Facebook Zero, il post nudo

Niente applicazioni ma solo l'essenziale per la nuova versione del social network. Destinata agli utenti mobile, dovrebbe essere offerta gratuitamente dagli operatori

Roma – La nuova strategia di Facebook per estendere la sua presenza nel settore mobile prevede il prossimo lancio di Facebook Zero, una versione solo testo della sua homepage mobile , che potrà essere raggiunta gratuitamente se gli operatori telefonici dovessero stringere accordi a favore dei propri utenti.

Nel settembre 2009 il social network in blu aveva già lanciato Facebook Lite, una versione molto più leggera della piattaforma destinata a utenti dotati di connessioni più lente. Il nuovo sito, ora, punta ad allargare le utenze mobile , che già, secondo i dati divulgati, rappresentano un quarto dei 400 milioni di utenti del social network.

Senza le applicazioni come i giochi ma anche la condivisione di foto, permetterà semplicemente di monitorare nella maniera più semplice possibile le attività degli amici e aggiornare il proprio status. La vera novità sembra essere che per i clienti degli operatori che collaborano con Facebook la nuova versione significherà non dover pagare alcuno costo di connessione per accedervi , anche in mancanza di un abbonamento flat.

Ancora non è stato fatto un annuncio ufficiale e per il momento i visitatori che provano a connettersi a zero.facebook.com leggono “Scusate, ma il vostro operatore non supporta zero.facebook.com”. Tuttavia durante una sessione del Mobile Communications 2.0 del Mobile World Congress di Barcellona, il vicepresidente di Facebook per il settore mobile, la crescita degli utenti e l’espansione internazionale, Chamath Palihapitiya, ha nominato Facebook Zero spiegando che potrà servire agli operatori mobili per offrire un servizio gratuito (seppur basilare), puntando successivamente a trasformare gli utenti che lo utilizzeranno in clienti premium disposti a pagare per lo scambio dati.

Accanto alla nuova versione del sito, è stato inoltre spiegato nel corso della conferenza, si punterà a stringere maggiori legami con gli operatori mobili , per convincerli dell’importanza che può giocare Facebook nel portare gli utenti a sottoscrivere un abbonamento dati e a richiedere dispositivi più performanti. In Gran Bretagna, solo per fare un esempio, gli account Facebook sono responsabili di circa la metà del tempo che gli utenti spendono online usando il proprio cellulare.

Ora che ha raggiunto quota 400 milioni di utenti , d’altronde, Facebook punta a raggiungere “miliardi di persone” e a coprire un ruolo sempre più strategico sia in Rete che nell’ecosistema degli sviluppatori di applicazioni.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • so sempre io scrive:
    Melafonino? "per la redazione"
    Certo che fate di tutto per infilarlo nei vostri articoli faziosi, riuscireste a infirarlo anche in un articolo che tratta un intervento a cuore aperto, con la scusa che tutto è stato ripreso con un melafonino.
    • giacche scrive:
      Re: Melafonino? "per la redazione"
      - Scritto da: so sempre io
      Certo che fate di tutto per infilarlo nei vostri
      articoli faziosi, riuscireste a infirarlo anche
      in un articolo che tratta un intervento a cuore
      aperto, con la scusa che tutto è stato ripreso
      con un melafonino.Io aggiungerei anche che definire l'accelerometro dell'iPhone "preciso e reattivo" significa non aver mai visto un accelerometro professionale, perché di quello vorrebbe parlare l'articolo!Mi piacerebbe vedere l'accelerometro dell'iPhone montato su una gru a ponte in una qualsiasi industria metalmeccanica... che salvi chi può!
  • Valeren scrive:
    Spettacolare
    Onestamente non mi vengono in mente molti utilizzi a livello planetario, ma lo immagino sul Wiimote :D
    • interceptor scrive:
      Re: Spettacolare
      Anche a me è venuto in mente "spettacolare"ma non proprio associato al wiimote...
    • Ciccio scrive:
      Re: Spettacolare
      E' molto più probabile che lo ritroveremo sul ds2 U.U
    • alexarnz scrive:
      Re: Spettacolare
      - Scritto da: Valeren
      Onestamente non mi vengono in mente molti
      utilizzi a livello planetario, ma lo immagino sul
      Wiimote
      :DNon molti utilizzi? Beh, mettilo in una qualsiasi fotocamera e vedi lo stabilizzatore come inizia a funzionare meglio.Mettilo su un aereo e ti diventa molto più reattivo ai comandiMettilo su un missile il suo sistema di puntamento diventerà più preciso. O meglio, il sistema di "raggiungimento" dell'obbiettivo puntato.Qualcosa mi dice che quest'ultima sarà una delle prime applicazioni che vedremo...
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Spettacolare
      M'immagino la rivoluzione nel mercato dei vibratori :D
    • Whishper scrive:
      Re: Spettacolare
      - Scritto da: Valeren
      Onestamente non mi vengono in mente molti
      utilizzi a livello planetarioBeh, per le vendite che ha avuto Wii, già il Wiimote è planetario...Cmq, una applicazione che mi viene in mente è sostituire il GPS. Se la sua sensibilità è così devastante, basta dirgli dov'è la prima volta (potrebbero farlo in fabbrica) e a furia di integrazioni lo saprà sempre...
      • BimboG scrive:
        Re: Spettacolare
        Bhe come GPS non potrebbe funzionare,del resto la parola stessa accelerometro ti dice quel che fa.Misura una accelerazione (misura vettoriale) modulo direzione e verso.Ma poi se ti sposti a velocità costante quello ritorna pian piano in uno stato di quiete e non potrà darti informazioni utili al calcolo della tua posizione.ciao
        • Non mi voglio registrare scrive:
          Re: Spettacolare
          Ma come integrazione, per le zone non coperte da segnale come le gallerie o per calcolare l'effettivo spostamento per brevi tratti in città dove, a volte, il segnale è disturbato, credo sia ottimo.
        • ephestione scrive:
          Re: Spettacolare
          ma per quello esisterebbero già gli smartphone con accelerometro (normale, quello che si usa per giocare a teeter su windows mobile o l'altro gioco per aifòn nonsocomesichiama), bussola digitale e A-GPS.Semplicemente non esiste un software così completo per renderli utili e interoperabili come sottosistemi di navigazione.Sui forum di xda abbiamo anche proposto l'idea di sviluppare un software di "scatola nera" per i dispositivi con A-GPS e accelerometro, da installare sul cruscotto quando guidi, e che registra la posizione gps, il live feed della guida, e quando rileva accelerazioni anomale aumenta risoluzione/ framerate del video e salva permanentemente gli ultimi X minuti di registrazione, contrariamente al resto del video che verrebbe registrato in maniera "looping" sovrascrivendo i frame più vecchi.Ma nessuno sviluppatore si è fatto avanti :(
      • Francesco scrive:
        Re: Spettacolare
        Esiste da un sacco di tempo e si chiama INS, Inertia Navigation System.Lo usavano, e lo usano ancora, nelle navi e negli aerei.Attualmente lo INS costituisce una parte dei dati che vengono integrati dallo FMS(Flight Management System) degli aerei, il pilota automatico insomma ;).Ha un solo grande problema:lavora per integrazioni successive e gli errori iniziali si propagano ad ogni integrazione.Risultato:Oltre i 10 minuti diventa inaffidabile(per i livelli di precisione necessari in un aereo)PS: L'ultima affermazione potrebbe essere imprecisa...Mi riservo di editare il post citando la parte sull'INS del manuale ICAO
Chiudi i commenti