I podcast anche su Facebook, a partire dal 22 giugno

I podcast anche su Facebook, dal 22 giugno

L'offerta audio di Facebook si arricchirà a breve dei podcast: il debutto ufficiale è stato fissato dal social network per la prossima settimana.
L'offerta audio di Facebook si arricchirà a breve dei podcast: il debutto ufficiale è stato fissato dal social network per la prossima settimana.

Anche il gruppo di Mark Zuckerberg non ha resistito all'attrattiva dei podcast: il social network lancerà la prossima settimana (martedì 22 giugno) una piattaforma dedicata a questa tipologia di contenuto audio, sempre più apprezzata e diffusa. L'annuncio arriva direttamente da Facebook, con un'email rivolta alla community di creatori di cui riportiamo alcuni estratti di seguito in forma tradotta.

A partire dal 22 giugno, Facebook sarà il luogo in cui le persone potranno riprodurre, discutere e condividere i podcast che amano, in compagnia degli altri. Per aiutarle a trovare il vostro, potete aggiungere una nuova scheda alla vostra pagina dove compariranno i podcast.

Facebook abbraccia i podcast: lancio imminente

Viene di fatto dato seguito a quanto reso noto nel mese di aprile, quando la società ha ufficializzato anche Live Audio Room, Soundbite e una partnership con Spotify. L'ascolto potrà essere eseguito direttamente all'interno di FB, immaginiamo sia dall'interfaccia desktop sia attraverso le applicazioni mobile. Le notifiche relative alla disponibilità dei nuovi episodi compariranno all'interno del News Feed, avvisando così i follower.

Aggiungendo i podcast alla vostra pagina, gli utenti saranno in grado di ascoltare ogni episodio direttamente su Facebook. Non c'è bisogno di caricare né  aggiungere alcun link. La vostra pagina sarà aggiornata con gli ultimi episodi non appena diventeranno disponibili.

I podcast su Facebook

I profili e le pagine che sceglieranno di portare i loro podcast su Facebook dovranno necessariamente accettare i termini di servizio relativi a questa tipologia di contenuto. Leggendoli, c'è chi ha storto il naso per alcuni passaggi poco chiari che sembrano suggerire la possibilità, da parte della piattaforma, di impiegarli con modalità non ben definite. Qui sopra l'interfaccia studiata dal social network per l'integrazione.

Prosegue dunque il trend che negli ultimi mesi ha visto la quasi totalità dei giganti del mondo online e social rafforzare la propria offerta legate ai contenuti audio, anche in conseguenza al successo ottenuto dalla formula di Clubhouse.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti