Facebook, la nuova misura del tempo per i video maker

Il social network ha annunciato una nuova unità di misura del tempo, una frazione di nanosecondo utile soprattutto a chi realizza contenuti video per la visualizzazione su display tradizionali o anche in VR

Roma – Dalla divisione “virtuale” di Facebook (Oculus) arriva il “flick”, nuova unità di misura del tempo progettata specificamente per rendere più precisa la misurazione della durata di un frame in un video. Flick deriva infatti da “frame-tick”, e viene proposta dagli ingegneri del social network come soluzione ai problemi di sincronizzazione tra i contenuti video e le diverse frequenze di refresh dei display oggi in circolazione.

Facebook descrive un flick come la più piccola unità di tempo più grande di un nanosecondo, e un flick equivale precisamente a 1/705.600.000 di secondo in codice C++. In questo modo, una frequenza di refresh da 24Hz (24 frame al secondo) equivale a 29.400.000 flick, 30Hz sono 23.520.000 flick, 120Hz 5.880.000 flick e via elencando.

Flick risponde alla necessità di utilizzare numeri interi ben definiti per calcolare l’esatta durata temporale di un frame video, spiega ancora Facebook, un modo per evitare di ricorrere ai numeri decimali dove i valori dopo la virgola vengono approssimati e non risultano mai precisi.

Per Facebook i flick rappresentano la soluzione ideale nella realizzazione di video ed esperienze immersive, dove la sincronizzazione tra ciò che capita su schermo e gli eventi predefiniti della simulazione VR è fondamentale per la fruizione da parte dell’utente.

Oltre alla VR e ai video, infine, i flick possono essere adoperati in tutti quei contesti in cui la succitata sincronizzazione è utile a garantire stabilità, sicurezza e precisione allo sviluppo di software.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Dicesi lavata ed asciugata
    Denuvo come tutti i DRM degli ultimi 30 ha fallito clamorosamente ed adesso si rimescolano le carte cambiando il nome. La pirateria è causata da sbagliate politiche commerciali eche sono causa del proprio male. GOG senza DRM è viva e vegeta, significherà pure qualcosa.
    • Izio01 scrive:
      Re: Dicesi lavata ed asciugata
      - Scritto da: prova123
      Denuvo come tutti i DRM degli ultimi 30 ha
      fallito clamorosamente ed adesso si rimescolano
      le carte cambiando il nome. La pirateria è
      causata da sbagliate politiche commerciali eche
      sono causa del proprio male. GOG senza DRM è viva
      e vegeta, significherà pure qualcosa.Non ho nessuna simpatia per i DRM intrusivi, ma dire che la pirateria sia causata da sbagliate politiche commerciali non è proprio onesto, a meno che "politica commerciale sbagliata" non sia quella di voler far pagare i giochi.C'è gente che pirata giochini Android da 1 euro, sarà mica anche lì una politica commerciale sbagliata? Semplicemente c'è chi ama andare a sbafo, come chi sale sul treno e non vuole pagare il biglietto ("tanto il treno fa lo stesso viaggio, che io salga oppure no").
      • PaoloM scrive:
        Re: Dicesi lavata ed asciugata

        Non ho nessuna simpatia per i DRM intrusivi, ma
        dire che la pirateria sia causata da sbagliate
        politiche commerciali non è proprio onestoStraquoto, io sinceramente non capisco perché la roba che non piace non si lascia semplicemente negli scaffali, virtuali o meno che siano.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Dicesi lavata ed asciugata
        Certi DRM miniano pure le performance dei giochi su pc. Con tutte questa astrazione di drm ti serve cpu di fascia alta tra un po'.
      • panda rossa scrive:
        Re: Dicesi lavata ed asciugata
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: prova123

        Denuvo come tutti i DRM degli ultimi 30 ha

        fallito clamorosamente ed adesso si
        rimescolano

        le carte cambiando il nome. La pirateria è

        causata da sbagliate politiche commerciali
        eche

        sono causa del proprio male. GOG senza DRM è
        viva

        e vegeta, significherà pure qualcosa.

        Non ho nessuna simpatia per i DRM intrusivi, ma
        dire che la pirateria sia causata da sbagliate
        politiche commerciali non è proprio onesto, a
        meno che "politica commerciale sbagliata" non sia
        quella di voler far pagare i
        giochi.Ma se ti hanno appena citato GOG dove i giochi vengono pagati il giusto prezzo e senza DRM, e GOG e' ancora li', quindi il business funziona?
        C'è gente che pirata giochini Android da 1 euro,E pazienza.Per uno che pirata 10 comprano.Preferisci che il gioco si diffonda, o vuoi solo raccattare quattro monetine?
        sarà mica anche lì una politica commerciale
        sbagliata? Semplicemente c'è chi ama andare a
        sbafo, come chi sale sul treno e non vuole pagare
        il biglietto ("tanto il treno fa lo stesso
        viaggio, che io salga oppure
        no").Il treno ha una capacita' limitata.Se quelli che viaggiano a sbafo si accomodassero sul tetto del treno senza arrecare disturbo alla circolazione, direi chissenefrega.Ci sono posti al mondo dove puoi viaggiare gratis sul bus se ti accontenti di viaggiare aggrappato all'esterno.[img]http://media.internazionale.it/images/2015/09/30/115921-md.jpg[/img]
        • FALSO scrive:
          Re: Dicesi lavata ed asciugata
          QUANTE XXXXXXX CHE DICI- Scritto da: panda rossa
        • Izio01 scrive:
          Re: Dicesi lavata ed asciugata
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Izio01

          - Scritto da: prova123


          Denuvo come tutti i DRM degli ultimi 30
          ha


          fallito clamorosamente ed adesso si

          rimescolano


          le carte cambiando il nome. La
          pirateria
          è


          causata da sbagliate politiche
          commerciali

          eche


          sono causa del proprio male. GOG senza
          DRM
          è

          viva


          e vegeta, significherà pure qualcosa.



