Microsoft a Motorola: non approfittate degli standard

Come Apple anche Redmond punta sulla necessità di termini FRAND per smontare le accuse brevettuali di Motorola
Come Apple anche Redmond punta sulla necessità di termini FRAND per smontare le accuse brevettuali di Motorola

Microsoft ha annunciato di aver depositato presso la Commissione Europea una denuncia nei confronti di Motorola Mobility e Google per l’utilizzo fatto delle tecnologie della prima legate agli standard necessari alla connessione wireless e alla riproduzione di video H.264 .

Dopo Apple , dunque, anche Redmond ha deciso di rivolgersi alle autorità antitrust europee accusando l’azienda recentemente acquisita da Google (con il placet con riserva da parte di Bruxelles e Washington) di abusare dei suoi brevetti legati a standard tecnologici.

Microsoft porta a prova delle sue accuse numeri ben precisi: per 50 dei 2300 brevetti necessari all’implementazione dello standard H.264 Motorola chiederebbe 22,50 dollari per ogni laptop da mille dollari . Una cifra non trascurabile soprattutto rispetto a quello che dice di chiedere Microsoft stessa: 2 centesimi.

La questione diventa di particolare interesse in Europa dal momento che le autorità competenti stanno già approfondendo le pratiche in materia di brevetti legati a standard e le condizioni “giuste, ragionevoli e non discriminatorie” ( Fair, Reasonable And Non-Discriminatory , FRAND ) di licenza offerte da Samsung, e per il fatto che l’acquisizione di Motorola da parte di Google è stata approvata con “riserva”, cioè tenendo sempre sott’occhio le questioni che possono avere conseguenze nocive per il mercato.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti