Facebook, la minaccia dei profili ombra

La divisione irlandese del social network nel fuoco delle polemiche per la privacy. Il sito in blu avrebbe rastrellato informazioni eliminate dagli utenti. Ma anche dati relativi a persone mai registratesi alla piattaforma

Roma – Rischierebbero fino a 100mila euro di multa , accusati di aver creato ed archiviato dei veri e propri profili ombra . Gli alti rappresentanti della divisione irlandese di Facebook sono così finiti al centro del mirino, dopo le agguerrite accuse lanciate dal Commissario locale per la protezione dei dati personali.

A far divampare la polemica aveva pensato Max Schrems, studente austriaco di 24 anni. Il giovane era entrato in possesso di una più che corposa lista di sue informazioni personali, raccolte da Facebook in un migliaio di pagine. Praticamente il resoconto dettagliato di tre anni trascorsi sul sito in blu .

A scatenare gli animi, un dettaglio cruciale. Schrems aveva scoperto il rastrellamento di informazioni da lui stesso eliminate sul profilo . Persino di indirizzi di posta elettronica mai sfruttati sul sito in blu. Lo studente austriaco ha contattato direttamente l’ Irish Data Protection Commissioner (IDC) per vederci chiaro.

Facebook Ireland – a Dublino c’è appunto la sede che gestisce le faccende europee – è così finita sotto accusa, vittima di un’inchiesta per violazione massiva della privacy degli utenti del Vecchio Continente. In sostanza, il sito in blu avrebbe raccolto dati senza alcuna autorizzazione, in particolare relativi a profili mai nati sulla sua piattaforma .

Nomi e cognomi, indirizzi di posta, numeri di telefono. Addirittura informazioni sensibili come orientamenti politici, religiosi e sessuali. Facebook avrebbe estrapolato questi dati dai vari profili, ricavando degli account ombra validi anche per persone mai registratesi al social network .

In altre parole , i responsabili di Facebook sarebbero riusciti a succhiare dati relativi a persone non iscritte, grazie a pratiche come la sincronizzazione mobile. Ma anche importando dati personali dai singoli fornitori di servizi di posta, dai servizi di messaggistica istantanea .

Persino grazie alle query di ricerca sfruttate per trovare amici in blu sui popolari search engine . La piattaforma di Mark Zuckerberg avrebbe così rimpolpato gli attuali profili registrati, oltre a guadagnare dati su persone mai entrate tra i suoi meandri social .

Ma si tratterebbe di un’accusa priva di qualsiasi fondamento, almeno secondo un portavoce del sito in blu. Che si limiterebbe a trattenere gli indirizzi email delle persone invitate singolarmente dai profili già attivi . Questo per avvisare quest’ultimi dell’avvenuta registrazione degli amici invitati.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabio scrive:
    anonymous
    Che la giustizia privata sia sempre sbagliata è un azzardo logistico.Nessuno può decidere a priori che la giustizia convenzionale sia l'unica vera giustizia, soprattutto quando i legislatori fanno di tutto per renderla inefficace.Per esempio quando e se faranno la legge che vieterà le intercettazioni, sono certo che ci saranno gruppi anonimi che le pubblicheranno lo stesso, perché la legge può dare delle regole, ma praticamente nessuno può impedirti del tutto di infrangerle.La vera giustizia non è una cosa "bell'e pronta" ma un prodotto della volontà popolare e del contesto civico.
  • antonella passero scrive:
    anonimus
    Gli anonymous sono un gruppo di cyber terroristi che hanno fatto minacce di morte e altre cose illegali provate.Tanto e' vero che parecchi sono stati arrestati e stanno venendo investigati dall'FBIOra che si mettano tutto all'improvviso a fare i buoni lo trovo alquanto strano e "incredibile".Do' il beneficio del dubbio sul fatto che anonimus e' composto da piu' persone e magari qualcuna e' pure intelligente.Personalmente conosceo un anonimus che e' coinvolta con la XXXXXgrafia.Si chiama Mark Fisher...quindi
  • Joliet Jake scrive:
    Ma il Tg1 ha detto che...
    ...che i cattivi erano gli "Akerz"!E invece ora sgominano pedofili.Uffa, non ci capisco nulla! :p
    • Alex P. scrive:
      Re: Ma il Tg1 ha detto che...
      Beh sì, dice anche che Berlusconi è vittima della magistratura, che il Governo funziona bene e che l'Italia è un gran bel Paese felice che vuol sapere come lessare le patate nella lavastoviglie. Un gran telegiornale insomma.
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: Ma il Tg1 ha detto che...
      Buono o cattivo, tutto dipende solo da che parte sta chi decide.Se gli Anonymous sono scomodi allora sono cattivi. Se fanno qualcosa che condividi allora sono buoni.Anche i partigiani al tempo della guerra erano considerati dei cattivi (reazionari e terroristi) dai tedeschi. Ma visto che i tedeschi non hanno vinto la guerra oggi li consideriamo degli eroi.
  • Nome e Cognome scrive:
    Re: Se fossi capace

    Quindi chi gioca con gli FPS è una persona
    violenta e va rinchiusa, non illudiamoci che un
    giocatore di FPS si fermi ad ammazzare la gente
    nel mondo
    virtuale...Fatti un giro su TOR e dimmi se secondo te c'è un qualche limite alle attività pedofile perchè io dopo aver iniziato ho dovuto smettere dal disgusto, e ci sono forum come "Violent Desires" che NON HO il coraggio di visitare.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Se fossi capace
      - Scritto da: Nome e Cognome

      Quindi chi gioca con gli FPS è una persona

      violenta e va rinchiusa, non illudiamoci che un

      giocatore di FPS si fermi ad ammazzare la gente

      nel mondo

      virtuale...

      Fatti un giro su TOR e dimmi se secondo te c'è un
      qualche limite alle attività pedofileFatti un giro in qualche strada isolata di sera e dimmi se secondo te c'è un qualche limite allo spaccio di droga...Internet è come il mondo reale. Le anonet ancora di più. Ci sono le cose belle e ci sono le cose brutte. E ora non dire che le anonet non servono, è come avere un coltello, puoi usarlo per tagliare il pane o per assassinare qualcuno, ma il coltello di per sé non è né buono né cattivo, dipende dall'uso che se ne fa. Tuttavia questo non giustifica fare un reato per scovarne un altro: le stesse forze dell'ordine che hanno possibilità di agire sotto copertura in queste indagini devono comunque sottostare a dei limiti e a dei protocolli, per non invalidare l'indagine.
      perchè io
      dopo aver iniziato ho dovuto smettere dal
      disgusto,E' la tua confessione, questa? Perché bada bene che la legge non discrimina se dopo aver visto certe foto ti sei eccitato o ti sei schifato, sei colpevole a prescindere.
      e ci sono forum come "Violent Desires"
      che NON HO il coraggio di visitare.Se non hai il coraggio tu, perché dovrei avercelo io?
  • anonimo scrive:
    Re: Se fossi capace
    Quello che non capisci è che non è possibile "raccogliere nominativi" senza 1.inquinare le prove 2.sabotare un servizio legale (Tor e FH in questo caso) 3. commettere reati a tua volta come la violazione di sistema informatico 4. disturbare le operazioni di infiltrazione che l'interpol pratica da anni. Inoltre le prove che raccogli non hanno alcun valore in sede processuale e neanche possono essere utilizzate dagli investigatori a mo' di delazione. Perchè altrimenti io posso prendere il tuo ip (salvo proxy) da una email o una chat e segnalarti alla polizia postale. Indovina? Non succede niente.
  • malto scrive:
    Re: Se fossi capace
    - Scritto da: Adaron
    Se fossi capace di fare quello che gli Anonymous
    sanno fare, e trovassi un sito in cui gli utenti
    si scambiano foto pedoXXXXXgrafiche non ci
    penserei due minuti, girerei tutti i nominativi
    che riesco a prendere alla polizia.Hai provato a guardare in parrocchia?Stando alle cronache belghe parecchi si nascondono da quelle parti... :D
  • Pino scrive:
    Ma non erano quelli...
    Ma gli Anonymous non erano quelli che avevano inondato youtube di video XXXXX chiamandoli biancaneve, raperonzolo etc???
    • krane scrive:
      Re: Ma non erano quelli...
      - Scritto da: Pino
      Ma gli Anonymous non erano quelli che avevano
      inondato youtube di video XXXXX chiamandoli
      biancaneve, raperonzolo etc???Tutti sono Anonimous, anche Tu.
    • sbrotfl scrive:
      Re: Ma non erano quelli...
      - Scritto da: Pino
      Ma gli Anonymous non erano quelli che avevano
      inondato youtube di video XXXXX chiamandoli
      biancaneve, raperonzolo
      etc???Ecco un altro che pensa che gli anonymous abbiano una sede centrale, un capo e che domineranno il mondo
    • anon scrive:
      Re: Ma non erano quelli...
      - Scritto da: Pino
      Ma gli Anonymous non erano quelli che avevano
      inondato youtube di video XXXXX chiamandoli
      biancaneve, raperonzolo
      etc??? Tra XXXXX e pedo c'è una bella differenza...
  • Torino Erotica scrive:
    mah!
    Da apprezzare chi lotta contro la pedofilia!! Lasciate in pace i bambini!!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: mah!
      - Scritto da: Torino Erotica
      Da apprezzare chi lotta contro la pedofilia!!
      Lasciate in pace i bambini!!Quindi tu per eliminare un reato ne compi un altro.Interessante: quindi se io (non un giudice, non un poliziotto, ma io) decido che hai rubato 10 euro, posso venire a dare fuoco al condominio dove, tra i tanti altri, vivete tu e la tua famiglia?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 ottobre 2011 15.27-----------------------------------------------------------
      • fede scrive:
        Re: mah!
        si è cosi luco!
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: mah!
        Beh dai quel che dici è vero solo in parte, infatti <I
        "...gli Anonymous sarebbero riusciti ad ottenere anche le identità reali di alcuni di questi utenti, passate all'FBI per le indagini" </I
        . Poi si sa, non è che Anonimous siano dei santi (che poi di santi non ne ho mai conosciuti)Ciao
        • Sgabbio scrive:
          Re: mah!
          Il discorso di luco e in parte condivisibile, anche perchè si darebbe spazio a giustizie fai da te, che non fa bene a nessuno.Lasciamo Batman nella fantasia.del resto in italia gli anonimi per una cosa simile passerebbero dei guai legali, non solo per "la giustizia fai da te", ma anche per il solo fatto di andar a cercare quei siti.
          • Fininsvest scrive:
            Re: mah!
            non solo il fatto che quelle identità siano state scoperte da persone non autorizzate le rendono inutili.
        • Io Medesimo in Persona scrive:
          Re: mah!
          Guardate che non hanno "consegnato i dati al FBI", sono postati su Pastebin. Poi AUSPICANO che l'FBI prenda in considerazione tali dati, ma chiunque può leggerli, anche voi (fate una ricerca e trovate il documento originale di Anonymous). Ad alcuni presunti utenti hanno collegato (non so se a ragione o no) degli account su Youtube
      • Cittadino probo scrive:
        Re: mah!
        A prescindere che sto commettendo un reato, quello che faccio non danneggia fisicamente nessuno, come per esempio bruciare il palazzo. In mio aiuto in Italia arriva l'Art.383 c.p.p.che prevede la "Facoltà di arresto da parte dei privati"."Nelle ipotesi di flagranza di reati per i quali è previsto larresto obbligatorio da parte della PG (qualche esempio più significativi dellart.380 CPP: delitto di devastazione e saccheggio, delitto di riduzione in schiavitù, delitto di prostituzione minorile, delitto di furto di armi, delitto di rapina e di estorsione, delitti concernenti sostanze stupefacenti o psicotrope, ecc.), e limitatamente ai casi in cui il delitto sia perseguibile dufficio. lart.383 del Codice di Procedura Penale stabilisce che ogni persona è autorizzata a procedere allarresto in flagranza, con lobbligo consequenziale di senza ritardo consegnare larrestato e gli oggetti costituenti il corpo del reato alla polizia giudiziaria, la quale redige il verbale della consegna e ne rilascia copia."
        • grubbolo scrive:
          Re: mah!
          Arresto non significa linciaggio
          • Cittadino probo scrive:
            Re: mah!
            Qua nessuno ha parlato di lincaggio, non mirisulta che i nomi siano stati dati in pasto alla stampa, sono finiti in mano all'FBI, quindi...
          • grubbolo scrive:
            Re: mah!
            Hai parlato di farsi giustizia da sé...
          • panda rossa scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: grubbolo
            Arresto non significa linciaggioNon e' linciaggio: e' caduto dalle scale!
          • Number 6 scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: grubbolo

            Arresto non significa linciaggio

            Non e' linciaggio: e' caduto dalle scale!Dritto sui fornelli accesi!
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: mah!
          - Scritto da: Cittadino probo
          A prescindere che sto commettendo un reato,
          quello che faccio non danneggia fisicamente
          nessunoPerché, guardare foto di bambini danneggia <b
          fisicamente </b
          qualcuno? Se c'è stato un danneggiamento fisico (e non è detto potrebbero esser state foto fatte in un campo nudisti) è stato fatto quando è stata scattata la foto, non certo dopo.
          come per esempio bruciare il palazzo. In
          mio aiuto in Italia arriva l'Art.383 c.p.p.che
          prevede la "Facoltà di arresto da parte dei
          privati".A parte che gli anonymous stanno in tutto il mondo ma la facoltà è di arresto o di danneggiamento?
          "Nelle ipotesi di flagranza di reati per i quali
          è previsto larresto obbligatorio da parte della
          PG (qualche esempio più significativi
          dellart.380 CPP: delitto di devastazione e
          saccheggio, delitto di riduzione in schiavitù,
          delitto di prostituzione minorile, delitto di
          furto di armi, delitto di rapina e di estorsione,
          delitti concernenti sostanze stupefacenti o
          psicotrope, ecc.), e limitatamente ai casi in cui
          il delitto sia perseguibile dufficio. lart.383
          del Codice di Procedura Penale stabilisce che
          ogni persona è autorizzata a procedere
          allarresto in flagranza, con lobbligo
          consequenziale di senza ritardo consegnare
          larrestato e gli oggetti costituenti il corpo
          del reato alla polizia giudiziaria, la quale
          redige il verbale della consegna e ne rilascia
          copia."Chi è stato <b
          arrestato </b
          ? L'arresto forse può essere effettuato da un privato cittadino, ma la raccolta di prove (ed è questo ciò che gli anonymous hanno fatto oltre alla distruzione delle stesse) spetta <b
          UNICAMENTE </b
          alla polizia giudiziaria e solo su autorizzazione della magistratura (può mancare l'autorizzazione PREVENTIVA ma in quel caso la magistratura deve convalidare il fermo entro 24 ore altrimenti le prove vengono invalidate -e non sono più utilizzabili- e il fermato viene immediatamente liberato).
          • Cittadino probo scrive:
            Re: mah!
            Si, perchè essendo pedo XXXXXgrafiche non solo sono foto (e comunque fotografare un bambino sotto i 14 nudo, e metterlo in pubblico è comunque un reato, sia qui che in America), ma sono foto dove adulti compiono violenza fisica su minori (e anche solo guardarle consapevolmente per la legge commetti un reato)In questo caso non si può parlare di dannegiamento (stesso discorso che hai fatto tu fino alla nausea in cui dici che copiare non è reato perchè non esiste furto di una cosa di cui posso fare una copia ecc...), visto che fisicamente non hanno danneggiato server o altro, ma si sono limitati quasi sicuramente ad usare DOS o altri attacchi non fisiciLe prove possono essere raccolte anche dai cittadini sia in Italia che in America (ti bastino tutti quei programmi TV da noi e da loro che aprono casi chiusi, scovando persone e portando ad analizzare reperti magari scartati o non analizzati per imperizia o incompetenza). Se io giro su un sito, e mi accorgo del reato, ed ho acceso ad una lista di pedofili (perchè in quel caso per me c'è una flagranza di reato), posso benissimo prenderla e darla a chi di dovere (poi posso anche dire che era su di una cartella del server senza protezioni, senza prove, nessun reato). L'investigatore privato (per la cronaca non esiste un albo) svolge indagini su incarico di privati, aziende, enti pubblici, nonché degli avvocati al fine della ricerca di elementi di prova da utilizzare nel contesto del proXXXXX penale (art. 327 bis c.p.p.).
          • Cittadino probo scrive:
            Re: mah!
            Io faccio la distinzione invece da cosa è un reato e cosa non lo è, in base sempre alla nostra legislazione ed eventuale a quella dove è commesso il reato. Se io creo un contenuto e provoco un danno fisico nel crearlo, e quindi commetto un reato, io che lo guardo consapevolmente (e la legge punisce anche guardarlo), a mia volta è come che produca un danno fisico (che poi il danno fisico è equiparato al danno morale o psicologico, sempre di reato si tratta, cambia solo la pena in anni inflitta, ed è un reato penale. Un pugno, lesioni fisiche, ti da meno anni di un'istigazione al suicidio che non è un danno fisico). Per intendermi, se collaboro con un omicida, ma non commeto fisicamente l'omicidio, veno acusato di concorso in omicidio (un danno fisico).La cancellazione settoriale non provoca danni al server, e poi è da vedere se veramente questi dati sono stati cancellati, altrimenti sparirebbe la prova di reato. Le prove si invalidano solo se queste non sono ripetibili, non dando quindi la possibilità ala difesa di rianalizzarle per stabilire se esiste un errore. In ogni caso l'ammissibilità delle prove cambia da caso in caso e quindi a seconda delle circostanze il giudice può autorizzare lo stesso una determinata prova (in america poi dopo l'11 Settembre, grazie al PATRIOT Act, basta far ricadere qualsiasi reato sul casus terrorismo e possono fare quello che vogliono).In ogni caso il passaggio è Anonymous--
            FBI--
            ulteriori indagini (ed è probabile che queste siano già state fatte prima che uscisse l'articolo)--
            richiesta ad un giudice compiacente--
            accolta prove--
