Io ho iniziato dall'atari 2600, poi sono passato
            al commodore 64 (e di innovazione ne ho vista),
            poi al dos (e ho visto altre innovazioni, da
            simcity, alle avventure grafiche, a civilization,
            fino al 3d), poi non ho più visto grandi
            innovazioni, ma solo una serie di modi di
            riproporre le stesse cose. Certo, magari nel
            gioco del calcio i giocatori riproducevano le
            fattezze dei giocatori reali, e le magliette si
            sXXXXXvano, ma chi se ne
            frega?


            visto come va ogni campo, non mi

            aspetto rivoluzioni nell'arco di pochi anni,

            E allora perchè le vuoi pagare?Perchè lo sviluppo arriva per step. Vuoi subito la realtà virtuale stile Star Trek? Non puoi averla, devi aspettare. Se intanto i risultati intermedi non ti soddisfano, sei libero di non giocare e di usare quello che è stato fatto in passato, visto che ti piace.Lo stesso discorso se vuoi si può adattare per la ricerca scientifica: i risultati dei singoli progetti non danno nessun vantaggio nel breve termine; devi contestualizzarlo in un discorso più ampio. Ma se nel frattempo nessuno investe, i miglioramenti non li vedrai mai, perchè i ricercatori non esiteranno più.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Wox
            - Scritto da: angros
            Perchè lo sviluppo arriva per step. Vuoi subito
            la realtà virtuale stile Star Trek? Non puoi
            averla, devi aspettare.I costi di ricerca e sviluppo non li devo cacciare io, se non molto ben mascherati in prodotti che a me interessano, non che mi vogliono propinare ad ogni costo.
            Se intanto i risultati intermedi non ti
            soddisfano, sei libero di non giocare e di usare
            quello che è stato fatto in passato, visto che ti
            piace.Sono libero di non comprare infatti, poi se voglio guardare il gioco da un amico per valutare sono fatti miei anche se e' illegale far vedere il gioco a chi non l'ha comprato come e' illegale far ascoltare la musica a chi non ha acquistato il cd.
            Lo stesso discorso se vuoi si può adattare per la
            ricerca scientifica: i risultati dei singoli
            progetti non danno nessun vantaggio nel breve
            termine; devi contestualizzarlo in un discorso
            più ampio. Ma se nel frattempo nessuno investe, i
            miglioramenti non li vedrai mai, perchè i
            ricercatori non esiteranno più.I soldi che con le tasse do' per la ricerca mi tornano gratis con i servizi della mutua, e' molto diverso.
          • Wox scrive:
            Re: Incredibile


            I costi di ricerca e sviluppo non li devo
            cacciare io, se non molto ben mascherati in
            prodotti che a me interessano, non che mi
            vogliono propinare ad ogni
            costo.
            I costi di ricerca e sviluppo se li assume chi investe nel progetto, assumendosi al contempo il rischio di finire sotto i ponti se fa cilecca (scelta sua, affari suoi).Ma se invece riesce nel risultato e tu vuoi usufruirne, paghi la tua parte per aiutarlo a rientrare nei costi e magari dargli la possibilità di reinvestire e fare un altro passo avanti, che gioverebbe anche a te che sei interessato a ciò che produce. Se poi lui si rilassa e si ferma, tu semplicemente non gli comprerari più nulla e lui avrà sprecato un'ottima occasione e dovrà sudare il doppio per rifarsi.Ma qui sembra invece che non si voglia mai pagare, invocando ipotetici donatori al posto dei finanziatori. Ma chi è così filantropo (o babbo) da pagare sempre per gli altri che aspettano in poltrona il risultato finito senza contribuire?

            Sono libero di non comprare infatti, poi se
            voglio guardare il gioco da un amico per valutare
            sono fatti miei anche se e' illegale far vedere
            il gioco a chi non l'ha comprato come e' illegale
            far ascoltare la musica a chi non ha acquistato
            il
            cd.
            Benissimo, è quello faccio anch'io, mica compro a scatola chiusa; siccome ci tengo ai miei (pochi) soldi duramente guadagnati, valuto prima di acquistare. Guardo dagli amici, uso le postazioni di prova nei negozi di videogame, guardo su youtube i gameplay di altri utenti, provo le demo e i trial. Se il gioco mi interessa, poi, lo compro; altrimenti no e non lo scarico dal mulo, non perchè sono buono e onesto, ma semplicemente perchè il gioco non mi interessa.

            I soldi che con le tasse do' per la ricerca mi
            tornano gratis con i servizi della mutua, e'
            molto
            diverso.In Italia la ricerca dalle tasse non vede un granchè e non appena servono tagli è il primo settore a cui si leva, proprio perchè nel breve termine non rende economicamente (conosco un po' il tema, ho un paio parenti stretti che si sono trasferiti all'estero perchè da noi il ricercatore fa la fame).Servono investimenti privati (come fanno all'estero infatti), ma l'investitore, dovendo prendersi i rischi del fallimento o dell'attesa (affinchè i risultati siano utilizzabili nella pratica oltre che nella teoria), poi vuole essere sicuro di guadagnarci un po' su; e perlomeno vuole essere sicuro di non smenarci, perchè in tal caso magari intitoleranno una via cittadina a suo nome, ma alla memoria, perchè nel frattempo è morto di fame.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile

            Quello che volevo dire è che non mi interessava
            stare a cercare esempi, perchè il punto della
            questione che sto sostenendo è un altro: se non
            c'è l'innovazione e il gioco non mi dà nulla di
            nuovo, non lo comproOk
            ma neanche ci giocoQuesti sono affari tuoi, e nessuno deve intromettersi, perchè non ne ha il diritto.
            Perchè lo sviluppo arriva per step. Vuoi subito
            la realtà virtuale stile Star Trek? Non puoi
            averla, devi aspettare.

            Se intanto i risultati intermedi non ti
            soddisfano, sei libero di non giocare e di usare
            quello che è stato fatto in passato, visto che ti
            piace.Vero; ma perchè dovrei pagare per quei giochi fatti in passato(finanziando magari la realizzazione di quelli di cui non mi frega nulla)? È questo l'errore fondamentale.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas

            ormai ne sono già stati scritti: E non ti

            basterebbe la vita per giocarli tutti, nemmeno

            se giochi da quando ti alzi a quando vai a

            dormire, anche se oggi tutti smettessero di

            svilupparli.
            però non avresti più innovazione nei giochi,
            nessuno avrebbe interesse a sfruttare le
            possibilità date dalla potenza dell'hardware
            grafico o dal poter inserire il 3d nei giochi.
            Un po' come nelle canzoni, i musicisti potrebbero
            finire di produrre e mettere in vendita nuovi CD
            perché tanto c'è ne sono un sacco in giro, poi
            voglio vedere però chi andrebbe ad ascoltarsi
            gigi d'alessio o marco carta visto che i cd degli
            U2 se li è già ascoltati tutti.
            E' la solita questione: se si vuole godere dei
            vantaggi dovuti ad investimenti in ricerca e
            sviluppo qualcuno il conto lo deve pagare.E se si ritiene che ci sia gia' abbastanza ???A me quando chiedono quali sono i giochi migliori a cui abbia giocato non me ne viene in mente nessuno che usi schede 3D, chissa' perche' ?
        • krane scrive:
          Re: Incredibile
          - Scritto da: Undertaker
          - Scritto da: Sgabbio

          Per non parlare della miopia della della UBISOFT

          che ha annuciato altri giochi con questa

          protezione.

          E' chiaro che vogliono far fallire il gioco su

          pc.
          Secondo te un'azienda spende milioni per
          sviluppare un titolo per vederselo piratare
          spudoratamente ?
          É chiaro che finché ci sará pirateria ci saranno
          contromisure.
          Se queste contromisure funzionano male é un
          problema tecnico, ma questo non tocca il diritto
          dei produttori di proteggere i loro
          titoli.
          Il gioco su pc sta fallendo perché i drm non
          funzionano; su amiga la situazione era la stessa
          (ingigantita dalla mancanza di leggi sul diritto
          d'autore esteso al software) e l'amiga ha
          chiuso.Cioe' secondo te una ditta di hw chiude perche' la gente ha un sacco di software gratis a disposizione : complimenti hai capito tutto.Continui a ripetere questa frase senza senso da tempo, studiati la storia di amiga cosi' eviterai queste figuracce dai....
          • Futon V2.0 scrive:
            Re: Incredibile
            Lascia perdere, il tipo è un TROLLONE DOC, lo sanno tutti che i titoli Amigaandavano Piratati da dei Team Dedicati, che dovevano riprogrammare metà della struttura del titolo, un poco come ha fatto il team che l'ha messo nel COLO a Ubisoft.Amiga aveva pirateria perchè era il sistema che vendeva, ora lo è l'X-Box 360 e gli utenti migreranno li.
        • panda rossa scrive:
          Re: Incredibile
          - Scritto da: Undertaker
          - Scritto da: Sgabbio

          Per non parlare della miopia della della UBISOFT

          che ha annuciato altri giochi con questa

          protezione.


          E' chiaro che vogliono far fallire il gioco su
          pc.

          Secondo te un'azienda spende milioni per
          sviluppare un titolo per vederselo piratare
          spudoratamente ?Hanno mai provato a distribuire dei giochi fin da subito a 9.90 senza protezioni magari corredandolo di qualche gadget tipo bel manuale cartaceo o bella confezione, da invogliarne l'acquisto ?No! Non ci hanno mai provato.Meglio investire in protezioni, non allegare il manuale, vendere a 49.90, e poi piangere dando la colpa alla pirateria.
          É chiaro che finché ci sará pirateria ci saranno
          contromisure.
          Se queste contromisure funzionano male é un
          problema tecnico, ma questo non tocca il diritto
          dei produttori di proteggere i loro
          titoli.Diritto non significa obbligo.
          Il gioco su pc sta fallendo perché i drm non
          funzionano; Il gioco su pc sta fallendo perche' mancano le idee. Ogni versione e' la fotocopia di quella precedente. Ogni titolo e' la fotocopia del concorrente che ha venduto qualcosa.
          su amiga la situazione era la stessa
          (ingigantita dalla mancanza di leggi sul diritto
          d'autore esteso al software) e l'amiga ha
          chiuso.Esempio idiota: la commodore non basava mica il suo business sul software.Finche' amiga era sul mercato, e' uscito software per amiga.Quando amiga non era piu' sul mercato contestualmente e' cessato il software. La pirateria non c'entra.
          Su console i drm funzionano bene ed é il settore
          che vende di piú.Se fosse vera questa affermazione sarebbe la dimostrazione che la pirateria non c'entra: chi ha la console, normalmente non ha il pc, quindi che problema puo' dare la pirateria su pc se tanto le versioni per console vendono ugualmente?
          Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:
          Non piratare un titolo (film o videogame) fino a
          quando non sono passati uno-due anni dall'uscita,
          altrimenti si ammazza l'industria
          dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per
          nessuno.La pirateria e' una risposta ad una mancanza di codice etico.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Incredibile
            Alt! Chi ha la console ha anche un pc, ma non ha un PC configurato ad HOC per giocare.Poi ovviamente ci sono le eccezioni :D
        • Sgabbio scrive:
          Re: Incredibile
          - Scritto da: Undertaker
          Secondo te un'azienda spende milioni per
          sviluppare un titolo per vederselo piratare
          spudoratamente
          ?
          É chiaro che finché ci sará pirateria ci saranno
          contromisure.
          Se queste contromisure funzionano male é un
          problema tecnico, ma questo non tocca il diritto
          dei produttori di proteggere i loro
          titoli.Proteggere il loro lavoro, non vuol dire rendere difficile l'utilizzo verso chi PAGA il loro prodotto. E' sempre stato cosi nel mondo dei pc: I giochi originali danno rogne con le protezioni, mentre la copia pirata epurata da tali orrori è usabilissima. C'è gente che compra il gioco e poi usa la crack... fai un pò te :D
          Il gioco su pc sta fallendo perché i drm non
          funzionano; su amiga la situazione era la stessa
          (ingigantita dalla mancanza di leggi sul diritto
          d'autore esteso al software) e l'amiga ha
          chiuso.
          Su console i drm funzionano bene ed é il settore
          che vende di
          piú.Non funziona no, certo! Impedisce di giocare a chi lo compra! Ovvio, troppi sbattimenti! Amiga ha chiuso per gli errori della commodore nel gestirsi negli ultimi anni di vita, non c'erto per la pirateria, che tra l'altro era più facile copia i giochi sui PC ai tempi :D
          Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:
          Non piratare un titolo (film o videogame) fino a
          quando non sono passati uno-due anni dall'uscita,
          altrimenti si ammazza l'industria
          dell'intrattenimento e poi non ce ne sará piú per
          nessuno.Bla bla bla bla è da 12 anni che sento sta cantilena è i videogiochi ci sono ancora, COME MAI ????????Li è corsa la gara a crakkarlo il prima possibile, per dare la possibilità a CHI L'HA COMPRATO, ti poter giocare a AC II senza stare per forza on line.....che ciecità.
          • Funz scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Sgabbio
            Proteggere il loro lavoro, non vuol dire rendere
            difficile l'utilizzo verso chi PAGA il loro
            prodotto. E' sempre stato cosi nel mondo dei pc:
            I giochi originali danno rogne con le protezioni,
            mentre la copia pirata epurata da tali orrori è
            usabilissima. C'è gente che compra il gioco e
            poi usa la crack... fai un pò te
            :Dpresente :)
            gestirsi negli ultimi anni di vita, non c'ertoArgh Sgabbio, t'e c'hai un p'roblema c'on g'li a'postrofi, sai? :DQuoto tutto il resto :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Incredibile
            Ero mezzo addormetato LOL
        • ruppolo scrive:
          Re: Incredibile
          - Scritto da: Undertaker
          Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice etico:Il punto è che questa non è pirateria, è becero opportunismo: si può facilmente rubare? E rubiamo!
          • angros scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Undertaker

            Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice
            etico:

            Il punto è che questa non è pirateria, è becero
            opportunismo: si può facilmente rubare? E
            rubiamo!Scaricare non è rubare, inoltre l'"opportunismo" nasce dalla natura stessa dei beni digitali, infinitamente copiabili, che quindi offrono automaticamente l'opportunità di copiarli; tentare di togliere questa opportunità è una lotta contro i mulini a vento, è impossibile in pratica, perchè richiederebbe di cambiare la natura stessa dei files digitali (questo è possibile: si potrebbero fare giochi analogici, oppure eliminare i files digitali e fare i giochi online). Il DRM è un errore, puro e semplice, e va eliminato.
          • ruppolo scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: angros
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Undertaker


            Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice

            etico:



            Il punto è che questa non è pirateria, è becero

            opportunismo: si può facilmente rubare? E

            rubiamo!

            Scaricare non è rubare, inoltre l'"opportunismo"
            nasce dalla natura stessa dei beni digitali,
            infinitamente copiabili, che quindi offrono
            automaticamente l'opportunità di copiarli;
            tentare di togliere questa opportunità è una
            lotta contro i mulini a vento, è impossibile in
            pratica, perchè richiederebbe di cambiare la
            natura stessa dei files digitali (questo è
            possibile: si potrebbero fare giochi analogici,
            oppure eliminare i files digitali e fare i giochi
            online). Il DRM è un errore, puro e semplice, e
            va
            eliminato.Io eliminerei dall'altro lato.
          • angros scrive:
            Re: Incredibile


            Io eliminerei dall'altro lato.Guarda che "l'altro lato" è il più numeroso, ed il più agguerrito. Non so se ti conviene lo scontro diretto... finora hi ci ha provato si è fatto solo male.
          • Get Real scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: angros



            Io eliminerei dall'altro lato.

