Facebook rappresenta tutti i generi

Transgender, cisgender, androgino e non solo: nuove categorie per consentire a ogni iscritto di identificarsi come meglio crede. E possibile specificare anche il pronome personale con cui ci si vuole rappresentare

Roma – Addio alle discriminazioni di genere su Facebook. Il social network ha annunciato infatti l’ampliamento della lista finora presente per denotare il proprio sesso, limitata a maschio o femmina, introducendo altre cinquanta categorie diverse affinché ogni iscritto possa identificarsi nel genere che meglio lo descrive.

Per riuscire nell’intento, Menlo Park ha collaborato per diverso tempo con alcune delle più note associazioni di persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender, che insieme a parecchi utenti avevano invitato più volte un allargamento dei generi offerti dal sito.

Androgino, bisessuale, transessuale, transgender, cisgender, intersessuale sono solo alcune delle nuove opzioni: l’elenco include numerosissime sfumature di genere, tutte in lingua inglese perché la novità sarà fruibile, per ora, solo per chi utilizza il profilo in inglese. Non ci sono indicazioni sui tempi, ma gli stessi rappresentanti di Facebook hanno già dichiarato di essere pronti a estendere la lista ad ogni paese e lingua.
“Sappiamo che per tanti utenti può trattarsi di un cambiamento poco significativo, ma per le persone coinvolte è un grande traguardo”, si legge nella nota postata su Facebook Diversity Page, pagina che il social network ha dedicato alla diversità di genere.

Gli interessati potranno scegliere più di una identità e stabilire anche se renderla pubblica con tutti gli amici o condividere l’informazione soltanto con alcuni di loro. Per facilitare la scelta, inoltre, Facebook consente di specificare anche il pronome col quale definire la propria identità: lui, lei o “them”, non definito.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti