Pubblicità/ L'invasione dei blogger prezzolati

Scandalo nella blogosfera statunitense, dopo che il New York Times ha scoperto un'azienda di PR che pagava alcuni blogger per promuovere silenziosamente i pregi della catena Wal-Mart e criticare i suoi competitor


New York (USA) – Si alzano nuove polemiche sull’indipendenza della blogosfera : ai dibattiti di questi mesi si è aggiunto uno scoop pubblicato dal New York Times , un’indagine che riporta sotto i riflettori il fenomeno dei blogger prezzolati .

Il giornale newyorkese ha infatti rivelato che il celeberrimo colosso della distribuzione Wal-Mart avrebbe a libro paga una decina di blogger , remunerati per proporre materiali e contenuti “mascherati” da opinioni personali .

Secondo la ricostruzione del NYTimes, sfruttando i servizi dell’ agenzia Edelman , Wal-Mart avrebbe puntato sui blog come ingranaggi di un’ampia campagna di marketing. Edelman ha fatto il resto e, una volta individuati i referenti della blogosfera più adatti, li ha contattati proponendo un semplice scambio: denaro contro servizi.

“Abbiamo deciso di ingaggiare i blogger e di proporre loro temi e storie interessanti da pubblicare”, sostiene Marshall Manson, responsabile di Edelman intervistato da AdWeek . Naturalmente, i contenuti pubblicitari non venivano pubblicati citandone la fonte. I nanoeditori , spinti dalla prospettiva di arricchimento veloce e senza troppi impegni, hanno così deciso di trasformare il proprio pulpito digitale in una macchina pubblicitaria e di spacciare le “false news” dei PR come “opinioni”.

In questo modo, Wal-Mart ha inondato la blogosfera con false recensioni e falsi consigli. Molte delle informazioni sono durissime critiche alla concorrenza, architettate per mettere in cattiva luce le alternative a Wal-Mart.

Vista la natura prettamente personale e quasi intima dei blog, molti utenti si sono sentiti traditi da questo atteggiamento. L’articolo del New York Times, una volta esposto il meccanismo, ha scatenato una vera e propria protesta dei consumatori contro la catena statunitense di supermarket.

Il fenomeno dei blogger prezzolati non si limita soltanto ai prodotti venduti da Wal-Mart, ma secondo il fondatore del blog Instapundit.com , tra i più seguiti di Internet, è ben diffuso e solleva seri dubbi sull’affidabilità di tutti quei siti personali che “non citano mai le fonti da cui apprendono le notizie”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    authoritative = autorevole, autoritario
    non "autoritativo"
  • Anonimo scrive:
    Sono degli incapaci.. incapaci in tutto!
    Coloro che hanno deciso il blocco dei siti di scommesse sono degli Incapaci non solo per quanto riguarda la comprensione di Internet... ma sono incapaci e basta ! Persone arrivate ad occupare posizioni non in base ai loro meriti, ma solo in base ad un vergognosa serie di raccomandazioni.Persone così danneggiano la collettività sia in modo diretto perché non fanno altro che fare scelte sbagliate e sia in modo indiretto perchè uccidono la meritocrazià togliendo il posto a chi lo merita e quindi diffondendo l'opinione che l'impegno e lo studio non contano nulla !Ogni tanto dovremmo prenderne uno di questi e gridargli in faccia quello che è: INCAPACE !
  • ishitawa scrive:
    italia fuori da internet
    visto che con questa interferenza nei DNS in pratica l'italia si è messa DI LEGGE fuori dagli standard di internet meriteremmo di essere cacciati fuori da internetse tutti gli altri rifiutassero i DNS .it oscurando tutti i siti italiani e le mail provenienti dal nostro bel paese e forse allora qualcuno si accorgerà della cosa...
    • Anonimo scrive:
      Re: italia fuori da internet
      un po' come verisign .. che mise mano nei .com (con sitefinder) non rispettando più le specifiche, non è che ora i vari sottoposti di .it (i vari dns dei ISP) non rispettando più le specifiche e la struttura gerarchica diventano "illegali" quindi si potrebbe pensare che NIC.it meriti lo SGANCIO dai ccTLD ? :D o quantomeno una bella multona o quello che successe per verisign al tempo... ? :o :o :o
      • djm scrive:
        Re: italia fuori da internet
        Io sarei per lo sgancio dalla rete di chi la danneggia.Creare dei blocchi di interesse a mio parere è un danno alla rete che deve poter almeno funzionare visto che non può essere espressione di libertà.Se tutti gli stati mettessero blocchi quà e là la rete sarebbe talmente frammentata che non circolerebbe più nulla.Secondo me questa non va lsciata passare. Se l'Italia non vuole che il suo popolo neppure legga siti dov'è possibile acquistare/spendere/investire/scommettere all'estero allora reprima in altro modo ma non danneggi la veicolazione dei dati in rete anche perchè potrebbe succedere che qualche paese possa ritorcersi e creare devastanti effetti a catena.Io sgancerei i providers che danneggiano la rete, credo sia lecito. IMHO
  • Anonimo scrive:
    Ribaltamento della realtà!!!
    Un costante deficit istituzionale? Un governo che ha lavorato così bene negli ultimi 5 anni ed ha fatto tutto quel po' po' di riforme? Ma scherziamo? Deve trattarsi di un'eredità del precedente governo comunista...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ribaltamento della realtà!!!

      Un costante deficit istituzionale? Un governo che
      ha lavorato così bene negli ultimi 5 anni ed ha
      fatto tutto quel po' po' di riforme? Ma
      scherziamo?
      Deve trattarsi di un'eredità del precedente
      governo comunista...Tutti i governi degli ultimi 10 anni hanno trattato la questione Internet da incompetenti, quello di (centro)destra e quelli di (centro)sinistra.Qualcuno ricorda il "bollino SIAE" da mettere sugli MP3?Qualcuno rammenta il povero buon Passigli e la sua proposta di vietare i "nomi a dominio uguali o simili a un marchio registrato"?Sicuramente se un'eredita' c'e' stata, e' stata l'ignoranza arrogante.Speriamo che la prossima volta vada meglio (ma non credo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ribaltamento della realtà!!!
        - Scritto da: Anonimo

        Un costante deficit istituzionale? Un governo
        che

        ha lavorato così bene negli ultimi 5 anni ed ha

        fatto tutto quel po' po' di riforme? Ma

        scherziamo?

        Deve trattarsi di un'eredità del precedente

        governo comunista...

        Tutti i governi degli ultimi 10 anni hanno
        trattato la questione Internet da incompetenti,
        quello di (centro)destra e quelli di
        (centro)sinistra.
        Qualcuno ricorda il "bollino SIAE" da mettere
        sugli MP3?
        Qualcuno rammenta il povero buon Passigli e la
        sua proposta di vietare i "nomi a dominio uguali
        o simili a un marchio registrato"?
        Sicuramente se un'eredita' c'e' stata, e' stata
        l'ignoranza arrogante.
        Speriamo che la prossima volta vada meglio (ma
        non credo)allora dovendo scegliere usando il solo metro dell'arroganza nei confronti delle persone, di sicuro mi rivolgerei a sinistra. Io i fasci non li ho mai sopportati.
  • Anonimo scrive:
    La tassa IRAP e illegale ?
    leggo che la UE dice la tassa Irap va eliminata,e sapevo che per la UE i siti di scommesse online non possono essere oscurati, ma allora una volta per tutte vorrei sapere: ma sta UE ha una qualche autorita oppure ogni stato europe poi fa quello che gli pare?
  • Anonimo scrive:
    Buffoni al Governo ....
    Questi ne sanno di informatica e reti, tanto quanto Berlusconi di economia di mercato ....... ZERO !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffoni al Governo ....
      - Scritto da: Anonimo
      Questi ne sanno di informatica e reti, tanto
      quanto Berlusconi di economia di mercato .......
      ZERO !!!!un imprenditore che non ne sà di economia di mercato ?si si ... certo.come mediaset è una azienducola artigianale
      • Anonimo scrive:
        Re: Buffoni al Governo ....
        Talmente esperti di mercato che quando gli hanno chiesto se la Morgan Chase fallira' hanno risposto "e' troppo grande perche' possa fallire".Ragazzi , abbiamo il disastro economico dietro l'angolo e questi nascondono la testa come gli struzzi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Buffoni al Governo ....
          Si infatti il disastro ci sarà se vince l'opposizione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Buffoni al Governo ....
            - Scritto da: Anonimo
            Si infatti il disastro ci sarà se vince
            l'opposizione.A me sui problemi che toccano tutti noi cittadini, questo tifo idiota da stadio mi sembra davvero inopportuno, sia di dx che di sx.Attualmente il governo in carica non ha fatto cose che condivido. Scelte pessime, nessuna prospettiva futura per il mondo IT (vedi digital divide, brevetti sw, informatizzazione del paese, ecc), soldi buttati sia nelle promozioni all'ADSL che nel digitale terrestre.La sinistra, prima, aveva fatto poco e male (facendo meno nell'IT ha fatto meno danni), inoltre non ho sentito nessuno tra quelli "che contano" nelle due coalizioni pronunciarsi: nessuno tra i leader di dx e di sx sembra avere il cortaggio di dire cio' che fara' in questo ambito.SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO.Iniziamo a pensare ai nostri interessi di cittadini e non trasformiamo le nostre opinioni in uno squallido tifo da stadio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Buffoni al Governo ....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Questi ne sanno di informatica e reti, tanto

        quanto Berlusconi di economia di mercato .......

        ZERO !!!!

        un imprenditore che non ne sà di economia di
        mercato ?
        si si ... certo.
        come mediaset è una azienducola artigianalemediaset ha fatto i soldi con gli impicci, impicci che ancora funzionano perche il suo capo comanda il governo e perche a sinistra non hanno mai pensato di fare una legge sul conflitto di interessi. Per questo e' nato il mostro berlusconi... creatura tipicamente italiana che difficilmente cresce in altri paesi a causa delle maggiori condizioni di civiltà e pulizia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Buffoni al Governo ....

          perche a sinistra non hanno
          mai pensato di fare una legge sul conflitto di
          interessi. Per questo e' nato il mostro
          berlusconi...A parte il tifo da stadio sottolineato prima, vorrei far notare che non credo proprio che a sinistra "non hanno mai pensato di fare una legge sul conflitto di interessi"...se è così importante e lo dicono da 12 anni è impossibile che non ci "hanno mai pensato".. evidentemente, e senza fare tifi da stadio, il conflitto di interessi non sta solo da una parte..vedi ad esempio caso italsel, in cui Prodi (allora presidente dell'Iri) era allo stesso tempo il venditore e consulente di Unilever (compratore)...Potrei continuare ma finisco qui.. non prendete questo post come "tifo da stadio", ma converrebbe aprire gli occhi e pensare che ognuno in questo Paese, una volta raggiunte cariche di potere, fa i benemeriti cavoli suoi..Illusi non sono né quelli di sinistra né quelli di destra, illusi sono quelli che si fidano ciecamente, di qualsiasi parte siano.IMHO.
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    ma ISOC ci fa o ci e'?
    non e' chiaro se l'articolo interpreta i pensieri di isoc o li cita testualmente... nel secondo caso, specialmente, e' preoccupante.Cioe isoc ci dice che "condanna il filtering di internet" e qui tutto bene...Poi ci dice cose come"Secondo Società Internet, il Governo ancora una volta ha deciso di procedere con una misura tecnicamente fallace, e contraria alle documentazioni di "best practice" per il funzionamento di Internet,"(..)"Misure che secondo ISOC non tengono conto di alcuni fondamentali aspetti tecnici:" e via elencare come tecnicamente si doveva fare secondo le "best pratice" che quelli che operano nel networking sanno benissimo.Cioe in pratica hanno suggerito come, la prox volta, il governo, che "e' ingnorante in materia", dovrebbe procedere per non rifare gli "errori" di questa tornata di filtering. ! Beh grazie tante!A parte il fatto che il legislatore probabilmente e' effetivamente ignorante in materia, il sospetto che il filtering fosse volutamente blando (e chi lo ha attuato, volutamente , non e' andato un pelo oltre quello che chiedeva la legge... ai tecnici certo questa robba non piace) e' forte. Insistere sul fatto che tecnicamente sia fiacco , da' solo manforte alla voce che suggerisce di farlo tecnicamente meglio la prox volta.Il punto vero invece e' ben altro... e non e' tecnico. Ma qua e' inutile dilungarsi.. tanto i lettori di P.I. sono cose che seguono aime' ogni gg..
    • Anonimo scrive:
      Re: ma ISOC ci fa o ci e'?
      - Scritto da: Anonimo
      Insistere sul fatto che tecnicamente
      sia fiacco , da' solo manforte alla voce che
      suggerisce di farlo tecnicamente meglio la prox
      volta.un po' OT ma noto una curiosa assonanza tra le parole ISOC e Ingsoc (dal libro "1984") :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ma ISOC ci fa o ci e'?
        - Scritto da: Anonimo


        un po' OT ma noto una curiosa assonanza tra le
        parole ISOC e Ingsoc (dal libro "1984") :DMa non era "Socing"?Saluti,byUlix(Amiga) Amiga lover since 1985 (Amiga)
        • Anonimo scrive:
          Re: ma ISOC ci fa o ci e'?
          - Scritto da: Anonimo
          Ma non era "Socing"?nella versione inglese è "Ingsoc"http://en.wikipedia.org/wiki/Ingsocciao
          • Anonimo scrive:
            Re: ma ISOC ci fa o ci e'?
            - Scritto da: Anonimo

            nella versione inglese è "Ingsoc"
            http://en.wikipedia.org/wiki/Ingsoc

            ciaoGrazie, l'ho letto e lo trovo davvero interessante.Non sapevo avessero alterato il nome nella versione italiana :-)Saluti,byUlix(Amiga) Amiga lover since 1985 (Amiga)
    • jojob scrive:
      Re: ma ISOC ci fa o ci e'?
      - Scritto da: Anonimo[CUT]
      "Misure che secondo ISOC non tengono conto di
      alcuni fondamentali aspetti tecnici:" e via
      elencare come tecnicamente si doveva fare secondo
      le "best pratice" che quelli che operano nel
      networking sanno benissimo.

      Cioe in pratica hanno suggerito come, la prox
      volta, il governo, che "e' ingnorante in
      materia", dovrebbe procedere per non rifare gli
      "errori" di questa tornata di filtering. ! Beh
      grazie tante!Sbagli, non dice da nessuna parte come avrebbero dovuto procedere.La "best pratice" non si riferisce al modo corretto di filtraggio ma al modo corretto di utilizzare i name server.
      A parte il fatto che il legislatore probabilmente
      e' effetivamente ignorante in materia, il
      sospetto che il filtering fosse volutamente
      blando (e chi lo ha attuato, volutamente , non e'
      andato un pelo oltre quello che chiedeva la
      legge... ai tecnici certo questa robba non piace)
      e' forte. Insistere sul fatto che tecnicamente
      sia fiacco , da' solo manforte alla voce che
      suggerisce di farlo tecnicamente meglio la prox
      volta.No, cerca semplicemente di far capire ai politici che l'intervento attuato (frutto dell'ignoranza di chi l'ha partorito e non dei tecnici che l'hanno messo in pratica) e' inutile e va contro il buon funzionamento della rete.Tecniche di maggior impatto non farebbero altro che aumentare il problema.
      Il punto vero invece e' ben altro... e non e'
      tecnico. Ma qua e' inutile dilungarsi.. tanto i
      lettori di P.I. sono cose che seguono aime' ogni
      gg..
      • Enrico Poli scrive:
        Re: ma ISOC ci fa o ci e'?

        Sbagli, non dice da nessuna parte come avrebbero
        dovuto procedere.
        La "best pratice" non si riferisce al modo
        corretto di filtraggio ma al modo corretto di
        utilizzare i name server.Esattamente. Non c'è un modo di manipolare i dati del DNS che sia conforme alle "buone pratiche" di Internet: questo è il senso delle parole di ISOC.Sulla lista di ISOC, che è pubblica se qualcuno è curioso di darci un'occhiata ( http://listserv.cnr.it/cgi-bin/wa?A0=forum ), piuttosto più d'uno ha fatto notare che una soluzione meno balorda sarebbe fermare le transazioni finanziarie collegate alle scommesse, visto che lì è il danno di cui i Monopoli si lamentano. Pare così ovvio, chissà perché sono andati a rompere le scatole ai providers invece che alle banche... (newbie)==================================Modificato dall'autore il 16/03/2006 17.04.37==================================Modificato dall'autore il 16/03/2006 17.05.22
  • CalicoJack scrive:
    Qualche tempo fa...
    ...qualcuno scrisse:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1339140&tid=1339140&p=1&r=PI
  • gian_d scrive:
    Stringato ma esaustivo
    Secondo ISOC, dunque, questo impone una riflessione sul fatto che nelle ultime due legislature si è rivelato "un costante deficit istituzionale" che si è tradotto in leggi frettolose, proibizioniste, nate per essere superate da tecnologie in continua evoluzione e destinate al fallimento perché prive di una visione globale ma spesso soltanto nazionale. Una fotografia impietosa ma realistica di quello che è stato il tentativo di legiferare in questo settore.In particolare "perché prive di una visione globale ma spesso soltanto nazionale"
  • Anonimo scrive:
    Profetico
    L'articolo di qualche giorno fa su PI:http://punto-informatico.it/p.asp?i=58318&r=PImi sembra poneva bene in risalto l'ignoranza della classe politica sulle questioni della tencologia.Ma che è anche un po' colpa nostra se permettiamo loro di legiferare in mondo così mostruoso.Dovremmo davvero iniziare a fare qualcosa. Per esempio sostenendo i candidati ed i partiti maggiormente competenti su queste tematiche. O facendo pressione sui propri rappresentanti rompendo i zebedei sulle libertà digitali.A proposito, qualcuno puà segnalare una qualche pagina dove sono raccolte le nefandezze normative che coinvolgono la tecnologia di questo sciamannato governo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Profetico

      Dovremmo davvero iniziare a fare qualcosa. Per
      esempio sostenendo i candidati ed i partiti
      maggiormente competenti su queste tematiche.Hai detto bene, non a caso ci hanno imposto le liste bloccate alle prossime lezioni......
  • Anonimo scrive:
    Sarà colpa loro che...
    ...non so, non penso ma non sarà colpa di questo pasticcio che ultimamente i server di fastweb hanno la tendenza a dare problemi alla navigazione (siti che non si raggiungono per svariati minuti poi tornano up, ricadono, tornano ecc.) ?
  • Anonimo scrive:
    Urbani, Blocco ip e pedo W la Libertà
    Beh questo è stato il peggior governo sulle leggi informatiche e riguardanti internet...Vedi la Urbani, il blocco ip e quella "contro" la pedofilia sono le leggi più inutili e più liberticide mai concepite.E ce ne sono altre...E' vero che l'altro governo no ha fatto niente ma se fare qualcosa = peggiorare le cose o fare cose stupide meglio non fare niente.Casa delle libertà al destino non manca il senso dell'umorismo. ;)
    • Anonimo scrive:
      5 --
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
      - Scritto da: Anonimo
      Casa delle libertà al destino non manca il senso
      dell'umorismo. ;)Già, bisogna vedere le libertà di chi, di sicuro non le nostre
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
      - Scritto da: Anonimo
      E' vero che l'altro governo no ha fatto nientema un governo (quale che sia il colore) deve x forza fare qualcosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        E' vero che l'altro governo no ha fatto niente
        ma un governo (quale che sia il colore) deve x
        forza fare qualcosa?Basta che non faccia danni .... saremmo già contenti !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert


      Casa delle libertà al destino non manca il senso
      dell'umorismo. ;)Il bollino blu, sui CD, l'ha introdotto l'impero del male di sinistra.Io dico una cosa, se vince il mortadella, ciò significa che gli italiani sono talmente rinstupiditi dal grande fratello, fattoria, uomini & donne e suonerie obrobriose varie, che meritano di esser fot***ti a fuoco.
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert

        Io dico una cosa, se vince il mortadella, ciò
        significa che gli italiani sono talmente
        rinstupiditi dal grande fratello, fattoria,
        uomini & donne e suonerie obrobriose varie, che
        meritano di esser fot***ti a fuoco.No guarda, ci facciamo altri cinque anni di nano maledetto, così, tanto per rinnovare il nostro profondo attaccamento al sado-maso ;)
        • Anonimo scrive:
          5 --
        • djm scrive:
          Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
          Abbiamo capito che il cavaliere racconta bugia quando parla di libertà e basta vedere le ultime leggi su internet, le leggi sul wireless, ecc. Il professore, sempre molto vago e teorico, è campanello d'allarme di grandi disastri.Che fare? Qui il discorso nonè di scegliere chi fra i due garantirebbe mugliori leggi e libertà digitali, ma capire chi è il terzo in grado di farlo. Imho, naturalmente.
          • gian_d scrive:
            Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
            - Scritto da: djm
            Abbiamo capito che il cavaliere racconta bugia
            quando parla di libertà e basta vedere le ultime
            leggi su internet, le leggi sul wireless, ecc.
            Il professore, sempre molto vago e teorico, è
            campanello d'allarme di grandi disastri.
            Che fare? Qui il discorso nonè di scegliere chi
            fra i due garantirebbe mugliori leggi e libertà
            digitali, ma capire chi è il terzo in grado di
            farlo. Imho, naturalmente.Il terzo in grado di farlo non esiste e non potrebbe mai esistere. I tentativi di mettere dei controlli su Internet è un'esigenza di qualsiasi governo per motivi vari a prescindere dal grado di democrazia vigente: sicurezza nazionale, controllo dell'informazione, tutela degli interessi di enti governativi o privati, sono degli esempi. Difficile che un governo sia orientato a dare la massima libertà ai propri cittadini, un qualche tentativo di regolamentazione ci sarà sempre senza che necessariamente si arrivi a situazioni tipo Cina o Cuba.Che poi ci possano essere dei politici che per convinzioni personali siano favorevoli alla tutela della massima libertà nella rete è un altro paio di maniche, ma difficilmente possono avere un potere contrattuale tale da far prevalere la loro linea nelle azioni di governo.Un Fiorello Cortiana, tanto per citare un esempio, potrebbe dare un qualche impulso nella politica di un governo di centro sinistra, ma alla fine si arriva ad un compromesso sbilanciato verso le tendenze di chi gestirebbe i ministeri della cultura, dell'interno, delle attività produttive, delle telecomunicazioni perché questi dovranno in ogni modo rispondere alle pressioni lobbistiche.E da che mondo e mondo le pressioni lobbistiche sono trasversali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
            - Scritto da: gian_d
            I tentativi di mettere dei controlli su Internet
            è un'esigenza di qualsiasi governola primissima direttiva di ogni governo è conservare il potere, e la libera circolazione delle informazioni non è mai vista di buon occhio
          • teobaz scrive:
            Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
            intanto cominciamo ad annullare le schede quando andremo a votare, una bella icsona su tutta la scheda elettorale... poi magari si penserà ad un'alternativa equa... forse?Il problema qui, non è che è il meno peggio tra mortadella e il nano... ma di madarli tutti a casa in modo che non si sentano più così garantiti ad abusare del potere!- Scritto da: djm
            Abbiamo capito che il cavaliere racconta bugia
            quando parla di libertà e basta vedere le ultime
            leggi su internet, le leggi sul wireless, ecc.
            Il professore, sempre molto vago e teorico, è
            campanello d'allarme di grandi disastri.
            Che fare? Qui il discorso nonè di scegliere chi
            fra i due garantirebbe mugliori leggi e libertà
            digitali, ma capire chi è il terzo in grado di
            farlo. Imho, naturalmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
        - Scritto da: Anonimo