            Guarda che "l'altro lato" è il più numeroso, ed
            il più agguerrito. Non so se ti conviene lo
            scontro diretto... finora hi ci ha provato si è
            fatto solo
            male.Si... Agguerrito finché non arrivano le richieste di risarcimento e le cause legali. Dopo strillano e vanno a piangere dalla mamma.
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: angros


            Io eliminerei dall'altro lato.

            Guarda che "l'altro lato" è il più numeroso, ed

            il più agguerrito. Non so se ti conviene lo

            scontro diretto... finora hi ci ha provato si è

            fatto solo male.
            Si... Agguerrito finché non arrivano le richieste
            di risarcimento e le cause legali. Dopo strillano
            e vanno a piangere dalla mamma.Ma per ognuno colpito ce ne sono altri 10.000...
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Get Real

            - Scritto da: angros




            Io eliminerei dall'altro lato.



            Guarda che "l'altro lato" è il più numeroso,
            ed


            il più agguerrito. Non so se ti conviene lo


            scontro diretto... finora hi ci ha provato si
            è


            fatto solo male.


            Si... Agguerrito finché non arrivano le
            richieste

            di risarcimento e le cause legali. Dopo
            strillano

            e vanno a piangere dalla mamma.

            Ma per ognuno colpito ce ne sono altri 10.000...spesso chi viene colpito paga anche per gli altri 10.000...
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: krane




            Io eliminerei dall'altro lato.



            Guarda che "l'altro lato" è il più numeroso,



            ed il più agguerrito. Non so se ti conviene



            lo scontro diretto... finora hi ci ha



            provato si è fatto solo male.


            Si... Agguerrito finché non arrivano le


            richieste di risarcimento e le cause


            legali. Dopo strillano e vanno a


            piangere dalla mamma.

            Ma per ognuno colpito ce ne sono altri 10.000...
            spesso chi viene colpito paga anche per gli altri
            10.000...Certo, per questo va a piangere dalla mamma, cio' non toglie che gli altri 10.000 continuano.
          • shevathas scrive:
            Re: Incredibile


            Certo, per questo va a piangere dalla mamma, cio'
            non toglie che gli altri 10.000
            continuano.e tutti sono contenti:l'azienda perché ha trovato chi paga per 10.000 scaricatorii 10.000 che continueranno allegramente a scaricarel'unico che ci perde è il tipo che fa beneficenza...
          • krane scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: shevathas

            Certo, per questo va a piangere dalla mamma,

            cio' non toglie che gli altri 10.000

            continuano.
            e tutti sono contenti:
            l'azienda perché ha trovato chi paga per 10.000
            scaricatori i 10.000 che continueranno
            allegramente a scaricare
            l'unico che ci perde è il tipo che fa
            beneficenza...Non la fa: un privato da solo non puo' mantenere l'azienda, al massimo va qualche mese al gabbio.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Undertaker

            Anche la pirateria dovrebbe darsi un codice
            etico:

            Il punto è che questa non è pirateria, è becero
            opportunismo: si può facilmente rubare? E
            rubiamo!Ma no, in realtà chi scarica è come Robin Hood: ruba ai ricchi (Ubisoft) per dare ai poveri (videogiocatori squattrinati)!
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Incredibile
          contenuto non disponibile
    • Wolf01 scrive:
      Re: Incredibile
      Incredibile, io lo devo fare per tutti i giochi con starfroge...Per il momento quelli di EA si salvano, tipo Spore, perchè non mi ha dato problemi con l'attivazione via internet e posso giocarci anche senza essere collegato.DRM che mi infettano il sistema o che mi obbligano a giocare come vogliono loro verranno irrimediabilmente lasciati sullo scaffale (Red Alert 3 per pc ad esempio) oppure crackati se non ero a conoscenza del DRM ed ho acquistato il gioco.Ah, la roba Ubisoft se vuole potrà girare sulla X360, sempre che non richieda di stare sempre collegato, ma sicuramente non sul mio pc.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 aprile 2010 18.08-----------------------------------------------------------
      • Bruck scrive:
        Re: Incredibile
        Bah tanti discorsi per niente....Io ho preso AC2 al day one. A parte una domenica non ho più avuto problemi di connessione ai loro server, ed ho ricevuto tre DLC gratis per abbonarsi i clienti.... se capita ancora tanto meglio...
        • luisito scrive:
          Re: Incredibile
          mah, io proprio non capiscose AC2 è...1- creato per il singleplayer2- giocabile escusivamente in singleplayer3- non costumizabile/espandibile...e nonostante quanto sopra devi giocarci obbligatoriamente ed esclusivamente online (con tutti i problemi che possono derivarne)...allora mi domando: Come fai a non sentirti preso per il XXXX? (soprattutto dopo questa notizia)Se invece di fare una XXXXXXXtona del genere, ubisoft avesse impostato una cosa così: http://www.quakelive.com/#homeconsentendo l'acXXXXX ai server dietro creazione di un profilo a pagamento, nessuno avrebbe avuto niente da ridire: il gioco resta sui loro server, lì rimane e se vuoi usufruire paghi, fine.invece adesso gli onesti pagano e quando manca la connessione se lo prendono nel didietro mentre i pirati giocano tranquilli: bello, vero?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 aprile 2010 19.51-----------------------------------------------------------
        • Sgabbio scrive:
          Re: Incredibile
          Per niente, un corno ricurvo se permetti.
        • Andreabont scrive:
          Re: Incredibile
          Pensa a quanto hai pagato quel gioco... bene, allora pensa che quella somma è soltanto per garantirti un tempo limitato di gioco.Fra qualche anno i server ubisoft potrebbero non esserci più... e allora addio videogame regolarmente acquistato! Puoi buttarlo nel cestino, perché senza crack non lo usi.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Incredibile
      - Scritto da: Andreabont
      Non avrei mai immaginato di dover usare una crack
      per poter giocare con il gioco
      ORIGINALE....

      Non lo prendo e non lo prenderò, anche perchè ho
      una consolle, ma il concetto è quello: se lo
      compri e vuoi giocare senza problemi... usa la
      crack...sin dai tempi di europa universalis succedeva questo anche con le altre case videoludiche che sono puntualmente fallite.per i multiplayer sopravviverà solo chi da un servizio server decente a giusto prezzo e con numerosa novità durante tutto l'anno, non so se ancora vale la pena sviluppare giochi esclusivamente single player
      • Bearzon scrive:
        Re: Incredibile
        "Hanno mai provato a distribuire dei giochi fin da subito a 9.90 senza protezioni magari corredandolo di qualche gadget tipo bel manuale cartaceo o bella confezione, da invogliarne l'acquisto ?No! Non ci hanno mai provato.Meglio investire in protezioni, non allegare il manuale, vendere a 49.90, e poi piangere dando la colpa alla pirateria"Si la FX interactive... infatti ultimamente gli avrò comprato una quindicina di titoli per me e da regalare a conoscenti... Il resto quoto a favore della pirateria sino a che queste major non si renderanno conto che la merce che producono è in primis da orientare al consumatore.
      • Drummer scrive:
        Re: Incredibile
        - Scritto da: Picchiatell o
        non so se
        ancora vale la pena sviluppare giochi
        esclusivamente single
        playerFinché esisteranno utenti come me, sicuramente sì: io gioco solo con videogame single player, e non sono un caso isolato, credimi.Siamo i giocatori che preferiscono una buona storia ad un buon gameplay o a una bella grafica. Siamo in costante diminuzione, è vero, ma ci siamo ancora!
Chiudi i commenti