Flutter, MMS virtuali dall'iPhone

Disponibile da App Store un'applicazione per gli utenti che lamentano l'assenza del supporto ai messaggi multimediali sul melafonino
Disponibile da App Store un'applicazione per gli utenti che lamentano l'assenza del supporto ai messaggi multimediali sul melafonino

C’è chi non se n’è neppure accorto, ma c’è anche chi ne sente la mancanza: gli MMS, con iPhone , non si possono proprio spedire. Non se l’apparecchio è intonso, cioè fresco di fabbrica e appena acquistato, perché Apple non li ha previsti. Ma a tutto c’è rimedio, se pensa qualcun altro a colmarne le lacune: fra le soluzioni reperibili al di fuori del mondo Apple c’è la proposta di JuiceCaster , che è riuscita ad infilare nel melafonino un’applicazione che rende disponibile l’agognata feature , anche se in modo… virtuale.

Ad iPhone non mancano certo gli strumenti per inviare e ricevere contenuti multimediali: l’email e il supporto alla connettività Internet su rete mobile o via WiFi offrono ampie possibilità di comunicazione e condivisione. Ma il mercato conferma che esiste uno zoccolo duro di utenti che preferisce utilizzare l’MMS. E a questa (a quanto pare ) diffusa esigenza prova a rispondere Flutter , applicazione liberamente disponibile che porta su iPhone i Virtual MMS .

Per la precisione, l’applicazione permette di inviare messaggi che includono un link che permette di vedere il messaggio multimediale vero e proprio. Può includere un’immagine (anche georeferenziata) che il mittente può scattare al momento dell’invio o scegliere da una galleria di file già esistenti. In realtà non si tratta dunque di un supporto MMS al 100%, reperibile su migliaia di altri telefoni cellulari di fasce di mercato e di prezzo inferiori: con Flutter, inoltre, l’utente iPhone non potrà sfruttare la funzione di video-recording che JuiceCaster offre su altre piattaforme. Ma già poter abbinare un testo ad un immagine e spedire il tutto a un numero telefonico farà la gioia di molti irriducibili dell’MMS.

melamessaggini

Come molti avranno intuito, non esiste una tariffa per ogni Virtual MMS inviato (come invece avviene per gli MMS tradizionali): trattandosi di un messaggio che porta con sé un link, di fatto il costo per l’utente è dato dalla connessione Internet utilizzata. Che è inclusa nel canone, per coloro che hanno una soluzione in abbonamento flat.

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 09 2008
Link copiato negli appunti