        Casa delle libertà al destino non manca il senso

        dell'umorismo. ;)

        Il bollino blu, sui CD, l'ha introdotto l'impero
        del male di sinistra.
        Io dico una cosa, se vince il mortadella, ciò
        significa che gli italiani sono talmente
        rinstupiditi dal grande fratello, fattoria,
        uomini & donne e suonerie obrobriose varie, che
        meritano di esser fot***ti a fuoco.Ma smettila..... questo governo del caxxo ha talmente peggiorato le cose, che stò rimpiangendo i democristiani !!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
          La legge urbani e' cosi utile che il padre di tommaso aveva un sacco di materiale pedopornografico....hanno fatto leggi inutili, e si concentrano su chi scarica la canzone di "coglione starnazzante di turno" invece che su questi mostri..
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
            Personalmente sono abbastanza disilluso dalla classe politica ma piuttosto che non votare e continuare a lamentarmi di come vanno le cose provo almeno a votare chi, almeno sulla carta, si interessa alle tematiche che mi stanno a cuore.La Rosa nel Pugno ha definito nel proprio programma (al punto 13) l'impegno di assicurare la non brevettabilità del sw. Ovviamente all'interno della coalizione il suo peso sarà proporzionale ai voti presi quindi, mentre il centro destra si è detto in più occasioni favorevole ai brevetti sw, il centro sinistra si è dimostrato più vicino alle mie idee.Se volete che il sw sia brevettabile sapete chi votare, se volete che non lo diventi sapete chi votare.Decidete in piena libertà ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
        - Scritto da: Anonimo



        Casa delle libertà al destino non manca il senso

        dell'umorismo. ;)

        Il bollino blu, sui CD, l'ha introdotto l'impero
        del male di sinistra.
        Io dico una cosa, se vince il mortadella, ciò
        significa che gli italiani sono talmente
        rinstupiditi dal grande fratello, fattoria,
        uomini & donne e suonerie obrobriose varie, che
        meritano di esser fot***ti a fuoco.GF : mediaset, NanoFattoria : mediaset, Nanouomini & donne: nonso (scusate!)suonerie obrobriose varie: amici del nanodirei allora che sta dando una mano alla sinistra
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert

          GF : mediaset, Nano
          Fattoria : mediaset, Nano
          uomini & donne: nonso (scusate!)ME**ASET, NANO! (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
        - Scritto da: Anonimo
        Il bollino blu, sui CD, l'ha introdotto l'impero
        del male di sinistra.
        Io dico una cosa, se vince il mortadella, ciò
        significa che gli italiani sono talmente
        rinstupiditi dal grande fratello, fattoria,
        uomini & donne e suonerie obrobriose varie, che
        meritano di esser fot***ti a fuoco.La tua e' semplicemente un'opinione come tante altre (anche condivisibile, volendo), ma visto il finale del post dimostri di essere un integralista intollerante piu' adatto allo stadio che a questioni politiche.
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, Blocco ip e pedo W la Libert
        Pensa se rivotassero Berlusconi.Io mi vergognerei d'essere italiano.Ciao,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Non è che l' inizio
    Sella TEMPESTA che presto si abbatterà sul governo ITALIOTA che ha intrapreso queste restrizioni sulla Rete.
Chiudi i commenti