            proXXXXX. Per la cronaca anche in Italia aviene più o meno così: intercettazioni illegali, o spiate fatte da informatori che magari prendono le prove in modo illegale, scopri che quell'individuo ha commesso un reato (prove non valide ma hai un'idea di chi è stato), indaghi vers ouna pista, trovi prove sufficienti per avere un mandato da un giudice, intercettazioni legali, raccolta prove e proXXXXX.Bada bene, commetti un errore di fondo, non tutto il materiale illecito prodotto è fatto per la vendita, spesso solo per lo scambio (ognuno presenta il suo materiale), quindi se io posso scaricare il materiale che comporta reato penale verso dei minori, sono incentivato a produrne dell'altro. non confondiamo un videogioco, libro o MP3 con un reato verso la persona.Come mi insegni tu, una prova informatica non la racogli, la copi, e ne lasci una copia nei server, in modo che l'FBI la possa rintracciare e punire (poi l'FBI farà intercettazioni, indagini ecc per vedere se questa prova è stata manomessa).Il DOS è un sistema per non rendere più accessibile un server, basta. come dettoin precedenza la prova raccolta per caso non è valida, ma se so che tu hai commesso un reato, indago come da tradizione (cioè con gliuomini sul campo) e cerco prove (poi potrebbero benissimo dire un informatore mi ha detto, visto che non sono tenuti a dichiarare le fonti).Per finire, ma tu sei davvero convinto che molti hacker non agiscano per conto proprio dell'FBI? Mutuo soccorso: io non rompo le scatole a te nella tua crociata, ma in cambio mi dai quello che mi serve (come hanno fatto gli USA in Afganistan contro i Russi e come hanno fatto in Iraq o in Libia).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: Cittadino probo
            Io faccio la distinzione invece da cosa è un
            reato e cosa non lo è, in base sempre alla nostra
            legislazione ed eventuale a quella dove è
            commesso il reato.Ininfluente ai fini del fatto se scaricandolo si incentiva l'acquisto o si disincentiva l'acquisto.Semmai il fatto che si incentiva l'acquisto servirà per punire il download di ciò per cui anche l'acquisto è illegale, mentre non andrà punito il download di ciò per cui l'acquisto è legale. Viceversa, se scaricando si disincentiva, va punito il download di ciò per cui l'acquisto è legale, ma non va punito il download di ciò per cui l'acquisto è illegale.Quindi il discorso legale c'entra, ma dopo aver stabilito se scaricare qualunque cosa per cui esista un mercato (mercato legale o illegale che sia) incentiva l'acquisto (e quindi la produzione) di quel qualcosa, oppure la disincentiva.In base a cosa si decide, si rende illegale il download di UNA SOLTANTO delle due cose (O materiale coperto da copyright O pedoXXXXX, ma non entrambi contemporaneamente perché le premesse che portano a rendere illegale il download dell'una rendono legale il download dell'altra) e il download dell'altro va depenalizzato (anzi andrebbe pure incentivato chi lo fa, visto che in un caso fa pubblicità gratuita al cantante e nell'altro caso evita le nuove produzioni e quindi che le violenze continuino).
            Se io creo un contenuto e
            provoco un danno fisico nel crearlo, e quindi
            commetto un reato, io che lo guardo
            consapevolmente (e la legge punisce anche
            guardarlo), a mia volta è come che produca un
            danno fisicoLa cosa non è suffragata dal fatto che su internet si vedano le esecuzioni (reato in tutti i Paesi come il nostro dove la pena di morte è abolita) e in tutti i telegiornali si vedano le scene di guerra con FERIMENTI e UCCISIONI di persone (che sono un tantino più gravi di uno stupro, sempre se di stupro si tratta -visto che come detto si può trattare benissimo di foto fatte in un campo nudisti-).
            (che poi il danno fisico è
            equiparato al danno morale o psicologico, sempre
            di reato si tratta, cambia solo la pena in anni
            inflitta, ed è un reato penale.Ordinamento italiano:Violenza sessuale su minore = massimo 12 anni di carcere, aggravanti = massimo 14 anni di carcereOmicidio = massimo 20 anni di carcere, aggravanti = ergastoloPerché la visione della prima è punita anch'essa e la visione del secondo no?E perché sono permessi i film di guerra mentre non sono permessi quei film dove la presunta violenza sarebbe solo simulata (pedoXXXXXgrafia virtuale)?E perché in molti XXXXX legali con maggiorenni reperibili in qualunque canale legale (sexy shop, edicola, internet) sono presenti scene di stupro simulato e non ne è proibita né la vendita né l'acquisto né il possesso?E che dire del XXXXX con animali? Quegli animali forse sono maggiorenni?E sempre a proposito di animali, che dire dell'onorevole Luca Barbareschi che tanto si batte contro la pedoXXXXXgrafia ma che ha partecipato al film Cannibal Holocaust dove sono stati usati (e uccisi) animali VERI?
            La cancellazione settoriale non provoca danni al
            server,Ne provoca a prescindere visto che non hai certezza di cosa sta succedendo dall'altra parte. E comunque non sta agli utenti decidere cosa è legale e cosa no e quindi cosa vada tolto e cosa no. Questo potere decisionale spetta unicamente alla magistratura.
            e poi è da vedere se veramente questi
            dati sono stati cancellati,L'hanno detto loro (gli Anonymous) che li hanno cancellati, eh.
            altrimenti sparirebbe
            la prova di reato. Le prove si invalidano solo se
            queste non sono ripetibili,E infatti se chi le trova cancella i dati dal server quelle prove non sono ripetibili...
            In ogni caso
            l'ammissibilità delle prove cambia da caso in
            caso e quindi a seconda delle circostanze il
            giudice può autorizzare lo stesso una determinata
            prova (in america poi dopo l'11 Settembre, grazie
            al PATRIOT Act, basta far ricadere qualsiasi
            reato sul casus terrorismo e possono fare quello
            che vogliono).Avrebbero però dovuto dire che erano account di terroristi e non di pedofili... ora si sono fregati da soli...
            In ogni caso il passaggio è
            Anonymous--
            FBI--
            ulteriori indagini (ed è
            probabile che queste siano già state fatte prima
            che uscisse l'articolo)--
            richiesta ad un
            giudice compiacente--
            accolta
            prove--
            proXXXXX.Se Anonymous cancella le prove, l'FBI non può fare nulla. A parte che dubito che neanche in America sia legale hackerare un server (perché questo è un attacco DOS) anche se al fine di reperire dati per un'indagine. Anche dopo l'11 settembre ci sono ancora molte garanzie non si è ancora in uno stato di polizia: e cioè anche gli agenti sotto copertura devono sottostare a delle procedure. Figuriamoci dei bimbiminkia (perché tali sono gli Anonymous).
            Per la cronaca anche in
            Italia aviene più o meno così: intercettazioni
            illegali, o spiate fatte da informatori che
            magari prendono le prove in modo illegale, scopri
            che quell'individuo ha commesso un reato (prove
            non valide ma hai un'idea di chi è stato),
            indaghi vers ouna pista, trovi prove sufficienti
            per avere un mandato da un giudice,
            intercettazioni legali, raccolta prove e
            proXXXXX.Devi avere la fortuna che nelle intercettazioni successive il tipo si tradisca di nuovo. Non è detto che succeda. Comunque non puoi intercettare in eterno e quelle intercettazioni di prima non puoi usarle, e se hai solo quelle dopo un certo tempo archivi perché non puoi fare altro.
            Bada bene, commetti un errore di fondo, non tutto
            il materiale illecito prodotto è fatto per la
            vendita, spesso solo per lo scambio (ognuno
            presenta il suo materiale), quindi se io posso
            scaricare il materiale che comporta reato penale
            verso dei minori, sono incentivato a produrne
            dell'altro.Non vedo quanto convenga: la produzione è punita ben più del possesso.
            Per finire, ma tu sei davvero convinto che molti
            hacker non agiscano per conto proprio dell'FBI?"Una di queste vite ha un futuro, l'altra invece no"? (cit.)
          • grubbolo scrive:
            Re: mah!
            E' grazie a quelli come te che poi passano le leggi razziali.PLONK
          • Fininsvest scrive:
            Re: mah!
            un accusa di pedofilia ti può rovinare la vita, la storia (sopratutto italiana) è piena di rastrellamenti di migliaia di utenti accusati di pedofilia e alla fine tutti rilasciati perché innocenti (hanno fatto anche un servizio alle iene).Per accusare qualcuno di un reato simile devi essere più che sicuro, non basta una visita a un forum o a un immagine con minore (che può avvenire anche per sbaglio) ma ci deve essere il dolo.Insomma nessuno difende la pedofilia, ma pensi che l'fbi non conoscesse quei posti? probabilmente stavano indagando da anni e ora grazie agli anonymous tutto il lavoro è saltato, perchè ovviamente anche chi gestisce quel forum prob ha letto l'annuncio degli anonymous.
          • krane scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: Fininsvest
            un accusa di pedofilia ti può rovinare la vita,
            la storia (sopratutto italiana) è piena di
            rastrellamenti di migliaia di utenti accusati di
            pedofilia e alla fine tutti rilasciati perché
            innocenti (hanno fatto anche un servizio alle
            iene).
            Per accusare qualcuno di un reato simile devi
            essere più che sicuro, non basta una visita a un
            forum o a un immagine con minore (che può
            avvenire anche per sbaglio) ma ci deve essere il
            dolo.
            Insomma nessuno difende la pedofilia, ma pensi
            che l'fbi non conoscesse quei posti?
            probabilmente stavano indagando da anni e ora
            grazie agli anonymous tutto il lavoro è saltato,
            perchè ovviamente anche chi gestisce quel forum
            prob ha letto l'annuncio degli anonymous.Anonimous ha maggior liberta' di movimento: se questi siti sono su freenet floddarli e dossarli e' l'unico modo per scoraggiare chi usa freenet queste cose. Riguardo a beccare chi mette su siti del genere su freenet... Dubito che la polizia o chiunque altro possa, a parte forse ruppolo nei suoi sogni bagnati si succo di mela.
          • Healty scrive:
            Re: mah!
            In realtà, non capisco come abbiano fatto neanche gli anonymous eh!Se erano su freenet o sugli hidden services, un dos passa attraverso tutta la rete tor...e dovrebbe congestionarla e buttarla giù prima di arrivare all'obiettivo .-. tantopiù su freenetma forse mi sfugge qualcosa
          • krane scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: Healty
            In realtà, non capisco come abbiano fatto neanche
            gli anonymous eh!
            Se erano su freenet o sugli hidden services, un
            dos passa attraverso tutta la rete tor...e
            dovrebbe congestionarla e buttarla giù prima di
            arrivare all'obiettivo .-. tantopiù su freenet
            ma forse mi sfugge qualcosaSecondo me hanno puntato a congestionare il sito per renderlo inutilizzabile, non vedo altre soluzioni praticabili.
          • verita fa male scrive:
            Re: mah!