          Non ho nessuna simpatia per i DRM intrusivi,
          ma

          dire che la pirateria sia causata da
          sbagliate

          politiche commerciali non è proprio onesto, a

          meno che "politica commerciale sbagliata"
          non
          sia

          quella di voler far pagare i

          giochi.

          Ma se ti hanno appena citato GOG dove i giochi
          vengono pagati il giusto prezzo e senza DRM, e
          GOG e' ancora li', quindi il business
          funziona?
          Guarda che GOG <b
          vende </b
          i giochi e non credo abbia esclusive. Parecchi produttori, tra l'altro, non si appoggiano a GOG, gli altri vendono su GOG in aggiunta a Steam.Il business funziona quando ci guadagna chi sviluppa, chi produce e chi vende. Non puoi considerare solo l'ultimo anello della catena.
          • Hisashi scrive:
            Re: Dicesi lavata ed asciugata
            - Scritto da: Izio01
            Guarda che GOG <b
            vende </b
            i
            giochi e non credo abbia esclusive. Parecchi
            produttori, tra l'altro, non si appoggiano a GOG,
            gli altri vendono su GOG in aggiunta a
            Steam.
            Il business funziona quando ci guadagna chi
            sviluppa, chi produce e chi vende. Non puoi
            considerare solo l'ultimo anello della
            catena.E allora ? Se GOG vende a prezzi onesti e resta aperto, vuol dire che è un business model sostenibile. Certo che puoi considerare anche solo l'ultimo anello: se vedi quello, vedi anche se e come regge tutto il resto della catena.
          • Izio01 scrive:
            Re: Dicesi lavata ed asciugata
            - Scritto da: Hisashi
            - Scritto da: Izio01

            Guarda che GOG <b
            vende </b
            i

            giochi e non credo abbia esclusive. Parecchi

            produttori, tra l'altro, non si appoggiano a
            GOG,

            gli altri vendono su GOG in aggiunta a

            Steam.

            Il business funziona quando ci guadagna chi

            sviluppa, chi produce e chi vende. Non puoi

            considerare solo l'ultimo anello della

            catena.

            E allora ? Se GOG vende a prezzi onesti e resta
            aperto, vuol dire che è un business model
            sostenibile. No, è tutto da dimostrare che funzionerebbe anche se non ci fosse Steam, e per di più un sacco di giochi su GOG non li trovi.Guarda che sono un grande sostenitore di GOG, però questo non vuol dire coprirsi gli occhi.
            Certo che puoi considerare anche
            solo l'ultimo anello: se vedi quello, vedi anche
            se e come regge tutto il resto della
            catena.Se ci sono n ultimi anelli, non puoi scegliere di considerarne solo uno.
  • il Fuddaro scrive:
    Regalini per tutti
    come da oggetto. Vedrete quanti regalini ci saranno per gli utenti finali in quel DRM.
    • prova123 scrive:
      Re: Regalini per tutti
      Non c'è nessun regalino, come hanno già fatto quando scema l'interesse per quel gioco spengono i server e chi vorrebbe giocarlo anche in single player si attacchi al canto. Ovviamente gli faranno un remastered che va da XXXX (come è già avvenuto) ed tutti con il sorriso da ebete stampato in faccia da gamer moderno torneranno a ripagare il gioco. Chiamali fessi... quelli che vendono.
      • panda rossa scrive:
        Re: Regalini per tutti
        - Scritto da: prova123
        Non c'è nessun regalino, come hanno già fatto
        quando scema l'interesse per quel gioco spengono
        i server e chi vorrebbe giocarlo anche in single
        player si attacchi al canto.Ma non diciamo XXXXXXX!Quando mai hanno aspettato che l'interesse scemi per spegnere i server?Li spengono quando deve uscire la nuova versione INCOMPATIBILE con quella attuale.Figurati se aspettano che scemi l'interesse...
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Regalini per tutti
        - Scritto da: prova123
        Non c'è nessun regalino, come hanno già fatto
        quando scema l'interesse per quel gioco spengono
        i server e chi vorrebbe giocarlo anche in single
        player si attacchi al canto. Ovviamente gli
        faranno un remastered che va da XXXX (come è già
        avvenuto) ed tutti con il sorriso da ebete
        stampato in faccia da gamer moderno torneranno a
        ripagare il gioco. Chiamali fessi... quelli che
        vendono.Mai ti contraddirei su quanto tu scrivi. anzi ti dico........ purtroppo i fessi devono essere XXXXXXXX dai furbetti, cè poco da fare. Una delle regole non scritte nel Mondo, e quella se fai felice uno dei tanti, significa che te lo sei riuscito a fare fesso. A prova di tutto ciò, vedi i truffati, finché non glielo si fà notare che sono stati fatti fessi, loro sono felici ed ebeti dell'affare fatto. Non c'è niente da fare, i tanti fessi che popolano la Terra devono sistematicamente essere fottutti da uno dei pochi furbi in circolazione, se non è il furbo tale, ci penserà il furbo caio, ma vanno XXXXXXX, altrimenti non si sentono felici.
    • prova123 scrive:
      Re: Regalini per tutti
      magari verranno tagliati fuori dal nuovo windows, come ha già fatto l'attuale con i precedenti giochi dotati di DRM "per motivi di sicurezza" e gli scemotti con il sorriso stampato in faccia continuano a ripagare gli stessi giochi.
Chiudi i commenti