GameCube sotto i 200 euro

Come a rispondere al recentissimo ribasso di Xbox, Nintendo ha annunciato, a due sole settimane dal lancio, che taglierà il prezzo del GameCube del 20%. Si accende la guerra delle euro-console


Milano – A pochi giorni dal taglio di prezzo di Xbox, che già aveva suscitato clamore perché deciso poche settimane dopo il suo debutto in Europa , Nintendo ha deciso di sollevare ulteriore polvere dando una sforbiciata al prezzo del GameCube prima ancora che la sua nuova console venga rilasciata sul mercato europeo .

Fra gli analisti sembra esserci una sola certezza: una cosa così, nella storia delle console da gioco (e non solo di quelle), non s’era mai vista.

Ieri Nintendo ha infatti annunciato che il prezzo a cui verrà lanciata GameCube non sarà più di 249 euro bensì di 199 euro, corrispondente ad un taglio del 20%. Una mossa, quella di Nintendo Europe, che rende ancora più incandescente la guerra fra le tre console che si contendono il lucroso mercato dei videogame: Xbox, GameCube e Playstation 2.

?L?Europa è un mercato molto importante per Nintendo – ha affermato David Gosen, Managing Director di Nintendo Europe – e siamo determinati ad ottenere un successo senza precedenti. Il 3 maggio lanceremo l?unica console interamente dedicata ai giochi, il Nintendo GameCube, con una incredibile scelta di software sia per il lancio che per il seguito del 2002, ad un prezzo molto competitivo. Si tratta di una grande occasione per i consumatori e siamo sicuri che garantirà la continuazione del successo di Nintendo in Europa?.

Nintendo, che nella sola Gran Bretagna sostiene di aver già collezionato circa 30.000 prenotazioni, si è detta fiduciosa che il nuovo prezzo “contribuirà a far crescere la domanda con l?avvicinarsi della data di lancio”.

Ma perché questa brusca martellata al prezzo di quella che già era la console più economica sul mercato?


Gosen sostiene che questo improvviso taglio di prezzo, che giunge ad appena due settimane dal lancio del GameCube, non avrebbe nulla a che fare con la recente mossa con cui Microsoft ha portato il prezzo di Xbox a 299 euro, in linea con quello della Playstation 2 e pericolosamente vicino al precedente prezzo del GameCube.

E’ difficile credere che i due eventi non siano fra loro correlati, soprattutto per la loro stretta vicinanza temporale e per il fatto che nessun produttore si divertirebbe a cambiare in corsa il prezzo di un prodotto il cui lancio è atteso di lì a due settimane. Ma al di là della “marcatura a uomo” tipica di chi concorre sullo stesso mercato, alcuni analisti sono convinti che alla base di questi ribassi vi sia soprattutto la sensazione, ora confermata anche dall’andamento di Xbox, che il mercato europeo dei videogiochi, per quanto cresciuto d’importanza, sia stato sensibilmente sovrastimato.

A rendere questo crollo dei prezzi ancora più anomalo vi è anche il fatto che – altra novità assoluta – il prezzo europeo di Xbox e GameCube sarà inferiore a quello americano, rispettivamente di 299$ (335 euro) e di 199$ (223 euro).

Ora un po’ tutti si attendono che anche Sony, in reazione alle mosse delle sue due avversarie, decida a breve di ritoccare il prezzo della sua Playstation 2, una console che nonostante il suo anno e mezzo di anzianità (in Europa) si ritrova ora a costare quanto la più attrezzata e pimpante Xbox.

Per il giorno del lancio, Nintendo immetterà sul mercato europeo circa 500.000 unità, un numero che crescerà sino ad 1 milione di unità nelle settimane immediatamente successive al lancio. Lo stesso 3 maggio saranno inoltre disponibili più di venti videogiochi, che – secondo Nintendo – diventeranno 50 entro l?estate.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mhà!
    Certo che essere clienti della azienda implicata ora si rileverebbe pericoloso e poco edificante per qualsiasi azienda. Provate a leggere cosa scrivono (in fondo alla pagina) di potenziali o meno Clienti.http://www.gruppo2003.it/clienti.htmlPoi oggi dopo quello che è successo chi si metterebbe contro ad una giunta e ad un Sindaco.Era molto meglio che definivano la questione in via stragiudiziale.A meno che sia tutta una manovra publicitaria.
  • Anonimo scrive:
    sito di comune francavilla ancora chiuso
    visitando l'indirizzo http://www.comune.francavilla.ch.it/avrete ancora:"Questo sito è stato posto sotto sequestro dall'Autorità Giudiziaria, Provv. Trib. Pescara - RG 1072/02 del 18/04/2002, verbale di sequestro Uff. Giud. Pescara del 20-04-2002."
    • Anonimo scrive:
      Re: sito di comune francavilla ancora chiuso
      - Scritto da: beppe
      visitando l'indirizzo
      http://www.comune.francavilla.ch.it/

      avrete ancora:"Questo sito è stato posto
      sotto sequestro dall'Autorità Giudiziaria,
      Provv. Trib. Pescara - RG 1072/02 del
      18/04/2002, verbale di sequestro Uff. Giud.
      Pescara del 20-04-2002."prova a controllare con un browser diverso da quello che usi di solito, oppure a fare reload dopo aver visualizzato la pagina.magari hai qualche problema con la cache
    • Anonimo scrive:
      Re: sito di comune francavilla ancora chiuso
      Aggiorna la cache- Scritto da: beppe
      visitando l'indirizzo
      http://www.comune.francavilla.ch.it/

      avrete ancora:"Questo sito è stato posto
      sotto sequestro dall'Autorità Giudiziaria,
      Provv. Trib. Pescara - RG 1072/02 del
      18/04/2002, verbale di sequestro Uff. Giud.
      Pescara del 20-04-2002."
  • Anonimo scrive:
    Niente dissequestro, solo concessione
    Non c'e' stato nessun dissequestro, a quanto si apprende dall'ANSA (http://www.ansa.it/rubriche/internet/2002-04-23_120087.html).Il giudice avrebbe solamente concesso al comune di riattivare il dominio utilizzando un contenuto diverso dal precedente, mantenendo i sigilli sul contenuto originale, al centro della vicenda...Che, come giustamente dite, e' ancora tutta aperta!Saluti, Matteo
  • Anonimo scrive:
    E l'accessibilità?
    Ma flash non è un ostacolo al contenuto utilizzando lynks?
    • Anonimo scrive:
      Re: E l'accessibilità?
      ... beh, tutto sommato, se i contenuti sono ragionevolmente e sufficentemente duplicati all'esterno del filmato, flash e' un gradevole complemento.Il problema vero e proprio del sito e' che, come troppo spesso accade, ci si basa su quello che i programmi possono fare per noi...Prendete il codice sorgente della pagina e vedrete le "magie" che Fireworks riesce a compiere...Ottimo, ma.... e gli attributi ALT delle immagini, e la certificazione del contenuto del sito (http://www.icra.org/)???E, proprio in tema di accessibilita' ed usabilita', che cosa vedrebbe di questo "nuovo" sito un utente con browser testuale, o un ipovedente, o un motore di ricerca?!?E cosa ne trarrebbe fuori un sistema di lettura del contenuto?E lo standard del w3c sull'accessibilita' lo buttiamo nel cestino?!?Spero solo che gli amministratori non siano anche costretti a pagare una cosa cosi' poco professionale ad una societa' che li ha (volenti o nolenti) gia' messi nei casini!!!Vedremo!Saluti, Matteo
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'accessibilità?
        Caro Matteo se il sito è stato davvero ristutturato in 2 gg e gratuitamente penso che fireworks sia uno dei pochi strumenti utilizzabili. E' vero che non è conforme al w3c e tutto il resto ma penso che sia solo un problema temporaneo (diamogli una 30 di gg almeno), conoscendo come lavora la società in questione. Se così non fosse hai pienamente ragione. Ti rispondo qui anche sulla legge che ho citato erroneamente in quanto è la 633 del 1941 applicabile in questo contesto (come anche riportato da un giornale locale).Un saluto e buon lavoro a tutti :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: E l'accessibilità?
          Ciao la legge e' chiara,innanzi tutto grazie per la precisazione, cerchero' al piu' presto il testo corrispondente.Secondariamente potresti chiarirmi cosa intendi con "conoscendo come lavora la societa' in questione"?!?- Scritto da: la legge è chiara
          [...] E' vero che non è conforme al
          w3c e tutto il resto ma penso che sia solo
          un problema temporaneo (diamogli una 30 di
          gg almeno), conoscendo come lavora la
          società in questione.Saluti, Matteo
          • Anonimo scrive:
            Re: E l'accessibilità?
            semplicemente hanno realizzato un lavoro per la ditta di un parente stretto. Non dico l'url dato che qualcuno potrebbe tirar fuori qualche legge sulla pubblicità perchè non ho messo il logo "Messaggio Promozionale" ;-)))) Di questi tempi è meglio tenere d'occhio il codice civile e quant'altro :-)Ciao buone vacanze a tutti ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: E l'accessibilità?
            - Scritto da: la legge è chiara
            semplicemente hanno realizzato un lavoro per
            la ditta di un parente stretto. Non dico
            l'url dato che qualcuno potrebbe tirar fuori
            qualche legge sulla pubblicità perchè non ho
            messo il logo "Messaggio Promozionale"
            ;-)))) Di questi tempi è meglio tenere
            d'occhio il codice civile e quant'altro :-)
            Ciao buone vacanze a tutti ;-)Vabbe'... ovviamente come tu stesso puoi immaginare non ho capito molto...Se ti va di chiarire, sono qui!Saluti, Matteo
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'accessibilità?
        Caro Matteo, l'azienda nuova ha messo in piedi un sito con tutta una serie di funzioni in due giorni!!!!!Su...perdoniamo qualche rifinitura che sono sicuro faranno nei giorni a seguire!Perchè sei cosi ostico?Fai parte dell'opposizione del Comune in questione oppure ti stanno antipatici a priori i nuovi gestori?Quel sito non mi sembra affatto male!Fai il bravo!;-)
Chiudi i commenti