FTC, uno sceriffo per i blogger prezzolati

Si avvicina il giorno del giudizio. L'autorità statunitense vigilerà sui post venduti al marketing

Roma – Un pugno calerà sulla blogosfera per mettere ordine in quello che tuttora sembra un caos selvaggio. Non si tratta di uno sceriffo da film western, ma della Federal Trade Commission (FTC) statunitense che ha annunciato un piano ben preciso contro i blogger prezzolati. Ovvero quelli che scrivono articoli e recensioni di prodotti dopo aver ricevuto denaro o regali di varia natura. Ovviamente, senza dichiararlo esplicitamente .

“Se ci si aggira in un negozio, quello che appare evidente è che un commesso è un commesso. – spiega ad Associated Press Rich Cleland, vicedirettore della divisione pubblicità al FTC – Online, invece, è diverso. Un articolo si può spacciare per indipendente e poi avere degli interessi economici dietro le quinte. E questa è una cosa che il consumatore deve conoscere”. In altre parole, bisogna fare qualcosa per un fenomeno in ascesa che mina dal basso (e a suon di dobloni) la natura più libera e neutrale della rete.

È proprio per questo che la FTC ha deciso di pianificare un pacchetto di linee guida da mettere in moto, con opportuni aggiustamenti e modifiche, entro l’estate. Un modo per regolamentare i rapporti più oscuri tra cittadini del web ed aziende che spingono verso contenuti pilotati. Seguire l’attività dei blog per garantire trasparenza a difesa dei lettori, eventualmente sanzionandoli con un obbligo di risarcimento. Evitare, dunque, regali come gli iPod donati da NVIDIA o i 90 notebook Acer spediti da Microsoft qualche anno fa.

Le misure dell’autorità statunitense placheranno, forse, le polemiche emerse negli ultimi anni intorno ad un modo alternativo trovato dai blogger per fare soldi con il proprio spazio online. Ad esempio, quella scatenata da uno scoop pubblicato dal New York Times che denunciava pagamenti da parte della catena Wal-Mart verso una decina di blogger. Obiettivo: proporre ai lettori conenuti ed opinioni “personali” per mascherare una pubblicità vera e propria. O, ancora, quella accaduta nel 2006 che vide protagonista il servizio PayPerPost e le sue tecniche di product placement all’interno di articoli presumibilmente indipendenti.

Sono due casi testimoni di un meccanismo che è diventato molto ben oliato nei meandri del web. Recentemente , il Wall Street Journal ha dichiarato che sarebbero oltre 450mila i cittadini statunitensi che hanno trasformato un blog personale in una vera fonte di reddito. Ma la piattaforma pubblicitaria di Google AdSense non sembra sufficiente. Potrebbero esserlo, invece, computer gratuiti, viaggi in Europa, buoni d’acquisto di 500 dollari e addirittura migliaia di dollari per un post di 200 parole.

La FTC vorrebbe mettere fine a tutto questo, con il primo monitoraggio in assoluto sulla blogosfera. Controlli che hanno suscitato qualche perplessità da parte di quei blogger che non attingono alle tasche del marketing, ma potrebbero trovarsi nella condizione di scrivere qualcosa su un prodotto eticamente sperimentato. Quindi qualcuno che decide di esprimere nettamente le sue preferenze in tema di amplificatori o cibo per gatti. Non colpirà loro il pugno dello sceriffo, ma il suo occhio sarà sempre vigile.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • WILD scrive:
    Correggetela o cancellatela...
    In tanti anni di PI mi era capitato di leggere imprecisioni e le ho sempre accettate in quanto frutto del semplice errore umano, prontamente corrette dietro segnalazione dei lettori, ma leggere un articolo che spiega la cosa completamente al rovescio è davvero inconcepibile!
  • scorpione scrive:
    e sempre questione di prezzo
    gli hd adesso sono l'unica periferica lenta sui pc moderni.se questo sistema riesce e va veloce ben venca basti che costa come gli hd tradizionali. dimenticavo fate in fretta
    • vista scrive:
      Re: e sempre questione di prezzo
      rispetto alla velocità del proXXXXXre sono lente sia le ram che i bus sulla scheda madre, nn sono solo gli hdd a essere lenti
  • Lindoro scrive:
    Sfruttamento della superficie
    Inoltre, dato che la superficie sfruttabile è quella di un rettangolo, a parità di ingombro "esterno" un hd fatto così dovrebbe poter contenere circa il 25% di dati in più.(4-pigreco)Inoltre dato che gli spostamenti delle testine (o della superficie dei dati) saranno molto minori, è presumibile che sarà possibile diminuire le tolleranze e rendere il tutto ancora più efficiente.
    • Lindoro scrive:
      Re: Sfruttamento della superficie
      Aggiungo: non ci saranno più problemi legati alla velocità angolare del disco. Non sono al corrente se questo problema è già stato superato dall'attuale tecnologia (ne dubito), ma di certo un disco quadrato dove tutti i bit necessariamente hanno la stessa dimensione semplificherebbe di gran lunga le cose.
  • DMT scrive:
    cavolata, ormai SSD prendono il potere
    Troppo tardi, tecnologia complicata, facevano prima ad investire nelle flash più veloci e meno costose, da rendere SSD migliori ancora. Tra qualche anno rimarrano solo SSD, come anche al posto di Bluray memorie flash (che non costeranno niente)Il futuro è flash!
    • kaspita scrive:
      Re: cavolata, ormai SSD prendono il potere
      Sì, Flash Gordon! I miei dati su flash si vedranno solo quando saranno affidabili senza problemi di celle morte per troppe scritture. Nel frattempo un applauso a questa nuova tecnologia, che vengano avanti i dispositivi, adesso!
  • massimowski scrive:
    Dovrebbero vibrare parecchio
    Vedendo l'immagine sul sito della dataslide, il materiale magnetico dovrebbe venire mosso avanti e indietro durante la lettura. Il che significa vibrazioni, una brutta notizia per ogni sistema meccanico. Mi pare difficile che durino molto di più dei dischi normali, a questo punto...
    • Utente 77 scrive:
      Re: Dovrebbero vibrare parecchio
      - Scritto da: massimowski
      Vedendo l'immagine sul sito della dataslide, il
      materiale magnetico dovrebbe venire mosso avanti
      e indietro durante la lettura. Il che significa
      vibrazioni, una brutta notizia per ogni sistema
      meccanico. Mi pare difficile che durino molto di
      più dei dischi normali, a questo
      punto...Ma, onestamente da quello che vedo dallo schema linkato nel post soprahttp://www.dataslide.com/technology.htmlsembra che il piano non si muova avanti e indietro ma si inclini :|Confermate questa mia cacchiata?
      • Donald111 scrive:
        Re: Dovrebbero vibrare parecchio
        - Scritto da: Utente 77
        - Scritto da: massimowski

        Vedendo l'immagine sul sito della dataslide, il

        materiale magnetico dovrebbe venire mosso avanti

        e indietro durante la lettura. Il che significa

        vibrazioni, una brutta notizia per ogni sistema

        meccanico. Mi pare difficile che durino molto di

        più dei dischi normali, a questo

        punto...

        Ma, onestamente da quello che vedo dallo schema
        linkato nel post
        sopra
        http://www.dataslide.com/technology.html
        sembra che il piano non si muova avanti e
        indietro ma si inclini
        :|

        Confermate questa mia cacchiata?No... hai detto una cacchiata... rimane tutto bellino orizzontale e ben filopiombato...
  • diddum scrive:
    La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
    Nella notizia su PI avete scritto (addirittura in grassetto)che la novita' sta nel fatto che sono le testine a muoversimentre i dati rimangono fermi.FALSISSIMO !!!Se vi prendete la briga di controllare la fonte dellanotizia:http://www.dataslide.com/technology.htmlnoterete che sono proprio le testine a essere ferme (sopra e sotto)mentre i dati sono al centro in una "fetta" che oscilla.C'e' anche il disegno.
    • diddum scrive:
      Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
      Inoltre (a parte eliminare tutti i riferimentialle inesistenti "testine semoventi")non e' vero che ci sono al momento 64 testine (fisse).Quello che c'e' scritto nel sito della DataSlide e' cheal momento, delle migliaia di testine fisse presentinelle superfici di lettura, al massimo 64 possonoleggere contemporaneamente (da 64 punti diversi).A me pare che chi ha scritto l'articolo non ha capitoassolutamente nulla della tecnologia, senza offesa, eh.
      • Pino scrive:
        Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
        - Scritto da: diddum
        Inoltre (a parte eliminare tutti i riferimenti
        alle inesistenti "testine semoventi")
        non e' vero che ci sono al momento 64 testine
        (fisse).

        Quello che c'e' scritto nel sito della DataSlide
        e'
        che
        al momento, delle migliaia di testine fisse
        presenti
        nelle superfici di lettura, al massimo 64 possono
        leggere contemporaneamente (da 64 punti diversi).

        A me pare che chi ha scritto l'articolo non ha
        capito
        assolutamente nulla della tecnologia, senza
        offesa,
        eh.Azz, certo che questi errori non si dovrebbero fare...! Speriamo correggano a breve.
      • attonito scrive:
        Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!

        A me pare che chi ha scritto l'articolo non ha
        capito
        assolutamente nulla della tecnologia, senza
        offesa, eh.in un altro articolo, Annunziata afferma di aver sbagliato causa mojito scolato la sera prima in una festa in redazione, magari anche Maruccia era 'mbriaco quando a scritto il pezzo, chissa'.
        • Utente 77 scrive:
          Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
          - Scritto da: attonito

          A me pare che chi ha scritto l'articolo non ha

          capito

          assolutamente nulla della tecnologia, senza

          offesa, eh.
          in un altro articolo, Annunziata afferma di aver
          sbagliato causa mojito scolato la sera prima in
          una festa in redazione, magari anche Maruccia era
          'mbriaco quando a scritto il pezzo,
          chissa'.Oddio è un po' oscuro, per me, il funzionamento di questo "coso" anche perchè, leggendo lo schema linkato, sembra che la superficie contenente i dati viene inclinata. Mah!
        • kaspita scrive:
          Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
          Mi sa che stai mbriaco anche tu, l'articolo è sempre questo...
    • commento scrive:
      Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
      - Scritto da: diddum
      Nella notizia su PI avete scritto (addirittura in
      grassetto)
      che la novita' sta nel fatto che sono le testine
      a
      muoversi
      mentre i dati rimangono fermi.

