Firefox 3.5 è finalmente sbocciato

La nuova major release è completa e disponibile per il download in oltre 70 lingue. Tra le sue principali novità c'è il supporto ad HTML5 e un motore JavaScript tutto nuovo che promette performance raddoppiate

Roma – A un anno quasi esatto dal rilascio della versione 3.0, dodici mesi costellati di rinvii, contrattempi e cambiamenti in corsa, la nuova release 3.5 di Firefox ha finalmente fatto il suo debutto pubblico.

Firefox 3.5 è finalmente sbocciato Chi già possiede una precedente versione del browser può aggiornare Firefox servendosi del sistema di updating integrato, mentre tutti gli altri possono scaricare Firefox 3.5 dal sito getfirefox.com o da Mozilla Italia . Su quest’ultimo sito è anche disponibile la traduzione in italiano della Guida all’uso di Firefox 3.5 , che sintetizza e illustra le novità del nuovo Firefox. Novità che in passato sono state ripetutamente approfondite anche su Punto Informatico , e che possono essere riassunte nei seguenti punti:

supporto ad HTML 5 e ai tag audio e video , che permettono di riprodurre filmati codificati con Ogg Theora e brani codificati con Ogg Vorbis senza la necessità di disporre dei relativi codec;
– la nuova modalità di navigazione privata , che quando attivata promette di fare piazza pulita di tutti i dati personali e potenzialmente sensibili;
– il supporto alla geolocalizzazione , che apre la strada a tutta una serie di applicazioni e servizi incentrati sulla conoscenza dell’ubicazione (esatta o approssimata) dell’utente ( qui alcuni esempi);
– il supporto nativo al formato JSON (JavaScript Object Notation) per lo scambio di dati tra server e browser;
– l’implementazione dei thread web worker , che consentono ai programmatori JavaScript di elaborare i calcoli più impegnativi in background, così da non rallentare l’intero browser;
– un motore di rendering (Gecko) più performante, soprattutto grazie allo speculative parsing , e capace di supportare decine di nuove tecnologie web quali font scaricabili, media query CSS, JavaScript query selector, supporto alla memorizzazione dei dati in locale e in modalità non in linea, profili colore ICC e trasformazioni SVG;
– un motore JavaScript tutto nuovo ( TraceMonkey ) che, grazie alla compilazione just-in-time nativa del codice e ad una serie di altre ottimizzazioni, è l’artefice principale dell’incremento di performance promesso da Firefox 3.5 (quantificato da Mozilla in due volte le performance di Firefox 3.0 e 10 volte quelle di Firefox 2.0).

“Il Web cresce ogni giorno in misura esponenziale, ed oggi (giorno del lancio di Firefox 3.5, NdR) è un momento veramente eccezionale per i browser, ha proclamato John Lilly, CEO di Mozilla. “Firefox 3.5 racchiude in sé le tecnologie web più innovative e le rende disponibili nel più completo e potente browser oggi in circolazione”.

Firefox 3.5 è stato recentemente accompagnato da un restyling del sito addons.mozilla.org e dall’introduzione delle Add-on Collections , che aiutano l’utente a districarsi tra la miriade di estensioni oggi disponibili per Firefox e gli consentono altresì di crearne di proprie, condividendole eventualmente con amici o con l’intera comunità.

Il rinnovato browser open source è inoltre al centro di un nuovo servizio, chiamato Build Your Own Browser , che permette alle aziende di personalizzare Firefox e installarlo, così modificato, su tutti i PC dell’organizzazione.

E chi desidera personalizzare l’aspetto grafico del Panda Rosso ha da qualche tempo a disposizione Personas for Firefox , un’alternativa più leggera ma anche più limitata rispetto ai classici temi.

Di recente Mozilla ha anche presentato Jetpack , una nuova piattaforma web-based per le estensioni che promette di semplificare la vita degli sviluppatori e quella degli utenti, i quali potranno installare nuovi add-on senza la necessità di riavviare il browser. Nei prossimi mesi Jetpack si affiancherà alle estensioni tradizionali, ma nel lungo periodo potrebbe arrivare a rimpiazzare l’architettura preesistente.

Firefox 3.5 può infine sincronizzarsi col suo fratellino minore , Fennec , grazie alla nuova versione 0.4 dell’estensione sperimentale Weave . Weave permette di fare il backup di tutti i principali dati di Firefox (bookmark, password, impostazioni ecc.) sui server di Mozilla, e sincronizzare poi tali dati con qualsiasi altra copia di Firefox. Con l’ultima versione è stata introdotta anche la possibilità di eseguire il login automatico a tutti i siti o servizi che richiedono l’autenticazione.

La versione 3.5 rappresenta indubbiamente un aggiornamento molto importante per il famoso discendente di Netscape, ma va considerato che la concorrenza è sempre più agguerrita : Internet Explorer 8, Chrome 2.0, Opera 10 e Safari 4 sono tra i principali antagonisti del nuovo Firefox, e tutti si stanno sfidando su caratteristiche e performance. È per questa ragione che Mozilla non ha pianificato vacanze: ultimato Firefox 3.5, la Foundation si è già messa al lavoro su Firefox 3.6 .

Mozilla ha fatto sapere che il supporto alle versioni 3.0.x di Firefox cesserà a partire dal prossimo gennaio : ciò significa che da questa data non verranno più rilasciati aggiornamenti di sicurezza per tali release.

Per tenere d’occhio l’andamento in tempo reale dei download di Firefox per paese, Mozilla ha approntato questo suggestivo web service . I primi video promozionali di Firefox 3.5 realizzati sul tema “Show Us Your Speed” sono disponibili qui , e mostrano all’opera tre detentori del Guinness dei Primati.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Un lettore. scrive:
    divieto ai giornalisti "complicati"
    ma chi è questo giornalista che scrive in maniera così ingarbugliata? non si riesce a leggere questo articolo!!! ti fa venire il mal di testa!!!Non sarebbe più bello essere più scorrevoli nei discorsi? a chi deve dimostrare questo quà di avere un lessico molto ricco???per piacere... ne abbiamo le palle piene.
  • Boooh scrive:
    Addio
    Noooooooooooooooooooooooooo
  • nopay scrive:
    Troppo pessimismo
    Capisco la botta e il momento.Ma vediamo i fatti anche da un altra prospettiva.Hanno venduto, si sono venduti....mettetela come vi pare.Ma vista la situazione, hanno fatto bene.Cosa diventerà un domani pirate bay ormai non è affar loro e nemmeno nostro.Decideranno altri cosa farne. Ma una cosa pare (e dico pare) certa: chi ha comprato, non c'entra una mazza con le major.Per quanto riguarda BrokeP e gli altri, tutto dipenderà da come andrà il proXXXXX.Se si accorderanno per evitare una sentenza di condanna definitiva - sempre che accordi stragiudiziali in sede penale siano possibili nell'ordinamento svedese - allora niente: fine della storia, pagheranno e salato pure. E i dindini che hanno incassato dalla vendita, forse gli basteranno per chiudere in pareggio.Se invece verranno condannati, idem come sopra, con in + le grane che possono derivare nel caso in cui con la sentenza si disponga anche la reclusione in carcere.Se infine verranno assolti, bhé ragazzi.... qua altro che se non l'hanno indovinata. Ne aprono un altro di tracker, e coi contro-maroSi.Staremo a vedere.
    • ILBaK scrive:
      Re: Troppo pessimismo
      Sicuramente è più importante la questione processuale...Però la vendita rappresenta un segnale molto forte nel senso che basta la classica valigetta piena di soldi per "zittire" queste iniziative... E le "associazioni" non aspettavano altro...Poi l'opinione pubblica non ha voglia ne tempo di valutare il "perchè" delle cose: Passeranno come dei ragazzini che hanno fatto la biricchinata e gli è andata tutto sommato bene essendosi poi venduti al miglior offerente...Il vero cambiamento arriverà solo comprendendo due passaggi fondamentali: Il primo è che è per primo l'autore che deve proporsi in maniera differente, senza lasciarsi soggiogare dagli uomini d'affari...Il secondo è che l'unica opportunità del P2P di continuare ad esistere è un protocollo decentralizzato... Tutto quello che transita regolarmente da un sito o da un server può essere (ora più di prima) facilmente colpito...
      • etherodox scrive:
        Re: Troppo pessimismo
        Mi associo al commento di ILBak.
      • nopay scrive:
        Re: Troppo pessimismo
        Il tuo discorso fila, ma non mi convince del tutto.Il futuro del p2p: decentralizzato e anonimo. Bene. Credo che lo sappiano anche gli admin della Baia.Dunque ha ragione BrokeP a dire che la Baia si trova(va) in un vicolo cieco. Sunde ha giustificato la vendita proprio con la necessità di evolvere. O si cambia o si chiude. Cosi è la dura legge della rete.Altro punto: non basta la valigetta piena di soldi per zittire queste iniziative. Ci vuole anche una sentenza di condanna pesante che rende impossibile portarle avanti. Il tracker della Baia è rimasta on line per tutto questo tempo sul presupposto che in Svezia tracciare e indicizzare i torrent fosse legale. Nei legal threats questo concetto è alla base di tutte le risposte date ai detentori dei copyright. Ora, questo presupposto è venuto meno, con una condanna in primo grado e il rifiuto di "ricusazione" del giudice che l'ha pronunciata.Se non si tiene in considerazione tutto questo, non si capisce niente dell'intera vicenda. E si può facilmente e superficialmente concludere: è arrivato rockerduck e se li è comprati.
        • nopay scrive:
          Re: Troppo pessimismo
          Guarda che se aspettavano la condanna in appello, avrebbero venduto uguale. Ma alle stesse condizioni di ora?Il tuo discorso fila liscio e te lo ripeto: ma dimentichi la vicenda processuale. Son stati condannati e nulla fa presagire un verdetto diverso in appello.Il precedente giuridico lo fanno le sentenze. E le sentenze si pronunciano sulla base delle leggi. E la protezione del diritto d'autore è legge anche in Europa. E' inutile fare discorso teorici: sono rimasti a braghe calate, pensando che la Svezia fosse diversa dagli USA. E invece è esattamente la stessa cosa. Ti condanno per agevolazione, complicità nella violazione del diritto d'autore e oltre ad andare in galera devi STRAPAGARE i danni che hai fatto.Tutto questo riguarda loro e il loro di dietro, non quello della gente e della bandiera.Mi dispiace dirlo cinicamente ma è cosi.Se fossero stati assolti e avessero venduto, non avrei potuto che darti ragione.Invece hanno fatto la cosa giusta al momento giusto.E potranno continuare a occuparsi di questioni che riguardano la libertà in rete. Ma non da dietro le sbarre.
          • ILBaK scrive:
            Re: Troppo pessimismo
            Sì ho capito il tuo ragionamento, rispetto la tua opinione e credo che sia parallela alla mia, sebbene partano da due presupposti diversi...Da "uomo della strada", leggendo questa notizia, vedo tutta la convinzione e la fiducia di quella filosofia, gravemente tradite...Si batteranno per la libertà in rete..? O prenderanno un ombrellone in spiaggia accanto al tizio che inventò Napster..?Certo, ancora questo non è possibile dirlo con certezza, però l'amarezza per un "brand" così significativo che viene dato in pasto al bussiness, quella è cosa certa...
          • cORKY scrive:
            Re: Troppo pessimismo
            - Scritto da: nopay
            Il tuo discorso fila liscio e te lo ripeto: ma
            dimentichi la vicenda processuale. Son stati
            condannati e nulla fa presagire un verdetto
            diverso in
            appello.
            Tutto questo riguarda loro e il loro di dietro,
            non quello della gente e della
            bandiera.

            Mi dispiace dirlo cinicamente ma è cosi.

            Se fossero stati assolti e avessero venduto, non
            avrei potuto che darti
            ragione.
            Invece hanno fatto la cosa giusta al momento
            giusto.

            E potranno continuare a occuparsi di questioni
            che riguardano la libertà in rete. Ma non da
            dietro le
            sbarre.Quoto in pieno!
  • masso scrive:
    Hanno fatto bene...
    Siamo tutti pronti a scaricare...ma quando c'è da mettere mano al portafogli per pagare le spese che sostengono nei processi intentati dalle multinazionali ci dileguiamo.Devono ancora affrontare due gradi di giudizio ma è quasi certo che gli confermeranno la condanna.Sfido chiunque trovandosi nella loro posizione a fare diversamente.Per me hanno resistito anche fin troppo.Non devono niente a nessuno.Hanno lottato solo per difendere un'idea personale sulla libera diffusione della cultura, dell'arte e dell'informazione ma ora è giusto che pensino a se stessi.Non sono martiri.
    • algaso scrive:
      Re: Hanno fatto bene...
      - Scritto da: masso
      Siamo tutti pronti a scaricare...ma quando c'è da
      mettere mano al portafogli per pagare le spese
      che sostengono nei processi intentati dalle
      multinazionali ci dileguiamo.ah, perchè, era stata organizzata una raccolta fondi? O dai per scontato che nessuno avrebbe donato qualcosa? Io lo farei
  • Davide scrive:
    ADESSO SI CHE CI HANNO LUCRATO!! GALERA
    se prima potevano ancora dire che loro non avevano nessun lucro ma solo pagare banda e server adesso che diranno?grazie alla popolarità acquisita coi download "illegali" il loro sito è stato quotato ben 5 milioni di neuri, questo si che è un reato a scopo di lucro
  • me stesso scrive:
    I SOLDI COMPRANO TUTTO!!
    Come da oggetto, si dovrà solo attendere che un'altra baia si formi da un'altra parte, poco male, per ogni sito che cade ne vengono aperti altri 10
  • torquemada the inquisitor scrive:
    HURRA! questo è p2p
    il p2p è instabilità,il p2p è comunità.il consolidamento è fossilizzazione,invecchiamento,corruzione,attacchi.muore TPB, era ora. questa è la natura volatile del p2p, e anche la sua stessa forza, quella di essere cosi' dinamica da non poter essere attaccata.ok ok, se si vogliono fare battaglie legali, TPB andava pur bene. ora il discorso pubblico si è evoluto rispetto a quando TPB è nata, e pure grazie a lei. per fortuna che sono riusciti a rifilarla ad un prezzo cosi' alto :P :P han pure detto che investiranno questi $ in progetti per la protezione dei diritti in rete... se non fanno come povia, il valore di TPB sarà moltiplicato in mano ai vari coder che potranno sostenersi in quel modo.HURRA!ùp2p: dinamicità, fluttuazione, nuvola.accentramento: corruzione, vulnerabilità, point of failure.
    • scutmai scrive:
      Re: HURRA! questo è p2p
      quoto in toto.il p2p si è evoluto con la rete;dai download dai server di napster,al sistema bit torrent,il file sharing si è evoluto e ancora sui evolverà,in barba a coloro che lottano contro i mulini a vento.è morto Napster,Audiogalaxy,WinMX,ora TPB ma contrariamente a quanto auspicato dalle major,i numeri sono in costante aumento e addirittura si è arrivati ad avere formazioni politiche che si ispirano ai pirati per scardinare i dogmi del copyright.Che dire?Grazie,è stato bello;la vita continua....in un'altra baia...
    • etherodox scrive:
      Re: HURRA! questo è p2p
      condivido torquemada.
  • Il qui presente scrive:
    Buffoni!
    Io mi rivolgo a quella gente che sistematicamente dimentica che, per quanto faccia comodo ad ognuno di noi scaricare a sbafo film e musiche, i download da file sharing sono ILLEGALI ed è giusto che sia cosi. Quando io scarico lo faccio nella consapevolezza di farlo illegalmente...ma qui sento parlare di "causa", "tradimento"...ma di che cosa???? siate un pò meno ipocriti! siamo tutti un pò LADRI quando scarichiamo...abbiate almeno il buon gusto di ammetterlo!BUFFONI!
    • Videotecari anonimi scrive:
      Re: Buffoni!
      Te invece cosa sei? Un onesto cittadino?Nono...Anche io la pensavo come te quando ero uno di loro...Ma poi ho trovato i videotecari anonimi...e da li la mia vita si è rinsanata, ho incominciato a lavorare veramente...e infine ho trovato famiglia...ma soprattutto...scarico a sbafo.Meglio pirati che videotecari ladri infami....
      • MegaJock scrive:
        Re: Buffoni!
        - Scritto da: Videotecari anonimi
        Ma poi ho trovato i videotecari anonimi...e da li
        la mia vita si è rinsanataMi dici dove si riuniscono così passo con la latta del gasolio e risano anche la mia, di vita?
  • Otacon87 scrive:
    come napster
    maledetti, ma tantole vostre multe non fermeranno la nostra pirateria
  • BrokeP scrive:
    Ma di che XXXXX vi lamentate?
    Ma di che XXXXX vi lamentate? Voi sempre pronti a scaricare quanto e come vi pare, ma mai pronti a metterci del vostro. Finche' i processi me li becco io, allora siete tutti contenti e felici, ma appena me la svigno con un guadagno netto, pronto per portare avanti altri interessi (ebbene si', nella mia vita non c'e' solo la Baia), allora eccovi tutti ad ululare come lupi mannari durante un' eclisse di luna. Eh no, cari i miei licantropi, invece di scaricare tonnellate di XXXXX, passate un po' piu' del vostro tempo sul computer, smanettate come me, datevi da fare, muovete il XXXX, ingegnatevi. Non vi piace la mia decisione? Fatevela voi, la vostra Baia personale, beccateveli voi i processi, le cause, le azioni legali. Passatevele voi le notti insonni dentro ai servers. Bevetevelo voi tutto quel caffe'. Almeno poi, la decisione sara' vostra e non mia, ed allora - e solo allora - io non mi lamentero' di voi e della vostra fatica. Con affetto,Peter
    • etherodox scrive:
      Re: Ma di che XXXXX vi lamentate?
      Purchè tu renda con tante scuse tutto ciò che la solidarietà dei peers ha donato.
    • TiOdio scrive:
      Re: Ma di che XXXXX vi lamentate?
      Problemi di sdoppiamento della personalità? L'amico immaginario lo presenti anche a noi?Ma vai a cagher :-D
  • Brunzflag scrive:
    alternative?
    ci sono alternative?a parte il muletto e l'uccelletto azzurro (mai dimenticato) ?
  • Mr.God scrive:
    Sinceritá andiamo...
    Perché vi vergognate? Perché avete paura? Perché tremate di fronte all´accusa dei videonoleggiatori?Quando vi chiedono:vi piace scaricare musica e film?SI!vi piace averli gratis?SI!vi piace rubarli?OVVIO!ed ora? Quali argomentazioni gli rimangono? Avete ragione, ci piace avere tutto gratis e allora? A LAURAR!
    • algaso scrive:
      Re: Sinceritá andiamo...
      a nessuno piace sentirsi dire "ladro"...[yt]_idw8x35VOc[/yt]... specialmente se a gridarlo sono solo un gruppetto di ipocriti "video-attivisti" ;)
      • Mr.God scrive:
        Re: Sinceritá andiamo...
        - Scritto da: algaso
        ... specialmente se a gridarlo sono solo un
        gruppetto di ipocriti
        "video-attivisti"

        ;)Beh? É il minimo che puó succedere e te lo meriti anche! C´é la meravigliosa INTERNET.
        • algaso scrive:
          Re: Sinceritá andiamo...
          a signor dio, ma per chi m'hai preso! guarda che il mio post è contro i "videonoleggiatori attivisti" (contratto in "video-attivisti" :)) cioè quelli che sparano cagate sul controllo della rete e fanno fillippiche a tutti quelli che c'hanno una connessione superiore a 56kla paranoia è 'na brutta bestia ;)
          • Mr.God scrive:
            Re: Sinceritá andiamo...
            - Scritto da: algaso
            a signor dio, ma per chi m'hai preso!

            guarda che il mio post è contro i
            "videonoleggiatori attivisti" (contratto in
            "video-attivisti" :)) cioè quelli che sparano
            cagate sul controllo della rete e fanno
            fillippiche a tutti quelli che c'hanno una
            connessione superiore a
            56k

            la paranoia è 'na brutta bestia ;)L´ho capito, e ribadivo che si va incontro a spiacevoli avvenimenti, come nel video che hai linkato, se si ricorre ai videonoleggiatori.THE WORLD IS OURS.
    • Brunzflag scrive:
      Re: Sinceritá andiamo...
      - Scritto da: Mr.God
      ed ora? Quali argomentazioni gli rimangono? Avete
      ragione, ci piace avere tutto gratis e allora? A
      LAURAR!non credo tu abbia le basi per dire che le persone alle quali ti rivolgi non siano GIA' lavoratori.e lo stesso vale per te.
      • Mr.God scrive:
        Re: Sinceritá andiamo...
        - Scritto da: Brunzflag
        - Scritto da: Mr.God



        ed ora? Quali argomentazioni gli rimangono?
        Avete

        ragione, ci piace avere tutto gratis e allora? A

        LAURAR!

        non credo tu abbia le basi per dire che le
        persone alle quali ti rivolgi non siano GIA'
        lavoratori.

        e lo stesso vale per te.Eccolo il videonoleggiatore. Tu ti svegli la mattina, ti metti seduto e aspetti che qualcuno voglia un prodotto tuo per un paio di giorni, sei un magazziniere, non PRODUCI niente, il LAVORO serve a PRODURRE.Sei sostituibile da alcune macchinette come stanno giá facendo ma SOPRATTUTTO sei stato sostituito da INTERNET e non te ne sei accorto.Ti ripeto, continueró a scaricare tutto gratis, adesso argomenta qualcosa di nuovo.
    • Videotecari anonimi scrive:
      Re: Sinceritá andiamo...
      Lavorare non è affittare...lavorare non è affittare...Infame spreco di sperma :)
  • asd scrive:
    ma chissene?
    ci sono altri siti............. epoi loro fanno quello che vogliono, invece di stare qui a associarsi su cause virtuali associatevi su cause reali.
  • uomo comune scrive:
    La baia dei furbi
    oltre che ladri, erano anche furbi alla fine ci hanno solo guadagnato...
    • citazione scrive:
      Re: La baia dei furbi
      - Scritto da: uomo comune
      oltre che ladri, erano anche furbi alla fine ci
      hanno solo
      guadagnato...ah qua te ga reson
  • Ricky scrive:
    Snaturare la baia
    SE, e ripeto, SE la baia e' nata er un certo motivo,questa notizia ne decreta la sconfitta.SE e' nata per scambiare COSE, forse reggera' ma se chi la freguenta assiduamente le cose le vuole GRATIS, allora la baia affondera'.Il suo traffico e' legato a vari fattori, uno di questi e' il software o comunque i traker per software,video e audio GRATIS e CRAKKATO.Se la piattaforma cambia pelle e diventa LEGALE, cosa intendono vendere che possa attirare persone abituate all'attuale andazzo!?Resto molto scettico...non credo che sopravviverebbero vendendo magliette della "baia".
    • citazione scrive:
      Re: Snaturare la baia
      - Scritto da: Ricky
      SE, e ripeto, SE la baia e' nata er un certo
      motivo,questa notizia ne decreta la
      sconfitta.infatti, esattamente come fu per napster prima e audiogalaxy poi
  • Claudio Fonesi scrive:
    Che XXXXXXXX che siete, costa 200€ !!!!
    Tutti: "oddio, oddio, Brokep l'ha messo nel tunnel agli utenti!" e invece cari miei lui l'ha messo nell'indirizzo giusto, quello del decentramento.Le uniche ad esser convinti che per fermare il file sharing si debba chiudere un sito e far causa al suo amministratore sono le Major.La realtà dei fatti invece è la seguente:-Aprire un sito con link e materiale vario costa 200 l'anno su server dedicati di livello decente.-Non ci sono limiti ai siti che si possono aprire.-Indicizzare un sito è facile, farlo conoscere ancora di più se si è Sunde.Fine della questione, Sunde si porta a casa una multa da 2 milioni e mezzo, prende 5 milioni e mezzo per la baia e ha un utile netto di 3 milioni.1 anno di lavoro, 3 milioni guadagnati, la garanzia di poter riaprire un sito dove e come vuole, questa volta nell'anonimato totale.Cosa hanno risolto le Major? Nulla, pagate le spese delle indagini, le mazzette ai politici e le parcelle degli avvocati sarà grasso che cola se rimarranno con qualche spicciolo in tasca dei 5 milioni di risarcimento (lordi).Chi vuole scambiare file lo fa. Punto.
    • numa scrive:
      Re: Che XXXXXXXX che siete, costa 200€ !!!!
      QUOTOE Brokep probabilmente si trasferirà in Brasile.E come ha scritto sul blog della Baia, proseguirà le sue battaglie in altri modi e con altri mezzi.Intanto, in embrione c'è già The Videobay.
    • v1doc scrive:
      Re: Che XXXXXXXX che siete, costa 200€ !!!!
      - Scritto da: Claudio Fonesi

      -Aprire un sito con link e materiale vario costa
      200 l'anno su server dedicati di livello
      decente.LOL, grazie per avermi fatto ridere
      • allanon scrive:
        Re: Che XXXXXXXX che siete, costa 200€ !!!!
        nn sono 200 ma è il concetto che conta... non vinceranno mai...
        • Il Rome scrive:
          Re: Che XXXXXXXX che siete, costa 200€ !!!!
          I cattivi non muoiono mai, ma per fortuna i buoni continuano a combattere, sempre.
    • kribop scrive:
      Re: Che XXXXXXXX che siete, costa 200€ !!!!
      - Scritto da: brikop
      e la galera?
      Galera? Galera non ne fa. Prima dell'appello si mette d'accordo con le major che hanno intentato la causa, paga e queste ritirano la querela.O - sempre che non vinca in appello (difficile, ma chi può dirlo?) - male che vada, vola in Brasile e ci rimane.

      1 anno di lavoro, 3 milioni guadagnati, la

      garanzia di poter riaprire un sito dove e come

      vuole, questa volta nell'anonimato

      totale.

      mh.
      rivediamoci tra 7 mesi.
      Non è detto che il sito che riapre sia un tracker torrent, una Bia2. Non è mica un XXXXXXXX quel tizio. Troverà altri modi, altre idee. Una è stata già partorita: videobay. E i winari del software a scrocco s'attaccano al mulo. A fra 7 mesi.
      eh no: un precedente è sempre un'arma.Arma? Napster, razorback2 sono precedenti ma non armi. La community si sposta verso altri lidi e trova altri mezzi E' sempre stato cosi.

      Chi vuole scambiare file lo fa.

      Punto.

      chi cambia le leggi le ha dalla propria e comanda
      il potere
      esecutivo.Nonostante le leggi e i poteri esecutivi, la gente scambia uguale. E continuerà a farlo. Bittorrent o altri protocolli nuovi, sempre la stessa solfa sarà.La vicenda della Baia è un altro capitolo della medesima storia.
  • utente utonto scrive:
    la storia si ripete: napster
    farà una fine analoga a napster, probabilmente diventerà un circuito chiuso di condivisione file protetti da drm tra abbonati a pagamento, dietro il pagamento alle major delle varie license.gg è stato bello
    • brikop scrive:
      Re: la storia si ripete: napster
      - Scritto da: utente utonto
      farà una fine analoga a napster, probabilmente
      diventerà un circuito chiuso di condivisione file
      protetti da drm tra abbonati a pagamento, dietro
      il pagamento alle major delle varie
      license.

      gg è stato belloinfatti.napster è nel cuore come un ricordo bellissimo, ma oggi è come uno zombie puzzolente di morte
  • J.S. scrive:
    A Enzo Mazza
    Uhuh, c'è da ridere per non piangere di fronte alla sue parole :-DApprendiamo oggi che se The Pirate Bay ha venduto è merito anche suo.Ma lo sa che thepiratebay non è Brokep?Sono i suoi utenti!!Lo sa lei come funziona un tracker torrent o un server lugdunum? Lo sa che i contenuti sono diffusi dagli user e non da un tracker o un server edonkey?Gli utenti della baia se ne stanno andando altrove. Il Galeone è ormeggiato, e l'equipaggio s'è ammutinato. I torrent attualmente "tracciati" dalla Baia verranno decentralizzati su server esterni a thepiratebay.org .Global Gaming Factory ha acquistato un nome a dominio, una scatola vuota che dovrà riempire. Ma di cosa? Ha già qualche idea?La storia per lei non ha valore? Si ricorda di Napster? Chiuso Napster è nata la Baia. Chiusa la baia =
    ? A lei la conclusione.Poi se permette, non ci faccia ridere ulteriormente. Le azioni giudiziaria in Italia non sono servite a nulla; anzi, mi sarebbe venuta voglia di dire: A UNA MAZZA, ma forse sarebbe suonato offensivo. Il caso peppermint, ricorda? Niente.Il sequestro di The Piratebay in Italia? Idem come sopra. ANNULLATO!!. Mi scusi, ma di cosa parla?Siete 10 anni, 7, 5, quanti? che osservate ciò che accade in rete. E cosa siete stati capaci di fare? Ottenere la legge Urbani per mandare tutti quanti in galera? Quale modello legale di businness avete proposto voialtri? Il pizzo sui supporti di storage dati? Giusto? Faccia il bravo su, che non ce la cantate e nemmeno suonate.
    • kimu scrive:
      Re: A Enzo Mazza
      Amen
      • XYZ scrive:
        Re: A Enzo Mazza
        - Scritto da: kimu
        AmenAlmeno se l industria non si fosse esposta facendo cadere la Baia ora avrebbero ancora un nemico da combattere.. Ora sono ancora una volta punto e a capo ghghgh!Sig. Mazza lei si che è il Don "Chishotte" (malaortografia italianizzata e prettamente voluta da chi scrive) del nuovo millennio!Ancora una volta Baia 1 - Industria 0Buona Caccia, se ci riesce!Long Live To The Bay! poiche la Baia non è il sito, ma gli utenti e i loro ideali!
  • Cassandra.. . scrive:
    BOICOTTAREEE
    1- Boicottare il nuovo The Pirate Bay2- Scriviamo tutti al fondatore: Un nuovo the pirate bay.E questa volta, facciamolo.ru!Tanto i sorgenti e la base dati li hanno ancora in mano!Uniti contro i ladri! Ripaghiamoli con la loro stessa moneta!
    • forrest scrive:
      Re: BOICOTTAREEE
      Uhuh, bellissimo questo post di un user della baia:===================!! NO SALE - BOYCOTT TPB !!===================....................../´¯/)....................,/¯../.................../..../............./´¯/'...'/´¯¯`·¸........../'/.../..../......./¨¯........('(...´...´.... ¯~/'...')..........................'...../..........''............. _.·´..........................(...........................===================!! NO SALE - BOYCOTT TPB !!:-D :-D
  • lufo88 scrive:
    Un colpo alla causa
    Senza la baia che un giorno sì e un giorno anche ripresentava il problema del copyright, tutti gli sforzi per cercare di modificare questa iniqua legge (70 anni dopo la morte dell'autore!) rischiano di subire un grosso colpoSperiamo bene
    • brikop scrive:
      Re: Un colpo alla causa
      - Scritto da: lufo88
      Senza la baia che un giorno sì e un giorno anche
      ripresentava il problema del copyright, tutti gli
      sforzi per cercare di modificare questa iniqua
      legge (70 anni dopo la morte dell'autore!)
      rischiano di subire un grosso
      colpo

      Speriamo benesperare e basta non serve.
  • nome e cognome scrive:
    mitici
    Grandissima operazione di marketing... niente da dire. Bravi.
  • ZERO TOLERANCE scrive:
    Il DIo Denaro la vince sempre
    E guai a chi crede che i soldi della vendita servano per continuare la battaglia legale. Questi signori hanno usato il popolo della rete per fare una bella e remunerativa speculazione finanziaria. Con buona pace dei poveri mozzi.
    • Sember scrive:
      Re: Il DIo Denaro la vince sempre
      Basta con queste idee del caxxo...FARE SOLDI NON E' REATO.Fare un sito web non è semplice richiede tempo e tanto impegno. E ancora più difficile farsi scegliere dagli utenti.E 5mln di euro non sono nulla per un sito del genere ma è chiaro che dovevano disfarsi del dominio per occuparsi di altre cose.Se vuoi cambiare il mondo fai i soldi e cambialo, altrimenti resti il solito lamentoso e inutile italiano medio.
      • ZERO TOLERANCE scrive:
        Re: Il DIo Denaro la vince sempre
        daccordissimo ma allora che iproprietari della baia non mi vangano a fare i moralisti impartendomi lezioni sulla libertà etc etc...
    • brikop scrive:
      Re: Il DIo Denaro la vince sempre
      - Scritto da: ZERO TOLERANCE
      E guai a chi crede che i soldi della vendita
      servano per continuare la battaglia legale.
      Questi signori hanno usato il popolo della rete
      per fare una bella e remunerativa speculazione
      finanziaria. Con buona pace dei poveri
      mozzi.... che nel frattempo hanno comunque succhiato parecchio.
  • Stefano C scrive:
    ma vergognatevi
    Cavolo, ma questi qui promuovevano e permettevano un comportamento criminale che sta mettendo in ginocchio migliaia di famiglie di lavoratori e voi li osannate come degli eroi.Ma fatevi furbi! Se volete guardare un film, pagatelo, per quale motivo dev'essere un diritto rubarlo? Vi sembra troppo caro, le major ci marciano troppo? Non compratelo! Lo facciamo con milioni di prodotti che secondo noi non valgono il prezzo esposto, perchè questo non vale con musica e film??!
    • TonyG scrive:
      Re: ma vergognatevi
      Ah ah ah .. ma mi sa' che ti sei fumato qualcosa!Migliaia di famiglie in ginocchio per un po' di film o canzoni scaricate? Ma vai a vendere salsicce all'angolo della strada va che forse li almeno qualuno ti ascolta!Se le Major sono in perdita e' perche' hanno mangiato e stramangiato sulle spalle di tutti, incluse le tue famiglie di lavoratori, e adesso la gente si e' strarotta i maroni di pagare 30 euro x un cd o dvd che in pochi anni e' rovinato e ne devi acquistare un altro.Ma va va va... salsicciaio!!! lol- Scritto da: Stefano C
      Cavolo, ma questi qui promuovevano e permettevano
      un comportamento criminale che sta mettendo in
      ginocchio migliaia di famiglie di lavoratori e
      voi li osannate come degli
      eroi.
      Ma fatevi furbi! Se volete guardare un film,
      pagatelo, per quale motivo dev'essere un diritto
      rubarlo? Vi sembra troppo caro, le major ci
      marciano troppo? Non compratelo! Lo facciamo con
      milioni di prodotti che secondo noi non valgono
      il prezzo esposto, perchè questo non vale con
      musica e
      film??!
      • JackBahuer scrive:
        Re: ma vergognatevi
        fammi capire una cosa, per tè è normale scaricare materiale coperto da copyright? (musica,game,programmi,film etc..?)chi di noi non l'ha fatto? La cosa che più mi lascia allucinato e come per la maggior parte degli utenti tutto questo sia lecitoAllora ,come postato da stefano: se vuoi un cd musicale TE LO COMPRI!,se vuoi vederti un bel film: PAGHI!e te lo vedi..Non ti garbano i prezzi Non acquistarlo...semplice no? Non ti piace, non vuoi spendere soldi? allora NON lo acquisti..Stessa identica situazione di Napster...adesso vuoi un mp3? PAGALO! I dvd si noleggiano,i game si asquistano usati, al cinema si và in settimana. Pirate bay= Napster= $= la pacchia è finita
        • Skywalker scrive:
          Re: ma vergognatevi
          Fosse come la metti tu sarebbe facile.Ma io che non compro DVD e non compro CD, che al cinema ci vado 1 volta all'anno, che non ho la televisione (no, non ce l'ho proprio!) ma che sono appassionato di fotografia e video, mi spieghi perché su tutta quella pila di DVD che ci sono nell'angolo ho dovuto PAGARE gente che fa musica e film? O vogliamo parlare delle "sovvenzioni" al "cinema italiano"?Il "Copyright" è un "patto sociale", un "do ut des" tra la società e gli artisti: noi facciamo i "mecenati distribuiti" e, come comunità, vi garantiamo un monopolio per lo sfruttamento economico per un "adeguato" periodo, in barba alle leggi Antitrust, voi ci mettete il vostro genio che, sommandosi al genio di tutti quelli che vi hanno preceduto, consente all'umanità di progredire nel campo umanistico.Invece fin dal principio il controllo del "monopolio" è finito in mano ai "mediatori" (oggi le chiamano "Major") invece che degli artisti ed il periodo da "adeguato" è diventato "abnorme", tanto da durare "70 anni oltre la vita dell'autore" anche quando l'autore i diritti li ha ceduti da tempo ad una società (Chi sta dicendo "Beatles"?)L'unico vero "Diritto d'Autore" che nessuno argomenta è il diritto alla Paternità: se l'hai fatto tu nessuno può dire che l'ha fatto lui.I "privilegi di sfruttamento economico" sono altra cosa, e sono una palese limitazione della naturale libertà di scambio delle esperienze. Io sono a favore del "patto sociale", ma tornerò a sostenerlo solo quando tornerà a durare 28 anni o al massimo la vita dell'autore se l'autore non cede lo sfruttaento ad altri, quando il termine "derivative works" tornerà a significare "innovazione dell'arte" e non la sua limitazione, quando lo scambio senza retribuzione da privato a privato tornerà a chiamarsi "passaparola" e non "pirateria".Quel giorno possiamo tornare a discutere pacificamente: fino ad allora chiunque mi dica "Copyright" per me era e rimane uno sfruttatore corruttore che altera il libero mercato e lo stato naturale per difendere gretti privilegi. Che mi estorce centinaia di euro all'anno a causa del mio hobby, senza darmi nulla in cambio.
    • lufo88 scrive:
      Re: ma vergognatevi
      Piratare != rubare Prima di sparare cavolate almeno usa i termini giusti
      • fred scrive:
        Re: ma vergognatevi
        lascialo perdere, e' il solito videonoleggiatore...fa parte di un gruppo di videonoleggiatori (disperati per la loro situazione di lavoro critica) che hanno concluso che il p2p e l'origine di tutti i loro mali.
      • non ne sarei certo scrive:
        Re: ma vergognatevi
        piratare === rubare
        • fred scrive:
          Re: ma vergognatevi
          Piratare significa sequestrare le navi, depredare la merce e sequestrare l'equipaggio per chiedere soldi in cambio; gia' qualche marinaio ci ha rimesso la vita purtroppo.non lo dico io, lo dice lo storia passata e anche quella contemporanea come dimostrano i notiziari di questi giorni.
        • Skywalker scrive:
          Re: ma vergognatevi
          Ascolta se riesci a "piratare" il mio frigo con tutto il suo contenuto, così come uno che "pirata" mp3 riesce a "piratare" una canzone, prometto che non sporgo denuncia per furto.Ti dirò di più, se fai bene il "pirataggio" è probabile che del fatto che tu ti sia "piratato" il mio frigo io manco me ne accorga...Nota da Informatico: "=" è una assegnazione. "==" è una identità. "===" non so cosa sia, ma sarà una uguaglianza ancora più forte. Se non lo sai, in matematica l'uguaglianza è una operazione che gode di diverse proprietà, tra cui quella commutativa: se A=B allora B=A. Ergo se Piratare è Rubare, allora Rubare è Piratare. La prossima volta che vedo rubare un portafoglio griderò "Al pirata!" invece che "Al ladro!". Vediamo se guardano me o quello che sta "sottraendo" ("duplicando") il portafogli.Ma in realtà queste cose le sai già, ma devi sostenere questa teoria altrimenti le posizioni di rendita diventano indifendibili...
          • lufo88 scrive:
            Re: ma vergognatevi
            === sarebbe il simbolo di identico in PHP (controlla anche il tipo oltre al valore.@non ne sarei certoA parte questa precisazione sull'unica cosa non sbagliata che hai scritto, faccio presente che se rubo un CD, quel CD ce l'ho solo io dopo e il legittimo proprietario non ce l'ha piu'. Se lo pirato, io ho il CD e il proprietario ce l'ha ancora.se ti pare la stessa cosa, vuol dire che hai trovato un modo per dire che avere == non avere.poi fai teciao ciao
          • Vihai Varlog scrive:
            Re: ma vergognatevi
            === è una case equality.
        • Ste scrive:
          Re: ma vergognatevi
          Se pirati una cosa che comunque non avresti comprato, non fai male a nessuno.....
          • lufo88 scrive:
            Re: ma vergognatevi
            quotone :) Infatti i processi per pirateria si basano sull'errato assunto che canzone piratata uguale canzone non acquistata, che è falso.
    • berto scrive:
      Re: ma vergognatevi
      Videotecaro, se lo conosci lo eviti, se lo conosci non ti ciuccia i soldi nel potafoglio.Aha aha aha e pensate che sundle non riapra un sito con 5 milioni di euro???????? tra poco ci sarà una baia legale (? ed è tutta da vedere) ed un'altro portale gestito da sundle e co. con 5 milioni di euro per difendersi ed allora ci sarà da ridere.
    • brikop scrive:
      Re: ma vergognatevi
      - Scritto da: Stefano C
      Cavolo, ma questi qui promuovevano e permettevano
      un comportamento criminale che sta mettendo in
      ginocchio migliaia di famiglie di lavoratori e
      voi li osannate come degli
      eroi.
      Ma fatevi furbi! Se volete guardare un film,
      pagatelo, per quale motivo dev'essere un diritto
      rubarlo? Vi sembra troppo caro, le major ci
      marciano troppo? Non compratelo! Lo facciamo con
      milioni di prodotti che secondo noi non valgono
      il prezzo esposto, perchè questo non vale con
      musica e
      film??!fai così, per leggere centinaia di migliaia di risposte a questa stessa identica domanda, sfoglia questi forum dal 1999 ad oggi.Buona lettura.
    • il signor rossi scrive:
      Re: ma vergognatevi
      - Scritto da: Stefano C
      Cavolo, ma questi qui promuovevano e permettevano
      un comportamento criminale che sta mettendo in
      ginocchio migliaia di famiglie di lavoratori e
      voi li osannate come degli
      eroi.
      Ma fatevi furbi! Se volete guardare un film,
      pagatelo, per quale motivo dev'essere un diritto
      rubarlo? Vi sembra troppo caro, le major ci
      marciano troppo? Non compratelo! Lo facciamo con
      milioni di prodotti che secondo noi non valgono
      il prezzo esposto, perchè questo non vale con
      musica e
      film??!migliaia di famiglie? guarda che i dischi li fanno sì e no una decina di persone... a fare un disco ormai non ci vuol nulla, si va in uno studio, si registra, il lavoro lo fanno il produttore e l'arrangiatore, poi si pagano un po' il grafico e qualche altro tizio ed è fatta.Quindi, un ritorno economico micidiale.Ciò che invece come dici tu dà lavoro sono i concerti e i tour. Lì sì che vengono stipendiate centinaia di persone per molti mesi l'anno.Nessuna pietà contro chi mette in vendita, in regime di monopolio, un cd a 20 euro. Infatti non mi sembra che i vari artisti famosi se la passino male e facciano la fame, no?
  • IoNonCiCasc o scrive:
    eccoli qui i paladini della giustizia...
    Tanto per la cronaca non sono 5 milioni di euro,ma 7,7....Comunque tutto cio' alla faccia di chi li difendeva a spada tratta lodandone le "altissime" motivazioni....Tutto e' un business,anche la vostra idolatrata baia....come le major...uguale uguale ma solo dall'altra parte della stessa medaglia...
    • etherodox scrive:
      Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
      cerca però anche di non cascare nella banalità. TPB era già un business e tale rimane, il P2P vive anche senza di loro.
      • firefox88 scrive:
        Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
        Ah era un business? Non erano i paladini della giustizia e dell'etica del "libero scambio" (di cose realizzate da altri, ovviamente)?
    • exMetallica scrive:
      Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
      Ma tu chi sei per giudicarli , Robin Hood ? Per conto mio hanno lottato a sufficenza."Quando il saggio indica la luna lo stolto vede solo il dito, non la luna" , tiè :)
      • petrestov scrive:
        Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
        - Scritto da: exMetallica
        Ma tu chi sei per giudicarli , Robin Hood ? Per
        conto mio hanno lottato a
        sufficenza.

        "Quando il saggio indica la luna lo stolto vede
        solo il dito, non la luna" , tiè
        :)infatti lui è stato IMHO molto sarcastico e tu hai visto soltanto il tuo dito (accusatore).
    • Giorgio Pontico scrive:
      Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
      Sono 7,7 milioni di dollari, ovvero 5 milioni e passa di euro. ;)
    • Mr. X scrive:
      Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
      - Scritto da: IoNonCiCasc o
      Tanto per la cronaca non sono 5 milioni di
      euro,ma
      7,7....
      Comunque tutto cio' alla faccia di chi li
      difendeva a spada tratta lodandone le "altissime"
      motivazioni....
      Tutto e' un business,anche la vostra idolatrata
      baia....come le major...uguale uguale ma solo
      dall'altra parte della stessa
      medaglia...Beh se sono riusciti a vendere per quella cifra una nave che stava colando a picco... beh hanno la mia ammirazione :-P
      • IoNonCiCasc o scrive:
        Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
        - Scritto da: Mr. X
        - Scritto da: IoNonCiCasc o

        Tanto per la cronaca non sono 5 milioni di

        euro,ma

        7,7....

        Comunque tutto cio' alla faccia di chi li

        difendeva a spada tratta lodandone le
        "altissime"

        motivazioni....

        Tutto e' un business,anche la vostra idolatrata

        baia....come le major...uguale uguale ma solo

        dall'altra parte della stessa

        medaglia...

        Beh se sono riusciti a vendere per quella cifra
        una nave che stava colando a picco... beh hanno
        la mia ammirazione
        :-Pooppps e' vero!7,7 milioni di dollari...sorry.Comunque non stavo criticandoli,anzi hanno avuto un fiuto per gli affari mica da ridere ;-)Mi fanno solo ridere quelli che da mesi (se non da anni)continuavano con la tiri-tera dei sani principi,degli ideali bla bla bla....operazione di marketing,niente di piu'.
    • firefox88 scrive:
      Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
      Bravo, è giusto.L' "etica del pirata", "libero scambio", vogliamo "libertà" di qua e di là... Altroché!I veri paladini della libertà sono i blogger iraniani che rischiano la pelle, non questi cialtroni che si vendono al miglior offerente.Basta falsi idoli!
      • Skywalker scrive:
        Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
        Perché per te invece essere condannati in proXXXXX penale è acqua fritta? Capisco che per un italiano, le Condanne siano motivo di vanto, soprattutto sei hai rubato a sufficienza da pagarti avvocati e corrompere politici fino alla prescrizione del reato, avanzando soldi, ma per uno svedese la percezione è diversa.Gli svedesi stessi hanno sentito questo proXXXXX come una "ingerenza" di potenze economiche estere nella loro vita sociale, tanto che ben il 7% ha messo questo al primo posto della sua agenda politica.Questi erano convinti che un motore di ricerca fosse legale in Svezia, e prima del recepimento della Direttiva Europea IPRED da parte della Svezia probabilmente avevano ragione, ma la IPRED ha cambiato la situazione, ed in molti cominciano a chiedersi se sia stato veramente sensato entrare in una Unione in cui loro recepiscono tutte le Direttive alla lettera e pagano contributi per le zone più disagiate e questi finiscono in tasca a truffatori italiani perché in Italia nessuno controlla.Beato quel paese che non ha bisogno di eroi...
        • Viper scrive:
          Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
          Ma smettiamola dai...Il reato è di chi lo compie e non di chi mette a disposizione un servizio per compierlo.Tutte le fabbriche di armi che esistono al mondo non sono mai state toccate per tutte le MORTI che indirettamente, mettendo a disposizione un prodotto, hanno provocato.


          - MORTI -
          • Mr.Pink scrive:
            Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
            - Scritto da: Viper
            Ma smettiamola dai...
            Il reato è di chi lo compie e non di chi mette a
            disposizione un servizio per
            compierlo.

            Tutte le fabbriche di armi che esistono al mondo
            non sono mai state toccate per tutte le MORTI che
            indirettamente, mettendo a disposizione un
            prodotto, hanno
            provocato.

            Tu puoi vendere benzina all'autostazione, bottiglie in vetreria, coltelli al supermarket, pietre e tubi in ferro in un emporio di materiali per l'edilizia. Se qualcuno poi fabbrica molotov con le tue bottiglie non è certo colpa tua.Potresti concludere che non ci sia niente di male nell'aprire una bancherella davanti allo stadio in cui vendi agli ultrà sanpietrini, bottiglie piene di benzina, coltelli da cucina, tubi di ferro.Non è così. Davanti ai giudici, la scusa puerile che la benzina serve per smacchiare non attacca. I giudici e le corti servono apposta per interpretare il ruolo che i diversi attori hanno in un'attivitià illegale.Se guardi la proporzione tra contenuti legali e quelli coperti da copyright su Pirate Bay (nei top 100 non compare un solo contenuto legale), se guardi il nome il noome del sito, la filosia propagandata pubblicamente dei titolari, i loro guadagni a scapito del mancato rispetto del diritto di altri, le scuse puerili non attaccano.
          • MegaJock scrive:
            Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
            - Scritto da: Viper
            Tutte le fabbriche di armi che esistono al mondo
            non sono mai state toccate per tutte le MORTI che
            indirettamente, mettendo a disposizione un
            prodotto, hanno
            provocato.
            Se i sostenitori delle libertà digitali fosse organizzata bene quanto le società di tiratori sarebbe un gran bel passo, ma finché si resta a spippolare sul web non si ottiene niente.
        • firefox88 scrive:
          Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
          - Scritto da: Skywalker
          Perché per te invece essere condannati in
          proXXXXX penale è acqua fritta? Capisco che per
          un italiano, le Condanne siano motivo di vanto,
          soprattutto sei hai rubato a sufficienza da
          pagarti avvocati e corrompere politici fino alla
          prescrizione del reato, avanzando soldi, ma per
          uno svedese la percezione è
          diversa.No allora guarda... Peter Sunde, il neomilionario faccia di bronzo, poteva benissimo restare coerente con i suoi ideali. Come? Chiudendo la baia "causa sentenza" e chiedendo ai suoi utenti un aiuto per rimediare ai debiti che ha fatto per pagare gli avvocati. La comunità lo avrebbe aiutato. Ora invece andrà a vivere alle Cayman anche grazie al supporto che un gruppo ben nutrito di gonzi gli ha dato, pensando di inseguire il "sogno del pirata libero".
          Gli svedesi stessi hanno sentito questo proXXXXX
          come una "ingerenza" di potenze economiche estere
          nella loro vita sociale, tanto che ben il 7% ha
          messo questo al primo posto della sua agenda
          politica.Avrai pure ragione, ma qui io parlavo di Peter Sunde e dell'etica del pirata. Le questioni di principio circa le ingerenze delle potenze economiche nella vita politica di un paese mi interessano, ma mi interessa anche "combattere" l'ipocrisia di chi crede che tutto gli sia dovuto, la quale ipocrisia, a mio avviso, è un male peggiore di qualsiasi "potenza economica".
          Beato quel paese che non ha bisogno di eroi...Qui parliamo di idoli, non di eroi. Peter Sunde è un furbacchione, non è un eroe.
        • MegaJock scrive:
          Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
          - Scritto da: Skywalker
          Gli svedesi stessi hanno sentito questo proXXXXX
          come una "ingerenza" di potenze economiche estere
          nella loro vita sociale, tanto che ben il 7% ha
          messo questo al primo posto della sua agenda
          politica.
          "Ben il 7%"? Guarda piuttosto il 93% al quale invece non importa nulla. Le elezioni europee si sono risolte a favore della parte politica pro-business, dovrebbe dirti qualcosa.
          in molti cominciano
          a chiedersi se sia stato veramente sensato
          entrare in una Unione in cui loro recepiscono
          tutte le Direttive alla lettera e pagano
          contributi per le zone più disagiate e questi
          finiscono in tasca a truffatori italiani perché
          in Italia nessuno
          controlla.Ormai ci sono entrati e uscire non è possibile. E' fatta.
      • etherodox scrive:
        Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
        Firefox88 scrive: L' "etica del pirata", "libero scambio", vogliamo "libertà" di qua e di là... Altroché!I veri paladini della libertà sono i blogger iraniani che rischiano la pelle, non questi cialtroni che si vendono al miglior offerente.Basta falsi idoli!Premesso che i falsi idoli li creano i credenti e che qui siamo in un contesto di libera discussione, si continua a identificare TPB con il P2P, gli sviluppatori affaristi con gli sharers, un fenomeno sufficientemente distruttivo da far perdere il sonno ai manager con la distruzione creatrice di Schumpeter. Il P2P è un fenomeno complicato, applicatevi un po' meglio.
      • berto scrive:
        Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
        Apriti una videoteca e vai su videotecheforum.it, tra inutili cialtroni ti potresti aggiungere anche i tuoi inutili commenti
    • dargesunz scrive:
      Re: eccoli qui i paladini della giustizia...
      - Scritto da: IoNonCiCasc o
      Tanto per la cronaca non sono 5 milioni di
      euro,ma
      7,7....
      Comunque tutto cio' alla faccia di chi li
      difendeva a spada tratta lodandone le "altissime"
      motivazioni....
      Tutto e' un business,anche la vostra idolatrata
      baia....come le major...uguale uguale ma solo
      dall'altra parte della stessa
      medaglia...intanto i Partiti Pirata si sono fatti notare in ambito europeo...
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Finiti
    e basta con buona pace di tutti
  • Network B scrive:
    Articolo
    Ormai i detentori dei diritti devono fare i conti con il p2p..anche se è vero che da un lato aumenta la diffusione di una canzone, dall'altro si perdono molti soldi...preferisco il metodo utilizzato da apple-itunes con la vendita singola a 0,99cent delle traks (anche 1/2 euro se sono uscite da poco). Ultimamente su YouTube appare la scritta "compra questa canzone con itunes" per invogliare il pubblico a questa opzione.[Piccolo consiglio all'autrice: per articoli del genere bisognerebbe adoperare un linguaggio più semplice e scorrevole, sono sempre carine le figure retoriche e le immagini da Lei proposte ma (trattandosi di un articolo su internet da leggere in velocità) un navigatore normale non vorrà mai leggerlo nuovamente e poi una terza volta per la poca scorrevolezza (nulla togliendo all'eleganza della forma).]
    • inquisitore scrive:
      Re: Articolo
      articolo veramente scritto male. questa non è letteratura o poesia, solo cronaca, se volessi la bella forma mi leggerei un buon libro, da PI mi aspetto notizie.
      • SuperFrollo scrive:
        Re: Articolo
        E' un articolo scritto benissimo, e dotato di forma e sintassi scorrevolissime. Fermo restando che un giornalista deve far uso di ogni espediente possibile per farsi capire al meglio, in questo caso specifico, se non riuscite a seguirlo, il limite è vostro. Mai sia che impariate un vocabolo o una locuzione nuova, eh...
    • brikop scrive:
      Re: Articolo
      - Scritto da: Network B
      Ormai i detentori dei diritti devono fare i conti
      con il p2p..anche se è vero che da un lato
      aumenta la diffusione di una canzone, dall'altro
      si perdono molti soldi...preferisco il metodo
      utilizzato da apple-itunes con la vendita singola
      a 0,99cent delle traks ecco il problema.dovrebbero essere MASSIMO 30 cent a pezzo in LOSSLESS
      (anche 1/2 euro se sono
      uscite da poco). Ultimamente su YouTube appare la
      scritta "compra questa canzone con itunes" per
      invogliare il pubblico a questa
      opzione.il problema resta il prezzo.ed è tutto fittizio, perché basta guardare tante altre produzioni che costano 6 euro, 9 euro ... cd e tuttoe il cd di Branduardi venduto in DUE COPIE all'autogrill? uno lo tieni e l'altro lo regali
      [Piccolo consiglio all'autrice: per articoli del
      genere bisognerebbe adoperare un linguaggio più
      semplice e scorrevole, sono sempre carine le
      figure retoriche e le immagini da Lei proposte ma
      (trattandosi di un articolo su internet da
      leggere in velocità) un navigatore normale non
      vorrà mai leggerlo nuovamente e poi una terza
      volta per la poca scorrevolezza (nulla togliendo
      all'eleganza della
      forma).]in generale non sarei d'accordo: scrive sempre molto bene ma... forse questa volta si
  • Eugenio Odorifero scrive:
    Caro Sunde...
    ...Hai fatto quello che hai potuto.Non è da tutti arrivare dove sei arrivato te.
    • firefox88 scrive:
      Re: Caro Sunde...
      Intendi a imbrogliare qualche milionata di utenti?
      • Eugenio Odorifero scrive:
        Re: Caro Sunde...
        - Scritto da: firefox88
        Intendi a imbrogliare qualche milionata di utenti?E' bello rispettare i propri principi fino all'ultimo. Un po' meno bello finire in galera e senza un soldo per questi.
        • firefox88 scrive:
          Re: Caro Sunde...

          E' bello rispettare i propri principi fino
          all'ultimo. Un po' meno bello finire in galera e
          senza un soldo per
          questi.Allora il nostro eroe poteva chiudere la baia e basta, e chiedere aiuto a noi per le spese legali.Ribatti su questo!
          • Sunday scrive:
            Re: Caro Sunde...
            Si fa presto a parlare, e si fa ancora più presto quando si parla degli altri.Tira fuori qualche milione di euro per pagare la multa e continuare la battaglia legale.
          • firefox88 scrive:
            Re: Caro Sunde...
            E' ovvio che mi riferivo agli sforzi di una comunità intera, non ai miei miseri 10 euro, che però sommati a tutti gli altri cambiano le cose...
          • -ToM- scrive:
            Re: Caro Sunde...
            - Scritto da: firefox88
            Allora il nostro eroe poteva chiudere la baia e
            basta, e chiedere aiuto a noi per le spese legali.
            Ribatti su questo!"chiedere aiuto a noi" LOLL'aiuto l'ha chiesto, col merchandising... ti compravi la maglietta e lo supportavi. Smettiamo di trovare le solite "scusette" alla forum di PI, per favore.
    • brikop scrive:
      Re: Caro Sunde...
      - Scritto da: Eugenio Odorifero
      ...Hai fatto quello che hai potuto.

      Non è da tutti arrivare dove sei arrivato te.ah nemmeno arrivare dove è arrivato Hitler
  • Bla bla bla scrive:
    Bla Bla Bla
    Ideologie bla bla blaMajor bla bla blaConflitto di interessi bla bla blaSpeculazione bla bla blaMa a me che me ne fotte?Scarico altrove e basta!Quante menate.Sinceramente ma chissenefrega!Un plauso al grano che hanno fatto vendendo nel picco massimo di notorietà!Non capisco chi fa la morale! Ma che morale c'è?Chi fa una canzone, un film, un libro cerca di far danaro ovvio, gli piazzano il pezzo gratis on line e si XXXXXXX HA RAGIONE!L'arte è un altra cosa.Tutti quelli che scaricano tirano giù Dante, Illiade, Ermanno Olmi, Puccini.........ma fatemi il favore........! Volete l'ultima new entry da semaforo gratis perchè non merita il prezzo.....ma fatemi il favore.........BLA BLA BLA!Volete le canzoni? PAGATE!Volete i film? PAGATE!Tanto quanto il resto!Provate a scaricare una panino con la coppa!FATE I SERI!
    • Oceania scrive:
      Re: Bla Bla Bla
      Non ideologie ma idee : l'idea di un copyright che non schiaccia l'innovazione, l'idea di una remunerazione che non dà da mangiare solo a pochi big a volte anchè morti da tanti anni.Les majors sono un muro contro il progresso.La dematerializzazione (e con questo intendo gli 33 giri, gli cd, gli dvd, gli mp3) a allontanato la musica e la recitazione dai loro luoghi originali : concerti, teatro, cinema : un musicista fa musica non vende plastica, etc.; gli mp3 e altri divx non costano nulla, sono solo una fila di bit, copiabili a l'infinito : se si potesse copiare i panini con la coppa perfettamente, nessuno più morirebbe di fame.Per TPB, essa era la nave ammiraglia, anchè di più, un simbolo. Ce ne saranno altri, sicuro, ma non si puo negare che sia una perdita importante.
    • General Motore scrive:
      Re: Bla Bla Bla
      Si' oh sei forte! Ottimo discorso... se solo fossero gli artisti a guadagnare effettivamente dai dischi venduti.A parte i Metallica che vabbe', poracci... chi le fa le grosse richieste di "risarcimenti"?Vediamo un attimo chi e' che guadagna davvero dall'industria dei cd e dei dvd prima di tutto... poi parliamo anche di furto se vuoi...Dai... io non ti do completamente torto eh, intendiamoci... ma fai il serio anche tu!
      • Bla bla bla scrive:
        Re: Bla Bla Bla
        Artista + internet = tutti contenti.Sei un artista?Vuoi vendere i tuoi dischi?Ti fai il tuo sito ti metti il tuo bel catalogo il tuo bel paypal e vendi.Non fai così e ti metti in mano alle case di distribuzione? (XXXXX tua)-------------------------------Non ideologie ma idee : l'idea di un copyright che non schiaccia l'innovazione, l'idea di una remunerazione che non dà da mangiare solo a pochi big a volte anchè morti da tanti anni.Les majors sono un muro contro il progresso.La dematerializzazione (e con questo intendo gli 33 giri, gli cd, gli dvd, gli mp3) a allontanato la musica e la recitazione dai loro luoghi originali : concerti, teatro, cinema : un musicista fa musica non vende plastica, etc.; gli mp3 e altri divx non costano nulla, sono solo una fila di bit, copiabili a l'infinito : se si potesse copiare i panini con la coppa perfettamente, nessuno più morirebbe di fame.Per TPB, essa era la nave ammiraglia, anchè di più, un simbolo. Ce ne saranno altri, sicuro, ma non si puo negare che sia una perdita importante.Il panino con la coppa copiato sarebbe messo al bando......(salumieri sul piede di guerra)The pirate bay era, è, un sito ILLEGALE che fa cose ILLEGALI e alla fine si è visto pure lo scopo.L'arte non ha prezzo per tutto il resto c'è mastercard, USATELA!Poi vi inXXXXXXX se vi copiano il nick...ma dai dai su su!
        • algaso scrive:
          Re: Bla Bla Bla
          - Scritto da: Bla bla bla
          Artista + internet = tutti contenti.

          Sei un artista?
          Vuoi vendere i tuoi dischi?
          Ti fai il tuo sito ti metti il tuo bel catalogo
          il tuo bel paypal e
          vendi.

          Non fai così e ti metti in mano alle case di
          distribuzione? (XXXXX
          tua)Poi magari ti vengono a dire: "...ma ci sta il piduepi e mi rubano il lavoro lo stesso" ...allora li pigli per un orecchio e gli fai vedere questo:http://www.elioelestorietese.it/fave-club/Ma magari un giorno capiranno, chissà...
    • Skywalker scrive:
      Re: Bla Bla Bla
      - Scritto da: Bla bla bla
      Ideologie bla bla bla
      Major bla bla bla
      Conflitto di interessi bla bla bla
      Speculazione bla bla bla

      Ma a me che me ne fotte?
      Scarico altrove e basta!

      Quante menate.

      Sinceramente ma chissenefrega!

      Un plauso al grano che hanno fatto vendendo nel
      picco massimo di
      notorietà!
      Non capisco chi fa la morale! Ma che morale c'è?
      Chi fa una canzone, un film, un libro cerca di
      far danaro ovvio, gli piazzano il pezzo gratis on
      line e si XXXXXXX HA
      RAGIONE!
      L'arte è un altra cosa.
      Tutti quelli che scaricano tirano giù Dante,
      Illiade, Ermanno Olmi, Puccini.........ma fatemi
      il favore........! Volete l'ultima new entry da
      semaforo gratis perchè non merita il
      prezzo.....ma fatemi il favore.........BLA BLA
      BLA!
      Volete le canzoni? PAGATE!
      Volete i film? PAGATE!
      Tanto quanto il resto!
      Provate a scaricare una panino con la coppa!
      FATE I SERI!Appunto: se domani i replicatori di Star Trek diventano la nuova evoluzione tecnologica ed i panini alla coppa si possono "scaricare" nel senso in cui oggi si "scarica" una informazione, cioè si "duplica", sarebbe la fine della fame nel mondo. Ma secondo il tuo ragionamento invece bisognerebbe introdurre un "diritto d'autore" a chi ha per primo inventato l'accostamento "panino e coppa" e far pagare chiunque scarichi un "panino alla coppa".Oggi soddisfare la "fame intellettuale" ha un costo bassissimo, ma si sono imposti lacci e lacciuoli ovunque facendo diventare "proprietà" anche le "foreste demaniali".Guarda la prima pagina dei giornali di oggi: quante foto e video sono "France Press", "Associated Press" e quanti sono "Cellulare" e/o "Videocamera" di privati cittadini? Eppure in fondo alla home del sito del giornale c'è scritto:"Tutti i diritti riservati". I Diritti di chi?Allora di "morale" vs "legale" c'è molto da dire, della base morale su cui si baserebbe il "Copyright" (che è cosa diversa dai Diritti Morali dell'Autore), su quanto una nuova "opera" sia del "autore" e quanto lo "autore" abbia attinto all'esperienza ed all'arte di chi lo ha preceduto.Ma se il verbo base è "PAGARE", non interessano le basi morali, interessa solo che "PAGARE" sia completato in "PAGARE ME". La "Morale" è "buona" fintanto che io guadagno". Quando non guadagno più allora la morale è sicuramente cattiva. I beg to differ...
      • Bla bla bla scrive:
        Re: Bla Bla Bla
        LA coppa è già DOP (demoniazione di origine protetta)Vai in Germania (neanche troppo lontano) e mangia il PARMISANO o la CHOPPA (si si scritto così da morire dalle risate) e poi mi dici.....Il punto non è l'originale ma LA COPIA (infatti la coppa vera costa ben più cara etc etc).Ribadisco il concetto, non ti sta bene non compri,Non compri scende il prezzo etc etcScende il prezzo tutti contenti.Io vorrei vedere nei PICCI' di tutti gli illustri scaricatori i contenuti che hanno preso dalla rete, fame di cultura?Hai un'idea te la copiano non ti arrabbi? Penso di si.Ma se l'idea è di un altro e poi magari neache troppo bella.ma si dai la scarico.......tanto che vuoi che sia.....Bah?Sono d'accordo che i dischi costino una follia (non li compro) quello che mi piace lo prento a 0.99 su Itunes o simili e son contento.Se domani inventassero un sistema per far fuori gli autovelox tu rispetteresti il limite?La questione non è la legge o chi la fa, la questione è tutelare l'autore. L'autore china il capo alle major, le magior fottono il cosumatore e il consumatore fotte con il p2p o simili.....di questo passo non esiste soluzione.Anzi si.Artista diretto sul web e vanda per conto suo, tutti felici.Ma l'artista........(poi con certe ROBE che ci sono in giro....)
    • HAL 9000 scrive:
      Re: Bla Bla Bla
      - Scritto da: Bla bla bla
      Provate a scaricare una panino con la coppa!Sono in disaccordo su tutto, ma questa è troppo bella, mi sa che me la riciclo, alla faccia del copyright!
      • Bla bla bla scrive:
        Re: Bla Bla Bla
        Siamo in democrazia....MA LA COPPA E' MIA....voglio i diritti d'autore...!
        • HAL 9000 scrive:
          Re: Bla Bla Bla
          - Scritto da: Bla bla bla
          Siamo in democrazia....MA LA COPPA E'
          MIA....voglio i diritti
          d'autore...!Al limite la coppa appartiene al maiale, a cui tu hai indebitamente sottratto i diritti!!! @^
  • firefox88 scrive:
    Eccoli qui
    Gli irriducibili eroi protettori della cosiddetta "libera conoscenza" ridotti a dei comuni parcheggiatori abusivi che si vengono per due lire.
    • Lallo scrive:
      Re: Eccoli qui
      ehm.. 5 milioni di euro...
      • firefox88 scrive:
        Re: Eccoli qui
        È questo il prezzo di un "grande ideale"? (come quello di scaricare in libertà del materiale realizzato da altri ammantando la cosa di una presunta etica che non esiste)
  • daniele.me scrive:
    Ipotesi cospirazionista
    Fatta salva la linea del semplice business (che ci sta tutta, che` nessuno regala niente a nessuno, nemmeno Wikipedia), considerate per un attimo l'ipotesi che il proXXXXX a TPB sia stato orchestrato per gettare ombre sul nascente movimento del Partito Pirata... per screditare il "movimento" a livello internazionale, interrompendo sul nascere l'onda elettorale svedese (che -ricordo- non e` partita quest'anno, ma molto prima), limitando cosi` il formarsi di una coscienza collettiva riguardo dei "diritti digitali".Un po' come successe al movimento NoGlobal, ora percepito esclusivamente come violento, di estrema sinistra e unicamente dedito alla sindrome NIMBY; fine che ha fatto grazie all'efficiente associazione mediatico-politica con Black Bloc e partitini postcomunisti.IMHO la (presunta) vendita e`:- in primis un'ammissione di sconfitta economica da parte di Sunde & soci;- una sconfitta politica del movimento;- un'occasione persa, perche` se solo gli utenti si fossero organizzati dal basso...- una grande occasione per inventarsi nuovi sistemi :)Ahrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!
    • fred scrive:
      Re: Ipotesi cospirazionista
      The Piratebay ha cambiato possessore e ragione sociale nel 2006, non conoscendo le date in cui sono state contestate le imputazioni al proXXXXX non sono quindi in grado di sapere se il proXXXXX sia effettivamente valido (ovvero se il reato fosse stato commesso dal 2007 in poi il destinatario sarebbe sbagliato).La mail con le informazioni e' arrivata ieri in forward, non ha chiarito alcun dettaglio ma ha scritto che non intende rivelare chi possiede e gestisce attualmente la baia.A questo punto anche a noi l'operazione appare confusa e gli e' stato chiesto di chiarire che relazione c'e' fra la notizia pubblica e quello che ha scritto in mail: sara' per il fuso orario del Brasile ma non ha ancora risposto.
    • Utente non registrato scrive:
      Re: Ipotesi cospirazionista
      The Pirate Bay non è legata al Pirat Partiet, fino a prova contraria.
  • bubba scrive:
    subito tutti a criticare
    leggere le varie interviste, post, twittaggi aiuta forse meglio a comprendere qualcosa che ancora brokep non puo dire apertamente C'E' ( almeno finche' i $$ non sono entrati realmente in cassa e societa terza/sw/antani sono pronti)certo cmq che la gente (una bella fetta almeno) e' subito pronta a mollare la nave appena sembra di sentire odore di affondo... un po di fiducia a chi si e' fatto gli straXXXXXXXX per 6 anni e che dice che non lasciera' perdere la partita (anche se e' un po sfatto e deve tirare un po fiato) ma anzi vuole mischiare ancora le carte, forse è il caso di dargliela.. no?
    • Armisael Garrick scrive:
      Re: subito tutti a criticare
      Solo fiducia? Io penso che bisognerebbe dargli l'onore delle Armi per i suoi sforzi.
    • smuzzz scrive:
      Re: subito tutti a criticare
      - Scritto da: bubba
      leggere le varie interviste, post, twittaggi
      aiuta forse meglio a comprendere qualcosa che
      ancora brokep non puo dire apertamente C'E' (
      almeno finche' i $$ non sono entrati realmente in
      cassa e societa terza/sw/antani sono
      pronti)

      certo cmq che la gente (una bella fetta almeno)
      e' subito pronta a mollare la nave appena sembra
      di sentire odore di affondo... un po di fiducia a
      chi si e' fatto gli straXXXXXXXX per 6 anni e che
      dice che non lasciera' perdere la partita (anche
      se e' un po sfatto e deve tirare un po fiato) ma
      anzi vuole mischiare ancora le carte, forse è il
      caso di dargliela..
      no?quoto
      • etherodox scrive:
        Re: subito tutti a criticare
        e io invece non quoto. Non credo che la gente molli appena sente odore di affondamento e nemmeno che tpb abbia diritto all'onore delle armi (eventualmente, la medaglia si concede a chi cade, non a chi si arrende).Ma soprattutto non ho mai creduto alla battaglia di TPB, un business retorico sapientemente costruito. Tutti quelli che hanno creduto nella lotta di Sunde, potranno lasciare l'ex BrokeP a rosolarsi al sole brasiliano e trasferirsi tranquillamente su isoHunt.
    • nemo scrive:
      Re: subito tutti a criticare
      Dimentichi un particolare però.La comunità che sta dietro a the piratebay è ciò che l'ha resa grande.Non si può trascurare questo dato fondamentale.E tale comunità non è fatta solo di bambiminkia che scaricano la suoneria per il cellulare, il winzozz crakkato e cosi via.E' fatta di persone che sono in rete da sempre, che hanno sempre pensato che il libero scambio senza lucro fosse la prima libertà fondamentale del cybernauta.Son quelli che hanno dato banda e che hanno reso il sistema di condivisione che fa capo al tracker della baia uno dei più potenti oggi in circolazione.Brokep era uno di questi: parlava lo stesso linguaggio, condivideva gli stessi valori. E ha venduto a chi rappresenta o fa parte del sistema che ha sempre combattuto.Questo non si può ignorare. Ed è giusto che molti abbandonino la nave. E Brokep, da persona intelligente qual'è, ha capito benissimo la questione.Cosi' come ha capito che la Baia ha perso e che la condanna si fa + vicina. La scelta era obbligata.
  • Armisael Garrick scrive:
    Personalmente ho notato una cosa
    Da quanto ho letto, se il sistema di compensazione diretta viene implementato, si traduce in una cosa: a) le Major riprendono a fare soldi. - niente più piagnistei per "mancati guadagni"b) Se il sistema è tramite ads (e questi ads varranno veramente tanto, visto il volume di traffico che ha TBP) non ci dovrebbe essere nessun pagamento dei soldi dell'utente, si pagherebbe solo il "tempo", per visionare degli ad, fastidioso, ok. (questa è la parte che conosco meno, chiedo venia per eventuali sbagli)c) gli artisti NON AFFLILIATI, magari emergenti, senza agganci, magari non troppo redditizzi per gli studi dei big. Essi possono mettere i loro lavori sulla nuova TPB. Vengono ricompensati DIRETTAMENTE. Niente intermediari. Niente modifiche richieste da questi ultimi. (Voglio fare lo scrittore e probabilmente non avete idea di quanto un'opera di uno scrittore non famoso può essere soggetta a taglia&cuci da parte delle case editrici in cambio della pubblicazione) Io autore posso pubblicare un lavoro inadulterato, avere feedback instantaneo ecc. Fossi programmatore potrei magari pubblicare qualche gioco ben fatto che nessuno oserebbe pubblicare, come le avventure grafiche. Su questo versante le centinaia di programmatori/texture artists/modelers/whatever nostrani, che devono andare all'estero perchè qui in italia non ti finanziano manco morti posso provare a pubblicare giochi a livello indipendente e venire ricompensati direttamente senza passare per un intermediario. è ovvio, non vedremo la caduta dei baronati, non adesso. Però se questo modello, che IMHO ha buone possibilità di sucXXXXX, si pone in diretta competizione con le Major, esse verranno ridimensionate, poichè gli artisti che vorrebbero entrare ma sarebbero ora tagliati fuori, con un po' di fortuna e tanti sforzi promozionali ( e con internet e mezzi come i social network, facebook ecc. le possibilità sono tante) sono infinitamente di più dei baroni che vediamo/sentiamo.Non riesco a vedere tutto questo in maniera così nera. Il Dio Denaro è onnipotente, ma le sue fortune girano sempre a chi riesce a farlo girare di più tra tanto soggetti, che spesso è volentieri non corrisponde a chi ne ha di più in assoluto.
    • blackMonk scrive:
      Re: Personalmente ho notato una cosa
      grazie.
    • etherodox scrive:
      Re: Personalmente ho notato una cosa
      Condivido le ipotesi sul nuovo business. Credo siamo di fronte ai primi frutti della rivoluzione P2P: i contenuti sono gratis, gli artisti si remunerano senza intermediari, il business paga se stesso attraverso il business. Resta da vedere: 1) se la rivoluzione è davvero riassorbita dal mercato. In fondo TPB era già un tracker commerciale, sta solo cambiando "identità di marca" (e giustamente, riposizionando il marchio), mentre sono ancora là i nostri P2P free, autofinanziati, completamente decentralizzati. 2) se i lauti guadagni dei produttori di contenuti saranno confermati da questo modello (vedi commento di Mazza) o no. Nel caso non lo fossero, avremmo visto in diretta un'altra "distruzione creatrice" del capitalismo di mercato: via Hollywood, avanti il prossimo (i peers?).
      • Armisael Garrick scrive:
        Re: Personalmente ho notato una cosa
        L'idea della distruzione creatrice è in effetti lo scenario che penso sia più probabile.
      • MeX scrive:
        Re: Personalmente ho notato una cosa
        "il business paga se stesso attraverso il business. "penso violi i principi della termodinamica :P
        • fiertel91 scrive:
          Re: Personalmente ho notato una cosa
          - Scritto da: MeX
          "il business paga se stesso attraverso il
          business.
          "

          penso violi i principi della termodinamica :PQuoto! (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
        • etherodox scrive:
          Re: Personalmente ho notato una cosa
          MeX osserva che l'ipotesi che "il business paghi se stesso attraverso il business", viola i principi della termodinamica.Direi che non li viola se pensi al loop di sistema: business dei contenuti - P2P - pubblicità - business dei contenuti.
          • MeX scrive:
            Re: Personalmente ho notato una cosa
            - Scritto da: etherodox
            MeX osserva che l'ipotesi che "il business paghi
            se stesso attraverso il business", viola i
            principi della
            termodinamica.

            Direi che non li viola se pensi al loop di
            sistema: business dei contenuti - P2P -
            pubblicità - business dei
            contenuti.business dei contenuti - P2P - pubblicitá - consumatori che comparano prodotti scucendo soldicosí al massimo funziona :) qualcuno che caccia li sordi prima o poi deve comparire :)
          • etherodox scrive:
            Re: Personalmente ho notato una cosa
            MeX scrive:business dei contenuti - P2P - pubblicitá - consumatori che comparano prodotti scucendo soldicosí al massimo funziona qualcuno che caccia li sordi prima o poi deve comparire.Il tuo rovesciamento è bellissimo: vuol dire che al diffondersi del P2P il sistema finirà per collassare. Chi l'avrebbe detto che nel postmoderno la rivoluzione l'avrebbero fatta i ragazzini? ;-)
          • MegaJock scrive:
            Re: Personalmente ho notato una cosa
            - Scritto da: etherodox
            Chi l'avrebbe detto che nel
            postmoderno la rivoluzione l'avrebbero fatta i
            ragazzini?
            ;-)Nessuno. E infatti non succederà.
          • etherodox scrive:
            Re: Personalmente ho notato una cosa
            Scritto da: etherodox
            Chi l'avrebbe detto che nel
            postmoderno la rivoluzione l'avrebbero fatta i
            ragazzini?Nessuno. E infatti non succederà.MegaJock non stai attento ...
    • fiertel91 scrive:
      Re: Personalmente ho notato una cosa
      Ma se le Mayor avranno i diritti su quel che spaccia ThePirateBay e vengono correttamente remunerate attraverso gli ads, allora per i contenuti crackati, per gli LD dei film appena usciti, per i videogiochi in anteprima, per gli antivirus con patch per aggirare gli abbonamenti, la Nuova Baia come si comporterà?
  • jobb scrive:
    voltagabbana pure gli user
    comunque anche se non li amo e si sono venduti mi fan piu' schifo la gente che ha scaricato gratis per secoli da loro e ora li insultano...io almeno li ho sempr trattati male e basta- Come al solito volete tutto gratis e poi quando qualcuno cambia idea vi incavolate...e quello che vi han dato prima..conta nulla ....riconoscenza zero come nella vita reale...pare sia rimasta solo gentaccia sul web....era meglio 5 anni fa...ma questo lo si sapeva gia'...dai il web alle masse e si massifica in basso.
    • Dti Revenge scrive:
      Re: voltagabbana pure gli user
      Is it possible that they are planning to use this money to pay their debts and create a better site?
      • Serosch scrive:
        Re: voltagabbana pure gli user
        Direi di no. Se avessero chiesto delle donazioni per pagare le spese del proXXXXX e le multe, ne sono certo, avrebbero raccolto cosi' tanti soldi da lasciare anche la mancia a qualcuno.
      • mr. thermo Dyn scrive:
        Re: voltagabbana pure gli user
        - Scritto da: Dti Revenge
        Is it possible that they are planning to use this
        money to pay their debts and create a better
        site?please, ask mr. Boltzmann! :=)
    • Serosch scrive:
      Re: voltagabbana pure gli user
      Loro si erano ammantati di un ideale, quello della libera condivisione.La differenza e' sottile. E' cio' che distingue il delinquente che vendere cd copiati o due amici che si scambiano i giochi.Si fingevano "amici" ed invece erano meri "spacciatori".Ecco perche' dell'odio che si genera.Hanno tradito l'ideale, tutto qua.
    • Marzio il bastardo scrive:
      Re: voltagabbana pure gli user
      Ma cosa dici? Che ne sai? Magari hanno fatto tutto questo solo per pompare il loro sito su alexa, per poi venderlo... a a fior di soldoni!Anche le case chiuse a luci rosse offrono "materiale" interessante, cio non toglie che sia illegale, nonostante la loro ideologia ipocrita nella quale ci sono cascati milioni di utenti che non hanno fatto altro che pompare le ststs su alexa e siti simili. I contenuti erano un capro espiatorio, lo specchietto per le allodole.Passo e chiudo.
    • blackMonk scrive:
      Re: voltagabbana pure gli user
      Ha parlato l'aristocrazia."masse"...il gotha del sangue blu, ha parlato.
    • MegaJock scrive:
      Re: voltagabbana pure gli user
      - Scritto da: jobb
      era meglio 5 anni fa...ma
      questo lo si sapeva gia'...dai il web alle masse
      e si massifica in
      basso.Ecco un altro che disprezza tanto la massa facendone parte.5 anni? Bimbo, io struso con il web dal 91, e prima di allora c'erano usenet e gopher: i fucktards ci sono sempre stati.Scendi dal tuo piedestallo di plastilina.
    • JackBahuer scrive:
      Re: voltagabbana pure gli user
      - Scritto da: jobb
      comunque anche se non li amo e si sono venduti mi
      fan piu' schifo la gente che ha scaricato gratis
      per secoli da loro e ora li insultano...io almeno
      li ho sempr trattati male e basta- Come al solito
      volete tutto gratis e poi quando qualcuno cambia
      idea vi incavolate...e quello che vi han dato
      prima..conta nulla ....riconoscenza zero come
      nella vita reale...pare sia rimasta solo
      gentaccia sul web....era meglio 5 anni fa...ma
      questo lo si sapeva gia'...dai il web alle masse
      e si massifica in
      basso.Concordo in pieno. 10 anni fà ma anche sino al 2004 si stava benissimo sul web......adesso lasciamo stare..
      • etherodox scrive:
        Re: voltagabbana pure gli user
        Francamente, che "l'azione antifascista" cadesse in questi deliri aristocratici non me lo sarei aspettato.
        • JackBahuer scrive:
          Re: voltagabbana pure gli user
          questioni di punti di vista-Colpa dello strapotere delle Majoir? ma scusate cos'ha fatto Pirate Bay? si è venduta , capisci?
          • etherodox scrive:
            Re: voltagabbana pure gli user
            mi riferivo all'espressione "gentaccia sul web". Direi che sul web ora c'è tanta gente, meno raffinata di un tempo, ma c'è e guarda meno la tv. Il fatto che il commercio voglia metterci sopra le mani è un altro discorso.
  • jobb scrive:
    l avevo detto dall inizio che erano ball
    io l avevo detto 2 anni fa che erano solo balle e pensavano a fare dindi come gli altri...dimostrazione avvenuta. Ad alti livelli tutti pensano ai soldini prima o poi...chi non l ha capito uno non conosce il web e due e' un povero illuso.
    • a n o n i m o scrive:
      Re: l avevo detto dall inizio che erano ball
      - Scritto da: jobb
      io l avevo detto 2 anni fa che erano solo balle e
      pensavano a fare dindi come gli
      altri...dimostrazione avvenuta. link or didn't happen 8)
      • Aquillez scrive:
        Re: l avevo detto dall inizio che erano ball
        anonimo, eiuto! sono rimasto sloggato! Emmò?:'(
        • a n o n i m o scrive:
          Re: l avevo detto dall inizio che erano ball
          - Scritto da: Aquillez
          anonimo, eiuto! sono rimasto sloggato! Emmò?:'(ostia, io son rimasto loggato invece :ce l'hai qualche biscotto? (newbie)
          • Aquillez scrive:
            Re: l avevo detto dall inizio che erano ball
            no!:'(Avevo messo il post nel forum PI proprio perché non rimanevo loggato dal lavoro.:'(
          • a n o n i m o scrive:
            Re: l avevo detto dall inizio che erano ball
            - Scritto da: Aquillez
            no!:'(
            Avevo messo il post nel forum PI proprio perché
            non rimanevo loggato dal
            lavoro.:'(mmmm, io ne ho solo un paio a parte il mio, quello di schiavoni e di rin :te ne passo uno:vai sul pastebin del fdt che te ne ho postato uno, è encodato un po' tanto per non dare spettacolo in pubblico p)
    • etherodox scrive:
      Re: l avevo detto dall inizio che erano ball
      Jobb profetizzava: io l avevo detto 2 anni fa che erano solo balle e pensavano a fare dindi come gli altri...dimostrazione avvenuta. Ad alti livelli tutti pensano ai soldini prima o poi...chi non l ha capito uno non conosce il web e due e' un povero illuso.Non sempre i "realisti" sono più consapevoli o informati, spesso sono solo fessi (senza coscienza di esserlo). A mio avviso è di questi che si può dire "non avete mai capito il web".
  • MArco scrive:
    Morto un papa se ne fa un altro
    come da oggetto
  • Nome e cognome scrive:
    fine ingloriosa
    ...ma prevedibile. Non poteva durare, e in questi casi si rimedia solo una gran figura di m.rda.Interessante come il business possa pensare di utilizzare quel dominio per trarne lucro. Solo che non è il nome a dominio a renderlo famoso, è la gente che ci va e che sta già levando le tende.Soldi buttati, ma contenti (e convinti) loro...The end.
    • hurticants scrive:
      Re: fine ingloriosa
      Gli eroi e gli onesti esistono, solo che sono quelli che costano di più. Loro sono costati 9 milioni. Che figuraccia... tanto valeva non farsi processare...
    • firefox88 scrive:
      Re: fine ingloriosa

      Interessante come il business
      possa pensare di utilizzare quel
      dominio per trarne lucro.Tu guarda questo forum. C'è una tale quantità di "persone influenzabili" che credono in falsi idoli da riempire quattro baie dei pirati. Peter Sunde è un mito. O no?
  • Dti Revenge scrive:
    shame
    To all the people here who diss TPB guys now - FUCK YOU, YOU MENTALLY CHALLENGED HYPOCRITES!These guys have been through impressive amounts of shit lately, they went through a fucking court and stood with their heads up. Just fucking think about it... how many of you would keep your cool in the face of a potential multi-million charge? Most of you probably would chicken out after receiving a couple of legal-threat letters, not to mention receiving a court order. Dickheads!I, personally, don't see this action of theirs as chickening out, nor giving up... they lost, fair and square, but they did put up a fight... unlike most of US... who are only capable of speculating about our fucking freedom of speech, free internets and the menicing copyright laws while comfortably sitting at our PC's, in the safety of our homes.As for the site being sold, so be it - though as one of the top 100 most visited sites on the internet, they could have sold it for 10x the amount they did... so yeah, that was fairly stup... *cough* unthoughtful from their side.But most importantly, I do not understand what's the big fuss about... this is just another torrent tracker and that's it. The people, the community is not gone, we are not gone and it is merely a matter of time when another of the gazillion of other torrent trackers will rise above others and fill the vacuum the TPB will create after it's eventual demise.So thank you Peter, Fredrik, Gottfrid (and Carl) for all your dedication, TPB won't be forgotten.After that has been said, I am deleting all my torrents right about... NOW. Oh, and thanks for the account deletion option, I will make a good use of it later on.Cheers!
    • Shisha scrive:
      Re: shame
      Is it possible that they are planning to use this money to pay their debts and create a better site?
      • Nome e cognome scrive:
        Re: shame
        No.E scrivete in italiano. Questo non è il blog della baia dei voltagabbana.Grazie.
      • qualcuno scrive:
        Re: shame
        - Scritto da: Shisha
        Is it possible that they are planning to use this
        money to pay their debts and create a better
        site?I think yes!
    • bubba scrive:
      Re: shame
      - Scritto da: Dti Revenge
      To all the people here who diss TPB guys now -
      FUCK YOU, YOU MENTALLY CHALLENGED
      HYPOCRITES!(..)To clarify a bit..TPB has been owned by a company for the last years since the raid so nothing there will really change except the names of the owners. The talk about TPB are going to be a pay site is wrong, the CEO that said that does not know what he is talking about.Now, the BIG change is that the tracker is going to be outsourced to a new formed company that wont know what they track, just that they connect peers, and the torrent listings will be handed by an other new company that will have torrents but they will not know either content or who is using the torrents. This setup will be practically impossible to take down or find anyone liable to sue.The 3d party company services will have APIs, so you can on your blog or whatever have your own small torrent listings just as you now pull in twitter feeds. remember how the twitter design totally havoced the iranian attempts to block it as ppl just used another side that pulled in the feeds and read it there instead? well that goes for torrents and TPB to.All in all, this is not the end of the world as some are seeing it but a rather interesting technical improvement.And dont worry, not a dime will go to the media industries spectrial prize money what i know of but a really nice fund for doing cool stuff./krs - co.founder of TPB and PB, not involved in TPB anymore and have no stake in any cash
      • fred scrive:
        Re: shame
        La proprieta' e' cambiata nel 2006, lo ho confermato ieri Sunde per mail, in effetti il sequestro delle macchine presso il loro provider e' avvenuto a meta' di quell'anno.Dato che in quel sequestro sono stai messi offline anche molte pagine web di altri clienti, non e da escludere che il loro provider abbia chiesto loro di cercare una soluzione alternativa, e qui sia stata presa questa decisione.La delocalizzazione dei server e il loro non controllo era gia' stato annunciato numerose volte se ricordate ma nessuno me compreso li aveva presi sul serio, adesso scopriremo cosa c'e' di vero.
    • markoer scrive:
      Re: shame
      It looks like they have enjoyed a lot their "amount of shit" since they have experienced it on TV, and mostly watched it from the Far East or Brazil.I would really like to go through that "amount of shit" and end up with a million dollar in a Swiss bank and living on the Copacabana's beach...Cheers
  • Serosch scrive:
    Venduti
    Prima si proclamavano difensori delle liberta' di condivisione e d'espressione.Hanno usato questo potere per fini politici e pubblicitari.Poi alla prima offertona vendono tutto e si comprano l'isoletta tropicale.Yarrrr! Non c'e' peggior pirata di un pirata traditore!Speriamo in poca corda e caduta secca! YARRRR!!!
    • Smurf scrive:
      Re: Venduti
      Io l'ho sempre sostenuto che per loro era semplicemente una fonte di denaro... e questo lo conferma.
      • Serosch scrive:
        Re: Venduti
        Gia'.Se fosse stato un problema di multe e spese legali con una raccolta fondi planetaria [perche' la baia la conoscono tutti] avrebbero raccolto qualunque cifra e forse anche qualcosa di piu'.Invece l'idealismo era solo vaselina. E noi ci siamo trovati nudi a 90° prima di accorgerci che qualcosa non andava per il verso giusto...
        • Josafat scrive:
          Re: Venduti
          E chiedigli i danni allora!adesso scopriamo che chi usava pirate bay è una vittima... ma per favore... tu glieli hai mandati i soldi per sostenere la loro causa che li hai condannati al CARCERE?
          • Serosch scrive:
            Re: Venduti
            Dato che le parole non fanno breccia, vediamo se un video puo', senza equivoci, far capire il mio punto di vista su certi reply.[yt]oz9xri7_JUU[yt]Saluti.
    • wow scrive:
      Re: Venduti
      - Scritto da: Serosch
      Prima si proclamavano difensori delle liberta' di
      condivisione e
      d'espressione.
      Hanno usato questo potere per fini politici e
      pubblicitari.
      Poi alla prima offertona vendono tutto e si
      comprano l'isoletta
      tropicale.

      Yarrrr! Non c'e' peggior pirata di un pirata
      traditore!

      Speriamo in poca corda e caduta secca! YARRRR!!!Se sapessi cosa è un pirata non ti metteresti ad usare la parola traditore nella stessa frase visto ke è quasi un sinonimo lolma gergo a parte... non ho capito che ti frega... loro hanno creato il sito,loro hanno messo la faccia fino ad ora,loro hanno ricevuto la condanna... tu non hai fatto nulla e se lo hai fatto hai fatto male...
  • Press play on tape scrive:
    Illusi
    Poveri illusi... per un pirate bay che se ne va ne nascono altri 10, 100, 1000.Quel sito era più che altro una bandiera, un simbolo, un vessillo di un esercito che ha migliaia, milioni di battaglioni, miliardi di soldati.Cari signorotti del l'industria dei contenuti, caro Enzo Mazza, voi verrete spazzati via come fuscelli al vento, state lucidando l'argenteria sul Titanic...Il mondo e noi utenti intanto avanziamo nonostante la vostra sorda ignoranza, nonostante la vostra falsa morale, così come abbiamo sempre fatto senza mai variare la rotta.Con questi futili strumenti e tentativi voi non cambierete di certo la storia, state cercando di svuotare un oceano con un contagocce... poveri illusi... auguri.
    • ilmio scrive:
      Re: Illusi
      concordo sono 13 anni che uso il p2p e non mai nemmeno visitato una volta The Pirate Baydi alternative ce ne sono tante, fin troppe
    • Pol scrive:
      Re: Illusi
      - Scritto da: Press play on tape
      Poveri illusi... per un pirate bay che se ne va
      ne nascono altri 10, 100,
      1000.

