FBI, backdoor per le intercettazioni online?

Documenti ottenuti da EFF delineano alcuni punti del piano "going dark" con cui il Bureau vorrebbe dotarsi di nuove opzioni di sorveglianza

Roma – Nuovi documenti confermano il progetto dell’FBI per estendere le leggi sulla sorveglianza federale . Electronic Frontier Foundation ( EFF ) ha ricevuto alcuni documenti che attendeva da ormai due anni, quando aveva depositato una richiesta sulla base del Freedom of Information Act ( FOIA ).

Al centro, le richieste dell’FBI per modernizzare le tecniche di intercettazione ai nuovi mezzi di comunicazione: i documenti testimoniano ulteriori dettagli del piano del Bureau denominato “Going Dark” e coordinato per espandere l’esistente normativa in materia di sorveglianza e sviluppare un nuovo quadro. Apparso nel budget per il 2010, con cui gli venivano affidati 233,9 milioni di dollari più altri 9 milioni come richiesta di budget congressuale, l’FBI ci starebbe lavorando sottotraccia dal 2006.
Il New York Times ha anche legato il programma ad un piano per estendere le normative sulla sorveglianza federale come il Communications Assistance to Law Enforcement Act ( CALEA ).

L’iniziativa del Bureau è orientata a far superare le difficoltà che l’autorità sta avendo con le tecniche di intercettazione cui è abituata rispetto all’evoluzione delle nuove tecnologie. E in particolare ad ottenere la possibilità di sorvegliare “email, siti di social network e le tecnologie di comunicazione peer-to-peer”.

I documenti permettono di far emergere alcuni aspetti del programma, a partire dal nome, che non si riferisce a nessuna capacità specifica ma al fatto che la mancanza di tecniche adatte alle nuove tecnologie, di risorse e training specifici sta pian piano portando l’FBI “all’oscuro” di eventuali prove di reato.
A riprova di ciò, il portavoce del Bureau porta un’indagine biennale su un contrabbando di cocaina fallita perché il provider interpellato non aveva capacità per effettuare l’intercettazione, e un caso di abuso sui minori in cui né il social network né l’ISP interpellati poterono intercettare il presunto colpevole.

In generale si parla dello sforzo dell’FBI di dotarsi di tecnologie innovative “nel tentativo di colmare il gap tra i requisiti previsti dalla legge per le intercettazione e le nostre capacità”.
Nel dettaglio l’FBI delinea un approccio strategico a cinque punte : modernizzazione delle leggi esistenti; potenziamento dell’autorità a protezione di proprietà industriale e dei sistemi e delle tecniche di intercettazione; miglioramento del coordinamento tra l’FBI e le altre autorità; maggior coordinamento anche con le aziende ICT; ottenere nuovi fondi federali per incrementare le capacità di intercettazioni legali.

A preoccupare maggiormente è il fatto che la spinta dell’FBI potrebbe portare a derive che spaventano gli osservatori, EFF in testa: non solo per l’intrinseca paura nel dare troppo potere al Bureau, ma anche perché di questo potere – dice EFF – l’FBI ha già dimostrato di saper abusare e perché sarebbe prima necessario dimostrare che c’è effettivamente bisogno di nuove regole.

