Falò di DVD nelle piazze cinesi

Sono i dischi che contengono materiale pirata: in questo modo le autorità vogliono incendiare gli animi contro gli abusi e, soprattutto, dimostrare qualcosa al mondo

Roma – Pochi giorni fa gli Stati Uniti si lamentavano degli scarsi risultati nella lotta alla pirateria in Cina e ieri il regime pechinese ha messo in scena i falò di piazza , per trasformare in cenere i polimeri che conducevano opere contraffatte.

Da quanto si apprende nel giro di poche ore in decine di province cinesi sono stati bruciati 42 milioni di “pezzi” pirata , in particolare audio e video ma anche grandi quantità di libri e persino riviste con contenuti illegali.

Stando all’agenzia di Stato Xinhua , siamo dinanzi ad una campagna nazionale .

Il burocrate cinese Long Xinmin , a capo della divisione Informazione del Governo, ha detto che “attraverso l’atto della distruzione intendiamo mostrare al mondo la ferma determinazione del governo cinese nella protezione delle proprietà intellettuali e nel combattere qualsiasi violazione, e aumentare la consapevolezza delle persone nella lotta contro la pornografia e le pubblicazioni illegali”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono fuori?
    No ma sono scemi?Primo non possono, secondo sarebbe un validissimo motivo per mandare a fanculo sia i discografici che le major e provider.Bravi Australiani, questa sì che si chiama una vera e propria mazzata ingiusta agli utenti...certo scaricare roba protetta è illegale ma fino a questo punto non credo, anche perchè da qualche parte ricordo che ho letto che qualche associazione che protegge i diritti usa software pirata quindi ZITTI E A CUCCIA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono fuori?
      - Scritto da:
      No ma sono scemi?NoPrimo non possono,E chi lo dice? A casa loro fanno come vogliono secondo
      sarebbe un validissimo motivo per mandare a
      fanculo sia i discografici che le major e
      provider.Bisogna vedere cosa ne pensera' il popolo Australiano
      Bravi Australiani, questa sì che si chiama una
      vera e propria mazzata ingiustaIngiusta non direi visto che e' una reazione ad un reato continuato dopo 3 avvertimenti scritti agli
      utenti...certo scaricare roba protetta è illegale
      ma fino a questo punto non credoA casa loro fanno come vogliono, anche perchè da
      qualche parte ricordo che ho letto che qualche
      associazione che protegge i diritti usa software
      pirata quindi ZITTI E A
      CUCCIA!Vedi sopra
  • Anonimo scrive:
    Fatto il software, trovata la falla ! ;)
    Ok, mettiamo che questo bel software riesca a beccare chi scambia file di un certo tipo.Mettiamo che ci riesca e che, legalmente, ne venga riconosciuto il legittimo utilizzo.Tutto bene dunque ?...direi di no ! :DPerche', come ben sapete, basta poco per fare in modo che qualcuno riesca ad imbrogliare un programma... e da qui a far staccare la connessione a migliaia di innocenti (che invece di scambiare opere protette magari stanno leggendo la posta...) il passo e' breve.Secondo me, questo software non puo' prender piede.E poi, se prendesse piede, in rete non rimarrebbe piu' nessuno : il 90% dei privati che ha la banda larga la utilizza per scaricare materiale protetto, non certo solo per leggersi la posta o per guardare un paio di filmati su youtube...
  • Anonimo scrive:
    Costruiamo un mondo migliore.....
    Ok ragazzi da domani tutti senza linea internet per chi scarica file protetti: ah che bello si potra navigare molto più velocemente e non ci saranno piu le linee intasate.Rimarremo quattro gatti su internet!! Ci conosceremo tutti!!Ma poi chi se ne frega dei siti internet che ci lavorano con internet, dei giornalisti, dei webmasters, delle aziende che investono in pubblicità e che in questo modo non avranno più interesse a farlo. Ok sfasciamo tutto per far arricchire ancor di più le multinazionali del software!!P.S. -A questo punto la tassa Siae sui Dvd e Cd vergini si potrebbe anche togliere (ma questo dubito che succederà mai)-
    • Anonimo scrive:
      Re: Costruiamo un mondo migliore.....
      - Scritto da:
      Ok ragazzi da domani tutti senza linea internet
      per chi scarica file protetti: ah che bello si
      potra navigare molto più velocemente e non ci
      saranno piu le linee
      intasate.

      Rimarremo quattro gatti su internet!! Ci
      conosceremo
      tutti!!

      Ma poi chi se ne frega dei siti internet che ci
      lavorano con internet, dei giornalisti, dei
      webmasters, delle aziende che investono in
      pubblicità e che in questo modo non avranno più
      interesse a farlo.


      Ok sfasciamo tutto per far arricchire ancor di
      più le multinazionali del
      software!!

