Fuel cell sicure col metanolo solido

Un'azienda giapponese ha messo a punto un processo chimico che può trasformare il metanolo, utilizzato come combustibile nella maggior parte delle fuel cell di piccole dimensioni, in una fonte di energia più sicura e affidabile


Yamaguchi (Giappone) – Forse risolto o in via di risoluzione uno dei maggiori ostacoli all’affermazione delle fuel cell sul mercato dell’elettronica, ed in particolare in quello dei dispositivi mobili: la relativa pericolosità del combustibile utilizzato per generare l’idrogeno. Il metanolo, usato nella stragrande maggioranza delle fuel cell compatte, è infatti una sostanza tossica e altamente infiammabile, tanto che su molti aerei ne è proibito il trasporto: senza dubbio un bel problema per i produttori di telefoni cellulari

La soluzione sembra arrivare da Kurita Water Industries , azienda giapponese che, come suggerisce il nome, ha ben poco a che fare con l’hi-tech: la sua principale area di attività è infatti costituita dalla produzione di impianti per la depurazione dell’acqua. Ma è proprio il know-how maturato in questo settore che ha permesso alla società di mettere a punto un composto chimico che, mescolato al metanolo, può essere utilizzato per produrre fuel cell dichiarate “del tutto sicure”.

Kurita ha spiegato che per depurare l’acqua si avvale di composti chimici in grado di assorbire le impurità e amalgamarle in un gel facilmente smaltibile. Applicando lo stesso procedimento al metanolo, gli scienziati dell’azienda sono stati in grado di ottenere un materiale solido che, a contatto con l’acqua, è in grado di rilasciare completamente il metanolo senza alterarne la composizione. Tale materiale, che può essere immagazzinato sotto forma di polvere o gel, ha il vantaggio di non essere né volatile né infiammabile: il suo trasporto, dunque, potrebbe avvenire in tutta sicurezza.

Le fuel cell che utilizzano questa sorta di “metanolo solido” possono essere costruite in modo da trasformare in liquido solo piccolissime quantità di composto alla volta, e per giunta solo nel momento in cui vi sia un effettivo assorbimento di energia da parte del dispositivo alimentato.

Kurita ha mostrato prototipi di fuel cell “sicure” durante la mostra giapponese NewEarth 2005 , tuttora in corso, e prevede di iniziarne la commercializzazione nel 2007.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • astroturfer scrive:
    Get the facts!
    MS non rinuncia, nonostante già si trovi in posizione di leadership, ad innovare i propri prodotti di punta. Mi sembra un dato confortante per i propri clienti, che hanno percezione di una realtà dinamica in continuo mutamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Get the facts!
      - Scritto da: astroturfer
      MS non rinuncia, nonostante già si trovi in
      posizione di leadership, ad innovare i propri
      prodotti di punta. Mi sembra un dato confortante
      per i propri clienti, che hanno percezione di una
      realtà dinamica in continuo mutamento. :-o .
  • Anonimo scrive:
    Grande exchange
    e grande anche Microsoft Corp. Un altro software di qualità e che fa girare i $.Complimenti ai trolloni cantinari linari che con i loro computer zombie (perché + vecchi di un 486DX2) fanno girare il programma di dattilografia openoffice.cesso credendo di avere in mano l'anti-Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande exchange
      - Scritto da: Anonimo
      Complimenti ai trolloni cantinari linari...Perché, tu chi sei? Un trollone winaro? :D
      • Anonimo scrive:
        9 --
        • Anonimo scrive:
          Re: Grande exchange
          - Scritto da: Anonimo
          "SCHMIDT, ELLISON E MCNEALY"E chi sono? Mai sentiti nominare... :$
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande exchange
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            "SCHMIDT, ELLISON E MCNEALY"

            E chi sono? Mai sentiti nominare... :$come chi sono?1) Schmidt: dopo averlo preso nel c**o con la netscape perdendo miseramente la guerra dei browser con IE, si è riciclato come CEO di google2)Ellison: Capo di Oracle e da sempre nemico di Bill Gates. Tutti (non me) odiano Bill Gates per la sua ricchezza, tuttavia non sanno o fanno finta di non sapere che Larry Ellison è l'uomo più ricco del mondo e ha una smodata passione per la Coppa America dove continua a prendere randellate sul groppone dal team Alinghi. Si dice che sia uno dei finanziatori della Mozilla Foundation e google.3)Mc Nealy: CEO di Sun e come Ellison, odia Bill Gates come non mai. E' il più subdolo dei tre perché dietro un sorriso mascellare si nasconde il finanziatore occulto della Mozilla Foundation, della poderosa scalata di google in borsa, e del "software" openoffice.cesso ovvero la versione 2005 del poderoso programma di dattilografia wordstar.Con questo ho detto tutto e finalmente si capisce chi sono i dragasaccocce. Specie i 2) e 3) stanno facendo un gioco sporchissimo, vogliono dar fastidio a Microsoft sfruttando l'immagine che google si è fatta (o hanno voluto far fare) tra l'utenza del web. Sicuramente se anche questa volta avranno la peggio vedrete che fine farà gugle. Finirà nel dimenticatoio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande exchange
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            "SCHMIDT, ELLISON E MCNEALY"



            E chi sono? Mai sentiti nominare... :$

            come chi sono?