      FALSISSIMO !!!hai ragione, è tutto il disco che gira a 360 gradi, chassis compreso. Le testine restano ferme, ancorate al cabinet del pc.
      • luis scrive:
        Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
        Scherzi a parte, mi pare che in redazione abbiano grandissimi problemi ad interpretare banalissime frasi in lingua inglese, prendendl delle cantonate COLOSSALI... non é la prima volta che vedo frequentatori tipo il qui presente "diddum" segnalare casi come questo...Ragazzi della redazione, quali che siano i motivi, datevi una regolata... Credo nessuno abbia interesse a scrivere/leggere castronerie su PI... o si?
    • torello scrive:
      Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
      "Head remains in fixed position, media moves past..."Consiglio alla redazione di smettere di bere. (rotfl)
      • cognome scrive:
        Re: La notizia e' riportata ERRONEAMENTE!
        Appunto! E'l'hard disk che si muove dentro a un giroscopio. Le testine restano ferme. Però ho un dubbio... e se fosse tutto il pc che ruota e le tesine restano ferme?Una cosa è certa: le testine restano ferme!
  • gohan scrive:
    Ma non è simile ad una tecnologia IBM?
    Mi ricordo un brevetto IBM di qualche anno in cui c'erano delle testine microscopiche che scorrevano su una superficie "perforata" in grado di leggere e scrivere i dati.
    • Guybrush scrive:
      Re: Ma non è simile ad una tecnologia IBM?
      - Scritto da: gohan
      Mi ricordo un brevetto IBM di qualche anno in cui
      c'erano delle testine microscopiche che
      scorrevano su una superficie "perforata" in grado
      di leggere e scrivere i
      dati.Si ma non era un supporto riscrivibile. Una volta scritto "0" o "1" non si poteva piu' riscrivere.Questa e' decisamente un'altra cosa.-- GT
  • Giovanni Mauri scrive:
    la vera novità
    potrebbe essere utile duplicare il layer di storage dei dati.. (tipo una swap).. in questo modo sarebbe più veloce il computer in se.. la velocità di calcolo aumenta perché le informazioni sono salvate sul primo layer (disco rettangolare o come lo volete chiamare) e poi verrebbero esportate (non so con quale criterio) sul disco meccanico roteante.
  • chojin_a scrive:
    Idea stupida. Più parti meccaniche...
    ...si rompe prima di sicuro. Che soluzione idiota. E secondo questi dovrebbe essere una rivoluzione?Non venderanno mai niente. Non appariranno manco sul mercato. Si solo fregati i soldi degli investitori producendo un prodotto inutile ed invendibile.
    • BertZ scrive:
      Re: Idea stupida. Più parti meccaniche...
      piu' parti che si muovono di meno... che hanno meno Quantita di moto quante volte si sentono le vibrazione della testina che scorre sul piatto rotante di un HD normale mentre accede ai file ?aumentando i "pezzi" la probabilita che se ne scassi almeno uno aumenta... se la probabilità di rottura rimane la stessa... ma per quanto detto prima, secondo mè sara (a tendere) piu' difficile che una piccola testina che si muove poco si rompa rispetto ad una piu grande (tradizionale)poi come accennato da qualcun altro, potrebbe essere una bella cosa avere un controller raid 5 direttamente nell'hd per gestire gruppi x settori/ testine indipendenti... per avere x-1 spazio...insomma come dice il saggio:aspetto sulla riva che nel fiume passi il cadavere del mio nemico :o)insomma ettendero di vedere i primi prodotti commerciali(sto attendendo ancora per vedere i dischi olografici per il mercato soho )CiaoBertz
      • Linaro scrive:
        Re: Idea stupida. Più parti meccaniche...
        - Scritto da: BertZ
        insomma come dice il saggio:
        aspetto sulla riva che nel fiume passi il
        cadavere del mio nemicommm... cosa c'entra????
    • Linaro scrive:
      Re: Idea stupida. Più parti meccaniche...
      - Scritto da: chojin_a
      ...si rompe prima di sicuro.
      Che soluzione idiota. E secondo questi dovrebbe
      essere una
      rivoluzione?
      Non venderanno mai niente. Non appariranno manco
      sul mercato. Si solo fregati i soldi degli
      investitori producendo un prodotto inutile ed
      invendibile.Meno male che ci sei tu a dire cos'è idiota e cosa non avrà sucXXXXX sul mercato...
      • petengy scrive:
        Re: Idea stupida. Più parti meccaniche...
        - Scritto da: Linaro
        - Scritto da: chojin_a

        ...si rompe prima di sicuro.

        Che soluzione idiota. E secondo questi dovrebbe

        essere una

        rivoluzione?

        Non venderanno mai niente. Non appariranno manco

        sul mercato. Si solo fregati i soldi degli

        investitori producendo un prodotto inutile ed

        invendibile.