      P.S. -A questo punto la tassa Siae sui Dvd e Cd
      vergini si potrebbe anche togliere (ma questo
      dubito che succederà mai)-
      Capirai quanto me ne potrebbe fregare delle leggi anti-pirateria... Io scopo lo stesso!
  • Anonimo scrive:
    COLONIA DI DETENUTI
    ECCO COS'E' L'AUSTRALIA, UNA EX PRIGIONE DEL GOVERNO INGLESE, OVVIO CHE LA POLIZIA LI SIA MOOLTO PIU' ACCNAITA CONTRO IL P2P...
  • Anonimo scrive:
    Legalmente non possibile
    Credo che il diritto all'informazione non possa venir negato se non nel caso in cui il soggetto, accedendo alla rete, possa essere socialmente pericoloso, tipo hacker o cyberpedofili...Quindi credo che questa cosa verrà smontata presto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Legalmente non possibile
      - Scritto da:
      Credo che il diritto all'informazione non possa
      venir negato se non nel caso in cui il soggetto,
      accedendo alla rete, possa essere socialmente
      pericoloso, tipo hacker o
      cyberpedofili...
      Quindi credo che questa cosa verrà smontata
      presto...Ogni stato ha un modo di far legge. Magari da quelle parti è più facile raggiungere la chiusura dell'account.
    • Anonimo scrive:
      Re: Legalmente non possibile
      - Scritto da:
      Credo che il diritto all'informazione non possa
      venir negato se non nel caso in cui il soggetto,
      accedendo alla rete, possa essere socialmente
      pericoloso, tipo hacker o
      cyberpedofili...
      Quindi credo che questa cosa verrà smontata
      presto...Che lagna ogni volta che cercano di impedirvi di scaricare a sbafo, attaccate co sta solita solfa dell'informazione e la liberta' e bla bla bla.La musica (protetta da copyright) SI PAGA, punto e basta
      • Anonimo scrive:
        Re: Legalmente non possibile
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Credo che il diritto all'informazione non possa

        venir negato se non nel caso in cui il soggetto,

        accedendo alla rete, possa essere socialmente

        pericoloso, tipo hacker o

        cyberpedofili...

        Quindi credo che questa cosa verrà smontata

        presto...

        Che lagna ogni volta che cercano di impedirvi di
        scaricare a sbafo, attaccate co sta solita solfa
        dell'informazione e la liberta' e bla bla
        bla.

        La musica (protetta da copyright) SI PAGA, punto
        e
        bastaInfatti hai ragione. Poi tutti quelli che dicono :"non e' possibile" non fanno i conti col fatto che in Australia le leggi sono diverse: in Italia chi non paga le tasse e chi commette reati finanziari riesce a farla franca, in Australia no perche' c'e' addirittura il carcere per debiti. Inoltre il diritto a cui ci si appella relativo al poter scarcare musica, film, SW gratis dalla rete... semplicemente per la legge non esiste e se ti beccano a scaricare devi poter far ricorso a leggi esistenti e non a slogan
      • Anonimo scrive:
        Re: Legalmente non possibile
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Credo che il diritto all'informazione non possa

        venir negato se non nel caso in cui il soggetto,

        accedendo alla rete, possa essere socialmente

        pericoloso, tipo hacker o

        cyberpedofili...

        Quindi credo che questa cosa verrà smontata

        presto...

        Che lagna ogni volta che cercano di impedirvi di
        scaricare a sbafo, attaccate co sta solita solfa
        dell'informazione e la liberta' e bla bla
        bla.

        La musica (protetta da copyright) SI PAGA, punto
        e
        bastaHai ragione: io ho risolto acquistando CD e DVD originali, ma rigorosamente fuori dall'Italia, risparmio anche il 50% e fotto la SIAE e altri parassiti nostrani, come i musicisti da quattro soldi ammanigliati con la SIAE che si sbafano i diritti al posto degli aventi realmente diritto (*), senza danneggiare gli artisti di cui acquisto le opere, anzi, facendo avere loro, grazie all'assenza del pizzo SIAE, una percentuale anche doppia sul prezzo finale del CD rispetto all'Italia.(*) http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90082,00.htmlSvegliamoci! Esistono anche etichette indipendenti, quindi volendo fare i moralisti si può non far arrivare una lira alle major, ma finché si acquista in Italia si dà comunque da mangiare a una banda di parassiti anche peggio delle major (prova ne siano i prezzi più alti della media e le leggi sul diritto d'autore aberranti).
        • Anonimo scrive:
          Re: Legalmente non possibile
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Credo che il diritto all'informazione non
          possa


          venir negato se non nel caso in cui il
          soggetto,


          accedendo alla rete, possa essere socialmente


          pericoloso, tipo hacker o


          cyberpedofili...


          Quindi credo che questa cosa verrà smontata


          presto...



          Che lagna ogni volta che cercano di impedirvi di

          scaricare a sbafo, attaccate co sta solita solfa

          dell'informazione e la liberta' e bla bla

          bla.



          La musica (protetta da copyright) SI PAGA, punto

          e

          basta

          Hai ragione: io ho risolto acquistando CD e DVD
          originali, ma rigorosamente fuori dall'Italia,
          risparmio anche il 50% e fotto la SIAE e altri
          parassiti nostrani, come i musicisti da quattro
          soldi ammanigliati con la SIAE che si sbafano i
          diritti al posto degli aventi realmente diritto
          (*), senza danneggiare gli artisti di cui
          acquisto le opere, anzi, facendo avere loro,
          grazie all'assenza del pizzo SIAE, una
          percentuale anche doppia sul prezzo finale del CD
          rispetto
          all'Italia.

          (*)
          http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0


          Svegliamoci! Esistono anche etichette
          indipendenti, quindi volendo fare i moralisti si
          può non far arrivare una lira alle major, ma
          finché si acquista in Italia si dà comunque da
          mangiare a una banda di parassiti anche peggio
          delle major (prova ne siano i prezzi più alti
          della media e le leggi sul diritto d'autore
          aberranti).Se a Pinco Pallino non sta bene la SIAE non compra i dischi... ma nemmeno si mette a fare il Giustiziere della Notte scaricando col P2P. Inoltre faccio notare che dal P2P passa non solo musica...
      • Sgabbio scrive:
        Re: Legalmente non possibile
        - Scritto da:
        Che lagna ogni volta che cercano di impedirvi di
        scaricare a sbafo, attaccate co sta solita solfa
        dell'informazione e la liberta' e bla bla
        bla.

        La musica (protetta da copyright) SI PAGA, punto
        e
        bastai troll delle major sono attivi in questo periodo.Ma se io metto in condivisione e scarico usando il p2p solo Fansub, software libero è musica sotto creative commons? E se uso il bittorent per scaricarmi il software messo a disposizione dagli stessi autori? Vedi, non c'è solo la musica "a scrocco" sul p2p, ma ci sono altri utilizzi è poi uno che usa il p2p non fa solo quello, si pesta i piedi ai vari negozi online cosi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Legalmente non possibile


          La musica (protetta da copyright) SI PAGA, punto

          e

          basta


          i troll delle major sono attivi in questo periodo.
          Ma se io metto in condivisione e scarico usando
          il p2p solo Fansub, software libero è musica
          sotto creative commons? E se uso il bittorent
          per scaricarmi il software messo a disposizione
          dagli stessi autori? Vedi, non c'è solo la
          musica "a scrocco" sul p2p, ma ci sono altri
          utilizzi è poi uno che usa il p2p non fa solo
          quello, si pesta i piedi ai vari negozi online
          cosi.E bla bla bla bla e bla bla bla e bla bla bla bla e ancora bla bla.Quella che dici tu e' musica protetta da copyLEFT non da copyRIGHT.E leggi prima di postare no ?Io non ho detto che TUTTA la musica si paga.Ho solo detto che la musica PROTETTA da copyright si paga.Idem per il software, scaricati tutto il software FREE che vuoi MA non puoi lagnarti se scaricando la iso VISTA.iso.complete+crack.rar poi ti fanno il culo
          • Anonimo scrive:
            Re: Legalmente non possibile
            - Scritto da:



            La musica (protetta da copyright) SI PAGA,
            punto


            e


            basta





            i troll delle major sono attivi in questo
            periodo.

            Ma se io metto in condivisione e scarico usando

            il p2p solo Fansub, software libero è musica

            sotto creative commons? E se uso il bittorent

            per scaricarmi il software messo a disposizione

            dagli stessi autori? Vedi, non c'è solo la

            musica "a scrocco" sul p2p, ma ci sono altri

            utilizzi è poi uno che usa il p2p non fa solo

            quello, si pesta i piedi ai vari negozi online

            cosi.

            E bla bla bla bla e bla bla bla e bla bla bla bla
            e ancora bla
            bla.

            Quella che dici tu e' musica protetta da copyLEFT
            non da
            copyRIGHT.

            E leggi prima di postare no ?

            Io non ho detto che TUTTA la musica si paga.

            Ho solo detto che la musica PROTETTA da copyright
            si
            paga.

            Idem per il software, scaricati tutto il software
            FREE che vuoi MA non puoi lagnarti se scaricando
            la iso VISTA.iso.complete+crack.rar poi ti fanno
            il
            culoti sei dimenticato di dire quanto si paga, che non'è secondario, visto che è li che si basa il p2p illegale, vorrei vedere se mi scarico un dvd o se lo acquisto a 7/8 anche meno, come dimostrano diversi studi. Non te la ordina il medico? Esatto, giusto, quando il copyright era un'altra cosa ti avrei dato ragione, ora no....il fatto che mi si dà protetta anche DOPO che la pago e potrei continuare...Poi verrei a casa tua e vedere se hai almeno 3, dico 3, file o materiale copiato, che so, vecchie musicassette, vhs, cd, dvd, quantità non concessa di fotocopie, tutto senza originale, e se le hai, sei un sporco ladro....Oh, per Vista...non vedo l'ora di prenderlo, ma visto che rompono i c******i con le versioni embebbed e mi devo sbattere per avere un pc pulito (senza esserci riuscito...), chi la vuole la guerra?Aspetta, Microsoft, mi ricorda la multa più grossa della storia, chissà perchè..Poi mettici le pressioni indebite sui governi, le loro politiche asociali, i drm, i processi con false prove, l'infrangere leggi di diversi stati, il prezzo dei cd/dvd fuori dal mondo, e tanto altro che mi rompo pure scriverlo, fuori tema? Forse, ma lo sono anche loro.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Legalmente non possibile
      Guarda che non sei un esperto di legge perchè hai visto due episodi di "Law & Order" in TV. Quello che "credi" non ha nessuna importanza. Non sei un avvocato. Non sei un magistrato. Non sei nessuno.Sparati.
  • Anonimo scrive:
    Fuori i pirati dalla rete!!!
    Ma i provider australiani sono contenti di perdere tutti i loro clienti?O si aspettano che i clienti chiedano un'altro abbonamento e non scarichino nulla, ma proprio nulla di illegale?Mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
      Giusto! No ai ladri straccioni affamatori di poveri artisti! :@ :@ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
        - Scritto da:
        Giusto! No ai ladri straccioni affamatori di
        poveri artisti! :@ :@
        :@Giustissimo! Altrimenti come possono JLo o Mariah Carey o Tom Cruise permettersi entourage di qualche centinaio di persone , tra cui una addetta al trasporto di una bottiglia d'acqua con una borsetta di Vuitton ? (visto qualche giorno fa su Fabulous Life su MTV :s)E' peccato mortale toccare lo status quo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Giusto! No ai ladri straccioni affamatori di