      Quel sito era più che altro una bandiera, un
      simbolo, un vessillo di un esercito che ha
      migliaia, milioni di battaglioni, miliardi di
      soldati.Condivido.
    • Get Real scrive:
      Re: Illusi
      - Scritto da: Press play on tape
      Poveri illusi... per un pirate bay che se ne va
      ne nascono altri 10, 100,
      1000.
      Sicuro? Non ho visto migliaia di siti apparire dopo la fine di torrentspy.
      Quel sito era più che altro una bandiera, un
      simbolo, un vessillo di un esercito che ha
      migliaia, milioni di battaglioni, miliardi di
      soldati.
      Infatti quando la bandiera viene conquistata dal nemico, l'esercito ha perso.
      Cari signorotti del l'industria dei contenuti,
      caro Enzo Mazza, voi verrete spazzati via come
      fuscelli al vento, state lucidando l'argenteria
      sul
      Titanic...Guarda meglio: l'industria dei contenuti sta vincendo. Sono tanto potenti da cambiare le leggi del tuo paese senza che tu possa farci nulla. Internet sta per essere totalmente sovvertita.
      • petrestov scrive:
        Re: Illusi
        - Scritto da: Get Real

        Cari signorotti del l'industria dei contenuti,

        caro Enzo Mazza, voi verrete spazzati via come

        fuscelli al vento, state lucidando l'argenteria

        sul

        Titanic...

        Guarda meglio: l'industria dei contenuti sta
        vincendo. Sono tanto potenti da cambiare le leggi
        del tuo paese senza che tu possa farci nulla.
        Internet sta per essere totalmente
        sovvertita.più che altro questo suo (dell'autore del thread) pistolotto pseudo cheguevarista del p2p non tiene conto di un fattore fondamentale: auspica la totale estinzione dell'industria dei contenuti ignorando che senza di essa il traffico p2p perderebbe i suoi files. o vogliamo scaricare Ubuntu, un libricino in CC e la musica di Vivaldi con un client torrent??un mondo senza industria cinematografica-musicale-editoriale è un mondo senza pirateria. è come se una zecca sognasse la totale scomparsa di tutti i cani. roba da matti.
        • ... scrive:
          Re: Illusi
          non è che prima dell'industria la gente non cantasse :)e dopo la fine dell'industria (della musica per dirne una) ci creeranno nuovi circuiti che collegheranno artisti e ascoltatori.quindi direi che le zecche sognano l'estinzione di cani grassigrossi brutti e puzzolenti per molti più cagni dalle teneri carni ;)
          • petrestov scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: ...
            non è che prima dell'industria la gente non
            cantasse
            :)la stai sparando grossa. in realtà se non ci fossero state le case discografiche, oggi probabilmente non avremmo avuto Elvis, i Beatles, i Rolling Stones, i Beach Boys, i Bee Gees, gli artisti della Motown e forse nemmeno tutte le band che si rifanno a quei filoni musicali. Se non ci fosse stata l'editoria, oggi probabilmente non avremmo mai letto "lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta", "i versetti satanici", "la triologia del "Signore degli Anelli", "Harry Potter"; e se non ci fossero state le major cinematografiche niente "Matrix" (tutta la saga), "Star Wars", "trainspotting", "Via col vento", o "Ladri di biciclette".
          • Paracelso scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: petrestov
            la stai sparando grossa. in realtà se non ci
            fossero state le case discografiche, oggi
            probabilmente non avremmo avuto Elvis, i Beatles,
            i Rolling Stones, i Beach Boys, i Bee Gees, gli
            artisti della Motown e forse nemmeno tutte le
            band che si rifanno a quei filoni musicali. Se
            non ci fosse stata l'editoria, oggi probabilmente
            non avremmo mai letto "lo zen e l'arte della
            manutenzione della motocicletta", "i versetti
            satanici", "la triologia del "Signore degli
            Anelli", "Harry Potter"; e se non ci fossero
            state le major cinematografiche niente "Matrix"
            (tutta la saga), "Star Wars", "trainspotting",
            "Via col vento", o "Ladri di
            biciclette".Però quando l'industria non c'era, avevamo Palestrina, Bach e Mozart; senza editoria avevamo Dante, Shakespeare, Zola, Goethe e Baudelaire.:-D(per evitare flame: non sto dicendo che dobbiamo tornare al 1600. Faccio solo notare che il ragionamento non sta molto in piedi).
          • MegaJock scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: Paracelso
            Però quando l'industria non c'era, avevamo
            Palestrina, Bach e Mozart; senza editoria avevamo
            Dante, Shakespeare, Zola, Goethe e
            Baudelaire.
            Ai tempi c'erano i mecenati che potevano permettersi di mantenere gli artisti. Studia.
          • Paracelso scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: Paracelso
            Ai tempi c'erano i mecenati che potevano
            permettersi di mantenere gli artisti.
            Studia.Nomaveramente? Per fortuna che me l'hai detto.
          • MegaJock scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: Paracelso
            - Scritto da: MegaJock

            - Scritto da: Paracelso


            Ai tempi c'erano i mecenati che potevano

            permettersi di mantenere gli artisti.

            Studia.

            Nomaveramente? Per fortuna che me l'hai detto.Allora non sei ignorante ma semplicemente stupido. Al giorno d'oggi un sistema del genere non è proponibile. Se si dice che il mercato deve adattarsi sono il primo ad essere d'accordo, Frank Zappa parlava di musica "scaricabile" già negli anni '80 ed eliminare un middleman di troppo farebbe solo bene. Ma credere che i contenuti autoprodotti possano arrivare al livello delle produzioni commerciali è ingenuo per non dire ridicolo.
          • Paracelso scrive:
            Re: Illusi
            Riformulo per non sembrare offensivo: il magnate pagava tizio per scrivergli la musica, o per fargli il dipinto o la statua.Il Papa e Michelangelo si sono messi d'accordo, uno dipingeva la sistina, l'altro gli smollava i soldi per il lavoro.Bach scriveva musica a manetta e si faceva pagare per quello che componeva. Lui scriveva la messa, l'altro pagava.Libero mercato. Fornitura di una prestazione in cambio di denaro. L'industria del copyright invece cosa fa? Viene da te e ti dice: io ti pago tot, tu mi vendi il diritto di fare copie della tua opera. Dopodiché l'industria fa soldi vendendo copie della tua opera.
          • petrestov scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: Paracelso
            Il Papa e Michelangelo si sono messi d'accordo,
            uno dipingeva la sistina, l'altro gli smollava i
            soldi per il
            lavoro.

            Bach scriveva musica a manetta e si faceva pagare
            per quello che componeva. Lui scriveva la messa,
            l'altro
            pagava.

            Libero mercato. Fornitura di una prestazione in
            cambio di denaro.ma il contenuto chi lo decideva? l'artista o il committente dell'opera? e poi chi ne diventava il legittimo proprietario e uno dei pochi fruitori?
          • Paracelso scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Paracelso
            ma il contenuto chi lo decideva?La Bibbia o il Messale, di solito.
            e poi chi ne diventava il
            legittimo proprietario e uno dei pochi
            fruitori?Chi pagava per averla, ovviamente.
          • MegaJock scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: Paracelso
            Libero mercato. Fornitura di una prestazione in
            cambio di denaro.
            Immagino tu possa pagare di tasca tua per farti fare il film da "The Hobbit". ^_^
          • petrestov scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: Paracelso
            Però quando l'industria non c'era, avevamo
            Palestrina, Bach e Mozart; senza editoria avevamo
            Dante, Shakespeare, Zola, Goethe e
            Baudelaire.da Wikipedia: I fiori del male (Les fleurs du Mal) è il titolo di una raccolta poetica di Charles Baudelaire (1821-1867). Fu pubblicata nella primavera del 1857 in una tiratura di 1320 esemplari e comprendeva cento poesie divise in cinque sezioni: "Spleen et ideal", "Les fleurs du mal", "La revolte", "Le vin" e "La mort".L'opera venne immediatamente censurata perché la forma poetica e i temi trattati fecero scandalo, così come il primo titolo dell'opera "Les lesbiennes" (Le lesbiche). Nel 1861 uscì in 1530 esemplari la versione aggiornata dell'opera dove Baudelaire rimosse le sei liriche accusate e le sostituì con altre 35 dividendo l'opera diversamente e aggiungendo la sezione "Tableaux Parisiens". Sei sicuro che l'editoria (forse non a livelli industriali di tipo tayloristici) non ci fosse ai tempi di Baudelaire??aggiungo alla mia lista anche Baudelaire:[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/a/ad/Fleurs_du_mal.jpg[/img] La prima edizione de I fiori del male con le note dell'autore P.S. in realtà l'industria dei contenuti ha avuto un ruolo non di poco conto negli ultimi secoli.
          • MegaJock scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: petrestov
            così come il primo titolo dell'opera "Les
            lesbiennes"
            Sei sicuro che l'editoria (forse non a livelli
            industriali di tipo tayloristici) non ci fosse ai
            tempi di
            Baudelaire??
            Certamente l'editoria c'era, la ricerca di mercato un po' meno! ;)
          • Paracelso scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: petrestov
            Sei sicuro che l'editoria (forse non a livelli
            industriali di tipo tayloristici) non ci fosse ai
            tempi di
            Baudelaire??No chiaro, Baudelaire non stava nella lista. Poi l'industria editoriale esiste dai tempi di Manuzio
            P.S. in realtà l'industria dei contenuti ha avuto
            un ruolo non di poco conto negli ultimi
            secoli.E chi lo nega?
        • Sember scrive:
          Re: Illusi
          Guarda che non è vero che stanno in crisi, calcola che gli incassi del cinema sono in continua crescita chi ci rimette se mai è chi affitta film, ma è normale bisogna pure evolversi, quando sono usciti i frigoriferi si sono dovuti reinventare i venditori di ghiaccio.Alcune si stanno già trasformando, mettendo video in streaming a pagamento e abbassando prezzi o almeno hanno chiesto alle case produttrici di abbassare i prezzi.
      • fiertel91 scrive:
        Re: Illusi
        - Scritto da: Get Real
        - Scritto da: Press play on tape

        Poveri illusi... per un pirate bay che se ne va

        ne nascono altri 10, 100,

        1000.



        Sicuro? Non ho visto migliaia di siti apparire
        dopo la fine di
        torrentspy.Io invece ne vedo nascere in continuazione. Tanti di loro ancora poco si conoscono, altri molto più popolare invece sì. Io non ho mai usato ThePirateBay, a parte un paio di volte, e ti garantisco che di alterantive ne sono sempre esistite (e continuo a non capire perché tutti si ostinino ad andare proprio su ThePirateBay).


        Quel sito era più che altro una bandiera, un

        simbolo, un vessillo di un esercito che ha

        migliaia, milioni di battaglioni, miliardi di

        soldati.



        Infatti quando la bandiera viene conquistata dal
        nemico, l'esercito ha
        perso.Vedremo se l'esercito nemico ha sconfitto l'esercito o si è accaparrato, dopo mille beghe, soltanto il portabandiera... Perché l'esercito dietro di lui mi sembra ancora più florido, e sempre di più.

        Cari signorotti del l'industria dei contenuti,

        caro Enzo Mazza, voi verrete spazzati via come

        fuscelli al vento, state lucidando l'argenteria

        sul

        Titanic...

        Guarda meglio: l'industria dei contenuti sta
        vincendo. Sono tanto potenti da cambiare le leggi
        del tuo paese senza che tu possa farci nulla.
        Internet sta per essere totalmente
        sovvertita.Iiiih! Lì i legislatori sono sempre a blaterare. Di fatto non riescono nemmeno a compensare lo sviluppo della pirateria, figurati essere in vantaggio.
    • firefox88 scrive:
      Re: Illusi
      La falsa morale è quella di chi ammanta l'atto di "scaricare" di una qualche etica tra l'anarchico e il romantico che in realtà non ha motivo di essere.Scaricare *non* è come rubare, OK. Ma è come parcheggiare in doppia fila, ovvero è un piccolo illecito privo di qualsiasi significato "morale".Non è un atto di ribellione contro il "sistema", non è "mettere in scacco le Major", non è un atto di "disubbidienza civile". E' un posteggio in doppia fila nella certezza che il vigile non passerà a farti la multa perché tanto "lo fanno tutti".Perciò basta dire che scaricando da Internet "disubbidiamo alle Major" e "cambiamo il sistema". La vera disubbidienza non è scaricare i loro contenuti, ma NON AVERNE BISOGNO. Quando lo capirete? Quando uscirete da questa ipocrisia?
      • di passaggio scrive:
        Re: Illusi
        punto di vista interessante e abbast condividibile... anche io odio e detesto l'ipocrisia di molti che nascondono dietro concetti che nn stanno nè in cielo nè in terra la loro brama di avere tutto... ma no, è cultura, ma no, è per la libertà... tutti BRAVEHEART!!!e cmq credo che scaricare sia più grave del parcheggiare in doppia fila... diciamo che, se proprio nn vuoi credere che sia rubare, sia quantomeno SFRUTTARE... sfruttare un terreno di un altro proprietario, che magari non usa, ma pur sempre suo.
        • Paracelso scrive:
          Re: Illusi
          - Scritto da: di passaggio
          e cmq credo che scaricare sia più grave del
          parcheggiare in doppia fila... diciamo che, se
          proprio nn vuoi credere che sia rubare, sia
          quantomeno SFRUTTARE... sfruttare un terreno di
          un altro proprietario, che magari non usa, ma pur
          sempre
          suo.Su questo non sono d'accordo. L'industria del copyright si fonda su il principio non accettabile (non da me, almeno) secondo cui lo Stato, con i soldi dei contribuenti, deve impedire che i contribuenti creino copie di libri/musica/film.Poichè questo principio si fonda solo sulla violenza (cioè sul monopolio della stessa da parte dello Stato), non ha alcun valore se non quello datogli dalla violenza medesima. Il che vuol dire che io rispetterò quel principio solo nel momento in cui si può applicare la violenza.Siccome non siamo più ai tempi di Gutenberg, creare copie è un atto estremamente economico e alla portata di tutti. Poiché l'esercizio della forza, in un contesto del genere, è inapplicabile, ecco che in mancanza di ciò che gli dà valore il principio viene sistematicamente disatteso.Non ha alcuna attinenza col rubare, perché il divieto di rubare si fonda sull'idea condivisa che non si deve sottrare un bene ad un'altra persona.Nessuno ritiene che rubare una sedia sia lecito, ma ugualmente nessuno ritiene che copiare una sedia sia uguale a rubarla: se sei bravo, se hai gli strumenti ed il materiale, ti fai la sedia precisa uguale a quella che hai visto nel negozio e nessuno ti dice niente. Se, purtroppo per gli editori, fare le copie dei film non costa più uno zilliardo di dollari, non possono che prendersela con la modernità che sta distruggendo il caro vecchio mondo di una volta.Se gli editori non potessero ricorrere alla violenza in monopolio pagata da noi, non staremmo nemmeno qui a parlarne.
          • di passaggio scrive:
            Re: Illusi

            Su questo non sono d'accordo. L'industria del
            copyright si fonda su il principio non
            accettabile (non da me, almeno) secondo cui lo
            Stato, con i soldi dei contribuenti, deve
            impedire che i contribuenti creino copie di
            libri/musica/film.lo stato ne deve dare garanzia, ma è chi detiene il copyright che vuole impedire GIUSTAMENTE che vengano create copie.

            Poichè questo principio si fonda solo sulla
            violenza (cioè sul monopolio della stessa da
            parte dello Stato), non ha alcun valore se non
            quello datogli dalla violenza medesima. Il che
            vuol dire che io rispetterò quel principio solo
            nel momento in cui si può applicare la
            violenza.non ho capito l'ultima frase, in ogni caso nn credo sia violenza, altrim sn violenza tutte le leggi o quasi: io ad esempio trovo una violenza sgraffignarmi soldi con gli autovelox.

            Siccome non siamo più ai tempi di Gutenberg,
            creare copie è un atto estremamente economico e
            alla portata di tutti. mica ti vietano di fare le copie per proteggere il tuo portafogli.
            Poiché l'esercizio della
            forza, in un contesto del genere, è
            inapplicabile, ecco che in mancanza di ciò che
            gli dà valore il principio viene sistematicamente
            disatteso.

            Non ha alcuna attinenza col rubare, perché il
            divieto di rubare si fonda sull'idea condivisa
            che non si deve sottrare un bene ad un'altra
            persona.ma non si deve nemmeno SFRUTTARE in modo barbaro il lavoro, le conoscenze e la professionalità degli altri.

            Nessuno ritiene che rubare una sedia sia lecito,
            ma ugualmente nessuno ritiene che copiare una
            sedia sia uguale a rubarla: se sei bravo, se hai
            gli strumenti ed il materiale, ti fai la sedia
            precisa uguale a quella che hai visto nel negozio
            e nessuno ti dice niente.appunto, quindi per analogia dovresti metterti a programmare o a comporre musica, non di certo a fare copie.

            Se, purtroppo per gli editori, fare le copie dei
            film non costa più uno zilliardo di dollari, non
            possono che prendersela con la modernità che sta
            distruggendo il caro vecchio mondo di una volta.ci sn tante cose di questa famigerata modernità che sono tenute a freno da fattori legali e/o etici...e personalmente ritengo anche che si sono degli equilibri che nn dovrebbero essere intaccati. Purtroppo questa "bellissima" modernità sta sconvolgendo in negativo un bel po' di cose.

            Se gli editori non potessero ricorrere alla
            violenza in monopolio pagata da noi, non staremmo
            nemmeno qui a parlarne.E' come dire che allora nn ci dovrebbe essere la polizia a difenderti dagli assassini.
          • Paracelso scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: di passaggio
            lo stato ne deve dare garanzia, ma è chi detiene
            il copyright che vuole impedire GIUSTAMENTE che
            vengano create
            copie.Il copyright è una legge dello Stato, che la può imporre solo perché esso è il detentore del monopolio della violenza.
            non ho capito l'ultima frase, in ogni caso nn
            credo sia violenza, altrim sn violenza tutte le
            leggi o quasi: io ad esempio trovo una violenza
            sgraffignarmi soldi con gli
            autovelox.Tutte le leggi dello Stato sono imposte grazie al monopolio della violenza: tu paghi la multa solo perché altrimenti ti arrivano i Carabinieri a casa, loro sono armati e tu no. Se non ci fossero i carabinieri o se tu fossi armato quanto loro, la multa non la pagheresti. Né il copyright.
            mica ti vietano di fare le copie per proteggere
            il tuo
            portafogli.No, semplicemente vogliono una legge nata in un contesto tecnologico diverso, nel quale solo pochi soggetti potevano creare copie a causa dei costi economici. Cambiate le condizioni, la legge diventa inapplicabile.
            ma non si deve nemmeno SFRUTTARE in modo barbaro
            il lavoro, le conoscenze e la professionalità
            degli
            altri.Infatti nessuno dice che tu possa far passare un libro o un brano altrui come un'opera tua, né che tu possa avere un brano gratuitamente e poi guadagnarci sopra.Ti sto solo parlano di una legge che risulta nei fatti inapplicabile e che va contro il presente stato di cose. Quindi, a meno di ritornare indietro di 40 anni, questa legge è semplicemente il tentativo di imporre con la forza una posizione di predominio che prima era detenuta in forza dell'investimento di capitali e tecnologie.
            appunto, quindi per analogia dovresti metterti a
            programmare o a comporre musica, non di certo a
            fare
            copie.Ma se io scrivo lo stesso spartito o lo stesso programma di un altro, dicendo che è suo, sto copiando, al pari dell'esempio della sedia. Siccome nel 2009 fare questo è estremamente facile ed economico, l'unico modo per impedire che la gente lo faccia è sguinzagliare la polizia (metodo peraltro del tutto inefficace).



            Se, purtroppo per gli editori, fare le copie dei

            film non costa più uno zilliardo di dollari, non

            possono che prendersela con la modernità che sta

            distruggendo il caro vecchio mondo di una volta.

            ci sn tante cose di questa famigerata modernità
            che sono tenute a freno da fattori legali e/o
            etici...
            e personalmente ritengo anche che si sono degli
            equilibri che nn dovrebbero essere intaccati.
            Purtroppo questa "bellissima" modernità sta
            sconvolgendo in negativo un bel po' di
            cose.Gli equilibri sono dinamici: muta la situazione, muta l'equilibrio. La situazione sta mutando, è del tutto inutile cercare di mantenere l'equilibrio precedente.
            E' come dire che allora nn ci dovrebbe essere la
            polizia a difenderti dagli
            assassini.Assolutamente no: l'omicidio è un crimine a prescindere dal diritto positivo (che semmai regola e sanziona la situazione che si crea dopo l'omicidio).La violazione del copyright è un reato creato dal diritto positivo.E comunque la polizia non mi può difendere dall'assassino: solo una buona pistola ed una buona mira mi possono difendere. La polizia al massimo cerca l'assassino.
          • di passaggio scrive:
            Re: Illusi

            Il copyright è una legge dello Stato, che la può
            imporre solo perché esso è il detentore del
            monopolio della violenza.ma è anche una mia pretesa perchè GUAI se ti trovo a lavorare con un software mio che hai sgraffignato altrove... potrei arrabbiarmi!

            No, semplicemente vogliono una legge nata in un
            contesto tecnologico diverso, nel quale solo
            pochi soggetti potevano creare copie a causa dei
            costi economici. Cambiate le condizioni, la legge
            diventa inapplicabile.ripeto, nn è il gesto del copiare che tuteli... tuteli il fatto che tu nn devi sfruttare il mio lavoro.

            Ti sto solo parlano di una legge che risulta nei
            fatti inapplicabile e che va contro il presente
            stato di cose. Quindi, a meno di ritornare
            indietro di 40 anni, questa legge è semplicemente
            il tentativo di imporre con la forza una
            posizione di predominio che prima era detenuta in
            forza dell'investimento di capitali e tecnologie.Spiacente ma nn ti capisco
            Ma se io scrivo lo stesso spartito o lo stesso
            programma di un altro, dicendo che è suo, sto
            copiando, al pari dell'esempio della sedia.
            Siccome nel 2009 fare questo è estremamente
            facile ed economico, l'unico modo per impedire
            che la gente lo faccia è sguinzagliare la polizia
            (metodo peraltro del tutto inefficace).No, basterebbe che l'uomo fosse onesto. Ho perso in partenza allora! :-Da parte che se la fai uguale e la vendi potresti sul serio avere problemi anche con la sedia.E cmq copi una sedia studiandoti com'è fatta... diciamo chiaramente invece cosa fai con i cd...
            Gli equilibri sono dinamici: muta la situazione,
            muta l'equilibrio. La situazione sta mutando, è
            del tutto inutile cercare di mantenere
            l'equilibrio precedente.E allora addio all'umanità.I risultati son sotto gli occhi di tutti.
            Assolutamente no: l'omicidio è un crimine a
            prescindere dal diritto positivo (che semmai
            regola e sanziona la situazione che si crea dopo
            l'omicidio).

            La violazione del copyright è un reato creato dal
            diritto
            positivo.

            E comunque la polizia non mi può difendere
            dall'assassino: solo una buona pistola ed una
            buona mira mi possono difendere. La polizia al
            massimo cerca
            l'assassino.Ti sbagli. Esiste un certo potere deterrente.Tornando al vero argomento se tu avessi mai scritto un software capiresti come se qualcuno lo usa a sbafo alle tue spalle ti potrebbe dar fastidio, oltre che essere sbagliato sotto tutti i punti di vista.Inoltre tu scarichi 100 cd al mese ad esempio... nn ne compreresti 100, ma 2 sì..hai già causato un danno.Non paghi i supporti, un brano musicale ha dietro il lavoro di tante persone... chi suona, chi prepara la confezione, chi ci fa il marketing, ecc ecc...
        • passeggino scrive:
          Re: Illusi
          A parte che esiste l'istituto dell'usucapione, concepito proprio come modo di acquisto della proprietà altrui nei casi in cui l'originario proprietario si disinteressi totalmente dei propri beni.E questo perché la proprietà privata è tutelata e riconosciuta in quanto assolve ad una funzione sociale.Quindi il paragone non regge.Secondo:cadi in contraddizione con te stesso. Perché introduci un giudizio di valore, quindi soggettivo, su ciò che è più o meno grave.Parcheggiare in doppia fila è vietato ed è una condotta riprovevole perché sostanzialmente sei in mezzo ai cogliøni e il tutto per farti i razzi tua.
          • firefox88 scrive:
            Re: Illusi

            Perché
            introduci un giudizio di valore, quindi
            soggettivo, su ciò che è più o meno
            grave.Tutti i giudizi espressi in questo forum sonosoggettivi. Anche i tuoi, sai?
            Parcheggiare in doppia fila è vietato ed è una
            condotta riprovevole perché sostanzialmente sei
            in mezzo ai cogliøni e il tutto per farti i razzi
            tua.E quando scarichi non paghi la roba il tuttoper farti i razzi tua. Non è come rubare, ma ècome parcheggiare un doppia fila.
          • passeggino scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: firefox88

            Perché

            introduci un giudizio di valore, quindi

            soggettivo, su ciò che è più o meno

            grave.
            Tutti i giudizi espressi in questo forum sono
            soggettivi. Anche i tuoi, sai?
            O firefocsi....installa l'estensione del comprendonio. L'amico ha detto che è + grave scaricare che parcheggiare in doppia fila. Col caxxo dico io. Son 2 cose vietate. Punto. Non scarichi, non parcheggi in doppia fila. Coerenza si chiama.Il punto non è se per te o per me è + o - grave l'una o l'altra.
            E quando scarichi non paghi la roba il tutto
            per farti i razzi tua. Non è come rubare, ma è
            come parcheggiare un doppia fila.E chi ha detto il contrario?Amico, l'estensione di cui sopra.... reinstallala ... che s'è piantato il browser.
          • firefox88 scrive:
            Re: Illusi
            Datti una calmata, credevo rispondessi a me.Ti chiedo scusa perché hai ragione, anche se ti sei comportato da XXXXXXX.
          • passeggino scrive:
            Re: Illusi
            Ah,dunque sei tu che sbagli però lo XXXXXXX sarei io? :-DStai tranquillo che non è sucXXXXX nulla.
          • firefox88 scrive:
            Re: Illusi
            Scusami, pensavo rispondessi a me.Non c'era comunque bisogno di fare l'acido, io non ti ho offeso. Ti sei comportato da ignorante, la figura peggiore l'hai fatta te.
          • passeggino scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: firefox88
            Scusami, pensavo rispondessi a me.

            Non c'era comunque bisogno di fare l'acido, io
            non ti ho offeso. Ti sei comportato da ignorante,
            la figura peggiore l'hai fatta
            te.Non t'è bastato che t'hanno cancellato il primo post? Lo hai riletto il tuo intervento? Ora che mi dici che ti sei sbagliato è tutto chiaro, e t'avrei risposto diversamente. Ma perseveri nell'errore. Credi che ci sia differenza nel dare dello XXXXXXX a una persona e dopo che ti bannano la risposta dargli dell'ignorante?Sei tu che hai sbagliato amico, spero te ne renda conta e la chiuda qua.Non è sucXXXXX niente, te lo ripeto.
          • firefox88 scrive:
            Re: Illusi
            - Scritto da: passeggino

            Non t'è bastato che t'hanno cancellato il primo
            post? Lo hai riletto il tuo intervento? Ora che
            mi dici che ti sei sbagliato è tutto chiaro, e
            t'avrei risposto diversamente.Certo che mi sono sbagliato, come mi capita spesso, e l'ho ammesso anche nel messaggio "censurato".
            Ma perseveri nell'errore. Credi che ci sia
            differenza nel dare dello *** a una persona e
            dopo che ti bannano la risposta dargli
            dell'ignorante?No, infatti la parola giusta è quella del messaggio originale, e rimane quella finché non chiedi scusa anche tu per come hai "corretto" il mio errore. Anche perché scommetto che un pochino ti ci sei sentito.
            Non è sucXXXXX niente, te lo ripetoE' sucXXXXX eccome, e continuerà a succedere finché nei forum gira gente come te che approfittando dei kilometri che lo dividono dal proprio interlocutore si permette di correggere le persone in quella maniera da... ignoranti.EDIT: non ho rancore nei tuoi confronti. Per quanto mi riguarda, può darsi che tu sia una persona stupenda e un ottimo utente del forum. La parola "censurata" che ti ho rivolto si riferiva alla tua arguta "correzione", e se la rileggi facendo finta che a scrivere sia qualcun altro, l'unica parola che ti viene in mente è quella che ho usato io. :)Io so chiedere scusa. E tu?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2009 17.40-----------------------------------------------------------
          • passeggino scrive:
            Re: Illusi
            Certo che sei un bel tipino amico.Siamo qua per scambiarci i numeri di telefono e fare amicizia o per discutere?Cos'è che non t'è piaciuto del mio post? La metafora dell'estensione, per dirti che non avevi capito cosa stavo dicendo? Non avevi capito poi per un errore tuo, mica mio.Suvvia, non frega niente a nessuno di sto discorso.Scusarmi? Per cosa?Poi abbi pazienza: chiedere scusa a qualcuno dandogli dello XXXXXXX e dire di saperlo fare è quantomeno singolare. Poi, perché mi dovresti chiedere scusa? Rispondevo ad una altra persona e tu sei intervenuto pensando che parlassi con te. Bhò... e t'incaxxi pure se ti si fa notare con allegria (o una allegoria?) che non avevi capito di cosa parlavo.Ad ogni modo: dato che ritieni che fosse buona la prima, edita pure il tuo post, cambia la parola ignorante con l'aggettivo che preferisci e chiedi alla redazione di non cancellarlo.Non s'offende nessuno eh.Rimani della tua che io mi tengo la mia.Ciao
          • di passaggio scrive:
            Re: Illusi
            oh mamma, che pena...
          • di passaggio scrive:
            Re: Illusi

            O firefocsi....installa l'estensione del
            comprendonio. L'amico ha detto che è + grave
            scaricare che parcheggiare in doppia fila. Col
            caxxo dico io. Son 2 cose vietate. Punto. Non
            scarichi, non parcheggi in doppia fila. Coerenza
            si
            chiama.
            Il punto non è se per te o per me è + o - grave
            l'una o
            l'altra.appunto, ma non sono stato io ad iniziare a fare i paragoni. Per me piratare è reato. punto. Se ad altri tuoi amici piace fare i paragoni io mi adeguo al ragionamento, tutto qui... di certo tutto va cmq preso nei contesti adatti: se parcheggiando in seconda fila hai fatto morire uno che doveva correre in ospedale hai fatto una cosa ancora più grave di una rapina in banca a mano armata.



            E quando scarichi non paghi la roba il tutto

            per farti i razzi tua. Non è come rubare, ma è

            come parcheggiare un doppia fila.

            E chi ha detto il contrario?allora perchè tirar fuori assurdità?
      • fiertel91 scrive:
        Re: Illusi
        Condivido. Sembra che sia più la comodità e convenienza a motivare il download illegale, piuttosto che la ribellione alle Mayors.In fondo, perché mentire quando la ragione è così palese? Che lo ammettino anche loro!
    • Claudio Fonesi scrive:
      Re: Illusi
      - Scritto da: Press play on tape
      Poveri illusi... per un pirate bay che se ne va
      ne nascono altri 10, 100,
      1000.

      Quel sito era più che altro una bandiera, un
      simbolo, un vessillo di un esercito che ha
      migliaia, milioni di battaglioni, miliardi di
      soldati.Più che altro alla gente della bandiera non importa un emerito razzo, quello che interessa è scaricare gratis per non pagare le opere degli artisti, quindi bandiera o non bandiera tutti continueranno a tirar giù roba come ossessi...
  • guest_ scrive:
    boh
    boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh boh
    • aPenguin scrive:
      Re: boh
      Esatto.. boh.. ci vorra' ancora un po di tempo per capire come si evolvera' la faccenda. Ora e' forse troppo presto per esprimere giudizi (fortemente negativi).Probabilmente in futuro progetti come anomos miglioreranno sempre di piu':http://anomos.info/wp/
Chiudi i commenti