Facebook, un pacco da sei per l'open hardware

Il social network svela il suo ultimo contributo all'Open Compute Project, un design di rack modulare espandibile in relazione alle capacità di computing richieste. Facebook ne vorrebbe fare uno standard industriale
Il social network svela il suo ultimo contributo all'Open Compute Project, un design di rack modulare espandibile in relazione alle capacità di computing richieste. Facebook ne vorrebbe fare uno standard industriale

Dopo aver presentato lo switch Wedge , Facebook è ora impegnata a perorare la causa dell’open hardware con 6-pack . In questo caso si tratta di una piattaforma per switch open e modulare, il primo della sua specie secondo Facebook e già usato dall’azienda nei suoi data center.

Il design 6-pack usa le unità Wedge come suoi elementi costitutivi di base, spiega il social network, include 12 elementi-switch indipendenti ciascuno con il proprio sistema operativo e completamente separato per gli elementi di switch, le schede di controllo e il sistema di raffreddamento.

Ogni elemento di 6-pack ha una capacità di switch di 1,28 Terabit al secondo, configurabile in maniera separata (640 Gbps sul fronte e 640 Gbps sul retro, oppure 1,28 Tbps sul retro). Secondo Facebook, il nuovo design rappresenta l’elemento costitutivo di base (aperto, modulare e agnostico rispetto alle piattaforme da utlizzare) per la realizzazione di apparati di switch di qualsiasi dimensione.

La corporation americana dice di essere già impegnata a testare 6-pack in “siti di produzione” assieme a Wedge e l’OS FBOSS, e pianifica di proporre il nuovo design di switch modulare come contributo alla community dell’Open Compute Project.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 02 2015
Link copiato negli appunti