Germania, Wikileaks è offline

Gli admin gridano all'intrigo internazionale e puntano il dito contro i silenzi delle autorità. Ma il NIC tedesco spiega che Wikileaks.de è irraggiungibile per negligenza dei suoi gestori

Roma – Il mirror tedesco di Wikileaks non è più online: coloro che si rivolgano a Wikileaks.de alla ricerca di informazioni sottaciute dai protagonisti e messe a disposizione dei netizen da persone informate dei fatti verranno inevitabilmente redirezionati sulla versione internazionale della piattaforma dedicata alle fughe di notizie scottanti.

La sospensione è avvenuta senza che i un primo momento vi fosse alcuna giustificazione ufficiale da parte di DENIC , l’autorità tedesca che si occupa della gestione dei domini Internet. Nelle scorse settimane Wikileaks.de aveva attirato l’attenzione delle istituzioni: i netizen avevano messo a disposizione documenti riservati relativi alle censure di numerosi paesi del mondo, Wikileaks aveva dato spazio a delle liste di URL con cui Danimarca, Tailandia e Australia plasmano la forma della rete a favore dei cittadini. Le autorità australiane avevano minacciato di perseguire i responsabili della disseminazione della blacklist ovunque si fossero trovati. Nelle stesse ore le forze dell’ordine tedesche si erano rivolte all’intestatario del dominio tedesco, Theodor Reppe: l’accusa era quella di disseminazione di pornografia, la perquisizione a casa di Reppe era motivata con la necessità di raccogliere delle prove.

Nessun dettaglio era trapelato riguardo alle indagini: Reppe aveva rifiutato di fornire le password per accedere a Wikileaks.de , si era opposto alla richiesta di rendere inaccessibile il mirror tedesco della piattaforma. Le autorità non si erano espresse a riguardo, ma gli admin del sito avevano tracciato una connessione con la pubblicazione su Wikileaks della discussa blacklist australiana. L’ipotesi sarebbe stata confortata dall’attuale congiuntura: la Germania sta meditando di dotarsi a sua volta di un sistema di liste nere da fornire ai provider affinché restituiscano ai cittadini una rete sicura e epurata da rischi e minacce. Wikileaks, con la pubblicazione delle liste e delle URL proibite da altri paesi, avrebbe rappresentato una bomba a orologeria.

Wikileaks, anche sotto indagine, sarebbe rimasta incensurabile, assicuravano gli amministratori della piattaforma. Ma il 9 aprile il dominio tedesco wikileaks.de è stato sospeso . Gli amministratori della piattaforma hanno gridato alla censura, hanno rievocato circostanze del passato, quando Wikileaks è stata isolata dalla rete in occasione della denuncia di una banca svizzera di cui erano stati rivelati dei documenti considerati diffamanti.

Ma DENIC, sollecitata dai media, ha temperato l’aggressività delle accuse degli admin tedeschi: il dominio Wikileaks.de potrebbe essere stato congelato dal registrar per questioni amministrative. Reppe, l’intestatario del dominio, potrebbe aver dimenticato di rinnovare il contratto.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabar scrive:
    soldi ai pirati
    Ma.. non capisco: questi del worm conficker, se chiedono soldi, avranno un conto in qualche banca no? Saranno tracciabili in qualche maniera? Possibile che i "cattivi" di turno riescano sempre a sgusciare via oppure è mancanza di volontà a perseguirli?
    • Giovanni Perotti scrive:
      Re: soldi ai pirati
      Vuoi il nome di chi fa virus ?SymantecTrend MicroMcAfeeGrisoftAvast.........Se non esistessero piu i virus queste aziende cosa farebbero ?pensateci...
  • pclinux scrive:
    E chi se ne frega
    Finchè colpisce gli utenti windows che problema c'è?Prima o poi si sveglieranno e se non si svegliano...Affari loro!(linux)Pclinuxweb pclinux(dot)eu
    • Giovanni Perotti scrive:
      Re: E chi se ne frega
      In teoria non dovrei nemmeno risponderti perchè sei il classico troll che osanna linux poi in realtà stai scrivendo da windows magari usando un antivirusino free che ti protegge vorse dal virus Ambulance o poco piu....Non sono un fan di Windows, come non sono un fan di Linux, come qualsiasi fabbro non è fan di un martello o nessun contadino è fan di una marca di vanghe... sono strumenti e come tali vanno usati.Come ben potrete capire i "virus" attaccano windows poichè windows è indubbiamente il sistema piu diffuso. Se al posto di windows ci mettessimo linux, mac-os, Amiga-Workbench, o quant'altro... quel sistema operativo sarebbe il piu attaccato dai virus. Linux non è esente da bug, non è esente da vulnerabilità, non è perfetto. come non lo è nessun altro hardware, software, sistema operativo, martello, vanga o che sia...
      • Pclinux scrive:
        Re: E chi se ne frega
        - Scritto da: Giovanni Perotti
        In teoria non dovrei nemmeno risponderti perchè
        sei il classico troll che osanna linux poi in
        realtà stai scrivendo da windows magari usando un
        antivirusino free che ti protegge vorse dal virus
        Ambulance o poco
        piu....Veramente è dal lontano 2002 che windows non aleggia più sul mio computer.
        Non sono un fan di Windows, come non sono un fan
        di Linux, come qualsiasi fabbro non è fan di un
        martello o nessun contadino è fan di una marca di
        vanghe... sono strumenti e come tali vanno
        usati.Io invece sostengo GNU/Linux perchè è un sistema democrato che per essere "acquistato" e usato non richiede la AMEX Gold e neanche ti chiede di pagare per qualsiasi cosa.Con GNU/Linux chiunque può Alfabetizzarsi informaticamente a prescindere dalla condizione o dall'estrazione sociale (si veda l'ultimo viaggio di Stallman in India).Ti pare poco???
        Come ben potrete capire i "virus" attaccano
        windows poichè windows è indubbiamente il sistema
        piu diffuso. Se al posto di windows ci mettessimo
        linux, mac-os, Amiga-Workbench, o quant'altro...
        quel sistema operativo sarebbe il piu attaccato
        dai virus. Linux non è esente da bug, non è
        esente da vulnerabilità, non è perfetto. come non
        lo è nessun altro hardware, software, sistema
        operativo, martello, vanga o che
        sia...I virus attaccano windows perchè a sicurezza fa' schifo.Cosa ci voleva ad obbligare l'utente a inserire una password per l'utente amministratore e impedire che i diritti di amministrazione venissero estesi all'utente che usi comunemente per lavorare??Dal lontano 2001 con il lancio di XP questo è possibile anche con windows (Per utenti comuni con NT e 2000 lo era già).Cosa non secondaria l'utente windows, grazie al fardello di ignoranza portato in dote da Microsoft che ha fatto credere che il computer sia una lavatrice, è abituato a cliccare senza pensare ed è questo che permette la diffusione dei Virus informatici.Anche le malattie si trasmettevano grazie all'ignoranza e la gente moriva molto più di adesso (almeno nei paesi cosiddetti civilizzati negli altri dove vengono sfruttati senza essere istruiti si continua a morire presto).Non credo ci sia bisogno di dilungarmi oltre.Buona giornata a tutti.Pclinux
  • darksenderl scrive:
    Sono dubbioso
    Sono dubbioso,tutti i messaggi dall'inverno scorso sulla tremenda mutazione di sto worm conficker che sembrava stato creato da extra terrestri piuttosto che da espertissimi e forse(burloni)geni d'informatica si riduce alla scopiazzatura di un soft già esistente? Non sò voi ma mi sembra una presa in giro uno stato terroristico creato ad arte nella rete,anche se si disattiverà per poi riattivarsi...,che altra forma o sicuramente soft prendera?Mi sembra una stra galattica BUFALA!!!A livello mondiale direi,dicevano che era imprendibile sulla rete crittografato con chiavi pubblica e privata e chi ne hà più ne metta.Sono contento che sia una bufala cosi grande,anche se mi sembra strano che programmatori di quel calibro abbiano potuto fare un errore cosi grossolano,oppure e servito solo a sviare dalle vere intenzioni dei creatori di questo virus? ribadisco tanto meglio forse avranno imboccato la strada giusta coloro che hanno scoperto le "trame" di questo ormai non più sfuggente e misterioso virusCiao
    • Novilunio scrive:
      Re: Sono dubbioso
      - Scritto da: darksenderl
      Sono dubbioso,tutti i messaggi dall'inverno
      scorso sulla tremenda mutazione di sto worm
      conficker che sembrava stato creato da extra
      terrestri piuttosto che da espertissimi e
      forse(burloni)geni d'informatica si riduce alla
      scopiazzatura di un soft già esistente? Non sò
      voi ma mi sembra una presa in giro uno stato
      terroristico creato ad arte nella rete,anche se
      si disattiverà per poi riattivarsi...,che altra
      forma o sicuramente soft
      prendera?
      Mi sembra una stra galattica BUFALA!!!A livello
      mondiale direi,dicevano che era imprendibile
      sulla rete crittografato con chiavi pubblica e
      privata e chi ne hà più ne metta.Sono contento
      che sia una bufala cosi grande,anche se mi sembra
      strano che programmatori di quel calibro abbiano
      potuto fare un errore cosi grossolano,oppure e
      servito solo a sviare dalle vere intenzioni dei
      creatori di questo virus? ribadisco tanto meglio
      forse avranno imboccato la strada giusta coloro
      che hanno scoperto le "trame" di questo ormai non
      più sfuggente e misterioso
      virus
      CiaoNo, non hai capito: conficker è aggiornabile da remoto, secondo alcuni è l'equivalente di una botnet on-demaind a noleggio...stavolta c'è il finto antivirus, ieri c'era il keylogger e domani ci sarà chissacosa (un bot sparaspam? un dDosser? un trojan?)... dipende da chi tocca "il turno"...
    • T1000 scrive:
      Re: Sono dubbioso
      Non hai capito nulla: è solo una mossa per depistarci: quando il CSC deciderà di sguinzagliargli contro Skynet, capirai a cosa serve Conficker! Ma sarà troppo tardi...
      • Giovanni Perotti scrive:
        Re: Sono dubbioso
        - Scritto da: T1000
        Non hai capito nulla: è solo una mossa per
        depistarci: quando il CSC deciderà di
        sguinzagliargli contro Skynet, capirai a cosa
        serve Conficker! Ma sarà troppo
        tardi...Ma impiccati
  • worm bastardo scrive:
    che XXXXXXXX
    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&ssPageName=STRK:MESELX:IT&item=260391929499http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&ssPageName=STRK:MESELX:IT&item=260390950346
  • battagliacom scrive:
    In che senso 2 volte lo stesso attacco?
    ma allora twitter aveva risolto veramente la falla? o era solo un modo per evitare ulteriori attacchi?Oppure hanno sistemato la falla ma Michael ha trovato una seconda falla e ha scritto un nuovo worm che però ha chiamato come il primo?
  • msdead scrive:
    E' partito col worm sbagliato però...
    Il ragazzo poteva avvisare in altro modo gli admin di twitter...di certo bisogna vedere se questi saranno clementi verso di lui o se lo condanneranno.Più che altro conficker desta qualche attenzione in più...chissà gli autori confickeriani cosa hanno in mente...di sicuro non sono gente impreparata!Vabè vediamo cosa succederà con conficker...
Chiudi i commenti