            1) Schmidt: dopo averlo preso nel c**o con la
            netscape perdendo miseramente la guerra dei
            browser con IE, si è riciclato come CEO di google

            2)Ellison: Capo di Oracle e da sempre nemico di
            Bill Gates. Tutti (non me) odiano Bill Gates per
            la sua ricchezza, tuttavia non sanno o fanno
            finta di non sapere che Larry Ellison è l'uomo
            più ricco del mondo e ha una smodata passione per
            la Coppa America dove continua a prendere
            randellate sul groppone dal team Alinghi. Si dice
            che sia uno dei finanziatori della Mozilla
            Foundation e google.

            3)Mc Nealy: CEO di Sun e come Ellison, odia Bill
            Gates come non mai. E' il più subdolo dei tre
            perché dietro un sorriso mascellare si nasconde
            il finanziatore occulto della Mozilla Foundation,
            della poderosa scalata di google in borsa, e del
            "software" openoffice.cesso ovvero la versione
            2005 del poderoso programma di dattilografia
            wordstar.

            Con questo ho detto tutto e finalmente si capisce
            chi sono i dragasaccocce. Specie i 2) e 3) stanno
            facendo un gioco sporchissimo, vogliono dar
            fastidio a Microsoft sfruttando l'immagine che
            google si è fatta (o hanno voluto far fare) tra
            l'utenza del web. Sicuramente se anche questa
            volta avranno la peggio vedrete che fine farà
            gugle. Finirà nel dimenticatoio.Dovresti cambiare pusher, la roba che ti vende è veramente orrenda...
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande exchange
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo






            "SCHMIDT, ELLISON E MCNEALY"





            E chi sono? Mai sentiti nominare... :$



            come chi sono?



            1) Schmidt: dopo averlo preso nel c**o con la

            netscape perdendo miseramente la guerra dei

            browser con IE, si è riciclato come CEO di
            google



            2)Ellison: Capo di Oracle e da sempre nemico di

            Bill Gates. Tutti (non me) odiano Bill Gates per

            la sua ricchezza, tuttavia non sanno o fanno

            finta di non sapere che Larry Ellison è l'uomo

            più ricco del mondo e ha una smodata passione
            per

            la Coppa America dove continua a prendere

            randellate sul groppone dal team Alinghi. Si
            dice

            che sia uno dei finanziatori della Mozilla

            Foundation e google.



            3)Mc Nealy: CEO di Sun e come Ellison, odia Bill

            Gates come non mai. E' il più subdolo dei tre

            perché dietro un sorriso mascellare si nasconde

            il finanziatore occulto della Mozilla
            Foundation,

            della poderosa scalata di google in borsa, e del

            "software" openoffice.cesso ovvero la versione

            2005 del poderoso programma di dattilografia

            wordstar.



            Con questo ho detto tutto e finalmente si
            capisce

            chi sono i dragasaccocce. Specie i 2) e 3)
            stanno

            facendo un gioco sporchissimo, vogliono dar

            fastidio a Microsoft sfruttando l'immagine che

            google si è fatta (o hanno voluto far fare) tra

            l'utenza del web. Sicuramente se anche questa

            volta avranno la peggio vedrete che fine farà

            gugle. Finirà nel dimenticatoio.


            Dovresti cambiare pusher, la roba che ti vende è
            veramente orrenda...non tutti possono avere la dimestichezza tipica del linaro con certe faccende
  • Anonimo scrive:
    Open Sorcio non significa GRATIS
    Ormai dovrebbe esser chiaro a tutti - che ai detrattori interessati.Open Sorcio NON significa GRATIS!Open Sorcio significa che costa di - sicuramente, ma non GRATIS.Non fate i PEZZENTI dopo ache vi siete fatti DRAGARE x 15 anno dalla MicroZoZZ adesso che passate a LINUX volete fare i portoghesi?!VERGONA! Dovete PAGARE e SOSTENERE la Comunità Open Sorcio.E comunque il costi inferiori dei SO/SW Open Sorcio non sono il punto di forza x migrare da altro WC-Closed!I VERI punti di forza sono sicurezza, scalabilità, Open-Standard, interoperabilità, vasta scelta, immediati bug-fix, virus fuori dalle bale, licenza GPL o derivate che non sono le licenze CAPESTRO dei quelli del WC-Closed, e una vasta Comunità Open Sorcio mondiale 24/h su 24h sempre a disposizione x migliorare i prodotti Open Sorcio e infine, costi sicuramente inferiori.Solo i PEZZENTI e i PRETORIANI collegano ancora l' Open Sorcio al AGGRATISSE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Open Sorcio non significa GRATIS
      ma come parli? la smetti, per favore?
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Sorcio non significa GRATIS
        - Scritto da: Anonimo
        ma come parli? la smetti, per favore?Parlo come magno. E te?Scommetto che non dici nemmeno che vai al cesso perchè sei schizzinosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Sorcio non significa GRATIS
          allora magni proprio male, tipo dalle orecchie.non è per la schizzinoseria, è che proprio non si sa che lingua è.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Sorcio non significa GRATIS
            - Scritto da: Anonimo
            allora magni proprio male, tipo dalle orecchie.
            non è per la schizzinoseria, è che proprio non si
            sa che lingua è.Ciao. Buonanotte. Te devi essere un PRETORIANO Oxfordiano doc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Sorcio non significa GRATIS
            ad esempio: che vuol dire PRETORIANO?
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Sorcio non significa GRATIS
            - Scritto da: Anonimo
            ad esempio: che vuol dire PRETORIANO?vuoi dire che non conosci la storia?Tipo... la guardia personale dell'imperatore romano?
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Sorcio non significa GRATIS
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ad esempio: che vuol dire PRETORIANO?

            vuoi dire che non conosci la storia?
            Tipo... la guardia personale dell'imperatore
            romano?E l' "imperatore" nel caso specifico è ovviamente il DRAGASACCOCCE di REDMOND...alias Bill Gates.Dove "DRAGASACCOCCE" significa una che se sà che hai anche 1 solo dollaro in tasca ti ci infila le mani dentro e non è contento finch' è non ti vede al verde e convinto che hai fatto un affare a comprare la sua robaccia.Insomma,....ti DRAGA le saccocce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Open Sorcio non significa GRATIS
      - Scritto da: Anonimo
      Ormai dovrebbe esser chiaro a tutti - che ai
      detrattori interessati.
      Open Sorcio NON significa GRATIS!
      Open Sorcio significa che costa di - sicuramente,
      ma non GRATIS.L'avete pompata voi sta cosa del prezzo delle licenze...
      Non fate i PEZZENTI dopo ache vi siete fatti
      DRAGARE x 15 anno dalla MicroZoZZ adesso che
      passate a LINUX volete fare i portoghesi?!
      VERGONA! Dovete PAGARE e SOSTENERE la Comunità
      Open Sorcio.Se devo pagare voglio risultati immediati, non ore passate nei forum
      E comunque il costi inferiori dei SO/SW Open
      Sorcio non sono il punto di forza x migrare da
      altro WC-Closed!
      I VERI punti di forza sono sicurezza,come no, più si diffonde e più vengono fuori i bachi
      scalabilità, si certo, se uso solo le stesse distribuzioni
      Open-Standard, che hanno anche i sistemi closed
      interoperabilità,della serie: scambio il computer con l'amico vediamo se riusciamo a farlo andare?
      vasta scelta,anche troppa, bastano due tre cose fatte bene
      immediati bug-fix, dei bug trovati dai "buoni", tramite il codice sorgente è molto più facile per i"cattivi" trovare buchi e tenerseli per sè.
      virus fuori
      dalle bale,qua haiu ragione, per adesso...
      licenza GPL o derivate che non sono
      le licenze CAPESTRO dei quelli del WC-Closed, e
      una vasta Comunità Open Sorcio mondiale 24/h su
      24h sempre a disposizione x migliorare i prodotti
      Open Sorcio e infine, costi sicuramente
      inferiori.lasciamo perdere le licenze, c'è chi ha già fatto marcia indietro e ne vedreme ancora delle belle.
      Solo i PEZZENTI e i PRETORIANI collegano ancora
      l' Open Sorcio al AGGRATISSE.E' vero.
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Sorcio non significa GRATIS
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ormai dovrebbe esser chiaro a tutti - che ai

        detrattori interessati.

        Open Sorcio NON significa GRATIS!

        Open Sorcio significa che costa di -
        sicuramente,

        ma non GRATIS.

        L'avete pompata voi sta cosa del prezzo delle
        licenze...Nessun pumping: leggi le licenze open e vedrai che non hai alcun obbligo. Ergo: il gratis c'è e ci rimarrà

        licenza GPL o derivate che non sono

        le licenze CAPESTRO dei quelli del WC-Closed, e

        una vasta Comunità Open Sorcio mondiale 24/h su

        24h sempre a disposizione x migliorare i
        prodotti

        Open Sorcio e infine, costi sicuramente

        inferiori.

        lasciamo perdere le licenze, c'è chi ha già fatto
        marcia indietro e ne vedreme ancora delle belle.le marce indietro sono ammesse. Ma il codice resta a disposizione e gratis
    • Solvalou scrive:
      Re: Open Sorcio non significa GRATIS
      Stai usando il termine open source al posto di "free software", che non sono sinonimi, e già questo non ti rende il miglior riferimento per parlare di questi temi.In secondo luogo ci sono molti modi di contribuire ad un progetto di software libero, fare testing, contribuire documentazione, bug reports accurati, quindi il discorso puramente monetario che fai e' incompleto. Anche perche' ci sono sviluppatori a cui serve il software che stanno portando avanti e quindi lavorano anche gratis. Ci guadagnano lo stesso perche' il contributo della comunita' al singolo e' sempre molto maggiore del contributo in verso opposto.In terzo luogo se vogliamo proprio discutere se sia meglio pagare per avere la licenza d'uso di un software senza garanzie con supporto lasciato al buon cuore della software house o avere la proprieta' del software senza garanzie e opzionalmente pagare per avere supporto, magari con scelta tra piu' soggetti che possono offrire lo stesso servizio...
  • Anonimo scrive:
    Serio: quale alternativa a Exchange etc.
    Exchange 2003 + SharePoint 2003 + Office 2003 + Live Communication Server + ... sulla piattaforma Windows sono la soluzione collaborativa di Microsoft. Qualcuno sa indicarmi una soluzione alternativa basata su software open source e free (anche nel senso di free beer)?Ovviamente non free ci sono sia Lotus Notes/Domino (anche se in dismissione) e IBM Workplace, ma io vorrei identificare una vera alternativa free.
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      Come al solito quando c'è da dare una mano i linari latitano......get the facts!
      • Anonimo scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange
        - Scritto da: Anonimo
        Come al solito quando c'è da dare una mano i
        linari latitano...
        ...get the facts!In effetti... sono un po' deluso. Speravo con questa mia domanda di avere qualche indicazione utile ma così non è stato. Vorrà dire che continuerò ad utilizzare con i miei clienti la roba M$ o IBM.
        • Anonimo scrive:
          Re: Serio: quale alternativa a Exchange
          - Scritto da: Anonimo
          In effetti... sono un po' deluso. Speravo con
          questa mia domanda di avere qualche indicazione
          utile ma così non è stato. Vorrà dire che
          continuerò ad utilizzare con i miei clienti la
          roba M$ o IBM.Ottimo: mantenendoti coi prezzi alti di robba MS, i tuoi clienti potranno giovarsi di consulenti in software Open Source che proporranno loro il giusto risparmio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Serio: quale alternativa a Exchange
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            In effetti... sono un po' deluso. Speravo con

            questa mia domanda di avere qualche indicazione

            utile ma così non è stato. Vorrà dire che

            continuerò ad utilizzare con i miei clienti la

            roba M$ o IBM.

            Ottimo: mantenendoti coi prezzi alti di robba MS,
            i tuoi clienti potranno giovarsi di consulenti in
            software Open Source che proporranno loro il
            giusto risparmio.
            se lo propongono come hanno proposto alternative qui siamo a cavallo
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      - Scritto da: Anonimo
      Exchange 2003 + SharePoint 2003 + Office 2003 +
      Live Communication Server + ... sulla
      piattaforma Windows sono la soluzione
      collaborativa di Microsoft.

      Qualcuno sa indicarmi una soluzione alternativa
      basata su software open source e free (anche nel
      senso di free beer)?

      Ovviamente non free ci sono sia Lotus
      Notes/Domino (anche se in dismissione) e IBM
      Workplace, ma io vorrei identificare una vera
      alternativa free.
      Domino per linux e' free.
      • Anonimo scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange
        Sei sicuro ?
      • Tasslehoff scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange

        Domino per linux e' free.Ahahhaah bella questa :)))La licenza c'è e si paga, e viste le feature e la longevità del prodotto è giusto anche che si paghi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange
        Si gratis dopo che è fallito per manifesta incapacità del prodotto di soddisfare le esigenze dei clienti.
    • Tasslehoff scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange

      Ovviamente non free ci sono sia Lotus
      Notes/Domino (anche se in dismissione)dismissione? Ma che scherziamo?Ma se IBM ha appena lanciato in pompa magna Domino 7 con un evento galattico, alla presentazione c'erano pure le persone pressate in piedi da quanta gente c'era, altro che smau...E' curioso però, ci sono aziende che campano ancora con Domino 5.x e nonostante sia passato "un secolo" continuano a uscire fixes, non parliamo poi della 6.x o del nuovo 7.x... addirittura ci sono ancora aziende che usano la 4.6...
      • Anonimo scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange
        - Scritto da: Tasslehoff

        Ovviamente non free ci sono sia Lotus

        Notes/Domino (anche se in dismissione)

        dismissione? Ma che scherziamo?Dismissione!!! Il lancio del 7 è dovuto al fatto che il Workplace per il momento non se lo fila nessuno ma è lì che devi andare.
        • opazz scrive:
          Re: Serio: quale alternativa a Exchange

