FBI, la smentita dopo l'attacco

Secondo il Bureau, non ci sarebbero prove concrete a confermare l'offensiva di AntiSec. Il gruppo risponde: abbiamo altri 3 terabyte di dati, e siamo solo all'inizio

Roma – Un brevissimo comunicato per smentire AntiSec, dopo l’offensiva informatica che ha portato alla pubblicazione online di oltre 1 milione di numeri unici identificativi (Unique Device Identifier, UDID) relativi ad altrettanti dispositivi Apple . Non ci sarebbe alcuna prova concreta in grado di confermare l’effettiva compromissione del laptop usato dall’agente speciale Christophe Stangl, supervisore nella Cyber Action Team del Federal Bureau of Investigation (FBI).

I vertici del Bureau hanno dunque sottolineato come, attualmente, manchino le prove a sostegno della cyber-impresa compiuta da AntiSec. Soprattutto, nessun dettaglio inconfutabile sul tentativo da parte dell’FBI di rastrellare ed archiviare le informazioni personali degli utenti di iOS . “Non abbiamo alcuna informazione sul laptop compromesso”, si legge in un recente cinguettio dell’ufficio stampa dell’agenzia federale.

Piccata la risposta del collettivo, tramite l’account Twitter AnonymousIRC: “Prima che neghiate troppo, ricordate che siamo seduti su 3 terabyte di dati aggiuntivi. E non abbiamo nemmeno cominciato”. Dalla Danimarca, l’esperto in crimini elettronici Peter Kruse ha confermato l’offensiva di AntiSec, individuando alcuni suoi dispositivi nella lunga lista di UDID pubblicata su Pastebin dal gruppo. (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • max59 scrive:
    meglio cyborg che invalido
    speriamo che prima della fine del secolo sappiano creare arti artificiali comandabili col pensiero
  • Nessuno scrive:
    Ehy-ya
    If you watch "Guilty Crown" you can see something about the future...is only a example, the "Endlave" is something that we need to remember because in the future we willl fight like that. we all are evolving to do this step like a community, we need to learn how to live in this new world for making it real for those people that are waiting for the "Next War Era"... ;) Machine Wars for Riot Control and control of the territory. Drived by human thinking remotely.Yahwnnnnn WTF :)
    • Funz scrive:
      Re: Ehy-ya
      - Scritto da: Nessuno
      If you watch "Guilty Crown" you can see something
      about the future...is only a example, the
      "Endlave" is something that we need to remember
      because in the future we willl fight like that.
      we all are evolving to do this step like a
      community, we need to learn how to live in this
      new world for making it real for those people
      that are waiting for the "Next War Era"... ;)

      Machine Wars for Riot Control and control of the
      territory. Drived by human thinking
      remotely.

      Yahwnnnnn WTF :)Proprio l'anime giusto con una visione realistica del futuro (rotfl)
  • daniele_dll scrive:
    mai vista una cosa più stupida di questa
    Per chi non lo sapesse, la emotiv, insieme al caschetto per l'EEG (elettro-encefalogramma), rilascia anche un tool (1) per mappare tutta una serie di rilevazioni pre impostate, e lo sbattere la palpebra è uno di quelli, a dei tasti della tastiera o a dei movimenti del mouse.C'è la consistente possibilità che tutto il sistema di controllo dell'ardone si componga di:- software della e-motiv;- libreria di interfacciamento con ar.drone (2), ne esistono svariate anche in C#;- un tonto software che usa la libreria di interfacciamento con ar.drone in base ai tasti che rileva.E, giusto per non andare lontani ...http://www.youtube.com/watch?v=0TKhPZAhlLAIl video risale ad APPENA 5 anni fa -.-'(1) non riesco a trovare il video esatto che mostra quel tool in azione, ma questo rende abbastanza l'idea http://www.youtube.com/watch?v=4Cq35VbRpTY&feature=related(2) https://github.com/shtejv/ARDrone-Control-.NET e http://parrotsonjava.com/
  • yogavidya scrive:
    L'obiettivo del drone neuro-comandato?
    Sono sicuro che i militari possono pensare ad impieghi più creativi.
Chiudi i commenti