Firefox 3.6 accoglie Windows 7

Mozilla ha rilasciato la prima beta di Firefox 3.6, browser che introduce il supporto parziale a Windows 7 e promette di migliorare la velocità e la reattività del predecessore
Mozilla ha rilasciato la prima beta di Firefox 3.6, browser che introduce il supporto parziale a Windows 7 e promette di migliorare la velocità e la reattività del predecessore

Con circa due settimane di ritardo rispetto a quanto inizialmente pianificato da Mozilla, la prima beta pubblica di Firefox 3.6 può essere ora provata nella sua veste ufficiale. Il ritardo con cui arriva questa versione preliminare è dovuto alla correzione di alcuni bug dell’ultima ora.

Firefox 3.6, alias Namoroka , introduce ben pochi cambiamenti visibili rispetto all’attuale versione 3.5: la maggior parte delle migliorie si trova infatti sotto al cofano . Tra le poche eccezioni c’è il supporto nativo alla nuova taskbar di Windows 7 , con l’esclusione della jump list (posticipata a Firefox 3.7), e l’introduzione di una funzione di tab switching richiamabile attraverso la combinazione di tasti CTRL+ALT : per attivarla è però necessario accedere alle funzionalità avanzate, richiamabili inserendo about:config nella barra dell’indirizzo, e impostare la voce browser.ctrlTab.previews a true .

La Beta 1 di Namoroka integra per la prima volta il supporto a Personas , una funzionalità che permette di cambiare il tema grafico di Firefox con un clic del mouse. Va ricordato che Personas, installabile in Firefox 3.5 sotto forma di estensione, si limita a cambiare il colore e lo sfondo delle finestre di Firefox: a differenza dei temi tradizionali, infatti, non altera in alcun modo gli altri elementi dell’interfaccia (pulsanti, icone, font ecc).

Il nuovo Firefox estende poi il controllo dei plug-in introdotto con la scorsa versione del browser, ora capace di verificare lo stato di aggiornamento di altri componenti di terze parti oltre a Flash Player: tra questi Apple QuickTime, DivX Web Player, Silverlight e Java. Dallo scorso mese tale controllo può anche essere effettuato manualmente collegandosi a questa pagina del sito di Mozilla.

Tra le altre novità c’è il supporto nativo alla visualizzazione dei video a pieno schermo, il già approfondito supporto ai caratteri Web Open Font Format, un un più completo supporto a CSS3 e HTML5 e ulteriori ottimizzazioni apportate al motore di rendering Gecko (giunto alla versione 1.9.2) e a quello JavaScript TraceMonkey. Mozilla afferma che Firefox 3.6 è più veloce e reattivo rispetto al suo predecessore, e riduce altresì i tempi di caricamento del programma.

Il blog Taranfx.com ha recentemente registrato – in test combinati relativi a CSS e JavaScript – un incremento di performance pari a circa il 25 per cento rispetto a Firefox 3.5.3. Nonostante questo progresso, in fatto di pure prestazioni Chrome e Safari rimangono tuttora davanti al browser di Mozilla.

La versione finale di Namoroka dovrebbe portare con sé anche il supporto nativo al drag and drop dei file nella finestra del browser, che secondo Mozilla semplificherà l’upload dei contenuti sui siti web, un più esteso supporto alla geolocalizzazione e la capacità di rilevare l’orientamento del computer in tutti quei sistemi che integrano un accelerometro (come certi notebook di fascia medio-alta).

Firefox 3.6 Beta 1 può essere scaricato da qui per Windows, Mac OS X e Linux in varie lingue, tra cui l’italiano. Mozilla scosiglia di utilizzare questa versione come browser principale, tuttavia chi volesse aggiornare la 3.5 sappia che buona parte delle attuali estensioni è ancora incompatibile con Namoroka.

Nonostante il ritardo con cui è giunta la Beta 1, il rilascio della versione finale di Firefox 3.6 resta fissato per la fine dell’anno. A seguire vi saranno la versione 3.7 nella prima metà del 2010 e la versione 4.0 nella seconda metà (si veda a tal proposito questo recente approfondimento ).

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti