Facebook, la drag queen contro i nomi reali

Una performer americana incappa nell'obbligo dell'uso di nomi reali imposto dal social network: quel che ne scaturisce è una sorta battaglia contro la discriminazione insita nelle policy

Roma – Michael Williams , in arte Sister Roma, è una drag queen che ha avuto la sfortuna di incappare nelle conseguenze della policy sui nomi reali imposta da Facebook: quella policy non è solo discriminatoria ma anche pericolosa, sostiene Roma, e ora il social network in blu deve fare i conti con le proteste e le polemiche alimentate da un caso niente affatto isolato.

La vicenda nasce dall’imposizione ricevuta da Roma, da parte di Facebook, di cambiare il nome del suo profilo così da rispecchiare quello reale indicato sui documenti di identità. La performer non l’ha presa molto bene, visto che dice di sentirsi Sister Roma da oramai 27 anni anche se il nome sulla patente di guida è diverso.

A complicare ulteriormente le cose c’è il fatto che Roma è membro del gruppo di attivisti LGBT-friendly Sisters of Perpetual Indulgence (SPI), e che la sua disavventura con la rigida policy di Facebook è stata recentemente condivisa anche da altre drag queen con profilo sul social network.

Una di queste drag, Sister Unity, ha per protesta cambiato il proprio volto con quello di un gatto perché, a suo dire, Facebook non ha problemi ad accettare profili di felini e a trattarli come persone reali – diversamente da quelli delle drag queen, suggerisce il palese sottotesto.

Roma spiega che la nuova battaglia contro le policy “realiste” di Facebook non è semplicemente vanesio presenzialismo da drag, visto che dietro alcuni dei nomi di fantasia usati sul network ci sono storie di sofferenza , relazioni abusive o magari un passato che si vorrebbe dimenticare per sempre. Ma Facebook non dimentica, è una questione di policy.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fra scrive:
    Governi feudali ?
    Tutti d'accordo sulle scarsita' igeniche ... ma non pensiate che in india non abbiano terminali Iphone/Android come funghi.I miei colleghi indiani hanno in buona parte questo genere di terminali.Non pensiate che l'india sia ancora il paese dei maraja ...
    • panda rossa scrive:
      Re: Governi feudali ?
      - Scritto da: Fra
      Tutti d'accordo sulle scarsita' igeniche ... ma
      non pensiate che in india non abbiano terminali
      Iphone/Android come
      funghi.
      I miei colleghi indiani hanno in buona parte
      questo genere di
      terminali.Quale genere di terminali?Hai citato due filosofie non comparabili: una e' una angusta cella chiusa a chiave da cui e' vietato uscire, l'altro e' uno sterminato oceano di liberta'.
  • saggio scrive:
    Poverini
    Già hanno la povertà, le scarse condizioni igieniche, l'instabilità di governi di stampo feudale.Anche Android però no, questo è davvero troppo anche per loro.
    • 2014 scrive:
      Re: Poverini
      - Scritto da: saggio
      Già hanno la povertà, le scarse condizioni
      igieniche, l'instabilità di governi di stampo
      feudale.
      Stai parlando dell'itaGlia?
    • BarbaSasizz a scrive:
      Re: Poverini
      Sicuramente meglio un Lumia.XD
    • bradipao scrive:
      Re: Poverini
      - Scritto da: saggio
      Anche Android però no, questo è davvero troppo
      anche per loro.O forse hanno capito che è assurdo pagare 1059 per una mela morsicata stampata su un telefono "made-in-china".
    • 2014 scrive:
      Re: Poverini
      - Scritto da: saggio
      Già hanno la povertà, le scarse condizioni
      igieniche, l'instabilità di governi di stampo
      feudale.
      Invidia? :D
      • saggio scrive:
        Re: Poverini
        - Scritto da: 2014
        Invidia? :DSul governo di stampo feudale sicuramente, almeno nessuno tenta di spacciarlo per democrazia come da noi :D
    • james peracott scrive:
      Re: Poverini
      - Scritto da: saggio
      Già hanno la povertà, le scarse condizioni
      igieniche, l'instabilità di governi di stampo
      feudale.

      Anche Android però no, questo è davvero troppo
      anche per
      loro.Vaglielo a dire in faccia e restaci il più a lungo possibile.
Chiudi i commenti