Germania, Apple può continuare a vendere

Sospesa la sentenza che prevedeva il bando di iPad e iPhone per la violazione di brevetti legati a 3G/UMTS: si tratta di standard tecnologici, quindi Motorola deve attendere che sia detta l'ultima parola prima di chiedere blocchi

Roma – Apple si è aggiudicata il nuovo round sul fronte tedesco dello scontro brevettuale che la vede contrapposta a Motorola: iPad e iPhone possono restare sugli scaffali.

Lo scontro tra le due ha al centro i brevetti legati al dispositivo di sblocco slide-to-unlock rivendicato da Apple e i titoli in possesso di Motorola Mobility legati al coordinamento via notifiche push di servizi di cloud-computing e soprattutto ai suoi brevetti relativi alla connessione 3G/UMTS: proprio in forza di questi aveva ottenuto un primo blocco dei prodotti con la Mela, già superato con una sentenza preliminare conseguente all’appello di Apple.

Proprio sulla scia di questa sentenza, la Corte superiore regionale di Karlsruhe ha ora deciso di respingere la richiesta di Motorola di veder bloccati i dispositivi con la Mela: le tecnologie contestate sono legate a standard tecnologici e in quanto tali soggetti a premure ulteriori. Per proseguire nell’azione si deve attendere la sentenza finale sul caso.

L’accortezza ulteriore è dovuta dunque non tanto alla valutazione dei possibili danni che la misura causerebbe ad Apple ma alla natura di standard tecnologici dei brevetti oggetto della denuncia , fattore a cui si è appellata Cupertino accusando Motorola di approfittare del sistema brevettuale non applicando la logica delle licenze FRAND ( fair, reasonable, and nondiscriminatory ). Si tratta di una questione praticamente identica a quella che ha portato le istituzioni europee ad aprire un’indagine nei confronti di Samsung e anche Microsoft ad accusare Motorola.

Nel frattempo, peraltro, Motorola stessa si è detta soddisfatta della sentenza della Corte di Karlsruhe, o almeno ha riferito di credere nella necessità di “ripagare gli inventori per le innovazioni” e che “la Corte di Appello tedesca ci dà ora ragione”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • melaok scrive:
    tutto si risolve
    E' allora? Sono sicuro che il mio padrone risolverà questo problema, è noto che il nostro giardino è sempre ben curato (apple)
  • max scrive:
    poco me ne cale...
    per quanto mi riguarda possono caricare e archiviare tutto quello che vogliono... tanto so io cosa voglio o non voglio che ci sia sul mio iphone... e tutto quello che c'è non è "sensibile". anche nella rubrica contatti non ho alcuna informazione se non i numeri di telefono. capirai... quanta gente ha il mio numero di telefono? e dopo che l'ha avuto? il mio server di posta non ha forse gli indirizzi email dei miei contatti?
    • kiromante scrive:
      Re: poco me ne cale...
      - Scritto da: max
      per quanto mi riguarda possono caricare e
      archiviare tutto quello che vogliono... tanto so
      io cosa voglio o non voglio che ci sia sul mio
      iphone... e tutto quello che c'è non è
      "sensibile". anche nella rubrica contatti non ho
      alcuna informazione se non i numeri di telefono.
      capirai... quanta gente ha il mio numero di
      telefono? e dopo che l'ha avuto? il mio server di
      posta non ha forse gli indirizzi email dei miei
      contatti?sei un genius?
  • HermanHesse Quello TOSTO! scrive:
    Solo una cosa
    Informatici (sperando che ce ne siano), impariamo una cosa: non fidiamoci del marketing, mai. Non fidimoci delle statistiche, mai.Possono essere pilotate, gonfiate, cambiano a seconda di chi le fa. Il marketing acceca la consapevolezza, come la religione.Sveglia, l'informatica è fatta di bit, non di parole, non di controlli di app o di "è magico". E nemmeno di "ne attiviamo 850.000 al giorno". Chi se ne frega?????Usate quello che volete (volere) usare. Steve Jobs ha detto (vabbè, lo ha detto per i suoi fini alla fin fine...) una cosa molto importante: "stay hungry stay foolish". Forse bisognerebbe estendere di più la cosa, oltre ad una mela, ad un robottino o a una finestra colorata...
    • kiromante scrive:
      Re: Solo una cosa
      - Scritto da: HermanHesse Quello TOSTO!
      Informatici (sperando che ce ne siano), impariamo
      una cosa: non fidiamoci del marketing, mai. Non
      fidimoci delle statistiche,
      mai.
      Possono essere pilotate, gonfiate, cambiano a
      seconda di chi le fa. Il marketing acceca la
      consapevolezza, come la
      religione.

      Sveglia, l'informatica è fatta di bit, non di
      parole, non di controlli di app o di "è magico".
      E nemmeno di "ne attiviamo 850.000 al giorno".
      Chi se ne
      frega?????

      Usate quello che volete (volere) usare.

      Steve Jobs ha detto (vabbè, lo ha detto per i
      suoi fini alla fin fine...) una cosa molto
      importante: "stay hungry stay foolish".


      Forse bisognerebbe estendere di più la cosa,
      oltre ad una mela, ad un robottino o a una
      finestra
      colorata...io ricordo che qualcuno più dotato cerebralmente di quel demente di jobs disse quella frase, ma siccome gli applefags osannano e si inginocchiano davanti a lui sembra che quella frase l'abbia inventata lui, l'ha solo copiata, come tutto il resto
    • aphex twin scrive:
      Re: Solo una cosa
      Questa volta ... tanto di cappello , QUOTO :)
      • HermanHesse Quello TOSTO! scrive:
        Re: Solo una cosa
        Si, peccato che esistono Ruppolo, FinalCut ed altri che applicano il paradigma "se c'è una mela funziona per forza ed è così. Amen."...
    • Funz scrive:
      Re: Solo una cosa
      - Scritto da: HermanHesse Quello TOSTO!
      Informatici (sperando che ce ne siano), impariamo
      una cosa: non fidiamoci del marketing, mai. Non
      fidimoci delle statistiche,
      mai.
      Possono essere pilotate, gonfiate, cambiano a
      seconda di chi le fa. Il marketing acceca la
      consapevolezza, come la
      religione.

      Sveglia, l'informatica è fatta di bit, non di
      parole, non di controlli di app o di "è magico".
      E nemmeno di "ne attiviamo 850.000 al giorno".
      Chi se ne
      frega?????

      Usate quello che volete (volere) usare. Certo, certo, però finché Apple era in testa come vendite, tutti i giorni sentivamo le lodi cantate a Jobs.Adesso chi se ne frega... complimenti per la coerenza alla macacheria tutta :p
      Steve Jobs ha detto (vabbè, lo ha detto per i
      suoi fini alla fin fine...) una cosa molto
      importante: "stay hungry stay foolish".Frase nonsense che piace tanto ai macachi :p
  • johnny il fenomeno scrive:
    A prescindere....
    A prescindere dagli aspetti tecnici, e' chiaro che qualunque documento, in un qualunque dispositivo connesso, e' a rischio(basta guardare il caso del XXXX di Scarlett Johansson). Siamo noi a dover avere sale in zucca; dobbiamo archiviare cio' che e' sensibile in device non collegati alla rete o come minimo criptarli.Ma esistono programmi di criptaggio per tablet e smartphone ???
    • Teo_ scrive:
      Re: A prescindere....
      - Scritto da: johnny il fenomeno
      Siamo noi a dover avere sale in zucca; dobbiamo
      archiviare cio' che e' sensibile in device non
      collegati alla rete o come minimo
      criptarli.

      Ma esistono programmi di criptaggio per tablet e
      smartphone
      ???Sì, ce ne sono diversi.
    • Simone scrive:
      Re: A prescindere....
      Va che il "dispositivo" non c'azzecca proprio..nel caso che citi si parla di "account email"!!!http://punto-informatico.it/3302752/PI/News/usa-mani-sul-cracker-dei-vip.aspx
  • Macacaro scrive:
    ma tanto... CIQ
    Tanto applicazioni come quella di CarrierIQ erano sì installate dalla fabbrica, ma disattivate.Ed è ora abbastanza chiaro che fosse impossibile attivare CIQ da remoto in modo che in maniera silente fungesse da cimice.Eh eh!Parola di Macacaro! ;)
  • say no scrive:
    toppa... magari una toppina...
    <i
    Apple sarebbe al corrente del problema e avrebbe in lavorazione una toppa per il buco </i
    ma sia chiaro eh, non una vera toppa... e meno che mai l'eliminazione alla radice dei/dei buco/i...non sia mai che apple possa rinunciare realmente e del tutto a fare i ca##i che vuole con i dispositivi e i dati dei suoi "clienti" (quelli che credono di essere utenti mentre sono i veri prodotti finali della mela marcia)i profitti dei grandi azionisti e il controllo sulle persone da parte delle polizie non apprezzerebbero delle toppe che davvero tappino i buchi...per cui, vai con una "toppina" di facciata e se ne riparla al prossima volta
  • ruppolo scrive:
    no no no
    è un fatto che non esiste, impossibile!!!!!parola di ruppolo 8)
    • bertuccia scrive:
      Re: no no no
      - Scritto da: ruppolo

      è un fatto che non esiste, impossibile!!!!!

      parola di ruppolo 8)ALLARME VIRUS!!!!11peccato che se fai il furbo,ti giochi la reputazione a vita, vedi path <b
      More than $1 million stolen from Android users in 2011, mobile threats to increase in 2012 </b
      http://www.bgr.com/2011/12/14/more-than-1-million-stolen-from-android-users-in-2011-mobile-threats-to-increase-in-2012/su iOS queste cose non succedono
      • Maxsix scrive:
        Re: no no no
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: ruppolo



        è un fatto che non esiste, impossibile!!!!!



        parola di ruppolo 8)

        ALLARME VIRUS!!!!11

        peccato che se fai il furbo,
        ti giochi la reputazione a vita, vedi path

        <b
        More than $1 million stolen from
        Android users in 2011, mobile threats to increase
        in 2012 </b


        http://www.bgr.com/2011/12/14/more-than-1-million-

        su iOS queste cose non succedonoSi bon, ok.Ma, da utente Apple mi faccio una domanda.Che razzo stanno facendo quelli deputati al controllo delle App.?
        • bertuccia scrive:
          Re: no no no
          - Scritto da: Maxsix

          Si bon, ok.
          Ma, da utente Apple mi faccio una domanda.
          Che razzo stanno facendo quelli deputati al
          controllo delle App.?non credo sia colpa di scarsa attenzione nei controlli.semplicemente come scritto nell'articolo apple ha optato per una via di mezzo tra sicurezza e stress dell'utente con domande di autorizzazione, evidentemente il prossimo update proporrà un approccio migliore.sappiamo bene che a stressare l'utente con continue richieste si ottiene solo che questo pigerà 'sì' a raffica senza leggere. L'utente un po' più sveglio invece è già in grado di evitare a priori certe app scadenti
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: no no no

            L'utente un
            po' più sveglio invece è già in grado di evitare
            a priori certe app
            scadentiL'utente un po' più sveglio può usare android, a quel punto.
          • FDG scrive:
            Re: no no no
            - Scritto da: uno qualsiasi
            L'utente un po' più sveglio può usare android, a
            quel punto.Mah, non cambia nulla :)
          • greco scrive:
            Re: no no no
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Maxsix



            Si bon, ok.

            Ma, da utente Apple mi faccio una domanda.

            Che razzo stanno facendo quelli deputati al

            controllo delle App.?

            non credo sia colpa di scarsa attenzione nei
            controlli.

            semplicemente come scritto nell'articolo apple ha
            optato per una via di mezzo tra sicurezza e
            stress dell'utente con domande di autorizzazione,
            evidentemente il prossimo update proporrà un
            approccio
            migliore.

            sappiamo bene che a stressare l'utente con
            continue richieste si ottiene solo che questo
            pigerà 'sì' a raffica senza leggere. L'utente un
            po' più sveglio invece è già in grado di evitare
            a priori certe app
            scadentistai dando una soluzione irrealizzabile, ma ti sei visto? dove ne hai mai conosciuti utenti svegli nel mondo apple? sembrate tutti dementi
          • maxsix scrive:
            Re: no no no
            - Scritto da: greco
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: Maxsix





            Si bon, ok.


            Ma, da utente Apple mi faccio una
            domanda.


            Che razzo stanno facendo quelli
            deputati
            al


            controllo delle App.?



            non credo sia colpa di scarsa attenzione nei

            controlli.



            semplicemente come scritto nell'articolo
            apple
            ha

            optato per una via di mezzo tra sicurezza e

            stress dell'utente con domande di
            autorizzazione,

            evidentemente il prossimo update proporrà un

            approccio

            migliore.



            sappiamo bene che a stressare l'utente con

            continue richieste si ottiene solo che questo

            pigerà 'sì' a raffica senza leggere.
            L'utente
            un

            po' più sveglio invece è già in grado di
            evitare

            a priori certe app

            scadenti

            stai dando una soluzione irrealizzabile, ma ti
            sei visto? dove ne hai mai conosciuti utenti
            svegli nel mondo apple? sembrate tutti
            dementiIo fossi in te prima del dare dei dementi a destra e a manca mi guarderei allo specchio.Forse scopriresti un lato della tua personalità che non conosci.Tipo questo.http://www.youtube.com/watch?v=OIbD7_TaIpg&feature=fvst
          • FDG scrive:
            Re: no no no
            - Scritto da: greco
            dove ne hai mai conosciuti utenti svegli nel mondo apple?Se si deve prendere te ad esempio, non c'è nessuno sveglio al mondo.
          • FDG scrive:
            Re: no no no
            - Scritto da: bertuccia
            sappiamo bene che a stressare l'utente con
            continue richieste si ottiene solo che questo
            pigerà 'sì' a raffica senza leggere. L'utente un
            po' più sveglio invece è già in grado di evitare
            a priori certe app scadentiMagari una sola richiesta con tutte le autorizzazioni necessarie all'applicazione.
        • say no scrive:
          Re: no no no
          - Scritto da: Maxsix
          Ma, da utente Apple mi faccio una domanda.
          Che razzo stanno facendo quelli deputati al
          controllo delle App.?l'unica cosa che interessa alla mela marcia: far fare soldi ai pochi azionisti che contano e permettere alle polizie di spiare al meglio le persne
          • aphex twin scrive:
            Re: no no no
            - Scritto da: say no
            far
            fare soldi ai pochi azionisti che contano e
            permettere alle polizie di spiare al meglio le
            persneLe mail di milioni e milioni di utenti Google non interessano alle polizie, no no! :D
        • HermanHesse Quello TOSTO! scrive:
          Re: no no no
          Però quando te lo dicevo io no, vero?Lo hanno anche DIMOSTRATO (alcuni ricercatori). Cosa devo dire ancora?PS: nota bene, lungi da me se ti trovi bene con iOS continua ad usarlo. È la mancanza di consapevolezza e il marketing che acceca l'utente il mio nemico. Non iOS, e nemmeno chi usa prodotti Apple con cognizione di causa.
        • FDG scrive:
          Re: no no no
          - Scritto da: Maxsix
          Si bon, ok.
          Ma, da utente Apple mi faccio una domanda.
          Che razzo stanno facendo quelli deputati al
          controllo delle App.?Queste non sono cose che puoi controllare agevolmente. Per questo devono cambiare i meccanismi, le API, per migliorare la gestione delle autorizzazioni.
      • greco scrive:
        Re: no no no
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: ruppolo



        è un fatto che non esiste, impossibile!!!!!



        parola di ruppolo 8)

        ALLARME VIRUS!!!!11

        peccato che se fai il furbo,
        ti giochi la reputazione a vita, vedi path

        <b
        More than $1 million stolen from
        Android users in 2011, mobile threats to increase
        in 2012 </b


        http://www.bgr.com/2011/12/14/more-than-1-million-

        su iOS queste cose non succedonoopenfeint80% delle app su ios rubano dati agli utenti senza il consenso consentendo di profilare nome cognome numero di telefono, cella di commegamento, geolocalizzazione e dati dell'utente del dispositivolol questo è perchè in casa apple il malware viene chiamato semplicemente app
      • iniquo scrive:
        Re: no no no
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: ruppolo



        è un fatto che non esiste, impossibile!!!!!



        parola di ruppolo 8)

        ALLARME VIRUS!!!!11

        peccato che se fai il furbo,
        ti giochi la reputazione a vita, vedi path

        <b
        More than $1 million stolen from
        Android users in 2011, mobile threats to increase
        in 2012 </b


        http://www.bgr.com/2011/12/14/more-than-1-million-

        su iOS queste cose non succedonoHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAgrazie della battuta, era da tempo che non leggevo XXXXXXX simili
      • n&c scrive:
        Re: no no no
        - Scritto da: bertuccia

        <b
        More than $1 million stolen from
        Android users in 2011, mobile threats to increase
        in 2012 </b


        http://www.bgr.com/2011/12/14/more-than-1-million-

        su iOS queste cose non succedonoma almeno lo hai letto l'articolo o sei di quelli che capiscono tutto dal titolo?Le parole "stima" e "predizione" ti dicono qualcosa?? Specie se sono stime e predizioni di un venditore di antivurs che, come l'oste, deve promuovere il suo vino..Quanto iOS e queste cose non succedono.. beh, li basta un pokemon per raggranellare fior di quattrini, tanto gli utenti quelli sono, non serve una mente criminale per rubare le caramelle ai bimbi
      • HermanHesse Quello TOSTO! scrive:
        Re: no no no
        Su iOS sono sempre accadute, ma voi non lo avete mai saputo.Poveri inconsapevoli.PS: wireshark, bertuccia. Usalo. Provaci. Capisci.
Chiudi i commenti