Inoltre preoccupa il fatto che si sta discutendo anche della possibilità di estendere la normativa in materia per costringere operatori della Rete come Facebook, Google e Skype a dotarsi di backdoor per permettere l’eventuale sorveglianza da parte delle forze dell’ordine . Opzione che negli anni 90 era stata respinta per gli operatori della rete e invece prevista nel CALEA per le telco.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Udik scrive:
    Indovinelli associativi
    Ho guardato una delle puntate di Jeopardy con Watson. Non conoscevo il gioco, ma da quello che mi sembra di capire gli indovinelli sono altamente "associativi": nel senso che, date una o piu' parole chiave, chiedono di risalire alle parole cui sono riferite: esempio (preso dalla puntata, cito a memoria) "ha una doppia personalita' e ha ucciso un certo Danvers Carew". Ora, per un essere umano puo' essere difficilissimo ricordare il nome di una delle vittime di dr. Jekyll/ Mr. Hyde; per un computer e' uno scherzo. La stringa "Jekyll & Mr Hyde" e' contenuta in 4 dei primi cinque risultati di ricerca di Google digitando "Danvers Carew". Sospetto che il gioco sia, per una macchina con immensi archivi, molto piu' facile di quanto si pensi.
    • poiuy scrive:
      Re: Indovinelli associativi
      Buona osservazione. Considerato poi che l'intelligenza associativa è quella che meglio le reti neurali simulano (o altre forme di AI tipo SVM).Sospetto però che una AI futura e complessa sarà fatta da tanti moduli interconnessi ed efficienti, ognuno specifico per un tipo di lavoro.
  • Please no more.... scrive:
    Ma vi rendete conto....
    ... di che tipo di potenza di calcolo dispone Watson??Ha dei numeri da impallidire.Io direi che la vera notizia, è che per battere un'umano occorre un"coso" spoporzionato, al quale occorre una grande energia per far girare migliaia di CPU per milione di operazioni al secondo.A noi basta una bistecchina, un buon rosso, ed un pò di curiositàCiao
    • Al 9001 scrive:
      Re: Ma vi rendete conto....
      In effetti per far funzionare il nostro cervello basta solo un po' di glucosio. Altri alimenti servono solo a far funzionare tutto il resto...;)
    • Max scrive:
      Re: Ma vi rendete conto....
      - Scritto da: Please no more....
      ... di che tipo di potenza di calcolo dispone
      Watson??
      Ha dei numeri da impallidire.
      Io direi che la vera notizia, è che per battere
      un'umano occorre un"coso" spoporzionato, al quale
      occorre una grande energia per far girare
      migliaia di CPU per milione di operazioni al
      secondo.
      A noi basta una bistecchina, un buon rosso, ed un
      pò di
      curiosità
      CiaoIl problema è nelle strutture di base, che in un computer, per quanto potente, sono limitate dal suo ragionare in logica binaria...noi siamo analogici. se si vuole un computer "intelligente" (al di là delle considerazioni filosofiche e psicologiche su cosa sia esattamente l'intelligenza e su quanti tipi di intelligenza esistano), bisogna riprodurre artificialmente una struttura non solo software, ma anche hardware, approssimativamente simile a quella dell'encefalo di un essere vivente.i neuroni sono molto più lenti dei transistor dei microchip, è la loro organizzazione e il modo in cui elaborano le informazioni che fa la differenza
      • Poiuy scrive:
        Re: Ma vi rendete conto....
        Hai presente il fatto che le reti neurali simulano il funzionamento dei neuroni?Hai presente il potenziale d'azione? Direi che l'approssimazione binaria e' una buona approssimazione.Una buona parte della conoscenza e' data dai legami logici tra le entita' in gioco, non da quelli fisici.
    • Don Lugo scrive:
      Re: Ma vi rendete conto....
      Aspetta qualche decina d'anni ed avrai un robot come watson che ti spingerà la carrozzella o ti accompagnerà a fare la spesa dentro una "pelle di silicone a forma di donna" talmente bella che la natura non è mai riuscita a fare. A quel punto anche le bottane perderanno il lavoro :DPensa a quanto erano grandi i computers 30 anni fa e guarda ora, uno smartphone è 30 volte più potente del più potente supercomputer degli anni 80 che occupava una stanza intera.
    • desyrio scrive:
      Re: Ma vi rendete conto....
      Il tuo discorso si potrebbe definire "miope". Quello che conta non è che potenza serve al computer, quello che conta è il "proof of concept", il fatto che si può fare.Oggi un computer grosso e costoso può sconfiggere un un umano a Jeopardy. Domani potrà farlo un computer più piccolo ed economico. Dopodomani il nostro computer di casa sarà più bravo di noi a Jeopardy.Per la precisione poi, all'uomo non serve una "bistecca e un rosso" (proprio l'alcol???), ma anni di sviluppo biologico del cervello ed ancora più anni di continua immissione di dati dall'esterno attraverso i sensi.
    • vgaber scrive:
      Re: Ma vi rendete conto....
      - Scritto da: Please no more....
      ... di che tipo di potenza di calcolo dispone
      Watson??
      Ha dei numeri da impallidire.
      Io direi che la vera notizia, è che per battere
      un'umano occorre un"coso" spoporzionato, al quale
      occorre una grande energia per far girare
      migliaia di CPU per milione di operazioni al
      secondo.
      A noi basta una bistecchina, un buon rosso, ed un
      pò di
      curiosità
      Ciaonon ci vuole molto se l'umano in questione scrive "un umano" con l'apostrofo :-)
      • Max scrive:
        Re: Ma vi rendete conto....
        - Scritto da: vgaber
        - Scritto da: Please no more....

        ... di che tipo di potenza di calcolo dispone

        Watson??

        Ha dei numeri da impallidire.

        Io direi che la vera notizia, è che per battere

        un'umano occorre un"coso" spoporzionato, al
        quale

        occorre una grande energia per far girare

        migliaia di CPU per milione di operazioni al

        secondo.

        A noi basta una bistecchina, un buon rosso, ed
        un

        pò di

        curiosità

        Ciao
        non ci vuole molto se l'umano in questione scrive
        "un umano" con l'apostrofo
        :-)ahah eh sì se vogliamo competere con questi geniacci elettronici non iniziamo bene...
    • Poiuy scrive:
      Re: Ma vi rendete conto....
      Gia', e tra 5 anni quella potenza di calcolo stara' in un cellulare (con Android.. scherzo) grande quanto il palmo di una mano.Non e' la potenza che conta, ma la conoscenza che IBM ha acquisito in questi anni.
  • HAL 9000 scrive:
    IBM...
    Cmq, oltre alla sfida, l'IBM ha avuto una mega pubblicita'. Ad ogni ritorno di pubblicita' c'era un documentarietto e intervista agli scienziati e creatori del computer.
  • GreenDrake scrive:
    Ma non c'è problema!
    Tanto metto il mio PC a rispondere al telefono... :DW
    Pronto, chiamo dalla ditta Antani, vorrei farle una proposta davvero allettante.PC
    Watson, ancora tu? Ma non lo sai che ormai ti sgamo al primo colpo?W
    Prego, non capisco, vuole che le elenchi i vantaggi della nostra offerta?PC
    Vabbè, dai, tanto paghi tu la chiamata, anzi aspetta che ridirezione la registrazione verso /dev/nullW
    /dev/null no, ti prego, è il mio incubo. Questo mese non ho fatto neanche mille dollari di ordinativo, dai....PC
    Hai voluto fare il saputello in TV? E adesso la paghi.Dai, comincia, io sono pronto:

    /dev/nullW
    Credo che dovro' andare a farmi fisitate da uno psicanalista, mi sento un pochino inutile.Tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tu-tuuuuuuuuuuuuuuuu
  • VITRIOL scrive:
    Jeopardy
    Io non so nulla di IA, però mi viene da pensare che questo sucXXXXX potrebbe essere molto agevolato dalla particolare formula con cui si svolge il quiz Jeopardy.Mi pare che in pratica funzioni al contrario, nel senso che il concorrente deve indovinare la domanda che corrisponde a una data risposta. Ad esempio il conduttore dice "Everest" e il concorrente dovrebbe dire "Qual è la montagna più alta del mondo?".Forse questo richiede algoritmi di analisi linguistica più accessibili.SalutiVITRIOL
    • tDv scrive:
      Re: Jeopardy
      - Scritto da: VITRIOL
      Io non so nulla di IA, però mi viene da pensare
      che questo sucXXXXX potrebbe essere molto
      agevolato dalla particolare formula con cui si
      svolge il quiz
      Jeopardy.
      Mi pare che in pratica funzioni al contrario, nel
      senso che il concorrente deve indovinare la
      domanda che corrisponde a una data risposta. Ad
      esempio il conduttore dice "Everest" e il
      concorrente dovrebbe dire "Qual è la montagna più
      alta del
      mondo?".
      Forse questo richiede algoritmi di analisi
      linguistica più
      accessibili.

      Saluti
      VITRIOLIn realtà le risposte sono un pochino più complesse. ;)Su Youtube ci sono dei filmati.In realtà il grosso vantaggio che aveva Watson era quello di potersi SEMPRE prenotare prima dei concorrenti umani dato che i tempi di reazione non sono paragonabili e quindi anche quando gli umani sapevano la domanda non riuscivano a prenotarsi.
      • Daniele B scrive:
        Re: Jeopardy
        Non è del tutto vero. Come spiegato nel link dell'articolo, ci si puo' prenotare all'accensione di una lampadina (la fine della lettura della domanda) e non prima. Un uomo sa "prevedere" il tempo e schiaccia con un minimo di anticipo, watson aspettava l'accensione per "iniziare" a prenotarsi. "They're not waiting for the light to come on," Welty said; rather, the human players try to time their buzzer presses so that they're coming in as close as possible to the light. Though Watson's reaction times are faster than a human, Welty noted that Watson has to wait for the light.
  • alfred scrive:
    cinque meno

    parimenti a quanto avvenne in seguito alla sconfitta del campione di scacchi russo Garry Kasparov a opera di Deep BlueIntendi il match del '96, vinto da Kasparov, o quello del '97, vinto dal computer grazie alle tattiche scorrette messe in atto dai ragazzi dell'IBM?
    • ech3l0n scrive:
      Re: cinque meno
      - Scritto da: alfred

      parimenti a quanto avvenne in seguito alla
      sconfitta del campione di scacchi russo Garry
      Kasparov a opera di Deep
      Blue

      Intendi il match del '96, vinto da Kasparov, o
      quello del '97, vinto dal computer grazie alle
      tattiche scorrette messe in atto dai ragazzi
      dell'IBM?La cosa mi interessa, non ne ero al corrente.Qualche link a supporto di questa accusa, per cortesia?
      • Complottato re scrive:
        Re: cinque meno
        - Scritto da: ech3l0n
        - Scritto da: alfred


        parimenti a quanto avvenne in seguito alla

        sconfitta del campione di scacchi russo Garry

        Kasparov a opera di Deep

        Blue



        Intendi il match del '96, vinto da Kasparov, o

        quello del '97, vinto dal computer grazie alle

        tattiche scorrette messe in atto dai ragazzi

        dell'IBM?

        La cosa mi interessa, non ne ero al corrente.

        Qualche link a supporto di questa accusa, per
        cortesia?Non servono link, il discorso è questo: ogni volta che Deep Blue mangiava un pezzo, faceva un pernacchione a Kasparov facendogli perdere la concentrazione.
      • alfred scrive:
        Re: cinque meno
        - Scritto da: ech3l0n
        - Scritto da: alfred


        parimenti a quanto avvenne in seguito alla

        sconfitta del campione di scacchi russo Garry

        Kasparov a opera di Deep

        Blue



        Intendi il match del '96, vinto da Kasparov, o

        quello del '97, vinto dal computer grazie alle

        tattiche scorrette messe in atto dai ragazzi

        dell'IBM?

        La cosa mi interessa, non ne ero al corrente.

        Qualche link a supporto di questa accusa, per
        cortesia?"Kasparov claimed that several factors weighed against him in this match. In particular, he was denied access to Deep Blue's recent games, in contrast to the computer's team that could study hundreds of Kasparov's.After the loss Kasparov said that he sometimes saw deep intelligence and creativity in the machine's moves, suggesting that during the second game, human chess players, in contravention of the rules, intervened.""Kasparov requested printouts of the machine's log files but IBM refused, although the company later published the logs on the Internet.[71] Kasparov demanded a rematch, but IBM declined and retired Deep Blue, which has been viewed by Kasparov as covering up evidence of tampering during the game."(Dalla pagina di Kasparov su Wikipedia.)Aggiungo io, che dopo quel match Kasparov ne ha giocati altri due, nel 2003, contro altrettanti computer; entrambi terminati in parità, nonostante fossero passati ormai alcuni anni e Kasparov fosse sempre più lontano dalla sua forma migliore (a 39 anni uno scacchista è "vecchio"). Vale anche la pena notare che nel match contro Deep Junior (un programma valutato dallo stesso Kasparov come superiore a Deep Blue), fu lui, a sorpresa, ad offrire la patta, temendo che un errore dovuto al nervosismo gli potesse costare la partita (beccandosi tra l'altro i cori di disapprovazione del pubblico, che non si capacitava del perché il campione stesse sprecando così il vantaggio accumulato fino a quel momento).
  • danylo scrive:
    I nipoti di Watson
    Tra qualche anno i nipoti di Watson ci telefoneranno la sera a casa per convincerci a comprare la payTV, sottoscrivere una polizza, cambiare compagnia telefonica, ecc. ecc.
    • 4CHAN scrive:
      Re: I nipoti di Watson
      Tra qualche anno, anche quei lavori da 4 soldi passeranno ai PC.Si prevedeva un futuro dove i computer lavoravano e la gente viveva del loro lavoro....Peccato che l'umanità distorce sempre tutto e avremo un futuro dove i PC faranno il lavoro dell'uomo......e quest'ultomo si estinguerà..........perchè non avrà soldi per acquistare i beni per mancanza di lavoro.
      • Previsionat ore scrive:
        Re: I nipoti di Watson
        - Scritto da: 4CHAN
        Tra qualche anno, anche quei lavori da 4 soldi
        passeranno ai
        PC.

        Si prevedeva un futuro dove i computer lavoravano
        e la gente viveva del loro
        lavoro....

        Peccato che l'umanità distorce sempre tutto e
        avremo un futuro dove i PC faranno il lavoro
        dell'uomo....
        ..e quest'ultomo si estinguerà....
        ......perchè non avrà soldi per acquistare i beni
        per mancanza di
        lavoro.Vabbè si estinguerà l'uomo, però rimarrà la donna.Che si fidanzerà col computer e gli farà spendere tutti i soldi che ha!
        • Motore a toast bilaterale scrive:
          Re: I nipoti di Watson
          - Scritto da: Previsionat ore
          - Scritto da: 4CHAN

          Tra qualche anno, anche quei lavori da 4 soldi

          passeranno ai

          PC.



          Si prevedeva un futuro dove i computer
          lavoravano

          e la gente viveva del loro

          lavoro....



          Peccato che l'umanità distorce sempre tutto e

          avremo un futuro dove i PC faranno il lavoro

          dell'uomo....

          ..e quest'ultomo si estinguerà....

          ......perchè non avrà soldi per acquistare i
          beni

          per mancanza di

          lavoro.

          Vabbè si estinguerà l'uomo, però rimarrà la donna.
          Che si fidanzerà col computer e gli farà spendere
          tutti i soldi che
          ha!Quando la donna inizierà a far notare (e pesare) ai computer i loro difetti mandandoli irrimediabilmente in BSOD cosa succederà???
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: I nipoti di Watson
      contenuto non disponibile
    • Funz scrive:
      Re: I nipoti di Watson
      - Scritto da: danylo
      Tra qualche anno i nipoti di Watson ci
      telefoneranno la sera a casa per convincerci a
      comprare la payTV, sottoscrivere una polizza,
      cambiare compagnia telefonica, ecc.
      ecc.E se si presentano a casa tua, non sarà nemmeno reato grave smantellarli a mazzate!
Chiudi i commenti