Falsi video di celebrity per la propaganda pro-Russia

Falsi video di celebrity per la propaganda pro-Russia

Ignoti cybercriminali hanno modificato i video di alcune celebrity, contattate tramite Cameo, per descrivere il Presidente ucraino come un drogato.
Falsi video di celebrity per la propaganda pro-Russia
Ignoti cybercriminali hanno modificato i video di alcune celebrity, contattate tramite Cameo, per descrivere il Presidente ucraino come un drogato.

Microsoft ha scoperto una nuova tecnica usata per la propaganda pro-Russia che prevede la manipolazione dei video registrati da varie celebrity. L’obiettivo è screditare il Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, affermando che è dipendente da droga e alcool. La campagna è stata avviata nel mese di luglio.

Video fake pro-Russia

Come dimostrano numerosi eventi, la guerra in Ucraina non si combatte solo sul campo. Entrambi gli schieramenti usano diverse armi digitali, principalmente attacchi informatici per ottenere informazioni riservate (cyberspionaggio) e danneggiare le infrastrutture critiche. I cybercriminali russi sfruttano anche i social media per diffondere notizie false che sembrano arrivare da noti agenzie di stampa.

A partire dal mese di luglio sono iniziati a circolare video di celebrity, tra cui Priscilla Presley, Shavo Odadjian, Elijah Wood, Dean Norris, Kate Flannery e John McGinley, che descrivono il Presidente dell’Ucraina come un drogato o dipendente dall’alcool. In realtà, i video sono stati manipolati.

Qualcuno ha contattato le celebrity attraverso Cameo, una piattaforma che permette agli utenti di chiedere un video a pagamento, ad esempio per gli auguri di compleanno. In questo caso è stato chiesto di inviare un video messaggio ad un utente di nome “Vladimir”, consigliandogli di farsi aiutare per risolvere la sua dipendenza dalle droghe.

I cybercriminali hanno successivamente modificato i video, aggiungendo emoji, link e loghi di agenzie di stampa, facendo credere che il destinatario del video fosse “Volodymyr”, il Presidente ucraino. I video manipolati sono stati quindi condivisi sui canali social pro-Russia. Cameo ha comunicato che questi video violano le linee guida, quindi verranno eliminati e gli account verranno sospesi.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 11 dic 2023
Link copiato negli appunti