          Domino 7 l'ho già in produzione sui miei server
          ma il supporto DB2 non ce l'ho?Dipende.. Se hai migrato da 6.x quasi certamente stai con gli NSF, altrimenti se sei nativo da 7 hai direttamente DB2 a men di impostazione contraria in fase di installazione.
          Ma Domino (o Workplace) deve essere usato per
          questo tipo di applicazioni! Altrimenti un bel
          WebSphere Portal o Application Server con
          interfaccia web o Java (magari su Eclipse) sono
          più adatti.
          Tra parentesi DB2 è il top!!!Pienamente daccordo con te in entrambe le affermazioni.
          Perchè Workplace (con il Rich Client o senza) non
          lo è? O un Workplace Express?
          Vedere il Workplace come un sostituto di office
          mi pare un po' riduttivo. E' un sostituto del
          desktop, del client Notes e dell'Office. Un
          obiettivo ben ampio.Si mi sono espresso male, ma volevo intendere proprio questo. Ovvero un bell'obbiettivo, ma difficile da fare comprendere a molti.. Workplace, non è solo collaborware MA MOLTO ALTRO.
          Un Workplace Rich Client basato su Eclipse non mi
          pare molto stupido.Anche qui mi sa che mi son espresso male.. Proprio perchè Workplace è la sostituzione di tutto quello che giustamente dici in precedenza, CONCETTUALMENTE (visto che mi pare che conosci bene il mondo IBM) si è basata sulla gerarchia degli AS400 / i5.. Ovvero mega server dove gira questo stupendo applicativo, e i client seppur robusti, però sono "stupidi" perchè non necessitano alcun software installato, ma lavorano solamente con un browser.
          Perchè Domino non può durare. O a IBM riesce la
          manovra del rich client (che rende irrilevante il
          s.o. del desktop) o ci troveremo tutti ad
          utilizzare Windows + Outlook + Office + Groove +
          Sharepoint + LCS + tutto il resto che BillG ci
          vorrà dare. Devo dire, che mi fa riflettere questa affermazione. In effetti ha un suo filo logico e "strategico" non indifferente. Da questo punto di vista non posso darti torto.
          Non è che Domino + DB2 sia tanto piccolo! Quello
          che serve è un Workplace Express con il rich
          client.Beh si...
          E' comunque per queste ragioni che io sono
          pessimista. Penso che M$ riuscirà a dominare sui
          clienti medio/piccoli. Non è un caso che cerchi
          alternative open source e free. OpenSource ma non free, potrei indicarti l'uso combinato di evolution + openexchange.P.S.Questo "dibattito" è la dimostrazione che quando non trovi un troll, ma invece una persona preparata, si trovano ottimi spunti di riflessione anche con gli "anonimi". Grazie e complimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      http://www.novell.com/it-it/products/groupwise/features.htmlnon e' free ma e' Open il sever ti costa pococ'e' gente che ci ha attaccato 20.000 utenti e dice che funziona ..fai te ..... 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange

      Exchange 2003 + SharePoint 2003 + Office 2003 +
      Live Communication Server + ... sulla
      piattaforma Windows sono la soluzione
      collaborativa di Microsoft.

      Qualcuno sa indicarmi una soluzione alternativa
      basata su software open source e freeEhm....stai facendo lo grosso sbaglio di elencare prodotti che molti Linari (io per primo, ammetto) non sanno cosa siano ne cosa fanno. Se elenchi le funzionalità che vuoi, qualcuno ti potrà suggerire soluzioni free, ma non aspettarti che elencando prodotti dai nomi esotici (inventati per puro scopo mercantile) tu possa ottenere risposta dall'"altra sponda".Detlef
      • Anonimo scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange
        - Scritto da: Anonimo

        Exchange 2003 + SharePoint 2003 + Office 2003 +

        Live Communication Server + ... sulla

        piattaforma Windows sono la soluzione

        collaborativa di Microsoft.



        Qualcuno sa indicarmi una soluzione alternativa

        basata su software open source e free

        Ehm....stai facendo lo grosso sbaglio di elencare
        prodotti che molti Linari (io per primo, ammetto)
        non sanno cosa siano ne cosa fanno. Se elenchi le
        funzionalità che vuoi, qualcuno ti potrà
        suggerire soluzioni free, ma non aspettarti che
        elencando prodotti dai nomi esotici (inventati
        per puro scopo mercantile) tu possa ottenere
        risposta dall'"altra sponda".A parte il fatto che per elencare le funzionalità ci metterei giorni, sono basito! Quando si criticano i concorrenti si dovrebbero conoscere i loro prodotti. Quello che mi stai dicendo è che i Linari non conoscono i prodotti M$. E allora come fanno a criticare così pesantemente i prodotti? Non parlano a ragion veduta!Comunque in casa IBM ci sono Domino e Workplace che hanno funzionalità equivalenti.
        • opazz scrive:
          Re: Serio: quale alternativa a Exchange
          Imho:Alternative "COMMERCIALI" almeno un paio...IBM Domino (mettiamoci pure Workplace)Novell GroupWiseAlternative "OpenSource"OpenExchangeUna soluzione di un qualsiasi MTA + PHPGroupwarePHPGroupWare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      SuSE Linux OpenExchange, puo' essere integrato

      con qualsiasi server LDAP per creare directory

      azeindali e con centinaia di altri prodotti.



      Per quanto riguarda i semplici MTA o gestori di

      protocolli POP3 e IMAP in Linux non c'e' che

      l'imbarazzo della scelta.

      La posta e basta non mi interessa.infatti sopra la citazione delle funzionalità di posta c'era anche scritto."SuSE Linux OpenExchange, puo' essere integratocon qualsiasi server LDAP per creare directoryaziendali e con centinaia di altri prodotti."

      Sinceramente non trovo sbalgiato nessuno dei

      approcci anche se personalmente preferisco
      quello

      Linux. Non per questo disdegno anchele soluzioni

      MS che in alcuni scenari sono sicuramente

      vincenti

      Quindi mi stai dicendo che secondo te se voglio
      le funzionalità collaborative dei vari prodotti
      devo prendermi MS.No, vuol dire che su Linux hai più scelta tra i software integrabili.MS invece integra i suoi prodotti solo con i propri
    • localhost scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      - Scritto da: Anonimo
      Exchange 2003 + SharePoint 2003 + Office 2003 +
      Live Communication Server + ... sulla
      piattaforma Windows sono la soluzione
      collaborativa di Microsoft.
      Andiamo per gradi:Exchange: open-xchange, kolab, opengroupware.org, Sharepoint: Joomla, Typo3, Mambo, PHPNuke, Postnuke (e ho citato solo quelli in PHP)Office: Openoffice, KofficeLive communication server (premetto che non sapevo nemmeno cosa fosse): jabber
      Qualcuno sa indicarmi una soluzione alternativa
      basata su software open source e free (anche nel
      senso di free beer)?