        Meno male che ci sei tu a dire cos'è idiota e
        cosa non avrà sucXXXXX sul
        mercato...ma sopratutto a dimostrare che non ha capito una beneamata fava
    • ing76 scrive:
      Re: Idea stupida. Più parti meccaniche...
      - Scritto da: chojin_a
      ...si rompe prima di sicuro.
      Che soluzione idiota. E secondo questi dovrebbe
      essere una
      rivoluzione?
      Non venderanno mai niente. Non appariranno manco
      sul mercato. Si solo fregati i soldi degli
      investitori producendo un prodotto inutile ed
      invendibile.Eh già, pensa quanto sono stupidi tutti quei progettisti e ricercatori che avranno fatto calcoli della XXXXXXX per la valutazione dell'affidabilità, quando bastava che consultassero te.
  • Piccolo scrive:
    Resta il seek time
    Se l'hard disk non ruota non avremo più il tempo di latenza che è mediamente metà del tempo che impega un disco a fare un giro (quasi 0.7 millisecondi per un disco da 7.200 rpm), però continueremo ad avere il tempo seek, che è quanto impega la testina a muoversi per arrivare alla posizione corretta. Con gli hd rotanti si parla millisecondi che in media aumentano con la dimensione del disco perché lo spazio da percorrere diventa sempre più grande.Pertanto mi diventa difficile credere che un dispositivo con parti meccaniche in movimento possa essere più rapido di uno elettronico in cui nulla si muove. Con gli SSD di oggi magari possiamo avere prestazioni vicine, ma quando saranno una tecnologia matura anche loro non ci sarà competizione.Resta però il fatto che ogni tecnologia ha i suoi campi d'uso. Pure oggi per certe cose si usano i nastri magnetici ed inoltre finché gli SSD non saranno ben maturi, ben venga qualsiasi miglioramento agli hd!
    • TheGynius scrive:
      Re: Resta il seek time
      Infatti, questa idea dei "dischi rettangolari" per quanto possa sembrare l'uovo di colombo potrebbe dare nuova linfa ai supporti magnetici.Gli SSD sono ottimi supporti, ma le limitazioni sul numero di scritture non li rendono ancora adatti ad essere utilizzati su server ma anche in macchine di produzione.Ora pare che il "write endurance" sia un mito e che abbiano calcolato una vita media di 50 anni, magari un HD magnetico durasse tanto (http://www.storagesearch.com/ssdmyths-endurance.html).Qualcuno ne sa di più?
    • The winner scrive:
      Re: Resta il seek time
      Con questa tecnologia il seek time pur restando dovrebbe essere molto più basso.calcolando che una testina r/w è più sottile di un capello credo che i limiti di miniaturizzazione siano ancora molto lontani.E poi (teoricamente) questi "dischi" dovrebbero essere molto più silenziosi.Le probabilità di guasti salgono in rapporto alle testine usate, ma saranno limitati singoli a settori del disco.Sembra una cosa molto promettente che viaggia su un piano diverso dalla tecnologia ssd.vedremo futuri sviluppi...
      • LordAzuzu scrive:
        Re: Resta il seek time
        Ragionavo sul fatto che, essendo ogni singola testina "assegnata" ad un range di settori, se crepa la testina non si accede più a quei settori. Cioè, il supporto magnetico è ancora funzionante con i dati sopra e non posso accedervi? Sotto questo punto di vista, almeno psicologicamente, era meglio quando i dati li perdevi e basta :D
        • Berny Berny scrive:
          Re: Resta il seek time
          Beh,si può sempre configurarne due in ride.O no....?
          • lroby scrive:
            Re: Resta il seek time
            - Scritto da: Berny Berny
            Beh,
            si può sempre configurarne due in ride.
            O no....?in ride? o in piange??forse intendevi dire in raid? che però li ammazza stecchiti :D
        • z f k scrive:
          Re: Resta il seek time
          - Scritto da: LordAzuzu
          Ragionavo sul fatto che, essendo ogni singola
          testina "assegnata" ad un range di settori, se
          crepa la testina non si accede più a quei
          settori. Cioè, il supporto magnetico è ancora
          funzionante con i dati sopra e non posso
          accedervi? Sotto questo punto di vista, almeno
          psicologicamente, era meglio quando i dati li
          perdevi e basta
          :DVeramente anche mo', se ti si rompe la testina, i dati sul disco ci sono ma non puoi accederci :D Cosa cambia? Nel caso di 'sti nuovi aggeggi, si potrebbe pensare un sistema di ridondanza sullo stesso disco, dove le info sono salvate in due o piu' punti diversi; si perde in spazio ma si guadagna in affidabilita'. Ovvio che poi ci vogliono sistemi di valutazione dello stato del supporto: siccome non perdi dati non ti rendi conto che qualche testina e' inattiva. Poi c'e' da studiare la strategia di distribuzione dei dati sulla superficie: metti che la probabilita' di guasto sia maggiore in prossimita' dei bordi...Insomma, materia per ricercatori :)CYA
  • lroby scrive:
    errata corrige per la redazione
    3,25 pollici? il formato standard degli hdd normali è di 3,5" poi ci sono quelli da 2,5", da 1,8" e quelli poco usati da 5,25" grandi come i lettori CD da pc desktopcorreggere prego :D
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: errata corrige per la redazione
      È colpa dell'ultimo mojito ingurgitato ieri sera durante la festa che abbiamo tenuto in redazione. :DSistemato, grazie! ;)L
      • lroby scrive:
        Re: errata corrige per la redazione
        - Scritto da: Luca Annunziata
        È colpa dell'ultimo mojito ingurgitato ieri sera
        durante la festa che abbiamo tenuto in redazione.
        :D