            PS Questo forum richiede un QI superiore a 80. Se
            hai un QI inferiore, il tuo posto è il blog di un
            noto forcaiolo, quello che di fronte allePer capire chi sei e soprattutto <u
            <b
            cosa sei </b
            </u
            ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: verita fa male
            Per capire chi sei e soprattutto <u

            <b
            cosa sei </b
            </u
            ?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Uno che ragiona, tu invece sei l'amichetto del censuratore, bene sappi che fai schifo e qui non puoi attecchire. Vattene sul suo blog in mezzo alle XXXXX che commentano lì, e dagli tanti soldi che lui li userà tutti per la Romania, sì sì, certamente tutti, del resto lo sanno tutti che lui lavora...
          • Nome e cognome scrive:
            Re: mah!
            ecco, ora prevedo "linciaggio" :D
          • cloud scrive:
            Re: mah!
            sei così ligi alle leggi...allora rispetta quelle sulla violazione del copyrigth... o le leggi sono belle solo quando fa comodo?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: mah!
            - Scritto da: cloud
            sei così ligi alle leggi...Mi offendi.Ho detto quali sono le leggi, non ho mai detto che sono giuste, né che seguano un filo logico, né tantomeno che chi le ha fatte abbia avuto ragione a farle, o che chi le ha fatte e chi le applica sia sano di mente. Mi guardo bene anche solo dal pensare una tale idiozia.
            allora rispetta quelle sulla violazione del copyrigth... o le
            leggi sono belle solo quando fa comodo?Era stato detto che un'intrusione non autorizzata non danneggia nessuno, io ho risposto che è un reato ESATTAMENTE come è un reato il download di materiale pedoXXXXXgrafico, e ho risposto che la violazione di un reato non giustifica la commissione di un altro reato (se ti ammazzo la moglie non hai nessun diritto di ammazzare me e se lo fai in galera ci vai solo tu), né autorizza ad utilizzare in un proXXXXX prove acquisite con metodi illegali.E' un principio che si applica anche a quelle major che illegalmente rastrellano indirizzi IP dei condivisori per poi fare denuncia, perché nessuno ha autorizzato le major a ficcare il naso nel suo computer.E' un discorso che vale per la violazione di copyright come vale per il pedoXXXXX.Se poi vogliamo discutere cosa sia giusto e cosa no, è una cosa molto diversa da cosa sia legale e cosa no. Le leggi in materia informatica sono idiote e stupide, così come chi le ha fatte, chi le persegue e chi le applica.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 ottobre 2011 01.10-----------------------------------------------------------
        • Funz scrive:
          Re: mah!
          - Scritto da: Cittadino probo
          A prescindere che sto commettendo un reato,
          quello che faccio non danneggia fisicamente
          nessuno, come per esempio bruciare il palazzo. In
          mio aiuto in Italia arriva l'Art.383 c.p.p.che
          prevede la "Facoltà di arresto da parte dei
          privati".