          poveri artisti! :@ :@

          :@

          Giustissimo! Altrimenti come possono JLo o Mariah
          Carey o Tom Cruise permettersi entourage di
          qualche centinaio di persone , tra cui una
          addetta al trasporto di una bottiglia d'acqua con
          una borsetta di Vuitton ? (visto qualche giorno
          fa su Fabulous Life su MTV
          :s)

          E' peccato mortale toccare lo status quo...Evidentemente quei soldi li guadagna comunque anche con i tuoi p2p quindi la tua rivoluzione e' fallata. Pero' magari togli soldi anche ad alti artisti minori... o semplicemente fai fallire i negozi di musica. Gli addetti nei negozi di musica hanno anche loro lo stesso treno di vita di M. Carey?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
            - Scritto da:

            Evidentemente quei soldi li guadagna comunque
            anche con i tuoi p2p quindi la tua rivoluzione e'
            fallata. Pero' magari togli soldi anche ad alti
            artisti minori... o semplicemente fai fallire i
            negozi di musica. Gli addetti nei negozi di
            musica hanno anche loro lo stesso treno di vita
            di M.
            Carey?A parte che una come M. Carey guadagna ad ogni messa in onda di una sua canzone quindi i soldi c'è li ha... poi magari lei le fa fruttare... va bhe.Esistono i concerti sai?
    • SardinianBoy scrive:
      Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
      - Scritto da:
      Ma i provider australiani sono contenti di
      perdere tutti i loro
      clienti?

      O si aspettano che i clienti chiedano un'altro
      abbonamento e non scarichino nulla, ma proprio
      nulla di
      illegale?

      Mah........QUOTO quello che dici, anzi ti posso dire che metà della popolazione ( forse anche qualche indigeno ..eheehh!) scarica liberamente.Però se vogliono andare in rovina e perdere danaro...che facciano pure..non credi? ciao ciao (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) www.bloggers.it/thepoweroflinux
    • Anonimo scrive:
      Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
      - Scritto da:
      Ma i provider australiani sono contenti di
      perdere tutti i loro
      clienti?

      O si aspettano che i clienti chiedano un'altro
      abbonamento e non scarichino nulla, ma proprio
      nulla di
      illegale?

      Mah... tutti ?In Australia, il livello del "Fair Use" della rete è molto più alto rispetto al nostro...E poi i cd e dvd costano molto di meno laggiù. Io ho preso a 18$ australiani il dvd di Live The Wall di Roger Waters.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
      ...secondo me si ritroveranno in tempo zero senza connessi ad internet, altro che internet 2! ihihihi!!!Che facciano pure, quando falliranno le società di telecomunicazioni si vedrà il da farsi!- Scritto da:
      Ma i provider australiani sono contenti di
      perdere tutti i loro
      clienti?

      O si aspettano che i clienti chiedano un'altro
      abbonamento e non scarichino nulla, ma proprio
      nulla di
      illegale?

      Mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: Fuori i pirati dalla rete!!!
        - Scritto da:
        ...secondo me si ritroveranno in tempo zero senza
        connessi ad internet, altro che internet 2!
        ihihihi!!!
        Che facciano pure, quando falliranno le società
        di telecomunicazioni si vedrà il da
        farsi!


        - Scritto da:

        Ma i provider australiani sono contenti di

        perdere tutti i loro

        clienti?



        O si aspettano che i clienti chiedano un'altro

        abbonamento e non scarichino nulla, ma proprio

        nulla di

        illegale?



        Mah...E sai che cazzo frega a quelli che falliscono le aziende di telecomunicazioni? In AU sono pressappoco 20 milioni di persone, di cui una percentuale aborigeni che certamente non navigano su internet. E l'economia in AU si basa su le esportazioni. Inoltre avresti un calo solo delle utenze casalinghe e non di quelle professionali... Come vedi per loro il problema non si pone
  • Anonimo scrive:
    Tranquilli
    non potrà mai funzionare, anche perchè non rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tranquilli
      - Scritto da:
      non potrà mai funzionare, anche perchè non
      rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider
      (rotfl)Evidentemente non metti mai il naso fuori di casa. Ai giovani Australiani di scaricare cagate da Internet non fotte proprio un cazzo perche' il pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi di aver scaricato qualche cagata gratis. I lavoratori Australiani sono i piu' tutelati proprio perche' non tollerano un certo tipo di furbate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tranquilli

        pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi
        di aver scaricato qualche cagata gratis. I
        lavoratori Australiani sono i piu' tutelati
        proprio perche' non tollerano un certo tipo di
        furbate.se il problema non ci fosse, non ci sarebbe neanche bisogno di questa legge... (idea)
        • Anonimo scrive:
          Re: Tranquilli
          - Scritto da:


          pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi

          di aver scaricato qualche cagata gratis. I

          lavoratori Australiani sono i piu' tutelati

          proprio perche' non tollerano un certo tipo di

          furbate.

          se il problema non ci fosse, non ci sarebbe
          neanche bisogno di questa legge...
          (idea)Ti garantisco che non e' agli stessi livelli che in Italia. Anche perche' in alcuni paesi le connessioni Flat ADSL o non esistono ( c'e' solo quella a consumo ) o costano uno sproposito per cui ti conviene andarti a comprare il CD. E certamente nei paesi anglosassoni non puoi scaricare roba negli uffici anzicche' lavorare: in Italia il fenomeno e' di dimensioni ciclopiche
          • Anonimo scrive:
            Re: Tranquilli
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            pomeriggio vanno a fare surf anzicche'
            eccitarsi


            di aver scaricato qualche cagata gratis. I


            lavoratori Australiani sono i piu' tutelati


            proprio perche' non tollerano un certo tipo di


            furbate.



            se il problema non ci fosse, non ci sarebbe

            neanche bisogno di questa legge...

            (idea)

            Ti garantisco che non e' agli stessi livelli che
            in Italia. Anche perche' in alcuni paesi le
            connessioni Flat ADSL o non esistono ( c'e' solo
            quella a consumo ) o costano uno sproposito per
            cui ti conviene andarti a comprare il CDNon e' certo il caso dell'Australia.
            E certamente nei paesi anglosassoni non puoi
            scaricare roba negli uffici anzicche' lavorareSostituisci "anglosassoni" con "civili"
          • Anonimo scrive:
            Re: Tranquilli

            Ti garantisco che non e' agli stessi livelli che
            in Italia. Anche perche' in alcuni paesi le
            connessioni Flat ADSL o non esistono ( c'e' solo
            quella a consumo ) o costano uno sproposito per
            cui ti conviene andarti a comprare il CD. In po' come nel Burkina Faso allora, c'è l'hanno l'acqua potabile in casa o la vanno raccogliere nel pozzo del villaggio?E
            certamente nei paesi anglosassoni non puoi
            scaricare roba negli uffici anzicche' lavorare:
            in Italia il fenomeno e' di dimensioni
            ciclopicheNei paesi anglosassoni nessuno scarica, la RIAA sbaglia, ma forse sono tutto immigrati messicani quelli che scaricano (rotfl)O forse gli USA non sono un paese anglosassone
        • Anonimo scrive:
          Re: Tranquilli
          - Scritto da:


          pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi

          di aver scaricato qualche cagata gratis. I

          lavoratori Australiani sono i piu' tutelati

          proprio perche' non tollerano un certo tipo di

          furbate.

          se il problema non ci fosse, non ci sarebbe
          neanche bisogno di questa legge...
          (idea)E' per dare una lezione a quei dannati Aborigeni e inculcare loro il concetto di proprietà intellettuale, con le buone o conle cattive, anche a costo di infilar loro un didgeridoo nel buso, cosparso di peperoncino, per giunta! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Tranquilli
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non potrà mai funzionare, anche perchè non

        rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider

        (rotfl)

        Evidentemente non metti mai il naso fuori di
        casa. Ai giovani Australiani di scaricare cagate
        da Internet non fotte proprio un cazzo perche' il
        pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi
        di aver scaricato qualche cagata gratis. I
        lavoratori Australiani sono i piu' tutelati
        proprio perche' non tollerano un certo tipo di
        furbate.Certo, Australiani coccodrilli e surf, italiani pizza e mafia e mandolino, Germania wurstel crauti e nazisti, Svizzera cioccolata e banche,eccetera
        • Anonimo scrive:
          Re: Tranquilli
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          non potrà mai funzionare, anche perchè non


          rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider


          (rotfl)



          Evidentemente non metti mai il naso fuori di

          casa. Ai giovani Australiani di scaricare cagate

          da Internet non fotte proprio un cazzo perche'
          il

          pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi

          di aver scaricato qualche cagata gratis. I

          lavoratori Australiani sono i piu' tutelati

          proprio perche' non tollerano un certo tipo di

          furbate.

          Certo, Australiani coccodrilli e surf, italiani
          pizza e mafia e mandolino, Germania wurstel
          crauti e nazisti, Svizzera cioccolata e
          banche,
          ecceteraMa tu ci sei mai stato in Australia? Ci hai mai lavorato? In caso contrario... perche' parli di cose che non sai???? Trollallero Trollalla'
        • Anonimo scrive:
          Re: Tranquilli
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          non potrà mai funzionare, anche perchè non


          rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider


          (rotfl)



          Evidentemente non metti mai il naso fuori di

          casa. Ai giovani Australiani di scaricare cagate

          da Internet non fotte proprio un cazzo perche'
          il

          pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi

          di aver scaricato qualche cagata gratis. I

          lavoratori Australiani sono i piu' tutelati

          proprio perche' non tollerano un certo tipo di

          furbate.