      Ovviamente non free ci sono sia Lotus
      Notes/Domino (anche se in dismissione) e IBM
      Workplace, ma io vorrei identificare una vera
      alternativa free.
      Come vedi i prodotti ci sono tutti, sicuramente non li ho citati tutti (alcuni, come typo3, sono di gran lunga superiori a prodotti commerciali dello stesso genere). Ok, manca l'integrazione perchè si tratta di progetti portati avanti in modo separato, però stanno iniziando un po' alla volta ad avvicinarsi.Logico che Microsoft e IBM hanno la forza economica per sostenere immensi team di sviluppo e guidare l'integrazione dei propri prodotti. Lo sviluppo open source, gratuito e volontario, merita un minimo di indulgenza in più, che non sono invece assolutamente disposto a concedere a software commerciali a pagamento.
      • localhost scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange
        Mi quoto da solo
        Live communication server (premetto che non
        sapevo nemmeno cosa fosse): jabber
        Ok, mi sono informato, trattasi di un banalissimo server SIP con qualche microscopica estensione (il server ser, SIP express router, è molto più potente). A volte i vendor sono molto fantasiosi nel descrivere le loro implementazioni degli standard.
      • Anonimo scrive:
        Re: Serio: quale alternativa a Exchange

        Sharepoint: Joomla, Typo3, Mambo, PHPNuke,
        Postnuke (e ho citato solo quelli in PHP)Scusa, ma cosa ha in comune Sharepoint con gli altri prodotti che hai citato.O non hai mai visto sharepoint, o c'e' un refuso...L'unica alternativa a sharepoint, anche se in realtà dovrei dire a STS, è Workplace di IBM, che fa alcune cose ma è arrivato in ritaro di 2 anni sul mercato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      Stai chiedendo nel forum sbagliato. Dubito che qui qualcuno conosca bene anche solo 1 dei prodotti che hai citato. Quindi difficilmente potranno consigliarti su un'alternativa open source o gratuita.La risposta alla tua domanda comunque è molto semplice, non ci sono prodotti gratuiti o open source di tale portata. Stanno arrivando alcuni cloni di Exchange 5.5, ma al momento niente di paragonabile a quanto hai citato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Serio: quale alternativa a Exchange
      Non conosco Sharepoint ne' il Live Communication Server, pero' ti consiglio di dare un'occhiata a Kerio www.kerio.com.Mailserver, Webmail, Faxserver, Groupware. Compatibile con Outlook. Funziona sotto Linux o sotto Windows indifferentemente con gli stessi files di configurazione. Costa poco.Leto
  • Anonimo scrive:
    migra e PAGA. Oppure...
    passa a linux e ai suoi innumerevoli sistemi di postaprezzo. ZERO euro
    • Anonimo scrive:
      Re: migra e PAGA. Oppure...
      - Scritto da: Anonimo***Stacco pubblicitario***
      passa a linux e ai suoi innumerevoli sistemi di
      posta

      prezzo. ZERO euro***Fine pubblicità***
      • Anonimo scrive:
        Re: migra e PAGA. Oppure...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        ***Stacco pubblicitario***

        passa a linux e ai suoi innumerevoli sistemi di

        posta



        prezzo. ZERO euro
        ***Fine pubblicità***Inizio Rosick.
        • Anonimo scrive:
          Re: migra e PAGA. Oppure...
          Si vede proprio che non sai assolutamento che cosa è Microsoft exchange Server.Informati e poi ne riparliamo!
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            Evidentente credono che exchange server sia una solo ed unicamente un server di posta elettronica!Sono d'accordo sui costi esagerati di alcuni prodotti, ma non lo sono quando paragoniamo un prodotto di groupware quale Microsoft Exchange ad un comunissimo server di posta elettronica. :@ Concordo quello che sostieni quando dici informati e poi ne parliamo.. Ho diversi amici che prima erano convintissimi di linux. Non facevano altro che parlare dire male di M$ ma, quando sono riuscito a fargli vedere che cosa è un sistema Microsoft gestito e configurato da persone che se ne intendono veramente, sono rimasti piutosto malino... e da quel giorno non li sento più dire nulla... anzi mi chiedono informazioni su come si fa quello e quest'altro perchè hanno scoperto un'altro modo di lavorare con i server che prima neanchè se lo immaginavano e lo sapere perchè....Perchè molte persone dicono le cose solo per sentito dire... ma non conosco bene ne uno ne l'altro dei sistemi. L'unica cosa certa che credono di sapere (Illusi) è quella che Linux è GRATIS!!!!! solo perchè puoi scaricarlo dalla rete.....Sappiamo tutti cosa significa TCO vero?A voi la palla
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Evidentente credono che exchange server sia una
            solo ed unicamente un server di posta
            elettronica!
            Sono d'accordo sui costi esagerati di alcuni
            prodotti, ma non lo sono quando paragoniamo un
            prodotto di groupware quale Microsoft Exchange ad
            un comunissimo server di posta elettronica. :@
            Concordo quello che sostieni quando dici
            informati e poi ne parliamo..
            Ho diversi amici che prima erano convintissimi di
            linux. Non facevano altro che parlare dire male
            di M$ ma, quando sono riuscito a fargli vedere
            che cosa è un sistema Microsoft gestito e
            configurato da persone che se ne intendono
            veramente, sono rimasti piutosto malino... e da
            quel giorno non li sento più dire nulla... anzi
            mi chiedono informazioni su come si fa quello e
            quest'altro perchè hanno scoperto un'altro modo
            di lavorare con i server che prima neanchè se lo
            immaginavano e lo sapere perchè....