          "Nelle ipotesi di flagranza di reati per i quali
          è previsto larresto obbligatorio da parte della
          PG (qualche esempio più significativi
          dellart.380 CPP: delitto di devastazione e
          saccheggio, delitto di riduzione in schiavitù,
          delitto di prostituzione minorile, delitto di
          furto di armi, delitto di rapina e di estorsione,
          delitti concernenti sostanze stupefacenti o
          psicotrope, ecc.), e limitatamente ai casi in cui
          il delitto sia perseguibile dufficio. lart.383
          del Codice di Procedura Penale stabilisce che
          ogni persona è autorizzata a procedere
          allarresto in flagranza, con lobbligo
          consequenziale di senza ritardo consegnare
          larrestato e gli oggetti costituenti il corpo
          del reato alla polizia giudiziaria, la quale
          redige il verbale della consegna e ne rilascia
          copia."Mi ero sempre chiesto, se dovessi bloccare un delinquente, finirei nei XXXXXX io?[/serio]Ma allora posso arrestare Berlusconi appena lo vedo? Ah, no, non sarebbe flagranza, peccato :p
      • grubbolo scrive:
        Re: mah!
        Se la pensi così, ti tocca sperare di non stare mai dalla parte sbagliata della clava...
      • Wolf01 scrive:
        Re: mah!
        Bene, viva l'omertà allora.
      • selvaone scrive:
        Re: mah!
        non puoi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! puoi continuare a sparare XXXXXXX quello si
      • Andre M scrive:
        Re: mah!
        Certo,non avete pensato anche al buonsenso del "la legge fai da te" ?Certo che vado ad ammazzare coloro che mi stanno sui maroni sono un XXXXXXXXX e un maniaco.Ma è certo che se vado a mettere nei XXXXXX dei pedofili la mia coscienza non ne risentirà.Questi Anonymous non stanno uccidendo nessuno,semplicemente,in questo caso,mettono nei XXXXXX persone che meritano il peggio,lasciate ad agire libere per,come dici tu,"priorità"
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: mah!
          - Scritto da: Andre M
          Questi Anonymous non stanno uccidendo
          nessuno,semplicemente,in questo caso,mettono nei
          XXXXXX personeGli ACCOUNT non sono PERSONE, a meno che non si registrano col nome e cognome reale e ne dubito. Ma sono comunque dati sensibili raccolti illegalmente.
          che meritano il peggio,Finché non c'è una sentenza definitiva che lo conferma, sono solo PRESUNTI pedofili. Ma dubito che tu capisca questo banale concetto.
    • selvaone scrive:
      Re: mah!
      bla bla bla, bla bla bladevi ciarlare ancora per molto?com'è che ti scaldi tanto, ti son entrati nel computer per caso???questa notte non dormirò pensando che inavvertitamente mi si è attivato il caps lock e a te è venuta una crisi epilettica, mi ti immagino a terra che sbatti come un pesce fuori dall'acqua;Dfatti una vita, se non riesci scrivimi che ti aiuto, la gente come te va aiutata e io sono disponibile a darti una mano.Io sarò anche un Lamer, tu sei patetico xò ;dLeva quell'avatar da pirata e mettici la sirena degli sbirri se vuoi essere coerente,tanto le sirene sempre in mare stavano e secondo me ti si addice di più, parli parli e poi come avatar hai il simbolo dei pirati????? ajajjajajajaj bang your head poser-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 ottobre 2011 11.43-----------------------------------------------------------
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: mah!
        - Scritto da: selvaone
        bla bla bla, bla bla bla
        devi ciarlare ancora per molto?
        com'è che ti scaldi tanto, ti son entrati nel
        computer per caso???Mi scaldo tanto? Ma li hai mai letti i miei post? Ma da quanto stai qui? Il tuo post più vecchio è del 26 ottobre 2011 e già dopo 8 messaggi te ne esci dicendo a me che mi scaldo tanto, io sto qua dal 25 luglio 2007 e di messaggi in più di 4 anni ne ho scritti 3958 (una media di poco meno di 3 messaggi al giorno), avrò un minimo di esperienza più di te e quindi non hai nessun diritto di dire che mi sto scaldando o meno, sei pregato di andarti a leggere i miei 3958 messaggi precedenti (con questo fanno 3959) prima di permetterti di attaccarmi sul piano personale. Non abbiamo mangiato mai insieme, non ti dò questa confidenza visto che è palese che non mi conosci.
        questa notte non dormirò pensando che
        inavvertitamente mi si è attivato il caps lock e
        a te è venuta una crisi epilettica, mi ti
        immagino a terra che sbatti come un pesce fuori
        dall'acqua;D
        fatti una vita, Sono talmente privo di una vita che ti rispondo dopo tre giorni, perché ho dovuto sbavare sul pavimento e boccheggiare... sì sì credici (rotfl)
        se non riesci scrivimi che ti aiuto,Non ho bisogno del tuo aiuto, i miei amici bastano e avanzano
        la gente come teE quale sarebbe la "gente come me"? Io sono una persona unica, non mi inquadro in nessuna categoria di nessun genere perché divergo da tutto e da tutti, tanto dalla massa quanto dalle minoranze, non mi piace omologarmi, gli amici mi accettano per come sono e stiamo bene così, la "gente come me" semplicemente non esiste, a meno che non intendi un insieme formato da un unico elemento: io.
        va aiutata e io sono
        disponibile a darti una
        mano.
        Io sarò anche un Lamer, tu sei patetico xò ;d
        Leva quell'avatar da pirata e mettici la sirena