          Certo, Australiani coccodrilli e surf, italiani
          pizza e mafia e mandolino, Germania wurstel
          crauti e nazisti, Svizzera cioccolata e
          banche,
          ecceteraVedi che se ti applichi le cose le sai? :p :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Tranquilli
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          non potrà mai funzionare, anche perchè non


          rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider


          (rotfl)



          Evidentemente non metti mai il naso fuori di

          casa. Ai giovani Australiani di scaricare cagate

          da Internet non fotte proprio un cazzo perche'
          il

          pomeriggio vanno a fare surf anzicche' eccitarsi

          di aver scaricato qualche cagata gratis. I

          lavoratori Australiani sono i piu' tutelati

          proprio perche' non tollerano un certo tipo di

          furbate.

          Certo, Australiani coccodrilli e surfAh perche' non ci sono i coccodrilli e non si fa surf in Australia? :D
          italiani pizza e mafia e mandolinoAh perche' non si mangia pizza e non c'e' la mafia in Italia? :D
          Germania wurstel crauti e nazistiAh perche' non si mangiano wurstel e crauti in Germania e non c'erano i nazisti? :D
          Svizzera cioccolata e banche,Ah perche' non produce molto cioccolato la Svizzera e non ci sono molte banche? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Tranquilli
      - Scritto da:
      non potrà mai funzionare, anche perchè non
      rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider
      (rotfl)Nella mentalità italiana sì, in Australia è molto ben diverso...
      • Anonimo scrive:
        Re: Tranquilli
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non potrà mai funzionare, anche perchè non

        rimarrebbe più nessuno abbonato per i provider

        (rotfl)
        Nella mentalità italiana sì, in Australia è molto
        ben
        diverso...Mica tanto se il problema se lo pongono, se hanno il problema di inglobbare gli isp nella lotta alla pirateria vuol dire che il p2p illegale è più diffuso di quel che i sondaggi dicono, inoltre la proposta è realisticamente non praticabile, ma in ogni caso, sicuramente controproducente:innalzare le "pene" per il p2p illegale (così siamo più precisi) non porta a niente, come non hanno portato a niente TUTTE le politiche di contegno (ne discutiamo sulla loro leicità???) verso atteggiamenti ritenuti illegali ma diffusamente praticati . Gli isp possono anche toglierti la linea, cambi isp, se tutti gli isp attuano lo stesso modus operandi, fai il contratto minore possibile il che equivale a minore fatturato e visto che ogni società è più attenta ai propri profitti (ora non conosco i loro isp, ma Libero docet) che ai (presunti?) comportamenti etici o comunque ritenuti illeciti dei propri clienti, per non parlare del rispetto delle leggi che neanche loro rispettano..., vedo la storia poco fattibile e se mai questa fosse attuata, in poco tempo tornerebbero (gli isp) alle vecchie regole o a richiedere "diversi" metodi di contrasto perchè questi non sono incisivi (già le sento le loro dichiarazioni.....dopo il calo dei fatturati...) 8)
  • Anonimo scrive:
    Con quali prove?
    Quelle raccolte dalle major?In Italia le denuncie si fanno all'autorità giudiziaria, forse in Australia si usa diversamente...
  • Anonimo scrive:
    Poveri PIRLA
    Questi australiani.
    • freebit scrive:
      Re: Poveri PIRLA
      - Scritto da:
      Questi australiani.Ma voi ce li vedete i providers australiani che si danno la zappa sui piedi ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveri PIRLA
        - Scritto da: freebit

        - Scritto da:

        Questi australiani.
        Ma voi ce li vedete i providers australiani che
        si danno la zappa sui piedi
        ?I providers in Australia non esistono, nessuno usa internet sono tutti a fare surf.(rotfl)
  • The Animal scrive:
    Che cazzata
    blocco degli accessi ad internet, alle major austaliane potrà anche andare bene, a tutti gli altri no.Un australiano scarica una merdata protetta da copyright da internet, ma mica farà solo quello, magari acquista roba su ebay e nei vari negozi online, questi si che si incazzerebbero, ma alla major che gli frega?Senza contare che uno "scollegato" non può più usare altri servizi online, magari anche per praticate di pubblica amministrazione che agevolano anche chi eroga i servizi oltre che chi ne usufruisce.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 aprile 2007 00.16-----------------------------------------------------------
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Che cazzata
      - Scritto da: The Animal
      blocco degli accessi ad internet, alle major
      austaliane potrà anche andare bene, a tutti gli
      altri
      no.
      Un australiano scarica una merdata protetta da
      copyright da internet, ma mica farà solo quello,
      magari acquista roba su ebay e nei vari negozi
      online, questi si che si incazzerebbero, ma alla
      major che gli
      frega?
      Senza contare che uno "scollegato" non può più
      usare altri servizi online, magari anche per
      praticate di pubblica amministrazione che
      agevolano anche chi eroga i servizi oltre che chi
      ne
      usufruisce.Ben venuto nella terra dove i topi sono alti due metri, saltano, scalciano e non hanno paura dei gatti.http://youtube.com/watch?v=ZSRlY0VJi7M
      • Kirisuto scrive:
        Re: Che cazzata
        - Scritto da: Wakko Warner

        - Scritto da: The Animal

        blocco degli accessi ad internet, alle major

        austaliane potrà anche andare bene, a tutti gli

        altri

        no.