            Perchè molte persone dicono le cose solo per
            sentito dire... ma non conosco bene ne uno ne
            l'altro dei sistemi.
            L'unica cosa certa che credono di sapere (Illusi)
            è quella che Linux è GRATIS!!!!! solo perchè puoi
            scaricarlo dalla rete.....
            Sappiamo tutti cosa significa TCO vero?si un'invenzione dell'uffcio marketing DEL DRAGASAcCOCCIEPRETORIANO TORNA A LAVORARE

            A voi la palla

          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Evidentente credono che exchange server sia una
            solo ed unicamente un server di posta
            elettronica!
            Sono d'accordo sui costi esagerati di alcuni
            prodotti, ma non lo sono quando paragoniamo un
            prodotto di groupware quale Microsoft Exchange ad
            un comunissimo server di posta elettronica. :@ niente che non si possa fare con un server+un groupware tra i tanti del mondo open source (vedi PhpProjekt, phpgroupware...)e il costo rimane ZERO euro
            Concordo quello che sostieni quando dici
            informati e poi ne parliamo.. informatevi voi sulle varie possibilità
            Perchè molte persone dicono le cose solo per
            sentito dire... ma non conosco bene ne uno ne
            l'altro dei sistemi. anche a parità di prestazioni, Linux+FOSS costa ZERO euro
            Sappiamo tutti cosa significa TCO vero?ma evidentemente scordi il TCO esorbitante dei virus+worm+dialer+... di windowse anche su questo punto il costo di linux+FOSS è ZERO euro
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            PhpProjekt? Phpgroupware? Sarà tutto software splendido, però non hai mai visto Exchange Server...Ciao- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Evidentente credono che exchange server sia una

            solo ed unicamente un server di posta

            elettronica!

            Sono d'accordo sui costi esagerati di alcuni

            prodotti, ma non lo sono quando paragoniamo un

            prodotto di groupware quale Microsoft Exchange
            ad

            un comunissimo server di posta elettronica. :@


            niente che non si possa fare con un server+un
            groupware tra i tanti del mondo open source (vedi
            PhpProjekt, phpgroupware...)

            e il costo rimane ZERO euro


            Concordo quello che sostieni quando dici

            informati e poi ne parliamo..

            informatevi voi sulle varie possibilità


            Perchè molte persone dicono le cose solo per

            sentito dire... ma non conosco bene ne uno ne

            l'altro dei sistemi.

            anche a parità di prestazioni, Linux+FOSS costa
            ZERO euro


            Sappiamo tutti cosa significa TCO vero?

            ma evidentemente scordi il TCO esorbitante dei
            virus+worm+dialer+... di windows

            e anche su questo punto il costo di linux+FOSS è
            ZERO euro




          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            PhpProjekt? Phpgroupware? Sarà tutto software
            splendido, però non hai mai visto Exchange
            Server...oppure tu non hai visto PhpProjekt, Phpgroupware, ecce ripeto che si tratta di qualcosa a costo FOSS = stesse funzionalità di software commerciale a prezzo ZEROTu però intanto paga, paga....
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            Mi spiace,non hanno le stesse funzionalità; sono web-based e devi tenere conto delle necessità che hai quando sei off-line, con la possibilità di sincronizzare al tuo rientro on-line...- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            PhpProjekt? Phpgroupware? Sarà tutto software

            splendido, però non hai mai visto Exchange

            Server...

            oppure tu non hai visto PhpProjekt, Phpgroupware,
            ecc

            e ripeto che si tratta di qualcosa a costo
            FOSS = stesse funzionalità di software
            commerciale a prezzo ZERO

            Tu però intanto paga, paga....
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Mi spiace,
            non hanno le stesse funzionalità; sono web-basedquesto non è un difetto, ma un pregio
            e devi tenere conto delle necessità che hai
            quando sei off-line, e quando, di grazia sei off-line?non mi dire che per comprarti Exchange devi rinunciare al collegamento a internet dal portatile
            con la possibilità di
            sincronizzare al tuo rientro on-line...con un collegamento continuo non sei mai off-linele tue "funzionalità" non servonoTu però intanto paga, paga....
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            Vedi che non vuoi capire...linaro, documentati, vai a lavorare e poi capirai...- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Mi spiace,

            non hanno le stesse funzionalità; sono web-based

            questo non è un difetto, ma un pregio


            e devi tenere conto delle necessità che hai

            quando sei off-line,

            e quando, di grazia sei off-line?

