Facebook, una community da 2,85 miliardi di persone

Facebook, una community da 2,85 miliardi di persone

Anche per Facebook la trimestrale è d'oro: l'aumento delle inserzioni e del costo delle stesse ha portato le azioni del gruppo al rialzo del 6%.
Anche per Facebook la trimestrale è d'oro: l'aumento delle inserzioni e del costo delle stesse ha portato le azioni del gruppo al rialzo del 6%.

Facebook ha visto crescere dell’8% il numero di utenti attivi quotidiani sul proprio social network, cifra che cresce al 10% se si considera l’utenza a livello mensile: 2,85 miliardi di persone accedono almeno una volta al mese a Facebook, rendendolo in termini assoluti il social network più pervasivo del mondo. Questi dati giungono a monte di una comunicazione trimestrale che anche per quanto riguarda il gruppo di Mark Zuckerberg vede numeri in crescita grazie alle performance registrate nell’anno della pandemia.

Facebook, un popolo di 2,85 miliardi di persone

Se l’aumento del pubblico era cosa inevitabile, in virtù del tempo disponibile e della forte sete di incontro e comunità che si sono espressi a livello globale durante i mesi più difficili di questo percorso di isolamento, la monetizzazione di questo successo non era invece cosa scontata: per Facebook si è trattato invece di un trimestre che ha segnato l’ennesima crescita rispetto ad un anno prima (quando la pandemia non incideva ancora a livello globale) grazie ad un aumento delle inserzioni (+12%) ed al parallelo aumento del costo delle stesse (+30%).

L’esito della comunicazione trimestrale è in una immediata impennata del titolo FB al Nasdaq, superando quota 325 dollari per un aumento giornaliero nell’ordine del 6%. Le ambizioni future del gruppo hanno ancora un forte bacino di potenzialità a cui attingere, in primis in termini di e-commerce. Facebook, infatti, ancora spera che Novi e Libra possano diventare il cuore di un sistema di transazioni in digitale basate sul social network e la community che lo popola: questo è il vero salto in avanti che Mark Zuckerberg intende far fare ai propri social network (Instagram incluso), abilitando maggiori opportunità per i brand che vi portano su le proprie attività e per gli utenti che scrollano il proprio news feed in cerca di novità.

L’ingaggio del cliente avverrebbe sui social network, al click si andrebbe ad atterrare su Facebook Shop o Instagram Shop e la conversione avverrebbe direttamente. Ciò creerebbe una dinamica virtuosa tutta interna al mondo Facebook, univoco riferimento verticale dall’adv alla chiusura della transazione. Mettendo a punto un sistema di questo tipo, l’asticella delle ambizioni andrebbe ad alzarsi notevolmente, soprattutto quando il social network rappresenta una vetrina da 2,85 miliardi di persone perfettamente raggiungibili con advertising mirato ed efficace.

Fonte: Facebook
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 04 2021
Link copiato negli appunti