        Un australiano scarica una merdata protetta da

        copyright da internet, ma mica farà solo quello,

        magari acquista roba su ebay e nei vari negozi

        online, questi si che si incazzerebbero, ma alla

        major che gli

        frega?

        Senza contare che uno "scollegato" non può più

        usare altri servizi online, magari anche per

        praticate di pubblica amministrazione che

        agevolano anche chi eroga i servizi oltre che
        chi

        ne

        usufruisce.

        Ben venuto nella terra dove i topi sono alti due
        metri, saltano, scalciano e non hanno paura dei
        gatti.

        http://youtube.com/watch?v=ZSRlY0VJi7ME CHE GATTI! (rotfl)
    • MeX scrive:
      Re: Che cazzata
      - Scritto da: The Animal
      blocco degli accessi ad internet, alle major
      austaliane potrà anche andare bene, a tutti gli
      altri
      no.
      Un australiano scarica una merdata protetta da
      copyright da internet, ma mica farà solo quello,
      magari acquista roba su ebay e nei vari negozi
      online, questi si che si incazzerebbero, ma alla
      major che gli
      frega?
      Senza contare che uno "scollegato" non può più
      usare altri servizi online, magari anche per
      praticate di pubblica amministrazione che
      agevolano anche chi eroga i servizi oltre che chi
      ne
      usufruisce.
      non si parla di UNA merdata... ma di quei clienti che fanno uso massiccio, non è che se scarichi una canzone dal P2P ti chiudono l'account
      • Sgabbio scrive:
        Re: Che cazzata
        - Scritto da: MeX

        non si parla di UNA merdata... ma di quei clienti
        che fanno uso massiccio, non è che se scarichi
        una canzone dal P2P ti chiudono
        l'accountSi ma non vuol dire che un uso massiccio del p2p sia l'uso esclusivo della connessione, però
        • Anonimo scrive:
          Re: Che cazzata

          Si ma non vuol dire che un uso massiccio del p2p
          sia l'uso esclusivo della connessione,
          peròE quand'anche fosse, l'importante e' scaricare roba LIBERA.Se usi il p2p 26 ore al giorno 40 giorni al mese 15 mesi all'anno e scarichi _SOLO_ materiale non protetto da copyright, non ti fa niente nessuno.
        • MeX scrive:
          Re: Che cazzata
          - Scritto da: Sgabbio

          - Scritto da: MeX



          non si parla di UNA merdata... ma di quei
          clienti

          che fanno uso massiccio, non è che se scarichi

          una canzone dal P2P ti chiudono

          l'account


          Si ma non vuol dire che un uso massiccio del p2p
          sia l'uso esclusivo della connessione,
          peròè un po' come usare la macchina per fare una rapina all'anno... non la usi solo per rapinare ma anche per rapinare
          • Anonimo scrive:
            Re: Che cazzata
            - Scritto da: MeX

            - Scritto da: Sgabbio



            - Scritto da: MeX





            non si parla di UNA merdata... ma di quei

            clienti


            che fanno uso massiccio, non è che se scarichi


            una canzone dal P2P ti chiudono


            l'account





            Si ma non vuol dire che un uso massiccio del p2p

            sia l'uso esclusivo della connessione,

            però

            è un po' come usare la macchina per fare una
            rapina all'anno... non la usi solo per rapinare
            ma anche per
            rapinareDai lasciamoli stare al loro destino di trollini. Proprio non gli entra in testa che il lavoro deve essere pagato. Per loro tutto e' free, si ha diritto a tutto senza dover pagare nulla e non c'e' verso di fargliela capire.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cazzata

      Un australiano scarica una merdata protetta da
      copyright da internet, ma mica farà solo quello,
      magari acquista roba su ebay e nei vari negozibla bla bla bla bla bla
      Senza contare che uno "scollegato" non può più
      usare altri servizi online, magari anche per
      praticate di pubblica amministrazione che
      agevolano anche chi eroga i servizi oltre che chi
      ne
      usufruisce.bla bla bla bla bla e ancora bla bla blaBasta non scaricare a sbafo e il problema e' risolto no ?Sai che ti bloccano la connessione se scarichi a sbafo ?Sai che se te la bloccano poi non puoi andare su ebay la pubblica amministrazione bla bla bla e bla e la liberta' e bla bla bla ?Benissimo, la musica COMPRALA e non la rubare e il p2p continualo ad usare per scaricare files NON protetti da copyright e non ti cambiera' niente.
      • The Animal scrive:
        Re: Che cazzata
        - Scritto da:


        Un australiano scarica una merdata protetta da

        copyright da internet, ma mica farà solo quello,

        magari acquista roba su ebay e nei vari negozi

        bla bla bla bla bla bla


        Senza contare che uno "scollegato" non può più

        usare altri servizi online, magari anche per

        praticate di pubblica amministrazione che

        agevolano anche chi eroga i servizi oltre che
        chi

        ne

        usufruisce.

        bla bla bla bla bla e ancora bla bla bla

        Basta non scaricare a sbafo e il problema e'
        risolto no
        ?

        Sai che ti bloccano la connessione se scarichi a
        sbafo
        ?

        Sai che se te la bloccano poi non puoi andare su
        ebay la pubblica amministrazione bla bla bla e
        bla e la liberta' e bla bla bla
        ?

        Benissimo, la musica COMPRALA e non la rubare e
        il p2p continualo ad usare per scaricare files
        NON protetti da copyright e non ti cambiera'
        niente.Non hai capito un cazzo, una cosa del genere nuoce a chi eroga i servizi più a chi ne usufruisce.Es. nuoce anche a Amazon che si trova un "cliente" in meno, perchè ci deve andare di mezzo Amazon?E un servizio può essere anche essere erogato dallo stato per risparmiare sui conti pubblici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che cazzata

          Non hai capito un cazzo, una cosa del genere
          nuoce a chi eroga i servizi più a chi ne
          usufruisce.
          Es. nuoce anche a Amazon che si trova un
          "cliente" in meno, perchè ci deve andare di mezzo
          Amazon?
          E un servizio può essere anche essere erogato
          dallo stato per risparmiare sui conti
          pubblici.Ma che caSSo di discorso e' ?Allora io un po rubo e un po vado in chiesa.Mi arrestano.Il prete si lamenta perche' ha perso un fedele ?Vado un po contromano e un po dritto in autostrada.Mi ritirano la patente.La societa' autostrade si lamenta perche' ha perso un cliente ?Ma smettiamola
          • The Animal scrive:
            Re: Che cazzata

            Ma che caSSo di discorso e' ?

            Allora io un po rubo e un po vado in chiesa.

            Mi arrestano.

            Il prete si lamenta perche' ha perso un fedele ?

            Vado un po contromano e un po dritto in
            autostrada.

            Mi ritirano la patente.

            La societa' autostrade si lamenta perche' ha
            perso un cliente
            ?Guarda la cosa globalmente, una multa colpisce soltanto il reo, questa cosa no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che cazzata
            - Scritto da: The Animal

            Ma che caSSo di discorso e' ?



            Allora io un po rubo e un po vado in chiesa.



            Mi arrestano.



            Il prete si lamenta perche' ha perso un fedele ?



            Vado un po contromano e un po dritto in

            autostrada.



            Mi ritirano la patente.



            La societa' autostrade si lamenta perche' ha

            perso un cliente

            ?

            Guarda la cosa globalmente, una multa colpisce
            soltanto il reo, questa cosa
            no.Ma il reo probabilmente, da buon taroccatore, non e' proprio buon cliente per nessuno. Un personaggio che scarica roba col p2p danneggia tutti ( creatore dell'opera o del sw, casa editrice o softwarehouse le quali avranno i loro dipendenti, distributori, etc... ). Sono crimini gravi che minano il buon funzionamento dell'economia e visto il dilagare del fenomeno e di certa gentaglia inneggiante al tutto-free bisognerebbe cominciare a colpire duro. Cosi' i falsi molti scoprirebbero che i falsi rivoluzionari altro non erano che filosofi della domenica trollosa o semplici taroccatori
          • eI_barto scrive:
            Re: Che cazzata

            rivoluzionari altro non erano che filosofi della
            domenica trollosa o semplici
            taroccatori(rotfl)
          • The Animal scrive:
            Re: Che cazzata
            E' un discorso trito e ritrito che non mi interessa fare, si scrivono le stesse cose da anni e non credo che uscirà nulla di nuovo.E' questo è tutto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che cazzata
            - Scritto da: The Animal
            E' un discorso trito e ritrito che non mi
            interessa fare, si scrivono le stesse cose da
            anni e non credo che uscirà nulla di
            nuovo.
            E' questo è tutto.Ma infatti anche io la penso allo stesso modo perche' altrimenti non avrebbe senso attivare le linee ADSL in abitazioni private. Ma che almeno si cominci a chiamare delinquenti questi scaricatori a go-go anzicche' vederli come dei vincenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che cazzata

          Es. nuoce anche a Amazon che si trova un
          "cliente" in meno, perchè ci deve andare di mezzo
          Amazon?la colpa è del clientese ti tagli le mani i venditori di guanti ci vanno di mezzo? (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cazzata
      Si, certo non sarà la soluzione definitiva, però sicuramente servirà a controbattere questo fenomeno che si è diffuso.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Che cazzata
        - Scritto da:
        Si, certo non sarà la soluzione definitiva, però
        sicuramente servirà a controbattere questo
        fenomeno che si è
        diffuso.Mi ricorda tanto il famoso "p@atto di sanremo"
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cazzata
      Modificato dall' autore il 16 aprile 2007 00.16
      --------------------------------------------------Probabilmente chi scarica SW o musica illegalmente danneggia anche ebay e tutte le ditte che hai citato, no? Poi nei paesi anglosassoni poco gli frega se a causa del fatto che non hai internet per es non hai pagato le tasse, se non le paghi finisci al gabbio... non sto scherzando. Bel mondo davvero
  • Anonimo scrive:
    Giusto!
    Basta pirateria, chi vuole sentire Britney Spears che paghi, e dannatamente caro, anche! :@ :@ :@
Chiudi i commenti