            non mi dire che per comprarti Exchange devi
            rinunciare al collegamento a internet dal
            portatile


            con la possibilità di

            sincronizzare al tuo rientro on-line...

            con un collegamento continuo non sei mai off-line

            le tue "funzionalità" non servono

            Tu però intanto paga, paga....
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Vedi che non vuoi capire.....di pagare per quello che ho gratuitamente?è vero, no, non voglio "capire"
            linaro, documentati, vai a lavorare e poi
            capirai...uso strumenti da LINARO per lavoro, e ne faccio vantoI miei clienti non hanno a che lamentarsi, dato che non faccio pagare loro lo scotto del monopolioComunque noto che non hai ribattuto a nessuna delle mie osservazioni.Non hai argomenti, ma solo vuoto di parole
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Tanto la SAN
            dovevamo comprarla comunque, quindi....qiundi è un caso limite, il tuo
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Se avessimo adottato Linux, avremmo risparimiato
            il 5% sul software ma avremmo perso in costi di
            gestione per circa 800.000 euro. Tanto la SAN
            dovevamo comprarla comunque, quindi....Costi per 800K euro per gestire una roba del genere???? E chi volevi mettere a contratto, 10 sysadm a tempo pieno? Ma non diciamo stronzate... Basta una persona skillata per mettere in piedi e mantenere una cosa del genere, diciamo piuttosto che non hai gli skill e ti ci sarebbe voluto un anno per raccapezzarti. Ma fa sempre molto meno di 800K. Poi il 5%? Considerato COSA costa EMC, il 5% in termini assoluti e' una signora cifra, che sarebbe entrata in tasca al consulente e non alla MS. Diciamo invece che molta gente, che non ha skill di alcun tipo, spera di farsi parare il culo nelle soluzioni dai vendor e semplificarsi l'esistenza. Ma al 90% finisce male... Ne ho viste di blasonate SPA () mandare in giro truppe di supposti (e supponenti) system integrator e tecnici che avrebbero fatto meglio ad andare a zappare la terra... I risultati poi si sono visti a regime.
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            - Scritto da: Anonimo
            Evidentente credono che exchange server sia una
            solo ed unicamente un server di posta
            elettronica!No, e' un pachiderma, comunque ha un sacco di belle funzionalita'.
            Sono d'accordo sui costi esagerati di alcuni
            prodotti, ma non lo sono quando paragoniamo un
            prodotto di groupware quale Microsoft Exchange ad
            un comunissimo server di posta elettronica. :@
            Concordo quello che sostieni quando dici
            informati e poi ne parliamo..
            Ho diversi amici che prima erano convintissimi di
            linux. Non facevano altro che parlare dire male
            di M$ ma, quando sono riuscito a fargli vedere
            che cosa è un sistema Microsoft gestito e
            configurato da persone che se ne intendono
            veramente, sono rimasti piutosto malino... e da
            quel giorno non li sento più dire nulla... anzi
            mi chiedono informazioni su come si fa quello e
            quest'altro perchè hanno scoperto un'altro modo
            di lavorare con i server che prima neanchè se lo
            immaginavano e lo sapere perchè....Tutti sistemisti immagino....
            Perchè molte persone dicono le cose solo per
            sentito dire... ma non conosco bene ne uno ne
            l'altro dei sistemi.
            L'unica cosa certa che credono di sapere (Illusi)
            è quella che Linux è GRATIS!!!!! solo perchè puoi
            scaricarlo dalla rete...Vedi sopra.
            Sappiamo tutti cosa significa TCO vero?

            A voi la pallaLa cosa che piu' indigna e' che se sei un sistemista certe affermazioni non ti fanno onore. Un sistemista non esclude a priori un sistema, valuta le necessita' e applica la soluzione migliore che conosce.Per impressionare un utente desktop con un server MS non e' che ci voglia tanto, piu' difficile impressionare qualcuno che con i server e i diversi sistemi ci lavora.Tu conosci solo Microsoft?
          • Anonimo scrive:
            Re: migra e PAGA. Oppure...
            Pachiderma, non credo..... Forse non lo conosci:1) Come protocol engine ha IIS 6.0 (esteso, ovviamente)2) Come directory service ha Active Directory.Di suo è solo uno storage engine con qualche altra funzionalità.
      • Anonimo scrive:
        Re: migra e PAGA. Oppure...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        ***Stacco pubblicitario***

        passa a linux e ai suoi innumerevoli sistemi di

        posta



        prezzo. ZERO euro
        ***Fine pubblicità***PS: anche la pubblicita è a zero euro
    • Anonimo scrive:
      Re: migra e PAGA. Oppure...
      - Scritto da: Anonimo
      passa a linux e ai suoi innumerevoli sistemi di
      posta

      prezzo. ZERO euroEh NO! ZERO Euro un par de bale!Dovete dare un sostegno economico alla Comunità Open Sorcio!Non fate i pezzenti!!
      • Anonimo scrive:
        Re: migra e PAGA. Oppure...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        passa a linux e ai suoi innumerevoli sistemi di

        posta



        prezzo. ZERO euro


        Eh NO! ZERO Euro un par de bale!
        Dovete dare ....non c'è scritto alcunché in merito sulle varie licenze FOSS.Comincia con il verbo "Volere", come in "vogliate dare..."
Chiudi i commenti