        Sistemato, grazie! ;)

        LTranquillo! che per gli errori nei testi ho l'occhio veloce e te li segnalo appena posso (sempre che non arrivi qualcuno prima di me :D )
      • ing76 scrive:
        Re: errata corrige per la redazione
        - Scritto da: Luca Annunziata
        È colpa dell'ultimo mojito ingurgitato ieri sera
        durante la festa che abbiamo tenuto in redazione.
        :D

        Sistemato, grazie! ;)

        LGià che ci sei correggi 4 watt di energia con4 watt di potenza
  • login scrive:
    la metà degli SSD
    "...consumando solo 4 watt di energia, vale a dire un terzo di un disco HDD con piatti rotanti da 15mila rpm e la metà di un drive SSD."ho letto in un altro articolo che 4 watt sono quasi il doppio di consumo di un SSD
  • lellykelly scrive:
    ma...
    premetto che in materia non sono ignorante, ma di più.cosa impedisce di fare una testina grande come il disco, che legga e scriva contemporaneamente su tutta la superfice?perchè se la testina di sti dischi, a quanto ho capito, deve fare come gli affari con la gru dentro un box di vetro per prendere i bambolotti al luna park, avrà, presumo eh, meno durata dei vecchi dischi.IMHO & IAI
    • Nest scrive:
      Re: ma...
      che ovviamente n piccole testine che fanno 1/n lavoro sono + veloci e affidabili di 1 sola grande e lenta che si fa un mazzo tanto e dopo 1 giorno è da buttarepoi ovvio che anche qui si possono schiantare delle testine su n ma al limite perderai una porzione di hd e non tutto l'hdcmq mi pare che in passato ci abbiano già provato con pessimi risultati, forse la tecnica di miniaturizzazione non era ancora abbastanza evoluta
      • jepessen scrive:
        Re: ma...
        La prova negli anni passati deriva da una tecnologia che permetteva di scrivere e leggere bit su una superfice polimerica (plastica).In pratica, tramite tecniche di microlitografia (le stesse che permettono di costruire i chip ed anche oggetti micromeccanici come le punte dei microscopi elettronici AFM), si costruiva un chip con un array rettangolare di micropunte, sulla cui superfice superiore si trovava una pista elettrica (una su ogni punta). Quando passava la corrente, la parte superiore si scaldava per effetto Joule, quindi la punta si deformava verso il basso per l'espansione termica della sola parte superiore e, grazie al calore, imprimeva il bit sulla superfice, che quindi aveva un buco. Con la stessa metodologia, si infilava la punta nel foro e con il calore si riempiva di nuovo, cancellandolo. Per la lettura, non ricordo bene, ma mi pare che si applicava una tensione minore, tale da non far sciogliere il polimero e flettere solo leggermente la punta, e poi a seconda della variazione del campo elettrico, si capiva se la punta si infossava per la presenza del bit o meno (devo andare a riprendere l'articolo su Le Scienze di qualche anno fa). Poi tutto il blocco testine si muoveva scandendo la superfice con dei cristalli piezoelettrici, che permettono movimenti molto precisi nei due assi.Probabilmente, quindi, hanno creato un array di punte che al posto di funzionare col calore, funzionano tramite variazione di campo magnetico, come le testine tradizionali. D'altronde, anche adesso la parte di punta che esegue la lettura-scrittura è microscopica, tutto il resto è solo supporto meccanico.
    • Francesco scrive:
      Re: ma...
      - Scritto da: lellykelly
      cosa impedisce di fare una testina grande come il
      disco, [...]È un'ottima soluzione se vuoi avere dischi di capacità 1 bit. :)(Per la risposta seria vedi Nest qui sopra)F
Chiudi i commenti