        degli sbirri se vuoi essere coerente,Ma quali sbirri, quelli che a Napoli prima e a Genova poi picchiano manifestanti indifesi? Quelli che a Roma lasciano incendiare le auto infiltrandosi pure senza fare niente però poi facendo le cariche sulla folla comprese donne, anziani e bambini? Quelli che pestano a sangue i tifosi inermi negli stadi? Quelli che danno il loro voto alle merde che abbiamo al governo? Gli sbirri mi fanno schifo, e mai leggerai da me qualcosa che li difenda ho solo detto che limiti hanno e che se non li rispettano dovrebbero essere invalidate le indagini, e che se quei limiti li hanno loro non vuol dire che li abbia tu, se per te questo è essere incoerente, sei tu ad avere molte rotelle fuori posto.
        tanto le sirene sempre in mare stavanoMa quali sirene, quelle che suonano o quelle con la coda?
        e secondo me ti si
        addice di più, parli parli e poi come avatar hai
        il simbolo dei pirati????? ajajjajajajaj bang
        your head poserParlo finché mi pare e ho il simbolo dei pirati perché qualora non te ne fossi accorto sono da anni in tutte le notizie in cui quelle merdine dei videotecari stanno a fare i pistolotti contro la pirateria e il p2p, per me la rete deve essere libera, il wifi dev'essere libero, il copyright deve essere abolito per sempre e gli artisti devono campare con i concerti dal vivo e non con la musica registrata, che è pubblicità per il concerto e che quindi non si può far pagare alla gente, ho tutto il diritto di usare quel simbolo visto che rispecchia totalmente la mia idea di libertà, questo non vuol dire che non conosca le leggi e quali sono i margini e i limiti di ogni legge specialmente in campo informatico, e sono quindi libero di decidere se le leggi sul copyright e contro la pirateria (come la legge Urbani o la legge-censura dell'AGCOM) sono leggi ad personam o meno, e ho deciso che visto che sono state fatte dal padrone di Mediaset e Medusa per quanto mi riguarda sono leggi ad personam, e hanno quindi da parte mia lo stesso rispetto e la stessa osservanza di tutte le altre leggi ad personam, e cioè ZERO. Sono leggi contro il popolo che per la Costituzione è SOVRANO ed è quindi il popolo a decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato, ma loro (i politici) si fissano da soli i limiti per il popolo, ed ecco che il copyright non è abrogabile da referendum perché l'italia ha sottoscritto trattati internazionali al riguardo e le leggi create in seguito ai trattati internazionali non si possono abrogare con i referendum, così come non si possono abrogare tutte le leggi penali (altra XXXXXta colossale che toglie la sovranità dal popolo) e guardacaso la norma agcom prevede anche sanzioni penali quindi non si potrà abrogare col referendum...Detto questo, la mia conoscenza delle leggi penali in ambito informatico, dei limiti di esse e di quanto possano essere giuste o sbagliate, e di cosa il cittadino possa fare senza commettere reato, o senza invalidare indagini in corso o future, è paragonabile a quella di un avvocato di medio livello. Questo non fa di me, nel modo più assoluto, né un patito delle forze dell'ordine né uno che ne apprezza il relativo operato e nemmeno uno che ne apprezza la presenza, semplicemente ci sono e preferirei che non ci fossero ma ci sono perché in democrazia la gente vuole così, però come le forze dell'ordine hanno dei limiti anche i cittadini li hanno. Si possono superare questi limiti ma si deve essere pronti a gestirne le conseguenze. Io i limiti per quanto riguarda le leggi sul copyright li ho superati da tempo e non ne ho mai fatto mistero, la motivazione è strettamente politica: il copyright è sbagliato, non deve esistere perché è un obbrobrio giuridico; la censura di internet è sbagliata, non deve esistere perché è un obbrobrio tecnologico peraltro inutile e che nasconde i siti sotto il tappeto quando ci sono decine di modi per continuare a raggiungerli lo stesso; le leggi pro copyright sono fatte dal principale magnate di case di produzione e di importazione televisiva, cinematografica, discografica ed editoriale, e pertanto comportano un conflitto di interesse grosso come un grattacielo. Se anche ciò non bastasse, proprio quella persona ha affermato che è giusto evadere le tasse che ritiene ingiuste, quindi ignorando le leggi pro copyright seguo proprio la logica che chi le ha decise porta ad esempio della sua enorme e ineccepibile moralità...A mio favore riguardo la mia motivazione politica nel violare deliberatamente le leggi in materia di copyright, c'è una sentenza della Cassazione che assolse il signor Marco Pannella, colpevole di aver regalato della marijuana (o hashish non ricordo) al fine di far cambiare le leggi sulle sostanze stupefacenti. Fu assolto perché, appunto, lo scopo del gesto era uno scopo politico. Le mie numerosissime dichiarazioni proprio qui sul forum di punto informatico (ma anche altrove) in merito al copyright e alla pirateria dimostrano lo stesso.PS sia ben chiaro ero sarcastico (cit.) riguardo la moralità...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 ottobre 2011 01.43-----------------------------------------------------------
    • selvaone scrive:
      Re: mah!
      Ho partecipato al reality "Il Grand'Angolo" e ho anche buggerato Mianonna facendole credere che un Meschino mi stesse strozzando il collo.guarda guarda il maestrino come scrive grandangolognurant !!!!
  • Risposta alla notizia scrive:
    Gli do tempo un mese
    Poi punteranno i cannoni verso qualche altro bersaglio; nel frattempo cinque o sei sedicenni brufolosi saranno finiti in galera a far compagnia a Bubba, al grido di "Ma non è giusto! Noi siamo LEGIONE!!1".
Chiudi i commenti